Lily Allen: fai il pirata, ma fatti pagare

Rotto un silenzio che durava da tempo: la cantante pop di Londra torna sul suo argomento preferito, la violazione del copyright. Nessun problema se si distribuiscono dischi masterizzati, purché non li si regalino

Roma – Nel momento in cui il Segretario di Stato britannico Lord Mandelson ha proposto una linea dura nei confronti della comunità del P2P, il dibattito sul file sharing nel Regno Unito si è nuovamente infiammato. Ministri, opinionisti e organizzazioni come Electronic Frontier Foundation hanno espresso il proprio scetticismo, ma evidentemente questo non è bastato affinché si potesse veramente parlare di dibattito. E allora la cantante pop Lily Allen ha deciso di rompere un silenzio che durava da troppo tempo, per affrontare con rigenerata autorevolezza lo spinoso argomento della pirateria musicale .

Nel corso di un’intervista rilasciata a Key103 , stazione radiofonica di Manchester specializzata in pop contemporaneo e dance music, Lily Allen è tornata a commentare il fenomeno delle canzoni rubate dagli utenti della Rete, questa volta lasciando ai posteri un’osservazione che potrebbe cambiare per sempre il volto del file sharing. “Se qualcuno si mettesse ad offrire una copia masterizzata del mio disco ad un prezzo fissato, ad esempio 4 sterline – ha spiegato la cantante di Londra – io non avrei alcun problema, dal momento che la persona che acquisterà la copia attribuirà un valore alla mia musica”.

Un consiglio non privo di un certo senso pratico, evidentemente partorito nel periodo in cui Allen è stata assente dalle scene web, dopo essersi staccata da tutti i canali di comunicazione online con i suoi fan. “Sono una neo-luddista, addio”, recitava il suo ultimo intervento su Twitter il 28 settembre scorso. La decisione era stata presa dopo una vistosa debacle accaduta al blog It’s Not Alright , pulpito digitale da cui Allen predicava contro colleghi più aperti e morbidi nei confronti dei cattivoni del P2P.

Qualcuno ha fatto notare che a Lily Allen andrebbe spiegata la differenza sostanziale tra prezzo di un bene e valore di un bene, rimarcando come il recente suggerimento della cantante suoni più o meno come un invito alla contraffazione, purché sia a fini di lucro. Regalare un suo disco masterizzato, quella sì che risulterebbe una pratica spregevole. Tornando ad argomenti più seri, le illuminazioni di Lily Allen potrebbero aiutare non poco artisti famosi e iperscaricati come Lady Gaga.

Stando a dati recenti , il suo brano Poker Face è risultato uno dei più popolari su Spotify, sito di streaming gestito dalle sorelle del disco, in primis da Sony BMG. Poker Face è stato tra i più scaricati in un periodo di cinque mesi, arrivando all’invidiabile cifra di un milione di download effettuati. Quanto ha fruttato tutto questo clamore di click a Lady Gaga? Circa 167 sterline, 113 euro .

“È una cosa disgustosa – ha dichiarato il rapper svedese Dogge Doggelito – noi musicisti siamo privi di diritti”. In aggiunta, il rapper ci ha tenuto a precisare che Lady Gaga avrebbe guadagnato molto di più a guidare un taxi non autorizzato. Qualcuno ha poi insinuato che il denaro proveniente dalle royalty sarebbe comunque stato utilizzato dalla cantante per svuotare in venti minuti un mini-bar. O magari usato in maniera più nobile: per comprare cd pirata di Lily Allen.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nome e cognome scrive:
    L'italiano per favore
    "Alla pari sono" in italiano non si dice
  • karoo scrive:
    antivirus
    ma dai .. parlare di antivirus per os x è una sciocchezza e per l'iphone .. basta non sbloccarlo ;)
    • Franz scrive:
      Re: antivirus
      esatto! quoto alla grande!cmq quando mi sento giù entro in PI e leggo un poco... troppo divertenti queste inutilizie (=notizie inutili) !!!sono l'unico utente che non ha mai preso un virus con windows? (suggerimento: compratelo originale, mantenetelo aggiornato, installatevi un buon antivirus e tool per controllo spy e malware, ogni tot fate un bel controllo e via)notate che uso anche Ubuntu e ho un iPhone quindi non venitemi a dire che predico pro uno o pro altro ;)
      • DarkSchneider scrive:
        Re: antivirus
        - Scritto da: Franz
        esatto! quoto alla grande!

        cmq quando mi sento giù entro in PI e leggo un
        poco... troppo divertenti queste inutilizie
        (=notizie inutili)
        !!!

        sono l'unico utente che non ha mai preso un virus
        con windows? (suggerimento: compratelo originale,
        mantenetelo aggiornato, installatevi un buon
        antivirus e tool per controllo spy e malware,
        ogni tot fate un bel controllo e
        via)
        notate che uso anche Ubuntu e ho un iPhone quindi
        non venitemi a dire che predico pro uno o pro
        altro
        ;)Evidentemente sei l'unico utilizzatore del PC. Il mio fisso ed il mio portatile windows non hanno problemi (i tentativi di infezione capitano ma antivirus e occhio a ciò che si fa son buonissime soluzioni) il PC di mio padre e di mio fratello son culture per adware e malware vario. Il Mac della mia ragazza (che non saprebbe distinguere OS X da Vista) non ha di questi problemi, l'unico problema che ho dovuto risolvere è stato il backup su disco esterno perchè 40Gb son finiti in fretta. Questo dovrebe far riflettere sulla sicurezza intrinseca del SO. Se vuoi un paragone automobilistico il tuo Windows è un auto senza ABS-ESP-Anti pattinamento guidata sul ghiaccio da un pilota esperto (tu), il mac è un'auto con tutti quegli acXXXXXri guidata da una persona comune. Nel primo caso la differenza la fa il pilota, nel secondo è il mezzo ad essere più sicuro di default, a te, pilota, potrebbe però risultare limitante e monotono da guidare.
        • bibop scrive:
          Re: antivirus
          limitate e monotono e' riferito solo all'automobile giusto? perche' nn capisco cosa ci possa essere di monotono e limitante nell'avere un os che di default e' "maggiormente" sicuro...
          • DarkSchneider scrive:
            Re: antivirus
            - Scritto da: bibop
            limitate e monotono e' riferito solo
            all'automobile giusto? perche' nn capisco cosa ci
            possa essere di monotono e limitante nell'avere
            un os che di default e' "maggiormente"
            sicuro...Si e no, non vedo perchè non potrebbe comunque preferire la GUI di windows, sulle caratteristiche tecniche non si discute, le preferenze sono una cosa diversa. E poi il pilota cerca emozioni, vuoi mettere l'ebbrezza di lanciarsi in siti warez con account amministratore, PWD vuota, nessun antivirus e firewall disabilitato?... Mhh ok, la parte finale del post sopra va un po' rivista, sarebbe più adatta in un confronto Linux - OS X (tralasciando la parte sulla sicurezza che non ci incastra).
          • bibop scrive:
            Re: antivirus
            c'e' chi va orgoglioso e fiero della propria fiat punto abarth... io certe oscenita' le considero maciste e compensatorie :Pcmq a parte gli scherzi ok che un linux possa essere piu' "divertente" in certi aspetti della sua gestione rispetto ad osx e' un dato di fatto ma e' quel meno "divertente" la forza di osx... poi a dirla tutta nessuno vieta di usare terminale e script vari per la gestione di osx... darwin in fondo e' un derivato si bsd e applescript che puo' controllare la gui puo' essere altrettanto eccitante ;)
  • Mesto Lamedda scrive:
    Maruccia cambia il faccione lesionato
    Seriamente, cambia foto, in questa sembri reduce da uno showdown tossico-alcologico (rotfl)(rotfl)
  • Manuel Marani scrive:
    Maruccia mettiti un iphone nel cu$o!!!
    basta con il giornalismo da bar!!!!
  • ruppolo scrive:
    Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
    Ti piacerebbe vedere l'iPhone infestato di virus, eh?Beh, per ora accontentati di assistere alla dipartita di Windows Mobile:http://www.macitynet.it/macity/aA40881/traffico_internet_su_smartphone_il_50_parte_da_iphone_os.shtmlQuanto all'antivirus per OS X... cos'è? Una cosa che si mangia?
    • LuNa scrive:
      Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
      è quella cosa che correrai a installare quando qualcuno deciderà di infestare anche i mac. per tua fortuna, questo non accadrà in tempi brevi o forse mai. se os x fosse diffuso quanto windows (this is not a troll !) ce lo avresti eccome. il fatto di mantenere una quota di mercato di nicchia, in questo caso per scelta commerciale della mela, ti da un grande aiuto, ma non sentirti al sicuro quando non lo sei. aka non giocare con il fuoco, potresti scottarti ;)
      • Liosandro scrive:
        Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
        - Scritto da: LuNa
        è quella cosa che correrai a installare quando
        qualcuno deciderà di infestare anche i mac. per
        tua fortuna, questo non accadrà in tempi brevi o
        forse mai. se os x fosse diffuso quanto windows
        (this is not a troll !) ce lo avresti eccome. il
        fatto di mantenere una quota di mercato di
        nicchia, in questo caso per scelta commerciale
        della mela, ti da un grande aiuto, ma non
        sentirti al sicuro quando non lo sei. aka non
        giocare con il fuoco, potresti scottarti
        ;)Da un lato posso anche darti ragione.Dall'altro: quanto è statisticamente possibile che non esista un MacHater con le capacità necessarie che si sia messo lì per un po' di tempo a DIMOSTRARE che OSX è altrettanto attaccabile?E' questo quello che dovrebbe far pensare chi sostiene che OSX non abbia attacchi solo perchè non è diffuso.La mia domanda è: perchè mai nessuno ci si è messo. D'altronde il 6% di installato è comunque una cifra, in numeri assoluti, piuttosto grossa, e soprattutto farebbe MOLTA notizia, che poi è quello che cercano molti hackers: dimostrare che una cosa si può fare.
        • LuNa scrive:
          Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
          sembra che confondi Hacker con Cracker !se un Hacker vuol dimostrare qualcosa non lo fa con il mio Mac ma corrompendo un sistema molto più grande, e soprattutto non lo farà mai con comuni utenti, preferendo piuttosto un bell'archivio del governo o informazioni riservate. Gli esempi si sprecano e quindi non serve farne. Qui si parla di malware, che, nel 99% dei casi è scritto per un solo scopo: lo spam, ed anche in questo caso, ed al contrario, chi li scrive cerca i comuni utenti e non i grandi sistemi. Il resto è abbastanza semplice, se voglio spammare presumibilmente lo farò in modo da prendermi più utenti possibili. in questo caso, sui grandi numeri i desktop mac sono una particella. se io volessi farlo, prenderei piuttosto di mira ipod e iphone, ma non i mac. sul perchè, oltre al fatto della diffusione beh, è anche più difficile per come è strutturato un sistema unix e perchè l'utente standard non ha i permessi come windows (fino ad xp, che è il sistema desktop attualmente più diffuso al mondo) quindi non modifica il sistema. chi fa questa rumenta ha solitamente delle conoscenze limitate ed è un coder mediocre quando non scarso, che sfrutta in lungo ed in largo questa caratteristica del sistema di redmond. il solo fatto che è stato introdotto uac per esempio, quando usato come DEVE essere usato, ti evita il 99% di questi tipi di infezione.
          • Liosandro scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            - Scritto da: LuNa
            sembra che confondi Hacker con Cracker !
            se un Hacker vuol dimostrare qualcosa non lo fa
            con il mio Mac ma corrompendo un sistema molto
            più grande, e soprattutto non lo farà mai con
            comuni utenti, preferendo piuttosto un
            bell'archivio del governo o informazioni
            riservate. Gli esempi si sprecano e quindi non
            serve farne.

            Qui si parla di malware, che, nel 99% dei casi è
            scritto per un solo scopo: lo spam, ed anche in
            questo caso, ed al contrario, chi li scrive cerca
            i comuni utenti e non i grandi sistemi.

            Il resto è abbastanza semplice, se voglio
            spammare presumibilmente lo farò in modo da
            prendermi più utenti possibili. in questo caso,
            sui grandi numeri i desktop mac sono una
            particella. se io volessi farlo, prenderei
            piuttosto di mira ipod e iphone, ma non i mac.

            sul perchè, oltre al fatto della diffusione beh,
            è anche più difficile per come è strutturato un
            sistema unix e perchè l'utente standard non ha i
            permessi come windows (fino ad xp, che è il
            sistema desktop attualmente più diffuso al mondo)
            quindi non modifica il sistema. chi fa questa
            rumenta ha solitamente delle conoscenze limitate
            ed è un coder mediocre quando non scarso, che
            sfrutta in lungo ed in largo questa
            caratteristica del sistema di redmond. il solo
            fatto che è stato introdotto uac per esempio,
            quando usato come DEVE essere usato, ti evita il
            99% di questi tipi di
            infezione.Sono d'accordo.Ma perchè NEMMENO UNO?Che sia Hacker o Cracker. Nemmeno uno?
          • LuNa scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            ti ho già risposto. i sistemi corrotti in campo unix sono in posti diversi. server web, database, centri dati, chipiùnehapiùnemetta. come nemmeno uno ? eppure quando spappolano i server della nasa lo trovi l'articolo su PI o in qualsiasi altro posto.
          • Liosandro scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            - Scritto da: LuNa
            ti ho già risposto. i sistemi corrotti in campo
            unix sono in posti diversi. server web, database,
            centri dati, chipiùnehapiùnemetta. come nemmeno
            uno ? eppure quando spappolano i server della
            nasa lo trovi l'articolo su PI o in qualsiasi
            altro
            posto.?
          • LuNa scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            ah, naturalmente, anche se non l'ho scritto esplicitamente, l'ignoranza dell'utente medio conta molto, il fatto di installare tutto quello che ti capita (e ti assicuro che questo accade sistematicamente) a tiro non è bene.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?

          Da un lato posso anche darti ragione.
          Dall'altro: quanto è statisticamente possibile
          che non esista un MacHater con le capacità
          necessarie che si sia messo lì per un po' di
          tempo a DIMOSTRARE che OSX è altrettanto
          attaccabile?E' vero che l'utenza media macaca ha conoscenze informatiche scarse o nulle ma il fatto che per sviluppare su ifogn serva un mac (se non è cambiato qualcosa di recente) sta portando molto interesse da parte degli hacker...E comunque al pwn2own lo trapanano ogni anno e il trapanatore ufficiale ha ribadito più volte che bucare macosx è una passeggiata.
          E' questo quello che dovrebbe far pensare chi
          sostiene che OSX non abbia attacchi solo perchè
          non è
          diffuso.Il che è stra-vero, con la diffusione arrivano gli attacchi. Si è visto per l'ifogn... non passa giorno senza worm, per ora solo quelli XXXXXXXXXed ma è solo questione di tempo visto le numerose falle critiche trovate nel sistema.
          La mia domanda è: perchè mai nessuno ci si è
          messo. D'altronde il 6% di installato è comunqueLa risposta te l'ha data Miller (il trapanatore di cui sopra), non ne vale la pena perchè le vulnerabilità per mac sono pagate troppo poco e sono pagate poco perchè c'è poca diffusione.
          una cifra, in numeri assoluti, piuttosto grossa,
          e soprattutto farebbe MOLTA notizia, che poi è
          quello che cercano molti hackers: dimostrare che
          una cosa si può
          fare.E' gia stato dimostrato ampiamente e ci sono falle note aperte da anni. Ora bisogna trovare le motivazioni economiche. Una falla di windows vale 50 mila dollari, una falla su mac non vale il tempo speso a trovarla, una falla su aifon ora comincia a diventare appetibile.
          • Liosandro scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            - Scritto da: nome e cognome

            Da un lato posso anche darti ragione.

            Dall'altro: quanto è statisticamente possibile

            che non esista un MacHater con le capacità

            necessarie che si sia messo lì per un po' di

            tempo a DIMOSTRARE che OSX è altrettanto

            attaccabile?

            E' vero che l'utenza media macaca ha conoscenze
            informatiche scarse o nulle ma il fatto che per
            sviluppare su ifogn serva un mac (se non è
            cambiato qualcosa di recente) sta portando molto
            interesse da parte degli
            hacker...

            E comunque al pwn2own lo trapanano ogni anno e il
            trapanatore ufficiale ha ribadito più volte che
            bucare macosx è una passeggiata.



            E' questo quello che dovrebbe far pensare chi

            sostiene che OSX non abbia attacchi solo perchè

            non è

            diffuso.

            Il che è stra-vero, con la diffusione arrivano
            gli attacchi. Si è visto per l'ifogn... non passa
            giorno senza worm, per ora solo quelli
            XXXXXXXXXed ma è solo questione di tempo visto le
            numerose falle critiche trovate nel sistema.



            La mia domanda è: perchè mai nessuno ci si è

            messo. D'altronde il 6% di installato è comunque

            La risposta te l'ha data Miller (il trapanatore
            di cui sopra), non ne vale la pena perchè le
            vulnerabilità per mac sono pagate troppo poco e
            sono pagate poco perchè c'è poca diffusione.



            una cifra, in numeri assoluti, piuttosto grossa,

            e soprattutto farebbe MOLTA notizia, che poi è

            quello che cercano molti hackers: dimostrare che

            una cosa si può

            fare.

            E' gia stato dimostrato ampiamente e ci sono
            falle note aperte da anni. Ora bisogna trovare le
            motivazioni economiche.

            Una falla di windows vale 50 mila dollari, una
            falla su mac non vale il tempo speso a trovarla,
            una falla su aifon ora comincia a diventare
            appetibile.Tutto logico.Ma rimane un fatto: io non posso credere che in 10 anni nessuno con un minimo di abilità abbia liberato un malware qualsiasi per OSX.Un conto è fare tutto nel chiuso di una rete lan. Un altro è realizzare qualcosa che vada in giro per conto suo.Tutto questo OVVIAMENTE, tenendo ben presente che NESSUN sistema è sicuro.PS: iPhone è infettato SOLO se XXXXXXXXX. Quindi con porte aperte da altri, non da Apple. E' uno dei motivi per cui a Cupertino cercano di mantenere il controllo sul SW. Ecco cosa può succedere a lasciare libere le cose.
          • LuNa scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            "io non posso credere che in 10 anni nessuno con un minimo di abilità abbia liberato un malware qualsiasi per OSX."se anche è stato fatto, non fa notizia o perlomeno non fa "rumore", e questo perchè tutti hanno windows ma pochi hanno mac.comunque, basta una query su guglehttp://www.google.it/search?q=malware+os+xcomunque, chi non si protegge o CREDE che non gli serva una protezione su MAC è uno sprovveduto notevole. che non me ne vogliano a male i vari ruppolo e macachi qui sul forum :)
          • Liosandro scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            - Scritto da: LuNa
            "io non posso credere che in 10 anni nessuno con
            un minimo di abilità abbia liberato un malware
            qualsiasi per
            OSX."

            se anche è stato fatto, non fa notizia o
            perlomeno non fa "rumore", e questo perchè tutti
            hanno windows ma pochi hanno
            mac.
            comunque, basta una query su gugle
            http://www.google.it/search?q=malware+os+x
            comunque, chi non si protegge o CREDE che non gli
            serva una protezione su MAC è uno sprovveduto
            notevole. che non me ne vogliano a male i vari
            ruppolo e macachi qui sul forum
            :)Beh, direi che se una serie di Mac fossero attaccati da malware farebbero molta più notizia di Win, e la dimostrazione sta nel fatto che, nonostante la diffusione minore dei mac, l'esplosione di una batteria viene riportata anche sui giornali nazionali.Questo perchè fa molte più notizia un mito che inciampa di un uomo comune che sbaglia.
          • Giorgio scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            Vero, e basta anche vedere l'eco in rete degli hacking contest dove c'è anche OSx o safari. Sembrano solo questi 4 f(tr)olletti del forum di PI a non accorgersene.
          • Liosandro scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            - Scritto da: Giorgio
            Vero, e basta anche vedere l'eco in rete degli
            hacking contest dove c'è anche OSx o safari.


            Sembrano solo questi 4 f(tr)olletti del forum di
            PI a non
            accorgersene.E' questo che mi dà da pensare, appunto. Il fatto che sia pieno di notizie su exploit avvenuti in contest, gente che si vanta, annunci sparati su tutte le grandi riviste di informatica riguardanti l'equivalenza di OSX e Win riguardo alla sicurezza, e poi... poi in 10 anni non c'è mai stato nessuno che abbia rilasciato un malware degno di questo nome per OSX. Affermare che sia perchè nessuno ci guadagna nulla mi pare forzato. Il 90% degli hacker guadagna DOPO essersi fatto un nome. E quale nome migliore ti fai di "colui che ha sfatato il mito dell'impenetrabilità di OSX"?
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?

            Affermare che sia perchè nessuno ci guadagna
            nulla mi pare forzato. Il 90% degli hacker
            guadagna DOPO essersi fatto un nome. E quale nome
            migliore ti fai di "colui che ha sfatato il mito
            dell'impenetrabilità di
            OSX"?Gli hacker guadagnano vendendo vulnerabilità alle organizzazioni criminali. Non guadagnano dal fatto di farsi un nome, nessuno invita alle feste o agli eventi in discoteca quello che ha forato osx. Le organizzazioni criminali ovviamente pagano per vulnerabilità che fruttano qualcosa, ovvero Windows e in un futuro molto prossimo iphone. Secondo te un hacker capace dovendo scegliere tra 50K e un titolo su punto informatico cosa sceglie?
          • Liosandro scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            - Scritto da: nome e cognome

            Affermare che sia perchè nessuno ci guadagna

            nulla mi pare forzato. Il 90% degli hacker

            guadagna DOPO essersi fatto un nome. E quale
            nome

            migliore ti fai di "colui che ha sfatato il mito

            dell'impenetrabilità di

            OSX"?

            Gli hacker guadagnano vendendo vulnerabilità alle
            organizzazioni criminali.

            Non guadagnano dal fatto di farsi un nome,
            nessuno invita alle feste o agli eventi in
            discoteca quello che ha forato osx.

            Le organizzazioni criminali ovviamente pagano per
            vulnerabilità che fruttano qualcosa, ovvero
            Windows e in un futuro molto prossimo iphone.


            Secondo te un hacker capace dovendo scegliere tra
            50K e un titolo su punto informatico cosa
            sceglie?Una quantità enorme di dati sensibili riguardanti la ricerca genetica è gestita con reti Apple.Idem per la ricerca medica in generale.Io non parlo dell'intromissione mirata, ad esempio su commissione. Per quella difficilmente ci sono soluzioni.Io parlo di quello che sperimentano giornalmente milioni di utenti Win.Ripeto: in 10 anni non è uscito nemmeno un miniworm per mac. Nemmeno uno scritto col mignolo sinistro dal peggior programmatore.10 anni sono tanti per non trovare il tempo per scrivere qualcosa che faccia notizia. Per la cronaca: ci sono writers (categoria assimilabile a quella degli hackers) che guadagnano cifre molto grosse disegnando su commissione. Questo non toglie che ce ne siano di molto più bravi che lo fanno solo per gusto personale.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?

            Una quantità enorme di dati sensibili riguardanti
            la ricerca genetica è gestita con reti
            Apple.
            Idem per la ricerca medica in generale.Se vuoi rubare dati di questo tipo non lo fai con sistemi informatici è decisamente molto più semplice usare tecniche di social engineering, la classica infrazione o la mazzetta. Gli hackeraggi hanno un piccolo problema: alla lunga ti beccano. Un conto è beccare chi è penetrato in un server per rubare formule o piani di costruzione, un conto è beccare chi controlla una botnet per fare spam.
            Io non parlo dell'intromissione mirata, ad
            esempio su commissione. Per quella difficilmente
            ci sono
            soluzioni.
            Io parlo di quello che sperimentano giornalmente
            milioni di utenti
            Win.Quello che gli utenti windows sperimentano giornalmente è su commissione, ci sono organizzazioni criminali che sovvenzionano la creazione di exploit ... non c'è differenza tra il ricettatore di roba rubata e chi compra una vulnerabilità.
            Ripeto: in 10 anni non è uscito nemmeno un
            miniworm per mac. Nemmeno uno scritto col mignolo
            sinistro dal peggior
            programmatore.Questo non è assolutamente vero, sono usciti worm per macosx (basta cercare su gorgle) ovviamente il poco mercato e le scarse doti "programmatorie" degli utenti mac hanno fermato la diffusione. Un worm o un virus per infettare ha bisogno di ospiti, se non ci sono l'infezione si ferma.
            Per la cronaca: ci sono writers (categoria
            assimilabile a quella degli hackers) che
            guadagnano cifre molto grosse disegnando su
            commissione. Questo non toglie che ce ne siano di
            molto più bravi che lo fanno solo per gusto
            personale.Gli hackers "romantici" non esistono più ... ormai la sicurezza informatica è un business ben consolidato.
          • Liosandro scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            - Scritto da: nome e cognome

            Una quantità enorme di dati sensibili
            riguardanti

            la ricerca genetica è gestita con reti

            Apple.


            Idem per la ricerca medica in generale.

            Se vuoi rubare dati di questo tipo non lo fai con
            sistemi informatici è decisamente molto più
            semplice usare tecniche di social engineering, la
            classica infrazione o la mazzetta. Gli hackeraggi
            hanno un piccolo problema: alla lunga ti beccano.

            Un conto è beccare chi è penetrato in un server
            per rubare formule o piani di costruzione, un
            conto è beccare chi controlla una botnet per fare
            spam.



            Io non parlo dell'intromissione mirata, ad

            esempio su commissione. Per quella difficilmente

            ci sono

            soluzioni.

            Io parlo di quello che sperimentano giornalmente

            milioni di utenti

            Win.

            Quello che gli utenti windows sperimentano
            giornalmente è su commissione, ci sono
            organizzazioni criminali che sovvenzionano la
            creazione di exploit ... non c'è differenza tra
            il ricettatore di roba rubata e chi compra una
            vulnerabilità.


            Ripeto: in 10 anni non è uscito nemmeno un

            miniworm per mac. Nemmeno uno scritto col
            mignolo

            sinistro dal peggior

            programmatore.

            Questo non è assolutamente vero, sono usciti worm
            per macosx (basta cercare su gorgle) ovviamente
            il poco mercato e le scarse doti "programmatorie"
            degli utenti mac hanno fermato la diffusione. Un
            worm o un virus per infettare ha bisogno di
            ospiti, se non ci sono l'infezione si ferma.



            Per la cronaca: ci sono writers (categoria

            assimilabile a quella degli hackers) che

            guadagnano cifre molto grosse disegnando su

            commissione. Questo non toglie che ce ne siano
            di

            molto più bravi che lo fanno solo per gusto

            personale.

            Gli hackers "romantici" non esistono più ...
            ormai la sicurezza informatica è un business ben
            consolidato.Beh, veramente i "worm" che sono usciti avevano bisogno di essere installati.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?

            Beh, veramente i "worm" che sono usciti avevano
            bisogno di essere
            installati.In realtà quello che ricordo io si propagava tramite ichat sfruttandone una vulnerabilità, poi non si elevava come privilegi e si bloccava per bug vari nel codice del worm ma concettualmente non aveva niente di diverso dai più recenti worm per windows. Del resto è stato più volte ribadito da gente che sicuramente sa come farlo che macosx è più insicuro di windows ma c'è molto meno interesse a violarlo.
          • Liosandro scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            - Scritto da: nome e cognome

            Beh, veramente i "worm" che sono usciti avevano

            bisogno di essere

            installati.

            In realtà quello che ricordo io si propagava
            tramite ichat sfruttandone una vulnerabilità, poi
            non si elevava come privilegi e si bloccava per
            bug vari nel codice del worm ma concettualmente
            non aveva niente di diverso dai più recenti worm
            per windows.No. Stai parlando di Leap-A.Tu dovevi ACCETTARE un file "latestpics.tgz" da un utente con cui chattavi, ed aprirlo1) già il fatto che qualcuno con cui stai chattando (e che dovresti conoscere) ti mandi un file del genere è quantomeno strano. 2) espandi un .tgz??? Vabbè.3)Era un trojan. A questo punto io posso scrivere un programma, farlo eseguire con uno stratagemma da un qualche XXXXX


            Del resto è stato più volte ribadito da gente che
            sicuramente sa come farlo che macosx è più
            insicuro di windows ma c'è molto meno interesse a
            violarlo.Scusa, ma per me, finchè se ne esce fuori uno che afferma cose del genere e poi nessuno, nemmeno il giovinetto studente di informatica fanatico di win, fa vedere un exploit vero, o un virus o un worm distribuito e distribuibile senza che nessuno se ne accorga, queste rimangono solo parole al vento, parole di uno che, appunto, sfrutta la notizia fatta da questa affermazione per farsi pubblicità.
      • cognome e nome scrive:
        Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
        - Scritto da: LuNa
        è quella cosa che correrai a installare quando
        qualcuno deciderà di infestare anche i mac. per
        tua fortuna, questo non accadrà in tempi brevi o
        forse mai. se os x fosse diffuso quanto windows
        (this is not a troll !) ce lo avresti eccome. il
        fatto di mantenere una quota di mercato di
        nicchia, in questo caso per scelta commerciale
        della mela, ti da un grande aiuto, ma non
        sentirti al sicuro quando non lo sei. aka non
        giocare con il fuoco, potresti scottarti
        ;)certo magari anche per linux lo stesso discorso vero?allora come mai non succede niente dato che la maggior parte dei server usa linux? :D
        • nome e cognome scrive:
          Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?

          certo magari anche per linux lo stesso discorso
          vero?
          allora come mai non succede niente dato che la
          maggior parte dei server usa linux?
          :DDaie... 1) la maggior parte dei web server usa linux, ma il mercato server in generale è ancora dominato da windows 2) un server è monitorato da persone generalmente esperte e può essere messo off-line in tempo zero.Nessun hacker sano di mente perderebbe tempo su un server quando può attaccare migliaia di desktop.
    • DarkOne scrive:
      Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
      - Scritto da: ruppolo
      Ti piacerebbe vedere l'iPhone infestato di virus,
      eh?

      Beh, per ora accontentati di assistere alla
      dipartita di Windows
      Mobile:
      http://www.macitynet.it/macity/aA40881/traffico_in

      Quanto all'antivirus per OS X... cos'è? Una cosa
      che si
      mangia?http://www.mcafee.com/us/enterprise/products/system_security/clients/virusscan_for_mac.html
      • ruppolo scrive:
        Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
        - Scritto da: DarkOne
        - Scritto da: ruppolo

        Ti piacerebbe vedere l'iPhone infestato di
        virus,

        eh?



        Beh, per ora accontentati di assistere alla

        dipartita di Windows

        Mobile:


        http://www.macitynet.it/macity/aA40881/traffico_in



        Quanto all'antivirus per OS X... cos'è? Una cosa

        che si

        mangia?

        http://www.mcafee.com/us/enterprise/products/systeChe bella scatola... sono cioccolatini?Ma secondo te io dovrei spendere soldi per levare i virus di Windows?Osserva il labiale: (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • DarkOne scrive:
          Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
          - Scritto da: ruppolo
          Che bella scatola... sono cioccolatini?

          Ma secondo te io dovrei spendere soldi per levare
          i virus di
          Windows?

          Osserva il labiale:
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)LOLSe c'è un antivirus per mac, presumibilmente tra non molto sarà impestato anche lui...sempre per il discorso che (secondo me) i virus li fa stesso chi vende antivirus.
          • MeX scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            no gli antivir per mac rilevano virus per PC!E sono solitamente usati in aziende/scuole con rete mista.
          • DarkOne scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            - Scritto da: MeX
            no gli antivir per mac rilevano virus per PC!
            E sono solitamente usati in aziende/scuole con
            rete
            mista.LOL, sul serio?Non l'avevo mica capito...(non che mi ci sia applicato a vedere cosa fosse).Ho solo ipotizzato che se qualcuno inizia a vendere "antivirus per mac", tra non molto sarebbero spuntati virus ad hoc per il mac in modo da vendere suddetti software.Io sono sempre più convinto che la maggior parte del malware/virus/etc siano sovvenzionati e diffusi dagli stessi produttori di virus, altrimenti il proprio software non servirebbe ad una mazza.
          • MeX scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            é uno scenario plausibile, ma non mi sembra molto realistico
          • Liosandro scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            - Scritto da: DarkOne
            - Scritto da: MeX

            no gli antivir per mac rilevano virus per PC!

            E sono solitamente usati in aziende/scuole con

            rete

            mista.

            LOL, sul serio?
            Non l'avevo mica capito...(non che mi ci sia
            applicato a vedere cosa
            fosse).

            Ho solo ipotizzato che se qualcuno inizia a
            vendere "antivirus per mac", tra non molto
            sarebbero spuntati virus ad hoc per il mac in
            modo da vendere suddetti
            software.
            Io sono sempre più convinto che la maggior parte
            del malware/virus/etc siano sovvenzionati e
            diffusi dagli stessi produttori di virus,
            altrimenti il proprio software non servirebbe ad
            una
            mazza.Veramente sono anni che ci sono antivirus per mac...
          • Giorgio scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            Si vede che tu sai di che parli :-DTI ha già risposto Mex. Vuoi insistere?
          • ruppolo scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            - Scritto da: DarkOne
            - Scritto da: ruppolo

            Che bella scatola... sono cioccolatini?



            Ma secondo te io dovrei spendere soldi per
            levare

            i virus di

            Windows?



            Osserva il labiale:

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            LOL
            Se c'è un antivirus per mac, presumibilmente tra
            non molto sarà impestato anche lui...Tra non molto... tipo? 30 anni? 60 anni?
            sempre per
            il discorso che (secondo me) i virus li fa stesso
            chi vende
            antivirus.Se è così continueranno a farli per Windows: è più facile e ci sono più clienti.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?

            Se è così continueranno a farli per Windows: è
            più facile e ci sono più
            clienti.Ma nel caso dell'ifogn no... quindi sicuri a casa, trapanati in mobilità...
          • Liosandro scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            - Scritto da: nome e cognome

            Se è così continueranno a farli per Windows: è

            più facile e ci sono più

            clienti.

            Ma nel caso dell'ifogn no... quindi sicuri a
            casa, trapanati in
            mobilità...Bah. Per ora io che non ho jailbreackato non ho problemi.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            - Scritto da: Liosandro
            - Scritto da: nome e cognome


            Se è così continueranno a farli per Windows: è


            più facile e ci sono più


            clienti.



            Ma nel caso dell'ifogn no... quindi sicuri a

            casa, trapanati in

            mobilità...

            Bah. Per ora io che non ho jailbreackato non ho
            problemi.Per ora ma il numero di vulnerabilità highly critical pubblicate su secunia non è incoraggiante. E' solo questione di tempo... spero che apple abbia pensato ad un sistema di push delle patch al firmware.
          • Giorgio scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            Parola d'espertone :-D
          • Giorgio scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            La tua solita fuffa ;-)
    • non so scrive:
      Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?

      Quanto all'antivirus per OS X... cos'è? Una cosa
      che si mangia?Sei totalmente sicuro che le controparti MacOsX degli applicativi Windows pieni di spyware siano pulite?
      • lellykelly scrive:
        Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
        firewall questo sconosciuto?
      • LuNa scrive:
        Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
        lo spyware è ben poca cosaquello che veramente fa danno è il phishing, e questo dipende spesso dal browser e non dal sistema operativo. se il tuo sistema operativo non è in pericolo dai 'mali della rete' (e mac os x diciamo che non lo è, PER ORA) lo è il tuo browser. sempre per arrivare al discorso solito. chi si sente sicuro senza usare le dovute protezioni sbaglia, in ogni caso. mac non ti mette al sicuro. assolutamente NO e poi ancora NO.
        • MeX scrive:
          Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
          é come dire che se hai una mercedes non sei sicuro, perché se guidi ai 150 in centro su strada ghiacciata fai un incidente, é ovvio.Peró, tu preferiresti farti 500km di autostrada su una mercedes o una Panda?
    • Palloskydat tifoco scrive:
      Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
      - Scritto da: ruppolo
      Ti piacerebbe vedere l'iPhone infestato di virus,
      eh?

      Beh, per ora accontentati di assistere alla
      dipartita di Windows
      Mobile:
      http://www.macitynet.it/macity/aA40881/traffico_in

      Quanto all'antivirus per OS X... cos'è? Una cosa
      che si
      mangia?Az un articolo di macshitnet...imparziale devo dire (rotfl)
      • Giorgio scrive:
        Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
        Il solito post pattume!
      • bibop scrive:
        Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
        http://www.techcrunch.com/2009/03/24/iphone-now-50-percent-of-smartphone-web-traffic-in-the-us/http://www.livbit.com/article/2009/11/23/iphone-now-represents-50-of-all-smartphone-internet-traffic-trailed-only-by-android/ridi ancora? noi si'... per la tua inutilita'...***********************tho! anche punto informatico ti prende a pesci in faccia...perche' non bai a postare e ridere istericamente qui... http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2758900-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 novembre 2009 20.54-----------------------------------------------------------
        • palloskydat tifoco scrive:
          Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
          Modificato dall' autore il 24 novembre 2009 20.54
          --------------------------------------------------ma stai zitto, che sei piu' imparziale di emilio fido (rotfl)
          • bibop scrive:
            Re: Ti piacerebbe, Maruccia, eh?
            hai scritto una puanata colossale.. hai messo in discussione la notizia perche' proveniente da un sito di riferimento per la comunita' macintosh italiana... sei stato completamente sbugiardato...torna a trollare e a flammare cambiando nick a ogni soffio di vento... se qua c'e' un fido all'inutilita' sei tu e i tuoi alias
  • GX faithful scrive:
    pessimo giornalismo
    questo articolo è immondizia giornalistica; è stato costruito all'unico scopo di attirare flames ed è ingannevole perché un lettore poco esperto di smartphone non riuscirebbe a interpretare il termine "iPhone sbloccati" deducendo erroneamente che esiste un virus per iPhone, genericamente; infatti la frase "telefono sbloccato/bloccato" è di uso comune per quanto riguarda il blocco della tastiera.vergogna!
  • Cesare scrive:
    Alternativa
    Magari sarebbe meglio evitare di sbloccarli gli iPhone... ad oggi non mi pare di aver letto di malware su iPhone non sbloccati...
    • lo zio scrive:
      Re: Alternativa
      - Scritto da: Cesare
      Magari sarebbe meglio evitare di sbloccarli gli
      iPhone... ad oggi non mi pare di aver letto di
      malware su iPhone non
      sbloccati...nè di virus su windows non crackati!...ah no, ho detto una XXXXXta :D
      • facuz scrive:
        Re: Alternativa
        Evitare di sbloccare l'iPhone sarebbe una soluzione, l'altra è quella di usare un pochino il cervelletto: se proprio vuoi sbloccarlo almeno abbi la decenza di cambiare la password di default del servizio SSH...credo che il 90% di chi ha effettuato il XXXXXXXXX abbia ancora "alpine".Che tristezza pensare che al mondo ci sia gente così sprovveduta!
  • LuNa scrive:
    come ovvio ...
    ... più una piattaforma si diffonde più sarà mira di cyberattacchi.specialmente via browser poi, dove le vulnerabilità sono spesso indipendenti dal sistema operativo. ad ogni modo, l'utente è spesso la causa del suo male, e questo vale per qualsiasi piattaforma. la cura più efficace al problema è l'educazione degli utenti, di TUTTE le fedi e di TUTTE le piattaforme. e vale anche per quelli Mac e Linux !
    • gino laminchia scrive:
      Re: come ovvio ...
      Da quello che dici, sembrerebbe che ogni sistema operativo è equivalente in quanto ad esposizione della superfice attaccabile. La sua vulnerabilità dispenderebbe unicamente dalla diffusione.Non ne sarei così sicuro...
    • MeX scrive:
      Re: come ovvio ...
      leggi l'articolo di nuovo, senza leggere il titolo.Di computer Apple non si parla, si parla di smartphone (iPhone) con Firmware modificato e password SSH non settata.
      • Picchiatell o scrive:
        Re: come ovvio ...
        - Scritto da: MeX

        Di computer Apple non si parla, si parla di
        smartphone (iPhone) con Firmware modificato e
        password SSH non
        settata.mi consenta:qualcuno li legge ancora?il 99,99% le risposte agli articoli sono piu' professionali degli articoli ( fotocopie tradotte male) stessi.....
  • mura scrive:
    Ma basta non se ne può più
    Come da oggeto per favore la vogliamo smettere con questi non-articoli pensati per attirare troll come api sul miele ?Fate informazione seria, che ca$$o di articolo è questo con i soliti nomi in titoloni a caratteri cubitali per far scattare flames pro/vs win/mac/iphone/google ecc ecc ci mancava solo che scriveste linux nel titolo e avevate raccattato su tutto quanto.
    • Aleph scrive:
      Re: Ma basta non se ne può più
      Triplo quotone carpiato!
    • ... scrive:
      Re: Ma basta non se ne può più
      Cosa pretendi, siamo sul nuovo PI ;)
      • N&C scrive:
        Re: Ma basta non se ne può più
        Era così anche prima, ma adesso siamo nella stessa categoria di 4chan.
        • Alvaro Vitali scrive:
          Re: Ma basta non se ne può più
          Beh, però bisogna ammettere che sono scomparsi i vari: "questo è l'anno di Linux", "Windows al tappeto", etc.
          • Marameo scrive:
            Re: Ma basta non se ne può più
            QUESTO E' L'ANNO DI LINUXIL MONDO E' IN MANO ALLA MELAWINDOWS 7 FA SCHIFOScusate non ho saputo resistere, mi mancano troppo... :'(
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Ma basta non se ne può più
      - Scritto da: mura
      Come da oggeto per favore la vogliamo smettere
      con questi non-articoli pensati per attirare
      troll come api sul miele
      ?

      Fate informazione seria, che ca$$o di articolo è
      questo con i soliti nomi in titoloni a caratteri
      cubitali per far scattare flames pro/vs
      win/mac/iphone/google ecc ecc ci mancava solo che
      scriveste linux nel titolo e avevate raccattato
      su tutto
      quanto.C'è la crisi e PI ha bisogno di visite. Non è un caso che nel "nuovo" PI abbiano tenuto i soliti noti tra gli articolisti (maruccia, del rosso, etc...) maestri nel creare articoli-flame, invece che nel fare informazione con la I maiuscola.Bleah...
      • l ottimista scrive:
        Re: Ma basta non se ne può più
        Io apprezzo moltissimo questa nuova forma di cabaret :D
      • Picchiatell o scrive:
        Re: Ma basta non se ne può più
        - Scritto da: Nome e cognome
        C'è la crisi e PI ha bisogno di visite.
        la crisi quella vera deve ancora arrivare....
      • fiertel91 scrive:
        Re: Ma basta non se ne può più
        - Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: mura

        Come da oggeto per favore la vogliamo smettere

        con questi non-articoli pensati per attirare

        troll come api sul miele

        ?



        Fate informazione seria, che ca$$o di articolo è

        questo con i soliti nomi in titoloni a caratteri

        cubitali per far scattare flames pro/vs

        win/mac/iphone/google ecc ecc ci mancava solo
        che

        scriveste linux nel titolo e avevate raccattato

        su tutto

        quanto.

        C'è la crisi e PI ha bisogno di visite.

        Non è un caso che nel "nuovo" PI abbiano tenuto i
        soliti noti tra gli articolisti (maruccia, del
        rosso, etc...) maestri nel creare articoli-flame,
        invece che nel fare informazione con la I
        maiuscola.

        Bleah...Quella parola con la C è passibile di moderazione a cascata.Che poi la C non può arrivare qui in Italia, perché qui è già finita meglio di tutto il resto del mondo[img]http://fantasy.gamberi.org/wp-content/twi_assurdo.jpg[/img]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 novembre 2009 22.52-----------------------------------------------------------
    • MeX scrive:
      Re: Ma basta non se ne può più
      - Scritto da: mura
      Come da oggeto per favore la vogliamo smettere
      con questi non-articoli pensati per attirare
      troll come api sul miele
      ?

      Fate informazione seria, che ca$$o di articolo è
      questo con i soliti nomi in titoloni a caratteri
      cubitali per far scattare flames pro/vs
      win/mac/iphone/google ecc ecc ci mancava solo che
      scriveste linux nel titolo e avevate raccattato
      su tutto
      quanto.YOU WIN!
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Ma basta non se ne può più
      Facci caso: ogni giorno ci deve essere almeno un articolo o news che parla di:- Windows vs Linux (vs Apple)- Internet Explorer vs Firefox- GoogleA volte anche 2 o 3 alla volta, ma è raro che manchino dalla scena per più di 24 ore.Come se al mondo (informatico) esistessero solo loro.
      • LuNa scrive:
        Re: Ma basta non se ne può più
        beh ma se vuoi leggere di informatica come dici tu devi perforza visitare Slashdot, TechCrunch e tutti gli altri che sicuramente conosci (e che PI a volte copia MALE perchè è evidente che non conoscono la lingua inglese) qui ci limitiamo a creare articoli privi di senso, a cancellare post che parlano di politica o che toccano i loro marchi (vedi BING, vero redazione?) ed a non toccare minimamente quelli dei troll (che sono gli unici che andrebbero moderati) per fare su tanti bei click.
    • The Punisher scrive:
      Re: Ma basta non se ne può più
      Come non quotarti.Ho aperto 6 articoli per vedere se potevano essere anche solo minimamente interessanti e li ho chiusi subito tutti.Questo e' l'ultimo.L'unico che si salva e' il solito, ottimo Mantellini.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 novembre 2009 14.50-----------------------------------------------------------
    • Valeren scrive:
      Re: Ma basta non se ne può più
      Vero, mancano solo i thread sul campionato e poi l'operazione attira-troll-e-fai-tante-visite è completata.
Chiudi i commenti