Moby, il regalo è un best seller

L'artista vende un suo brano come il pane su iTunes. Era solo un gentile omaggio per i fan

Roma – C’è una strana legge che sembra vigere nel mondo della musica online. La si potrebbe chiamare legge di Moby: una canzone in regalo diventa un best-seller su iTunes . A spiegare l’insolito fenomeno è stato lo stesso artista – vero nome Richard Melville Hall – in una email inviata al discografico Bob Lefsetz e successivamente pubblicata sul suo blog ufficiale .

“Ecco un fatto divertente – ha scritto Moby – la canzone più venduta su iTunes è Shot In The Back Of The Head . Perché è divertente? Perché è la canzone che stiamo regalando da due mesi e che può essere scaricata gratis ancora adesso. Strano”.

Strano, effettivamente. Lo scorso 30 giugno l’artista di New York aveva pubblicato per la sua etichetta Little Idiot/Mute un nuovo album dal titolo Wait For Me . Per stuzzicare la fame dei fan, Moby aveva inoltre deciso di regalare un singolo d’anteprima da scaricare sul sito ufficiale a partire dal 15 aprile. Il downloading era e continua ad essere completamente legale , al riparo da qualsiasi grana legata ai diritti d’autore.

Se i grandi numeri su iTunes confermassero questa reazione controintuitiva da parte degli utenti, il caso sarebbe interessante per un musicista da tempo impegnato nella lotta a favore dei diritti in rete. Recente , infatti, l’appello dello stesso Moby contro la RIAA, invitata “a sparire” dopo aver condannato Mamma Jammie per aver scaricato tramite Kazaa 24 canzoni appartenenti alle major. Il folletto della dance-pop aveva precedentemente aderito all’ Alleanza di Musicisti ed Artisti per la Libertà di Internet .

Le sue propositive intenzioni, tuttavia, non sembrano aver fermato i fan che, in barba all’omaggio sonoro, hanno trascinato Shot In The Back Of The Head sul podio del downloading legale e a pagamento. Un successo ripetuto anche sugli scaffali dei negozi. “L’album è appena uscito – ha dichiarato Moby a Lefsetz – e sarebbe arrivato al numero uno in Europa senza contare le ristampe di Michael Jackson. Tutto ciò è una buona cosa”.

Buono per Moby, certo, e un esempio per le quattro sorelle del disco. Una fine sicuramente più rosea rispetto al destino che ha atteso al varco i Radiohead che, due anni fa, videro naufragare la loro formula paga-quanto-vuoi in occasione del lancio dell’album “In Rainbows”. Alcuni ipotizzarono che le vendite non erano state entusiasmanti. Forse perché i fan non lo avevano ricevuto in regalo.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Cris scrive:
    la mia opinione
    la Cina sta inutilmente cercando di evitare la disgregazione, ma succederà come con l'URSS, si dividerà. Non è possibile bloccare internet, ci sono mille modi per aggirare i blocchi. Speriamo che sia una disgregazione senza guerre civili.
    • Iorem scrive:
      Re: la mia opinione
      - Scritto da: Cris
      la Cina sta inutilmente cercando di evitare la
      disgregazione, ma succederà come con l'URSS, si
      dividerà. Penso anch'io che si arriverà a questo.Una percentuale di crescita del pil- indicatore comunque sempre più contestato a livello economico per la sua grezzezza- come quella attuale in cina non èè già sufficiente per la fame di lavoro dei suoi milioni e milioni di disoccupati e la crisi economica internazionale aggraverà sempre più questa situazione.Non è possibile bloccare internet, ci
      sono mille modi per aggirare i blocchi. Speriamo
      che sia una disgregazione senza guerre
      civili.Tra l'altro la classe medio alta, sempre più istruita, che usa anche internet, tenderà sempre più a confrontarsi col resto del mondo.Poi una COSA IMPORTANTE, MA ELEMENTARE CHE SI DIMENTICA spesso: A FRONTE DI PIù di un miliardo di cinesi in dittatura si trovano altrettante persone nel mondo occidentale che ruotano attorno alla cultura e politica anglosassone che al momento delle decisioni finali finisocno, per ovvia convenienza, col serrare i ranghi e fare blocco unico contro chi la minaccia (la Cina, per es).Si pensi solo, se si facesse un sondaggio vero, a quanti vorrebbero emigrare in Cina.
    • anonymous scrive:
      Re: la mia opinione
      - Scritto da: Cris
      la Cina sta inutilmente cercando di evitare la
      disgregazione, ma succederà come con l'URSS, si
      dividerà. più che altro sta cercando di non farsi predare come la russia dopo la disgregazione, gli oligarchi diretti dall'estero sono già pronti con gli spiccioli in mano, dopodichè la gente starà peggio di prima: le loro risorse svendute all'estero, una piccola elite si arricchirà di più(ma sempre a spese della gente) di quanto non facessero i burocrati di partito, le proteste verranno represse come prima ma i media occidentali diranno che c'é la democrazia e tutto va bene, tu la vedi una cosa positiva ?
      Non è possibile bloccare internet, ci
      sono mille modi per aggirare i blocchi. fortunatamente, se no non saprei le XXXXXte che fanno nel mio paese ( ma stranamente questa censura pare preoccuparci meno...)
      Speriamo che sia una disgregazione senza guerre civili.quando ci sono almeno 3 etnie (mongoli uiguri e tibetani) presenti al 50% nel loro territorio originario, con potenze straniere che soffiano sul fuoco per installare in auspicati paesi satellite formati da regioni separatiste basi militari nucleari o controllare le risorse (tipo i fiumi del tibet) la cosa non può risolversi in maniera pacifica, non stimao parlando di una confederazione di stati come l'ex urss
  • Timur Lang scrive:
    la mia opinione
    La Cina difende il proprio sviluppo nazionale contro finte "rivolte" sobillate e manovrate da CIA, massoneria e altre agenzie "democratiche" mondiali.Fa benissimo e non capisco cosa ci sia da stupirsi.Tutta un'altra cosa rispetto all'Italia e a gran parte dell'Europa, da sempre servi di Washington.State sicuri che in Cina schifezze come Ustica o la STRAGE del Cermis non succederanno mai.
    • aaa scrive:
      Re: la mia opinione

      contro finte "rivolte" sobillate e manovrate da
      CIA, massoneria e altre agenzie "democratiche"
      mondiali.Attento a non fare confusione: i separatisti dello Xinjiang sono notoriamente di matrice islamica. I sobillatori ci sono, ovviamente, ma sono più vicini ai wahabiti dell'Arabia Saudita e agli sciiti di Hezbollah.Solo per fare chiarezza. :-o
      • anonymous scrive:
        Re: la mia opinione
        - Scritto da: aaa

        contro finte "rivolte" sobillate e manovrate da

        CIA, massoneria e altre agenzie "democratiche"

        mondiali.

        Attento a non fare confusione: i separatisti
        dello Xinjiang sono notoriamente di matrice
        islamica. I sobillatori ci sono, ovviamente, ma
        sono più vicini ai wahabiti dell'Arabia Saudita e
        agli sciiti di
        Hezbollah.

        Solo per fare chiarezza. :-otanto per fare chiarezza i separatisti uiguri sono finanziati dai soliti stati, vedi i sequestri di armi durante il periodo olimpico nonchè dove si trov ail marito della leader del movimento e chi lo finanziaper cercare di capire, non guardare la religione, guarda GLI INTERESSI
    • Iorem scrive:
      Re: la mia opinione
      - Scritto da: Timur Lang

      State sicuri che in Cina schifezze come Ustica o
      la STRAGE del Cermis non succederanno
      mai.E se dovessero succedere, stai sicuro che non lo leggeresti sui giornali, nè vedresti film sull'argomento:http://www.comingsoon.it/scheda_film.asp?key=38243&film=IL-MURO-DI-GOMMA(dove, per intenderci meglio, si dovrebbe capire anche che se non vuoi dipendere dalgi altri per la tua difesa militare è meglio metter mano al portafolgi e non ipocritamente scandalizzarsi poi!).
    • Lallo scrive:
      Re: la mia opinione
      - Scritto da: Timur Lang
      La Cina difende il proprio sviluppo nazionale
      contro finte "rivolte" sobillate e manovrate da
      CIA, massoneria e altre agenzie "democratiche"
      mondiali.
      Fa benissimo e non capisco cosa ci sia da
      stupirsi.Sai, in questo caso vi andrà male, perchè gli islamici, a differenza dei tibetani che avete e state tuttora massacrando ed esiliando dalla loro (LORO, non vostra) terra, avranno il supporto massiccio di tutto il mondo islamico che sta un pochino più a ovest della Cina, ma non così tanto a ovest come pensi tu.
      Tutta un'altra cosa rispetto all'Italia e a gran
      parte dell'Europa, da sempre servi di
      Washington."da sempre" suona ridicolo e mostra soltanto che non sai nulla di storia. Inoltre, la nostra "sudditanza" è basata su democrazia e valori condivisi. I cinesi invece, pretendono di imporre la loro volontà con le invasioni e gli spargimenti di sangue. Decisamente, tutta un'altra cosa.
      State sicuri che in Cina schifezze come Ustica o
      la STRAGE del Cermis non succederanno
      mai.Già. Infatti succede di peggio: http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/esteri/200803articoli/31212girata.asp
      • anonymous scrive:
        Re: la mia opinione

        gli
        islamici, a differenza dei tibetani che avete e
        state tuttora massacrando ed esiliando dalla loro
        (LORO, non vostra) terra, avranno il supporto
        massiccio di tutto il mondo islamico che sta un
        pochino più a ovest della Cina, ma non così tanto
        a ovest come pensi tu.avranno il solito supporto economico delle nazioni che vogliono una cina debole per non subire la sua concorrenzae parlando di terra altrui, vogliamo parlare di palestina, isola diego garcia, puertorico, malvinas, territori indiani (ecco, ad esempio, i tibetani sono stati confinati in piccolissimi territori a centinaia di km dal loro originario ? pensaci quando parli di rispetto di minoranze e democrazia perchè se li vedi violati solo quando lo fanno gli altri vuol dire che la propaganda funziona) e al di là dei conflitti ai confini, tanto per parlare diu repressione, quante truppe ha la cina a migliaia di km da casa ? e quante basi militari imposte alla popolazione con la forza o con la compiacenza di politici venduti ha all'estero ?


        Tutta un'altra cosa rispetto all'Italia e a gran

        parte dell'Europa, da sempre servi di

        Washington.

        "da sempre" suona ridicolo e mostra soltanto che
        non sai nulla di storia. Inoltre, la nostra
        "sudditanza" è basata su democrazia e valori
        condivisi. tipo gladio, la strategia della tensione, l'aggressione al l'ex jugoslavia
        I cinesi invece, pretendono di imporre
        la loro volontà con le invasioni e gli
        spargimenti di sangue. Decisamente, tutta
        un'altra cosa.certo, mica come in ex jugoslavia, iraq e afghanistan


        State sicuri che in Cina schifezze come Ustica o

        la STRAGE del Cermis non succederanno

        mai.

        Già. Infatti succede di peggio:
        http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/esteritutti gli stati sono spietati con i separatisti, inclusi i nostri
  • Mr_Pan scrive:
    Che coincidenza
    Hu Jintao in questi giorni è stato in italia insieme al ns. premier. che stia prendendo ripetizioni ?..... :(
    • Illo Illi scrive:
      Re: Che coincidenza
      Fondalmente il vostro premier sta facendo lo stesso. Internet la blocca solo a meta' (vedasi singole censure) e non permette la sua diffusione (vedasi tutti i "falsi problemi" per portare l'adsl ovunque) e per il resto abbindola la gente con la TV e gli altri media che lui o lo stato (lui) controlla. Risultato: l'informazione libera e' oscurata e quella di stato e' l'unica.Che differenza c'e' con la Cina?
      • lol scrive:
        Re: Che coincidenza
        tanto di cappello!!!!
      • anonymous scrive:
        Re: Che coincidenza
        - Scritto da: Illo Illi
        Fondalmente il vostro premier sta facendo lo
        stesso. Internet la blocca solo a meta' (vedasi
        singole censure) e non permette la sua diffusione
        (vedasi tutti i "falsi problemi" per portare
        l'adsl ovunque) e per il resto abbindola la gente
        con la TV e gli altri media che lui o lo stato
        (lui) controlla.

        Risultato: l'informazione libera e' oscurata e
        quella di stato e'
        l'unica.
        Che differenza c'e' con la Cina?una differenza positiva é che noi con le nostre regioni separatiste non abbiamo bisogno di usare l'esercito, basta la digosuna negativa é che la cina non fa parte di un'alleanza militare che se ne va a compiere operazioni di pace a suon di bombe a migliaia di km dal patrio suolo
      • Silvan scrive:
        Re: Che coincidenza
        Prova ad andarci.
Chiudi i commenti