L'Iran e le connessioni lumaca

Alla vigilia dell'anniversario della rivoluzione islamica alcuni problemi tecnici affliggono la Rete e il traffico di SMS. Le autorità parlano di un guasti da riparare solo entro la prossima settimana

Roma – Sono ormai pochi i giorni che separano l’opposizione iraniana da una nuova occasione per dimostrare pubblicamente il proprio dissenso. Il prossimo 11 febbraio, infatti, si terranno in Iran le celebrazioni per l’anniversario di quella che fu la rivoluzione islamica. I detrattori delle attuali autorità dell’ex-Persia erano già pronti a raccogliersi ancora attorno al focolare condiviso delle nuove tecnologie, di Internet, dei dispositivi cellulari. Ma qualcosa sembra essere andato storto, alcuni problemi tecnici hanno condizionato pesantemente il normale flusso di informazioni che scorre in rete.

Nella fattispecie, a partire dalla scorsa settimana la maggioranza dei netizen iraniani ha avuto notevoli problemi a consultare la propria casella di posta elettronica, in un contesto generale di forte rallentamento delle connessioni . “La causa di questa riduzione nella velocità di banda – ha spiegato Reza Taghipour, ministro delle Comunicazioni – risiede in alcuni inconvenienti di natura tecnica riscontrati nella rete in fibra ottica”.

In particolare, sembra che sia stato danneggiato un punto del cavo sottomarino nell’area del Golfo . “Il danno verrà riparato entro la prossima settimana – ha continuato il ministro – e la velocità di Internet tornerà alla sua normalità”. Poche fonti hanno creduto all’annuncio fatto dalle autorità.

Curiosa coincidenza, anche la circolazione degli SMS è stata colpito da seri disservizi. Qui, il ministro iraniano è intervenuto adducendo motivazioni piuttosto generiche, su tutte quella di un aggiornamento dei software di rete . Anche qui ci vorrà una settimana per far tornare tutto alla normalità.

E qualcuno ha fatto notare che intanto le celebrazioni per la rivoluzione islamica saranno già passate. Le autorità iraniane non vedono di buon occhio l’uso delle attuali tecnologie di Internet da parte dei giovani netizen, raccolti su piattaforme come Twitter per esprimere il proprio dissenso . Raccoglimento difficile da organizzare efficacemente, specie con connessioni lente, vicine al collasso.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pierluigi Marciano scrive:
    E' ovvio che gphone non sia decollato
    Secondo me hanno fatto scelte strategiche errate:1) E' troppo basato su sincronizzazione web (non utilizza la memoria del cellulare per le mail di una casella pop ma è tutto sync col server)2) E' troppo basato sui servizi google (gmail e rubrica in primis)3) Non ha l'usabilità di iPhone ed è obiettivamente meno figo.4) Il market di Android sarà anche più democratico di app store, ma c'è dentro tanta di quella immondizia...Uso entrambi da diversi mesi ma in questo momento iPhone 1 vs Google 0
    • paolinovaiv aivai scrive:
      Re: E' ovvio che gphone non sia decollato
      LOL ma trolla da un'altra parte. L'App store è pieno di XXXXX non quello di Google. Che mi dici dell'App "i am rich"?! Di 250000 app di APPLE se ne salvano forse un centinaio.
      • Pierluigi Marciano scrive:
        Re: E' ovvio che gphone non sia decollato
        Ciao Paolino, credimi non ne faccio una battaglia di religione (e se proprio le dovessi fare sono PRO-Google) ma di qualità software: l'applicazione I am rich è la classica boiata che prende in giro i ricchi (fessi e contenti), ma quando parliamo di applicazioni che fanno qualcosa per la "massa" (skype, trenitalia, ecc.) AL MOMENTO non c'è storia: Apple Store (mercato poco democratico ma per questo molto controllato) batte Android Market (mercato libero). Per es. sull'Android market si trovano applicazioni fatte da ragazzini che se le installi e fai un check col task manager succhiano i dati della tua rubrica e della tua navigazione per inviarli allo sviluppatore: preferisco dare i miei dati solo ad un unico despota (Steve Jobs) che a 1.000 sviluppatori sparsi in giro per il mondo.- Scritto da: paolinovaiv aivai
        LOL ma trolla da un'altra parte. L'App store è
        pieno di XXXXX non quello di Google. Che mi dici
        dell'App "i am rich"?! Di 250000 app di APPLE se
        ne salvano forse un
        centinaio.
  • the_m scrive:
    Nexus One non è il telefono per Linus
    Ma cosa fai Linus???N900 è il tuo smartphone, pur con i suoi difetti, altro che Nexus One...Android è un kernel linux tutto tagliuzzato e modificato che non porta alcun contributo al mondo gnu/linux, le applicazioni/librerie che ci girano sopra non hanno niente a che vedere con gnu/linux, ecc.Invece N900 è tutta un'altra storia...
    • collione scrive:
      Re: Nexus One non è il telefono per Linus
      si ma pure Linus deve campare no ;)
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: Nexus One non è il telefono per Linus
      Io ed N900: amore a prima vista. Se non fosse per il prezzo e per il fatto che sia l'unico smarphone ad avere Maemo...
      • Joliet Jake scrive:
        Re: Nexus One non è il telefono per Linus
        - Scritto da: Francesco_Holy87
        Io ed N900: amore a prima vista. Se non fosse per
        il prezzo e per il fatto che sia l'unico
        smarphone ad avere
        Maemo...Ancora per poco... ;-)
    • albertobs88 scrive:
      Re: Nexus One non è il telefono per Linus
      - Scritto da: the_m
      Ma cosa fai Linus???
      N900 è il tuo smartphone, pur con i suoi difetti,
      altro che Nexus
      One...Secondo me..... è una marchetta....
    • Joliet Jake scrive:
      Re: Nexus One non è il telefono per Linus
      - Scritto da: the_m
      Ma cosa fai Linus???
      N900 è il tuo smartphone, pur con i suoi difetti,
      altro che Nexus
      One...Ma soprattutto... Da buon finlandese, dovresti sostenere i prodotti locali! ;-)
  • don scrive:
    X REDAZIONE
    "Torvalds spiega di nutrire un generico odio per odia i telefonini"2° cap. 3 riga!!!
  • Ruppella scrive:
    Quanto l'hanno pagato a Torvalds?
    Quanto ha pagato BigG(im) a Torvalds per dire quelle caxxate sul nexuS? avesse provato aifon che avrebbe detto? che si trovava su futurama???
    • Star scrive:
      Re: Quanto l'hanno pagato a Torvalds?
      No, il melafonino l'ha già messo nella categoria "soprammobili" ed in effetti è l'unica cosa utile che quel costo potrebbe fare.
      • Ruppella scrive:
        Re: Quanto l'hanno pagato a Torvalds?
        - Scritto da: Star
        No, il melafonino l'ha già messo nella categoria
        "soprammobili" ed in effetti è l'unica cosa utile
        che quel costo potrebbe
        fare.Brucia che aifon possa fare tutto eh? certo, costa una cifra, ma ho il uai fai ed il gippiesse integrato ;) ed il blutuut con cui posso scambiare i files che giobs mi permette di scambiare, con gli altri aifon (con altri dispositivi no, perche' non sono nemmeno degni di essere calcolati dal mio mitico aifon!!!)
      • Mettiuz scrive:
        Re: Quanto l'hanno pagato a Torvalds?
        Per favore non dargli spago...
  • harvey scrive:
    Diventerà l'unico SO aperto
    Anche WM sta andando nella direzione ell'iphone, quindi poco personalizzabile e solo cose approvate da MSQuindi potrebbe diventare un buon SO
  • Gimmi Salmina scrive:
    Meno marketing più sostanza
    Secondo me, semplicemente, Nexus One è una beta, come lo era Gmail all'inzio. Quindi meglio che lo compri solo chi è molto interessato/fiducioso in Google/smantettone/... in modo da avere una schiera di beta-tester paganti, prima di affrontare il mercato dei grandi volumi con un prodotto perfezionato. Per questo Google ha evitato di fare grandi campagne pubblicitarie per ottenere vendite alte fin dall'inizio.Per altro, per quando il prodotto sarà perfezionato, non ci sarà neanche più bisogno di spendere molto in marketing, perchè ci penseranno gli early adopters a fare il passaparola.La strategia di google è stata quaesta su tutti i suoi prodotti online, non vedo perchè non dovrebbe adottarla anche per il suo smartphone.Secondo me fanno bene così, e se lo possono permettere perchè hanno un prodotto così solido che non ha bisogno di marketing per affermarsi, ma solo di tempo.
    • Ittiointerp rete scrive:
      Re: Meno marketing più sostanza
      Bhè quando se lo possono permettere quando ofrono i loro servzi gratis.Quando invece ti faccio pagare (magari anche solo l'hardware), col cavolo fai il beta testing coi clienti.
      • Mr. Olotom scrive:
        Re: Meno marketing più sostanza
        e soprattutto fornire un servizio software per un utente o cento non cambia (quasi) niente, mentre per far produrre dieci telefonini o centomila c'è una bella differenza per costo al singolo!(scusate se mi sono espresso da cani ma sono praticamente uno zombie stamattina lol)
    • Andrea Canevazzi scrive:
      Re: Meno marketing più sostanza
      Io veramente sono MOLTO deluso dal Googlephonino, in particolare dall'Htc Dream che possiedo.Funziona sempre peggio: 1)cade la linea in continuazione nelle telefonate 2)è praticamente impossibile vedere video da Youtube (e dire che è di Google) 3) ci sono pochissime applicazioni (e molte non sono utilizzabili in Italia: es indicazione dei cinema vicini con programma, i negozi più vicini dove acquistare il tale oggetto)
      • Mettiuz scrive:
        Re: Meno marketing più sostanza
        - Scritto da: Andrea Canevazzi
        Io veramente sono MOLTO deluso dal Googlephonino,
        in particolare dall'Htc Dream che
        possiedo.
        Funziona sempre peggio: 1)cade la linea in
        continuazione nelle telefonateForse dipende dalla tua zona, sono pochissimi gli utenti Dream che lamentano questo problema
        2)è praticamente
        impossibile vedere video da Youtube (e dire che è
        di Google) Io ho il Magic che è uguale al Dream ma senza tastiera fisica e li vedo senza problemi, probabilmente è colpa della versione del Firmware che TIM ha modificato e mai aggiornato (1.1 contro 1.6 dei Dream non brandizzati e in attesa della 2.1)
        3) ci sono pochissime applicazioni (e
        molte non sono utilizzabili in Italia: es
        indicazione dei cinema vicini con programma, i
        negozi più vicini dove acquistare il tale
        oggetto)"ComingSoon" (cinema e film) "Places Directory" o una delle applicazioni nella sezione Shopping del Market
    • Shu scrive:
      Re: Meno marketing più sostanza
      - Scritto da: Gimmi Salmina
      Secondo me, semplicemente, Nexus One è una beta,
      come lo era Gmail all'inzio.Il Nexus One è il quinto telefono di HTC con Android, dopo Dream, Magic, Hero e Tattoo. Non lo definirei proprio una beta.E` il primo a montare Android 2.x, e quello, volendo, possiamo considerarlo una beta. Obiettivamente è stato raffazzonato alla svelta per farlo uscire sul mercato in tempo, ma:- HTC ha sempre dato un'ottima assistenza ai suoi clienti- sono già usciti due (o tre, non ho seguito tutto) update al S.O. per correggere bug- HTC ha una delle community più attive del panorama smartphone del mondoQuindi hai una garanzia abbastanza alta di supporto sia ufficiale (HTC e Google) sia non (community).Inoltre, ad oggi, è il telefono Android più potente sul mercato (per CPU e memoria. Quasi anche per lo schermo) e con la versione più aggiornata del S.O.Se avesse la tastiera fisica come il Milestone avrei già fatto i salti mortali per averlo, ma sto aspettando il Nexus Two (probabilmente made in Motorola) che dovrebbe averla.Purtroppo il Milestone ha CPU più lenta, e gli altri telefoni con tastiera fisica hanno il solito schermo 320x480, e io voglio almeno 480x800.Bye.
      • paolinovaiv aivai scrive:
        Re: Meno marketing più sostanza
        HTC fa XXXXXX come assistenza per non parlare della qualità dei prodotti.ne ho comprati due, tutti e due rotti entro un anno dall'acquisto e non certo perchè mi erano caduti.
  • LuNa scrive:
    e che doveva dire ?
    se anche gli facesse schifo, cosa deve dire di un prodotto con il suo bambino sopra ?
    • Uno a Caso scrive:
      Re: e che doveva dire ?
      Francamente non penso che google abbia voluto aggredire il mercato, anche perchè il modello di vendità è piuttosto particolare.. Sarebbe potuta partire con enorme dispiego di pubblicità, invece no, come tutti i suoi prodotti, lancio per pochi, testing approfondito, e poi via per tutti.. Ba
      • bibop scrive:
        Re: e che doveva dire ?
        hanno cercato di creare il buzz di gmail prima e wave dopo... un sucXXXXX il primo e un fallimento il secondo + hanno cercato di creare l'evento sperando che fosse il passaparola a promuovere il cell... avessero creato una interfaccia "proprietaria" avessero prodotto una versione limitata "chi ce l'ha ce l'ha e gli altri invidiate" roba che "tra 5 anni lo trovi richiestissimo su ebay" .. invece no, e' solo l'ennesimo telefono con android di serie...ps. dell'opinione di torvalds non me ne puo' XXXXXXX di meno... uscito dal suo ambito di expertise e' il solito pippone che quando apre bocca, il piu' delle volte, fa solo danno-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 febbraio 2010 22.35-----------------------------------------------------------
        • Adelmo Fenoli scrive:
          Re: e che doveva dire ?
          Ma se Google Wave non è nemmeno uscito me lo bolli già come fallito?
          • bibop scrive:
            Re: e che doveva dire ?
            facciamo un tre quarti di fallimento...
          • harvey scrive:
            Re: e che doveva dire ?
            Lo bollano tutti quelli che hanno un account, e sono tantiSicuramente non ho trovato nessuno che mi chiedesse un invito. E io (come tutti quelli che conosco) dopo 2 minuti abbiamo accantonato l'account
          • LuNa scrive:
            Re: e che doveva dire ?
            quoto, io ho l'account e wave non mi serve affatto.non è mica facile creare un social'qualcosa' così da niente. facebook ci ha messo 6 anni.ora, nel caso di google, il sistema prevede i plugins per espandere le funzionalità. se questo sistema prende piede anche in wave, allora forse e dico forse, avrà sucXXXXX
          • paolinovaiv aivai scrive:
            Re: e che doveva dire ?
            Google Wave va usato per lavoro non per le XXXXXXX come facebook. Serve per lavorare in team. Io lo uso ogni giorno con i miei collaboratori e risparmio un sacco di soldi e di tempo.Il fatto che non serva a te non significa che non serva in generale.
          • ciccio scrive:
            Re: e che doveva dire ?
            E' ottimo per gestire lavori tra persone lontane fisicamente.Come social coso ovviamente non ha senso.
          • paolinovaiv aivai scrive:
            Re: e che doveva dire ?
            Esatto, ma vallo a spiegare ai cazzeggiatori di facebook.
    • advange scrive:
      Re: e che doveva dire ?

      se anche gli facesse schifo, cosa deve dire di un
      prodotto con il suo bambino sopra ?Faccio una domanda pur conoscendo la risposta: hai letto l'articolo?Quella parte in cui Linus dice Ho avuto il telefono G1 originale da Google quando è uscito - dice Torvalds - ma non l'ho mai usato .(se non ti era chiaro il G1 ha Linux sopra).Se gli faceva schifo e fosse un troll linaro avrebbe potuto dire: mi fa schifo, molto meglio l'N900 con Maemo; e aveva almeno un paio di ragione OTTIME per farlo:1) gli sviluppatori di Linux stanno litigando con Android2) Nokia è finlandese come luiInsomma, come trollata da te mi aspettavo di meglio.
  • iRoby scrive:
    Refusi
    Alfonso, riguarda il testo, hai lasciato un sacco di refusi.
  • Meucci scrive:
    Hanno sbagliato mercato!
    Dovevano vendere il NexusOne prima in Italia.
Chiudi i commenti