Lo Shuttle si affida a BugZilla

Per semplificare e rendere più efficiente il processo di tracciamento e risoluzione dei problemi relativi allo Space Shuttle, NASA ha creato un software basato sul celebre bug-tracker open source BugZilla

Roma – Ad ulteriore conferma della grande simpatia nutrita dalla NASA verso il software open source, la famosa agenzia spaziale americana ha annunciato la creazione di un nuovo software ad uso interno, chiamato Problem Reporting Analysis and Corrective Action ( PRACA ), basato sul codice del noto bug-tracker open source BugZilla .

Sviluppato dallo Human-Computer Interaction Group dell’ Ames Research Center , PRACA è un software che permette ai tecnici NASA di tracciare e analizzare i problemi di funzionamento relativi allo Space Shuttle. Questo sistema dà accesso ad un singolo, imponente database contenente tutte le informazioni relative a milioni di possibili cause di malfunzionamento – accertate o potenziali – dello Shuttle. PRACA sostituisce i 40 differenti database che venivano usati da oltre 30 anni per la diagnostica dello Shuttle.

PRACA è stretto parente dell’Items for Investigation (IFI) utilizzato per l’International Space Station, uno strumento basato anch’esso su BugZilla. In entrambi i casi, i responsabili dei relativi sistemi di tracking affermano che l’utilizzo delle tecnologie alla base di BugZilla hanno drasticamente ridotto i tempi e i costi di sviluppo. Alonso Vera, a capo dell’Ames Human-Computer Interaction Group, ha svelato che sviluppare PRACA è costato all’incirca 100mila dollari: “Se lo avessimo dovuto sviluppare da zero – ha dichiarato Vera – sarebbe costato 10 volte di più”.

“Grazie ai tool di BugZilla, i tecnici saranno in grado di apportare cambiamenti sia a PRACA che a IFI più o meno in tempo reale”, ha spiegato Vera. “In precedenza tali modifiche dovevano essere proposte al proprietario del software, e spesso ci volevano due settimane per ottenere quanto richiesto”.

Gli autori del PRACA sostengono che questo software è stato pensato per semplificare la ricerca di soluzioni ai problemi dello Shuttle: in questo si rivela di capitale importanza il database a cui PRACA è interfacciato, che permette di confrontare i problemi attuali con quelli già risolti nel passato e trovare così eventuali cause e soluzioni comuni.

Come noto, BugZilla è un sistema per la raccolta e la tracciatura dei bug inizialmente sviluppato e usato da Mozilla e pubblicato sotto l’omonima licenza open source. Nonostante il nome, BugZilla è stato concepito per gestire una grande varietà di informazioni: Mozilla, ad esempio, lo usa anche per tenere traccia delle richieste di modifica delle funzionalità delle proprie applicazioni (Firefox in primis).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ullala scrive:
    preventivamente....
    Si potrebbe adottare un metodo per prevenire le proposte idiote dei politici...Nel passato metodi "preventivi" sono già stati usati...La rupe tarpea, la cicuta, la mannaia del boia, la ghigliottina e infine la defenestrazione...http://it.wikipedia.org/wiki/Defenestrazione_di_PragaVersione "praghese" della prevenzione!
    • The Punisher scrive:
      Re: preventivamente....
      Defenestrazioni.Esempi Italiani.http://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Pinelli
      • ullala scrive:
        Re: preventivamente....
        - Scritto da: The Punisher
        Defenestrazioni.

        Esempi Italiani.

        http://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_PinelliMi spiace sei fuori targhet!Non mi risulta fosse al governo ne che abbia fatto proposte di moderazione preventiva....ahhh già che ci siamo mi ero scorato di citare piazzale loreto! :D :D :DSaluti e baci!
  • The Punisher scrive:
    Masochismo Labour
    Premessa: vivo a Londra.Premessa N.2: tutti i miei colleghi, anche quelli che li hanno votati, odiano ormai visceralmente i laburisti ed il loro concetto di "nanny state".Ora, considerato che alle ultime elezioni locali hanno preso una batosta strepitosa e che il sondaggio piu' pietoso li da 20 punti percentuali sotto i conservatori, qui siamo tutti convinti che il partito attualmente al governo soffra di masochismo cronico.In ogni caso: FORZA DAVID (Cameron)! :-)
    • Mangosutu Butelezi scrive:
      Re: Masochismo Labour
      - Scritto da: The Punisher
      Premessa: vivo a Londra.

      Premessa N.2: tutti i miei colleghi, anche quelli
      che li hanno votati, odiano ormai visceralmente i
      laburisti ed il loro concetto di "nanny
      state".

      Ora, considerato che alle ultime elezioni locali
      hanno preso una batosta strepitosa e che il
      sondaggio piu' pietoso li da 20 punti percentuali
      sotto i conservatori, qui siamo tutti convinti
      che il partito attualmente al governo soffra di
      masochismo
      cronico.Ok, ma io temo che in quanto a "nanny state" i conservatori faranno di peggio, e questo non solo in UK.Basta vedere negli USA, dove le proposte in termini di internet e tecnocontrollo, tra Democratici e Repubblicani non variavano molto.La scelta era tra chi come la Clinton vuole castrare internet per motivi femministi e "progressisti" e chi come la Palin la vuole castrare per motivi familisti e "conservatori".O la padella o la brace. Bella scelta.Visto che vivi a Londra ti chiedo: qual è la posizione dei conservatori a proposito di gestione di internet, CCTV e tecnocontrolli vari? Sono meglio o peggio dei laburisti?
      • The Punisher scrive:
        Re: Masochismo Labour
        Decisamente meglio direi.Innanzitutto sono contrari all'introduzione della carta d'identita' (biometrica o cartacea, non importa).Sulla gestione di Internet non ci sono posizioni particolari.per quanto riguarda videocontrollo e CCTV il discorso e' molto piu' complicato di quello che sembra e dovremmo scriverne per ore. Dedicargli poche righe sarebbe una soluzione troppo semplicistica.
        • Mangosutu Butelezi scrive:
          Re: Masochismo Labour
          - Scritto da: The Punisher
          Decisamente meglio direi.

          Innanzitutto sono contrari all'introduzione della
          carta d'identita' (biometrica o cartacea, non
          importa).E questo è già qualcosa.
          Sulla gestione di Internet non ci sono posizioni
          particolari.Questo invece è grave, perché sarebbe come non avere posizioni sulla guerra in Iraq o sulla crisi economica, il che vuol dire che intanto non dicono nulla e poi fanno quel cavolo che vogliono.Mi piacerebbe sapere la prospettiva conservatrice su temi con la net neutrality, il p2p e la "difesa" del copyright, il filtraggio dei contenuti internet, la censura sui videogame e così via.Anche se il partito non ha posizioni proprie in materia, credo si possa comunque capire qualcosa dalle attività storiche dei singoli membri in materia.Ad es. anche se Obama nel suo programma sostiene la net neutrality e afferma che i filtri per "proteggere" i minori devono stare sul lato utente e non sul lato server (e vivaddio che qualcuno lo dice!), le attività di molti del suo partito hanno spesso mosso in direzione contraria.
          per quanto riguarda videocontrollo e CCTV il
          discorso e' molto piu' complicato di quello che
          sembra e dovremmo scriverne per ore. Dedicargli
          poche righe sarebbe una soluzione troppo
          semplicistica.Eppure è un discorso fondamentale, perché piantare telecamere dappertutto sta diventando trend generale anche in Italia, ed è dal Regno Unito che è partita la moda.PI ci ha dedicato un bel po' di articoli sulla questione, e anche sulla malagestione dei dati raccolti tramite CCTV.
          • The Punisher scrive:
            Re: Masochismo Labour
            - Scritto da: Mangosutu Butelezi

            Sulla gestione di Internet non ci sono posizioni

            particolari.

            Questo invece è grave, perché sarebbe come non
            avere posizioni sulla guerra in Iraq o sulla
            crisi economica, il che vuol dire che intanto non
            dicono nulla e poi fanno quel cavolo che
            vogliono.Ti rimando al loro sito internet:http://www.conservatives.com/Queste le loro politiche su sicurezza nazionalehttp://www.conservatives.com/Policy/Where_we_stand/National_Security.aspxQueste quelle su Crimine e giustizia.http://www.conservatives.com/Policy/Where_we_stand/Crime_and_Justice.aspxNotare: "We will reform the Regulation of Investigatory Powers Act (RIPA), which regulates police surveillance, so that authorisation is not needed in straightforward cases. At the same time, we will take steps to prevent the misuse of surveillance powers by local authorities"
            Mi piacerebbe sapere la prospettiva conservatrice
            su temi con la net neutrality, il p2p e la
            "difesa" del copyright...CUT...Manda loro una e-mail e chiediglielo! :-)Sono solo un simpatizzante, mica il loro portavoce!

            per quanto riguarda videocontrollo e CCTV il

            discorso e' molto piu' complicato di quello che

            sembra e dovremmo scriverne per ore. Dedicargli

            poche righe sarebbe una soluzione troppo

            semplicistica.

            Eppure è un discorso fondamentale, perché
            piantare telecamere dappertutto sta diventando
            trend generale anche in Italia, ed è dal Regno
            Unito che è partita la
            moda.Hai qualche ora da buttare via?Quando le avro' anch'io ne parlero' volentieri con te.Ripeto, il problema non e' cosi' semplice.Saluti
          • The Punisher scrive:
            Re: Masochismo Labour
            Carino!Nel frattempo solo nel borough dove abito sono stati sventati 4 tentativi di stupro, 10 rapine e 3 accoltellamenti nell'ultimo mese tramite videosorveglianza.Come vedi il problema non e' proprio semplice.
    • paolo besana scrive:
      Re: Masochismo Labour
      mah, sarà che la scozia - dove vivo da 4 anni - è più labour dell'inghilterra e quindi le notizie arrivano distorte, ma mi pare che da quando è iniziato il tracollo finanziario i conservative siano calati notevolmente, a vantaggio dei labour. I 20 punti percentuali non ci sono più.Cameron? Appare sicuramente meglio di parecchi conservatori degli ultimi anni, anche perchè su parecchie questioni si vende come non-conservatore (vedi questioni ecologiche).Ho parecchi dubbi sulla sua sostanza (mi sembra molto "fuffa", un po' come bojo, il sindaco biondo).Brown? secondo me è meno peggio di come lo disegnano i giornali, ma è sicuramente palloso. [eviterò ogni commento su un primo ministro di un'altra nazione a caso che invece cerca di non esserlo, con risultati ridicoli]
      • The Punisher scrive:
        Re: Masochismo Labour
        E va beh.. Tu vivi in una enclave comunista! :-)
      • The Punisher scrive:
        Re: Masochismo Labour
        Seriamente ora...Letto ora sul Financial Times."Britain is set to enter a recession as severe as that of 1991, with the economy shrinking by 2.5 per cent from its peak before reaching a trough late next year, according to a sharply revised forecast from the CBI employers body.Unemployment is expected to hit 9 per cent by 2010, leaving nearly 3m people out of work. Next year the economy is expected to contract by 1.7 per cent, against a growth forecast of 0.3 per cent made in September."E dopo questa li voglio proprio vedere Brown e Darling...
  • H5N1 scrive:
    Ma io dico...
    In Europa (e l'UK non ne fa parte) esiste una direttiva che dice il contrario (2000/31/CE) e cioè che i fornitori di servizi, connettività e spazi (ISP e ASP) non sono tenuti ad effettuare controlli attivi bensì, dietro segnalazione degli aventi diritto o delle autorità, a rimuovere eventuali contenuti illeciti, ma i vari Paesi membri hanno lo stesso atteggiamento del Regno Unito...
    • Fornitore di Servizi scrive:
      Re: Ma io dico...
      L'UK fa parte dell'Unione Europea come puoi verificare a http://europa.eu/abc/european_countries/index_it.htmQuello di cui non fa parte è, ad esempio, il trattato di Schengen, per cui per entrare ed uscire dallo UK devi mostrare la carta d'identità. Magari ti confondevi con quello. Schengen e l'EU sono però due cose diverse ed in Schengen ci sono paesi che non sono nell'EU così come paesi EU non sono in Schengen. Vedi http://www.axa-schengen.com/english/schengen-countries.htmlA parte questo, sono d'accordo con te che c'è quella direttiva e finché c'è (spero il più a lungo possibile) giudici e parlamenti dovrebbero attenervicisi e smettere di rompere i cosi...
      • H5N1 scrive:
        Re: Ma io dico...
        - Scritto da: Fornitore di Servizi
        L'UK fa parte dell'Unione Europea come puoi
        verificare a
        http://europa.eu/abc/european_countries/index_it.h
        Quello di cui non fa parte è, ad esempio, il
        trattato di Schengen, per cui per entrare ed
        uscire dallo UK devi mostrare la carta
        d'identità. Magari ti confondevi con quello.Giusta correzione.
        A parte questo, sono d'accordo con te che c'è
        quella direttiva e finché c'è (spero il più a
        lungo possibile) giudici e parlamenti dovrebbero
        attenervicisi e smettere di rompere i
        cosi...Motivo per il quale, secondo me, la causa tra YouTube e Mediaset dovrebbe finire con la sola rimozione del materiale indicato da Mediaset e si sarebbe di nuovo da capo visto che Google Inc. non è tenuta a controllare i contenuti, ma solo a rimuoverli dopo segnalazione.
        • XYZ scrive:
          Re: Ma io dico...
          - Scritto da: H5N1
          - Scritto da: Fornitore di Servizi

          L'UK fa parte dell'Unione Europea come puoi

          verificare a


          http://europa.eu/abc/european_countries/index_it.h

          Quello di cui non fa parte è, ad esempio, il

          trattato di Schengen, per cui per entrare ed

          uscire dallo UK devi mostrare la carta

          d'identità. Magari ti confondevi con quello.

          Giusta correzione.



          A parte questo, sono d'accordo con te che c'è

          quella direttiva e finché c'è (spero il più a

          lungo possibile) giudici e parlamenti dovrebbero

          attenervicisi e smettere di rompere i

          cosi...

          Motivo per il quale, secondo me, la causa tra
          YouTube e Mediaset dovrebbe finire con la sola
          rimozione del materiale indicato da Mediaset e si
          sarebbe di nuovo da capo visto che Google Inc.
          non è tenuta a controllare i contenuti, ma solo a
          rimuoverli dopo
          segnalazione.Pienamente d'accordo, se non fosse che sono assolutamente contrario ad ogni forma di rimozione di contenuto.Previa assoluta contrarietà ad ogni forma di copyright nel multimedia.
          • H5N1 scrive:
            Re: Ma io dico...
            Questo non lo direi.Credo sia giusto pagare il giusto e riconoscere la paternità di un'opera.Ma credo anche che l'abuso di questo diritto sia più criminale del presunto crimine di "furto" da parte di chi "scarica".
          • H5N1 scrive:
            Re: Ma io dico...
            E' difficile parlare in modo così chiaro ed esplicito su P.I. vuoi perchè c'è subito qualche troll che fa capolino alla prima occasione, vuoi per la permalosità del T1000.Che le Major siano "furtarole" è indubbio, che gli oboli alla SIAE siano un pizzo anche e lo stesso dicasi per l'iniquità del costo dell'opera stessa.Ben venga la "prova prima dell'acquisto" (ovvero io scarico e ascolto, se mi piace compro se no morite anche di fame, vermi).
          • XYZ scrive:
            Re: Ma io dico...
            - Scritto da: H5N1
            E' difficile parlare in modo così chiaro ed
            esplicito su P.I. vuoi perchè c'è subito qualche
            troll che fa capolino alla prima occasione, vuoi
            per la permalosità del
            T1000.E' difficile che me ne freghi di meno :P L'importante è che piu persone possibile abbiano capito quello che c'era da capire.I T1000 negli effetti, esistono solo al cinema.
  • Fornitore di Servizi scrive:
    Cosa farei
    Se per proteggere i minorenni (ammesso e non concesso che debbano essere protetti) fossi obbligato per legge a controllare tutto quello che gli utenti scrivono sui forum dei miei servizi quel che farei sarebbe semplicemente richiedere che previa registrazione solo i maggiorenni possano leggere e scrivere sui forum.Mi rendo conto che la dichiarazione di maggior età sul web oggi come oggi è un'autocertificazione e quindi è possibile che la legge non me la passerebbe per valida. In tal caso, visto che leggere tutto e prendersi la responsabilità di quel che scrivono gli utenti è da un lato costoso e dall'altro è rischiosissimo penalmente e civilmente, piuttosto chiuderei del tutto il forum anche se questo vorrebbe dire piegarsi a chi ci vuole imbavagliare.A quel punto la soluzione sarebbe avere un meccanismo che permetta di identificare chiaramente chi scrive, una carta d'identità elettronica, in modo da sapere chi è maggiorenne e chi no e associare ogni post ad un nome e ad un cognome e non permettere che scrivano degli anonimi come me e come tanti di noi: la responsabilità civile e penale di quel che viene scritto tornerebbe, com'è giusto, a chi scrive e non sarebbe più di chi ospita il messaggio.Per finire, se fosse attuata la proposta degli inglesi questi forum di PI perderebbero immediatamente ogni appeal e finirebbero per essere semi vuoti, perché senza la possibilità di rispondere subito tanti flame non ci sarebbero. Acci... vuoi dire che gli inglesi hanno avuto un colpo di genio per migliorare le nostre vite?!PS: remember remember the 5th of November!!!
    • Jena Plissken scrive:
      Re: Cosa farei
      V era venuto in mente anche a me...prevalga l'inghilterra!Comunque l'idea di una carta d'identità elettronica mi sembra pessima...potrebbe essere usata come strumento di controllo e comunque anche volendola attuare ci sarebbero dei problemi.Su cosa la si basa? Sull'IP? E se piu' persone condividono lo stesso computer?
      • z f k scrive:
        Re: Cosa farei
        - Scritto da: Jena Plissken
        V era venuto in mente anche a me...prevalga
        l'inghilterra!

        Comunque l'idea di una carta d'identità
        elettronica mi sembra pessima...potrebbe essere
        usata come strumento di controllo e comunque
        anche volendola attuare ci sarebbero dei
        problemi.Su cosa la si basa? Sull'IP? E se piu'
        persone condividono lo stesso
        computer?Nope, si basa su chiave crittografica su smarcard e un dato biometrico; direi che il buco del cubo possa andare bene: verranno a rilevarne un calco con apposito strumento per poi digitalizzarlo e confrontarne la firma digitale con quella ricavata dal rilevamento all'atto dell'inserimento dei dati in interdet (sempre mediante apposito sensore). Nel caso venisse riscontrata una violazione di una qualche legge o delle policy, il sensore diventa attuatore, con scarica elettrica regolabile da "bruciorino" a "oddiomiocheddoloreeee".CYA
      • Fornitore di Servizi scrive:
        Re: Cosa farei
        La smart card della firma elettronica o quella della carta regionale dei servizi sono più che sufficienti. I titolari delle aziende (e forse non solo loro) hanno la prima da anni, mentre la seconda almeno in Lombardia è in mano a tutti i cittadini. Nelle altre regioni non saprei ma dovrebbe esserci anche qualcosa di simile a livello nazionale.Quel che manca è un'integrazione rapida e semplice con il web per fare login sui siti con quella smart card.E a proposito, ecco cosa c'era in edicola ieri il Corriere della Sera in Lombardia per 7.50 euro http://www.corriere.it/vivimilano/edicola/vivimilano/2008/10/29/pdf/28.pdfNe ho visto una ieri pomeriggio e leggeva tutte le smart card che gli si infilavano dentro.
    • The Punisher scrive:
      Re: Cosa farei
      Gunpowder, treason and plot.I see no reason why gunpowder, treasonShould ever be forgot...
  • JJ OKO scrive:
    una risata li seppellirà
    come sempre, legislazione indietro di secoli rispetto alle nuove tecnologie... una risata seppellirà questi novelli fautori della censura.
    • J.M. scrive:
      Re: una risata li seppellirà
      m'è venuto in mente V (per Vendetta), leggendo l'articolo.A voi no ?(il prospettabile (speriamo non auspicabile) scenario futuro si orienta proprio in quel senso)
  • AxAx scrive:
    Che str...
    Di concetto e di impossibile attuazione pratica.Come tutti quelli che non sanno niente di networking. (A meno che i provider non debbano fornirsi di un mega iper gigantesco meccanismo di caching delle pagine)
Chiudi i commenti