Lo smartphone modulare è un Puzzle

Un nuovo terminale con pezzi intercambiabili arriva dalla Finlandia: promette di durare, con gli opportuni upgrade, molti più anni di uno smartphone tradizionale
Un nuovo terminale con pezzi intercambiabili arriva dalla Finlandia: promette di durare, con gli opportuni upgrade, molti più anni di uno smartphone tradizionale

Dalla Finlandia che ha dato i natali a Nokia arriva PuzzlePhone, un terminale mobile con design modulare che va a ingrossare la schiera di gadget componibili: PuzzlePhone offre in più la promessa di durare almeno un decennio.

La tecnologia di PuzzlePhone si ispira agli stessi principi che hanno già portato allo sviluppo del Progetto Ara e di recentemente presentato Vsenn : i moduli intercambiabili sono tre, la “Spina Dorsale” contenente monitor LCD, pulsanti fisici e microfono, il “Cuore” con una batteria e componenti elettroniche secondarie, il “Cervello” comprendente CPU/Soc e videocamera.

PuzzlePhone è progettato per far girare una versione custom di Android, e secondo gli sviluppatori sarà possibile scegliere a piacimento la configurazione più adatta per le proprie esigenze specifiche: gli utenti potranno configurare il terminale con una batteria dalla lunga durata e un processore non proprio “high-end”, montare un modulo Cervello che garantisca il massimo delle prestazioni a discapito della durata della batteria eccetera.

Sviluppato dalla società finlandese Circular Devices, PuzzlePhone è al momento un concept che dovrebbe trasformarsi in un prodotto concreto entro il 2015. Obiettivo piuttosto ambizioso, visto che nemmeno un colosso come Google è sin qui riuscito a portare a termine i lavori sul succitato Progetto Ara.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 12 2014
Link copiato negli appunti