Logitech guarda la TV con Google

Apparecchio sul mercato degli Stati Uniti a 300 dollari. Gadget esclusi. Pronto anche il marketplace per scaricare le app. E arrivano anche le proposte di Sony

Roma – Si chiama Revue il Google TV-box prodotto da Logitech: già disponibile per il pre-ordine, esordirà sul mercato statunitense entro la fine del mese.

Per Apple, che per qualche anno ha potuto in solitudine sperimentare la sua idea di TV , considerata fino a poco tempo fa solo un hobby, arriva ora l’attesa concorrenza di Google . E si preannuncia uno scontro senza esclusione di colpi: sia Cupertino che Mountain View, d’altronde, hanno individuato da tempo nel salotto la prossima frontiera del loro business e hanno intenzione di dare il proprio meglio, il primo con l’integrazione con gli altri dispositivi mobile introdotti sul mercato e i contenuti che sono andati con il tempo ad arricchire le proprie piattaforme, il secondo con l’adattabilità a più produttori hardware e con un diretto collegamento ai contenuti disponibili in Rete, con l’ integrazione , dal punto di vista del business, della piattaforma di advertising di Google.

La piattaforma sviluppata da BigG, basata su Android e il desktop browser Chrome e il cui codice sarà rilasciato in Open Source solo in un secondo momento (teoricamente nell’estate 2011), punta a portare i contenuti che interessano l’utente direttamente sulla sua TV.

Per quanto riguarda il prodotto offerto da Logitech, inizialmente (ma solo per i primi mesi) godrà di un particolare accordo con Dish TV (per i cui clienti sarà disponibile a 179 dollari più 4 dollari al mese per il servizio di integrazione), ma in generale sarà integrabile con ogni sistema di box-tv esistente (come TiVo). E sarà inoltre collegabile con i PC e dispositivi mobile : potrà così sfruttare a pieno la compatibilità con tutti i codec maggiormente utilizzati (compresi AAC e MKV) e il supporto a Adobe Flash 10.1 . Anche se non godrà degli accordi con le major che si è riuscita ad aggiudicare per esempio Apple, la trasversalità e l’adattabilità possono compensare questo gap iniziale.

L’utilizzo è poi pensato per la visualizzare di tutti i contenuti disponibili in streaming online, come per esempio i video YouTube. Di base, infatti, tutti i dispositivi che supporteranno Google TV avranno un Browser interno (Chrome) e alcune applicazioni dedicate tra cui Twitter, Netflix, Napster, Amazon, Pandora, NBA Gametime, Logitech Media Player, Picasa, YouTube.

All’orizzonte, poi, una miriade di app disponibili su Google TV market, sottoreparto del Marketplace di Android che esordirà “il prima possibile”. Le applicazioni già disponibili per Android, d’altronde, se non necessitano di funzionalità di chiamata o dell’accelerometro, dovrebbero essere già compatibili .

L’apparecchio sviluppato da Logitech per supportare questa piattaforma permette funzionalità fluide grazie in particolare, ad un processore Intel Atom CE 4100 da 1.2 Ghz. Revue, in più, garantisce l’ opzione video chiamate HD, se si acquista, per 150 dollari, la TV Cam Logitech (mentre altre non saranno compatibili data la compressione video integrata nell’hardware del dispositivo), tramite l’applicazione Logitech Vid HD (già installata e sempre in funzione sulla tv, così da avvertire di eventuali chiamate anche durante la visione di un film) interoperabile con il corrispettivo per OS X e PC. Tecnologia simile viene poi messa in campo per due telecamere di sicurezza (una interna da 300 dollari, una esterna da 350) che potranno essere collegate al televisore tramite il box TV.

Capitolo controller (che serviranno sia per la navigazione Web, che per cambiare canale, che per la ricerca di contenuti contenuti sul dispositivo): sono disponibili due diversi tipi di tastiere QWERTY (una più grande, una più simile ad una Nintendo DS, un mini controller venduto separatamente a 130 dollari) entrambe leggerissime e dotate di touchpad; inoltre sono disponibili applicazioni (gratuite) che trasformano in un telecomando il proprio iPhone o dispositivo Android , con l’allettante possibilitò di poter ricevere comandi vocali (come, per esempio, sintonizzandosi sul proprio telefilm preferito nominandolo e basta), Graal dello svago casalingo.

Tutti questi dispositivi sono facilmente collegabili al box con la medesima semplice tecnologia: Harmony Link di Logitech.

Intanto arrivano le prime indiscrezioni del Sony Google TV : si promette in quattro diversi modelli (il più piccolo da 24 pollici, il più grande da 46) con un prezzo compreso tra i 1.300 e i 1.900 dollari. Oltre al televisore sembra essere pronto un telecomando, ma le immagini finora circolate , dal sapore davvero anni ottanta, non permettono di togliere il velo di sospetto dalla notizia.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Cavallo Pazzo scrive:
    fantastico questo acrobat rider
    Se veramente ha queste incredibili proprietà di permettere ai malintenzionati di prendere possesso di un pc, allora perchè non si mettono a fare concorrenza a teamviewer?
  • attonito scrive:
    se sono costretti ad isolare...
    Significa che la loro applicazione non rispetta i parametri di buona programmazione.in altre parole, progammano col XXXX.
    • non sia offensivo scrive:
      Re: se sono costretti ad isolare...
      - Scritto da: attonito
      Significa che la loro applicazione non rispetta i
      parametri di buona
      programmazione.
      in altre parole, progammano col XXXX.Ci sono applicazioni che per la loro complessità e per il fatto che hanno funzioni intrinsecamente rischiose dovrebbero essere messe in sandbox. I browser sono tra queste. I web server idem (vedi OpenBSD).Un lettore di PDF, no. Hanno aggiunto una marea di XXXXXXX inutili che non servono a nessuno per dire "sì ma gli altri lettori free non fanno questo"... e sono tutte abilitate di default! E poi a chi XXXXX serve un visualizzatore di PDF integrato nel browser? Vuoi vedere un PDF, te lo scarichi, che XXXXX significa che mi si apre automaticamente dentro il browser! Ed inoltre alla Adobe hanno un concetto della sicurezza RIDICOLO, basta vedere quanto siano intrusive le loro applicazioni, e basta vedere che il loro schifo di reader esegue TUTTO, anche javascript malformato, etc... una vera me...a|
      • non sia offensivo scrive:
        Re: se sono costretti ad isolare...
        E' la programmazione-discarica: ma sì, buttiamoci tutta la me**a inutile che non serve a nessuno ma che "fa figo"...Ma anche se avessero voluto mettercela, costava tanto NON ABILITARLA DI DEFAULT!?! Hanno un'implementazione di javascript piena di vulnerabilità ok, flash è un colabrodo ok, ma SE NON FOSSERO STATE ABILITATE DI DEFAULT e se il reader NON INSTALLASSE IL PLUGIN PER IL BROWSER DI DEFAULT il problema sarebbe stato molto minore e non si sarebbero avuti migliaia di siti che tentano di installarsi schifezze tramite Acrobat Reader perché il 99.9% della gente quelle funzioni non le avrebbe mai abilitate! Ma ca°°o! :@
      • MacBoy scrive:
        Re: se sono costretti ad isolare...
        - Scritto da: non sia offensivo
        E poi a chi XXXXX serve un visualizzatore di PDF
        integrato nel browser? Vuoi vedere un PDF, te lo
        scarichi, che XXXXX significa che mi si apre
        automaticamente dentro il browser! E' comodo se è leggero e ben integrato con esso (es. puoi cercare parole all'interno con la stessa interfaccia del browser). Come quello di OS X... ;)La cosa terribile che che Adobe ci prova sempre ad installare il suo MALEFICO plug-in con l'installazione di Acrobat e a volte te lo ritrovi anche se gli hai già detto 10 volte che non lo vuoi. ODIOSO.
        • Andy scrive:
          Re: se sono costretti ad isolare...
          - Scritto da: MacBoy
          La cosa terribile che che Adobe ci prova sempre
          ad installare il suo MALEFICO plug-in con
          l'installazione di Acrobat e a volte te lo
          ritrovi anche se gli hai già detto 10 volte che
          non lo vuoi.
          ODIOSO.Con linux non succede ;)
  • Zio Cavallo scrive:
    UNIX?
    Eh? Cosa?
  • Quotator Maximus scrive:
    Siamo alle comiche
    Un prodotto che doveva essere un semplice visualizzatore di documenti di testo ormai ha un codice talmente raffazzonato, talmente disordinato, talmente enorme, scarso e scritto con i piedi che ormai non sanno più che pesci pigliare per arginare le migliaia (o milioni?) di bug che ci hanno messo dentro e non hanno di meglio da fare che tentare di metterlo in una sandbox... ROTFL...Certo Adobe, ci fideremo proprio questa volta... AHAHAHAHA... ma per favore
  • Funz scrive:
    Com'è possibile?
    Come può Adobe fare prodotti così scadenti?
    • Quotator Maximus scrive:
      Re: Com'è possibile?
      - Scritto da: Funz
      Come può Adobe fare prodotti così scadenti?Meh hai mai visto Adobe AIR? A vederlo c'è da ridere per non piangere... ma come si fa dico io, come si fa. :Se ne dicono tante (e spesso a ragione) su Microsoft, ma Microsoft in confronto ad Adobe fa dei prodotti ultra-sicuri. (anonimo)
  • vintage scrive:
    salvataggio pdf
    Quindi significa che un pdf non potrà essere salvato su discoper via delle restrizioni ?
    • Guybrush Fuorisede scrive:
      Re: salvataggio pdf
      - Scritto da: vintage
      Quindi significa che un pdf non potrà essere
      salvato su
      disco
      per via delle restrizioni ?Un file in sola lettura come lo salvi? Fai prima a copiarlo senza aprirlo.GTFS
      • vintage scrive:
        Re: salvataggio pdf
        - Scritto da: Guybrush Fuorisede
        - Scritto da: vintage

        Quindi significa che un pdf non potrà essere

        salvato su

        disco

        per via delle restrizioni ?

        Un file in sola lettura come lo salvi? Fai prima
        a copiarlo senza
        aprirlo.Come se è in una sandbox ?

        GTFS
        • bah scrive:
          Re: salvataggio pdf
          - Scritto da: vintage
          - Scritto da: Guybrush Fuorisede

          - Scritto da: vintage


          Quindi significa che un pdf non potrà essere


          salvato su


          disco


          per via delle restrizioni ?



          Un file in sola lettura come lo salvi? Fai prima

          a copiarlo senza

          aprirlo.

          Come se è in una sandbox ?Non capisco dove sia il problema. Guarda che se il programma che usi ha una sandbox propria e' solo il programma stesso (o quelli da esso lanciati) che non puo' scrivere all'esterno della sandbox... un qualsiasi altro programma puo' accedervi.In altre parole, se il programma "sandboxato" vuole salvare che so, sul e la sandbox non lo permette non riusciresti a farlo... ma se copi il file con un altro programma come explorer.exe non cambia nulla...
  • banca scrive:
    strano
    non credevo fosse così complicato e "delicato" visualizzare un pdf...
    • zuzzurro scrive:
      Re: strano
      Hanno aggiunto troppe razzate nel corso degli anni ad un formato "pulito". Ad ogni nuova razzata è quasi sempre corrisposto uno o più tipologie di attacco.lo scorso mese c'era il moaub month, e hanno tirato giù valangate di bug e relativi exploit, pure spiegati egregiamente.
  • panda rossa scrive:
    Isolamento? Abbandono!
    La soluzione definitiva e' quella di abbandonare quel veicolo di infezione, non di isolarlo.
    • Quotator Maximus scrive:
      Re: Isolamento? Abbandono!
      - Scritto da: panda rossa
      La soluzione definitiva e' quella di abbandonare
      quel veicolo di infezione, non di
      isolarlo.QUOTO!
  • zuzzurro scrive:
    Inutile
    Queste operazioni rendono la vita più difficile a crackers o a bug hunter, ma non eliminano del tutto la possibilità di exploitare e fare quello che si desidera.Staremo a vedere, ma finora non ho mai visto nulla del genere funzionare al 100%
Chiudi i commenti