L'olandese volante che fa parlare Internet

Un uomo afferma di poter volare grazie a dalle ali da esso stesso preparate. E lo mostra in un video sezionato dalla Rete

Roma – L’ olandese volante diventa letteralmente realtà . Almeno secondo un video che mostra un uomo spiccare il volo come un uccello, clip che è ora al vaglio della Rete.

Nel video si vede tale Jarno Smeets indossare una struttura simile ad un deltaplano e muovere le due ali come fa un uccello: in questo modo l’uomo si è librato nel cielo de L’Aia e ha volato per 60 secondi e 100 metri .

Smeets, un ingegnere olandese, per farlo si è ispirato in particolare agli albatros ed ha impiegato un controller derivato da quello della console Wii, un Android HTC Wildfire e delle ali da lui stesso progettate per volare, simili a grandi aquiloni e pesanti un chilo. Il tutto necessita di circa 2mila watt di potenza continua, il 5 per cento del quale generato dal movimento delle sue braccia e il resto da un motore collegato al movimento da esse generato.

Il tutto è partito dai disegni del nonno, che l’uomo racconta aver passato gran parte della sua vita a cercare di progettare una bicicletta volante.
Dalle memorie del suo avo è nato così il progetto ribattezzato Humanbirdwings . Smeets ha attinto ai suoi studi ingegneristici e racconta di aver ripreso gli studi della macchina volante di Leornardo Da Vinci e la meccanica impiegata nelle protesi robotica. Con la collaborazione, inoltre, dell’esperto di neuromeccanica Bert Otten.

“Ho sempre sognato di farlo – ha detto l’olandese volante – ma alla fine 8 mesi di duro lavoro, ricerca e test hanno pagato”.

A dimostrazione della sua impresa ha postato il video, che su YouTube ha superato già i 2 milioni di visualizzazioni e che ha scatenato osservatori ed esperti alla ricerca di una prova che ne dimostri l’autenticità.

A tacciare come un falso il video sono arrivati innanzitutto i commenti di piloti di aerei e deltaplani, che puntano il dito contro il movimenti delle ali e il carico che non sembrano subire i teli che le costituiscono. In particolare, secondo quanto riferiscono alcuni commenti le ali non sarebbero sufficientemente tese (quasi “gonfie”) come ci si aspetterebbe in conseguenza del peso caricato nel volo, mentre per altri sono innaturali anche le reazioni degli astanti riprese nel video, la posizione dei piedi dell’uomo nel momento del volo e il video stesso nella sua interezza.

D’altra parte, altri osservatori, come il conduttore del programma Mythbuster Jamie Hyneman, ritengono che non ci siano particolari sospetti riguardo alla tecnica impiegata dall’uomo né alla possibilità di un volo di quel tipo (di fatto meccanizzato). L’esperto di Wired Rhett Alain riferisce inoltre, supportato da tutta una serie di test digitali, che nulla nel video indica una contraffazione.

Internet, tuttavia, è una terra senza certezze, tanto che vi sono dubbi anche sull’esistenza stessa di un uomo chiamato Jarno Smeets, per cui non si trovano conferme né del nome né dell’esistenza e delle esperienze raccontate sul suo profilo LinkedIn .

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • poiuy scrive:
    Vi ricordate i tempi...
    ... in cui il solito trollettone scriveva cose del tipo "IE è usato nel 99.9% dei casi, tanto vale ignorare gli altri", e qualcuno si degnava di fargli notare che in realtà le % erano diverse... con la solita conclusione di qualcun altro "Mozilla è per nerd, non avrà mai sucXXXXX."Tempo lontani, per fortuna.A proposito di previsioni, cito Ruppolo: "Android è solo un sistema per Nerd che non avrà mai sucXXXXX". Non mi costringete a ricercare il post per citarlo... lo ha detto talmente tante volte che penso che ve lo ricordate tutti!
    • poiuy scrive:
      Re: Vi ricordate i tempi...
      *ricordiate.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2889877&m=2890633#p2890633Uno dei tanti commenti dove Ruppolo fa le sue profezie su Android.Poi mano a mano che il tempo lo smentisce, si fa più cauto e inizia a cambiare versione dicendo che in realtà chi ha Android non lo usa.
  • bodom tiempolibr esite scrive:
    Re: osservazioni
    Se mi contatti vorrei chiederti se posso utilizzare il tuo commento come editoriale in TiempoLibreSite Webzine & Community dal 2003.Il mio indirizzo mail è richardkelly738@hotmail.comGrazie
  • filippo scrive:
    da me è diverso
    la mia azienda è passata per parte del personale a Chrome come browser ufficiale abbandonando IE, Office, Exchange, Active Directory di microsoft e Sap, passando a Google. Microsoft rimane solo per Windows 7. Tutti i tool della intranet sono finiti in google site o direttamente su internet ed i costi si sono ridotti di 20 o 30 volte. Poi si scoprono servizi geniali come poter fare una video conferenza a 720p su google con zoom automatico a chi accende il microfono (o acceso dal moderatore) con qualità eccezionale condividendo in contemporanea la visione di files o del desktop stesso e GRATIS. Per avere un prodotto del genere solo 2 anni fa una aziende avrebbe dovuto spendere decine di milioni in apparati e licenze, senza avere la stessa qualità. Poi i documenti possono essere condivisi fra gruppi creati appositamente, o creati collaborativamente, e GTalk ti permette di non usare più il telefono. Ma la cosa più importante è che ovunque tu lavori, con qualsiasi pc o smartphone tu lo faccia, e da qualsiasi rete tu acceda, avrai sempre il tuo ufficio come fossi a lavoro, basta avere un acXXXXX ad internet, senza sfruttare vpn, recuperando preferiti e app per il chrome connettendolo con il proprio account google aziendale(anche se questa funzione soffre ancora di molti bug). Inoltre potrebbero essere create applicazioni per i servizi google, come un interlocutore intelligente come utente della chat che ti dice tutti i dati di un collega come il num di tel, chi è il suo capo o i suoi sottoposti, in che settore lavora. Oppure integrare in google map la posizione istantanea del proprio parco veicoli e cliccando su di loro sapere chi è il dipendente i suoi dati e chi o che cosa trasporta, qual'è la sua destinazione. Usare applicazioni create da altri e rese gratuite, acquistarle o svilupparle per conto proprio.
  • Carlo scrive:
    Re: osservazioni

    tra i dettagli: Mozilla può anche rendere
    pubblici i sorgenti dei suoi prodotti, ma fa
    tante porcherie anche lei. Tipo?
  • brufolo scrive:
    Che me frega
    Io uso IE 6 come tutte le migliori aziende itlaiane.
  • attonito scrive:
    IE per obbligo, altro per scelta.
    questo dimostrerebbe che quando la gente e' obbligata usa quello che gli giene imposto (IE) mentre quando puo' decidere liberamente, sceglie altro (crome, ff, opera, etc)
    • Stracchino scrive:
      Re: IE per obbligo, altro per scelta.
      - Scritto da: attonito
      questo dimostrerebbe che quando la gente e'
      obbligata usa quello che gli giene imposto (IE)
      mentre quando puo' decidere liberamente, sceglie
      altro (crome, ff, opera,
      etc)Hai ragione, e questo dimostra che quando fa comodo la gente sa scegliere, quando non da comodo la gente è ignorante e si tiene il preinstallato.
      • Paolo scrive:
        Re: IE per obbligo, altro per scelta.
        - Scritto da: Stracchino
        Hai ragione, e questo dimostra che quando fa
        comodo la gente sa scegliere, quando non da
        comodo la gente è ignorante e si tiene il preinstallato.In ambito corporate il browser viene scelto dal reparto IT, e l'utente non puo' installare quello che preferisce.
        • panda rossa scrive:
          Re: IE per obbligo, altro per scelta.
          - Scritto da: Paolo
          - Scritto da: Stracchino

          Hai ragione, e questo dimostra che quando fa

          comodo la gente sa scegliere, quando non da

          comodo la gente è ignorante e si tiene il
          preinstallato.

          In ambito corporate il browser viene scelto dal
          reparto IT, e l'utente non puo' installare quello
          che
          preferisce.Quando in ambito corporate e' l'IT a poter scegliere, senza vincoli di applicazioni aziendali pregresse a scelta e' sempre QUALUNQUE COSA TRANNE QUELLO! (a te indovinare che cos'e' QUELLO).
          • Paolo scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Paolo

            - Scritto da: Stracchino


            Hai ragione, e questo dimostra che
            quando
            fa


            comodo la gente sa scegliere, quando
            non
            da


            comodo la gente è ignorante e si tiene
            il

            preinstallato.



            In ambito corporate il browser viene scelto
            dal

            reparto IT, e l'utente non puo' installare
            quello

            che

            preferisce.

            Quando in ambito corporate e' l'IT a poter
            scegliere, senza vincoli di applicazioni
            aziendali pregresse a scelta e' sempre QUALUNQUE
            COSA TRANNE QUELLO! (a te indovinare che cos'e'
            QUELLO).Dipende _QUALE_ parte dell'IT sceglie. Perchè ti assicuro che e' una certa parte dell'IT a scegliere QUELLO!
          • Stracchino scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            - Scritto da: Paolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Paolo


            - Scritto da: Stracchino



            Hai ragione, e questo dimostra che

            quando

            fa



            comodo la gente sa scegliere, quando

            non

            da



            comodo la gente è ignorante e si tiene

            il


            preinstallato.





            In ambito corporate il browser viene scelto

            dal


            reparto IT, e l'utente non puo' installare

            quello


            che


            preferisce.



            Quando in ambito corporate e' l'IT a poter

            scegliere, senza vincoli di applicazioni

            aziendali pregresse a scelta e' sempre QUALUNQUE

            COSA TRANNE QUELLO! (a te indovinare che cos'e'

            QUELLO).

            Dipende _QUALE_ parte dell'IT sceglie. Perchè ti
            assicuro che e' una certa parte dell'IT a
            scegliere
            QUELLO!A me QUELLO non piace per niente, tuttavia la mancanza di configurazione centralizzata degli altri è una grave mancanza quindi forse, a volte, l'IT sceglie anche in base a questo elemento.
          • encefalogra mma piatto scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            - Scritto da: Stracchino
            A me QUELLO non piace per niente, tuttavia la
            mancanza di configurazione centralizzata degli
            altri è una grave mancanza quindi forse, a volte,
            l'IT sceglie anche in base a questo
            elemento.ma basta basta con sta storia, ma ti rendi conto che è una boiata assurda. se sideve ricorrere alle policy per limitare l'utilizzo del web è chiaro che non si è capito una mazza. esistono i firewall, proxy, content filtering, ecc e poi ogni impiegato usa il browser che preferisce, possibilmente non quel XXXXX di IE.
        • Stracchino scrive:
          Re: IE per obbligo, altro per scelta.


          In ambito corporate il browser viene scelto dal
          reparto IT, e l'utente non puo' installare quello
          che
          preferisce.Non ho dubbi, ironizzavo sul fatto che se la gente usa browser non IE è brava ed intelligente e dimostra che sa scegliere, però il fatto che poi usano windows come SO allora dimostra che windows impone un monopolio e la gente è pecorona. Delle due una: o la gente sa scegliere cosa è meglio per lei o la gente non sa scegliere. E questo apre due scenari:1) la gente sa scegliere: allora il fatto che windows rimanga l'SO più diffuso è da considerare come volontà del "popolo" e non come costrizione del preinstallato (e IE fa schifo)2) la gente non sa scegliere: allora il fatto che altri browser stiano ormai da tempo superando IE non dimostra che quest'ultimo faccia schifo (e windows preinstallato è una costrizione)E' solo uno spunto di riflessione il mio, non voglio scatenare os-war o roba simile. Di certo l'ipotesi più plausibile è che cambiare browser sia molto più semplice che cambiare SO, tuttavia questa ipotetica consapevolezza del "popolo" dovrebbe avere un riflesso anche sul sistema operativo, soprattutto in paesi più poveri di quelli Europei, vedere magari un andamento del tipo ogni 100 persone che cambiano browser ne abbiamo 5 che cambiano anche SO. Sarebbe interessante avere questi numeri.
          • panda rossa scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            - Scritto da: Stracchino



            In ambito corporate il browser viene scelto
            dal

            reparto IT, e l'utente non puo' installare
            quello

            che

            preferisce.


            Non ho dubbi, ironizzavo sul fatto che se la
            gente usa browser non IE è brava ed intelligente
            e dimostra che sa scegliere, però il fatto che
            poi usano windows come SO allora dimostra che
            windows impone un monopolio e la gente è
            pecorona.


            Delle due una: o la gente sa scegliere cosa è
            meglio per lei o la gente non sa scegliere. E
            questo apre due
            scenari:

            1) la gente sa scegliere: allora il fatto che
            windows rimanga l'SO più diffuso è da considerare
            come volontà del "popolo" e non come costrizione
            del preinstallato (e IE fa
            schifo)

            2) la gente non sa scegliere: allora il fatto che
            altri browser stiano ormai da tempo superando IE
            non dimostra che quest'ultimo faccia schifo (e
            windows preinstallato è una
            costrizione)La gente SA scegliere e dove puo', sceglie.Dove non puo' non sceglie.Installare un browser che si affianca a quello preinstallato e' molto piu' semplice che installare un SO che non si affianca ma va in dual boot a quello preinstallato, del quale non hai quasi mai neppure un cd di reinstallazione o riconfigurazione.A tutta la gente alla quale ho installato linux, usa linux!
            E' solo uno spunto di riflessione il mio, non
            voglio scatenare os-war o roba simile. Di certo
            l'ipotesi più plausibile è che cambiare browser
            sia molto più semplice che cambiare SO, tuttavia
            questa ipotetica consapevolezza del "popolo"
            dovrebbe avere un riflesso anche sul sistema
            operativo, soprattutto in paesi più poveri di
            quelli Europei, vedere magari un andamento del
            tipo ogni 100 persone che cambiano browser ne
            abbiamo 5 che cambiano anche SO. Sarebbe
            interessante avere questi
            numeri.Gia'. Avremmo delle belle sorprese.
          • stelvio scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            è così, non si può paragonare la semplice installazione di un browser con quella di un s.o., che seppur non una cosa proibitiva, richiede una certa passione per l'argomento..Ad esempio io installo linux su tutti i miei pc, anche se non sono un esperto e lo uso come userei windows, però non mi sognerei mai di farlo per il mio telefonino, perché non me ne frega niente di farlo, e uso il cellulare alla vecchia maniera, sms e chiamate.
          • francoecicc io scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            - Scritto da: panda rossa

            La gente SA scegliere e dove puo', sceglie.
            Dove non puo' non sceglie.
            Questa è da segnare e da ripostare da qui all'infinito, quando caccerai le storielle che chi compra Apple è solo un invasato o una vittima del marketing.
          • panda rossa scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            - Scritto da: francoecicc io
            - Scritto da: panda rossa



            La gente SA scegliere e dove puo', sceglie.

            Dove non puo' non sceglie.



            Questa è da segnare e da ripostare da qui
            all'infinito, quando caccerai le storielle che
            chi compra Apple è solo un invasato o una vittima
            del
            marketing.?Che cosa c'entra l'applefan invasato con la gente adesso?Ti cito testuale dal dizionario: <b
            gente </b
            <i
            s.f. </i
            nome collettivo indicante esseri viventi dotati di raziocinio e libero arbitrio. <b
            applefan </b
            <i
            neutro </i
            definizione generica di esseri non pensanti caratterizzati da un encefalo mononeurone e mela conficcata nella testa tipo Guglielmo Tell.
          • francoecicc io scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: francoecicc io

            - Scritto da: panda rossa





            La gente SA scegliere e dove puo',
            sceglie.


            Dove non puo' non sceglie.






            Questa è da segnare e da ripostare da qui

            all'infinito, quando caccerai le storielle
            che

            chi compra Apple è solo un invasato o una
            vittima

            del

            marketing.

            ?

            Che cosa c'entra l'applefan invasato con la gente
            adesso?

            Ti cito testuale dal dizionario:

            <b
            gente </b
            <i
            s.f.
            </i
            nome collettivo indicante esseri
            viventi dotati di raziocinio e libero
            arbitrio.

            <b
            applefan </b
            <i
            neutro
            </i
            definizione generica di esseri non
            pensanti caratterizzati da un encefalo
            mononeurone e mela conficcata nella testa tipo
            Guglielmo
            Tell.Da questa tua frase si intuisce il tuo livello di raziocinio.
          • sbrotfl scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            - Scritto da: Stracchino
            E' solo uno spunto di riflessione il mio, non
            voglio scatenare os-war o roba simile.Ma figurati :D
          • encefalogra mma piatto scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            - Scritto da: Stracchino
            Sarebbe
            interessante avere questi
            numeri.vatteli a cercare in rete, non serve una laurea.
        • Enterprise Profession al scrive:
          Re: IE per obbligo, altro per scelta.

          In ambito corporate il browser viene scelto dal
          reparto ITCerto, un reparto IT che nel 2012 sceglie Explorer dovrebbe porsi qualche domanda esistenziale...
          • Appero scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            tipo ?
          • encefalogra mma piatto scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            - Scritto da: Appero
            tipo ?tipo che ie è una XXXXX. ti basta. e siccome è l'unico browser non aderente agli standard sarebbe da vietare come ad esempio una macchina priva di marmitta catalitica.
          • non so niente ma parlo scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            - Scritto da: Enterprise Profession al

            In ambito corporate il browser viene scelto
            dal

            reparto IT

            Certo, un reparto IT che nel 2012 sceglie
            Explorer dovrebbe porsi qualche domanda
            esistenziale...io se vedo che non vengono onorate le regole su diritti amministrativi e GPO non mi devo porre altre domande.Se qualcosa non funziona con un browser, è il sito che è mal fatto.per il resto, la sicurezza non è certo fatta SOLO col browser.
          • JosaFat scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            Quoto, ma purtroppo sono cose che vedo.Reparti IT in cui la maggior parte del personale usa FF, ma deve installare IE sui pc aziendali perché dall'alto la scelta è quella.Figurati che per sviluppare un nuovo sistema (tempo di lavoro previsto: 2 anni), anziché partire su piattaforma Java, ancora molti pensano di usare .net
          • encefalogra mma piatto scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            - Scritto da: JosaFat
            Quoto, ma purtroppo sono cose che vedo.
            Reparti IT in cui la maggior parte del personale
            usa FF, ma deve <b
            installare IE </b
            sui pc aziendali
            perché dall'alto la scelta è
            quella.inseatto. fai attenziona a cosa scrivi. ie te lo trovi installato purtroppo.
            Figurati che per sviluppare un nuovo sistema
            (tempo di lavoro previsto: 2 anni), anziché
            partire su piattaforma Java, ancora molti pensano
            di usare
            .net.net è un'altra piaga da estirpare. fortunatamente gira decentemente solo su windows quindi se questo aborto di os venisse rimpiazzato ci toglieremmo anche dalle balle .net.
        • jaenakris scrive:
          Re: IE per obbligo, altro per scelta.
          Il reparto IT è composto da esseri umani. Se invii una mail ad i sys admin chiedendo loro di installare un secondo browser, non ti sparano...A seconda delle restrizioni imposte agli utenti, è poi anche possibile usare versioni portable.- Scritto da: Paolo
          - Scritto da: Stracchino

          Hai ragione, e questo dimostra che quando fa

          comodo la gente sa scegliere, quando non da

          comodo la gente è ignorante e si tiene il
          preinstallato.

          In ambito corporate il browser viene scelto dal
          reparto IT, e l'utente non puo' installare quello
          che
          preferisce.
          • Appero scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            si ti sparo.Ho 35k pc da gestire; cosa faccio la customizzazione utente per utente ?
          • panda rossa scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            - Scritto da: jaenakris
            Il reparto IT è composto da esseri umani. Se
            invii una mail ad i sys admin chiedendo loro di
            installare un secondo browser, non ti
            sparano...A meno che la scelta aziendale non sia quella di installare FF e tu richieda espressamente IE.
        • Lanf scrive:
          Re: IE per obbligo, altro per scelta.
          Nel mio piccolo, io (IT) installo a tutti Firefox e adesso sto iniziando ad installare anche Chrome.Internet Explorer è una triste necessità perché i siti di alcuni produttori di automobili funzionano solo con IE.
      • smilzoboboz scrive:
        Re: IE per obbligo, altro per scelta.
        Era da tempo che non controllavo da bravo nerd le stat dei browser, curioso il comportamento degli utenti iexporer vs chrome (e soprattutto palese)Anche se in realtà non so cosa abbia chrome di meglio di firefox. Forse è l'eterno bisogno di saperci dietro un'azienda cattiva che sia MS o bigG.Piuttosto, col 56k lynks non lo batte nessuno (in effetti ci metto meno che con l'ADSL)
        • panda rossa scrive:
          Re: IE per obbligo, altro per scelta.
          - Scritto da: smilzoboboz
          Era da tempo che non controllavo da bravo nerd le
          stat dei browser, curioso il comportamento degli
          utenti iexporer vs chrome (e soprattutto
          palese)

          Anche se in realtà non so cosa abbia chrome di
          meglio di firefox.Di meglio poco, ma e' propinato ovunque, e dovunque ti giri c'e' un "clicca qua per installare chrome".La gente clicca e poi se lo ritrova preinstallato di default.
          • nyko scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            di meglio rispetto a firefox...credo una migliore gestione di flash e me no avidità di memoria, almeno questa è la sensaizone che io sotto ubuntu.ma il punto è che te lo trovi pubblicizzato in mezza internet, lo installi in pochi minuti , e migliora subito tangibilmente l'esperienxza di navigazione. firefox come da buona tradizione open source lo trovi pubblicizzato solo sul tiro di firefox, ha scontato delle versioni pesanti come macigni.ovvio che dopo ave rpassato un periodo spalla a spalla con ie si sia defilato attorno a un 25 % di utilizzo (non malvagio tutto sommato, suppongo che altri software opensource disponibili per windows come thunderbird e openoffice non facciano altrettanto bene)
          • encefalogra mma piatto scrive:
            Re: IE per obbligo, altro per scelta.
            firefox e chrome hanno avuto il pregio di abbattere quella XXXXX di ie... il primo ha iniziato a far capire alla gente che non c'è solo ie, il secondo, grazie alla potenza mediatica di google, gli sta dando la mazzata. e diciamo pure che chrome non ha nulla da invidiare a firefox. adesso speriamo che si riesca pure ad affossare windows e cacciare ms nel dimenticatoio.
    • uno nessuno scrive:
      Re: IE per obbligo, altro per scelta.
      - Scritto da: attonito
      questo dimostrerebbe che quando la gente e'
      obbligata usa quello che gli giene imposto (IE)
      mentre quando puo' decidere liberamente, sceglie
      altro (crome, ff, opera,
      etc)In molti uffici Chrome o Firefox sono preinstallati, e sarebbe interessante vedere cosa usano a casa i dipendenti di quelle società.Poi sarebbe interessante sapere se il browser che usano a casa l'hanno scelto liberamente, o se invece era preinstallato o è stato installato da un amico nerd. Infine bisognerebbe sapere se chi usa un certo browser sa che ne esistono altri e, se sì, se ne ha mai provato un altro.
    • non so niente ma parlo scrive:
      Re: IE per obbligo, altro per scelta.
      - Scritto da: attonito
      questo dimostrerebbe che quando la gente e'
      obbligata usa quello che gli giene imposto (IE)
      mentre quando puo' decidere liberamente, sceglie
      altro (crome, ff, opera,
      etc)io però mi chiederei come mai, no?e al lavoro viene usato è perché tutto ciò che non sta COMODAMENTE nel controllo dell'IT , che non è gestibile, che non dialoga con l'esistente... è fatto ignorando tutto questo.Se avessimo un set standard di opzioni tipiche, sia macro, sia granulare al massimo (che includa il controllo del comportamento dei plugin), che TUTTI i browser su tutti i sistemi operativi maggiormente installati seguissero tassativamente, dando quindi certezza assoluta a chi gestisce, forse sarebbe differente. E magari non con aggiornamenti modaioli il cui impatto sia inaspettato ogni dieci minuti.Ci sarà sciuramente anche carenza di competenza, ma... in TUTTO IL MONDO?
    • francoecicc io scrive:
      Re: IE per obbligo, altro per scelta.
      - Scritto da: attonito
      questo dimostrerebbe che quando la gente e'
      obbligata usa quello che gli giene imposto (IE)
      mentre quando puo' decidere liberamente, sceglie
      altro (crome, ff, opera,
      etc)Dimentichi che Chrome ti viene "offerto" e, molte volte, "installato" di nascosto con praticamente qualsiasi software scarichi di Internet.Non ci avevi fatto caso?
  • collione scrive:
    occhio
    http://www.tomshw.it/cont/news/chrome-sorpassa-internet-explorer-ieri-la-data-storica/36474/1.htmlnon si è posizionato primo solo nel bric, ma in tutto il mondonel bric, invece, è costantemente primo da lungo tempoil fatto che sia sucXXXXX domenica, indica ovviamente che chrome è maggiormente usato in casa piuttosto che in azienda ma questo lo sapevamo già ed è ovvio, visti tempi lunghi di upgrade delle aziende e il fatto che molte sono costrette ad usare ie, pena l'impossibilità di usare alcuni servizi web interni
    • non so niente ma parlo scrive:
      Re: occhio
      - Scritto da: collione...
      ma questo lo sapevamo già ed è ovvio, visti tempi
      lunghi di upgrade delle aziende e il fatto che
      molte sono costrette ad usare ie, pena
      l'impossibilità di usare alcuni servizi web
      internitipo?io comunque punto più sul non rispetto delle GPO e dei diritti amministrativi
    • Trollone scrive:
      Re: occhio
      Magari la statistica è falsata dalla nuova funzione di PRE-Rendering.Quella che ti carica le pagine più visitate ancora prima che tu realmente le visiti?
Chiudi i commenti