Londra contro il bullismo online

Il governo britannico si mobilita contro i casi di bullismo telematico, sempre più numerosi. Le scuole riceveranno manuali e linee guida per la prevenzione di episodi spiacevoli

Londra – Ingiurie via e-mail? Commenti diffamatori sul blog? La Anti Bullying Alliance , un’organizzazione per la protezione dei minori, ha varato un insieme di linee guida per prevenire il fenomeno del bullismo telematico , un fenomeno che colpisce in particolar modo gli studenti.

L’iniziativa gode del patrocinio del governo di Londra e secondo il ministro dell’educazione Jim Knight verranno coinvolte anche molte aziende tecnologiche per identificare immediatamente i casi di molestie via cellulare , messaggistica istantanea e forum online.

“Nessun bambino deve rimanere vittima dei bulli”, ha detto Knight, “nella vita reale così come nello spazio digitale”. Gli insegnanti e le famiglie dei giovani in età adolescenziale avranno a disposizione un libro contenente indicazioni su come salvaguardare la privacy online , misure considerate la via migliore per combattere prevaricazioni e soprusi.

Da uno studio condotto dai membri dell’Alliance, il bullismo online è piuttosto diffuso: un giovane su cinque è vittima di assalti alla propria persona, condotti attraverso blog, forum di discussione, email e messaggi SMS. “Il problema di questa forma di bullismo”, ha dichiarato Knight alla BBC , “è che segue i ragazzi direttamente nella loro sfera privata”.

Sono soprattutto le ragazze ad essere bersagliate da attacchi verbali sui servizi di messaggistica istantanea come MSN ed attraverso email offensive di carattere sessuale oppure razzista. Nonostante la grande prevalenza di vittime di sesso femminile, il bullismo telematico colpisce tutti, compresi gli adulti , soprattutto se appartenenti al mondo dell’istruzione pubblica.

Chris Keates, responsabile dell’Alliance, ha riferito che “negli ultimi due anni ci sono stati casi di insegnanti che sono stati presi di mira e ridicolizzati sul Web: il bullismo, anche quando colpisce gli adulti, può essere estremamente debilitante e causare gravi danni esistenziali e professionali alle persone coinvolte”.

Le scuole sul territorio britannico hanno adesso l’ obbligo di esercitare maggiori controlli sulle attività online dei singoli studenti, che spesso entrano in contatto con Internet durante i corsi scolastici di informatica. “È essenziale che studenti e famiglie imparino ad utilizzare le tecnologie in modo sicuro”, ha aggiunto Knight, “perché altrimenti rischiano di sprofondare in un vortice di problemi”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    pochi bit??
    "si possono neutralizzare solo perché utilizzano tecnologie crittografiche a 330 o 660 bit"più che per i bit penso che sia per l'algoritmo utilizzato visto che 330 bit non sono pochi :p
  • Anonimo scrive:
    quando è troppo tardi..
    ma una copia di backup l'avete fatta? no?e allora... ma cosa aspettate!!! mettetevi nelle mani di ladroni che conoscono la chiave per sbloccare il tutto! la negligenza porta solo a cattivi frutti, ma molti non hanno ancora capito.
  • Anonimo scrive:
    Embargo.
    Propongo di autoinstallarsi a vicenda a caso, per scagionarsi, un bel trojan ad hoc che sfrutti i momenti di ozio del PC per lanciare un DDoS di massa contro tutti i siti russi.
  • Anonimo scrive:
    Il malware si chiama Vista ?
    Come da aggetto, non appena attiveranno tutti i bei chippettini fritz che stanno ficcando sulle nuove schede madri che vendono.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il malware si chiama Vista ?
      Si mettono chip dappertutto ma ad accenderli e a cominciare ad usarli a livello del software aspettano che si completi il ricambio dell' hardware attuale con hardware palladium ...Ossia zittizitti non dicono niente e te compri e cambi pezzi poi un bel giorno esce un' aggiornamento di windows che attiva le funzionalita' assopite e ormai ce lo hai in quel posto visto che il vecchio hardware ormai e' in discarica.
  • Anonimo scrive:
    erano anni che non ne vedevo in giro...
    una volta erano molto più diffusi...su "SpaghettiHacker" trovate la storia dei primi...
    • Anonimo scrive:
      Re: erano anni che non ne vedevo in giro
      -
      su "SpaghettiHacker" trovate la storia dei
      primi...Intendi dire il libro?lo lessi anni fa ma non ricordo parlasse inmodo specifico di malware che criptasse per danno o che criptasse a scopo ricatto
      • Anonimo scrive:
        Re: erano anni che non ne vedevo in giro
        - Scritto da:

        -

        su "SpaghettiHacker" trovate la storia dei

        primi...


        Intendi dire il libro?
        lo lessi anni fa ma non ricordo parlasse in
        modo specifico di malware che criptasse per danno
        o che criptasse a scopo ricattosi, il libro...parla di quel tipo che diffuse un dischetto, con un virus dentro, che conteneva delle baggianate sull'africa e l'aids, mi sembra...ti bloccava il pc e ti stampava un cedolino da pagare...il tipo lo beccarono in aereoporto...cmq oggi a pranzo controllo ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: erano anni che non ne vedevo in giro
        ma imparate i termini tecnici zio infido schifoso !CRIPTARE ????????? e' CRITTOGRAFIA non CRIPTOGRAFIA, quindi (anche se non corretto a livello di italiano) e' meglio crittare, mentre e' GIUSTO dire cifrare.Ma cazzo.
        • Anonimo scrive:
          Re: erano anni che non ne vedevo in giro

          e' CRITTOGRAFIA non
          CRIPTOGRAFIA,sono corrette entrambe.
          • Anonimo scrive:
            Re: erano anni che non ne vedevo in giro
            (newbie)- Scritto da:

            e' CRITTOGRAFIA non

            CRIPTOGRAFIA,

            sono corrette entrambe.a dire la verità sarebbe giusto solo CIFRARE, da "cifratura", il resto sono storpiaggini dall'inglese... ma oramai sono diventate di uso comune (aimè :( ) e quindi...cmq ho guardato (velocemente) sul libro, e non l'ho trovato... (newbie)forse non ho guardato bene o forse era su di un altro libro, forse su "Segreti spie & codici cifrati" ma dubito...o forse su qualche vecchia ezine tipo "cryptoribelli" o 2600 p) ... bho...proverò a guardare meglio...
        • Anonimo scrive:
          Cifrare!=criptare
          - Scritto da:
          ma imparate i termini tecnici zio infido schifoso
          !

          CRIPTARE ????????? e' CRITTOGRAFIA non
          CRIPTOGRAFIA, quindi (anche se non corretto a
          livello di italiano) e' meglio crittare, mentre
          e' GIUSTO dire
          cifrare.criptografia esiste ed è una variazione di crittografiahttp://www.demauroparavia.it/29056mentre tra cifrare e criptare i significati sono diversi.criptare significa: "codificare un messaggio o un segnale in modo che sia comprensibile solo se si possiede la chiave per decodificarlo.mentre cifrare" (sempre demauro)mentre cifrare: "tradurre in un codice segreto di segni convenzionali" (demauro)la differenza è la chiave nel cifrare non è nessaria mentre nel criptare si.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cifrare!=criptare
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            ma imparate i termini tecnici zio infido
            schifoso

            !



            CRIPTARE ????????? e' CRITTOGRAFIA non

            CRIPTOGRAFIA, quindi (anche se non corretto a

            livello di italiano) e' meglio crittare, mentre

            e' GIUSTO dire

            cifrare.
            criptografia esiste ed è una variazione di
            crittografia
            http://www.demauroparavia.it/29056

            mentre tra cifrare e criptare i significati sono
            diversi.

            criptare significa: "codificare un messaggio o un
            segnale in modo che sia comprensibile solo se si
            possiede la chiave per
            decodificarlo.
            mentre cifrare" (sempre demauro)

            mentre cifrare: "tradurre in un codice segreto di
            segni convenzionali"
            (demauro)

            la differenza è la chiave nel cifrare non è
            nessaria mentre nel criptare si.
            hummm.... probabilmente è una definizione nuova di questi ultimi 2-3 anni, perchè sono (ero)assolutamente sicuro che "cifrare" fosse l'unico corretto.ma il linguaggio cambia...
  • Madder scrive:
    finalmente...
    ...per modo di direSi torna ai malware che "fanno male" direttamente all'utente. Un po' come quelli che qualche anno fa piallavano gli hard disk.Il PC non sarà solo un po' più lento, oppure un po' più instabile. Perderà proprio le preziose foto scattate durante le vacanze, gli appunti, la contabilità, la corrispondenza, ... perderà oppure sarà necessario sborsare un bel po' di soldi.Ora l'utente, anche quello utonto, sarà costretto a informarsi, a imparare a difendersi, a fare attenzione. Non è questione di linux, *bsd o osx, e nemmeno di firefox, opera o lynx. È solo ora di fare l'upgrade di quello che sta tra la tastiera e la sedia.
    • Anonimo scrive:
      Re: finalmente...
      - Scritto da: Madder
      ...per modo di dire

      Si torna ai malware che "fanno male" direttamente
      all'utente. Un po' come quelli che qualche anno
      fa piallavano gli hard
      disk.
      Il PC non sarà solo un po' più lento, oppure un
      po' più instabile. Perderà proprio le preziose
      foto scattate durante le vacanze, gli appunti, la
      contabilità, la corrispondenza, ... perderà
      oppure sarà necessario sborsare un bel po' di
      soldi.

      Ora l'utente, anche quello utonto, sarà costretto
      a informarsi, a imparare a difendersi, a fare
      attenzione.


      Non è questione di linux, *bsd o osx, e nemmeno
      di firefox, opera o lynx. È solo ora di fare
      l'upgrade di quello che sta tra la tastiera e la
      sedia.

      Tanto finche' navigano come amministratori nulla potra' salvarli, meglio cosi perche in questo modo danno lavoro agli operatori del settore @^
    • Anonimo scrive:
      Re: finalmente...

      Non è questione di linux, *bsd o osx, e nemmeno
      di firefox, opera o lynx. È solo ora di fare
      l'upgrade di quello che sta tra la tastiera e la
      sedia.
      Raga,Nell'articolo si dice che crackare unalgoritmo a 330 o 660 bit e' fattibile omeglio, da come viene detto sembra fattibile in pratica non solo in teoria.Voi che ne pensate? io ho crittato il miohard disk usando un algoritmo serpenta 256 bit in cryptoloop con password presada /dev/urandom e salvata su chiavettausb, volete dirmi che esendo solo 256 bitme la crackate in un tempo ragionevole?io non credo proprio....e poi 330 e 660 bit che quantita' di bit sono?io avevo sempre visto 128 256 512 1024 2048...
      • Anonimo scrive:
        Re: finalmente...
        Criptaggio basato su "frequenze" e non sul solito "valore".
      • Anonimo scrive:
        Re: finalmente...
        - Scritto da:
        Raga,
        Nell'articolo si dice che crackare un
        algoritmo a 330 o 660 bit e' fattibile o
        meglio, da come viene detto sembra fattibile
        in pratica non solo in teoria.
        Voi che ne pensate? io ho crittato il mio
        hard disk usando un algoritmo serpent
        a 256 bit in cryptoloop con password presa
        da /dev/urandom e salvata su chiavetta
        usb, volete dirmi che esendo solo 256 bit
        me la crackate in un tempo ragionevole?
        io non credo proprio....
        e poi 330 e 660 bit che quantita' di bit sono?
        io avevo sempre visto 128 256 512 1024 2048...Ciò che l'articolo non dice è che l'algoritmo di quel malware è RSA. RSA è un algoritmo a chiave pubblica, che richiede chiavi molto più grandi per essere "sicuro"; che RSA debba avere chiavi almeno a 1024 bit per garantire una sicurezza accettabile lo si dice da anni.Serpent è un algoritmo a chiave simmetrica, ed a 256 bit è tuttora ben al di là della portata di qualsiasi computer o rete di computer.256 bit a chiave simmetrica di Serpent o AES equivalgono, se proprio si può fare un paragone del genere, a 4096 bit di RSA.
  • Anonimo scrive:
    I winzombie vanno messi alla gogna!!!
    A morte gli winzombie e le porcherie che sparano in giro!!!!Vogliamo la legge ammazza winzombie!!!!A MORTE I WINZOMBIE!!!!!!! :@ :@ :@ :@ :@ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: I winzombie vanno messi alla gogna!!
      - Scritto da:
      A morte gli winzombie e le porcherie che sparano
      in
      giro!!!!

      Vogliamo la legge ammazza winzombie!!!!

      A MORTE I WINZOMBIE!!!!!!! :@ :@ :@ :@ :@ :@E' un piacere vedere che di tanto in tanto i troll vengono lasciati nella melma che meritano (parla un utente di Linux, intendiamoci).(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
    • Anonimo scrive:
      Problemi col linux sulla lavatrice?
      - Scritto da:
      A morte gli winzombie e le porcherie che sparano
      in
      giro!!!!

      Vogliamo la legge ammazza winzombie!!!!

      A MORTE I WINZOMBIE!!!!!!! :@ :@ :@ :@ :@ :@Sì sì bravo ora puoi tornare nella tua tana a sorbolare un succoso brodo di prugne concentrato sulla sedia a dondolo davanti al tuo bel terminale del frigorifero collegato alla lavatrice che funge da linux server.
    • Anonimo scrive:
      Re: I winzombie vanno messi alla gogna!!!
      ma piantatela con sta guerra da giardinetti!!! non sono solo i winzoz... aggiornatevi !!!Qualsiasi tipo di dato su qualsiasi piattaforma ne è a rischio.
      • Anonimo scrive:
        Re: I winzombie vanno messi alla gogna!!
        -
        Qualsiasi tipo di dato su qualsiasi piattaforma
        ne è a
        rischio.Trovami un solo malware per *nix di queltipo e ti do 5 euro.... trovameneuno di quel tipo e che sia pure riuscito nelsuo intento almeno una volta e te ne do 50(beh non prendermi alla lettera anche se lo trovi non ti pago ma ci siamo capiti)
        • Anonimo scrive:
          Re: I winzombie vanno messi alla gogna!!
          - Scritto da:

          -

          Qualsiasi tipo di dato su qualsiasi piattaforma

          ne è a

          rischio.

          Trovami un solo malware per *nix di quel
          tipo e ti do 5 euro.... trovamene
          uno di quel tipo e che sia pure riuscito nel
          suo intento almeno una volta e te ne do 50
          (beh non prendermi alla lettera anche se lo trovi
          non ti pago ma ci siamo
          capiti)Considerando che il primo worm auto-replicante nacque su piattaforme Unix sfruttando bug in sendmail e altri server... hai perso la scommessa. :)
          • Anonimo scrive:
            Re: I winzombie vanno messi alla gogna!!
            non dargli info, può essere un capetto che spilla info per poi venderle come sue... lascialo nell'ignoranza.
          • Anonimo scrive:
            Re: I winzombie vanno messi alla gogna!!
            - Scritto da:
            non dargli info, può essere un capetto che
            spilla info per poi venderle come sue...
            lascialo nell'ignoranza.Sai che roba, info invalide da anni e anni
          • Anonimo scrive:
            Re: I winzombie vanno messi alla gogna!!
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            non dargli info, può essere un capetto che

            spilla info per poi venderle come sue...

            lascialo nell'ignoranza.

            Sai che roba, info invalide da anni e anniInvalide? Vuol dire che non si possono ripetere?E poi chi ha proposto la "scommessa" non ha detto che la cosa debba verificarsi ora. :D
          • Alessandrox scrive:
            Re: I winzombie vanno messi alla gogna!!
            - Scritto da:
            Considerando che il primo worm auto-replicante
            nacque su piattaforme Unix sfruttando bug in
            sendmail e altri server... hai perso la
            scommessa.
            :)Si ma evidentemente non ha fatto molta strada su UNIX
          • Anonimo scrive:
            Re: I winzombie vanno messi alla gogna!!
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da:


            Considerando che il primo worm auto-replicante

            nacque su piattaforme Unix sfruttando bug in

            sendmail e altri server... hai perso la

            scommessa.

            :)

            Si ma evidentemente non ha fatto molta strada su
            UNIXOh, ne ha fatta di strada invece, il Morris.
        • Anonimo scrive:
          Re: I winzombie vanno messi alla gogna!!
          - Scritto da:

          -

          (beh non prendermi alla lettera anche se lo trovi
          non ti pago ma ci siamo
          capiti)Bello sborone!Potevi basta (non) offrire 5000 e 50000 euro!
Chiudi i commenti