L'SMS osé mal indirizzato non è molestia

La Cassazione assolve un 47enne accusato di aver inviato messaggini molesti ad un minorenne, perché non era il destinatario intenzionale

Roma – Può capitare a chiunque di sbagliare il destinatario di un SMS. Se poi il contenuto è imbarazzante, hard o addirittura molesto, le conseguenze possono essere spiacevoli. Ma non si configura l’ipotesi di reato, così come ha stabilito la Cassazione, che ha scagionato un SMS-molestatore che aveva semplicemente sbagliato numero.

La Suprema Corte ha infatti respinto il ricorso presentato dalla Procura di Genova con cui si chiedeva l’incriminazione – per il reato di molestie – del 47enne Cristoforo O., colpevole secondo l’accusa di aver inviato ad un minorenne “messaggini molesti, uno dei quali a contenuto pornografico, tutti di contenuto omosessuale”.

Nella sentenza 36225 della Prima sezione penale, però, si osserva che gli SMS in questione erano stati inviati ad un numero di cellulare errato, memorizzato per errore nella rubrica del telefonino del signor Crisotoforo O., che la Cassazione ha dunque assolto – confermando la decisione formulata nel giugno 2006 dal Tribunale monocratico di Genova – in quanto la molestia è un reato con “caratterizzazione squisitamente personale a dolo specifico”.

L’assoluzione è dunque stata motivata dalla “mancanza di dolo” inteso come “rappresentazione e volontà del fatto storico realizzato”. I giudici hanno infine ritenuto “discutibile anche l’effettivo carettere molestatorio dei messaggini”, ritenendone il contenuto scherzoso e certamente destinato ad un amico.

La morale di questa vicenda? Fare sempra molta attenzione al contenuto e al destinatario dei messaggini che si spediscono. Perché in questo caso l’SMS molesto, come in altri , non costituiva reato, ma in altre occasioni può esserlo .

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lol scrive:
    Che schifo
    La vodafone ti distrugge le pagine web che visiti. Se devi visualizzare pagine con script, Java ecc. La Vodafone le trasforma in solo testo facnedo sparire tutto rendendole inutilizzabili!CHE SCHIFO
  • marlon_branzo scrive:
    bisogna farli schiattare sti bas***rdi
    con la 3 per gli stessi soldi con naviga 3 si riesce ad usare veramente internet per 50 mb al giorno, come fanno quelli di vodafone a controllare che non usi i programmi voip????comunque firmate e fate firmare a piu' gente che potete la petizione sul wimax , è la nostra unica arma per avere una buona connessione sul cell.......e si potrebbe anche bombardare di mail il ministero delle telecominicazioni
  • Vodafone scrive:
    Questo NON è internet!!!
    Questa gente spaccia per Internet un servizio che NON E' Internet! 9 euro al mese per questa ciofeca sono fin troppi.
  • Miao scrive:
    In campana con Vodafone!!!
    "Vodafone - si legge nei dettagli dell'offerta - si riserva di disattivare la Promozione in caso di uso non conforme a quanto previsto". Infatti Vodafone non ha grande cordialità con il cliente. Ha disattivato migliaia di sim con tariffa Vodafone Revolution ad un sacco di persone che la utilizzavano per autoricaricare usando come pretesto la Carta dei clienti. Ma ho molti amici che ricaricano e con le promozioni verso Vodafone non rispettano ben 3 delle regole della carta. Però Voda li lascia attivi. Che dire: essere clienti Vodafone è una presa in giro per tariffe vincolate e interne all'operatore stesso nonché per leggi applicate solo per propri interessi. Un sacco di amici l'hanno lasciata per tali o simili motivi: come operatore secondo me è truffaldino... soprattutto con le promozioni (nonché più costoso viste le identiche promozioni con gli altri...).Quindi: in campana con Vodafone...
    • mai piu' voda scrive:
      Re: In campana con Vodafone!!!
      Concordo, due secondi di connessione internet e 15 kylobytes scaricati 1,50 euro.Questa e' truffa!
Chiudi i commenti