A Lucerna la prima connessione OTA 5G NR Sub-6 GHz

Qualcomm, Swisscom, Wistron NeWeb Corporation ed Ericsson protagonisti a Lucerna con la prima connessione OTA 5G NR Sub-6 GHz su rete live.

Si procede a passo spedito verso l’era del 5G, come testimoniano i progetti messi in campo nei giorni scorsi anche nel nostro paese. Oggi la notizia di un’iniziativa portata avanti in collaborazione da realtà provenienti da tutto il mondo: la statunitense Qualcomm, l’operatore elvetico Swisscom, la taiwanese WNC (Wistron NeWeb Corporation) specializzata in infrastrutture per le telecomunicazioni e la svedese Ericsson.

Qualcomm, Swisscom, WNC ed Ericsson

Insieme hanno effettuato con successo la prima connessione al mondo di tipo OTA 5G NR sub-6 GHz su rete live. Per farlo è stato impiegato un dispositivo 5G, il primo del suo tipo funzionante in Europa. La demo è andata in scena nel corso dell’evento Dialog Arena organizzato a Lucerna, utilizzando WNC MWH-5, un CPE (Customer Premises Equipment) in grado di accedere alla rete 5G NR (New Radio) in modo conforme a quanto previsto dagli standard 3GPP Rel-15, grazie all’integrazione del modem Snapdragon X50 di Qualcomm. Ericsson ha fornito le componenti hardware e il software per il sistema. Il device dovrebbe essere tra i primi disponibili a livello commerciale sulla rete Swisscom di nuova generazione a partire dalla metà del prossimo anno.

I dispositivi impiegati per la demo

Una partnership globale per il 5G

Nell’occasione è stato mostrato anche il funzionamento di un trasferimento dati sullo stesso network 5G ricorrendo a un prototipo di smartphone basato sulle medesime tecnologie Qualcomm (Snapdragon X50 e sottosistema RF), la stessa piattaforma che sarà alla base dei dispositivi mobile a partire dal 2019. Così Cristiano Amon, numero uno di Qualcomm Incorporated, commenta il risultato ottenuto.

Siamo fieri di avere dato vita oggi, insieme a Swisscom, WNC ed Ericsson, alla prima connessione live 5G. Si tratta, infatti, della prima connessione OTA 5G NR al mondo tra un dispositivo e la rete di un operatore sullo spettro di frequenza da 3.5 GHz. Ciò rappresenta una pietra miliare per il settore mobile in Europa che consentirà agli OEM e agli operatori di offrire reti 5G e dispositivi compatibili nella prima metà del 2019.

Il mercato, anche quello nostrano, si sta preparando ormai da tempo per l’avvento del 5G e dei suoi network che grazie alle performance nel trasferimento dei dati e alle latenze incredibilmente ridotte spalancherà la porta alla nascita di nuovi servizi legati ad ambiti come la IoT, le comunicazioni, l’automotive, la gestione dei Big Data e l’intrattenimento. Queste le parole di Arun Bansal, President e Head of Europe and Latin America di Ericsson.

Una rete 5G ad alte prestazioni è di importanza cruciale per lanciare nuovi servizi. Insieme a Qualcomm e WNC, Ericsson continua a puntare verso la creazione dell’ecosistema 5G, ora sfruttando i device disponibili e con il supporto di Swisscom che ha già ottenuto un successo lanciando il suo network 5G.

Fonte: Qualcomm

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti