Mac: aggiornamento a macOS Sonoma senza autorizzazione

Mac: aggiornamento a macOS Sonoma senza autorizzazione

Alcuni utenti stanno segnalando che i loro Mac sono stati aggiornati automaticamente a macOS Sonoma senza aver dato esplicito consenso.
Mac: aggiornamento a macOS Sonoma senza autorizzazione
Alcuni utenti stanno segnalando che i loro Mac sono stati aggiornati automaticamente a macOS Sonoma senza aver dato esplicito consenso.

Da qualche settimana a questa parte, alcuni utenti in possesso di un Mac stanno ravvisando il verificarsi di una situazione decisamente singolare: il computer effettua automaticamente l’aggiornamento da macOS Ventura a macOS Sonoma senza esplicito permesso, ovvero pur mantenendo l’impostazione degli aggiornamenti automatici disattivata.

Mac: aggiornamento automatico a macOS Sonoma senza permesso

Nella quasi totalità dei casi, pare che gli utenti coinvolti abbiano ricevuto una notifica sul Mac che li avvisava che l’aggiornamento a macOS Sonoma era disponibile, ma pur avendola ignorata e, come anticipato, pur avendo disabilitato l’opzione nelle impostazioni del sistema operativo per effettuare l’aggiornamento automatico, in molti riferiscono che il loro computer ha proceduto comunque con l’update.

Per verificare le impostazioni di aggiornamento del Mac è sufficiente accedere alla sezione Impostazioni di macOS, poi a quella Generali e successivamente a quella Aggiornamento software, fare clic sull’icona (i) accanto alla voce Aggiornamenti automatici e prendere visione della schermata proposta, assicurandosi che gli interruttori delle opzioni corrispondenti si trovino su OFF.

Le notifiche sono cominciate a comparire dal 10 gennaio 2024, ma allo stato attuale delle cose non è chiara la causa del problema. Sicuramente Apple indagherà sulla questione e nei giorni a seguire sarà possibile saperne di più.

Da tenere presente che se lo si desidera è possibile eseguire il downgrade di un Mac a una versione precedente di macOS se è stato creato un backup di Time Machine per quella versione o se è stato impiegato un installer bootable. Prima di eseguire il downgrade, è però bene assicurarsi sempre di aver eseguito il backup dei dati per evitare qualsiasi problema.

Fonte: MacRumors
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 26 gen 2024
Link copiato negli appunti