Mac e PC in amore in uno spot Microsoft

Il big di Redmond lancerà una campagna per dimostrare come Office faccia andare d'amore e d'accordo persino due vecchi nemici come Mac e PC. Servirà a risollevare le vendite di Office v.X?


Redmond (USA) – “Mac e PC non sono mai stati così compatibili”. E’ questo lo slogan adottato da Microsoft per promuovere, attraverso una curiosa campagna pubblicitaria, le vendite della versione Mac di Office. Gli spot, che partiranno questo sabato su alcune delle maggiori riviste americane dedicate alla tecnologia e alla finanza, mostreranno un Mac ed un PC che giocano a scacchi sul bordo di una piscina o che mangiano cibi cinesi guardando un film alla TV.

Il messaggio, che per i fondamentalisti del Mac potrebbe facilmente suonare blasfemo, è molto chiaro: Office, la suite per l’ufficio più diffusa al mondo, può fare da ponte fra il mondo dei Mac e quello dei PC. Microsoft fa leva sul fatto che Office v.X è in grado di importare ed esportare i documenti negli stessi formati utilizzati dalle versioni di Office per PC, permettendo ai due mondi di colloquiare.

I messaggi pubblicitari incoraggeranno gli utenti di Mac a visitare il sito www.officeformac.com e a scaricare una versione di prova della suite.

E’ questo l’ultimo tentativo di Microsoft di spingere sul mercato un prodotto, Office v.X, le cui vendite sono state fino ad oggi piuttosto deludenti rispetto alle previsioni iniziali: Microsoft sostiene infatti di aver venduto 300.000 copie di Office per Mac OS X contro le 750.000 previste. Per tale ragione all’inizio di ottobre il big di Redmond ha annunciato il lancio di una promozione, attesa anche in Europa, che consente di acquistare Office v.X, in abbinamento ad un nuovo Mac, ad un prezzo fortemente scontato.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    IMPRENDITOREEEE...???!!!
    ma possibile che non hai ancora capito che un sistema "anti-copia" non esiste? che produrli costa una marea di soldi e di tempo???? ma possibile che non ti rendi conto che abbassare i prezzi in modo tale che sia "antieconomico per l'utente" fare copia di un cd o dvd vale piu' di un super sistema anticopia???ma se il signore degli anelli me lo metti a 6 euro invece che a 24 pensi che mi convenga comprarlo o spendere una cifra in corrente elettrica, tempo e connessione internet x scaricarlo, costo del cd, ammortamento costo del masterizzatore ecc? e tu imprenditore non ci guadagni lo stesso, pensando a i soldi risparmiati in sistemi cazzabubboli, a tutti i supporti in piu' che ti comprano quelli che adesso ti fottono???? guadagni di piu' se 1 ti compra il dvd da 24 euro e 10 te lo fottono o se 10 ti comprano il dvd da 6 euro e nessuno ti fotte?pensaci...
  • Anonimo scrive:
    in futuro non servirà lo screening
    il cinema digitale (almeno per come vorrebbe la Sony) verrà trasmesso interamente via satellite, a questo punto, lo screening non servirà più, basterà intercettare le comunicazioni satellitari, decrittarle, e ricodificarle in qualche algoritmo pc-friendly.chi se ne frega dello screening, io gli hackaro il segnale direttamente :-)))
    • Anonimo scrive:
      Re: in futuro non servirà lo screening
      E vengono fuori quei DivX di merda che li guardi e non capisci se è via col vento o conan il barbaro :DIo ho visto The Core e non ho capito un cazzo della trama era come vederlo dopo essersi fumato un prato di marijuana. Tutto sfuocato, tutto spixelato, l'audio inascoltabile.Ho capito solo che era un film del cazzo e che non avrei cmq speso 7,5 euro per vederlo pero' l'ho visto veramente da schifo.Per non parlare dell'acchiappasogni che ho visto in giro appena è uscito al cinema. In pratica erano 4 pixel x 4 e non si capiva davvero nulla. Ora pero' è uscita la versione simil-DVD che si vede bene.Ovviamente l'ho cancellata dal mio HD prima di vederla ;)
  • Anonimo scrive:
    della serie: un amico di mio cuggino gli ha detto.
    altro giro altra corsa....
  • Anonimo scrive:
    Un giorno....
    Un giorno avremo un dispositivo in cui integreranno le funzionalità di televisione, videoregistratore, pc, telefono ecc... Così pagheremo per vedere programmi tv, rivedere vecchie trasmissioni, faremo video conferenza, pagheremo per avere la potenza di quel processore, avere quella risoluzione video, quell'effetto surround. Allora forse riusciranno a debellare la pirateria, FORSE.... Ma fino ad allora....
  • Anonimo scrive:
    Work around
    Basterà registrare un film con una vecchia camera Super8 (a pellicola) e riversare il tutto in digitale
    • Anonimo scrive:
      Re: Work around
      - Scritto da: no1

      Basterà registrare un film con una vecchia
      camera Super8 (a pellicola) e riversare il
      tutto in digitaSuper 8? E dove la trovi!.......al museo delle sienze forse?E poi se anche fosse sai quanto ti costerebbe un fulm?Pensa che mio padre, da sempre grande appassionato di foto e cine spendeva, ai bei tempi del Super8 circa 30.000 lire (trentamila) per sviluppare 4-5 minuti di pellicola!
      • Anonimo scrive:
        Re: Work around
        - Scritto da: luckyman
        - Scritto da: no1



        Basterà registrare un film con una vecchia

        camera Super8 (a pellicola) e riversare il

        tutto in digita

        Super 8? E dove la trovi!.......al museo
        delle sienze forse?No no si trova ancora... costa tanto ma si trova...certo è irrealistico utilizzarla per questo scopo.Oggi fra l'altro è possibile girare in negativo che era impossibile ai tempi d'oro. Sono uscite nuove emulsioni e molte altre sono scomparse invece (sigh ). E diventato impossibile invece girare in sonoro, per cui resta solo la possibilità di prendere il sonoro a parte e magari pistare e sonorizzare il fim successivamente.Comunque nonostante i disaggi i costi la difficolta di reperimento e i limiti il super8 resta qualitativamente superiore a qualsiasi formato video amatoriale (anche a quelli pro in realtà) compresi mini dv e hi8.
        E poi se anche fosse sai quanto ti
        costerebbe un fulm?

        Pensa che mio padre, da sempre grande
        appassionato di foto e cine spendeva, ai bei
        tempi del Super8 circa 30.000 lire
        (trentamila) per sviluppare 4-5 minuti di
        pellicola!Beh un caricatore di kodakrhome 40 (la pellicola super8 più diffusa è più facilmente reperibile) da 50 metri con sviluppo incluso nel prezzo costa ancora quella cifra circa.Purtroppo dura anche meno di quello che dici tu... a 24 fotogrammi al secondo circa 3 minuti qualcosa di più a 18 fotogrammi al secondo.
  • Anonimo scrive:
    a che pro?
    spendere dei soldi in un progetto per evitare un tipo di pirateria che si limita da sola a causa della pessima qualita` audio/ video delle copie?
    • Anonimo scrive:
      Re: a che pro?
      hai perfettamente ragione, ma probabilmente gli americani temono di piu' chi gli fa screener di film attualmente nelle sale, magari in divx/vcd a qualita' schifida piuttosto che quelli che rippano i dvd (o li copiano addirittura su DVD-R) a qualita' buona/ottima.d'altra parte quanta gente si esalta per "aver appena scaricato il film XYZ da internet quando lo proiettano adesso al cinema?"che poi la qualita' sia peggio di una VHS, questo per loro non conta...
    • Anonimo scrive:
      Re: a che pro?
      - Scritto da: MAx
      spendere dei soldi in un progetto per
      evitare un tipo di pirateria che si limita
      da sola a causa della pessima qualita`
      audio/ video delle copie?comunque girano ottimi screener, fatti un giro in rete se non ci credi e rimarrai stupito.Ormai lo screening è un fenonmeno di massa, e ha un grande vantaggio, porta in europa film anche 6 mesi in anticipo.ciaociao
      • Anonimo scrive:
        Re: a che pro?

        comunque girano ottimi screener, fatti un
        giro in rete se non ci credi e rimarrai
        stupito.be' a parte il fatto che ogni tanto - se ti va bene - c'e' qualche "taglio" se ti va male c'e' il corpazzone in ombra di qualche spettatore che va in bagno a pisciare...

        Ormai lo screening è un fenonmeno di massa,
        e ha un grande vantaggio, porta in europa
        film anche 6 mesi in anticipo.
        si peccato pero' che poi non ci si capisca una sega di quello che dicono: sai qui mica siamo tutti poliglotta come te...'somma se si deve rippare cerchiamo di farlo come si deve, ok?
    • Anonimo scrive:
      Re: a che pro?
      Infatti è quello che mi chiedo anche io.In un futuro in cui le uscite cinematografiche dovranno avvenire nello stesso giorno in tutto il mondo, e magari in contemporanea con il lancio del DVD in vendita e noleggio... a che serve questo esercizio di tecnologia antifrode?Abbassare prezzi dei media e del cinema no, eh?LV- Scritto da: MAx
      spendere dei soldi in un progetto per
      evitare un tipo di pirateria che si limita
      da sola a causa della pessima qualita`
      audio/ video delle copie?
  • Anonimo scrive:
    Non DivX
    Se non ricordo male, il flop schifido di quella sorta di dvd iperprotetto non si scriveva DivX ma DIVX (notare le maiuscole)...Difatti la distinzione del DivX che ormai conosciamo rispetto a quell'orrido formato era, oltre all'emoticon ;-), la D e la X maiuscole.Saluti
  • Anonimo scrive:
    poi uscira' la cam ke correggera' le distorsioni..
    e io pago
Chiudi i commenti