Marchi, domini e concorrenza sleale

di Manuel M. Buccarella (Newglobal.it) - Come si arriva al fatto, talvolta dato per scontato, secondo cui vi è una diretta corrispondenza tra marchio e diritto al dominio Internet?


Roma – I tribunali italiani si occupano sempre più frequentemente di controversie in tema di nomi a dominio. La maggior parte delle dispute si svolge tra titolari di marchi registrati, spesso di grande notorietà, e persone o ditte meno note che più tempestivamente provvedono alla registrazione del nome a dominio corrispondente al celebre marchio. Da qui la disputa e le ovvie accuse che le major di turno indirizzano ai celebri sconosciuti, rei di cyber squatting, domain grabbing etc. etc. I legali delle major contestano, in attesa di espresse disposizioni di legge che disciplinino sistematicamente e definitivamente la natura giuridica dei nomi a dominio, la violazione delle norme poste a tutela dei marchi registrati o comunque dei segni distintivi dell’impresa, oltre che la violazione delle norme in tema di concorrenza sleale.

Non è intenzione dello scrivente soffermarsi in questa sede sulla oramai storica querelle sulla natura giuridica del nome a dominio (semplice indirizzo o segno distintivo dell’impresa nel cyberspazio???), già affrontato nell’articolo “Nomi a dominio e patronimici” (pubblicato su Ciberspazio e Diritto 2004, vol. 5, n. 2,pp. 107 – 114), quanto piuttosto sulla sussistenza degli estremi della concorrenza sleale nell’opera di chi provvede alla registrazione di un nome a dominio corrispondente all’altrui marchio.

Alcune recenti pronunce su concorrenza sleale ed internet
La registrazione su Internet come nome a dominio di un marchio protetto e l’uso di quest’ultimo all’interno di “meta tags” o di pagine “web” da parte del non titolare per uno scopo commerciale e promozionale integrano una condotta illecita che rientra nella concorrenza sleale, di cui il “provider” deve rispondere come corresponsabile, qualora esista già la conoscenza dell’abuso ed il “provider” stesso non intervenga per eliminarlo (Tribunale Napoli, 28 dicembre 2001, in Dir. informatica 2002, 94 nota (SAMMARCO)).

L’utilizzazione di un sito Internet con una denominazione uguale a quella di un imprenditore concorrente è un atto di concorrenza sleale per confusione (Tribunale Roma, 23 agosto 2000, in Gius 2000, 2646, Giur. romana 2000, 348). Sussiste ipotesi di concorrenza sleale tra un produttore ed un distributore del medesimo tipo di prodotto, ove l’uno registri e utilizzi su Internet il “dominio” corrispondente al nome dell’altro, ingenerando nei consumatori l’impressione dell’esistenza di uno stretto collegamento, in realtà insussistente (Tribunale Crema, 28 luglio 2000, in Giur. Merito 2002, 47).
Configura un atto di concorrenza sleale, ai sensi della legge a tutela dei marchi, l’appropriazione di un sito internet con un nome di dominio uguale a quello di un’altra ditta concorrente che svolge la propria attività in un medesimo settore merceologico contiguo ma distinto. Inoltre, il fatto di chiedere all’autorità statunitense competente la registrazione del sito internet e il relativo collegamento, attraverso la rete telematica, non vale a far devolvere la giurisdizione su un illecito di concorrenza sleale al giudice americano, se le imprese interessate hanno sede in Italia e i presunti comportamenti sono stati posti in essere nel territorio italiano (Tribunale Lecco, 31 maggio 2000, in Giust. civ. 2001, I,1101 nota (SEBASTIO), Gius 2001, 247).

Il concetto di concorrenza sleale come enucleato dalla giurisprudenza e dalla dottrina
Come rilevato dalla Suprema Corte (Cass. Civ., sez. I, 4 luglio 1985, n. 4029, in Giur. it., 1986, I, 1, 1702), la “nozione di concorrenza sleale, contenuta nella norma di cui all’art. 2598 c.c., deve essere desunta dalla ratio della norma stessa che impone alle imprese operanti nel mercato, regole di correttezza e di lealtà, in modo che nessuna si possa avvantaggiare nella diffusione e collocazione dei propri prodotti o servizi, con l’adozione di metodi contrari all’etica delle relazioni commerciali. Ne consegue che si trovano in situazione di concorrenza tutte le imprese i cui prodotti e servizi concernano la stessa categoria di consumatori e che operano quindi in una qualsiasi delle fasi della produzione o del commercio destinata a sfociare nella collocazione sul mercato di tali beni”.

Secondo un orientamento giurisprudenziale (Cass. Civ., 14 dicembre 1973, in Mass. Foro It., 1973, n. 3400; Cass. Civ.,17 maggio 1966, in Giur. It., 1966, I, I, 1086; Cass. Civ., 21 febbraio 1958, in Foro It., 1958, I, I, 1284; Cass. Civ., sez. I, 21 ottobre 1988, n. 5716, in Foro It., 1989, I, 764; Cass. Civ., sez. I, 21 ottobre 1988, n. 5716, in Foro. It., 1989, I, 764; Trib. Udine, 23 febbraio 1998, in Resp. Civ. e prev., 1998, 1500; Corte d’Appello di Bologna, 20 aprile 1996, in Giur. It., 1997, I, 2,27; Pretura di Verona, 13 novembre 1991, in Foro It., 1992, I, 2863; Tribunale di Macerata, 25 maggio 1985, in Informazione previd., 1986, 738; Tribunale di Agrigento, 27 dicembre 2000, in Riv. Dir. ind., 2001, II, 480; Tribunale di Napoli, 10 febbraio 2000, in Dir. industriale, 2000, 348; Tribunale di Udine, 23 febbraio 1998, in Resp. Civ. e prev., 1998, 1500; Corte d’Appello di Milano, 16 gennaio 1998, in Giur. annotata dir. ind., 1999, 287; Tribunale di Torino, 15 maggio 1995, in Dir. industriale, 1996, 379; Tribunale di Livorno, 27 settembre 1993, in Riv. Dir. ind., 1996, II, 341; Tribunale di Bari, 15 luglio 1993, in Riv. dir. comm., 1994, II, 87) e dottrinale (AULETTA, MANGINI, Della disciplina della concorrenza, in Commentario del codice civile, (a cura di) SCIALOJA, BRANCA, Zanichelli, 1987, 216; SGROI, Nuova rassegna di giurisprudenza sul codice civile, Giuffrè, 1998, 991; G. GHIDINI, Della concorrenza sleale (artt. 2598-2601), in Il codice civile, Commentario, (a cura di) SCHLESINGER, Giuffrè, 1991, 53 e ss.) consolidati l’applicabilità della disciplina della concorrenza sleale richiede, poi, la sussistenza di due fondamentali presupposti soggettivi, quali:
– la qualità di imprenditore del soggetto attivo e passivo dell’atto;
– l’esistenza tra essi di un rapporto di concorrenza economica.

A fronte, dunque, della consapevolezza che si può configurare la fattispecie della concorrenza sleale solamente quando l’atto denunciato sia soggettivamente qualificato, occorre, altresì, focalizzare l’attenzione sul secondo dei presupposti soggettivi enunciati, ovvero sulla necessità che i due soggetti del rapporto di concorrenza sleale svolgano attività qualificabili come “affini”, tali da poter ravvisare la sussistenza di un rapporto di concorrenza economica tra gli stessi.

Quest’ultimo presupposto viene solitamente posto in relazione con il diffuso convincimento secondo il quale il danno concorrenziale si concreterebbe, di regola, in uno sviamento della clientela, configurabile esclusivamente in presenza di una comunanza, effettiva o quantomeno potenziale, di clientela e, pertanto, di un’effettiva o potenziale relazione concorrenziale fra i soggetti interessati e coinvolti.

Conclusioni
Alcune delle citate pronunce giurisprudenziali in tema di nomi a dominio e concorrenza sleale hanno riconosciuto la sussistenza dell’illecito concorrenziale per la semplice appropriazione dell’altrui marchio, indipendentemente poi dalla sussistenza dei requisiti che, per elaborazione giurisprudenziale e dottrinale consolidate, debbono sussistere per il riconoscimento di un’effettiva concorrenza sleale.
È mia opinione, invece, che la registrazione di un nome a dominio identico ad altrui segno distintivo non integri di per sè solo gli estremi della concorrenza sleale.

Manuel M. Buccarella
vicepresidente di NewGlobal.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Contributo PC per famiglie
    Nessuno evidenzia che per godere del beneficio, il reddito di riferimento è quello del 2002. Perchè? Sono interessata per il 2004. Non posso acverlo? Grazie. DORA
  • Anonimo scrive:
    Domandone ...
    Ciao a tutti !Una domanda, ma l' incentivo vale per "qualsiasi" computer ?Mi spiego, la configurazione/marca/modello/S.O. installato influiscono sul contibuto ?Ed ora dico la mia, io quei soldi li avrei spesi per incentivare l' ISTRUZIONE all' uso del computer nelle scuole .... ma tant' e' ...
  • Anonimo scrive:
    vai... vai... con o senza internet
    ma vai... Stanca ma ci devi proprio andareguarda ti ci mandiamo tutti :D
  • Elwood_ scrive:
    Signor Ministro.
    Caro Signor Ministro BASTA!Ma basta veramente.Basta, con queste "belle idee", Il suo entourage dovrebbe farla finita con queste inutili promozioni, Tornando da Milano sull'Eurostar c'erano piu' laptop a momenti che persone.Ma non capisce il Signor Ministro, che questo paese sta diventando il Carrefour per Microsoft?Cominci a spendere i soldi per la RICERCA Tecnologica.Cominici a incentivare le aziende che fanno ricerca.Ne parlavo in questi giorni con un autorevole personaggio, dell'informatica europea.Ha ripetuto anche a me a chiare lettere, il modo per produrre a livello europeo una effettiva concorrenza oltreoceano e quello di organizzare una struttura europea di strutture aziendali piccole e medie correlate tra di loro, in soldoni una OSF europea come accadde per la vecchia DEC, usando tecnologie Opensource e tutti legati per un livello di ricerca comune.Il Discorso a me e' parso oltre che fattibile piu' che giusto.Cominciamo in italia a creare ricerca anche con i suoi incentivi che saranno pochi ma se usati bene renderanno in breve tempo. Dia la possibilita' a piccole aziende che vogliano sviluppare e fare ricerca di farlo.Ma so' che e' duro di comprendonio, come la sua Collega la Moratti, che grazie alle sue belle idee ha fatto incavolare come una iena qualche facolta' di Ingegneria, che ha bloccato la didattica per protesta.A che serve far comperare alle famiglie un computer, perche' il figlio ci giochi a Doom 3 o all'ultima versione di FIFA?Si continua imperterriti in una strada ottusa e senza via di uscite.Cominciamo a fare ricerca e diamo la possibilita' alle piccole aziende e ai piccoli gruppi con seri propositi ad aiutarli.Non conosce i nomi Signor Ministro?Gli faccio avere una nutrita lista, ma so caro signor ministro che a lei non interessa.E i Soldi caro Signor Ministro Stanca usiamoli per aumentare la spinta della ricerca.Senza ricerca e continuando a far comperare computers alla gente non si risolve nulla, ma credo che lei gia' lo sappia.Italia: un Carrefour Tecnologico all'aperto.Stancamente Elwood==================================Modificato dall'autore il 26/09/2004 1.06.47
    • gian_d scrive:
      Re: Signor Ministro.
      Sottoscrivo al 100%
    • Anonimo scrive:
      Re: Signor Ministro.
      - Scritto da: Elwood_
      Cominci a spendere i soldi per la RICERCA
      Tecnologica.
      Cominici a incentivare le aziende che fanno
      ricerca.Sottoscrivo.
      Cominciamo in italia a creare ricerca anche
      con i suoi incentivi che saranno pochi ma se
      usati bene renderanno in breve tempo. Dia la
      possibilita' a piccole aziende che vogliano
      sviluppare e fare ricerca di farlo.Ecco, su questo ho un dubbio: e se le piccole aziende non volessero o non potessero svilupparsi economicamente nel campo del software? C'e` una certa superficialita` in giro, e fra programmi per fare pronostici al lotto, gestionali di dubbia utilita` (data la presenza di Excel) ed enciclopedie multimediali, non saprei dove si potrebbe arrivare, CON o senza incentivi. Fossi io al governo, certo aumenterei la quota del PIL dedicata alla ricerca ma... devo ammettere che non saprei come risolvere il problema della stagnazione del settore informatica. Puo` non essere interamente colpa del governo: e` che in soldoni non ci sappiamo fare, mi sa.
      A che serve far comperare alle famiglie un
      computer, perche' il figlio ci giochi a Doom
      3 o all'ultima versione di FIFA?Appunto.A questo punto per rilanciare l'economia del settore, perche` non si sviluppano giochi tecnicamente competitivi con Doom 3 et similia?Qualcuno, in Italia, ha mai tirato fuori roba del genere? Si e` mai buttato decisamente sul mercato ludico? E questo lo chiedo per informazione, non e` un'accusa.[cut]Ma in linea di massima ti do' ragione. Far comprare computers che vengono dall'estero non so come possa aiutare. Almeno li producessimo, dei computers... o producessimo microchips, processori... li produciamo, a proposito?==================================Modificato dall'autore il 26/09/2004 11.02.24Aggiunto il 29/9:vorrei che chi l'ha giudicato con un "uff" motivasse il giudizio, c'e` poco da sbuffare, mi sa.==================================Modificato dall'autore il 28/09/2004 8.34.07
      • Elwood_ scrive:
        Re: Signor Ministro.
        - Scritto da: Alex¸tg

        Ecco, su questo ho un dubbio: e se le
        piccole aziende non volessero o non
        potessero svilupparsi economicamente nel
        campo del software? C'e` una certa
        superficialita` in giro, e fra programmi per
        fare pronostici al lotto, gestionali di
        dubbia utilita` (data la presenza di Excel)
        ed enciclopedie multimediali, non saprei
        dove si potrebbe arrivare, CON o senza
        incentivi. Fossi io al governo, certo
        aumenterei la quota del PIL dedicata alla
        ricerca ma... devo ammettere che non saprei
        come risolvere il problema della stagnazione
        del settore informatica. Puo` non essere
        interamente colpa del governo: e` che in
        soldoni non ci sappiamo fare, mi sa.Beh lo sviluppo dei videogiochi, puo' essere un settore, ma io intendevo, sviluppo di programmi come relazionali cluster, firewall, sistemi operativi (distro linux) con macchinari proprietari e semiconductors.

        A che serve far comperare alle famiglie
        un

        computer, perche' il figlio ci giochi a
        Doom

        3 o all'ultima versione di FIFA?

        Appunto.
        A questo punto per rilanciare l'economia del
        settore, perche` non si sviluppano giochi
        tecnicamente competitivi con Doom 3
        et similia?ma se mancano gruppi in italia come la ID software o la Atari ha senso?
        Qualcuno, in Italia, ha mai tirato fuori
        roba del genere? Si e` mai buttato
        decisamente sul mercato ludico? E questo lo
        chiedo per informazione, non e` un'accusa.no ma qui in ITALIA esistono esclusivamente consulenti, bravi ma consulenti, quand'e che gli italiani cominceranno a essere consulenti di se stessi?
        [cut]
        Ma in linea di massima ti do' ragione. Far
        comprare computers che vengono dall'estero
        non so come possa aiutare. Almeno li
        producessimo, dei computers... o
        producessimo microchips, processori... li
        produciamo, a proposito?NoLa Olivetti e' stato un esempio purtroppo della nostra non competenza in ambito di microcomputers.Faggin sta' alla Intel, se eravamo lungimiranti oggi era alla Olivetti.Ciao Elwood
        • Anonimo scrive:
          Re: Signor Ministro.
          - Scritto da: Elwood_
          Beh lo sviluppo dei videogiochi, puo' essere
          un settore, ma io intendevo, sviluppo di
          programmi come relazionali cluster,
          firewall, sistemi operativi (distro linux)
          con macchinari proprietari e semiconductors. Be', per i database relazionali ci potremmo arrivare, a occhio e croce: dovrebbero essere prettamente basati su algoritmi ben noti che, trattati alla stregua di macchinette preconfezionate, richiedono poco lavoro di meningi o contributi immaginativi non previsti. Con conseguente felicita` dell'editore che sa bene di non affidare i suoi investimenti a roba nuova: e` tutta ben affermata, confermata, funzionante, anche se purtroppo per lui obsoleta e/o presente in svariate altre implementazioni gia` da anni.

          A questo punto per rilanciare
          l'economia del

          settore, perche` non si sviluppano
          giochi

          tecnicamente competitivi con
          Doom 3

          et similia?

          ma se mancano gruppi in italia come la ID
          software o la Atari ha senso?Avrebbe un senso cominciare a darsi fiducia e formare gruppi del genere; ma gli smanettoni e i bare-metal coders sono malvisti. D'altronde, si sa, alla ID software erano tutti dottori, e sono sicuro che il loro codice assembly riusciva in qualche modo a essere addirittura oggettizzato. Perche` senza programmazione a oggetti oggi non si produce nulla di commercialmente significativo... :)Ancora sarcasmo, si, a volte e` piu` forte di me. Ma aggiungo un disclaimer, per onesta`. Quel che dico e suppongo probabilmente non e` la verita` sulla stagnazione del campo videogiochi. Ma potrebbe anche esserlo. Come potrebbe essere che negli US il mercato si sta ingessando in questi anni, mentre in Italia lo abbiamo ingessato in partenza. Ingessato nell'informatica teorica, supponendo di essere arrivati a definire cos'e` l'informatica e a cosa dovrebbe servire, in ogni campo, ben prima di esserci resi conto che quello non e` un traguardo raggiungibile, e che il cervello serve anche a pensare, oltre che ad imparare quel che altri hanno gia` pensato . Addio, sono scaduto nel filosofico...

          Qualcuno, in Italia, ha mai tirato fuori

          roba del genere? Si e` mai buttato

          decisamente sul mercato ludico? E
          questo lo

          chiedo per informazione, non e`
          un'accusa.

          no ma qui in ITALIA esistono esclusivamente
          consulenti, bravi ma consulenti, quand'e che
          gli italiani cominceranno a essere
          consulenti di se stessi?Non posso che sottoscrivere l'amletica domanda.

          [cut]

          Ma in linea di massima ti do' ragione.
          Far

          comprare computers che vengono
          dall'estero

          non so come possa aiutare. Almeno li

          producessimo, dei computers... o

          producessimo microchips, processori...
          li

          produciamo, a proposito?

          No

          La Olivetti e' stato un esempio purtroppo
          della nostra non competenza in ambito di
          microcomputers.
          Faggin sta' alla Intel, se eravamo
          lungimiranti oggi era alla Olivetti.Gia`, oltrettutto anche lui se non ricordo male si stacco` dalla Intel e fondo` la... humm... "Zyxel" si chiamava? La quale poi falli`, comunque e` vero: era un genio, e come tante altre volte, ce lo siamo lasciato scappare. Ma non e` grave, in fin dei conti abbiamo semplicemente scartato l'inventore del primo microprocessore della storia...ps.scusa il ritardo per la risposta, avevo perso di vista il thread.
  • logitech scrive:
    Verso il default
    Come al solito nei forum alcune persone (poche, ma con molto tempo libero a disposizione) cercano in tutti i modi di trovare un modo per criticare qualunque iniziativa, anche quelle buone.La litania è sempre quelle: "Questi soldi potevano essere spesi meglio". Ovviamente è pieno il mondo di gente che non ha un cazzo da fare, se non dare consigli gratis (quelli che è meglio buttare...).Queste critiche non sono un modo per discutere, ma è una vera e propria strategia politica: la strategia del TANTO PEGGIO TANTO MEGLIO.Questa gentaglia sta portando l'Italia dritta verso il default...Ma saranno azzi vostri, io il mio gruzzoletto lo sto già portando in Svizzera!
    • Anonimo scrive:
      Re: Verso il default

      Queste critiche non sono un modo per
      discutere, ma è una vera e propria
      strategia politica: la strategia del TANTO
      PEGGIO TANTO MEGLIO.
      Questa gentaglia sta portando l'Italia
      dritta verso il default...Penso che il default lo rischia questa iniziativa, come ricordo ando' a finire quella precedente, del centrosinistra, un megaflop che avevo subito previsto.Perché all'epoca, se non sbaglio, il contributo era limitato ai PC entro un certo prezzo: questo significava spingere all'acquisto di computers in sostanza già obsoleti all'acquisto. Essendo la cultura informatica dei giovani abbastanza sviluppata, in pochi aderirono.Questa il tetto mi pare non l'abbia ed è aperta fino a settembre 2005: in teoria potrebbe essere più appetibile. Va poi aggiunto che un PC di poco prezzo di oggi fa molte più cose di quelli di soli 2 anni fa. Resta il problema irrisolto del "chi primo arriva": i PC hanno una naturale tendenza al ribasso nel tempo, se per acquistare un PC con lo sconto devo fare le corse, può convenirmi attendere 4 mesi probabilmente i 200 euro vanno giù anche senza contributo e magari ho componenti più evolute.In sostanza, un bel PC a settembre 2005, che sarà chissà come ma certo meglio di oggi, con PCI Express, SerialATA2 ecc. ecc. con questo contributo non lo cucco di certo.Comunque è vero: meglio questa iniziativa (oltretutto indirizzata alla fascia meno ricca, evasione fiscale permettendo) che, ad esempio, quella "idiota" per il decoder digitale (Berlusca, come te le farà pagare care il tuo elettorato tante cose che hai fatto e detto). Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Verso il default
      Ma mi faccia il piacere...Si trasferisca in Svizzera anche lei, col suo gruzzoletto.
  • Anonimo scrive:
    Perché disinformare?
    Leggo nel pezzo:(...)il nuovo contributo si somma a quello già varato per agevolare l'acquisto di notebook da parte dei docenti(...)Orbene: NESSUN contributo verrà erogato per l'acquisto di notebook da parte dei docenti: semplicemente è stata approntata una procedura che permette ai docenti di acquistare SOLO tramite l'elefante Consip fondi di magazzino a prezzi SUPERIORI a quelli di mercato.Dato l'abituale rigore che contraddistingue PI mi sembrava il caso di puntualizzare.
  • Anonimo scrive:
    PC e redditi bassi
    - mamma? che c'è da mangiare?- minestrone virtuale
  • Anonimo scrive:
    COMUNISTI DI MERDA
  • Anonimo scrive:
    Come si fa a vivere con 15,000 euro?
    Non bastano per una persona! Spendo 1,300 euro al mese e vivo con i miei....figuriamoci se avessi famiglia....
    • Anonimo scrive:
      Re: Come si fa a vivere con 15,000 euro?
      - Scritto da: Anonimo
      Non bastano per una persona! Spendo 1,300
      euro al mese e vivo con i
      miei....figuriamoci se avessi famiglia.... Se vivi con i tuoi e spendi al mese quasi 2 milioni e 600 mila delle vecchie lire sarai anche tu un po' spendaccione o no?
  • Anonimo scrive:
    Che splendida idea!
    Il geniale ministro gasparrrri ha ideato il contributo per i decoder a tutto beneficio dei rivenditori, che hanno sbolognato ai gonzi 40 euro di tecnologia scadente al prezzo di 50 euro intascandosi pure il contributo.Ora, su idea del testad.. ministro delle stronzate informatiche, gli stessi onesti rivenditori, tutta gente di cui ci si può fidare intendiamoci, si apprestano a vuotare i magazzini di 150000 catafalchi obsoleti facendoli pagare sempre ai gonzi il prezzo maggiorato di 200/300 euro meno lo sconto di 200 ed intascandosi in più 200 euro di soldi anche miei, per rimediare i quali probabilmente finirò per pagare qualche tiket o sovrattassa del cazzo.E alla fine la loro fetta di regalo la riceveranno anche i provider dei 150000 gonzi bisognosi che avranno 150000 utenti in più collegati coi soliti 56k, felici per essere entrati nel futuro
  • Anonimo scrive:
    15000 euro = fame!
    Milleduecento euro al mese per mantere UNA FAMIGLIA! Ma secondo voi se lo possono comprare un computer, anche acquistando 700 euro al carrefour compreso il monitor? Secondo voi ce li hanno i 500 euro mancanti? Secondo me è solo una campagna pubblicitaria del governo.
    • Anonimo scrive:
      Re: 15000 euro = fame!
      - Scritto da: Anonimo
      Milleduecento euro al mese per mantere UNA
      FAMIGLIA! Ma secondo voi se lo possono
      comprare un computer, anche acquistando 700
      euro al carrefour compreso il monitor?
      Secondo voi ce li hanno i 500 euro mancanti?
      Secondo me è solo una campagna
      pubblicitaria del governo.Che sia la solita propaganda del governo, e` fuori di dubbio.Comunque qui il punto del discorso sono i 15.000 ? di reddito complessivo per tutta la famiglia.Tu dimostra, con buste paga e CUD dei redditi, che fra te e tutti i componenti della tua famiglia, guadagnate complessivamente meno di 15.000 ? e puoi usufruire dello sconto statale. Fossi anche il figlio di Berlusconi.
  • Anonimo scrive:
    Ma a che servono 200 euro se poi...
    Ma a che servono 200 euro se poi i prezzi praticati da negozi convenzionati sono molto elevati che altrove? Magari acquistando da un negozio convenzionato poi si scopre che questo pratica dei prezzi più alti di un negozio non convenzionato, vanificando in parte o in tutto il risparmio. Non solo, ma anche chi non ha diritto ai 200 euro "governativi" può risparmiare in modo semplice: comprando all'estero. Io lo faccio regolarmente, acquistando principalmente da Germania, Usa, Cina. Non parlo solo di PC, ma anche di altre categorie merceologiche (accessori per PC, accessori fotografici, libri, DVD, vestiti, hi-tech in genere) oppure acquistando merci usate (anche in Italia, nonostante il mercato dell'usato non sia ancora ricco come all'estero). Ho perso il conto di quanti soldi ho risparmiato così facendo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma a che servono 200 euro se poi...
      - Scritto da: Anonimo
      Ma a che servono 200 euro se poi i prezzi
      praticati da negozi convenzionati sono molto
      elevati che altrove?Scusa, ma perche' non vai dal tuo negoziante di fiducia e gli dici di "convenzionarsi"? Mica devono fare una gara, devono solo registrarsi sul sito del ministero e presentare la documentazione necessaria (il numero non e' chiuso). Non ci siamo capiti: i negozi non li sceglie il ministro intascandosi la bustarella, vi state confondendo con tangentopoli. :D
  • Anonimo scrive:
    RINGRAZIO TUTTI I PARTECIPANTI AL FORUM
    Vedo nei loro interventi molto buon senso e saggezza.Purtroppo quella che manca a chi ci sta governando.Ma tutto questo mi fa ben sperare in un domani di riscatto, quando si ritornera' a votare chi ci deve aministrare, e ci saranno tante persone che avranno capito cosa si deve fare.
    • Anonimo scrive:
      Re: RINGRAZIO TUTTI I PARTECIPANTI AL FO
      - Scritto da: Anonimo
      Vedo nei loro interventi molto buon senso e
      saggezza.
      Purtroppo quella che manca a chi ci sta
      governando.
      Ma tutto questo mi fa ben sperare in un
      domani di riscatto, quando si ritornera' a
      votare chi ci deve aministrare, e ci saranno
      tante persone che avranno capito cosa si
      deve fare.certo che abbiamo capito cosa fare: votare Forza Nuova, cosi' ci togliamo dai piedi i comunisti statalisti che hanno affossato il paese!
      • Anonimo scrive:
        Re: RINGRAZIO TUTTI I PARTECIPANTI AL FO
        • Anonimo scrive:
          Re: RINGRAZIO TUTTI I PARTECIPANTI AL FO


          el pueblo, unido, jamas sera vencido!

          ...La plazza l'osserva con fare normale
          mentre El Pube sfodera il suo leggendano
          anal-lube ; denuda sua moglie papale papale,
          con l'unguento modera l'attrito del suo
          carrub...

          Mi sa che ho sbagliato canzone...

          Chi se ne frega... tanto il thread sta per
          essere bannato :Ddovrebbero bannare anke te (troll)
          • Anonimo scrive:
            Re: RINGRAZIO TUTTI I PARTECIPANTI AL FO
            Ciao A tutti !

            ...La plazza l'osserva con fare normale[...]

            Chi se ne frega... tanto il thread sta
            per

            essere bannato :D

            dovrebbero bannare anke te (troll)Perche ?A me sembrava l' intervento piu' intelligente di tutto il thread !
          • Anonimo scrive:
            Re: RINGRAZIO TUTTI I PARTECIPANTI AL FO
            - Scritto da: TheGEZ
            Ciao A tutti !



            ...La plazza l'osserva con fare
            normale
            [...]


            Chi se ne frega... tanto il thread
            sta

            per


            essere bannato :D



            dovrebbero bannare anke te (troll)

            Perche ?
            A me sembrava l' intervento piu'
            intelligente di tutto il thread !questo è il colmo.....:(
      • Anonimo scrive:
        Fosse comuni
    • Anonimo scrive:
      Cosa fare in cabina elettorale?
      - Scritto da: Anonimo
      Vedo nei loro interventi molto buon senso e
      saggezza.
      Purtroppo quella che manca a chi ci sta
      governando.
      Ma tutto questo mi fa ben sperare in un
      domani di riscatto, quando si ritornera' a
      votare chi ci deve aministrare, e ci saranno
      tante persone che avranno capito cosa si
      deve fare.Pulirsi il c*lo con la scheda elettorale?
      • CioDu scrive:
        Re: Cosa fare in cabina elettorale?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Vedo nei loro interventi molto buon
        senso e

        saggezza.

        Purtroppo quella che manca a chi ci sta

        governando.

        Ma tutto questo mi fa ben sperare in un

        domani di riscatto, quando si
        ritornera' a

        votare chi ci deve aministrare, e ci
        saranno

        tante persone che avranno capito cosa si

        deve fare.

        Pulirsi il c*lo con la scheda elettorale?ma no, c'è la sinistra che con il DL Urbani ha dimostrato di voler veramente tutelare gli interessi del popolo...
    • Anonimo scrive:
      guarda che se governasse chi vota...
      ci troveremmo tutti sicuramente meglio, purtroppo mi rendo conto che quando vince lopposizione nei confronti di chi era al goveno l'unica cosa che cambia è che chi stava in cucina si siede al tavolo e viceversa, sono decenni da soli incapaci sia nella destra che nella sinistra, mentre il centro spera nella resurrezione della democrazia cristiana, intanto noi stiamo a posto così:s
    • Elwood_ scrive:
      Re: RINGRAZIO TUTTI I PARTECIPANTI AL FORUM
      - Scritto da: Anonimo
      Vedo nei loro interventi molto buon senso e
      saggezza.
      Purtroppo quella che manca a chi ci sta
      governando.
      Ma tutto questo mi fa ben sperare in un
      domani di riscatto, quando si ritornera' a
      votare chi ci deve aministrare, e ci saranno
      tante persone che avranno capito cosa si
      deve fare.mah io mica sarei così tanto ottimista, e forza italiaaaaaaaaaaaaaaaa Vedrai...Diceva Einstein due cose sono infinite l'universo e la stupidita' umana e della prima non sono cosi' sicuro :D
    • Anonimo scrive:
      Re: RINGRAZIO TUTTI I PARTECIPANTI AL FO

      Scritto da: Anonimo
      Vedo nei loro interventi molto buon senso e
      saggezza.
      Purtroppo quella che manca a chi ci sta
      governando.
      Ma tutto questo mi fa ben sperare in un
      domani di riscatto, quando si ritornera' a
      votare chi ci deve aministrare, e ci saranno
      tante persone che avranno capito cosa si deve fare.Vabbè, non esagerare. Guarda, io ho votato quelli di ora, già tappandomi il naso a suo tempo ed ho molta voglia di cambiare. Ma temo che "gli altri" non siano poi tanto diversi, cioè = poltrone.Ti cito un articoletto che ho trovato su l'Espresso.Cossutta e Diliberto, del PDCI, hanno tolto il saluto al loro compagno Marco Rizzo. Perchè? Elezioni europee, collegio del Nord-Est. C'è anche Cossutta, l'accordo è che in Europa dovrà andarci lui. Rizzo prende 10mila preferenze, Cossutta 7000. Rizzo dovrebbe optare per il Parlamento Italiano, invece sceglie l'Europa. Perché? Perché non è sicuro che alle prossime Nazionali gli verrà assegnato un collegio sicuro... Divertente, no? Uomo di parola!
  • Anonimo scrive:
    sono un iperteso
    e dopo 2 visite fiscali, 10 anni fa mi hanno rilasciato l'esenzione per patologia cronica.Fino a 1 anno fa, le medicine per la pressione non mi costavano nulla, ne la ricetta.E potevo usare le medicine che mi aveva dato il cardiologo.Adesso hanno inventato i farmaci generici, se voglio usare le medicine prescritte e che ho sempre usato me le devo pagare, nonostante l'esenzione.Dicono che sono uguali, e fidiamoci.E pago anche un "contributo" alla ricetta ed ai farmaci generici, anche se prescritti per patologia dove ho l'esenzione.Io posso permettrmelo, ma ci sono patologie con farmaci molto piu' costosi, e gente decisamente peggio messa di me.MI FA PIACERE CHE I SOLDI CHE RISPARMIANO SULLA ASSISTENZA SANITARIA SIANO COSI' BEN IMPIEGATI.
  • Anonimo scrive:
    Abbiamo i malati
    cronici che non hanno le medicine gratis e ci mettiamo da dare gli incentivi per i pc, per i decoder, e tante cose che pur essendo valide non sono di importanza vitale come questo.Siamo ancora ricchi !
  • Anonimo scrive:
    beati gli ultimi
    se gli dicono di essere fuori dagli incentivi...la mia è una curiosità, non avendo mai "partecipato" ai vari incentivi (digitale terrestere, adsl etc...)come funziona la cosa?io vado in uno dei negozi abilitati e dico "buongiorno, vorrei un PC con l'incentivo" "lei ha il reddito che rientra negli sconti?""si" faccio io, e siccome il negoziante non è un pubblico ufficiale non può pretendere ne dichiarazioni ne documentie poi? come faccio a sapere che sono nei primi 150mila? intanto compro poi si vedrà?oppure i negozi convenzionati sono collegati ad un database in tempo reale che gli dice che ne sono stati erogati 127.412 e quindi ce ne sono ancora?e se gli dice 149.999 e io lo compro e contemporaneamente uno a Taranto lo compra anche lui? chi è il 150.000?e se io lo pago con lo sconto, ma ho barato con la dichiarazione di povertà, poi si controlla, allora il 150.001 esimo adesso ha diritto allo sconto. che si fa, gli si sconta l' ICI ?oppure gli si danno dei buoni da spendere ai supermercati Standa???
    • Anonimo scrive:
      Re: beati gli ultimi
      Basta informarsi un po' (sul sito del ministero e' scritto tutto). I rivenditori hanno accesso ad una loro area riservata dove inseriscono i dati dell'acquirente (devi presentare il tuo codice fiscale), e quindi la risposta alla tua domanda e': si, esiste un database aggiornato. Da questa stessa area e' semplicissimo controllare se si e' raggiunto il numero previsto.Ammesso che tale sito web sia "programmato" coi piedi (non ci vuole certo un genio per metterne su uno funzionante) alla fine potrebbero anche esserci 150.010 computer venduti.. ma questo poca importa (sarebbero 2000 euro in piu' su 30milioni stanziati... quindi kissene.).
    • Anonimo scrive:
      Re: beati gli ultimi
      - Scritto da: ishitawa
      se gli dicono di essere fuori dagli
      incentivi...

      la mia è una curiosità, non
      avendo mai "partecipato" ai vari incentivi
      (digitale terrestere, adsl etc...)
      come funziona la cosa?
      io vado in uno dei negozi abilitati e dico
      "buongiorno, vorrei un PC con l'incentivo"
      "lei ha il reddito che rientra negli sconti?"
      "si" faccio io, e siccome il negoziante non
      è un pubblico ufficiale non
      può pretendere ne dichiarazioni ne
      documenti
      e poi?
      come faccio a sapere che sono nei primi
      150mila?
      intanto compro poi si vedrà?
      oppure i negozi convenzionati sono collegati
      ad un database in tempo reale che gli dice
      che ne sono stati erogati 127.412 e quindi
      ce ne sono ancora?
      e se gli dice 149.999 e io lo compro e
      contemporaneamente uno a Taranto lo compra
      anche lui? chi è il 150.000?

      e se io lo pago con lo sconto, ma ho barato
      con la dichiarazione di povertà, poi
      si controlla, allora il 150.001 esimo adesso
      ha diritto allo sconto. che si fa, gli si
      sconta l' ICI ?

      oppure gli si danno dei buoni da spendere ai
      supermercati Standa???
      Sono totalmente d'accordo...anche sulla StandaSei forte
  • carobeppe scrive:
    Strano che il governo...
    ... si occupi delle fasce meno abbienti... che silvio abbia acquistato qualche mega catena di distribuzione di prodotto informatici?
    • Anonimo scrive:
      Re: Strano che il governo...
      - Scritto da: carobeppe
      ... si occupi delle fasce meno abbienti...
      che silvio abbia acquistato qualche mega
      catena di distribuzione di prodotto
      informatici?Tranquillo!Le ochette della sinistra lo avrebbero già starnazzato ai quattro venti... :D
  • Anonimo scrive:
    150Euro vs 200Euro; 700000 vs 15000;
    Per il digitale terrestre:150Euro di contributo a 700000 famiglie ( a meno di ulteriori contributi )Per il pc:200Euro di contributo a 15000 famiglieUn decoder DTT costa 150-250 EuroUn PC costa 700-900 EuroA voi ogni conclusione.:|
  • Anonimo scrive:
    15000 furbi
    Mamma papa e 2 friglioletti. 15 mila euro per portare avanti la carretta. un computer costa, diciamo, 1000 euro. Ora ne costa 800. Alla familgiola rimane da campare con 14200 euro in un anno. E' ovviamente una follia. Credo che potranno beneficiare del finanziamento solo le famiglie che guadagnano di più a nero e riescono a dichiare solo 15000. E' l'unica spiegazione che riesco a darmi. Forse era meglio dargli un buono per andare dal dentista. Con 200 euro paghi 1/3 di canalare al tuo filgioletto che ne ha tanto bisogno. Col mal di denti si naviga molto male in internet.
    • Anonimo scrive:
      Re: 15000 furbi
      - Scritto da: Anonimo
      Mamma papa e 2 friglioletti. 15 mila euro
      per portare avanti la carretta. un computer
      costa, diciamo, 1000 euro. Ora ne costa 800.
      Alla familgiola rimane da campare con 14200
      euro in un anno. E' ovviamente una follia.
      Credo che potranno beneficiare del
      finanziamento solo le famiglie che
      guadagnano di più a nero e riescono a
      dichiare solo 15000. E' l'unica spiegazione
      che riesco a darmi.
      Forse era meglio dargli un buono per andare
      dal dentista. Con 200 euro paghi 1/3 di
      canalare al tuo filgioletto che ne ha tanto
      bisogno. Col mal di denti si naviga molto
      male in internet.cosa????? 800 ? per un pc...... stai trollando spero....ma dove vivi??
  • Anonimo scrive:
    E il canone rai?
    qualcuno poi cercherà le famiglie che hanno beneficiato della sovvenzione e gli scipperanno 99 eruoni all'anno.hehehe
  • Anonimo scrive:
    Sconto? Cui prodest?
    Lo sconto si applica solo se acquisto un PC 'finito'.Avete mai provato a controllare quanto si risparmia comprando i componenti e ad assemblarli da soli? -prevengo chi mi dice che è troppo difficile: basta leggere i manuali dei componenti!-Pertanto mi chiedo: lo sconto avvantaggia le famiglie dal redito limitato (e non tutte!) oppure i produttori/rivenditori di pc?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sconto? Cui prodest?
      - Scritto da: Anonimo
      Lo sconto si applica solo se acquisto un PC
      'finito'.
      Avete mai provato a controllare quanto si
      risparmia comprando i componenti e ad
      assemblarli da soli?
      -prevengo chi mi dice che è troppo
      difficile: basta leggere i manuali dei
      componenti!-Da un pò di anni tutti si sentono tecnici.. "perchè devo spendere soldi per un PC completo quando il mio amico che sa tanto di piccì me lo assembla pure meglio e a costi minori.." è una frase molto comune! A parte il fatto che il PC assemblato non costa di meno ANZI! Non si possono mettere insieme componenti a casaccio (anche se negli ultimi anni i rischi di incompatibilità sono diminuiti..), l'amico non ti può fornire nessuna garanzia.. al contrario di un negozio dove ti spettano per legge DUE ANNI, entro i quali puoi ottenere sostituzione o riparazione di componenti difettosi..
      • Anonimo scrive:
        Re: Sconto? Cui prodest?

        Da un pò di anni tutti si sentono
        tecnici.. "perchè devo spendere soldi
        per un PC completo quando il mio amico che
        sa tanto di piccì me lo assembla pure
        meglio e a costi minori.." è una
        frase molto comune! A parte il fatto che il
        PC assemblato non costa di meno ANZI! Non si
        possono mettere insieme componenti a
        casaccio (anche se negli ultimi anni i
        rischi di incompatibilità sono
        diminuiti..)Veramente usando sistemi operativi "normali" non si vedono incompatibilità dai tempi dell'ISA, quando gli interrupt li dovevi scegliere ahimè a mano. Non ho mai visto un problema di conflitti hardware su linux, ma su win sembra che sia il vostro pane quotidiano (in senso letterale, se no non so come fareste a guadagnare)., l'amico non ti può
        fornire nessuna garanzia.. al contrario di
        un negozio dove ti spettano per legge DUE
        ANNI, entro i quali puoi ottenere
        sostituzione o riparazione di componenti
        difettosi..Anche se assembli il pc hai due anni di garanzia su ogni singolo componente, e per giunta non devi portare via tutto il cassone se ti si rompe il lettore floppy, porti via solo il lettore floppy e nel frattempo continui a lavorare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sconto? Cui prodest?
          Sono quello che ha iniziato il thread.Concorde pienamente con te.Non occorre essere esperti per evitare incompatibilità. Basta leggere -anche in rete- le specifiche del prodotto che si vuole acquistare e magari chiedere qualcosa nei negozi.Non credo che si rischi di acquistare una Scheda madre AMD ed un Pentium IV...Sia per Win che per Linux i rischi sono pressochè nulli.Non è questione di essere esperti... basta solo leggere un pochino la documentazione.E la garanzia sui singoli componenti c'è sempre.Aggiungi che sai cosa hai comprato, mentre spesso i PC in vendita dai grandi distributori sono scatole nere.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Sconto? Cui prodest?
            Non voglio difendere questo contributo statale, orrendo nella forma e nella sostanza, ma per quanto riguarda l'assemblaggio "in casa" dei pc sono assolutamente contrario: un pc preassemblato da un produttore onesto (e ci sono, ci sono, non avviamo inutili cacce alle streghe...) costerà sempre di meno di un pc costruito pezzo per pezzo.Motivo? Semplicissimo: chi assembla per altri lo fa per quantitativi elevati, ottenendo sconti dai produttori molto più alti dell'utente ordinario. Se non pretende margini commerciali esorbitanti, con quel differenziale si paga la manodopera ed i costi di struttura e riesce ad ottenere prezzi concorrenziali.Costruirsi un pc da soli? Magari con dettagliatissimi manuali scritti in inglese? Senza conoscenze basilari sul funzionamento del pc? Senza sapere le differenze neppure fra i vari tipi di memorie e processori?Sfido chiunque a dimostrare che possa costruirsi un pc in casa più dello 0,1% della popolazione italiana!Se queste mie due argomentazioni fossero sballate, mi spiegate per quale motivo ogni anno milioni di ... 'pirla' comprano il proprio pc nei negozi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Sconto? Cui prodest?
            Hai detto una cosa giustissima che non e' una novita', la cosa irritante e' che pure chi ti dara' torto (perche' qualcuno lo fara) lo sa benissimo che hai ragione.. ma qui circola la sindrome del genio-informatico che si costruisce il reattore nucleare in casa perche' e' di una semplicita' estrema farlo, con i manuali giusti.La gente non si chiede cosa succede se uno dei componenti e' difettoso: deve farselo sostituire, perche' non puo' provarlo PRIMA di acquistarlo (ammenoche' non vi mettiate a provare tutti i pezzi del vostro pc "autoassemlbato" prima di pagarli) e li succedono i casini (tempistica), per un pc pronto e funzionante questo ovviamente non avviene.Quindi indipendentemente dalla semplicita' o meno di costruirsi un pc, non conviene MAI farlo, ammenoche' non abbiate voi stessi un negozio di informatica, o comunque un amico/parente in grado di fornirvi i pezzi necessari (e gli eventuali ricambi) al volo.
  • Anonimo scrive:
    contibuto erogabile solo se con Win OEM
    Da una gola profonda* del Viminale pare che il contributo sia erogabile solo se l'acquisto del pc avvenga unitamente con Windows XP home pre installato.Inoltre sul desktop c'è il link all'abbonamento ad Alice ed IE ha la home page di Mediaset (non modificabile)*me l'ha mio cugino che conosce un tizio che ha la sorella che va a scuola con la figlia della portinaia del palazzo dove abita Stanca!
    • Anonimo scrive:
      Re: contibuto erogabile solo se con Win OEM
      Ma sei sicuro di quello che dici?
    • Anonimo scrive:
      Re: contibuto erogabile solo se con Win OEM
      - Scritto da: Anonimo
      *me l'ha mio cugino che conosce un tizio che
      ha la sorella che va a scuola con la figlia
      della portinaia del palazzo dove abita
      Stanca!mio cuggino, mio cuggino?
  • Anonimo scrive:
    Questi contributi ...
    non sono per chi compra, ma per chi vende.d'altro canto conosciamo il modo geniale in cui questo governo amministra l'itaglia.oltretutto e' un ottimo investimento di immagine per gente come l'incredibile gasparri (che pur essendo ministro delle comunicazioni non disdegna incursioni deleterie anche in altri campi), un megaspottone pagato coi soldi dei contribuenti, inutile, dispendioso, fine a se stesso.dietro ad iniziative come questa, o altri contributi ipocriti e paternalistici, distribuiti a pioggia e con criteri assolutamente discrezionali, c'e' tutta l'insipidezza ideale di un governicchio che in 3 anni ha fatto piu' danni che in 30 anni tutti i vari governi democristiani.la trasparenza dell'amministrazione dello stato? eccola servita ... una volta le mazzette si distribuivano di nascosto, ora si fa tutto alla luce del sole, con infinita arroganza e certezza di impunita'.w l'itaglia.
  • kanna scrive:
    la lotteria
    A parte il fatto che una famiglia con meno di 15K euro/anno di un pc se ne fa un baffo, visto che con quel reddito fa persino fatica a mangiare, che modo sarebbe di erogare contributi?Primo, perche` solo nei negozi convenzionati? Io spendo i miei soldi dove voglio, mi faccio fare fattura o regolare scontrino, e con quello chiedo il contributo. Il fatto di doversi rivolgere a negozi convenzionati mi puzza di inciucio lontano un km.Secondo, i primi 150 mila. E gli altri? Cos'e`, una lotteria? Da quando in qua questo genere di iniziative e` riservato ad un "pubblico limitato"? Facciamo cosi` anche per l'esenzione dal ticket, allora, o per le detrazioni fiscali?Si, lo so che in ogni caso gli stanziamenti sono limitati, e bisogna mettere un tetto, ma allora a questo punto meglio evitare di mettere in moto iniziative del genere, sono inique e alla fine non servono ad una sega (se non ad ingrassare i soliti inciuciati).Quando penso poi che nella classe di mia figlia ci sono due handycappati che non hanno l'insegnante di sostegno perche` il governo ha tagliato i fondi all'istruzione, mi viene da vomitare :
    • Terra2 scrive:
      Re: la lotteria

      Secondo, i primi 150 mila. E gli altri?
      Cos'e`, una lotteria? Da quando in qua
      questo genere di iniziative e` riservato ad
      un "pubblico limitato"? Facciamo cosi` anche
      per l'esenzione dal ticket, allora, o per le
      detrazioni fiscali?Non porre limiti all'idiozia dei governi!Negli USA la "lotteria" per sorteggiare chi ha il diritto di ottenere le cure sanitarie (per patologie gravi e costose), e chi no, la fanno già da qualche mese... e siccome noi seguiamo a ruota...
      Quando penso poi che nella classe di mia
      figlia ci sono due handycappati che non
      hanno l'insegnante di sostegno perche` il
      governo ha tagliato i fondi all'istruzione,
      mi viene da vomitare :Strano... Qualche mese fa avevo visto una intervista alla Moratti ed a Berlusconi in contemporanea, dove dicevano di aver aumentato e non diminuito i fondi per l'istruzione :)Per quanto riguarda gli handicappati tutti sanno che sbavano, urlano, disturbano e sono anche un po' bruttini a vedersi! Perchè mandare gli handicappati a scuola, quando invece possono stare a casa a godersi la TV digitale con il buono del governo!Il tragico è che: se si potesse scegliere se spendere i 150 euro di incentivo per il ricevitore digitale ed i 200 per il computer anche al reparto alimentari, penso che ormai pochi avrebbero problemi a convertire i bonus in cibarie.Soprattutto con il 20% delle famiglie italiane al di sotto della soglia di povertà.Il progresso tecnologico è una bella cosa... ma piuttosto che sovvenzionare ditte di elettronica (e per il digitale terrestre è davvero uno scandalo) sarebbe meglio convertire tutto in prosciutto!
    • DrFalken scrive:
      Re: la lotteria

      Primo, perche` solo nei negozi
      convenzionati?Perchè le catene di informatica (vere beneficiarie di questo "bonus") devono svuotare i magazzini :D :D
      Io spendo i miei soldi dove
      voglio, mi faccio fare fattura o regolare
      scontrino, e con quello chiedo il
      contributo. Il fatto di doversi rivolgere a
      negozi convenzionati mi puzza di inciucio
      lontano un km.E' richiesta la ISO 9001.2 che si riferisce al processo di produzione o assemblaggio del computer (preso da https://vci04.sogei.it/riv/index.htm?ct=p3I ) e che ovviamente non garantisce la qualità dei componenti usati...
      • Anonimo scrive:
        Re: la lotteria
        - Scritto da: DrFalken

        Primo, perche` solo nei negozi

        convenzionati?

        Perchè le catene di informatica (vere
        beneficiarie di questo "bonus") devono
        svuotare i magazzini :D :D


        Io spendo i miei soldi dove

        voglio, mi faccio fare fattura o
        regolare

        scontrino, e con quello chiedo il

        contributo. Il fatto di doversi
        rivolgere a

        negozi convenzionati mi puzza di
        inciucio

        lontano un km.

        E' richiesta la ISO 9001.2 che si
        riferisce al processo di produzione o
        assemblaggio del computer (preso da href="https://vci04.sogei.it/riv/index.htm?ctPremetto che sono d'accordo con le osservazioni fatte da tutti (e 3) voi che mi avete preceduto.Premetto che mi sono letto tutti i decreti leggi,compresi i vari PDF e le FAQs (anche quelle da te suggerite) di Pc ai govani , PC alle famiglie e PC ai docenti;per capirne qualcosa in più. (https://vci04.sogei.it/riv/index.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: la lotteria
      - Scritto da: kanna
      A parte il fatto che una famiglia con meno
      di 15K euro/anno di un pc se ne fa un baffo,
      visto che con quel reddito fa persino fatica
      a mangiare, Prima di tutto non ti obbligano a comprarlo, un contributo serve ad aiutarti nell'acquisto (nel caso dovessi acquistare), ad ogni modo ti meraviglieresti di sapere quante famiglie che "galleggiano" su quel reddito hanno gia' il PC. ;)
      che modo sarebbe di erogare
      contributi?Suggeriscine uno migliore.. se il denaro non basta per tutti.
      Primo, perche` solo nei negozi
      convenzionati? TUTTI i negozi possono decidere di aderire (non lo decide il governo), e devono essere convenzionati perche' al momento dell'acquisto devono compilare un modulo sul ministero per essere sicuri di venire rimborsati dopo (i negozianti, l'acquirente paga gia' il prezzo scontato).
      Io spendo i miei soldi dove
      voglio, mi faccio fare fattura o regolare
      scontrino, e con quello chiedo il
      contributo. Bravo il genio, cosi' non solo devi anticipare i soldi di tasca tua, ma devi pure preoccuparti di fare la domanda e poi sperare di essere fra quei 150mila ...cosi' diventerebbe la lotteria che dici.
      Il fatto di doversi rivolgere a
      negozi convenzionati mi puzza di inciucio
      lontano un km.Ti puzza perche' invece di informarti sulle reali ragioni stai qui ad elucubrare le tue teorie di cospirazione.
      Secondo, i primi 150 mila. E gli altri?
      Cos'e`, una lotteria? Da quando in qua
      questo genere di iniziative e` riservato ad
      un "pubblico limitato"? Se scrivi "secondo" non puoi ripetere la prima domanda :)Ad ogni modo gia' ti ho risposto: se vengono stanziati dei soldi per un contributo e' normale che il contributo finisca, cosa avrebbero dovuto fare, stanziare *infinito* denaro? Mah.
      Facciamo cosi` anche
      per l'esenzione dal ticket, allora, o per le
      detrazioni fiscali?Cosa c'entrano le tasse con i contributi? Mio Dio.. ma quanti anni hai?
      Si, lo so che in ogni caso gli stanziamenti
      sono limitati, e bisogna mettere un tetto,
      ma allora a questo punto meglio evitare di
      mettere in moto iniziative del genere, sono
      inique e alla fine non servono ad una sega
      (se non ad ingrassare i soliti inciuciati).Cioe' meglio non dare niente a nessuno piuttosto che dare qualcosa (trattasi di 30milioni)??? Sei fuori.
      Quando penso poi che nella classe di mia
      figlia ci sono due handycappati che non
      hanno l'insegnante di sostegno perche` il
      governo ha tagliato i fondi all'istruzione,
      mi viene da vomitare :Caxxo, ho risposto prima di leggere l'ultima parte... a questo punto non posso cancellare tutto. Ho capito: (troll)
  • Anonimo scrive:
    Chi beneficerà dello sconto?
    Breve elenco delle persone beneficiare:Tutti i liberi professionisti e i figli di liberi professionisti che non denunciano i loro guadagni.Tutti gli artigiani e i figli degli artigiani che non emettono neanche una fattura.Tutti quelli che svolgono lavoro stagionale e il resto dell'anno lavorano in nero e percepiscono il sussidio di disoccupazione.Tutti i furbi d'Italia che una volta fatta la legge trovano l'inganno.Io che guadagno 1000 euro al mese, non me ne rendo conto ma sono un benestante e non ho diritto ai 200 euro per prendermi un computer e per mandare all'asilo nido mio figlio devo pagare prezzo pieno (430 euro mese).Che bel paese.Un italiano.
    • giba34 scrive:
      Re: Chi beneficerà dello sconto?
      Non te la prendere, caro amico, coi privilegi di chi, secondo te, non paga le tasse. Io ho un figlio architetto che non riesce ad avere un mutuo, guadagnando 25000 euro all'anno, per comprarsi una casa che ne vale 100.000. Tu hai parlato di mille euro NETTI, io parlo di 25.000 euro LORDI. Ho 70 anni e qualche proprietà, ma della mia garanzia, data l'età, nessuno vuol saperne. Tu sei laureato? Lavori 12 ore al giorno? Hai cominciato a lavorare a 27 anni? Chi accidenti ti ha detto che i liberi professionisti e gli autonomi sono TUTTI evasori? chi è quel cretino che crede che tu paghi la metà di quello che guadagni per mandare tuo figlio all'asilo? Come camperesti col resto?Vorrei chiedere a voi demagoghi di finirla con la mania del vittimismo. Qui si soffre tutti quanti e tu sei ancora attaccato al "divide ed impera" che i sindacati vi hanno cacciato in testa per comodacci loro. Infatti sono ricchi, ricchissimi, alla faccia di chi, come te, crede in loro. Per favore, piantala.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi beneficerà dello sconto?
      hai ragione, risparmiamo i soldi x le tecnologie tanto vanno sicuramente in mano a chi di soldi già ne ha, chi è povero o glielo si regala il pc o non lo compra ugualmente.Non tagliamo soldi alla sanità (abbassiamo ticket o togliamoli).Comunque ormai non ho speranze da nessuna parte politica sono tutti uguali ( sono ricchi )
  • Anonimo scrive:
    la politica dei contributi
    i 1000 euro per un figlio (e che ci faccio? se non ho soldi per tirarlo su, se non so dove mandarlo all'asilo, che mi servono 1000 euro)i contributi per l'adsl, per il digitale terrestre, per i pc ma solo se sei alla famemi ricordano tanto i signorotti/califfi/chivuoitu che passano gettando manciate di soldi ai poveracci dalla carrozza/auto/treno a seconda del periodo storicoe tutti noi, i poveracci, a beccare come tante galline
    • Anonimo scrive:
      Re: la politica dei contributi
      - Scritto da: ishitawa
      i 1000 euro per un figlio (e che ci faccio?
      se non ho soldi per tirarlo su, se non so
      dove mandarlo all'asilo, che mi servono 1000
      euro)
      i contributi per l'adsl, per il digitale
      terrestre, per i pc ma solo se sei alla fame
      mi ricordano tanto i
      signorotti/califfi/chivuoitu che passano
      gettando manciate di soldi ai poveracci
      dalla carrozza/auto/treno a seconda del
      periodo storico
      e tutti noi, i poveracci, a beccare come
      tante gallineQuesto e' un Governo assistenzialista, molti piu' dei precedenti. A sto punto molto meglio il comunismo, almeno loro non si nascondevano dietro (finti) slogan di liberta'.
      • Anonimo scrive:
        Re: la politica dei contributi
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: ishitawa

        i 1000 euro per un figlio (e che ci
        faccio?

        se non ho soldi per tirarlo su, se non
        so

        dove mandarlo all'asilo, che mi servono
        1000

        euro)

        i contributi per l'adsl, per il digitale

        terrestre, per i pc ma solo se sei alla
        fame

        mi ricordano tanto i

        signorotti/califfi/chivuoitu che passano

        gettando manciate di soldi ai poveracci

        dalla carrozza/auto/treno a seconda del

        periodo storico

        e tutti noi, i poveracci, a beccare come

        tante galline

        Questo e' un Governo assistenzialista, molti
        piu' dei precedenti. A sto punto molto
        meglio il comunismo, almeno loro non si
        nascondevano dietro (finti) slogan di
        liberta'.ASSISTENZIALISTA ??? Ma che hai fatto, hai letto questo difficile termine su in giornale tipo "Libero", e hai deciso di far vedere la tua grande cultura ??ASSISTENZIALISTA ????Ma certa gente tiene SEMPRE il cervello spento ???????
        • Anonimo scrive:
          Re: la politica dei contributi
          - Scritto da: Anonimo
          ASSISTENZIALISTA ??? Ma che hai fatto, hai
          letto questo difficile termine su in
          giornale tipo "Libero", e hai deciso di far
          vedere la tua grande cultura ??
          ASSISTENZIALISTA ????
          Ma certa gente tiene SEMPRE il cervello
          spento ???????Perche' un Governo che vuole accollare alla collettivita' i dipendenti in esubero dell'Alitalia, che propone un decreto salvacalcio, e mi fermo qui ma la lista continua, come lo definisci?
    • Anonimo scrive:
      La mentalità del "tutto è dovuto"
      - Scritto da: ishitawa
      i 1000 euro per un figlio (e che ci faccio?
      se non ho soldi per tirarlo su, se non so
      dove mandarlo all'asilo, che mi servono 1000
      euro)Ma scusa, tu decidi se fare un figlio in base ai contributi?Allora è meglio non darli, i contributi: pensa a gente che sarebbe in grado di sfornare figli solo per prendere il contributo e poi farli vivere male.Stessa cosa per il PC: stai comprando un PC? Hai un reddito basso? Per aiutarti c'è un contributo. Ma non bisogna comprarsi il ps SOLO perchè c'è il contributo!
  • Anonimo scrive:
    e gli asili pubblici sono senza maestre
    L'ho gia' scritto ieri, ma ripetere fa bene e sopratutto ne e' proprio il caso:Ecco un altro, il secondo in 2 giorni, "ottimo" esempio di come vengono impiegati male i soldi DEI CONTRIBUENTI.In Piemonte, e non solo, (avevo letto da un altro post anche in Emilia) ci sono decine di comuni relativamente piccoli, che hanno speso (giustamente) soldi per costruire aule di scuola materna (autorizzati dal ministero della p.i. ma con i pochi soldi locali disponibili); adesso ci sono centinaia di genitori imbufaliti perche' a quelle materne i loro bimbi non ci possono andare, perche' con I TAGLI DELLA RIFORMA MORATTI HANNO RIDOTTO IL NUMERO DI INSEGNANTI DA DESTINARE A QUESTE SCUOLE.Risultato: spesi soldi (LOCALI) per costruire aule, bimbi iscritti e genitori spiazzati .......... ed il ministero della Pubblica istruzione neanche si degna di dare risposte alle interpellanze degli enti locali.E' di questo che hanno bisogno le famiglie con figli e con 15000 euro all'anno: di poter mandare i figli all'asilo comunale (come e' sempre stato in 60 anni di repubblica) e poter andare a lavorare per guadagnare qualcosa.
    • Anonimo scrive:
      Re: e gli asili pubblici sono senza maestre
      - Scritto da: Anonimo
      L'ho gia' scritto ieri, ma ripetere fa bene
      e sopratutto ne e' proprio il caso:

      Ecco un altro, il secondo in 2 giorni,
      "ottimo" esempio di come vengono impiegati
      male i soldi DEI CONTRIBUENTI.
      In Piemonte, e non solo, (avevo letto da un
      altro post anche in Emilia) ci sono decine
      di comuni relativamente piccoli, che hanno
      speso (giustamente) soldi per costruire aule
      di scuola materna (autorizzati dal ministero
      della p.i. ma con i pochi soldi locali
      disponibili); adesso ci sono centinaia di
      genitori imbufaliti perche' a quelle materne
      i loro bimbi non ci possono andare, perche'
      con I TAGLI DELLA RIFORMA MORATTI HANNO
      RIDOTTO IL NUMERO DI INSEGNANTI DA DESTINARE
      A QUESTE SCUOLE.
      Risultato: spesi soldi (LOCALI) per
      costruire aule, bimbi iscritti e genitori
      spiazzati .......... ed il ministero della
      Pubblica istruzione neanche si degna di dare
      risposte alle interpellanze degli enti
      locali.
      E' di questo che hanno bisogno le famiglie
      con figli e con 15000 euro all'anno: di
      poter mandare i figli all'asilo comunale
      (come e' sempre stato in 60 anni di
      repubblica) e poter andare a lavorare per
      guadagnare qualcosa.Qui da noi le scuole elementari invece non sono state ingrandite. Ogni anno cresce la popolazione, crescono case su case, ma i servizi stanno calando. I laboratori e gli spazi comuni nelle scuole non esistono più, sono diventati aule.Gli insegnanti a fare i salti mortali e i bambini sempre più stipati :@
      • Anonimo scrive:
        Re: e gli asili pubblici sono senza maestre
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo... E' di questo che hanno bisogno le
        famiglie

        con figli e con 15000 euro all'anno: di

        poter mandare i figli all'asilo comunale

        (come e' sempre stato in 60 anni di

        repubblica) e poter andare a lavorare
        per

        guadagnare qualcosa.

        Qui da noi le scuole elementari invece non
        sono state ingrandite. Ogni anno cresce la
        popolazione, crescono case su case, ma i
        servizi stanno calando. I laboratori e gli
        spazi comuni nelle scuole non esistono
        più, sono diventati aule.
        Gli insegnanti a fare i salti mortali e i
        bambini sempre più stipati :@Beh, visto che chi prende queste decisioni è stato democraticamente eletto, sicuramente anche con i voti di coloro che hanno un reddito inferiore a 15000 ?/anno, mi pare inutile lamentarsi. La verità è che finché gli italiani non si svegliano, 'sta gente qua continuerà a prenderli x il naso, e quasi quasi fanno bene! Come se una famiglia che deve campare con 15.000 ?/anno, cioè 1.250?/mese (qui a Bologna un affitto è impossibile trovarlo a meno di 500?) ha ben altro a cui pensare che comprare il pc...
        • Anonimo scrive:
          Re: e gli asili pubblici sono senza maestre
          si 1250 euro al mese LORDI cioe' ci paghi le tasse sopra e quindi alla fine saranno 800/900 mi dici come campa una famiglia di 3 persone con 800 euro al mese? e secondo voi pensa a comprarsi il pc con lo sconto di 200 euro?nei negozi convenzionati, cioe' dove ti costa minimo 1200 euro...
    • Anonimo scrive:
      Re: e gli asili pubblici sono senza maes
      Ma a cosa servono le maestre dopotutto?C'e' la tv! La playstation! E adesso anche Internet!Tuo figlio imparera' direttamente dallo schermo comodamente seduto sul divano.Imparera' cosa pensare, cosa credere, cosa desiderare e cosa comprare.Uh? Come dici? Perdera' la capacita' di inventare (giuro conosco due bambini che non sanno nemmeno disegnare: copiano)?Oh beh ma che importanza ha?Se chi amministra i soldi desse dei contributi agli asili, alle maestre, all'istruzione, li perderebbe.Se invece da i soldi alla gente a patto che li spenda in negozi SUOI, li recupera subito! E legalmente!Istruzione, sanita' e pensioni non rendono perche' non si possono "vendere"Digitale terrestre, parabole, computer si'!Questa e' oligarchia industriale, smettaimola di chiamarla democrazia.CoD
      • Anonimo scrive:
        Re: e gli asili pubblici sono senza maes
        -
        Se chi amministra i soldi desse dei
        contributi agli asili, alle maestre,
        all'istruzione, li perderebbe.
        Se invece da i soldi alla gente a patto che
        li spenda in negozi SUOI, li recupera
        subito! E legalmente!

        Istruzione, sanita' e pensioni non rendono
        perche' non si possono "vendere"

        Digitale terrestre, parabole, computer si'!

        Questa e' oligarchia industriale,
        smettaimola di chiamarla democrazia.


        CoDVerissimo, chiarissimo e molto ben detto.complimenti
        • Anonimo scrive:
          Re: e gli asili pubblici sono senza maes
          - Scritto da: Anonimo

          -

          Se chi amministra i soldi desse dei

          contributi agli asili, alle maestre,

          all'istruzione, li perderebbe.

          Se invece da i soldi alla gente a patto
          che

          li spenda in negozi SUOI, li recupera

          subito! E legalmente!



          Istruzione, sanita' e pensioni non
          rendono

          perche' non si possono "vendere"



          Digitale terrestre, parabole, computer
          si'!



          Questa e' oligarchia industriale,

          smettaimola di chiamarla democrazia.





          CoD
          il solito qualunquismo.......(troll)
          • Anonimo scrive:
            Re: e gli asili pubblici sono senza maes

            il solito qualunquismo.......(troll)ma stai zitto ti prego..... (troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)
          • Anonimo scrive:
            Re: e gli asili pubblici sono senza maes
  • Anonimo scrive:
    le famiglie con 15mila euro/anno
    Hanno bisogno di cambiare il vecchio frigorifero, la vecchia cucina a gas, comprare un materasso nuovo, aggiustare l'automobile ......... comprare i libri per la scuola dei figli.Gia', proprio i libri della scuola: visto il periodo ed i prezzi, perche' non pensare invece a dare dei buoni per acquistare libri e materiale scolastico alle famiglie con figli in queste condizioni.Non e' demagogia, ma per spendere soldi DEI CONTRIBUENTE, almeno spendiamoli con un senso.Siamo poi almeno proprio sicuri che questi soldi vadano al fine preposto, od a far comodo ai soliti furbi (e nel governo e dintorni di furbi ce ne sono tanti).Un'ultima cosa: un paese che spende soldi per alimentare il consumismo, piuttosto che in assistenza ed in ricerca, e' un paese stolto (o, meglio, governato da stolti) e con poco futuro.E poi non e' cosi' che si aiuta il settore informatico: guardate e fate tesoro di cosa e' successo con le "campagne di rottamazone" per aiutare la Fiat ........ le cose alla Fiat adesso vanno peggio di prima, per contro si sono buttati via centinaia di milioni di euro.Sono veramente schifito.
    • Anonimo scrive:
      Re: le famiglie con 15mila euro/anno
      - Scritto da: Anonimo
      Hanno bisogno di cambiare il vecchio
      frigorifero, la vecchia cucina a gas,
      comprare un materasso nuovo, aggiustare
      l'automobile ......... comprare i libri per
      la scuola dei figli.Verissimo: sottoscrivo.
      E poi non e' cosi' che si aiuta il settore
      informatico: guardate e fate tesoro di cosa
      e' successo con le "campagne di rottamazone"
      per aiutare la Fiat ........ le cose alla
      Fiat adesso vanno peggio di primaBeh, lo credo! Con le auto di merda che fanno, vorrei vedere che le cose andassero bene! La mia Punto 1.2 ha i sedili che STINGONO !!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    una cosa nn mi è chiara
    ma si può usufruire di questo sconto su QUALSIASI configurazione?cioè, nel testo dell'iniziativa è scritto che è da considerarsi oggetto di sconto qualsiasi configurazione che comprenda unità centrale, schede audio e video, connettività e perifericheper cui, anche se comprassi un pc da, diciamo, 300 euro, usufruirei dello sconto?lo pagherei soltanto 100 euro?o vale solo per pc da una certa "taglia" in su?
    • Anonimo scrive:
      Re: una cosa nn mi è chiara
      - Scritto da: Anonimo
      ma si può usufruire di questo sconto
      su QUALSIASI configurazione?

      cioè, nel testo dell'iniziativa
      è scritto che è da
      considerarsi oggetto di sconto qualsiasi
      configurazione che comprenda unità
      centrale, schede audio e video,
      connettività e periferiche

      per cui, anche se comprassi un pc da,
      diciamo, 300 euro, usufruirei dello sconto?
      lo pagherei soltanto 100 euro?

      o vale solo per pc da una certa "taglia" in
      su?Se vai sul sito indicato c'è spiegato tutto, io ho già visto che il mio negozio di fiducia è in lista.
    • theDRaKKaR scrive:
      Re: una cosa nn mi è chiara
      "[..]Il contributo verrà corrisposto all'atto dell'acquisto di un PC purché comprendente almeno? l'unità centrale e il disco rigido interno, * il sistema operativo adatto ad ospitare software applicativi di produttività o gestionali, * la predisposizione per l'accesso ad Internet.[..]"https://vci04.sogei.it/riv/index.htmambiguissimounità centrale cosa è?cmq cosa positiva non è vincolato a windows (anche se voglio ancora vedere i nostri cari negozianti che nn ti vendono windows... eccezioni fatte salve ovviamente)
    • Anonimo scrive:
      Re: una cosa nn mi è chiara
      Sai cosa succedera?Che venderanno a 1.000 euri un pc che al massimo ne vale 500 ... l'ottimismo e' contagioso, Gianni !!!
      • Anonimo scrive:
        Re: una cosa nn mi è chiara
        - Scritto da: Anonimo
        Sai cosa succedera?
        Che venderanno a 1.000 euri un pc che al
        massimo ne vale 500 ... l'ottimismo e'
        contagioso, Gianni !!!Puoi comprare lo stesso PC che avresti comprato senza contributo ed ottenere i 200 euro di sconto. Al negoziante non gliene frega assolutamente niente, lui li guadagna comunque i 200 euro, pure se ti vende un PC di 200 euro e (al momento) incassa ZERO.
  • Anonimo scrive:
    EVVIVA !!! RIVENDO !!!!!!!
    Sììì !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Alla grande !!!!!!!! Ho 4 nipoti che hanno già il piccì, ma gli faccio comprare altri piccì nuovi con lo sconto, ovviamente li pago io, ma poi mi rifaccio con le creste!!!!!!!!!EVVAIII!!!!!!!!!!!!!!! ITALIANI PPRRRRRRRRRRRR !!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Bambocci a rapporto!
    Avanti bambocci pacifint-noglobal-centrosocialini, tutti in riga per il contributo! Da oggi potrete finalmente smettere di tirarvi le raspe con i giornaletti e passare al monitor !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Bambocci a rapporto!
      - Scritto da: Anonimo
      Avanti bambocci
      pacifint-noglobal-centrosocialini, tutti in
      riga per il contributo! Da oggi potrete
      finalmente smettere di tirarvi le raspe con
      i giornaletti e passare al monitor !!!!
      E perchè gli scrivi un testo che potrebbero leggere solo su un monitor che non hanno?Non è che soffri per caso di qualche turba mentale?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bambocci a rapporto!
      - Scritto da: Anonimo
      Avanti bambocci
      pacifint-noglobal-centrosocialini, tutti in
      riga per il contributo! Da oggi potrete
      finalmente smettere di tirarvi le raspe con
      i giornaletti e passare al monitor !!!!
      ?? Questa si che è incongruenza.Che diavolo di commento è, questo ?????
      • Anonimo scrive:
        Re: Bambocci a rapporto!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Avanti bambocci

        pacifint-noglobal-centrosocialini,
        tutti in

        riga per il contributo! Da oggi potrete

        finalmente smettere di tirarvi le raspe
        con

        i giornaletti e passare al monitor !!!!



        ?? Questa si che è incongruenza.
        Che diavolo di commento è, questo
        ?????guarda ke ha ragione
        • Anonimo scrive:
          Re: Bambocci a rapporto!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Avanti bambocci


          pacifint-noglobal-centrosocialini,

          tutti in


          riga per il contributo! Da oggi
          potrete


          finalmente smettere di tirarvi le
          raspe

          con


          i giornaletti e passare al monitor
          !!!!






          ?? Questa si che è incongruenza.

          Che diavolo di commento è, questo

          ?????

          guarda ke ha ragioneGuarda io spero che a questo qualche no global gli righi la sua bella bmw
          • Anonimo scrive:
            Re: Bambocci a rapporto!

            Guarda io spero che a questo qualche no
            global gli righi la sua bella bmwcmq io sono pacifista....... :'(
  • Anonimo scrive:
    Regali , regali .... ma a chi ?
    Ma perchè mi devono dare un PC con lo sconto quando non mi posso permettere la banda larga perchè il cartello dei gestori me la fa pagare 40 Euro al mese ?Perchè l'ADSL è passata da 60.000 a 39 euro quando è partito il contributo statale ?Perchè il DVB MHP terrestre costava fino ad un mese fa più o meno 150E in più di un DVB non MHP e ora costa 20 euro in più ?Chissà se i computer sono nel paniere dei prezzi (presunti) calmierati di cui si parla tanto in questi giorni, perchè tra l'altro si avvicina Natale !
    • Anonimo scrive:
      Re: Regali , regali .... ma a chi ?

      Ma perchè mi devono dare un PC con lo
      sconto quando non mi posso permettere la
      banda larga perchè il cartello dei
      gestori me la fa pagare 40 Euro al mese ?Tranquillo... Gasparri vuole elargire anche uno "sconticino" per l'ADSL... (contributo statale per la banda larga, pagato con soldi NOSTRI, che finirà come al solito nelle tasche del monopolista Telcom Italia): http://punto-informatico.it/p.asp?i=49732
      Perchè l'ADSL è passata da
      60.000 a 39 euro quando è partito il
      contributo statale ?Per magnarci meglio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Regali , regali .... ma a chi ?
        - Scritto da: Anonimo

        Perchè l'ADSL è passata da

        60.000 a 39 euro quando è
        partito il

        contributo statale ?

        Per magnarci meglio.Ma un giorno arriverà il cacciatore che uccide il lupo per salvare Cappuccetto Rosso e l povera nonna...
  • Anonimo scrive:
    15mila euro l'anno
    di reddito familiare per poter accedere alla domanda e 200 euro di contributo. Bella iniziativa, veramente, peccato che le "povere" famiglie con un figlio e con quel reddito abbiano altro da pensare per far quadrare i conti tutti i mesi , figuriamoci con due.
  • Anonimo scrive:
    La verità? Soldi buttati...
    Li useranno per scaricare mp3/DivX, masterizzarseli, chattare con qualche strappona su ICQ e leggere la posta con il Guardafuori Espresso, diventando un'altro nodo spara-spam.Era meglio impiegare quei soldi per dare hardware nuovo alle scuole... certe ne hanno davvero bisogno, e lì almeno ti insegnano qualcosa...
    • Anonimo scrive:
      Re: La verità? Soldi buttati...
      In alcuni casi sarà così, ma il discorso vale per qualsiasi cosa. Tra i soldi dati al digitale terrestre e quelli per le gravidanze, questi mi sembrano meglio spesi. Alle scuole, invece, il pc non serve: le lezioni di informatica, così come sono strutturate, rischiano di trasformarsi in un'ora di ricreazione.
      • Anonimo scrive:
        Re: La verità? Soldi buttati...
        - Scritto da: Anonimo
        In alcuni casi sarà così, ma
        il discorso vale per qualsiasi cosa. Tra i
        soldi dati al digitale terrestre e quelli
        per le gravidanze, questi mi sembrano meglio
        spesi. Alle scuole, invece, il pc non serve:
        le lezioni di informatica, così come
        sono strutturate, rischiano di trasformarsi
        in un'ora di ricreazione.Tra un'ora di M$ e una di ricreazione è più proficua la seconda.(linux)
        • FAM scrive:
          Re: La verità? Soldi buttati...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          In alcuni casi sarà così,
          ma

          il discorso vale per qualsiasi cosa.
          Tra i

          soldi dati al digitale terrestre e
          quelli

          per le gravidanze, questi mi sembrano
          meglio

          spesi. Alle scuole, invece, il pc non
          serve:

          le lezioni di informatica, così
          come

          sono strutturate, rischiano di
          trasformarsi

          in un'ora di ricreazione.

          Tra un'ora di M$ e una di ricreazione
          è più proficua la seconda.
          (linux)anche la prima ora è utile, hai un computer win da distruggere deliberatamente....io cancellavo stringhe a caso dal regedit per vedere cosa succedeva... :D
          • Anonimo scrive:
            Re: La verità? Soldi buttati...

            anche la prima ora è utile, hai un
            computer win da distruggere
            deliberatamente....
            io cancellavo stringhe a caso dal regedit
            per vedere cosa succedeva...
            :Dveramente cool!L'italia ha bisogno di gente come te.
          • FAM scrive:
            Re: La verità? Soldi buttati...
            - Scritto da: Anonimo

            anche la prima ora è utile, hai
            un

            computer win da distruggere

            deliberatamente....

            io cancellavo stringhe a caso dal
            regedit

            per vedere cosa succedeva...

            :D

            veramente cool!
            L'italia ha bisogno di gente come te.non credi che sia ciò che succede in qualsiasi ora di informatica in italia? :(io almeno non andavo in cerca di dialer sui siti porno
      • Anonimo scrive:
        Re: La verità? Soldi buttati...
        Ciao !
        soldi dati al digitale terrestre e quelli
        per le gravidanze, questi mi sembrano meglio
        spesi.Esatto ... SEMBRANO !Se domani si mettessero a regalare automobili non e' che tutti guderemmo meglio !!Semmagi bisognarebbe investire sulle scuole guida !!
        Alle scuole, invece, il pc non serve:
        le lezioni di informatica, così come
        sono strutturate, rischiano di trasformarsi
        in un'ora di ricreazione.Ed ecco il VERO nocciolo della questione !Bisognerebbe si insegnare l' uso del computer a scuola, ma non sarebbe male che quelli che lo insegnano ... sappiano almeno che cosa sia un computer !!!!!Ci vorrebbe un corso di informatica vero e proprio, ma purtroppo il computer in Italia e' ancora visto come una "diavoleria che ti rincretinisce" della quale piu' se ne fa a meno e meglio e' !!!
    • Anonimo scrive:
      Beh adesso non esageriamo..
      - Scritto da: Anonimo
      Li useranno per scaricare mp3/DivX,
      masterizzarseli, chattare con qualche
      strappona su ICQ e leggere la posta con il
      Guardafuori Espresso, diventando un'altro
      nodo spara-spam.Be, Internet se usata a fondo ti permette anche di imparare qualcosa. Uno studente su 100 la sfrutterà nel modo giusto fin da subito, una decina cominceranno dai giochi e dagli mp3 e poi la curiosità li spingerà oltre, altri ci metteranno più tempo.... Alla fine almeno uno studente su tre avrà tratto beneficio in termini di cultura dalla Rete. Poco, forse, ma meglio del niente assoluto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Beh adesso non esageriamo..
        - Scritto da: Anonimo
        Be, Internet se usata a fondo ti permette
        anche di imparare qualcosa. Uno studente su
        100 la sfrutterà nel modo giusto fin
        da subito, una decina cominceranno dai
        giochi e dagli mp3 e poi la curiosità
        li spingerà oltre, altri ci
        metteranno più tempo.... Alla fine
        almeno uno studente su tre avrà
        tratto beneficio in termini di cultura dalla
        Rete.
        Poco, forse, ma meglio del niente assoluto.Chissà quanta gente comprerà il pc con lo sconto per rivenderlo
        • Anonimo scrive:
          Re: Beh adesso non esageriamo..
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Be, Internet se usata a fondo ti
          permette

          anche di imparare qualcosa. Uno
          studente su

          100 la sfrutterà nel modo giusto
          fin

          da subito, una decina cominceranno dai

          giochi e dagli mp3 e poi la
          curiosità

          li spingerà oltre, altri ci

          metteranno più tempo.... Alla
          fine

          almeno uno studente su tre avrà

          tratto beneficio in termini di cultura
          dalla

          Rete.

          Poco, forse, ma meglio del niente
          assoluto.

          Chissà quanta gente comprerà
          il pc con lo sconto per rivenderlowow... con uno sconto di 200 euro chissa che cresta che ci possono fare
          • Anonimo scrive:
            Re: Beh adesso non esageriamo..
            - Scritto da: Anonimo

            Chissà quanta gente
            comprerà

            il pc con lo sconto per rivenderlo

            wow... con uno sconto di 200 euro chissa che
            cresta che ci possono fareBasta che uno ha un parente, un collega, un amico che doveva comprare il computer e va là e glielo prende con lo sconto. Comunque c'è gente che si vende la madre per molto meno di 200 euro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Beh adesso non esageriamo..

            Basta che uno ha un parente, un collega, un
            amico che doveva comprare il computer e va
            là e glielo prende con lo sconto.
            Comunque c'è gente che si vende la
            madre per molto meno di 200 euro.Quale sconto se un pc con lo sconto statale nei negozi convenzionati costa circa 200 euro in più dello stesso pc in vendita nei negozi non convenzionati?Ci vuole così tanto a capire che questa operazione NON è a favore della diffusione dei pc, ma piuttosto dell'allargamento dei portafogli di qualcuno?
      • Anonimo scrive:
        Re: Beh adesso non esageriamo..
        - Scritto da: Anonimo
        Alla fine almeno uno studente su tre avrà
        tratto beneficio in termini di cultura dalla
        Rete. Uno su tre ? Cultura della rete ? Sei ottimista, ragazzo mio, MOLTO ottimista. Hai un grosso paio di occhiali rosa per vedere il mondo... purtroppo basta guardare la media dei post su questo "quotidiano informatico" per capire che "cultura della rete" è un'espressione ridicola se applicata alle masse, specialmente a quelle under 30. Solo il Mantellini e i suoi quattro amici blogger-chic, caviar e rivegauche, riescono ad autoipnotizzarsi fino a credere il contrario ;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Beh adesso non esageriamo..
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Alla fine almeno uno studente su tre
          avrà

          tratto beneficio in termini di cultura
          dalla

          Rete.

          Uno su tre ? Cultura della rete ? Sei
          ottimista, ragazzo mio, MOLTO ottimista. Hai
          un grosso paio di occhiali rosa per vedere
          il mondo... purtroppo basta guardare la
          media dei post su questo "quotidiano
          informatico" per capire che "cultura della
          rete" è un'espressione ridicola se
          applicata alle masse, specialmente a quelle
          under 30. Solo il Mantellini e i suoi
          quattro amici blogger-chic, caviar e
          rivegauche, riescono ad autoipnotizzarsi
          fino a credere il contrario ;)Sembra di leggere il Metitieri
    • Anonimo scrive:
      Re: La verità? Soldi buttati...
      - Scritto da: Anonimo
      Li useranno per scaricare mp3/DivX,
      masterizzarseli, chattare con qualche
      strappona su ICQ e leggere la posta con il
      Guardafuori Espresso, diventando un'altro
      nodo spara-spam.perche tu cosa ci fai con il computer.... le bracciole?

      Era meglio impiegare quei soldi per dare
      hardware nuovo alle scuole... certe ne hanno
      davvero bisogno, e lì almeno tisoldi buttati al vento
      insegnano qualcosa...questo è ancora da dimostrarsi... infatti basta che rileggi il senso di quello che hai scritto!!
      • Anonimo scrive:
        Re: La verità? Soldi buttati...
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Li useranno per scaricare mp3/DivX,

        masterizzarseli, chattare con qualche

        strappona su ICQ e leggere la posta con
        il

        Guardafuori Espresso, diventando
        un'altro

        nodo spara-spam.

        perche tu cosa ci fai con il computer.... le
        bracciole?CVD.Devo risponderti?

        Era meglio impiegare quei soldi per dare

        hardware nuovo alle scuole... certe ne
        hanno

        davvero bisogno, e lì almeno ti

        soldi buttati al ventoLo dici tu, perchè per te il pc è solo il Mulo. L'ignoranza informatica si combatte dal basso, ma solo a scuola sei sicuro di poter dare un percorso formativo.Dagli il pc al ragazzino e quello ci piazza il giochino crakkato.Che impara così?

        insegnano qualcosa...

        questo è ancora da dimostrarsi...
        infatti basta che rileggi il senso di quello
        che hai scritto!!CVD. Chi è che diceva
        • Anonimo scrive:
          Re: La verità? Soldi buttati...
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Li useranno per scaricare mp3/DivX,


          masterizzarseli, chattare con
          qualche


          strappona su ICQ e leggere la
          posta con

          il


          Guardafuori Espresso, diventando

          un'altro


          nodo spara-spam.



          perche tu cosa ci fai con il
          computer.... le

          bracciole?

          CVD.

          Devo risponderti?



          Era meglio impiegare quei soldi
          per dare


          hardware nuovo alle scuole...
          certe ne

          hanno


          davvero bisogno, e lì
          almeno ti



          soldi buttati al vento

          Lo dici tu, perchè per te il pc
          è solo il Mulo. L'ignoranza
          informatica si combatte dal basso, ma solo a
          scuola sei sicuro di poter dare un percorso
          formativo.

          Dagli il pc al ragazzino e quello ci piazza
          il giochino crakkato.

          Che impara così?



          insegnano qualcosa...



          questo è ancora da dimostrarsi...

          infatti basta che rileggi il senso di
          quello

          che hai scritto!!

          CVD.

          Chi è che dicevaMa che c'e' lo puoi avere solo tu il pc, non ho capito cosa ti da fastidio che sei razzista di ragazzini, tu sei nato già adulto, tu sei il perfettino che non ha mai scaricato nulla, tu sei il primo della classe, cavolo se fossi una donna ti vorrei conoscere x amarti e cornificarti!!
          • Anonimo scrive:
            Re: La verità? Soldi buttati...
            - Scritto da: Anonimo
            Ma che c'e' lo puoi avere solo tu il pc, non
            ho capito cosa ti da fastidio che sei
            razzista di ragazzini, tu sei nato
            già adulto, tu sei il perfettino che
            non ha mai scaricato nulla, tu sei il primo
            della classe, cavolo se fossi una donna ti
            vorrei conoscere x amarti e cornificarti!!Niente di tutto questo. Sei liberissimo di avere 100 pc in casa tua.Ma NON con i soldi pubblici. Non è che stiamo una bellezza, eh
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma hai 10 anni ?
            - Scritto da: Anonimo
            Ma che c'e' lo puoi avere solo tu il pc, non
            ho capito cosa ti da fastidio che sei
            razzista di ragazziniRazzista di ragazzini? E che è?Quali bestialità immonde partorisce la tua mente?Ma quanti anni hai? 10 ?
    • Anonimo scrive:
      Re: La verità? Soldi buttati...
      - Scritto da: Anonimo
      Li useranno per scaricare mp3/DivX,
      masterizzarseli, chattare con qualche
      strappona su ICQ e leggere la posta con il
      Guardafuori Espresso, diventando un'altro
      nodo spara-spam.Maddai ! Sei matto a dire la verità in questo modo ? Vuoi che ti scannino le migliaia di bambocci brufolosi che sciamano su questi forum ? E vedrai che il solito pacifint-noglobal-centrosocial ti darà del fascista razzista, perchè l'informatica è un "diritto", come se la Costituzione sancisse il diritto di non capire una sega ma di usare lo stesso (MALE) strumenti professionali e connessioni...
    • theDRaKKaR scrive:
      Re: La verità? Soldi buttati...
      la strappone su ICQ nn me la da, cavolo!
Chiudi i commenti