Mariposa, vizio post-adolescenziale

Un 23enne sloveno dietro la botnet che ha infettato milioni di computer. Arrestato nel suo paese, ora l'FBI vuole farci quattro chiacchiere. Sarebbe lui la mente

Roma – Un cracker appena 23enne sarebbe la mente dietro Mariposa : il giovane, conosciuto con il nome di battaglia Iserdo , è stato arrestato a Maribor, Slovenia, insieme ad altri due sospettati con l’accusa di far parte del gruppo che avrebbe sviluppato e diffuso una delle botnet più grandi al mondo (avrebbe infettato 12,7 milioni di computer).

L’operazione è stata condotta congiuntamente dall’FBI, dalla guardia civile spagnola (paese dove sono stati individuati i primi uomini dietro il covo di spam e virus) e dalla polizia slovena.

Jefrey Troy, della divisione informatica dell’FBI ha detto che è stato come “arrestare il tipo che dà la mappa, gli arnesi da scasso e indica la casa da svaligiare in un determinato vicinato”.

Iserdo, infatti, avrebbe contribuito a sviluppare la botnet e l’avrebbe venduta ad altri intenzionati ad usarla per accedere alle informazioni bancarie e personali delle potenziali vittime (varie versioni di botnet erano disponibili a diversi prezzi a seconda delle disponibilità e dei bisogni del cliente).

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • wYaCkZqV scrive:
    aHrxTgHR
    http://www.web-medicina.net/ order rx librium mpam http://www.pharmconnect.net/ melatonin 4190 http://www.pharme.net/ cymbalta %PPP
  • pippuz scrive:
    light peak
    Questa, se gestita correttamente (si sa, non conta solo la qualità), potrebbe essere una delle migliori tecnologie del prossimo futuro. Già oggi, per molti usi preferisco la firewire all'USB (fra le caratteristiche più interessanti: daisy chain, multiple host per bus, possibilità di collegare le periferiche in peer-to-peer, cioè senza passare dal pc, carico molto minore sulla cpu rispetto all'usb, maggior velocità); domani la light peak potrebbe essere ancora più interessante. Ovviamente, però, non potrà spodestare completamente la USB, il cui vantaggio è di essere diffusissima in tutte quelle periferiche che hanno bisogno di velocità basse e poca energia,a costi minimi. Penso ai mouse, alle stampanti, etc.
  • senex scrive:
    cui prodest? (2)
    Con il commento precedente (che non vedo più ) volevo solo dire che queste novità non vengono adottate molto rapidamente e che probabilmente pochissimi ne sentono la necessità; tant'è che la maggioranza di utenti usa ancora XP e sono in aumento le vendite di netbook e iPad non di computer prestanti.
  • Clistene scrive:
    Sul Sole24
    L'unico giornale che ne ha parlato stamane è stato il SOLE24.Di repubblica corriere unità libero ecc ecc nessuna traccia.
    • desyrio scrive:
      Re: Sul Sole24
      - Scritto da: Clistene
      L'unico giornale che ne ha parlato stamane è
      stato il
      SOLE24.
      Di repubblica corriere unità libero ecc ecc
      nessuna
      traccia.Probabilmente è meglio così... non avendo nessuno che ne capisca qualcosa. L'altro giorno sul Corriere c'era un articolo su un esperimento basato su viaggi nel tempo di particelle, che potrebbe avere applicazioni nei computer quantistici. E da lì ovviamente, invece di spiegare l'effetto e le applicazioni reali, partivano con una sequenza impressionante di fesserie fantastiche citando Star Trek e roba varia...
    • fox82i scrive:
      Re: Sul Sole24
      Che ti aspetti siamo in Italia, un paese di vecchi e di gente falsa moralista..
  • senex scrive:
    cui prodest?
    A chi serve tutta questa velocità?http://xxiluna.blogspot.com/2010/07/quale-maggioranza.html
    • attonito scrive:
      Re: cui prodest?
      - Scritto da: senex
      A chi serve tutta questa velocità?

      http://xxiluna.blogspot.com/2010/07/quale-maggioraLa ricerca PURA di per se' non ha alcun vantaggio, le applicazioni vengono DOPO. Che bisogno aveva Talete di formalizzare le basi dell'aritmentica? E Liebniz a inventare il calcolo integrale? E Shrodingher (non si scrive cosi') a formulare l'equazione della meccanica quantistica? Talete-
      Leibniz-
      Shodinger... pensaci quando scalderai un panino nel microonde o ti vedrai un film su dvd, o volerai tranquillo perche il radar dice al pilota che non sta andando a sbattere contro una montagna....
      • fox82i scrive:
        Re: cui prodest?

        La ricerca PURA di per se' non ha alcun
        vantaggio,Scusa cosa??? Ma stiamo scherzando?La grappa ti fa male..
        • attonito scrive:
          Re: cui prodest?
          - Scritto da: fox82i

          La ricerca PURA di per se' non ha alcun

          vantaggio,

          Scusa cosa??? Ma stiamo scherzando?
          La grappa ti fa male..Mi sono spiegato male, chiedo scusa.intendevo dire che la ricerca PURA non necessariamente ha IMMEDIATE ricadute pratiche. nota che mi riferivo principalemnte a ricerca matematica come si eviceva nel resto del post: se invento il memristore magati dopo 5-6 anni lo posso usare praticamente, ma la ricerca pura matematica a volte ha ricadute pratiche dopo decine o centinaia di anni.
          • fox82i scrive:
            Re: cui prodest?
            Ah ecco..Si è vero i risultati di una ricerca avranno ricadute sul lungo o lunghissimo periodo.C'è anche da ricordare che l'utilizzo "immediato" dei risultati di una ricerca vengono implementate in base alle necessità delle lobby internazionali :-)
    • Alessandrox scrive:
      Re: cui prodest?
      - Scritto da: senex
      A chi serve tutta questa velocità?

      http://xxiluna.blogspot.com/2010/07/quale-maggioraNelle reti e nei nodi portanti, nei router, negli apparati di trasmissione, nelel centrali pubbliche di connessione internet: pensa ad un backbone in fibra e degli apparati ibridi che collegano l' utente medio alla rete ANCHE con soliti apparati su doppino perchè compatibiliMaggior risparmio energetico più efficenza e minor generazione di calore nelle circuiterie...
  • elio scrive:
    non l'aveva già fatto IBM?
    http://punto-informatico.it/2826077/PI/News/ibm-completa-suo-kit-nanofotonica.aspxqualcuno è in gradiodi spiegarmi la differenza?
    • Marco scrive:
      Re: non l'aveva già fatto IBM?
      dall'articolo che citi: non è un cavo che sostituisce le connessioni fra periferiche...
  • battagliacom scrive:
    Minori costi e tempi?
    Rispetto a tutte le altre tecnologie che puntano al superamento del silicio, questa tecnologia sarà più economica e si potrà implementare prima?Cioè, basandosi ancora sul silicio non si tratta di una gigantesca rivoluzione, quindi sarà più facile da sviluppare per le aziende?
Chiudi i commenti