MediaDefender, i costi del leak

825mila dollari se ne andranno tra spese legali e rimborsi per i clienti a causa della devastante circolazione delle email riservate. Ma MediaDefender crede ancora nella sua immagine

Roma – Costa cara la fuga di notizie che ha svelato al mondo le trame che si intessevano in MediaDefender, il braccio info-armato dell’industria dei contenuti: centinaia di migliaia di dollari si volatilizzeranno dal bilancio trimestrale dell’azienda.

È un documento pubblico e ufficiale rintracciato da P2PBlog a rivelare i dettagli finanziari dello scoperchiamento del vaso di Pandora avvenuto a settembre. MediaDefender, impegnata da anni ad infiltrarsi nelle reti dello sharing per consegnare alle major i pirati del copyright, ha attirato le ire del gruppo MediaDefender-Defenders .

Penetrati nell’account Gmail di un dipendente, gli smanettoni di Mediadefender Defenders si erano impossessati dei dati e avevano gettato in pasto ai downloader nell’ordine 6621 email riservate , zeppe di informazioni tecniche e di dati sensibili, il codice sorgente del software sviluppato per acchiappare i pirati e un database dei tracker e dei file esca che l’azienda utilizzava.

Il corrispettivo in denaro del leak? 825mila dollari : abbastanza per prosciugare i profitti trimestrali di ArtistDirect , la società che possiede MediaDefender. Così, stando ai calcoli dell’azienda, sono stati ripartite le perdite: 600mila dollari per rifondere i clienti , quattro dei quali garantiscono a MediaDefender il 66% dei suoi introiti; 225mila dollari si sono invece volatilizzati in ” spese legali , di consulenza e altri costi diretti conseguenti la breccia che si è aperta prima del 30 settembre.”

Quanto peserà effettivamente la fuga di dati sul bilancio dell’azienda? P2Pblog calcola per il terzo quarto del 2007 una perdita netta di 183mila dollari, a fronte degli 839mila dollari di guadagni netti fatti registrare nello stesso periodo dello scorso anno.

E per ciò che attiene all’immagine di MediaDefender? Che ne sarà dell’aura che circonda ArtistDirect, della positività che aleggia attorno al suo brand? Il parametro intangibile dell’umore dei clienti sembra rimanere invariato. Merito forse dei ritmi serrati con cui stanno procedendo le indagini interne “che si sono tradotte in una revisione di procedure e policy e in un miglioramento dei protocolli di sicurezza per le reti.”

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Banana Joe scrive:
    Occhio ai dreams di Gates.
    I suoi sogni sono i nostri incubi. I suoi incubi sono i nostri sogni. ;)
  • riccardo scrive:
    Google gli sta fregando i dipendenti
    I bravi ingenieri sono pochi.Già da anni Google sta fregando ingenieri a Microsoft e da un paio almeno sta girando tutto il mondo per accaparrarsi i migliori.Microsoft è partita tardi, questo articolo è una nuova conferma della lotta all'accaparramento che è tuttora in corso.
    • Squeeed scrive:
      Re: Google gli sta fregando i dipendenti
      - Scritto da: riccardo
      I bravi ingenieri sono pochi.

      Già da anni Google sta fregando ingenieri a
      Microsoft e da un paio almeno sta girando tutto
      il mondo per accaparrarsi i
      migliori.

      Microsoft è partita tardi, questo articolo è una
      nuova conferma della lotta all'accaparramento che
      è tuttora in
      corso.No, questo articolo serve come propaganda vista la fuga di cervelli verso google...Se fosse cosi "fico" lavorare per M$ sarebbero tutti a fare la fila e non servirebbero inutili propagande..
    • Banana Joe scrive:
      Re: Google gli sta fregando i dipendenti
      - Scritto da: riccardo
      I bravi ingenieri sono pochi.Anche i bravi insegnanti di italiano, mi sa...;)
  • Estimatore scrive:
    carenza di manodopera GRATIS forse
    è la solita faccenda.ve lo ricordate che 2-3 anni fa i NOSTRI industriali chiedevano manodopera extracomunitaria mentre da noi c'erano (e ci sono) centinaia di LAUREATI disoccupati?per non parlare di extra40enni operai specializzati e non specializzati. il punto non è che manca la gente, è che NON VOGLIONO PAGARLA.e nella gestione vogliono imporre diktat interni a prescindere dal senso del lavoroTi credo che c'è disaffezione: l'informatica è creatività e anche precisione. Figurati se gente che ha iniziato per passione tecnologica si adatta alla fuffa di oggi.pensate ai vecchi professionisti di unix scalzati via dal doubleclick di windows (salvo poi vedere problemi ovvi sorgere come funghi) questo succederà ovunque la diffusione di massa non venga affiancata al professionismo "elitario" non per alterigia ma per necessità di competenze. Non gente che se la tira, ma gente la cui conoscenza specifica viene usata, richiesta, valorizzata e portata fino al risultato che dai al cliente, che viene anche reso consapevole delle differenze tra un lavoro mediocre ed uno "come si deve".E' bello che tutti sappiano fare di più, ma è brutto che tutti si accontentino di meno: è contro il progresso e il miglioramento.
    • hammeronthe net scrive:
      Re: carenza di manodopera GRATIS forse
      Quoto e straquoto. Poveri noi :(
    • H9K scrive:
      Re: carenza di manodopera GRATIS forse
      Parole sante, preferiscono il neodiplomato senza esperienza perchè lo possono pagare poco e assumerlo a progetto.Della competenza e dell'esperienza non glie ne frega niente, a meno che possano averla a costo quasi zero.
      • seknor scrive:
        Re: carenza di manodopera GRATIS forse
        - Scritto da: H9K
        Parole sante, preferiscono il neodiplomato senza
        esperienza perchè lo possono pagare poco e
        assumerlo a
        progetto.
        Della competenza e dell'esperienza non glie ne
        frega niente, a meno che possano averla a costo
        quasi
        zero.il problema non è delle aziende ma dei laureati, e ancora prima dei laureati, il probelma è nella folosofia occidentaleoggi in Europa e in Usa le aziende non sono altro che mucche da mungere e bastonare per dare da mangiare al sistema, alla previdenza e soprattutto agli enti e ai posti pubbliciin Italia il 99% dei laureati deve inoltre ringraziare le aziende che pagano le tasse per loro, all'estero le università pubbliche sono rare come quelle private nel nostro paesefortuna che le aziende stanno andanto tutte all'estero, così presto la pacchia per le sanguisughe finirà e il popolo italiano riconoscerà la sua vera essenza: nullafacente e piagnucolone
      • Anonimo scrive:
        Re: carenza di manodopera GRATIS forse

        Parole sante, preferiscono il neodiplomato senza
        esperienza perchè lo possono pagare poco e
        assumerlo a
        progetto.Ma dove... che li vogliono giovanissimi per assumerli a progetto o come apprendisti è vero ma non che si accontentano di chi non ha esperienza. Vogliono pure quella la quale per forza di cose non può che venire millantata...
    • someone scrive:
      Re: carenza di manodopera GRATIS forse
      Quelle vecchie stufe di cui parli sono soltanto delle persone che si facevano pagare anche solo per comprimere un documento dalla linea di comando di Unix, quegli intoccabili professionisti semidei che alitavano vapori di arroganza da ogni poro della pelle. Per fortuna che sono stati scalzati, non hanno saputo stare al passo con i tempi perchè la loro passione non era l'informatica, ma solo i guadagni che quelle poche conoscenze che avevano sapevano generargli.
  • Olmo scrive:
    Una nota di colore per l'autrice
    Gates ha parlato di "black engineers". Perché non tradurlo come "neri" al posto dell'ipocritamente eufemistico "di colore"? Gli asiatici non sono "di colore"? "Nero" mica è un offesa: è chiamare le cose come stanno. Mi sembra che si abbia una immotivata paura a pronunciare parole come "nero", "negro", "zingaro", "ebreo", quasi a tradire un imbarazzo motivato non si sa da cosa.Dai, "nero" è diretto, bello e sincero. No?
    • Silon scrive:
      Re: Una nota di colore per l'autrice
      "Carl Mack, a capo di NSBE, ha spiegato che nel 2004 fra i laureati in informatica statunitensi solo il dieci per cento era nero."(cylon)
      • Olmo scrive:
        Re: Una nota di colore per l'autrice
        - Scritto da: Silon
        "Carl Mack, a capo di NSBE, ha spiegato che nel
        2004 fra i laureati in informatica statunitensi
        solo il dieci per cento era
        nero."Mi era sfuggito prima ;)Grazie!
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Una nota di colore per l'autrice
      contenuto non disponibile
      • Olmo scrive:
        Re: Una nota di colore per l'autrice
        Ormai siamo ampiamente nell'OT, ma tanto vale :)Personalmente conosco diversi neri che non trovano affatto offensivo il termine negro e lo utilizzano.D'altra parte, l'etimologia da te segnalata è un po' errata: negro deriva dal latino "niger", che significa (ma va?) "nero", e non dal dispregiativo "nigger" (che viene invece dallo spagnolo)http://it.wikipedia.org/wiki/NegroPersonalmente uso Nero. "Di colore" mi sembra ipocrita come il chiamare "zingarella" una bambina rom (forse diciamo parimenti "italianuccia"?)E' vero, come dici tu, che è molto diffusa l'accezione di "negro" caricata di un significato offensivo.Ciao :)
    • inutile scrive:
      Re: Una nota di colore per l'autrice
      - Scritto da: Olmo
      Gates ha parlato di "black engineers". Perché non
      tradurlo come "neri" al posto dell'ipocritamente
      eufemistico "di colore"? Gli asiatici non sono
      "di colore"? "Nero" mica è un offesa: è chiamare
      le cose come stanno. Mi sembra che si abbia una
      immotivata paura a pronunciare parole come
      "nero", "negro", "zingaro", "ebreo", quasi a
      tradire un imbarazzo motivato non si sa da
      cosa.

      Dai, "nero" è diretto, bello e sincero. No?Perché non "marrone", visto che, in realtà, la pelle scura è di quel colore.O come diceva un mio amico keniota, "superabbronzato"....
    • Shpalman scrive:
      Re: Una nota di colore per l'autrice
      Hai ragione. Il mio migliore amico e' nero e non capisce perche' dobbiamo fare questi giri di parole. "Sono nero, che problema c'e'?"E' ben diverso, ovviamente, quando qualche s** lo chiama "nigger" o roba simile.Lo stesso per mia moglie, asiatica: e' gialla, e allora? Mica e' un'offesa, inoltre e' una bellissima ragazza....
    • bi biiii scrive:
      Re: Una nota di colore per l'autrice
      - Scritto da: Olmo
      Gates ha parlato di "black engineers". Perché non
      tradurlo come "neri" al posto dell'ipocritamente
      eufemistico "di colore"? Gli asiatici non sono
      "di colore"? "Nero" mica è un offesa: è chiamare
      le cose come stanno. Mi sembra che si abbia una
      immotivata paura a pronunciare parole come
      "nero", "negro", "zingaro", "ebreo", quasi a
      tradire un imbarazzo motivato non si sa da
      cosa.

      Dai, "nero" è diretto, bello e sincero. No?Gia', accettare negro/nero come un insulto significadarla (linguisticamente parlendo) vinta a chi lavede in questo modo.Se i negri li dobbiamo chiamare "di colore"allora i bianchi come dovremmo chiamarli? "Sbiaditi" ?? :-)
  • capoccione scrive:
    Paura
    La verità è che già da qualche anno la Microsoft non è piu' interessante. I giovani vogliono lavorare per Google, e molti dei dipendenti stessi di Microsoft si dicono insoddisfatti della situazione (E non posso biasimarli, dopo il disastro-vista ...)Microsoft ha un rapporto sviluppatori/sviluppo (Cioè la produttività) totalmente fuori canone. Si parla di una media di 10'000 linee di codice per sviluppatore all'anno !!! Una miseria !Lo sviluppo di Vista ha dimostrato che Microsoft è un dinosauro che sta lentamente sprofondando in una pozza di catrame. E le lusinghe di Gates potranno solo allungarne l'agonia.
    • enneci scrive:
      Re: Paura
      - Scritto da: capoccione
      La verità è che già da qualche anno la Microsoft
      non è piu' interessante. I giovani vogliono
      lavorare per Google, e molti dei dipendenti
      stessi di Microsoft si dicono insoddisfatti della
      situazione (E non posso biasimarli, dopo il
      disastro-vista
      ...)
      Microsoft ha un rapporto sviluppatori/sviluppo
      (Cioè la produttività) totalmente fuori canone.
      Si parla di una media di 10'000 linee di codice
      per sviluppatore all'anno !!! Una miseria
      !
      Lo sviluppo di Vista ha dimostrato che Microsoft
      è un dinosauro che sta lentamente sprofondando in
      una pozza di catrame. E le lusinghe di Gates
      potranno solo allungarne
      l'agonia.Quoto.. finalmente qualcuno che conosce i fatti...Google è molto più motivante della M$.. gia da tempo!
    • deneb scrive:
      Re: Paura
      - Scritto da: capoccione
      La verità è che già da qualche anno la Microsoft
      non è piu' interessante. I giovani vogliono
      lavorare per Google, e molti dei dipendenti
      stessi di Microsoft si dicono insoddisfatti della
      situazione (E non posso biasimarli, dopo il
      disastro-vista
      ...)questa è buonalavorare per google.... e che lavoro sarebbe?nel mondo in cui vivo io (che probabilmente è anche il tuo) i giovani programmatori (non gli installatori di script PHP open source) sognano ancora di lavorare alla microsoft o alla apple
      Microsoft ha un rapporto sviluppatori/sviluppo
      (Cioè la produttività) totalmente fuori canone.
      Si parla di una media di 10'000 linee di codice
      per sviluppatore all'anno !!! Una miseria
      !
      Lo sviluppo di Vista ha dimostrato che Microsoft
      è un dinosauro che sta lentamente sprofondando in
      una pozza di catrame. E le lusinghe di Gates
      potranno solo allungarne
      l'agonia.ah, che Dio ti assista per il futuro!
      • capoccione scrive:
        Re: Paura
        - Scritto da: deneb
        lavorare per google.... e che lavoro sarebbe?Se non lo sai, cosa intervieni a fare :) ?
        nel mondo in cui vivo io (che probabilmente è
        anche il tuo) i giovani programmatori (non gli
        installatori di script PHP open source) sognano
        ancora di lavorare alla microsoft o alla
        appleNon viviamo nello stesso mondo, evidentemente.Nel mio mondo la frustrazione di Ballmer per l'emmoragia di persone in gamba che disertano per Google l'ha spinto a scagliare sedie e lanciare anatemi :)Qui trovi un'analisi interessante sul perchè Google è la meta ambita: http://money.cnn.com/magazines/fortune/bestcompanies/2007/snapshots/1.htmlAh, come anticipato Microsoft è messa maluccio: http://money.cnn.com/magazines/fortune/bestcompanies/2007/full_list/
        ah, che Dio ti assista per il futuro!Dio lo lascio ai creduloni, il mio futuro me lo costruisco on le mani e la testa ;) !
        • tamahck scrive:
          Re: Paura
          io per google ci andrei a lavorare domani a 1000 euro al mese senza pensarci!per microsoft? .... bah.. ci andrei solo se me ne danno a partire da 3000 netti! e probabilmente ci andrei per aiutarla a sprofondare!!per apple? mi intriga parecchio pure apple.. ma si parte da 1500!vogliamo parlare di yahoo? no!google sempre e comunque!
          • capoccione scrive:
            Re: Paura
            - Scritto da: tamahck
            io per google ci andrei a lavorare domani a 1000
            euro al mese senza
            pensarci!So di gente che è andata al colloquio di assunzione di Google e ha proposto di lavorare gratis per i primi 3 mesi. La parola "Google" sul CV vale molto ;)Ovviamente non sono stati presi: Prima di tutto una proposta del genere non fa buona impressione, e secondariamente Google riceve talmente tante richieste da potersi permettere solo il meglio del meglio del meglio (Altro che suppliche alla Bill Gates ;) !)
      • root scrive:
        Re: Paura
        Non ti rispondo perchè ti profumo
    • nino scrive:
      Re: Paura
      l'unica cosa stimolante è la grana... chi se ne fotte del resto?
      • capoccione scrive:
        Re: Paura
        - Scritto da: nino
        l'unica cosa stimolante è la grana... chi se ne
        fotte del
        resto?Evidentemente fai un lavoro frustrante e sottopagato.Io che ho un lavoro frustrante e sovra pagato, ti dico che preferirei dare metà dei centomila Euro di stipendio annuale in cambio di un lavoro stimolante ;)
        • nino scrive:
          Re: Paura
          no nn è questo il punto, è che non vedo che differenza enorme ci potrebbe essere tra lavorare per Microsoft o per Google, al punto da parlare di "frustrante" VS "stimolante"... per niente. anzi potrebbe essere il contrario. almeno in MS scrivi SW che verrà utilizzato. in google che scrivi? il simil office on line?sarò "conservatore", questo sì, però dai...PS: il miglior lavoro è quello che fai scegliendo tu cosa, fare, in cui decidi di fare cose semplici e cn cui guadagni di più rispetto a quello che fai (ed è il caso di uno dei miei 2 lavori) ;-)salutiNota: anche x me è importante nn essere frustrato sul lavoro, sennò guardo tutto il giorno l'orologio e odio tutto e tutti. avevo lasciato troppe cose tra le righe, chiedo venia.
          • capoccione scrive:
            Re: Paura
            - Scritto da: nino
            no nn è questo il punto, è che non vedo che
            differenza enorme ci potrebbe essere tra lavorare
            per Microsoft o per Google, al punto da parlare
            di "frustrante" VS "stimolante"...http://money.cnn.com/magazines/fortune/bestcompanies/2007/snapshots/1.html
            anzi potrebbe essere il contrario. almeno in MS
            scrivi SW che verrà utilizzato. in google che
            scrivi? il simil office on
            line?Google non è solo "www.google.com". Ora c'è pure Android, per esempio ;)E altre cose bollono in pentola: http://labs.google.com/O credi che tutti gli sviluppatori di Google lavorino su "Google Apps" ;) ? All'interno di Google hai una libertà di scelta quasi totale, e un giorno alla settimana è dedicato al "tuo" progetto.
            PS: il miglior lavoro è quello che fai scegliendo
            tu cosa, fare, in cui decidi di fare cose
            semplici e cn cui guadagni di più rispetto a
            quello che fai (ed è il caso di uno dei miei 2
            lavori)Purtroppo non sempre puoi scegliere ... E quando ti presenti già con qualche capello bianco e una dozzina di anni d'esperienza, tendono a proporti nel "management" e non come sviluppatore ...
          • nino scrive:
            Re: Paura
            meglio no? vogliamo fare cambio? :-)PS: io a dire il vero nemmeno uso google apps, sn un po' contrario all'esagerazione che si sta facendo sul web... tutto deve andare sul web. e a me nn piace la cosa.nn so cosa sia Android.quel ke c'è da dire, semmai, è ke in MS, a parte office, si lavoro a S.O., tool di sviluppo, e roba simile, che di suo deve essere in un certo modo e che, per quanto originale vuoi essere, deve sempre rimanere per l'appunto un S.O. o un tool di sviluppo...con tutte le problematiche basilare che vengono al primo posto (nn so qnto mi sia spiegato :-P)cmq va bene così :-)saluti
          • Giambo scrive:
            Re: Paura
            - Scritto da: nino
            meglio no? vogliamo fare cambio? :-)Lo parli lo svedese ;) ?
            nn so cosa sia Android.Dove sei stato nelle ultime 3 settimane ?
          • nino scrive:
            Re: Paura
            nemmeno l'inglese se è per quello :-)Beh, nn sono appassionatissimo di ciè ke ruota attorno a web e tecnologie particolari connesse a GPS e roba varia...
          • nino scrive:
            Re: Paura
            beh l'articolo, tra l'altro in odioso inglese, è un articolo, punto... nel senso che c'è la soggettività e ad esempio, personalmente, non vorrei MAI lavorare a un progetto come Android... però sn gusti... c'è a ki piace metter mani in settori nuovi, chi preferisce occuparsi di applicazioni più classiche e considera il resto fantascienza. Al mondo c'è bisogno di entrambe le figure, che si bilanciano facendo sì che ci sia sostanza e innovazione.saluti
          • Giambo scrive:
            Re: Paura
            - Scritto da: nino
            beh l'articolo, tra l'altro in odioso inglese, è
            un articolo, punto... nel senso che c'è la
            soggettivitàCome no ?!
            e ad esempio, personalmente, non
            vorrei MAI lavorare a un progetto come Android...E come te tanti altri. Ma se Google è stata eletta Miglior Compagnia dai suoi dipendenti, una ragione c'è.E per la stessa ragione Microsoft è cinquantesima.
          • nino scrive:
            Re: Paura
            nn ci vedo tutta questa importanza alla cosa cmq...
  • noprogates scrive:
    Come li vuoi, a co-co-ri-co?
    Come mai ogni anno vieni a chiedere forza lavoro? Scusa ma che contratto usi per i tuoi ingegneri, semestrale o trimestrale???Il motivo per cui parla così è sempre lo stesso: sà che il suo slogan finirà sulle lussuose riviste di economia e arriveranno ai parlamentari di tutto il mondo, che come sentono innovazione pensano subito (sbagliando sempre) a crescita economica.Basta vedere i centri di ricerca dello zio Bill, cosa avrebbero fatto di tanto innovativo a parte brevettare le idee dei suoi precari poveracci e forse anche copiati da qualche invenzione locale?Ascolta zio Bill, non per niente ma i parlamentari non sono tutti scemi, i nostri forse si compreranno anche, ma non per così poco... ;)
    • Elf scrive:
      Re: Come li vuoi, a co-co-ri-co?
      Li vuole a Co-Co-Pops :P
    • mart scrive:
      Re: Come li vuoi, a co-co-ri-co?
      - Scritto da: noprogates
      Come mai ogni anno vieni a chiedere forza lavoro?
      Scusa ma che contratto usi per i tuoi ingegneri,
      semestrale o
      trimestrale???

      Il motivo per cui parla così è sempre lo stesso:
      sà che il suo slogan finirà sulle lussuose
      riviste di economia e arriveranno ai parlamentari
      di tutto il mondo, che come sentono innovazione
      pensano subito (sbagliando sempre) a crescita
      economica.

      Basta vedere i centri di ricerca dello zio Bill,
      cosa avrebbero fatto di tanto innovativo a parte
      brevettare le idee dei suoi precari poveracci e
      forse anche copiati da qualche invenzione
      locale?

      Ascolta zio Bill, non per niente ma i
      parlamentari non sono tutti scemi, i nostri forse
      si compreranno anche, ma non per così poco...
      ;)manco sai di cosa parli... dai aria alla gola solo per cose che hai sentito dire in giro e che probabilmente non le hai nemmeno comprese benenon esistono precari alla microsoft, i precari li trovi solo nelle aziende filo-sinistroidi di fronte le quali scodinzolate tutti come pecorelle smarrite
      • g_gus scrive:
        Re: Come li vuoi, a co-co-ri-co?
        senti che cavolata. vai a cercare lavoro, sinistroide o destroide, e se trovi qualcosa che duri di più del latte fresco hai fortuna. sei un idiota ad appiccicare le parole "sinistroide" e "precariato". sei un idiota anche a paragonare chi cerca lavoro con un cane che scodinzola.
      • Anonimo torinese scrive:
        Re: Come li vuoi, a co-co-ri-co?
        - Scritto da: mart

        non esistono precari alla microsoft, i precari li
        trovi solo nelle aziende filo-sinistroidi di
        fronte le quali scodinzolate tutti come pecorelle
        smarriteSenti (troll) prova a entrarci in una sede M$.A seattle i precari li distingui dal colore del badge.Parlare di quello che si conosce, please.
      • H9K scrive:
        Re: Come li vuoi, a co-co-ri-co?

        non esistono precari alla microsoftE questa da dove l'hai tirata fuori?Articoli usciti già da anni sul Wall Street Journal e su riviste di informatica americane hanno fatto luce sulla situazione di chi lavora a Redmond.Quindi tira fuori le fonti, o non parlare di cose che non conosci.
      • someone scrive:
        Re: Come li vuoi, a co-co-ri-co?
        Non toccate il mio Bill. È un grande, se non ci fosse stato lui i computer sarebero esistiti solo nelle banche e negli uffici governativi.
  • sdfgdsfg scrive:
    Certo come no
    Guardate questo:http://www.youtube.com/watch?v=TCbFEgFajGU
  • guast scrive:
    E Bill disse ai suoi Microservi
    La schiavitù è uguale per tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: E Bill disse ai suoi Microservi
      Scommetto che se lo schiavista ti assumesse e ti pagasse come mai potresti sognare lavorando altrove, quel schiavista lo faresti santo...
      • noprogates scrive:
        Re: E Bill disse ai suoi Microservi
        Tu sei la prova lampante che questo è un covo di dipendenti microzozz... ma la propaganda è gratuita o ti paga???
        • Adrianotiger scrive:
          Re: E Bill disse ai suoi Microservi
          Come già detto... continua a giocare alla PS3 e fatti lavare i vestiti dalla tua mammina, che nel mondo c'è gente che lavora per mantenerti!
          • anonimo01 scrive:
            Re: E Bill disse ai suoi Microservi
            e il salario è mensile/fisso o andate dietro il numero di post? (newbie)
      • Stufo scrive:
        Re: E Bill disse ai suoi Microservi
        schiavista sarebbe stato, schiavista sarebbe e schiavista sempre sarà.affascinato dalla consecutio?
      • nino scrive:
        Re: E Bill disse ai suoi Microservi
        Ma nn ti senti ridicolo???
    • sanqel scrive:
      Re: E Bill disse ai suoi Microservi
      - Scritto da: guast
      La schiavitù è uguale per tuttiI programmatori microsoft sono tutti ricchi.Anche tu sei ricco lavorando per il tuo capo?Spero di si, altrimenti sei schiavo due volte.
      • guast scrive:
        Re: E Bill disse ai suoi Microservi


        Scritto da: guast


        La schiavitù è uguale per tutti
        I programmatori microsoft sono tutti ricchi.Beh, molti sono diventati ricchi si, ma non tutti
        Anche tu sei ricco lavorando per il tuo capo?
        Spero di si, altrimenti sei schiavo due volte.Ricco no, ma pagato piú di quanto prendevo in Italia si.Vista la quantitá di ore di lavoro fatte direi che sono schiavo si, ma una volta sola.
        • guast scrive:
          Re: E Bill disse ai suoi Microservi
          Non interpretate male l'ultimo post, non lavoro per Microsoft e nonostante tutto se mi offrissero un secco di soldi (molto improbabile) andrei a lavorare per loro
    • AMEN scrive:
      Re: E Bill disse ai suoi Microservi
      - Scritto da: guast
      La schiavitù è uguale per tuttiBuonanotte
    • ThanksBill scrive:
      Re: E Bill disse ai suoi Microservi
      Sì Sì bravo.... tu continua a ricompilare kernel in cantina mentre io guadagno 5.000 netti al mese grazie ai sistemi Microsoft
      • Adrianotiger scrive:
        Re: E Bill disse ai suoi Microservi
        Pure io!E pensa, quando abbiamo cominciato c'era in discussione se scrivere in Linux o XP-Embedded.La ditta lo aveva già fatto l'errore di scrivere il driver per la scheda grafica... Mezzo anno buttato al vento per una scheda grafica che 3 anni dopo non esisteva più!C'è chi ha tempo e soldi da buttare via e non arriva a niente, mentre chi produce (e dico PRODUCE), ha bisogno di sistemi efficaci... Grande Bill! Altro che schiavo, è grazie a lui che io lavoro!
  • root scrive:
    Speriamo che questa volta abbia ragione
    Lo detesto, ma spero vivamente che abbia visto giusto, diversamente, con una laurea in iformatica a 40 anni, mi rimane solo da fare il rappresentante di riviste informaticìhe
Chiudi i commenti