Mediadefender ora spara diffide

Spera così di fermare la circolazione del pacchetto da 700 mega di mail private sulle reti del P2P. Che rispondono con una risata

Roma – Un mondo diviso in due: da una parte Mediadefender, l’azienda coinvolta in uno scandalo senza precedenti oltreché in attività di monitoraggio del P2P, dall’altra i gestori e gli utenti dei servizi P2P, che ora iniziano a ricevere le prime diffide da Mediadefender. La società, infatti, sta cercando di far rimuovere dai principali snodi delle reti di sharing quel file da 700 mega che, come ben sanno i lettori di Punto Informatico , sta circolando ormai da giorni: al suo interno una quantità di comunicazioni riservate che stanno mettendo in imbarazzo l’azienda, per usare un eufemismo.

Ne parla ars technica , che segnala come un celebre sito torrentizio , isoHunt , abbia risposto alla diffida inviata dai legali di Mediadefender, che chiedevano la cancellazione del torrent di quel file sulla base del DMCA. Il sito, peraltro canadese, si è detto disponibile a rimuovere quei materiali se l’azienda sarà in grado di mandare una diffida legalmente ineccepibile: quella giunta – spiega isoHunt – non sembra nemmeno scritta da un avvocato.

Non ricorre al sarcasmo, invece, il sito europeo Meganova , che in un post del proprio blog conferma la ricezione di una simile diffida. Un documento a cui Markus , uno dei gestori del sito, ha risposto senza usare mezzi termini: prima ne parla come di un “puerile tentativo di rimuovere le vostre email dall’intera Internet”, ricordando anche che in Europa le leggi americane non vigono, e poi prosegue con una serie di epiteti irripetibili in questa sede.

Nei fatti, il caso di Mediadefender, come previsto al momento del leak di quelle informazioni confidenziali, non fa che allargarsi ogni giorno che passa. Tanto più che la crew che ha fatto girare quel file, Mediadefender Defenders ha realizzato un sito che, pur reso poco accessibile da – pare – un attacco DDoS (del quale accusa MediaDefender), pubblica materiali che non giovano alla reputazione dell’azienda.

In tutto questo, e ars non manca di sottolinearlo, il ricorso alle diffide antiP2P tramite avvocati è incomprensibile: l’esistenza stessa di MediaDefender è dovuta proprio al fatto che le crociate legali delle major contro il P2P non abbiano mai funzionato come queste ultime avrebbero sperato, tanto da spingerle a rivolgersi a chi, con altri mezzi, avrebbe potuto tentare di ingaggiare una battaglia, peraltro sonoramente perduta, con le piattaforme di sharing. E, questi, altri non è che Mediadefender.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nicola Fierro scrive:
    HCV
    406201Perché non si fa ricerca per debellare l'HCV?
  • Nicola Fierro scrive:
    HCV
    406201Perché non si fa ricerca per debellare l'HCV?
  • snem scrive:
    Donare si... purchè non si brevetti!
    Sono daccordo con donare la cpu. Però con la condizione che un eventuale farmaco derivante da tali ricerche non possa essere brevettato. O magari qualche sconto sull'acquisto?? :-P
  • snem scrive:
    Donare si... purchè non si brevetti!
    Sono daccordo con donare la cpu. Però con la condizione che un eventuale farmaco derivante da tali ricerche non possa essere brevettato. O magari qualche sconto sull'acquisto?? :-P
    • 5ze247940 scrive:
      Re: Donare si... purchè non si brevetti!
      Saro acido ma oggi la medicina non si preoccupa di trovare cure per malattie ma modi di mantenerle...Perche?Forse i guadagni saranno migliori?
      • Lillo scrive:
        Re: Donare si... purchè non si brevetti!
        È Quello che volevo dire riguardo all'argento colloidale ionico.Dato che è un farmaco conosciuto da 3000 anni ed utilizzato ancora oggi, dagli anni '70 è sparita dal commercio la versione ionica per uso sistemico.L'argento colloidale ionico sono atomi d'argento in sospensione elettrica in acqua bi-distillata. Molto instabile per cui difficile da produrre e da conservare perché si rovina con la luce e con i campi elettromagnetici oltre che a contatto coi metalli.Per uso topico però esiste legato a proteine ed è l'unico farmaco efficace per le ustioni gravi.E si usa nei filtri per le piscine, nei bagni degli aerei, dello Shuttle e della stazione spaziale internazionale. Ma anche su spazzolini da denti e da poco in preparati spray per la gola e per i fumatori.L'ACI funzionando da catalizzatore nella respirazione degli organismi unicellulari li soffoca in 6 minuti, basta che sia presente in prossimità della loro membrana cellulare.L'ACI uccide 650 famiglie di batteri unicellulari (non i microbi quindi), funghi e i virus. Ma non è brevettabile perché è semplice argento puro sospeso in acqua ottenuto per elettrolisi.Capirai che un farmaco antibiotico che uccide centinaia di famiglie di organismi unicellulari presenti e perfino future, e che non è brevettabile, rappresenterebbe un danno economico per le aziende farmaceutiche.Quando si cerca l'argento colloidale su Internet ci si imbatte in siti che parlano del suo unico effetto collaterale che è una brutta e permanente scoloritura della pelle perché i sali d'argento reagiscono alla luce del sole e macchiano permanentemente i tessuti.Ma non si dice che ciò avviene solo con ACI fatto male in cui ci sono troppi nitrati e sali disciolti.l'ACI è difficile da fare e quindi costoso, ma lo potrebbero fare in piccole quantità e per la vendita al dettaglio direttamente i farmacisti usando acqua bidistillata con conduttività elettrica inferiore a 0,5 micro-siemens che denota scarsissima quantità di sali residui e quindi scongiurare il pericolo di avere macchiata la pelle di grigio bluastro per sempre, e lingotti d'argento 999x1000 con l'ausilio di una macchinetta per l'elettrolisi del costo di meno di 500-1000 euro. Capirai comunque che restare per sempre grigi o bluastri sia il minore dei mali per un malato grave di una qualche malattia infettiva che può guarire con una cosa semplicissima, diffusa e non brevettabile.Lo stesso dicasi per l'estratto di semi di pompelmo (il grapeseeds extract) che mi dicono da poco essere difficile importare in Italia. Si vocifera del fatto che le aziende farmaceutiche stiano ottenendo dalla UE e in altri paesi delmondo (se non l'hanno già ottenuto) il privilegio di poter sindacare e decidere sulla bontà e commerciabilità di rimedi omeopatici, erboristici e alternativi.In pratica lo devono decidere loro se sono o no pericolosi (per noi o per il loro portafogli?).Così via il cava cava, via l'estratto di semi di pompelmo, via la Stevia come dolcificante.Cacciata via dagli USA (ora lavora in Messico) la D.ssa Ulde Clark che curava con l'erboristeria e metodi alternativi, e che lo spiega chiaramente nei suoi libri che lei non ha inventato nulla di nuovo, ma si avvale dei rimedi della natura e della tradizione millenaria dei popoli.Per la mia leggera artrite mi hanno fatto più bene salice, artiglio del diavolo, condroitina, glucosamina e altre erbe anti-infiammatorie che i cortisonici che mi stroncavano lo stomaco e mi causavano sanguinamento nelle feci...Poi non sono contrario a tutti i farmaci sintetici. Ma credo che queste aziende abbiano raggiunto delle dimensioni per cui stiano alterando il mercato o meglio la medicina per creare ammalati e mantenersi in una rendita perpetua. Ci si deve aspettare di tutto da queste aziende, anche che si avvelenino per poi venderci gli antidoti.
      • Lillo scrive:
        Re: Donare si... purchè non si brevetti!
        È Quello che volevo dire riguardo all'argento colloidale ionico.Dato che è un farmaco conosciuto da 3000 anni ed utilizzato ancora oggi, dagli anni '70 è sparita dal commercio la versione ionica per uso sistemico.L'argento colloidale ionico sono atomi d'argento in sospensione elettrica in acqua bi-distillata. Molto instabile per cui difficile da produrre e da conservare perché si rovina con la luce e con i campi elettromagnetici oltre che a contatto coi metalli.Per uso topico però esiste legato a proteine ed è l'unico farmaco efficace per le ustioni gravi.E si usa nei filtri per le piscine, nei bagni degli aerei, dello Shuttle e della stazione spaziale internazionale. Ma anche su spazzolini da denti e da poco in preparati spray per la gola e per i fumatori.L'ACI funzionando da catalizzatore nella respirazione degli organismi unicellulari li soffoca in 6 minuti, basta che sia presente in prossimità della loro membrana cellulare.L'ACI uccide 650 famiglie di batteri unicellulari (non i microbi quindi), funghi e i virus. Ma non è brevettabile perché è semplice argento puro sospeso in acqua ottenuto per elettrolisi.Capirai che un farmaco antibiotico che uccide centinaia di famiglie di organismi unicellulari presenti e perfino future, e che non è brevettabile, rappresenterebbe un danno economico per le aziende farmaceutiche.Quando si cerca l'argento colloidale su Internet ci si imbatte in siti che parlano del suo unico effetto collaterale che è una brutta e permanente scoloritura della pelle perché i sali d'argento reagiscono alla luce del sole e macchiano permanentemente i tessuti.Ma non si dice che ciò avviene solo con ACI fatto male in cui ci sono troppi nitrati e sali disciolti.l'ACI è difficile da fare e quindi costoso, ma lo potrebbero fare in piccole quantità e per la vendita al dettaglio direttamente i farmacisti usando acqua bidistillata con conduttività elettrica inferiore a 0,5 micro-siemens che denota scarsissima quantità di sali residui e quindi scongiurare il pericolo di avere macchiata la pelle di grigio bluastro per sempre, e lingotti d'argento 999x1000 con l'ausilio di una macchinetta per l'elettrolisi del costo di meno di 500-1000 euro. Capirai comunque che restare per sempre grigi o bluastri sia il minore dei mali per un malato grave di una qualche malattia infettiva che può guarire con una cosa semplicissima, diffusa e non brevettabile.Lo stesso dicasi per l'estratto di semi di pompelmo (il grapeseeds extract) che mi dicono da poco essere difficile importare in Italia. Si vocifera del fatto che le aziende farmaceutiche stiano ottenendo dalla UE e in altri paesi delmondo (se non l'hanno già ottenuto) il privilegio di poter sindacare e decidere sulla bontà e commerciabilità di rimedi omeopatici, erboristici e alternativi.In pratica lo devono decidere loro se sono o no pericolosi (per noi o per il loro portafogli?).Così via il cava cava, via l'estratto di semi di pompelmo, via la Stevia come dolcificante.Cacciata via dagli USA (ora lavora in Messico) la D.ssa Ulde Clark che curava con l'erboristeria e metodi alternativi, e che lo spiega chiaramente nei suoi libri che lei non ha inventato nulla di nuovo, ma si avvale dei rimedi della natura e della tradizione millenaria dei popoli.Per la mia leggera artrite mi hanno fatto più bene salice, artiglio del diavolo, condroitina, glucosamina e altre erbe anti-infiammatorie che i cortisonici che mi stroncavano lo stomaco e mi causavano sanguinamento nelle feci...Poi non sono contrario a tutti i farmaci sintetici. Ma credo che queste aziende abbiano raggiunto delle dimensioni per cui stiano alterando il mercato o meglio la medicina per creare ammalati e mantenersi in una rendita perpetua. Ci si deve aspettare di tutto da queste aziende, anche che si avvelenino per poi venderci gli antidoti.
    • 5ze247940 scrive:
      Re: Donare si... purchè non si brevetti!
      Saro acido ma oggi la medicina non si preoccupa di trovare cure per malattie ma modi di mantenerle...Perche?Forse i guadagni saranno migliori?
    • Che scrive:
      Re: Donare si... purchè non si brevetti!
      occhio, il tuo vicino è un alieno!
    • Che scrive:
      Re: Donare si... purchè non si brevetti!
      occhio, il tuo vicino è un alieno!
  • Ricky scrive:
    HU?!
    Sono alcuni anni oramai che presto il mio tempo CPU (E I MIEI SOLDI PER LO SPRECO ENERGETICO) alla ricerca.Non ho visto alcun risultato e non credo che ne verdo', hanno tempi veramente biblici.Comunque sia i miei figli potranno forse usufruire delle scoperte a cui ho partecipato anche se solo con del FERRO a macinare dati.Mi pare quindi una cosa da agevolare il piu' possibile e da portare alla conoscenza di piu' persone possibili.Cosi' oltre a giocare,andare in internet,vedersi i filmettini scaricati dal p2p potremo salvare delle vite.
  • Ricky scrive:
    HU?!
    Sono alcuni anni oramai che presto il mio tempo CPU (E I MIEI SOLDI PER LO SPRECO ENERGETICO) alla ricerca.Non ho visto alcun risultato e non credo che ne verdo', hanno tempi veramente biblici.Comunque sia i miei figli potranno forse usufruire delle scoperte a cui ho partecipato anche se solo con del FERRO a macinare dati.Mi pare quindi una cosa da agevolare il piu' possibile e da portare alla conoscenza di piu' persone possibili.Cosi' oltre a giocare,andare in internet,vedersi i filmettini scaricati dal p2p potremo salvare delle vite.
  • capuk scrive:
    e la malaria?
    Forse era citabile il progetto contro la malaria in un articolo come questo? ( malariacontrol.net )
  • capuk scrive:
    e la malaria?
    Forse era citabile il progetto contro la malaria in un articolo come questo? ( malariacontrol.net )
  • Mik scrive:
    Una settimana = 25mila anni?
    Allora due settimane avrebbero risolto il problema. Dunque la frase mi pare troppo ottimista:
    Basterebbe però che centomila persone condividessero la
    propria CPU per una settimana per dimezzare i tempi
    biblici necessari a sviluppare una cura
  • Mik scrive:
    Una settimana = 25mila anni?
    Allora due settimane avrebbero risolto il problema. Dunque la frase mi pare troppo ottimista:
    Basterebbe però che centomila persone condividessero la
    propria CPU per una settimana per dimezzare i tempi
    biblici necessari a sviluppare una cura
    • BioEgo scrive:
      Re: Una settimana = 25mila anni?
      No beh una settimana = 50% percui:1° settimana= 50% di 50.000 = 25.0002° settimana= 50% di 25.000 = 12.5003° settimana= 50% di 12.500 = 6.250etc etcdiventa asintotico il che vuol dire che non ci arriveremo mai comunque :PNo scherzi a parte: sforzi di questo genere sono estremamente utili percui per tutti coloro che lasciano i PC accesi a scaricare (solo materiale legale ovviamente ;) ) consiglio di iscriversi ad uno dei tanti progetti di grid-computing e donare il loro tempo di cpu alla scienza! E' gratis e fa bene!Ciao 8)
    • BioEgo scrive:
      Re: Una settimana = 25mila anni?
      No beh una settimana = 50% percui:1° settimana= 50% di 50.000 = 25.0002° settimana= 50% di 25.000 = 12.5003° settimana= 50% di 12.500 = 6.250etc etcdiventa asintotico il che vuol dire che non ci arriveremo mai comunque :PNo scherzi a parte: sforzi di questo genere sono estremamente utili percui per tutti coloro che lasciano i PC accesi a scaricare (solo materiale legale ovviamente ;) ) consiglio di iscriversi ad uno dei tanti progetti di grid-computing e donare il loro tempo di cpu alla scienza! E' gratis e fa bene!Ciao 8)
  • Lillo scrive:
    Argento collidale ionico
    Perché non l'argento colloidale ionico?http://www.naturmedica.com/argentocolloidale.htmhttp://www.xmx.it/argentocolloidale.htmhttp://www.argento-colloidale.info/html/index2.htm
    • Alessio scrive:
      Re: Argento collidale ionico
      In base alle descrizioni questo argento colloidale assomiglia allo "snake oil"...
      • Lillo scrive:
        Re: Argento collidale ionico
        Eccone un altro che non ha capito niente di cosa sia l'argento colloidale...Leggi meglio i link e le applicazioni. Prendi un prontuario farmaceutico e scoprirai che è già un farmaco utilizzato solo per uso topico e per i grandi ustionati.Se funziona per uso topico perché non ci sono applicazioni ssistemiche? L'argiria si può evitare se è fatto bene...
      • Lillo scrive:
        Re: Argento collidale ionico
        Eccone un altro che non ha capito niente di cosa sia l'argento colloidale...Leggi meglio i link e le applicazioni. Prendi un prontuario farmaceutico e scoprirai che è già un farmaco utilizzato solo per uso topico e per i grandi ustionati.Se funziona per uso topico perché non ci sono applicazioni ssistemiche? L'argiria si può evitare se è fatto bene...
    • Alessio scrive:
      Re: Argento collidale ionico
      In base alle descrizioni questo argento colloidale assomiglia allo "snake oil"...
    • HomoSapiens scrive:
      Re: Argento collidale ionico
      stai parlando di omeopatia.. e visto che hai riportato dei link per sembrare più autorevole citando le fontihttp://it.wikipedia.org/wiki/Omeopatia Allo stato attuale, nessuno studio scientifico, pubblicato su riviste di valore riconosciuto ha potuto dimostrare chiaramente che l'omeopatia presenti una seppur minima efficacia per una qualsiasi malattia.
      • Lillo scrive:
        Re: Argento collidale ionico
        Evidentemente non hai letto neppure una riga nei link che ho riportato.L'argento colloidale ionico è utilizzato da 3000 anni e NON È omeopatia.Ed è in vendita in formulazioni per uso topico ed applicazioni civili.Le applicazioni topiche più famose sono le piaghe da decupito e l'antibatterico per i grandi ustionati. È l'unico farmaco che è in grado di tenere in vita un grande ustionato e proteggerlo dalle infezioni.Senza contare che lo si usa negli spazzolini da denti, nei spray per i fumatori, nei filtri delle piscine, nei filtri per i bagni degli aerei, sulla stazione spaziale internazionale e nello Space Shuttle.E queste non mi sembrano applicazioni omeopatiche.Leggi i link che ti ho riportato e approfondisci la materia, è un catalizzatore che inibisce le funzioni respiratorie degli organismi unicellulari.
        • Che scrive:
          Re: Argento collidale ionico
          L'epatite c e le altre malattie citate sono ad eziologia virale, cioè causate da virus.L'argento è un antibatterico..
          • Lillo scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            L'argento è un antibatterico, antivirale ed antifungino.Agisce su tutte le forme di vita unicellulari a respirazione aerobica. Perché interferisce a livello elettronico con la permeabilità della membrana del virus/batterio/miceto impedendo quel processo che attrae e fa permeare l'atomo di ossigeno attraverso la membrana.Quindi uccide anche i virus però prima che abbiano iniettato l'acido nucleico nelle cellule dell'organismo e abbiano iniziato la riproduzione.Ciò significa che finché i virus sono liberi nell'organismo e non abbiano attaccato le cellule e il loro nucleo sono vulnerabili all'ACI come gli altri organismi unicellulari.
          • Zio Paperone scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            Ecco l'unico effetto del tuo argento colloidalehttp://homepages.together.net/~rjstan/Pensaci due volte prima di dare consigli medici dei quali *evidentemente* non sai nulla.
          • Lillo scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            L'argiria è un problema noto ed è causato dalla scoloritura della pelle causata dalla presenza di nitrati d'argento (gli stessi usati in fotografia) sui tessuti che con la luce solare cambiano colore.Innanzitutto quel sito è amatoriale ospitato su un hoster gratuito ma soprattutto parla di persone (poche) che hanno assunto integratori alimentari di argento colloidale.Il problema degli integratori economici è che fanno legare l'argento colloidale a proteine di solito animali (argento vitellinato).Se l'argento colloidale viene fatto in acqua bi-distillata con indice di conducibilità di 0,5 microsiemens non ci sono sali disciolti sufficienti da poter creare grosse molecole di nitrati, per cui l'argiria è pressocché impossibile.Comunque ci sono numerosi forum di persone che si scambiano consigli e opinioni sull'ACI e lo fanno per se, gli amici e i familiari. Io stesso lo prendo fatto da me stesso.E non ho mai letto di nessuno che abbia avuto questo effetto collaterale né è capitato a me.Bisogna saperlo fare ed è difficile per le aziende vendere ACI di grado A a meno di 90 euro al litro, senza contare la sua instabilità. E la diffusione e commerciabilità per la quale non si giustifica una produzione industriale di grado A.
          • Zio Paperone scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            - Scritto da: Lillo
            Innanzitutto quel sito è amatoriale ospitato su
            un hoster gratuito ma soprattutto parla diQuesto è abbastanza "professionale" per te? L'hoster è ok?http://www.fda.gov/bbs/topics/ANSWERS/ANS00971.htmlhttp://www.fda.gov/cvm/CVM_Updates/silver.html
          • Lillo scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            Ma lo hai letto bene almeno?È vietato l'uso di prodotti a base di argento colloidale negli animali da allevamento.Lo credo bene, perché i sali d'argento rimasti nei tessuti possono essere ingeriti quando si mangia la carne di quegli animali e quindi può causare l'argiria per via indiretta ossia assumendo i sali d'argento dalla carne su cui si sono depositati.Ne hai altre di queste raccomandazioni?Guarda che proprio un paio di mesi fa in Europa è stato approvato un farmaco per uso orale a base di argento colloidale per i fumatori. Per ridurre i problemi dentali e per l'alitosi.Dato che l'argento colloidale può essere assorbito attraverso i capillari sublinguali quel farmaco (o presidio medico) deve essere fatto bene per scongiurare il pericolo di argiria. Eppure è stato approvato e ne fanno anche la pubblicità in TV.
          • Lillo scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            Ma lo hai letto bene almeno?È vietato l'uso di prodotti a base di argento colloidale negli animali da allevamento.Lo credo bene, perché i sali d'argento rimasti nei tessuti possono essere ingeriti quando si mangia la carne di quegli animali e quindi può causare l'argiria per via indiretta ossia assumendo i sali d'argento dalla carne su cui si sono depositati.Ne hai altre di queste raccomandazioni?Guarda che proprio un paio di mesi fa in Europa è stato approvato un farmaco per uso orale a base di argento colloidale per i fumatori. Per ridurre i problemi dentali e per l'alitosi.Dato che l'argento colloidale può essere assorbito attraverso i capillari sublinguali quel farmaco (o presidio medico) deve essere fatto bene per scongiurare il pericolo di argiria. Eppure è stato approvato e ne fanno anche la pubblicità in TV.
          • Zio Paperone scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            - Scritto da: Lillo
            Innanzitutto quel sito è amatoriale ospitato su
            un hoster gratuito ma soprattutto parla diQuesto è abbastanza "professionale" per te? L'hoster è ok?http://www.fda.gov/bbs/topics/ANSWERS/ANS00971.htmlhttp://www.fda.gov/cvm/CVM_Updates/silver.html
          • Lillo scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            L'argiria è un problema noto ed è causato dalla scoloritura della pelle causata dalla presenza di nitrati d'argento (gli stessi usati in fotografia) sui tessuti che con la luce solare cambiano colore.Innanzitutto quel sito è amatoriale ospitato su un hoster gratuito ma soprattutto parla di persone (poche) che hanno assunto integratori alimentari di argento colloidale.Il problema degli integratori economici è che fanno legare l'argento colloidale a proteine di solito animali (argento vitellinato).Se l'argento colloidale viene fatto in acqua bi-distillata con indice di conducibilità di 0,5 microsiemens non ci sono sali disciolti sufficienti da poter creare grosse molecole di nitrati, per cui l'argiria è pressocché impossibile.Comunque ci sono numerosi forum di persone che si scambiano consigli e opinioni sull'ACI e lo fanno per se, gli amici e i familiari. Io stesso lo prendo fatto da me stesso.E non ho mai letto di nessuno che abbia avuto questo effetto collaterale né è capitato a me.Bisogna saperlo fare ed è difficile per le aziende vendere ACI di grado A a meno di 90 euro al litro, senza contare la sua instabilità. E la diffusione e commerciabilità per la quale non si giustifica una produzione industriale di grado A.
          • Zio Paperone scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            Ecco l'unico effetto del tuo argento colloidalehttp://homepages.together.net/~rjstan/Pensaci due volte prima di dare consigli medici dei quali *evidentemente* non sai nulla.
          • Lillo scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            L'argento è un antibatterico, antivirale ed antifungino.Agisce su tutte le forme di vita unicellulari a respirazione aerobica. Perché interferisce a livello elettronico con la permeabilità della membrana del virus/batterio/miceto impedendo quel processo che attrae e fa permeare l'atomo di ossigeno attraverso la membrana.Quindi uccide anche i virus però prima che abbiano iniettato l'acido nucleico nelle cellule dell'organismo e abbiano iniziato la riproduzione.Ciò significa che finché i virus sono liberi nell'organismo e non abbiano attaccato le cellule e il loro nucleo sono vulnerabili all'ACI come gli altri organismi unicellulari.
        • HomoSapiens scrive:
          Re: Argento collidale ionico
          si ma fino a quando la FDA non lo approva come farmaco (finora è considerato dietary supplement, ovvero integratore alimentare) puoi postare tutti i link che ti pare.. come dire "guarda lo dice questo link, deve essere vero", "guarda wanna marchi se è in televisione deve dire la verità", tu scommetto che berresti il mr muscolo idraulico gel per sgorgare le arterie dalle placche di colesterolo. che l'argento sia antibatterico si sapeva, ma da qui a ingerirlo ce ne vuole. esistono migliaia di prodotti chimici che fanno bene il loro lavoro ma riportano tutti l'etichetta "irritante" o "veleno". e poi non pensi che se questo argento fosse davvero la panacea per tutti i mali non si parlerebbe d'altro? tutti i medici lo prescriverebbero..
          • Lillo scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            Ma l'argento colloidale non è tossico. Non ha nessun effetto tossico e viene espulso regolarmente dai reni come il ferro o il magnesio che sono altri metalli che ci fanno bene.Quelli tossici sono i sali d'argento quando sono legati al sodio ed altri sali.Della FDA ho poca fiducia perché alle case farmaceutiche gli vuole poco con le loro risorse economiche a fare approvare o non approvare ciò che vogliono o che non vogliono nel mercato...C'è un bel libro sull'argento colloidale in PDF ma c'è moltissima documentazione storica. È usato fin dal tempo degli antichi romani che mettevano monete o lingotti d'argento nel latte per farlo durare più a lungo.E lo stesso facevano i coloni americani con l'acqua per evitare infezioni...Poi da un paio di mesi c'è un nuovo farmaco per uso orale che viene venduto per i fumatori e per igienizzare il cavo orale e l'argento colloidale viene assimilato dai capillari sublinguali.Per non parlare degli spazzolini con la testina d'argento (il Silver Care)... Per cui in piccole dosi anche tu potresti assimilarlo da prodotti regolarmente in vendita e di uso quotidiano.Comunque in molte farmacie lo vendono anche in forma colloidale per uso sistemico.http://www.naturvitae.com/index.php?mod=prodotto&ID=85&lang=ITQui ci sono le descrizioni dettagliate di tutti i test da eseguire per farsi in proprio un buon argento colloidale ionico.http://digilander.libero.it/nocturnus75/argento_colloidale_ionico.htmlE poi questo è il sito di una persona veramente in gamba che lo ha studiato e usato spesso e pubblica ogni dettaglio.http://www.argento-colloidale.info/
          • V-medicine scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            - Scritto da: HomoSapiens...
            l'etichetta "irritante" o "veleno". e poi non
            pensi che se questo argento fosse davvero la
            panacea per tutti i mali non si parlerebbe
            d'altro? tutti i medici lo
            prescriverebbero..ecco, questo proprio te lo potevi risparmiare, ora mi tocca leggermi i link all'argento colloidale per davvero, prima avrei avuto qualche dubbio.
          • HomoSapiens scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            - Scritto da: V-medicine
            - Scritto da: HomoSapiens
            ...

            l'etichetta "irritante" o "veleno". e poi non

            pensi che se questo argento fosse davvero la

            panacea per tutti i mali non si parlerebbe

            d'altro? tutti i medici lo

            prescriverebbero..

            ecco, questo proprio te lo potevi risparmiare,
            ora mi tocca leggermi i link all'argento
            colloidale per davvero, prima avrei avuto qualche
            dubbio.emh.. non ti seguo.. vuoi dire che prima che scrivessi io dubitavi dell'efficacia dell'argento mentre ora ti sembra più possibile? mi sembra un controsenso.. :O
          • Guido Ferioli scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            Se volete sapere tutto sull'Argento Colloidale, e soprattutto come fare un'Argento colloidale della migliore qualità con le apparecchiature da me prodotte e commercializzate, visitate il mio sito: www.argento-colloidale.info
          • Guido Ferioli scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            Se volete sapere tutto sull'Argento Colloidale, e soprattutto come fare un'Argento colloidale della migliore qualità con le apparecchiature da me prodotte e commercializzate, visitate il mio sito: www.argento-colloidale.info
          • V-medicine scrive:
            Re: Argento collidale ionico
            - Scritto da: HomoSapiens...
            l'etichetta "irritante" o "veleno". e poi non
            pensi che se questo argento fosse davvero la
            panacea per tutti i mali non si parlerebbe
            d'altro? tutti i medici lo
            prescriverebbero..ecco, questo proprio te lo potevi risparmiare, ora mi tocca leggermi i link all'argento colloidale per davvero, prima avrei avuto qualche dubbio.
        • HomoSapiens scrive:
          Re: Argento collidale ionico
          si ma fino a quando la FDA non lo approva come farmaco (finora è considerato dietary supplement, ovvero integratore alimentare) puoi postare tutti i link che ti pare.. come dire "guarda lo dice questo link, deve essere vero", "guarda wanna marchi se è in televisione deve dire la verità", tu scommetto che berresti il mr muscolo idraulico gel per sgorgare le arterie dalle placche di colesterolo. che l'argento sia antibatterico si sapeva, ma da qui a ingerirlo ce ne vuole. esistono migliaia di prodotti chimici che fanno bene il loro lavoro ma riportano tutti l'etichetta "irritante" o "veleno". e poi non pensi che se questo argento fosse davvero la panacea per tutti i mali non si parlerebbe d'altro? tutti i medici lo prescriverebbero..
      • Lillo scrive:
        Re: Argento collidale ionico
        Evidentemente non hai letto neppure una riga nei link che ho riportato.L'argento colloidale ionico è utilizzato da 3000 anni e NON È omeopatia.Ed è in vendita in formulazioni per uso topico ed applicazioni civili.Le applicazioni topiche più famose sono le piaghe da decupito e l'antibatterico per i grandi ustionati. È l'unico farmaco che è in grado di tenere in vita un grande ustionato e proteggerlo dalle infezioni.Senza contare che lo si usa negli spazzolini da denti, nei spray per i fumatori, nei filtri delle piscine, nei filtri per i bagni degli aerei, sulla stazione spaziale internazionale e nello Space Shuttle.E queste non mi sembrano applicazioni omeopatiche.Leggi i link che ti ho riportato e approfondisci la materia, è un catalizzatore che inibisce le funzioni respiratorie degli organismi unicellulari.
    • HomoSapiens scrive:
      Re: Argento collidale ionico
      stai parlando di omeopatia.. e visto che hai riportato dei link per sembrare più autorevole citando le fontihttp://it.wikipedia.org/wiki/Omeopatia Allo stato attuale, nessuno studio scientifico, pubblicato su riviste di valore riconosciuto ha potuto dimostrare chiaramente che l'omeopatia presenti una seppur minima efficacia per una qualsiasi malattia.
Chiudi i commenti