Mega, ritorno al futuro

Kim Dotcom pubblica in anteprima alcune immagini relative al suo nuovo servizio di file hosting. Tra chiavi di cifratura e cartelle in the cloud, per la rinascita del celebre cyberlocker

Roma – “Il nuovo Mega porterà alla liberazione attraverso l’innovazione, e spero che tutti diffondano il verbo quando tornerà a vivere nel prossimo gennaio”. Nuove profezie cinguettate dal founder di Megaupload Kim Dotcom, a poco più di un mese dalla rinascita cibernetica della fenice del file hosting.

Sul suo attivissimo profilo Twitter , il boss dei cyberlocker ha pubblicato in anteprima tre immagini relative ai principali servizi del nuovo Mega.co.nz, spostatosi al dominio neozelandese dopo il rifiuto del governo in Gabon. Nella prima immagine, gli utenti di Mega potranno ottenere una chiave di cifratura per chiudere i propri contenuti.

cifratura nuovo mega

Nella seconda immagine pubblicata dal founder di origini tedesche, quella che dovrebbe essere la pagina da cui effettuare il login con nome utente, indirizzo di posta elettronica e password . Obbligatorio accettare i termini di servizio della nuova piattaforma, attualmente avvolti nel mistero.

pagina login nuovo mega

Nella terza e ultima immagine, quello che sarà il file manager di Mega, una schermata dove poter gestire i propri file in the cloud . Gli utenti potranno caricare e trasferire file ordinati in cartelle, compresi magari anche quelli raccolti dal Government Communications Security Bureau ( GCSB ) nel corso dell’indagine che ha portato alla chiusura del primo Megaupload, si ammicca nell’immagine. Come già annunciato da Dotcom, le chiavi di cifratura consegneranno agli utenti la responsabilità dei contenuti caricati.

file manager nuovo mega

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alessio scrive:
    VIVA AVAX!
    E passa la paura
  • barney stinson scrive:
    Bellissima
    "saranno disponibili sul sito intranet per le <b
    esigenze informative </b
    dei parlamentari"Bellissima(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
  • Claudio scrive:
    E se un parlamentare le pubblica?
    commette violazioni di diritto d'autore? mi sembra strano, sicuramente più d'uno ci proverà e alla fine verra tolta la psw.Oppure il parlamentare A la dice ad il cittadino comune B. B la pubblica e dichiara di averla scoperta con un fantomatico algoritmo di forza bruta.
    • Borg_01 scrive:
      Re: E se un parlamentare le pubblica?
      Se le password le fanno scegliere ai parlamentari le trova anche mia nonna-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 dicembre 2012 19.13-----------------------------------------------------------
  • ThEnOra scrive:
    Mah?
    Si tratta della "famosa" pagina della camera?Qualcosa mi dice che le chiavi di acXXXXX si troveranno tranquillamente in rete...
    • panda rossa scrive:
      Re: Mah?
      - Scritto da: ThEnOra
      Si tratta della "famosa" pagina della camera?
      Qualcosa mi dice che le chiavi di acXXXXX si
      troveranno tranquillamente in
      rete...Io trovo in rete direttamente il mirror della rassegna stampa.Perche' perdere tempo a cercare le chiavi?E comunque hanno fatto bene, perche' cosi' se qualcuno mi chiede posso dire "No, non la leggo piu' la rassegna stampa della camera: avete messo la password e adesso i vostri dati sono protetti!"
  • bubba scrive:
    omini piccoli piccoli
    Nell'era del digitale, dove tutti i quotidiani interi in PDF sono disponibili "in giro", quasi ancor prima che vengano venduti, quegli omini piccoli della FIEG, sono mesi e mesi[1], che combattono strenuamente per UNA briciola di pane (raffermo).E vincendo pare. Rendendosi ancora piu antipatici e antiquati di quanto non fossero con le battaglie "google ci ruba le notizie".Il parlamento continuera' quindi a comprare la rassegna stampa (pdf che sembrano il fax b/n della pagina medesima), solo che l'acXXXXX sara' inibito ai cittadini. GRANDE VITTORIA![1] http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/04/14/fieg-come-oscuro-rassegna-stampa-online/204484/
  • AxAx scrive:
    Morti di fame...
    che lo diventano sempre di più.
  • Un Cittadino scrive:
    Tutto ciò che riguarda il Popolo...
    ...Dovrebbe essere libero e fruibile sempre!Ma solo in Italia si deve pagare un abbonamento per avere acXXXXX alla "Gazsetta Ufficiale" della repubblica! Pagare per conoscere le leggi che regolano uno stato! Ma come? Il copyright sull'attività legislativa di una nazione?E' incredibile!!!
    • Leguleio scrive:
      Re: Tutto ciò che riguarda il Popolo...
      - Scritto da: Un Cittadino
      ...Dovrebbe essere libero e fruibile sempre!

      Ma solo in Italia si deve pagare un abbonamento
      per avere acXXXXX alla "Gazsetta Ufficiale" della
      repubblica! Pagare per conoscere le leggi che
      regolano uno stato!Sono d'accordo, una tristezza totale. :-(
      Ma come? Il copyright sull'attività legislativa
      di una
      nazione?Sulla <I
      Gazzetta ufficiale </I
      compaiono anche bandi di concorso (con inserzionisti a pagamento) e notizie in senso lato, non è strettamente parlando una raccolta di leggi al 100 %. Ma lo scandalo rimane. Da qualche anno si può accedere al sito Normattiva, e fare ricerche lì. http://www.normattiva.it/ricerca/sempliceIo tutte le leggi che cercavo le ho sempre trovate. Ma preferirei un PDF della <I
      Gazzetta ufficiale </I
      con tutti gli arretrati, anche per vedere, storicamente, come si è evoluta una legge.
      • panda rossa scrive:
        Re: Tutto ciò che riguarda il Popolo...
        - Scritto da: Leguleio
        - Scritto da: Un Cittadino


        ...Dovrebbe essere libero e fruibile sempre!



        Ma solo in Italia si deve pagare un
        abbonamento

        per avere acXXXXX alla "Gazsetta Ufficiale"
        della

        repubblica! Pagare per conoscere le leggi che

        regolano uno stato!

        Sono d'accordo, una tristezza totale. :-(


        Ma come? Il copyright sull'attività
        legislativa

        di una

        nazione?

        Sulla <I
        Gazzetta ufficiale </I

        compaiono anche bandi di concorso (con
        inserzionisti a pagamento) e notizie in senso
        lato, non è strettamente parlando una raccolta di
        leggi al 100 %. Ma lo scandalo rimane.


        Da qualche anno si può accedere al sito
        Normattiva, e fare ricerche lì.


        http://www.normattiva.it/ricerca/semplice

        Io tutte le leggi che cercavo le ho sempre
        trovate. Ma preferirei un PDF della <I

        Gazzetta ufficiale </I
        con tutti gli
        arretrati, anche per vedere, storicamente, come
        si è evoluta una
        legge.Per esempio la Legge 22 aprile 1941 n. 633 fu scritta dall'allora capo del governo S.E. il DUCE Benito Mussolini, ratificata dal Feldmaresciallo Badoglio, e firmata da Sua Maestà il Re, e da allora mai piu' cambiata, nonostante il tradimento alla nazione, la fuga, l'esilio, il referendum istituzionale etc. etc.
        • ThEnOra scrive:
          Re: Tutto ciò che riguarda il Popolo...
          - Scritto da: panda rossa

          Per esempio la Legge 22 aprile 1941 n. 633 fu
          scritta dall'allora capo del governo S.E. il DUCE
          Benito Mussolini, ratificata dal Feldmaresciallo
          Badoglio, e firmata da Sua Maestà il Re, e <b
          da
          allora mai piu' cambiata </b
          , nonostante il
          tradimento alla nazione, la fuga, l'esilio, il
          referendum istituzionale etc.
          etc.Sicuro???
          • Leguleio scrive:
            Re: Tutto ciò che riguarda il Popolo...
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: panda rossa



            Per esempio la Legge 22 aprile 1941 n. 633 fu

            scritta dall'allora capo del governo S.E. il
            DUCE

            Benito Mussolini, ratificata dal
            Feldmaresciallo

            Badoglio, e firmata da Sua Maestà il Re, e
            <b

            da

            allora mai piu' cambiata </b
            ,
            nonostante
            il

            tradimento alla nazione, la fuga, l'esilio,
            il

            referendum istituzionale etc.

            etc.

            Sicuro???Be', a parte Pietro Badoglio, che nel 1941 era un semplice generale che si era dimesso da poco per dissidi con Mussolini, e non aveva alcun incarico politico, è tutto vero. E gli italiani che hanno studiato la storia dovrebbero saperlo. Le firme in calce al provvedimento sono le seguenti:VITTORIO EMANUELEMUSSOLINI PAVOLINICIANO GRANDISERENARICCARDIRICCI HOST VENTURIBOTTAIDI REVELTASSINARITERRUZZIGORLA
        • marco scrive:
          Re: Tutto ciò che riguarda il Popolo...
          - Scritto da: panda rossa
          Per esempio la Legge 22 aprile 1941 n. 633 fu
          scritta dall'allora capo del governo S.E. il DUCE
          Benito Mussolini, ratificata dal Feldmaresciallo
          Badoglio, e firmata da Sua Maestà il Re, e da
          allora mai piu' cambiata, nonostante il
          tradimento alla nazione, la fuga, l'esilio, il
          referendum istituzionale etc.
          etc.Penso che, per evitare un problema di assenza di legge in materia, si sia sempre preferito utilizzare norme anche se scritte da un precedente regime ormai destituito.Non credo sia l'unica legge firmata dal re ancora in vigore in Italia.P.S. Badoglio FELDmaresciallo?
          • panda rossa scrive:
            Re: Tutto ciò che riguarda il Popolo...
            - Scritto da: marco
            - Scritto da: panda rossa


            Per esempio la Legge 22 aprile 1941 n. 633 fu

            scritta dall'allora capo del governo S.E. il
            DUCE

            Benito Mussolini, ratificata dal
            Feldmaresciallo

            Badoglio, e firmata da Sua Maestà il Re, e da

            allora mai piu' cambiata, nonostante il

            tradimento alla nazione, la fuga, l'esilio,
            il

            referendum istituzionale etc.

            etc.

            Penso che, per evitare un problema di assenza di
            legge in materia, si sia sempre preferito
            utilizzare norme anche se scritte da un
            precedente regime ormai
            destituito.E mi sai spiegare allora perche' le leggi razziali sono state rigettate all'indomani della caduta del regime, e invece questa oscenita' e' rimasta?
            Non credo sia l'unica legge firmata dal re ancora
            in vigore in Italia.Siamo in una democrazia e le leggi dovrebbero essere emanazione della volonta' della maggioranza della popolazione.E invece ancora obbediamo a leggi scritte da un governo fascista, firmate da un re codardo, per salvaguardare le rendite di una casta parassita ma gia' allora molto influente.
            P.S. Badoglio FELDmaresciallo?Era per rendere l'idea...
          • marco scrive:
            Re: Tutto ciò che riguarda il Popolo...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: marco

            - Scritto da: panda rossa




            Per esempio la Legge 22 aprile 1941 n.
            633
            fu


            scritta dall'allora capo del governo
            S.E.
            il

            DUCE


            Benito Mussolini, ratificata dal

            Feldmaresciallo


            Badoglio, e firmata da Sua Maestà il
            Re, e
            da


            allora mai piu' cambiata, nonostante il


            tradimento alla nazione, la fuga,
            l'esilio,

            il


            referendum istituzionale etc.


            etc.



            Penso che, per evitare un problema di
            assenza
            di

            legge in materia, si sia sempre preferito

            utilizzare norme anche se scritte da un

            precedente regime ormai

            destituito.

            E mi sai spiegare allora perche' le leggi
            razziali sono state rigettate all'indomani della
            caduta del regime, e invece questa oscenita' e'
            rimasta?
            Quelle leggi sono state espressamente abrogate.Regio decreto-legge n. 25 del 20 Gennaio 1944Regio decreto-legge n. 26 del 20 Gennaio 1944

            Non credo sia l'unica legge firmata dal re
            ancora

            in vigore in Italia.

            Siamo in una democrazia e le leggi dovrebbero
            essere emanazione della volonta' della
            maggioranza della
            popolazione.
            E invece ancora obbediamo a leggi scritte da un
            governo fascista, firmate da un re codardo, per
            salvaguardare le rendite di una casta parassita
            ma gia' allora molto
            influente.Come ho già espresso precedentemente, probabilmente è per evitare un vuoto legislativo.


            P.S. Badoglio FELDmaresciallo?

            Era per rendere l'idea...
          • panda rossa scrive:
            Re: Tutto ciò che riguarda il Popolo...
            - Scritto da: marco

            E mi sai spiegare allora perche' le leggi

            razziali sono state rigettate all'indomani
            della

            caduta del regime, e invece questa oscenita'
            e'

            rimasta?


            Quelle leggi sono state espressamente abrogate.
            Regio decreto-legge n. 25 del 20 Gennaio 1944
            Regio decreto-legge n. 26 del 20 Gennaio 1944
            Abrogate da un governo ancora monarchico, in piena guerra civile, che ben si e' guardato dall'abrogare anche l'altra.
          • marco scrive:
            Re: Tutto ciò che riguarda il Popolo...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: marco



            E mi sai spiegare allora perche' le
            leggi


            razziali sono state rigettate
            all'indomani

            della


            caduta del regime, e invece questa
            oscenita'

            e'


            rimasta?




            Quelle leggi sono state espressamente
            abrogate.

            Regio decreto-legge n. 25 del 20 Gennaio 1944

            Regio decreto-legge n. 26 del 20 Gennaio 1944



            Abrogate da un governo ancora monarchico, in
            piena guerra civile, che ben si e' guardato
            dall'abrogare anche
            l'altra.Per te l'abrogazione di quella legge sarà un punto d'onore ma in quel periodo c'erano ben altre priorità.
        • Fesion scrive:
          Re: Tutto ciò che riguarda il Popolo...
          http://www.interlex.it/testi/l41_633.htmQua dice che è stata modificata nel corso del tempo.
    • atem scrive:
      Re: Tutto ciò che riguarda il Popolo...
      - Scritto da: Un Cittadino
      ...Dovrebbe essere libero e fruibile sempre!

      Ma solo in Italia si deve pagare un abbonamento
      per avere acXXXXX alla "Gazsetta Ufficiale" della
      repubblica! Pagare per conoscere le leggi che
      regolano uno stato!


      Ma come? Il copyright sull'attività legislativa
      di una
      nazione?

      E' incredibile!!!Hai provato a leggere l'articolo? :D
    • nome e cognome scrive:
      Re: Tutto ciò che riguarda il Popolo...
      - Scritto da: Un Cittadino
      ...Dovrebbe essere libero e fruibile sempre!

      Ma solo in Italia si deve pagare un abbonamento
      per avere acXXXXX alla "Gazsetta Ufficiale" della
      repubblica! Pagare per conoscere le leggi che
      regolano uno stato!


      Ma come? Il copyright sull'attività legislativa
      di una
      nazione?

      E' incredibile!!!Gazzetta ufficiale e anche quella dello sport sono liberamente consultabili nelle biblioteche pubbliche e dal primo di gennaio la GU sarà gratuita online.
    • Michele Pola scrive:
      Re: Tutto ciò che riguarda il Popolo...
      - Scritto da: Un Cittadino
      ...Dovrebbe essere libero e fruibile sempre!

      Ma solo in Italia si deve pagare un abbonamento
      per avere acXXXXX alla "Gazsetta Ufficiale" della
      repubblica! Pagare per conoscere le leggi che
      regolano uno stato!
      Cosa che, volendo, è.Le Biblioteche esistono -anche- per questo. Ma sembra che se oggi dobbiamo fare più di un click con il mouse, le cose siano irraggiungibili :-p
  • Star scrive:
    Tipico di un governo...
    ...che ha tutto da nascondere.
  • Borg_01 scrive:
    Paese di ipocriti
    prima si danno i finanziamenti publici ai giornali dicendo che l'informazione è un diritto poi nel nome del dio copyright si impedisce hai cittanidi l'acXXXXX alla rassegna stampa del parlamento-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 dicembre 2012 13.52-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti