Microsoft aiuta i cracker?

Pubblicare nomi di file e cartelle considerati immuni ad ogni tipo di malware non farebbe altro che incoraggiare la creazione di nuovi tipi di malware

Roma – L’ingenuità di Microsoft renderebbe la vita più semplice ai compilatori di codice malevolo : l’azienda di Redmond, indicando nel suo sito di supporto quali file, cartelle ed estensioni escludere da scansioni antivirus per ottimizzare le prestazioni del computer, offrirebbe loro informazioni preziose. Lo spiega con un post sul suo blog un esperto di Trend Micro, azienda che si occupa di cybersicurezza.

La svista imputata a BigM sarebbe di aver reso completamente accessibili dati e informazioni che potrebbero risultare utili per cybercriminali che abbiano intenzione di annidare le proprie creazioni direttamente nei file e nelle cartelle di sistema di Microsoft Windows Server 2003, Windows 2000 e XP.

Nella pagina in questione i tecnici di Redmond suggeriscono agli utenti di “non analizzare i file e le cartelle indicate di seguito, dal momento che non sono a rischio di infezione. Se si analizzano questi file, potrebbero verificarsi seri problemi di prestazioni a causa del blocco dei file stessi”. La spiegazione prosegue poi con l’elenco di file e cartelle la cui scansione potrebbe inficiare le prestazioni del PC.

Il discorso sarebbe molto simile per i controller di dominio di Windows Server 2003 e Windows 2000: anche in questo caso Microsoft si sarebbe dimostrata avventata nell’elencare pubblicamente quelli che sembrano dei porti sicuri . Nonostante non ci siano pericoli immediati, specificano gli esperti, è possibile che i cybercriminali riescano a trovare il modo di tramutare suggerimenti per l’ottimizzazione del sistema in vulnerabilità.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • rick v scrive:
    hacking
    chi ha modificato i gruppi di facebook per metterli a suo piacere? chi fa un controllo su operazioni come queste?
  • Categorico scrive:
    La differenza fra Maroni e Urbani.
    Spinto dall'onda emotiva e sicuramente anche da forti pressioni delle ali meno libertarie del PdL, Maroni ha avuto la tentazione di attuare misure restrittive. Ma, a differenza di Urbani, ha ritenuto giusto e logico pensare, prima di agire, e ascoltare più pareri.
  • Oggetto scrive:
    Pensate con la vostra testa
    Avevo scritto una bella pappardella ma poi c'è stato un calo di tensione, non ho più voglia di scrivere per cui ecco il succo:da quello che si legge dai vostri commenti più in voga si vede che è il risultato di indottrinamento politico sia esso di destra o di sinistra. Pensate coi vostri cervelli e non con quelli dei giornalisti o di altre persone che commentano; sappiamo tutti qual'è la storia di "mario che ha assaggiato una ciliegia al supermercato" e fra un commento, una notizia, un passaparola, uno a cui sta antipatico, la storia è diventata che "mario è stato visto con fare furtivo prendere una ciliegia dal bancone e mangiarla, un commesso l'aveva visto ma mario gli ha fatto segno che gli avrebbe tagliato la gola se solo avesse osato parlare. Qualcuno sospetta anche che Mario abbia un giro losco di ciliege avariate".Ultimamente si parla tanto di censura, tappare la bocca, dittatura, fascismo soft. Affermazioni ridicole: ad avere un po' di sale in zucca, ad aver voglia di informarsi, di farsi una cultura, capire cosa vuol dire anche solo dirigere un'impresa (perchè queste son le stesse persone che gridano: il capo è una XXXXX, il capo ruba, il capo ci sfrutta), ci si rende conto di quante XXXXXXXX vengono dette solo per far prendere aria alla bocca.
    • momin scrive:
      Re: Pensate con la vostra testa
      Benedetta sia la caduta di tensione!!
    • Marcello Romani scrive:
      Re: Pensate con la vostra testa
      - Scritto da: Oggetto
      Avevo scritto una bella pappardella ma poi c'è
      stato un calo di tensione, non ho più voglia di
      scrivere per cui ecco il
      succo:

      da quello che si legge dai vostri commenti più in
      voga si vede che è il risultato diE quali sarebbero, di grazia ?
      indottrinamento politico sia esso di destra o di
      sinistra.


      Pensate coi vostri cervelli e non con quelli dei
      giornalisti o di altre persone che commentano;
      sappiamo tutti qual'è la storia di "mario che ha
      assaggiato una ciliegia al supermercato" e fra un
      commento, una notizia, un passaparola, uno a cui
      sta antipatico, la storia è diventata che "mario
      è stato visto con fare furtivo prendere una
      ciliegia dal bancone e mangiarla, un commesso
      l'aveva visto ma mario gli ha fatto segno che gli
      avrebbe tagliato la gola se solo avesse osato
      parlare. Qualcuno sospetta anche che Mario abbia
      un giro losco di ciliege
      avariate".Io la imparo adesso :-)

      Ultimamente si parla tanto di censura, tappare la
      bocca, dittatura, fascismo soft. Affermazioni
      ridicole: ad avere un po' di sale in zucca, ad
      aver voglia di informarsi, di farsi una cultura,
      capire cosa vuol dire anche solo dirigere
      un'impresa (perchè queste son le stesse persone
      che gridano: il capo è una XXXXX, il capo ruba,
      il capo ci sfrutta), ci si rende conto di quante
      XXXXXXXX vengono dette solo per far prendere aria
      alla
      bocca.Sì, certo, parlare di censura in Italia oggi è ridicolo. Parlare di fascismo è ridicolo. Ma dove vivi ? Hai visto l'ultimo servizio di Formigli ad Anno Zero in cui un assessore comunale leghista ad una domande del giornalista gli risponde "baciamo il XXXX" ?Hai sentito le dichiarazioni di Cicchitto circa i mandanti morali dell'aggressione al Premier ? Mai sentito parlare di "editto bulgaro" ? Lo vedi il TG1 ? Ascolti o leggi ogni tanto qualche quotidiano (escludo quindi Il Giornale) ? Leggi qualche blog che tratta di attualità politica ?Io ho voglia di informarmi, e credo di avere anche un po' di sale in zucca. Se 2+2 fa ancora 4, direi che siamo in pieno fascismo mediatico; per gli immigrati probabilmente siamo già al fascismo tout-court, con campi di concentramento (i cosiddetti "centri di identificazione"), stermini "in miniatura" (respingimenti in mare) ed espulsioni coatte.Leggi, informati, pensa con la tua testa e non con quella della televisione, e vedrai che piano piano le connessioni tra i fatti emergeranno, e tutto ti apparirà più chiaro.
  • fr33 scrive:
    cassandra ci ha preso!!!
    anche se ha avuto gioco facile, il grande calamari ci ha preso in pieno...http://punto-informatico.it/2774581/PI/Commenti/cassandra-crossing-un-piccolo-11-settembre.aspxsolo pensavo che ci volesse qualche giorno in più perché anche questa profezia di cassandra si avverasse... invece....
  • Steven scrive:
    Qualcosa si deve fare
    La rete è piena di gente che dietro una tastiera in anonimato si sente in diritto di scrivere qualsiasi cosa, anche pesante.Preferisco di gran lunga quelle persone che dicono la loro opinione, ma senza nascondersi in anonimato e che si firmano.Sicuramente così non si può andare avanti e questa non è democrazia.Vi piacerebbe se qualcuno sul web in anonimo scrivesse qualcosa su di voi?Direste, si va bene, siamo in democrazia?(newbie)
    • pabloski scrive:
      Re: Qualcosa si deve fare
      e infatti qualcosa si fatu denunci per diffamazione il tipo, il magistrato manda la gdf presso il gestore del sito, si fanno dare l'ip e da lì vanno da telecom e compagni e risalgono all'utentecome vedi l'anonimato in rete semplicemente non esiste
    • Luke1 scrive:
      Re: Qualcosa si deve fare
      Ti do' un'anteprima assoluta: su Internet l'anonimato NON ESISTE, a meno che tu non sia un grande hacker ogni intervento è rintracciabile.Chiaro, non sei tu che puoi sapere la vera identità di qualcuno. Ma in fondo tu chi sei per doverlo sapere?? Sei un magistrato? Un poliziotto? Un vigilante? Un membro delle Squadre della Morte? Vuoi chiudere il becco a qualcuno? Non ti piace quello che ha detto? Non funziona così la democrazia e la libertà di parola. Non puoi far stare zitto qualcuno solo perchè dice qualcosa che non ti piace. Se trovi che qualcuno ti stia diffamando c'è la magistratura che esiste appositamente a garanzia di tutti i diritti e di tutte le libertà, la mia di parlare, la tua di non essere diffamato. Nessuno si fa giustizia da solo, nemmeno i politici, che vorrebbero chiudere la bocca a chi parla perchè hanno notato che ora la gente ha uno strumento per manifestare pubblicamente la propria opinione. Io personalmente non scrivo mai niente come se fossi un ANONIMO che non deve rendere conto di ciò che dice, perchè la magistratura può agevolmente scoprire la mia identità. Ma non tu. Non un poliziotto. Non un politico. La separazione dei poteri esiste per questo, per impedire abusi di potere, prevaricazioni, censure, in altre parole, la dittatura. Esistono delle leggi che stabiliscono dove termina la mia libertà di esprimermi ed inizia quella di un altro cittadino. Oggi la politica vorrebbe mettere un bavaglio alla Rete, non più valutando i singoli casi, ma oscurando a comando tutti i siti o i forum scomodi, senza passare attraverso la magistratura che, appunto, è un potere autonomo, in grado di giudicare oggettivamente.Ve l'hanno data a bere e ci credete, credete veramente che un pazzo squilibrato venga a tirarvi una statuetta perchè esistono gruppi di facebook altamente polemici, vi sfilano la libertà sotto il sedere, e questa non la ritenete un'azione pericolosa, vi infilano in una prigione dicendovi che così sarete al sicuro. State abboccando alla grande.
    • fr33 scrive:
      Re: Qualcosa si deve fare
      - Scritto da: Steven
      La rete è piena di gente che dietro una tastiera
      in anonimato si sente in diritto di scrivere
      qualsiasi cosa, anche
      pesante.
      Preferisco di gran lunga quelle persone che
      dicono la loro opinione, ma senza nascondersi in
      anonimato e che si
      firmano.a che titolo vieni qui a dire queste belle cose e neanche ti sei registrato sul forum di PI nel quale scrivi?bella faccia tosta
      Sicuramente così non si può andare avanti e
      questa non è
      democrazia.guarda, la democrazia in questo discorso non c'entra proprio nulla
      Vi piacerebbe se qualcuno sul web in anonimo
      scrivesse qualcosa su di
      voi?qualcuno può farlo anche fori dal web e in tanti modi diversi... come è che non ti arrabbi anche per questo? come mai non vuoi vietare la vendita di carta e penne perché qualcuno potrebbe scrivere qualcosa su di te in anonimo su di un bel manifesto da appendere in strada?come mai questi problemi vengono fuori solo quando l'oggetto dei testi non sono né io né te ma qualche "pezzo grosso"?
      Direste, si va bene, siamo in democrazia?(newbie)te lo ripeto... la democrazia non c'entra una emerita min#@ia
  • Silvan scrive:
    La mia solidarietà
    Al ministro Roberto Maroni, che è il migliore Ministro degli interni avuto finora, nonostante il fango che gli viene lanciato da gente priva di senso democratico, ma provvista di molto veleno.
    • so sempre io scrive:
      Re: La mia solidarietà
      - Scritto da: Silvan
      Al ministro Roberto Maroni, che è il migliore
      Ministro degli interni avuto finora, nonostante
      il fango che gli viene lanciato da gente priva di
      senso democratico, ma provvista di molto
      veleno.Bella barzelletta!!!!!HAHAHAHAHAHAHAHAHAAHHA
    • bossi in galera scrive:
      Re: La mia solidarietà

      Al ministro Roberto Maroni, che è il migliore
      Ministro degli interni avuto finora, nonostanteSe è così bravo perchè il pregiudicato (pluricondannato in modo definitivo) Umberto Bossi può circolare indisturbato per la Padania?Io preferirei che Mr. Maroni parlasse meno e "ripulisse" le strade cominciando dal pregiudicato di cui sopra...
    • fr33 scrive:
      Re: La mia solidarietà
      - Scritto da: Silvan
      Al ministro Roberto Maroni, che è il migliore
      Ministro degli interni avuto finora, nonostante
      il fango che gli viene lanciato da gente priva di
      senso democratico, ma provvista di molto
      veleno.ahahahhh!!! bellissima!!!!satira politica raffinatissima!!!silvan sei proprio magico!!!da tempo non ridevo tanto!!!
      • silvan scrive:
        Re: La mia solidarietà
        Come volevasi dimostrare: In certe persone manca il buonsenso, ma in compenso abbondano in livore ed in esternazioni patetiche.
        • Guybrush scrive:
          Re: La mia solidarietà
          - Scritto da: silvan
          Come volevasi dimostrare: In certe persone manca
          il buonsenso, ma in compenso abbondano in livore
          ed in esternazioni
          patetiche.E' sembrato sarcasmo anche a me, non raffinatissimo, ma comunque sarcasmo.
          • user0 scrive:
            Re: La mia solidarietà
            Invece, trattasi di convinzioni radicate dalla saturazione dei media di propaganda.
    • Marcello Romani scrive:
      Re: La mia solidarietà
      - Scritto da: Silvan
      Al ministro Roberto Maroni, che è il migliore
      Ministro degli interni avuto finora, nonostanteDiciamo pure il miglior ministro degli interni degli ultimi 150 anni :-)
      il fango che gli viene lanciato da gente priva di
      senso democratico, ma provvista di molto
      veleno.Vediamo... pulirsi il XXXX con la Bandiera Italiana lo trovi "democratico", "civile", degno di un partito politico serio ?Comunque il tuo post è assolutamente OT. Piuttosto le tue offerte di affetto falle direttamente all'e-mail del ministero degli interni. Maroni, poverello, sarà contento di sapere che qualcuno là fuori lo ama.PS: fai presto, non vorrei che cadesse in depressione!LOL
  • cinico scrive:
    Non è esatto ...
    ... "Sarebbe"il primo caso al mondo in cui si potrebbe realizzare un grande accordo di responsabilità fra tutti gli operatori capace di bilanciare le esigenze della libertà di espressione del pensiero e quella di rimuovere contenuti che integrino gravi reati".....Non è esatto, non sarebbe il primo caso al mondo, sarebbe il primo caso in una democrazia occidentale.
  • pinco pallino scrive:
    Notizia falsa.
    La notizia è falsa perché Maroni non ha mai minacciato alcunché.Interessante notare quanto schifo possa uscire da una tastiera.
    • reign in grappa scrive:
      Re: Notizia falsa.
      "«Stiamo valutando misure più adeguate che intendo proporre giovedì» al Consiglio dei Ministri. Il responsabile dell'Interno, Roberto Maroni, sposa in pieno la proposta avanzata ieri e ribadita oggi dal ministro della Difesa, Ignazio La Russa, di inasprire le misure anti-contestazione alle manifestazioni, ed estenderle anche ai periodi che non riguardano la campagna elettorale. A questo, ribadisce Maroni, si dovrebbero aggiungere le norme riguardanti internet. «Sono misure che stiamo valutando - dice Maroni - per garantire ai cittadini e a chi ha compiti istituzionali di poter svolgere tranquillamente la propria azione». Maroni sottolinea che si tratta di «misure urgenti» e dunque è ipotizzabile che il governo intenda agire per decreto. «Farò la proposta - sottolinea - in Consiglio dei Ministri, giovedì vediamo»."«Valutiamo di oscurare i siti internet che incitano alla violenza»(per inciso, nulla nemmeno lontanamente somigliante a siti che spiegano come compiere attentati o realizzare esplosivi, perché leggendo l'articolo a questo verrebbe da pensare, ma pagine fb del tenore di "solidarietà alla statuetta del duomo", niente violenza quindi ma XXXXXXXte, le solite di fb)non so, forse per te non è abbastanza per sentirti allarmato ma per qualcun altro invece sì. forse quando loro parlano di libertà e di garantire i tuoi diritti, tu ancora li consideri. forse qualcun altro invece no... è la democrazia
      • pinco pallino scrive:
        Re: Notizia falsa.
        - Scritto da: reign in grappa
        "«Stiamo valutando misure più adeguate cheUna minaccia è ben diversa.Una minaccia è una cosa di questo tipo: "State attenti ovunque voi siate perché valutiamo di oscurare i vostri siti".Non stavo parlando di democrazia ed opinioni ma del modo di scrivere le notizie.
        • bibop scrive:
          Re: Notizia falsa.
          minaccia diretta la tua...minaccia indiretta alla liberta' di espressione quella di maronientrambe sono minacce
    • Yclipo scrive:
      Re: Notizia falsa.

      Interessante notare quanto schifo possa uscire da
      una tastiera.Già...
  • Deoxys scrive:
    c'è da fidarsi?
    siccome già ogni sito, blog, forum, s.n. ha il suo bel regolamento con tanto di servizi di segnalazione allo staff allora che bisogno c'è di una nuova (auto)regolamentazione?DOV'È IL TRUCCO?io per ora non mi fido
  • Marcello Romani scrive:
    Caro Maroni...
    Col popolo bue, che ha uno dei più bassi tassi di alfabetizzazione informatica di tutte l'Europa, puoi fare la voce grossa, ma ai professionisti è più difficile raccontare "maronate":"Confindustria, Assotelecomunicazioni, Associazione italiana internet provider, British Telecom, Fastweb, H3g, Vodafone, Wind, Telecom, Facebook, Google e Microsoft."Dopo una figura del genere ci sarebbe da dimettersi...
    • Ast scrive:
      Re: Caro Maroni...
      Ma si, era gia' scritto..è stato tutto abbastanza ridicolo..uno squilibrato attacca il premier, e se la prendono con Internet..vabbè..Maroni avra' ragionato ed avra' pensato alla figura di malta che avrebbe fatto una volta che l'onda emotiva dell'aggressione al Premier si sarebbe fermata.Onestamente, ho visto su facebook gruppi davvero di pessimo gusto verso persone che non si possono difendere (perchè non sono il Premier, o perchè sono morte) ma di quelli non se ne parla mai, i poveri cristi non sono tutelati dalla legge italiana.E comunque il comando "segnala gruppo" esiste proprio per provvedere alla cancellazione, se qualcuno viene offeso.
      • Mr. X scrive:
        Re: Caro Maroni...
        - Scritto da: Ast
        Ma si, era gia' scritto..è stato tutto abbastanza
        ridicolo..uno squilibrato attacca il premier, e
        se la prendono con Internet..vabbè..Maroni avra'
        ragionato ed avra' pensato alla figura di malta
        che avrebbe fatto una volta che l'onda emotiva
        dell'aggressione al Premier si sarebbe
        fermata.
        Onestamente, ho visto su facebook gruppi davvero
        di pessimo gusto verso persone che non si possono
        difendere (perchè non sono il Premier, o perchè
        sono morte) ma di quelli non se ne parla mai, i
        poveri cristi non sono tutelati dalla legge
        italiana.
        E comunque il comando "segnala gruppo" esiste
        proprio per provvedere alla cancellazione, se
        qualcuno viene
        offeso.Beh pensa che io trovo tremendamente piu offensivi per l'intelligenza tutti quei gruppi in cui si pubblicizza il profilo VIP, la nuova chat, come diventare dio di facebook e leggere tutti i profili, etc etc.Però in effetti c'è la possibilità di segnalare, quel che manca semmai è un pò di trasparenza, nel senso che tu segnali, ma poi non sai che fine fa la tua segnalazione
      • Marcello Romani scrive:
        Re: Caro Maroni...
        - Scritto da: Ast[snip]
        Onestamente, ho visto su facebook gruppi davvero
        di pessimo gusto verso persone che non si possono
        difendere (perchè non sono il Premier, o perchè
        sono morte) ma di quelli non se ne parla mai, i
        poveri cristi non sono tutelati dalla legge
        italiana.Non ho controllato, ma se esistesse un gruppo su Facebook che inneggia alla crocifissione di Di Pietro o di Travaglio, Maroni si straccerebbe le vesti allo stesso modo ? Credo proprio di no.Tra l'altro, come tu dici, i gruppi Facebook "contro" qualcuno non nascono con l'aggressione al Premier, ma le istituzioni, come purtroppo spesso accade, si sono accorte del fenomeno e mobilitate in pompa magna soltanto nel momento in cui si è preso di mira uno della "casta".
        E comunque il comando "segnala gruppo" esiste
        proprio per provvedere alla cancellazione, se
        qualcuno viene
        offeso.Gli strumenti esistono, ma bisogna saperlo, o almeno avere il buon senso di capire come funziona un servizio prima di criticarlo. Maroni potrebbe farselo spiegare dai suoi figli/nipoti, che sicuramente sull'argomento sono molto più ferrati di lui.
  • reign in grappa scrive:
    l'avevo detto io!
    Come si fa a demonizzare i fantomatici comunisti e poi copiare la cina? Un esercizio di equilibrio troppo arduo per questi, che hanno interessi diversi al momento che regolamentare internet. Tipo adattar la giustizia ai loro casellari giudiziari.
  • piersilvio scrive:
    Ancora!!
    Lo sapevo che andava a finire così x questo confermo quello ke ho scritto ieri, a natale regala un naso rosso al tuo politico del cuore x renderlo più credibile!!!
  • XYZ scrive:
    Autoregolamentazione come NetOmertà?
    /raretrollingmode=ON"Abbiamo affrontato il tema di come impedire la commissione di gravi reati su Internet e come rimuoverne i contenuti - ha spiegato Maroni - La strada da seguire è quella di un accordo fra tutti definendo un codice di autoregolamentazione che coinvolga tutti i soggetti interessati, evitando interventi di autorità"Oh certo, un "HOW TO" su come spianare la strada all'"omertà sul contenuto" (esempio -
    Chi ha detto questo? Dove era postato? Non lo so, non conosco! NON VEDO NON SENTO NON PARLO. Eludendo di fatto la normale democratica discussione indipendente dalla fruibilità, che è lo zoccolo duro del proXXXXX di accettazione/rifiuto dei contenuti all interno del concetto di NetDemocracy, cosi come oggi lo conosciamo) senza chiamare in causa il lavoro di nessun picciotto (alias istituzione, quando in realtà non solo DOVREBBE necessariamente entrare in causa, ma anche prenderne parte, di quello strano proXXXXX di democratico INVIOLABILE libero scambio di idee che è Internet). /raretrollingmode=OFFScusate, queste idiozie richiedono esagerazioni di pari livello.Stanno veramente superando l'umana percezione della demenza.Volutamente (IMHO)XYZ
    • fr33 scrive:
      Re: Autoregolamentazione come NetOmertà?
      - Scritto da: XYZ
      /raretrollingmode=ON

      "Abbiamo affrontato il tema di come impedire la
      commissione di gravi reati su Internet e come
      rimuoverne i contenuti - ha spiegato Maroni - La
      strada da seguire è quella di un accordo fra
      tutti definendo un codice di autoregolamentazione
      che coinvolga tutti i soggetti interessati,
      evitando interventi di
      autorità"

      Oh certo, un "HOW TO" su come spianare la strada
      all'"omertà sul contenuto" (esempio -
      Chi ha
      detto questo? Dove era postato? Non lo so, non
      conosco! NON VEDO NON SENTO NON PARLO. Eludendo
      di fatto la normale democratica discussione
      indipendente dalla fruibilità, che è lo zoccolo
      duro del proXXXXX di accettazione/rifiuto dei
      contenuti all interno del concetto di
      NetDemocracy, cosi come oggi lo conosciamo) senza
      chiamare in causa il lavoro di nessun picciotto
      (alias istituzione, quando in realtà non solo
      DOVREBBE necessariamente entrare in causa, ma
      anche prenderne parte, di quello strano proXXXXX
      di democratico INVIOLABILE libero scambio di idee
      che è Internet).


      /raretrollingmode=OFF

      Scusate, queste idiozie richiedono esagerazioni
      di pari
      livello.
      Stanno veramente superando l'umana percezione
      della
      demenza.
      Volutamente (IMHO)

      XYZomertà? me che lingua è? ma cosa XXXXXXX significa? ma di cosa parla vossia?baciamo le mani rispettosamente
  • Max3D scrive:
    La Netiquette puo' ancora vincere :)
    Riprendendo il post di ieri, sono contento della decisione di Maroni, e speriamo che i SysOp facciano la loro parte al grido di "Netiquette RA-RA-RA!"
  • xWolverinex scrive:
    Il codice di autoregolamentazione..
    .. su FB già c'è...Si chiama "segnala gruppo" ...
  • Luke1 scrive:
    Cosa avrebbe dovuto dire Bersani
    Sto vedendo Bersani ora su Porta a Porta che risponde su questo tema a Belpietro (credo si chiami così), il quale ripete ormai lo slogan su "fare quaalcosa contro la violenza on line". Ha dato una risposta diplomatica, ma io avrei voluto che dicesse: LA RETE E' LA VOCE DEI CITTADINI. Non è la TV, non sono i giornali, non potete controllarla come i vecchi media e quindi LA TEMETE. Avrei voluto, ma non lo ha fatto.
    • pinkra scrive:
      Re: Cosa avrebbe dovuto dire Bersani
      Dimentichi che è Bersani non Di Pietro.
    • no politicant i scrive:
      Re: Cosa avrebbe dovuto dire Bersani
      - Scritto da: Luke1
      Sto vedendo Bersani Io preferirei non vederlo, così come preferirei non vedere i vari D'alema Veltroni Rutelli etc etc. Sono stanco di questo ciarpame politicante che dice di essere di "sinistra". A questo punto meglio il Silvio, che oltre ad avere una lucida strategia la mette in pratica con tattiche perfette (che poi la strategia sia immonda è un altro discorso).
      • skyeye scrive:
        Re: Cosa avrebbe dovuto dire Bersani
        .. e cosi' nacque il detto "meglio un ottimo ladro che un poliziotto mediocre".. soprattutto a "guardia" dei TUOI averi!!
    • Pier scrive:
      Re: Cosa avrebbe dovuto dire Bersani
      - Scritto da: Luke1
      Sto vedendo Bersani ora su Porta a Porta che
      risponde su questo tema a Belpietro (credo si
      chiami così), il quale ripete ormai lo slogan su
      "fare quaalcosa contro la violenza on line". Ha
      dato una risposta diplomatica, ma io avrei voluto
      che dicesse: LA RETE E' LA VOCE DEI CITTADINI.
      Non è la TV, non sono i giornali, non potete
      controllarla come i vecchi media e quindi LA
      TEMETE. Avrei voluto, ma non lo ha
      fatto.La rete è la voce dei cittadini? Bene, ma che almeno si firmino, perchè scrivere in anonimo sono capaci tutti!
      • Luke1 scrive:
        Re: Cosa avrebbe dovuto dire Bersani
        Firmarsi? Non ti basta che tutti gli interventi, che ogni acXXXXX, che ogni uso di ogni account sia legato ad un indirizzo di IP? Se la rete è usata a scopo criminoso la magistratura ha tutti gli strumenti per scoprire chi ha fatto cosa, chi vuole schedature, registri, censure a scopo preventivo, lo fa perchè NON VUOLE CHE I PRESUNTI ILLECITI VENGANO VALUTATI DALLA MAGISTRATURA IN BASE ALLE LEGGI ESISTENTI E ALLA COSTITUZIONE, bensì, far calare una CORTINA DI FERRO sui forum, sui social network, sui siti di informazione LIBERI, insomma, su un mezzo di comunicazione, TANTO, TROPPO SCOMODO.
    • Marcello Romani scrive:
      Re: Cosa avrebbe dovuto dire Bersani
      - Scritto da: Luke1
      Sto vedendo Bersani ora su Porta a Porta che
      risponde su questo tema a Belpietro (credo si
      chiami così), il quale ripete ormai lo slogan su
      "fare qualcosa contro la violenza on line". Ha
      dato una risposta diplomatica, ma io avrei voluto
      che dicesse: LA RETE E' LA VOCE DEI CITTADINI.
      Non è la TV, non sono i giornali, non potete
      controllarla come i vecchi media e quindi LA
      TEMETE. Avrei voluto, ma non lo ha
      fatto.Penso che Bersani non possa dire queste cose perché anche lui, e la classe dirigente che gli sta dietro, teme la Rete come la temono quelli di destra.
  • El Castigador scrive:
    va bene, ma...
    Sorvolando sull'opportunità di censure per legge o autoregolamentazioni, resta sempre il problema del come .Come fa un isp, un motore di ricerca, un social network a trasformarsi in uno sbirro per procura e a controllare i milioni (se non miliardi) di dati che fluiscono nel proprio spazio telematico?Il sign. Maroni si vuole rendere conto che INTERNET NON FUNZIONA COME LA TV ?!
    • El Castigador scrive:
      Re: va bene, ma...
      E aggiungo: spero che 'sta storia dell'autoregolamentazione non divenga una scusa per scavalcare e buttare nel cestino la net neutrality, da parte di chi a farlo avrebbe grossi interessi (economici).
    • p4bl0 scrive:
      Re: va bene, ma...
      "[...] non fa più riferimento alla soluzione finale dell'intervento delle autorità ma invita gli operatori della rete alla collaborazione, affinché le segnalazioni relative a un contenuto inadatto vengano elaborate in maniera tempestiva e coerente"da qua mi sembra di capire che non controlleranno tutti i contenuti ma si impegnano a reagire più in fretta alle segnalazioni degli utenti
  • nome scrive:
    contento a metà
    Fermo restando il plasuso per l'iniziativa di Maroni (di cui sono tutt'altro che un fan). Vorrei fare un piccolo appunto, spero possa essere utile. Un codi di autoregolamentazione è per definizione fatto da chi produce quanto deve essere regolamentato. Ma i contenuti da regolamentare di cui si parla non sono prodotti da nessuno dei soggetti interpellati. I contenuti sono creati dagli utenti, sono questi che al massimo potrebbero autoregolamentarsi. Come si prospetta la cosa mi pare si tratti più di una regolamentazioine che di una autoregolamentazione. Si prospetta una regolamentazione in cui chi crea i contenuti non ha voce in capitolo, neppure tramite i sui rappresentanti politici (nel bene e nel male) mentre chi li gestisce ancora di più può disporne a suo piacimento. Se gli interessi di chi esercita il regolamento saranno anche quelli degli utenti la regolamentazione andrà bene, in caso contrario no. Non fraintendetemi, credo che l'iniziativa di Maroni sia lodevole, il punto è un altro: Come mai gli utenti sono così invisibili? Come mai non esistono punti di riferimento e referenti che li rappresentino? Servirebbero? Sarebbero un ostacolo? Una cosa è certa, per ora la rete non ha possibilità di autoregolamentarsi ma solo di essere regolamentata dall'alto e sempre più spesso non da governi democratici ma da aziende private. Mi pare manche qualcosa ancora nell'equazione.
    • Guybrush scrive:
      Re: contento a metà
      - Scritto da: nome
      Fermo restando il plasuso per l'iniziativa di[...]
      nell'equazione.Penso tu abbia perfettamente centrato il problema, d'altro canto l'autoregolamentazione nasce nel momento in cui il fornitore di un servizio (cioe' nel 99% dei casi: chi paga) stabilisce delle regole.Dal grande Youtube, al piccolo forum, chi gestisce il servizio, ci mette tempo, lavoro, fatica e soldi detta le regole.Chi vuole fruire del servizio, quale che sia, e' soggetto alle regole di chi quel servizio lo eroga.Maroni vuole che i cittadini italiani si comportino in un certo modo? Facile: realizza un servizio (con apposita TASSA) e obbliga tutti i fruitori a comportarsi in un certo modo.Vuole che tutti navighino in un certo modo? Nazionalizza la connettivita' cosi' come un tempo e' stata nazionalizzata la produzione di corrente elettrica e poi detta legge.Ho idea che avrebbe qualche difficolta' nel realizzare un simile piano.GT
      • Oggetto scrive:
        Re: contento a metà

        Vuole che tutti navighino in un certo modo?
        Nazionalizza la connettivita' cosi' come un tempo
        e' stata nazionalizzata la produzione di corrente
        elettrica e poi detta
        legge.
        Ho idea che avrebbe qualche difficolta' nel
        realizzare un simile
        piano.Più che difficoltà di realizzazione, penso sia giusto come sono le cose attuali ma con il potenziamento delle regole di stato, di modo che siano più che altro chiare perché adesso non si capisce mai bene cosa è applicato a internet e cosa no, funziona un po' a naso.tre livelli di regolamentazione- stato fa delle leggi per tutelare gli utenti da certi reati, i provider da altri ... mette sanzioni, bla bla bla fa le sue cose- i vari facebook, youtube, forumini e formuoni hanno tutti la legge di stato in comune, se poi vogliono mettere altre regole interne (non in contrasto con quelle di stato) sono liberi di farlo. Se voglio che sul mio forum si parli di belle donne e che non voglio che si parli di politica, chi scrive sa che qua si parla di donne e non di politica e che un eventuale "La legge XY è brutta" verrà chiuso per offtopic. Se youtube "non vuole" contenuti illegali ... chi arriva se vuole usare youtube conosce le regole. Sarebbe stupido se mi iscrivo a youtube, non leggo le regole, carico un film, me lo rimuovono e mi inXXXXX pure diffamando youtube.- ultimo livello di regolamentazione, ma il più importante: la civiltà delle persone. Fosse possibile fare affidamento su questa autoregolamentazione, servirebbero davvero poche regole
    • Oggetto scrive:
      Re: contento a metà
      - Scritto da: nome
      Fermo restando il plasuso per l'iniziativa di
      Maroni (di cui sono tutt'altro che un fan).
      Vorrei fare un piccolo appunto, spero possa
      essere utile. Premetto che hai fatto un'osservazione troppo intelligente per essere divulgata in rete, infatti quasi nessuno in 24h ha avuto la decenza di scrivere qualcosa di serio seguendo il tuo spunto di riflessione.Inizio a pensare che forse tutto questo parlare di cesure, bavaglioli e fascismi sia perché certe persone hanno paura che la rete torni ad essere un posto intelligente invece che un bar internazionale dove litigare di Sinistra-Destra, di Milan-Inter, di Microsoft-Apple, Ferrari-McLaren
      Un codi di autoregolamentazione è
      per definizione fatto da chi produce quanto deve
      essere regolamentato. Ma i contenuti da
      regolamentare di cui si parla non sono prodotti
      da nessuno dei soggetti interpellati. Andando per analogie come fanno i giudici (non esistendo molte leggi esplicitamente legate ad internet i giudici agiscono per analogia caso per caso) la cosa che si avvicina di più alla rete è la stampa. Sui giornali una parte di responsabilità, oltre che al giornalista, va anche a chi ha pubblicato quell'articolo in quanto l'ha ritenuto, ad esempio, non diffamatorio quando l'ha letto e deciso di pubblicarlo.
      I contenuti
      sono creati dagli utenti, sono questi che al
      massimo potrebbero autoregolamentarsi. Bhe anche le azioni nel mondo reale sono prodotte dalle medesime persone, fatto sta che se non ci sono leggi superiori nessuno si autoregola. C'è chi pensa che la vendetta personale sia la strada migliore, chi ancora crede al codice di hammurabi, chi dice pace e amore perdoniamo tutto a tutti, chi senza una legge che gli dice "non rubare": ruberebbe sempre per chissà quale sua convinzione.Lasciare che i singoli si autoregolino è sinonimo di anarchia. Non funzionerebbe.
      Come si
      prospetta la cosa mi pare si tratti più di una
      regolamentazioine che di una
      autoregolamentazione. Vero, e penso sia la strada giusta. Lo stato dovrebbe essere garante di imparzialità e quindi, nel caso fosse necessario, è l'organo migliore per dare questa regolamentazione (qui lascio libero ai troll di rispondere a questa affermazione dato che confonderanno lo Stato con berlusconi).
      Si prospetta una
      regolamentazione in cui chi crea i contenuti non
      ha voce in capitolo, neppure tramite i sui
      rappresentanti politici (nel bene e nel male)
      mentre chi li gestisce ancora di più può disporne
      a suo piacimento. Bhe a meno di un'impresa con un livello altissimo di altruismo, il tuo prospetto tende verso una cosa, imho, brutta.
      Se gli interessi di chi
      esercita il regolamento saranno anche quelli
      degli utenti la regolamentazione andrà bene, in
      caso contrario no. Vero, ma la cosa andrà bene e andrà male allo stesso tempo perché per ogni persona scontenta ce n'è una contenta, una indecisa e una che non sa cosa pensare.
      Non fraintendetemi, credo che
      l'iniziativa di Maroni sia lodevole, il punto è
      un altro: Come mai gli utenti sono così
      invisibili? Come mai non esistono punti di
      riferimento e referenti che li rappresentino?Chi sarebbero? Chi li elegge? quale voce rappresentano? Il governo dovrebbe essere quell'organo che rappresenta la maggioranza dei cittadini per 5 anni, ma allo stesso tempo cercare di fare l'interesse dello Stato e quindi di tutti i cittadini e i suoi organi.
      Servirebbero? Sarebbero un ostacolo? Sarebbero di ostacolo ad altri utenti
      Una cosa è
      certa, per ora la rete non ha possibilità di
      autoregolamentarsi ma solo di essere
      regolamentata dall'alto e sempre più spesso non
      da governi democratici ma da aziende private. Verissimo, per questo forse è meglio una regolamentazione di Stato, se non addirittura una regolamentazione internazionale sui diritti e doveri essenziali per il corretto utilizzo della rete. Una sorta di diritti fondamentali dell'uomo, ma per la rete.
      Mi
      pare manche qualcosa ancora
      nell'equazione.Io penso manchi una linea internazionale, così come manca per l'inquinamento, per i diritti dell'uomo e mille altre cose.
  • yashijoe scrive:
    Maroni è umano?
    Potrebbe anche avere la mia stessa opinione, ma resta comunque un grandissimo XXXXXXXX.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Maroni è umano?
      E ci metto di mio: è soprattutto un gran XXXXXne ( noblesse oblige ) che prima dice di scaricare dal P2P e poi non spende una sola parolina contro quella (ennesima) patacca berlusconiana del "Comitato contro la pirateria digitale" o come si chiama....
      • XYZ scrive:
        Re: Maroni è umano?
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        E ci metto di mio: è soprattutto un gran XXXXXne
        ( noblesse oblige ) che prima dice di
        scaricare dal P2P e poi non spende una sola
        parolina contro quella (ennesima) patacca
        berlusconiana del "Comitato contro la pirateria
        digitale" o come si
        chiama....I saltimbanchi, per quanto siano bravi nel farlo, sanno solo fare inutili salti mortali. Evidentemente, per loro è una questione di "natura".:)
      • xWolverinex scrive:
        Re: Maroni è umano?
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        E ci metto di mio: è soprattutto un gran XXXXXne
        ( noblesse oblige ) che prima dice di
        scaricare dal P2P e poi non spende una sola
        parolina contro quella (ennesima) patacca
        berlusconiana del "Comitato contro la pirateria
        digitale" o come si
        chiama....Quotone
    • Anonymous scrive:
      Re: Maroni è umano?
      - Scritto da: yashijoe
      Potrebbe anche avere la mia stessa opinione, ma
      resta comunque un grandissimo
      XXXXXXXX.Beh oh... "Maroni"... scusa eh... anche tu... era chiaro tale concetto.
  • LuNa scrive:
    eh caro Maroni
    è un po complicato usare sistemi da dittatura in un paese dove vige la democrazia (dovrebbe perlomeno) perchè forse la gente si XXXXXXX. te ne accorgi adesso ?
    • CCC scrive:
      Re: eh caro Maroni
      - Scritto da: LuNa
      è un po complicato usare sistemi da dittatura in
      un paese dove vige la democrazia (dovrebbe
      perlomeno) infatti li useranno chiamandoli accordi di autoregolamentazione democraticamente raggiunti (la parolina magica, quella dove sta la fottitura, è *auto*... e di democratico c'è poco o nulla)
      perchè forse la gente si XXXXXXX. te
      ne accorgi adessoscusa ma dove vivi? non vedi quello che succede? non vedi in che condizioni siamo? ... vedi anche gente inXXXXXXX?ma quando mai si XXXXXXX la gente in italia!!!dagli un tozzo di pane, un sorso d'acqua, una TV (con il grande fratello e l'abbonamento per il calcio, ovviamente)... e qui nessuno si XXXXXXX... ma quando mai...
      • reign in grappa scrive:
        Re: eh caro Maroni
        ma poi secondo me la gente inXXXXXXX c'è eccome. Solo che i tempi son diversi, la tecnologia è diversa, i partigiani oggi non avrebbero alcuna possibilità. Hanno semplicemente costruito un sistema sempre più impermeabile alla rivolta. primo fra tutti l'individualismo. senza coesione sociale non fai niente.
      • LuNa scrive:
        Re: eh caro Maroni
        ma non è vero.la gente non scende forse in piazza ? la sinistra non scende in piazza ? non si fanno le manifestazioni anti-governo anti-nano ?qualcuno non ha sbattuto in faccia qualcosa a berlusconi a milano qualche giorno fa ?non ce' l'opposizione ? (fa ridere, d'accordo, ma esiste)ti do in parte ragione comunque: non è abbastanza, bisogna fare di più e XXXXXXXrsi MOLTO di PIU'. ma che non si fa *niente* non è affatto vero.
        • skyeye scrive:
          Re: eh caro Maroni
          semplicemente nascondono le manifestazioni e se costretti dicono che tanto ce n'e' una al mese e minimizzano al punto da offendere chi ha partecipato per cui, per i poveri ignoranti che se ne stanno a guardare i tg XXXXXset (e non solo), risulta che quattro scalmanati hanno perso tempo per manifestare contro nulla: questo e' il messaggio che passa!!che provi Berlusconi a tirar su un milione di persone solo con internet.. vediamo a che cifra arriva..e poi si vedono anche l'apoteosi dellla malafede con Belpietro ed altri che dicono per esempio "c'ha provato anche Grillo col Vday ma non e' sucXXXXX niente"!! .azz. allora lo sai che Grillo ha fatto il Vday!!! com'e' che quando sono stati fatti non ne ha PARLATO NESSUNO mentre adesso diventano la prova che non servono a niente?!?!
          • Danx Italiasenz avalori scrive:
            Re: eh caro Maroni
            Appunto, ora le manifestazioni le chiamano d'odio e danno degli eversivi ai partecipanti.Ci vogliono tutti ligi e proni al capo supremo.MA BAFFMARONI..FAI PENA, solo ora ti accorgi dei violenti su internet? Chissà come mai SOLO ORA..ridicolo!
          • Guybrush scrive:
            Re: eh caro Maroni
            - Scritto da: Danx Italiasenz avalori
            Appunto, ora le manifestazioni le chiamano d'odio[...]
            ORA..ridicolo!Piu' che altro qualcuno ha ricordato al buon Maroni che anche gli internauti votano... e sono tanti.GT
        • CCC scrive:
          Re: eh caro Maroni
          - Scritto da: LuNa
          ma non è vero.
          la gente non scende forse in piazza ? la sinistra
          non scende in piazza ? non si fanno le
          manifestazioni anti-governo anti-nano
          ?mah... si fanno anche... ma senza esagerare... e poi fino ad una certa ora che poi tutti a vedere il grande fratello o a fare gli scemi su facebook...mi chiedo anche dove poi vanno a finire tutte queste masse inca@@ate se poi alle elezioni fra destra e centrodestra beccano maree di voti (per non contare anche i voti dati al sedicente centro-sinistra che spesso è più a destra della destra)...
          qualcuno non ha sbattuto in faccia qualcosa a
          berlusconi a milano qualche giorno fa
          ?bhe, se questo dovrebbe essere il segno dell'inca@@atura generale allora stimao messi proprio male...(e sul chi, sul come e sul perché ci sarebbe poi anche da dire... ma lasciamo pure stare...)
          non ce' l'opposizione ? (fa ridere, d'accordo, ma
          esiste)esiste? ma dove?
          ti do in parte ragione comunque: non è
          abbastanza, bisogna fare di più e XXXXXXXrsi
          MOLTO di PIU'. ma che non si fa *niente* non è
          affatto
          vero.si fa davvero troppo poco, e quel poco lo si fa in modo troppo individualistico, senza alcuna coscienza sociale collettiva, e così anche quel poco risulta nulla
    • iRoby scrive:
      Re: eh caro Maroni
      È una presa di coscienza. Questo signore conosce internet, sa come funziona, l'impossibilità di regolamentarlo, il potere dei social network nel catalizzare milioni di coscienze e scagliarle contro chi minaccia la community.Molto semplicemente ha abbassato la cresta e ritirato la coda tra le gambe.Internet inizia a fare massa critica e mettere paura.Non bisogna avere paura di persone come Maroni, ma dei grandi oligarchi anglosassoni che pilotano le banche che pilotano le aziende che fanno la Rete.Personaggi come Maroni al massimo faranno quello che hanno fatto personaggi come Pisanu o come Urbani, bloccano innovazione e sviluppo in un solo paese, il paese dei Balocchi, l'Italia. Aiutando i profitti di chi viene danneggiato da Internet, le major dell'intrattenimento e le TLC.Ma per quanto tempo potranno continuare nel fare ciò?Internet sarà la frontiera futura del marketing, quando una grande percentuale di pubblicità si sta spostando dalla televisione e i giornali, ad Internet, il suo sviluppo sarà cruciale e necessario anche a questi attori, i grandi inserzionisti. E vedrai se non spingeranno per la sua diffusione anche in Italia, zittendo i vari Maroni e abrogando leggi XXXXXta come quelle di Pisanu e Urbani.
      • XYZ scrive:
        Re: eh caro Maroni
        - Scritto da: iRoby
        È una presa di coscienza. Questo signore conosce
        internet, sa come funziona, l'impossibilità di
        regolamentarlo, il potere dei social network nel
        catalizzare milioni di coscienze e scagliarle
        contro chi minaccia la
        community.

        Molto semplicemente ha abbassato la cresta e
        ritirato la coda tra le
        gambe.

        Internet inizia a fare massa critica e mettere
        paura.

        Non bisogna avere paura di persone come Maroni,
        ma dei grandi oligarchi anglosassoni che pilotano
        le banche che pilotano le aziende che fanno la
        Rete.

        Personaggi come Maroni al massimo faranno quello
        che hanno fatto personaggi come Pisanu o come
        Urbani, bloccano innovazione e sviluppo in un
        solo paese, il paese dei Balocchi, l'Italia.
        Aiutando i profitti di chi viene danneggiato da
        Internet, le major dell'intrattenimento e le
        TLC.
        Ma per quanto tempo potranno continuare nel fare
        ciò?

        Internet sarà la frontiera futura del marketing,
        quando una grande percentuale di pubblicità si
        sta spostando dalla televisione e i giornali, ad
        Internet, il suo sviluppo sarà cruciale e
        necessario anche a questi attori, i grandi
        inserzionisti. E vedrai se non spingeranno per la
        sua diffusione anche in Italia, zittendo i vari
        Maroni e abrogando leggi XXXXXta come quelle di
        Pisanu e
        Urbani.Una ragione in piu' per impedire che questo accada.Un cambiamento, è un cambiamento per tutti, non solo per molti.
      • mangiabile scrive:
        Re: eh caro Maroni
        quoto
    • silviosanto subito scrive:
      Re: eh caro Maroni
      - Scritto da: LuNa
      è un po complicato usare sistemi da dittatura in
      un paese dove vige la democrazia (dovrebbe
      perlomeno) perchè forse la gente si XXXXXXX. te
      ne accorgi adesso
      ?"Roberto Maroni? Sul fronte antimafia è uno dei migliori ministri dell'Interno di sempre". E' una delle dichiarazioni che lo scrittore Roberto Saviano ha rilasciato in un'intervista al settimanale "Panorama", in edicola da domani. "Ho sempre fatto riferimento alla tradizione che fu della destra antimafia: Paolo Borsellino si riconosceva in questa tradizione" ha detto ancora lo scrittore a cui è dedicata la copertina. "Il centrosinistra ha responsabilita' enormi nella collusione con le organizzazioni criminali: le due regioni con piu' comuni sciolti per mafia sono Campania e Calabria. E chi le ha amministrate negli ultimi 12 anni? Il centrosinistra".
      • skyeye scrive:
        Re: eh caro Maroni
        adesso che dice una cosa che ti va bene diventa il portatore sano di saggezza?!?! ti ricordo cosa ha detto il tuo duce riferendosi anche a Saviano: Se trovo chi ha fatto le nove serie de La Piovra e chi scrive libri sulla mafia facendoci fare brutta figura nel mondo giuro che lo strozzo Silvio Berlusconi
  • AxAx scrive:
    Quindi zittirà anche Bossi
    presumo, quando parla di fucili.
  • corrado p scrive:
    come da titolo
    finalmente qualcosa di sensato
    • CCC scrive:
      Re: come da titolo
      - Scritto da: corrado p
      finalmente qualcosa di sensatoscusa ma non ci vedo proprio nulla di sensato... cambia il nome ma la fregatura è la stessa...solo che usano la vaselina
Chiudi i commenti