Microsoft o Apple, per il malware pari sono

Ai cappelli neri dell'hacking non importa se sui tasti ci sia una mela o una finestra. E non importa neppure se si tratti di PC o smartphone. Da Internet Explorer a iPhone, tutto diventa un bersaglio

Roma – È storicamente il vettore di infezione prediletto da cyber-criminali e cracker su sistemi operativi Windows, e Internet Explorer continua a tenere fede alla propria fama rappresentando un pericolo costante per la sicurezza degli utenti in Rete . Soprattutto per quel che concerne le vecchie versioni (IE6 e IE7), in cui è stata giustappunto scoperta una vulnerabilità con codice per l’exploit già in circolazione.

La falla riguarda il componente Microsoft HTML Viewer mshtml.dll , ed è potenzialmente sfruttabile per mandare in crash il browser e recuperare codice malevolo da remoto, posto che gli utenti vengano diretti verso la pagina contenente il codice capace di sfruttare la vulnerabilità. Un exploit funzionante è già in circolazione ma, fortunatamente per gli utenti “a bordo” di un browser non aggiornato, non è granché affidabile per lo scopo che si prefissa.

La falla non interessa Internet Explorer 8, con i consigli di rito che prevedono appunto il passaggio all’ultima versione del browser Microsoft o l’installazione di un navigatore “alternativo” come buona prassi di profilassi telematica. Magari evitando di servirsi di “escamotage” come Chrome Frame di Google, il plugin pensato per dare agli utenti di IE la possibilità di navigare con l’engine del browser di Mountain View.

A Microsoft questa mossa da “cavallo di Troia” non era granché piaciuta , e aveva chiaramente spiegato le proprie preoccupazioni sull’aumento dei rischi sicurezza su. A conferma di tale idea, Redmond ha nei giorni scorsi svelato l’esistenza di una falla in Chrome Frame : falla che Google è stata però lesta nel rattoppare per tenere alto il livello dello scontro con il concorrente.

Se gli scontri tra BigM e BigG e la guerra dei browser non interessano particolarmente, a tenere alta l’attenzione potrebbe essere invece il worm Koobface : che non sarà poi indirizzato verso prodotti Microsoft specifici, ma è indubbio che la sua piattaforma d’elezione rimanga Windows e lo sterminato parco utenti del sistema operativo più usato al mondo. Il malware che predilige l’abuso del social networking si è incarnato nell’ ennesima variante , che questa volta ha per obiettivo le sessioni di chat di Skype.

In ogni caso, anche passando da Redmond a Cupertino la situazione sicurezza e cyber-criminali non migliora , anzi: dopo il primo worm per iPhone , quello che reiterava l’oramai consunta burla del “rickrolling”, il secondo malware per melafonino è una nuova “prima volta” in virtù del fatto che si tratta di un codice malevolo a tutti gli effetti.

Il nuovo worm ha come bersaglio gli iPhone sbloccati su cui installa una backdoor, rendendoli infine parte di una botnet con centro di comando&controllo situato in Lituania. Primo campanello d’allarme per gli utenti è la durata parecchio accorciata della batteria del melafonino, provocata dall’alto numero di connessioni contemporanee stabilite dal worm. Che sia venuto il tempo di un antivirus per iPhone dopo quello per Mac OS X ?

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ruppolo scrive:
    XXXXXXX
    I due sistemi hanno target diversi e si usano in modo diverso: uno con le dita, l'altro con la trackpad.Secondo me sono indecisi su un altro fronte: applicazioni on-board, si o no?Google Chrome no, Android si, questa è la situazione attuale. Che potrebbe cambiare.
    • Funz scrive:
      Re: XXXXXXX
      - Scritto da: ruppolo
      I due sistemi hanno target diversi e si usano in
      modo diverso: uno con le dita, l'altro con la
      trackpad.quindi il mio PC del lavoro, che si usa con la trackpad, e il PC di casa col mouse sono due cose diverse?
      Secondo me sono indecisi su un altro fronte:
      applicazioni on-board, si o
      no?

      Google Chrome no, Android si, questa è la
      situazione attuale. Che potrebbe
      cambiare.Intanto non mi piace la piega che stanno prendendo questi sistemi, Linux si ma blindato.
      • bibop scrive:
        Re: XXXXXXX
        mouse/trackpad/trackball/tavoletta grafica sono tutti nella stessa categoria di sistemi di puntamento... se nn vedi la differenza tra una interfaccia pensata e ottimizzata per le dita e una pensata e ottimizzata per essere usata con una "freccia" e un sistema di puntamento c'hai grossa crisi...
      • ruppolo scrive:
        Re: XXXXXXX
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: ruppolo

        I due sistemi hanno target diversi e si usano in

        modo diverso: uno con le dita, l'altro con la

        trackpad.

        quindi il mio PC del lavoro, che si usa con la
        trackpad, e il PC di casa col mouse sono due cose
        diverse?No, sono la stessa cosa: controllo indiretto.
  • MAH scrive:
    Confusione totale
    Questa l'impressione che desta la pianificazione degli OS di Google.Dalla presentazione si era capito subito che Chrome OS,che possiamo pensare destinato ai netbook,somigliasse piu' a un OS per cellulari che a un OS desktop.Ma d'altronde si era parlato anche di netbook con Android...anzi forse gia' ce ne sono in giro.
    • alob scrive:
      Re: Confusione totale
      - Scritto da: MAH
      Questa l'impressione che desta la pianificazione
      degli OS di
      Google.

      Dalla presentazione si era capito subito che
      Chrome
      OS,
      che possiamo pensare destinato ai netbook,
      somigliasse piu' a un OS per cellulari che a un
      OS
      desktop.

      Ma d'altronde si era parlato anche di netbook con
      Android...
      anzi forse gia' ce ne sono in giro.fuori dalle pagine web, google sarà sempre un disastro
      • mazzolatore scrive:
        Re: Confusione totale
        - Scritto da: alob
        fuori dalle pagine web, google sarà sempre un disastro"L'ipotesi di viaggi nello spazio è una totale assurdità. (Richard Van Der Riet Wooley, astronomo, 1956)""La luce elettrica non rimpiazzerà mai le lampadine a gas. (Un industriale tedesco, 1878)""La radio non avrà mai un valore commerciale. Chi mai pagherebbe per un messaggio che non è inviato a una persona specifica? (I colleghi di David Sarnoff, pioniere della radiofonia, 1912)"
        • ruppolo scrive:
          Re: Confusione totale
          Ecco perché Ballmer ha detto che l'iPhone non avrà sucXXXXX, per conquistarsi un posto nella storia (rotfl)
  • Andrea scrive:
    ...
    Non so se vederla come una cosa buona o no,da utente linux cono contento in quanto sia android che chromeOS si basano su linux e i benefici di una possibile intesa di marketing, con aziende del calibro di adobe per rilasciare una versione di flash player migliorata x linux,per esempio sarebbero una buona cosa,d'altro canto la smisurata presenza di google ovunque fa preoccupare un pò....
    • Nedanfor non loggato scrive:
      Re: ...
      Tutti nominano solo Google, ma IBM, HP, Intel, ecc. ecc. (partecipi al kernel Linux e a ChromeOS) non finiscono mai nel mirino della aziende cattive che vogliono conquistare l'umanità.
      • Roberto scrive:
        Re: ...
        Evidentemente vivi lontano dal pianeta Terra o manchi da internet da circa 7-8 anni, vero? Intel, Hp e gli altri hanno secondo te minimamente anche solo le briciole del MONOPOLIO totale che ha Google sul web?Google si lancia in tutti i mercati senza lasciare nulla agli altri, presto arriveranno le bastonate dall'antitrust perchè abuserà della sua posizione dominante in ambito pubblicitario offrendo tutto gratis facendo fallire le altre aziende che NON hanno un portata pubblicitaria come la sua e non possono regalare i loro software/prodotti.Chrome OS verrà distribuito probabilmente su loro macchine come da strategia apple, ed entro 5 anni Google venderà palmari, cellulari e PC all in one come Apple, Dell, facendo fallire le aziende minori quali HP Acer e le altre.Poi mancheranno solo le auto ( La Gcar è un progetto reale ), i motorini e gli aerei...
        • pabloski scrive:
          Re: ...
          veramente google a parte il web non mi pare molto attivo in altri settorinel settore della pubblicità sul web, all'epoca finì sotto le luci dell'antitrust l'acquisto di doubleclick ma non fu trovata nessuna irregolaritàin sostanza il vero monopolio di google è nel settore delle ricerche, ma sul fronte pubblicitario google è solo uno dei tanti playerin questo senso si trova più in posizione di monopolio mediaset in Italia che google su internetesistono pezzi di mondo dove google nemmeno esiste....tanto per fare un esempio in Romania yahoo la fa da padrone sia come motore che come servizio di posta e instant messaggingin Bulgaria stessa solfa, ma yahoo messenger è sostituito da skypein Russia Yandex, Mail.ru e soci hanno in mano tutto il mercato fino all'Ucrainain Cina, vabbè, è inutile dirlo, lì non si entra e basta
        • A s d f scrive:
          Re: ...

          Chrome OS verrà distribuito probabilmente su loro
          macchine come da strategia apple, ed entro 5 anni
          Google venderà palmari, cellulari e PC all in oneSul futuro del sistema operativo Google.. ho seri dubbi.L'ho scaricato, installato su vm, provato e disinstallato dopo 6 minuti esatti.E' un browser, non un sistema operativo. Potrebbe avere senso solo come OS "acXXXXXrio", per giochicchiare su internet se non si ha di meglio da fare, ma non di più. Lo vedo come OS eye-candy su dispositivi di moda, forse. Ma di sicuro non può reggere con un sistema operativo fatto e finito. Dal migliore al peggiore (non voglio fare una flame war come al solito sui sistemi), qualsiasi sistema operativo è meglio di un browser.Dire che di qui a poco, Chromium passerà sulla testa di Linux, Mac, e win.. mi pare quanto meno prematuro.Scusate l'OT, se di OT si tratta
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: ...
            Purtroppo deve concordare in toto.Che delusione.
          • lroby scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Purtroppo deve concordare in toto.
            Che delusione.chi?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Purtroppo deve concordare in toto.

            Che delusione.
            chi?ME medesimo.
    • arbiter scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Andreauna versione
      di flash player migliorata x linux,per esempiouna versione almeno funzionante sarebbe già qualcosa.
Chiudi i commenti