Microsoft apre i suoi dischi virtuali

Il big di Redmond ha aperto il proprio formato d'immagine per le macchine virtuali, una mossa con cui intende favorire l'interoperabilità e favorire l'ascesa sul mercato delle proprie soluzioni di virtualizzazione

Bruxelles – Sul mercato dei software di virtualizzazione oggi dominato da VMware e pochi altri vendor, Microsoft spera di attrarre l’interesse degli sviluppatori aprendo la specifica Virtual Hard Disk (VHD): si tratta del formato d’immagine utilizzato da BigM per salvare lo stato delle macchine virtuali create con Virtual PC, Virtual Server e l’hypervisor del futuro Windows Server Longhorn .

Microsoft aveva già parzialmente aperto VHD distribuendolo sotto una licenza libera da royalty . Ora ha inserito la specifica di questo formato nella sua Open Specification Promise (OSP), con cui si impegna a non perseguire legalmente gli sviluppatori che implementeranno tale tecnologia all’interno delle proprie applicazioni. Una mossa che dovrebbe rendere VHD maggiormente compatibile con le licenze open source , favorendo così la collaborazione già in atto tra Microsoft e Xen Source: quest’ultima, come noto, sviluppa una delle più note piattaforme open source per la virtualizzazione.

“Puntiamo a fornire l’interoperabilità già in fase di progetto”, ha affermato Bob Muglia, senior vice president del Server and Tools Business di Microsoft. “Ciò significa fornire agli utenti il controllo sui loro dati e ai vendor tecnologie in grado di connettere sistemi diversi tra loro. Con la specifica VHD disponibile sotto OSP, il nostro formato di virtualizzazione diventa utilizzabile in qualsiasi modello di sviluppo o business”.

Ad oggi VHD è già stato adottato da oltre 60 società di software, tra cui Diskeeper, BMC e Fujitsu Siemens Computers.

VHD, disponibile su licenza dal maggio dello scorso anno, crea in un singolo file una sorta di disco fisso virtuale in cui si trovano memorizzati il sistema operativo virtualizzato e le relative applicazioni. Tutti i software che supporteranno tale formato saranno in grado di caricare il file e ripristinare lo stato di una macchina virtuale salvato in precedenza: questo su qualunque PC e, eventualmente, sotto sistemi operativi differenti da quello in cui è stata originariamente creata.

La scorsa primavera anche VMware ha aperto il proprio formato d’immagine , impegnandosi altresì a supportare “qualsiasi altro formato di virtualizzazione aperto”. Sarà dunque interessante vedere se VMware abbraccerà anche VHD.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Niente oracle = niente linux
    e pensare che un tempo Oracle era così importante..., ma adesso.... blah, c'è di meglio e gratuito...L'unica cosa buona di Oracle è aver fatto crescere linux (al tempo)!! :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente oracle = niente linux
      - Scritto da:
      e pensare che un tempo Oracle era così
      importante..., ma adesso.... blah, c'è di meglio
      e
      gratuito...Quante boiate.Ringrazia Oracle (e DB2) se la ricerca sui dbms va ancora avanti.
      L'unica cosa buona di Oracle è aver fatto
      crescere linux (al tempo)!! :D
      :DSi per fare la rubrichetta del telefono e il sitarello con cataloghino e 1000 transazioni al giorno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Niente oracle = niente linux
        - Scritto da:
        Ringrazia Oracle (e DB2) se la ricerca sui dbms
        va ancora
        avanti.Anche se sembra incredibile aggiungerei pure SQL Server! Ha delle feature notevoli. Non è un caso che sia usatissimo.Comunque... DB2 9 è il top! La parte XML è una vera bomba!
        • Anonimo scrive:
          Re: Niente oracle = niente linux
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Ringrazia Oracle (e DB2) se la ricerca sui dbms

          va ancora

          avanti.


          Anche se sembra incredibile aggiungerei pure SQL
          Server! Ha delle feature notevoli. Non è un caso
          che sia
          usatissimo.Anche SQL Server è un ottimo RDBMS, ma con la versione 2005 si sono praticamente allineati con le feature che avevano già fatto il loro debutto da tempo.MS è molto lenta nel recepire ciò che viene prodotto dal mondo della ricerca. Tanto per fare un esempio la compressione di tabelle ed indici.Un altro esempio sono i cluster shared disk come RAC: MS ha preferito perseguire la strada dei cluster shared nothing con i server federati perché è stata più semplice da realizzare. Solo recentemente ha fatto il debutto la tecnologia chiamata "scalable shared databases" che permette di avere lo stesso database condiviso da più istanze con la grossa limitazione che gli accessi siano in sola lettura e senza coordinamento della cache tra le istranze. Siamo ancora lontani da tutta la tecnologia che sta dietro a Coldfusion.Comunque concordo è un ottimo prodotto, ma l'innovazione in questo campo la fanno IBM (che è stata il vero driver di tutta la ricerca sui dbms da sempre) ed Oracle.
        • Anonimo scrive:
          Re: Niente oracle = niente linux
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Ringrazia Oracle (e DB2) se la ricerca sui dbms

          va ancora

          avanti.


          Anche se sembra incredibile aggiungerei pure SQL
          Server! Ha delle feature notevoli. Non è un caso
          che sia
          usatissimo.

          Comunque... DB2 9 è il top! La parte XML è una
          vera bomba!Aggiungo: questa è una feature che trovo veramente poco interessante in un DBMS.Passata la sbornia inziale dei soliti tritacodice che non sanno neanche dove sta di casa un modello dati, le limitazioni di XML come tecnologia di storage e rappresentazione dei dati verranno a galla presto.XML va bene come protocollo agnostico per fare comunicare le applicazioni (nel senso più ampio, anche solo per passare parametri a chiamate a funzione in rete).Una cosa molto interessante di SQL Server è invece il broker.
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente oracle = niente linux
      - Scritto da:
      e pensare che un tempo Oracle era così
      importante..., ma adesso.... blah, c'è di meglio
      e
      gratuito...se tu non fossi un utente linux ti avrei già coperto dei peggiori insulti, ma vista la tua triste posizione informatica non posso che compatirti e dirti: continua a preferire le cose solo in base alla sua gratuità e fra 20 anni dimmi sotto quale ponte vivi

      L'unica cosa buona di Oracle è aver fatto
      crescere linux (al tempo)!! :D
      :Dnonchè di aver inconsapevolmente contribuito a creare una massa così abnorme di ignoranti informatici e della loro ignoranza: gli utenti linuxora torna a giocare con MySql
      • Anonimo scrive:
        Re: Niente oracle = niente linux
        - Scritto da:
        nonchè di aver inconsapevolmente contribuito a
        creare una massa così abnorme di ignoranti
        informatici e della loro ignoranza: gli utenti
        linuxE allora gli utenti che non sono in grado neanche di installarselo un linux come li chiami ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Niente oracle = niente linux
          - Scritto da:
          - Scritto da:


          nonchè di aver inconsapevolmente contribuito a

          creare una massa così abnorme di ignoranti

          informatici e della loro ignoranza: gli utenti

          linux

          E allora gli utenti che non sono in grado
          neanche di installarselo un linux come li chiami
          ?Winari (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Niente oracle = niente linux
          - Scritto da:
          - Scritto da:


          nonchè di aver inconsapevolmente contribuito a

          creare una massa così abnorme di ignoranti

          informatici e della loro ignoranza: gli utenti

          linux

          E allora gli utenti che non sono in grado neanche
          di installarselo un linux come li chiami
          ?Fortunati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Niente oracle = niente linux
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            - Scritto da:




            nonchè di aver inconsapevolmente contribuito a


            creare una massa così abnorme di ignoranti


            informatici e della loro ignoranza: gli utenti


            linux



            E allora gli utenti che non sono in grado
            neanche

            di installarselo un linux come li chiami

            ?

            Fortunati.E' vero, hai un parco sofrware molto piu' grande, tipo i virus per esempio...
          • Anonimo scrive:
            Re: Niente oracle = niente linux


            Fortunati.

            E' vero, hai un parco sofrware molto piu' grande,
            tipo i virus per
            esempio...... e correttori ortografici funzionanti :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Niente oracle = niente linux
            - Scritto da:


            Fortunati.

            E' vero, hai un parco sofrware molto piu'

            grande, tipo i virus per esempio...
            ... e correttori ortografici funzionanti :D Ma neanche scrivere sapete senza un correttore ortografico ?
Chiudi i commenti