Microsoft gonfia la nuvola

Sostanzioso aggiornamento per l'archiviazione dati su SkyDrive, che guadagna spazio e opzioni. Il cloud-hosting Microsoft si mette al servizio di Windows 8

Roma – Tempo di upgrade il servizio Microsoft che consente di archiviare i dati del PC in un apposito spazio online. I tecnici di Redmond lanceranno un client per gestire la nuvola di SkyDrive direttamente dal desktop del computer. Una risposta all’efficiente applicazione Dropbox e al servizio iCloud Apple integrato nel nuovo Mountain Lion per Mac.

Utilizzando l’apposito client ufficiale sarà possibile sincronizzare automaticamente i dati locali con il servizio di hosting, senza passare dalla pagina web dedicata. L’attuale spazio di storage, pari a 25 Gigabyte, potrà essere poi aumentato a 45GB, 75GB o 125GB, con abbonamenti annuali che spazieranno tra 11, 27 e 54 dollari.

I client mobile per Windows Phone è già una realtà e il servizio di hosting verrà completamente integrato in Windows 8, che è dedicato anche ai tablet. Nel prossimo sistema operativo SkyDrive finirà infatti dritto nel menù di Windows Explorer e sarà compatibile con qualsiasi app in stile Metro.

Sarà comunque possibile accedere in remoto da un altro dispositivo, recuperare file e gestire il proprio spazio, utilizzando il Windows Live ID personale su SkyDrive.com. A quanto pare, il limite massimo di peso per un singolo trasferimento gestito con l’interfaccia web salirà da 100 a 300MB, mentre la gestione direttamente da Explorer permetterà il caricamento di file grandi anche 2GB.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • hp fiasco scrive:
    html5?????
    ma pensiamo anche un pò all'html4, no?attualmente c'è un attributo sui campi password (o in generale su tutti in campi) chiamato autocomplete, se è messo a false il browser non completa il campo, è questo teoricamente è giusto, peccato che i siti + importanti lo mettano a false, e quindi l'autocompletamento delle password non funziona su molti siti, prima di sviluppare l'alternativa a lastpass (o quel che volete) google dovrebbe guardare le issues su chrome, tipo questahttp://www.google.com/support/forum/p/Chrome/thread?tid=7a4d1c50e9a2b261&hl=enmolta gente si lamenta di questo comportamento e tra le soluzioni + votate ( in fondo alla pagina) c'è proprio installa lastpass, che ti ricorda tutte le password e ti fa pure da generatore
    • poiuy scrive:
      Re: html5?????
      Mi spieghi il legame tra autocomplete, password, e quello che dovrebbe fare questa possibile funzionalità di chrome?P.S. autocomplete non è una proprietà valida in HTML 4, viceversa lo è HTML 5.
      • poiuy scrive:
        Re: html5?????
        Ok, ora ho capito: ti lamenti che ora con Chrome non puoi salvare una password (HTML 4) se c'è autocomplete a off. Quindi vorresti che prima risolvessero questo problema, poi passassero a soluzioni che prevedono HTML 5.Peccato che permettere di salvare una password con autocomplete a off sarebbe un discreto problema di sicurezza.
  • Dani scrive:
    Piu' pericolosa delle vecchie idee
    L'idea base e' vecchia: quasi tutti i browser permettono di memorizzare le password, e Firefox permette di crittografarle con una "master password".La parte che vedo "piu' pericolosa" - ma ammetto che non ho letto le specifiche! - potrebbe risiedere nel fatto che il browser possa generare automaticamente le credenziali, e che esse non siano esportabili facilmente dal browser. Una sorta di lock-in sull'autenticazione web...
  • ABC scrive:
    KeePassX (WIn, Linux, MAc)
    http://www.keepassx.org/ Pertabile, sicure, freeware e open source (love)(linux)
  • gcastagneti scrive:
    Mozilla rules!
    Non so perché, ma sa di già visto... (BrowserID)
  • prova scrive:
    Per essere sicuri ...
    di non perdere le proprie password tanto vale comprare una pagina di un giornale a tiratura nazionale ... quantomeno è sempre possibile acquistare un arretrato, per quanto riguarda la sicurezza rispetto ad un browser non vedo molta differenza ....Usare l'ormai supertestato Truecrypt ? L'FBI sta ancora rosicando ... :D
  • Fai il login o Registrati scrive:
    E usare un gestore di password?
    Ne esistono di gratuiti, portatili, multipiattaforma. Inoltre se uno vuole proprio proprio essere paranoico può tenere il programma in una chiavetta e il file criptato in un'altra. Perché mettere tutto nelle mani di un browser, che poi si dipende da quello? :o
    • smilzoboboz scrive:
      Re: E usare un gestore di password?
      Io sono paranoico, uso keepass, ho una password diversa (da 16 caratteri, se conXXXXX alfanumerici+speciali) per ogni servizio web.Tengo una copia in formato "database keepass" sul computer, cifrato con una chiave da 16 caratteri alfanumerici e una copia su una chiavetta che ho sepre con me (e non cedo mai ad altri) in "formato testo" cifrata via GPG sempre con chiave alfanumerica a 16 caratteri.In pratica se mi si brucia il laptop e pure la chiavetta allo stesso tempo sono fregato, per il resto va bene.Per assurdo non è nemmeno così scomodo perché, nonostante per aprire il programma, scorrere al servizio e recuperare la password ci voglia più o meno 10 volte il tempo di ricordarsene una, per ogni entry ho anche userid,url e mail con cui mi sono registrato...Cmq si, sono paranoico
      • mcmcmcmcmc scrive:
        Re: E usare un gestore di password?
        - Scritto da: smilzoboboz
        Io sono paranoico, uso keepass, ho una password
        diversa (da 16 caratteri, se conXXXXX
        alfanumerici+speciali) per ogni servizio
        web.
        Tengo una copia in formato "database keepass" sul
        computer, cifrato con una chiave da 16 caratteri
        alfanumerici e una copia su una chiavetta che ho
        sepre con me (e non cedo mai ad altri) in
        "formato testo" cifrata via GPG sempre con chiave
        alfanumerica a 16
        caratteri.

        In pratica se mi si brucia il laptop e pure la
        chiavetta allo stesso tempo sono fregato, per il
        resto va
        bene.

        Per assurdo non è nemmeno così scomodo perché,
        nonostante per aprire il programma, scorrere al
        servizio e recuperare la password ci voglia più o
        meno 10 volte il tempo di ricordarsene una, per
        ogni entry ho anche userid,url e mail con cui mi
        sono
        registrato...

        Cmq si, sono paranoicoe perchè paranoico? Io accedo al mio database KeePass con password + file. Il database e il file sono in backup su pc/smartphone/tablet/nas, il database è sincronizzato in cloud e il file utilizzato per accedere è in cloud, diverso da quello utilizzato per tenere sincronizzato il db. Laddove è possibile utilizzo sempre sistemi OTP. Se perdo la password di KeePass mi devo preoccupare più della perdita di memoria che di quella delle password.E non mi sento paranoico.
  • Antonio scrive:
    e per il mobile?
    se le password per accedere ai miei siti le conosce solo il browser, come faccio a loggarmi sulle mie app su dispositivi mobili?
  • Niko scrive:
    Esiste da anni... 1Password!
    Esiste da anni... 1Password!
Chiudi i commenti