Microsoft, Google e lo shopping pilotato

Microsoft, Google e lo shopping pilotato

Redmond spara a zero su Google Shopping. Un sistema, secondo Redmond, che favorisce i marchi commerciali fedeli a Mountain View
Redmond spara a zero su Google Shopping. Un sistema, secondo Redmond, che favorisce i marchi commerciali fedeli a Mountain View

Sceglie di colpire la concorrenza in maniera diretta la nuova campagna di Microsoft lanciata contro Google, denominata Scroogled , costruita per criticare senza mezzi termini “le pratiche commerciali scorrette” di Mountain View.

Nel mirino di Redmond, che in passato non ha mancato di sollevare questioni antitrust nei confronti di Mountain View, è finito il modello di ricerca proposto da Google Shopping , accusato di fornire solamente proposte commerciali collegate alle aziende che finanziano BigG con inserzioni pubblicitarie .

“Google Shopping non è altro che un elenco di annunci mirati che i clienti ignari credono essere i risultati di ricerca”, si legge nella pagina Web di Scroogled.

In sostanza, Microsoft sostiene che Google limiti lo spettro delle offerte restringendolo ai soli marchi legati a Mountain View da contratti commerciali: un valido motivo, secondo Redmond, per rivolgersi a Bing. ( C.S. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti