Microsoft, l'etica dell'IT

BigM ha scalato una speciale classifica stilata ogni anno dall'Ethisphere Institute di New York. Il brand di Redmond ha battuto rivali come Google e Facebook. Sospinta da investimenti a sfondo sociale e filantropia
BigM ha scalato una speciale classifica stilata ogni anno dall'Ethisphere Institute di New York. Il brand di Redmond ha battuto rivali come Google e Facebook. Sospinta da investimenti a sfondo sociale e filantropia

Si tratta di una speciale classifica che ha incoronato Microsoft: Redmond è giunta sul podio delle aziende più etiche dell’intero Pianeta .

Una scalata a sorpresa, quella del colosso di Redmond, probabilmente alimentata dai numerosi milioni di dollari investiti in programmi di sviluppo economico. Oppure sospinta dalle generosissime attività filantropiche del suo ex-CEO Bill Gates , che potrebbero aver regalato a BigM un’aura di bontà e sacro rispetto dell’etica aziendale.

A premiare Microsoft sono stati gli alti rappresentanti dello statunitense Ethisphere Institute (EI), che – come ogni anno dal 2007 – hanno scelto un corposo insieme di 110 brand. BigM è stata selezionata a partire da 3mila candidate, analizzate in base ad uno specifici parametri stabiliti da EI.

L’azienda di Redmond ha così ottenuto ottimi piazzamenti in base ad alcune aree analizzate, tra cui la reputazione di un brand e il suo livello di corporate responsibility . Microsoft ha così battuto – relativamente all’area IT – concorrenti agguerriti come Facebook e Google, che non è riuscita a classificarsi nonostante il suo motto contro il male .

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 03 2011
Link copiato negli appunti