Microsoft: memento Windows 10

Gli utenti delle release precedenti ricevono un ultimo avviso. Dal 29 luglio non ci sarà più alcuna chance per passare gratis all'ultima versione dell'OS

Milano – “Ci scusiamo per l’interruzione, ma è una questione importante”: così esordisce la schermata che Microsoft ha iniziato a far comparire sui monitor dei possessori di PC equipaggiati con Windows 7 e Windows 8, per ricordare loro che c’è tempo fino al 29 luglio per passare a Windows 10 . Un messaggio che si tiene in equilibrio tra inviti a garantirsi maggiore sicurezza e i vantaggi di un upgrade gratuito. 300 milioni di utenti lo hanno già fatto, ci ricordano da Redmond.

la schermata di avviso di miscrosoft per l'upgrade a windows 10

Si tratta in effetti dell’ultimo tentativo, in ordine di tempo, di Microsoft di convincere i suoi utenti a migrare all’ultima versione di Windows disponibile (che il 2 agosto sarà anche aggiornata alla variante 2016 denominata Anniversary Edition). Non sono mancate le polemiche in queste ultime settimane, soprattutto dopo che in una circostanza gli avvocati di Redmond hanno deciso di pagare un risarcimento da 10mila dollari ad una donna che aveva denunciato l’azienda per un’upgrade indesiderato e nel suo caso nefasto. Va detto che in questa circostanza, comunque, la formulazione dell’invito pare piuttosto chiara .

Le alternative “Aggiorna ora” e “Ricordamelo in seguito” non dovrebbero lasciare spazio ad ambiguità, così come in basso a sinistra ci sono due voci che permettono di rimandare per altre tre volte la segnalazione o di farla cessare del tutto. A quel punto starà all’utente, dovesse cambiare idea, recuperare i dati necessari e provvedere all’upgrade.

Non tutti vedranno comunque questo messaggio : chi ha già installato e rimosso Windows 10, ad esempio , dovrebbe essere esentato. Chi sceglierà di ignorare l’invito, a partire dal 30 luglio dovrà pagare la propria licenza di Windows 10 se deciderà di installarlo: i prezzi saranno quelli di mercato, salvo offerte che si possono scovare in Rete, e partono da 135 euro per la versione Home.

Luca Annunziata

Fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bubba scrive:
    la saga del closed + security thru obscu
    la saga del closed + security thru obscurity colpisce ancora... (e aggiungerei anche un colpo di Kudos all'intuizione degli hackers vs colpo di sfiga di qualcomm. cfr thumb vs arm mode=nel link) :PSi decideranno mai a mettere opensource sta paccata di roba? :PCmq consiglio di leggere questo (che e' l'articolo precedente a quello linkato) https://bits-please.blogspot.it/2016/05/qsee-privilege-escalation-vulnerability.html
  • panda rossa ...... scrive:
    ...... dove sei ?????
    batti un colpo, dai, spiega ai winari cosa sta succedendo ad androido.
Chiudi i commenti