Microsoft nel mirino per un brevetto

Secondo un'organizzazione anti-brevetti, potrebbe indurre molti a non abbracciare IPv6. Il brevetto è del 2000 e non è mai stato rivendicato dall'azienda. E non sarebbe valido


San Francisco (USA) – Per riaccendere il dibattito che anche negli States si è aperto sulla brevettabilità del software, quelli del gruppo anti-brevetti Public Patent Foundation (PubPat) hanno tirato fuori un vecchio brevetto di Microsoft in grado di avere potenziali conseguenze pericolose sullo sviluppo della rete.

Il gruppo si riferisce al brevetto 6101499 che riguarda “un metodo e un prodotto informatico per la generazione automatica di un indirizzo di rete IP che facilita la connessione di rete e l’amministrazione di piccole reti IP senza server di indirizzo IP, come quelli che si trovano in piccole aziende o nelle reti domestiche”.

Secondo la Foundation il brevetto assegnato a Microsoft nel 2000 non è valido in quanto la sua presentazione non avrebbe tenuto in debito conto lo sviluppo precedente di sistemi analoghi sviluppati in seno alla Internet Engineering Task Force (IETF) . Come noto, la cosiddetta “prior art” può essere presentata per invalidare un brevetto, dimostrando che quello assegnato successivamente riguarda tecnologie già esistenti. In questo caso Microsoft, secondo PubPat, non ha presentato all’ Ufficio brevetti americano tutta la documentazione precedente su questi sistemi gettando così le basi per l’invalidità del brevetto.

PubPat ha riconosciuto come Microsoft non si sia fin qui mai avvalsa del brevetto ma il suo direttore esecutivo, Daniel Rachiver, ritiene che il solo fatto che un tale brevetto esista potrebbe allontanare una serie di sviluppatori, aziende ed organizzazioni dall’implementazione di IPv6, il più recente aggiornamento del protocollo Internet che promette maggiore stabilità di rete e uno spazio IP (ovvero di indirizzi IP disponibili) assai più ampio.

“Microsoft – ha dichiarato Ravicher – non cercherà mai di far valere questo brevetto perché sa che non è valido. Ma ci saranno persone che ne sono spaventate: se uno ha una pistola e promette di non sparare non per questo è rassicurante”.

La ragione per cui PubPat ha tirato fuori la questione sta ancora una volta nel cercare di dimostrare quanto i brevetti possano inibire l’innovazione ma anche come talvolta siano concessi senza la dovuta attenzione, un’osservazione peraltro fatta recentemente dalla stessa Microsoft.

La soluzione? Secondo PubPat Microsoft “deve abbandonare questo brevetto e riconoscere che non avrebbe mai dovuto essere assegnato”. Per ora da Redmond nessun commento sulla vicenda.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Parlate come vecchi
    E il vostro essere decrepiti vi seppellira'.Vi troverete vecchie babbioni seduti sulla sedia di paglia alle soglie della strada a bere vino rosso e a raccontarvi di quanto erano meglio i giovani dei vostri tempi.Penosi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Parlate come vecchi
      - Scritto da: Anonimo
      E il vostro essere decrepiti vi seppellira'.

      Vi troverete vecchie babbioni seduti sulla sedia
      di paglia alle soglie della strada a bere vino
      rosso e a raccontarvi di quanto erano meglio i
      giovani dei vostri tempi.

      Penosi.commento molto intelligente....bravissimo
  • jokanaan scrive:
    io ero asociale
    e ascoltavo sempre la musica.e chissenefrega, aggiungo. Non ho mai avuto particolar desiderio di relazionarmi a certe persone, perché mai dovrebbero costringermici? ha ragione chi dice che si confonde causa ed effetto (e poi quando trovo una conversazione interessante non ho problemi a togliermi gli auricolari).
    • Anonimo scrive:
      Re: io ero asociale
      - Scritto da: jokanaan
      e ascoltavo sempre la musica.

      e chissenefrega, aggiungo. Non ho mai avuto
      particolar desiderio di relazionarmi a certe
      persone, perché mai dovrebbero costringermici?

      ha ragione chi dice che si confonde causa ed
      effetto (e poi quando trovo una conversazione
      interessante non ho problemi a togliermi gli
      auricolari).
      nel pieno rispetto di chi sta insegnando rimanere con gli auricolari, un segno tangibile di educazione se non altro.
      • jokanaan scrive:
        Re: io ero asociale
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: jokanaan

        e ascoltavo sempre la musica.



        e chissenefrega, aggiungo. Non ho mai avuto

        particolar desiderio di relazionarmi a certe

        persone, perché mai dovrebbero costringermici?



        ha ragione chi dice che si confonde causa ed

        effetto (e poi quando trovo una conversazione

        interessante non ho problemi a togliermi gli

        auricolari).



        nel pieno rispetto di chi sta insegnando rimanere
        con gli auricolari, un segno tangibile di
        educazione se non altro.ovviamente parlavo dei momenti ricreativi ;) (non si era capito? :P )
        • Anonimo scrive:
          Re: io ero asociale
          - Scritto da: jokanaan

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: jokanaan


          e ascoltavo sempre la musica.





          e chissenefrega, aggiungo. Non ho mai avuto


          particolar desiderio di relazionarmi a certe


          persone, perché mai dovrebbero
          costringermici?





          ha ragione chi dice che si confonde causa ed


          effetto (e poi quando trovo una conversazione


          interessante non ho problemi a togliermi gli


          auricolari).






          nel pieno rispetto di chi sta insegnando
          rimanere

          con gli auricolari, un segno tangibile di

          educazione se non altro.


          ovviamente parlavo dei momenti ricreativi ;) (non
          si era capito? :P )A giudicare dal tuo profitto non si direbbe.
          • jokanaan scrive:
            Re: io ero asociale
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: jokanaan



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: jokanaan



            e ascoltavo sempre la musica.







            e chissenefrega, aggiungo. Non ho mai avuto



            particolar desiderio di relazionarmi a certe



            persone, perché mai dovrebbero

            costringermici?







            ha ragione chi dice che si confonde causa ed



            effetto (e poi quando trovo una
            conversazione



            interessante non ho problemi a togliermi gli



            auricolari).









            nel pieno rispetto di chi sta insegnando

            rimanere


            con gli auricolari, un segno tangibile di


            educazione se non altro.





            ovviamente parlavo dei momenti ricreativi ;)
            (non

            si era capito? :P )

            A giudicare dal tuo profitto non si direbbe.sei un mio compagno di scuola?
          • Anonimo scrive:
            Re: io ero asociale
            - Scritto da: jokanaan

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: jokanaan





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: jokanaan




            e ascoltavo sempre la musica.









            e chissenefrega, aggiungo. Non ho mai
            avuto




            particolar desiderio di relazionarmi a
            certe




            persone, perché mai dovrebbero


            costringermici?









            ha ragione chi dice che si confonde causa
            ed




            effetto (e poi quando trovo una

            conversazione




            interessante non ho problemi a togliermi
            gli




            auricolari).












            nel pieno rispetto di chi sta insegnando


            rimanere



            con gli auricolari, un segno tangibile di



            educazione se non altro.








            ovviamente parlavo dei momenti ricreativi ;)

            (non


            si era capito? :P )



            A giudicare dal tuo profitto non si direbbe.


            sei un mio compagno di scuola?Forse.
          • jokanaan scrive:
            Re: io ero asociale
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: jokanaan



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: jokanaan







            - Scritto da: Anonimo









            - Scritto da: jokanaan





            e ascoltavo sempre la musica.











            e chissenefrega, aggiungo. Non ho mai

            avuto





            particolar desiderio di relazionarmi a

            certe





            persone, perché mai dovrebbero



            costringermici?











            ha ragione chi dice che si confonde
            causa

            ed





            effetto (e poi quando trovo una


            conversazione





            interessante non ho problemi a togliermi

            gli





            auricolari).















            nel pieno rispetto di chi sta insegnando



            rimanere




            con gli auricolari, un segno tangibile di




            educazione se non altro.











            ovviamente parlavo dei momenti ricreativi ;)


            (non



            si era capito? :P )





            A giudicare dal tuo profitto non si direbbe.





            sei un mio compagno di scuola?

            Forse.forse no. che ne sai del mio profitto?
          • Anonimo scrive:
            Re: io ero asociale
            - Scritto da: jokanaan
            forse no. che ne sai del mio profitto?Attenti che col profitto si va nel penale!
  • Anonimo scrive:
    non è che confondono causa ed effetto?
    Come da titolo.D'altronde è più semplice (cioè comodo) eliminare gli effetti delle cause. ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: non è che confondono causa ed effetto?
      - Scritto da: Anonimo
      Come da titolo.

      D'altronde è più semplice (cioè comodo) eliminare
      gli effetti delle cause. ;)Se mi spieghi come possa eliminare le cause la scuola...visto che gli effetti sono tangibili e localizzabili all'interno degli edifici scolastici. O preferisci che i docenti vadano nelle case delle famiglie ad intervenire in merito?Per non parlare del fatto che è maleducazione e segno di mancanza di rispetto disturbare le lezioni.Quanto all'argomentazione dei genitori "mio figlio deve tenere il cellulare acceso a scuola perchè io possa raggiungerlo e sapere dove è"....è alquanto grottesca.
      • Anonimo scrive:
        Re: non è che confondono causa ed effett
        - Scritto da: Anonimo

        D'altronde è più semplice (cioè comodo)

        eliminare

        gli effetti delle cause. ;)
        Se mi spieghi come possa eliminare le cause la
        scuolaNon ho la bacchetta magica ;)
        ...visto che gli effetti sono tangibili e
        localizzabili all'interno degli edifici
        scolastici. O preferisci che i docenti vadano
        nelle case delle famiglie ad intervenire in
        merito?Si. :)Se i bimbi non socializzano fra loro forse il perchè se lo dovrebbero porre.Forse parlarne con i genitori per trovare un modo per farli socializzare a scuola è più utile che ficcare la testa nella sabbia vietando quello che fanno in alternativa.
        Per non parlare del fatto che è maleducazione e
        segno di mancanza di rispetto disturbare le
        lezioni.Quindi secondo te l'intenzione era far chiacchierare gli studenti fra loro invece che ascoltar musica durante le lezioni?Hai anche letto l'articolo o (da come sembra dalle risposte) solo i commenti nel forum??Dall'articolo si desume che nell'intervallo ascoltano musica.(l'intervallo è una pausa che spezza in più tronconi la lezione)e abbiano concluso che impedendogli di ascoltare musica nell'intervallo (l'intervallo è una pausa che spezza in più tronconi la lezione) si sarebbero messi a parlare fra loro.Se davvero come penso io è l'effetto, si saranno messi a far altro durante l'intervallo (l'intervallo è una pausa che spezza in più tronconi la lezione).
        • Anonimo scrive:
          Re: non è che confondono causa ed effett
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          D'altronde è più semplice (cioè comodo)


          eliminare


          gli effetti delle cause. ;)


          Se mi spieghi come possa eliminare le cause la

          scuola

          Non ho la bacchetta magica ;)
          risposta talmente scontata....però sei bravo a sindacare eh...

          ...visto che gli effetti sono tangibili e

          localizzabili all'interno degli edifici

          scolastici. O preferisci che i docenti vadano

          nelle case delle famiglie ad intervenire in

          merito?

          Si. :)
          Se i bimbi non socializzano fra loro forse il
          perchè se lo dovrebbero porre.chi? i bimbi? le famiglie? i docenti?non è compito di quest'ultimi passare di casa in casa ad insegnare come educare i figli d'altri a casa loro.
          Forse parlarne con i genitori per trovare un modo
          per farli socializzare a scuola è più utile che
          ficcare la testa nella sabbia vietando quello che
          fanno in alternativa.
          si certo...forse che quando certi comportamenti disturbatori sono talmente frequenti, pare assai normale e logico intervenire anche proibendo determinate attività che con il normale svolgimento delle lezioni nulla hanno a che fare...


          Per non parlare del fatto che è maleducazione e

          segno di mancanza di rispetto disturbare le

          lezioni.

          Quindi secondo te l'intenzione era far
          chiacchierare gli studenti fra loro invece che
          ascoltar musica durante le lezioni?
          non hai capito nulla vero?quale parte di "è maleducazione ascoltare musica mentre il prof insegna" ti era così difficile capire?
          Hai anche letto l'articolo o (da come sembra
          dalle risposte) solo i commenti nel forum??
          tu oltre che aver letto l'articolo (e averlo capito) capisci anche viò che leggi nel forum...o rispondi per sport?

          Dall'articolo si desume che nell'intervallo
          ascoltano musica.
          (l'intervallo è una pausa che spezza in più
          tronconi la lezione)
          e abbiano concluso che impedendogli di ascoltare
          musica nell'intervallo (l'intervallo è una pausa
          che spezza in più tronconi la lezione) si
          sarebbero messi a parlare fra loro.
          sicuramente hanno + occasione a musica spenta che con gli auricolari e il voluma a paletta, dopodiché non vorrai far credere che durante le lezioni non giochicchino col player o col cellulare...
          Se davvero come penso io è l'effetto, si saranno
          messi a far altro durante l'intervallo
          (l'intervallo è una pausa che spezza in più
          tronconi la lezione).

          punti di vista....sempre discutibili per colpa dei "se"
  • Anonimo scrive:
    Nintendo DS Picto Chat
    Nintendo DS: connessione wireless e picto chat...hmmm...
  • Anonimo scrive:
    e il gameboy?
    Io sono della generazione dei videogiochi.Quando andavo a scuola il gameboy era un must eppure non è che sono diventato un serial killer pazzo chiuso in me stesso...Ma così anche adesso, si vedono per strada sti bambini con il gameboy advance (per non parlare del nintendo DS, della PSP, ecc ecc).E' molto più isolante un gioco piuttosto che sentire una canzone... un gioco ti prende e diventa anche una sfida a chi arriva più avanti.Penso invece che una canzone sia molto diversa dall'mp3... quasi sempre mi è capitato di incontrare amici miei con le cuffiette e chiedere "che stai ascoltando?" "fammi un po' sentire?" "figo!".Allora oscuriamo anche le finestre nelle scuole perchè uno poi vede fuori e rischia di usare troppo l'immaginazione...
    • Anonimo scrive:
      Re: e il gameboy?
      - Scritto da: Anonimo
      Io sono della generazione dei videogiochi.
      Quando andavo a scuola il gameboy era un must
      eppure non è che sono diventato un serial killer
      pazzo chiuso in me stesso...

      Ma così anche adesso, si vedono per strada sti
      bambini con il gameboy advance (per non parlare
      del nintendo DS, della PSP, ecc ecc).

      E' molto più isolante un gioco piuttosto che
      sentire una canzone... un gioco ti prende e
      diventa anche una sfida a chi arriva più avanti.

      Penso invece che una canzone sia molto diversa
      dall'mp3... quasi sempre mi è capitato di
      incontrare amici miei con le cuffiette e chiedere
      "che stai ascoltando?" "fammi un po' sentire?"
      "figo!".

      Allora oscuriamo anche le finestre nelle scuole
      perchè uno poi vede fuori e rischia di usare
      troppo l'immaginazione...Quoto :)
  • Masque scrive:
    E' un classico
    Ci sono sempre stati quelli che a lezione stanno con le auricolari nascoste sotto i capelli (tenuti volontariamente lunghi) passando il cavo sotto al maglione per essere più mimetici. e... no, non ero uno di loro :-)La Apple ringrazierà per l'ennesima pubblicità (non che ne avesse bisogno) e i genitori forse si sveglieranno un po'.Dovrebbero essere loro a controllare e raccomandare i propri figli di non usare gli aggeggini in classe.Poi, durante l'intervallo possono fare quello che pare loro... se vogliono ascoltare la musica invece di chiacchierare fra loro, che lo facciano, ma non credo che una cosa escluda completamente l'altra fino a portare a tendenze di isolamento!Ok, se ne stanno tutti lì con l'ipod, ma questo da loro anche un argomento in comune per chiacchierare (ti faccio sentire quello che ho scaricato, tu fammi sentire il tuo)... al peggio staranno tutto il tempo a parlare di musica e aggeggi tecnologici :-)...non tanto diverso da quello che si è sempre fatto, a dire il vero... quando andavo a scuola, si facevano lezioni regolari e l'intervallo era dedicato a discussioni su gruppi heavy metal e similari, tipo 8:00-matematica; 9:00-italiano; 10:00-storia del metal :-)Insomma... secondo me, tante preoccupazioni per nulla...
  • Anonimo scrive:
    per la Apple
    visto che il problema è che i bambini i-poddati non socializzano, consiglio alla APple di metterci un bel bluetooth coisi ci si puo messaggiare e magari anche parlarsi mentre si tengono le cuffie ouh, io scherzo, non diciamolo in giro che magari qualcuno lo fa sul serio e cosi oltre alla gentre che parla e gesticola da sola (almeno prima avevano il filo dell'auricolare, adessomanco quello) vedremo i ragazzini voltati di schiena che si parlano....
    • Anonimo scrive:
      Re: per la Apple
      dopo aver letto un bel po' di commenti infantili mi sento in dovere di quotarti per il commento più intelligente.Personalmente via player di musica e di giochi dalle scuole, via i telefonini e i palmari.I ragazzi sono bravissimi a distrarsi da soli (anche gli adulti...), non serve dare loro pure un aiutino!!!E per carità, non è razzismo nei confronti dei ragazzi: lo stesso discorso dovrebbe valere anche per gli adulti. Ma è già meno probabile trovare videogiochi sui posti di lavoro, mentre alcuni lavori meno cerebrali della scuola consentono l'utilizzo di impianti per musica come sottofondo.
  • Terra2 scrive:
    Questo è razzismo tecnologico! :)
    Se il riproduttore è di un'altra marca, se è una radio, se è un cellulalare o un palmare... allora è tutto ok?
    • awerellwv scrive:
      Re: Questo è razzismo tecnologico! :)
      credo che il problema non si ponga... ad una scuola privata ci vanno solo quelli che hanno un certo budget familiare quindi i fanciulli non scenderanno a patti acquistando altri player mp3 quando sanno tutti che la supremazia dell'ipod e schiacciante... Stando ad una statiscitca riportata anche su PI il 90% dei player mondiali venduti sono ipod... quindi... chi ha un player diverso da ipod in quela scuola "quasi si vergogna di mostrarlo in giro"
      • Terra2 scrive:
        Re: Questo è razzismo tecnologico! :)

        chi ha un player diverso da ipod in quela scuola
        "quasi si vergogna di mostrarlo in giro"Vuoi dire che solo perchè l'iPod va di moda, quei piccoli figlidimamma si vergognano a portare a scuola un palmare da 1500$? :)
        • awerellwv scrive:
          Re: Questo è razzismo tecnologico! :)
          che ti posso dire... evidentemente se non ha una mela morsicata come stemmino non fa figo....
  • Anonimo scrive:
    una volta era...
    il walkman, adesso il RE indiscusso delle vendite è l'iPod nel mondo!Fortunatamente i tempi sono cambiati :)Sony, addio...
  • Anonimo scrive:
    va beh allora cd portatile.
    oppure walkman a cassetteoppure radiolinaoppure muvo della creativeoppure ottomila altri cosinon ho capito se parlano proprio di IPODo se ora per intendere "dispositivo portatile per ascoltare musica con gli auricolari" si DEVE dire solo ipod ...spero di no, preferisco quelli a memoria solida.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ovviamente iPod...
      - Scritto da: Anonimo
      oppure walkman a cassette
      oppure radiolina
      oppure muvo della creative
      oppure ottomila altri cosi


      non ho capito se parlano proprio di IPODSi scrive iPod, tanto per essere precisi.Comunque parlano proprio del lettore della Apple, visto che è quello che ha più successo nel mondo.
      o se ora per intendere "dispositivo portatile per
      ascoltare musica con gli auricolari" si DEVE dire
      solo ipod ...i lettori iPod sono 4 modelli ben diversi...ovviamente quando si parla di dispositivo portatile, s'intende l'iPod, visto che è il lettore che ha più successo nel mondo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ovviamente iPod...
        Lavori per Apple?:)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ovviamente iPod...
          - Scritto da: Anonimo
          Lavori per Apple?:)No, per mio nonno!Ma finiscila...di scrivere stupidate!E' un dato di fatto che l'iPod è il lettore digitale che ha più successo nel mondo!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ovviamente iPod...
            Dai ormai hai fatto outing:)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ovviamente iPod...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Lavori per Apple?:)

            No, per mio nonno!
            Ma finiscila...di scrivere stupidate!

            E' un dato di fatto che l'iPod è il lettore
            digitale che ha più successo nel mondo!
            niente affatto.è solo quello branded di un certo modello e di cui SI PARLA MOLTOmoltissima gente ha dei lettorini a memoria solida, chiavette usb con funzione player e così viacon quel che costa è ovvio che non sia il più vendutosomma tutti gli altri e vedrai che non lo è affatto
          • Anonimo scrive:
            Re: Ovviamente iPod...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            Lavori per Apple?:)



            No, per mio nonno!

            Ma finiscila...di scrivere stupidate!



            E' un dato di fatto che l'iPod è il lettore

            digitale che ha più successo nel mondo!



            niente affatto.
            è solo quello branded di un certo modello e di
            cui SI PARLA MOLTO

            moltissima gente ha dei lettorini a memoria
            solida, chiavette usb con funzione player e così
            via

            con quel che costa è ovvio che non sia il più
            venduto

            somma tutti gli altri e vedrai che non lo è
            affattoquale parte di " iPod nelle sue varie forme è il player di riferimento" ti è difficile mandare giù?dato che sei tu che contesti i deti sulle vendite che si possono leggere in rete...immagino che anche tu abbia fatto il calcolo x poter affermare che non è il + venduto...come marca si intende.ma non è importante....il discorso che emerge dall'articolo è ben di portata + rilevante rispetto alla marca del prodotto citato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ovviamente iPod...
            - Scritto da: Anonimo
            niente affatto.
            è solo quello branded di un certo modello e di
            cui SI PARLA MOLTONon sei molto informato, l'iPod è il lettore MP3 più venduto nel mondo!
            somma tutti gli altri e vedrai che non lo è
            affattoSi parla di lettori MP3 con HD.Quindi, ovviamente ho ragione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ovviamente iPod...
            - Scritto da: Anonimo
            niente affatto.
            è solo quello branded di un certo modello e di
            cui SI PARLA MOLTOCome ti rode eh?Riscite ad inventarvi qualsiasi scusa, per non ammettere i fatti, cioè che l'iPod è il lettore MP3 più APPREZZATO E QUINDI IL PIU' VENDUTO AL MONDO!!!!rotfl
          • Anonimo scrive:
            Re: Ovviamente iPod...
            Io ho un LYRA 40 Gb pagato 199 euro, collegamento USB2.Estetica carina, menu' bello.Perchè dare il doppio per un lettore di 20 Gb solo perchè della Apple?- Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            niente affatto.

            è solo quello branded di un certo modello e di

            cui SI PARLA MOLTO

            Come ti rode eh?
            Riscite ad inventarvi qualsiasi scusa, per non
            ammettere i fatti, cioè che l'iPod è il lettore
            MP3 più APPREZZATO E QUINDI IL PIU' VENDUTO AL
            MONDO!!!!
            rotfl


          • Anonimo scrive:
            Re: Ovviamente iPod...
            xke dare soldi per un lyra se soggettivamente puo non piacere?a te piace? bene, ma non togliere ad altri la libertà di scegliere ciò che è meglio per loro- Scritto da: Anonimo
            Io ho un LYRA 40 Gb pagato 199 euro, collegamento
            USB2.
            Estetica carina, menu' bello.
            Perchè dare il doppio per un lettore di 20 Gb
            solo perchè della Apple?

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            niente affatto.


            è solo quello branded di un certo modello e di


            cui SI PARLA MOLTO



            Come ti rode eh?

            Riscite ad inventarvi qualsiasi scusa, per non

            ammettere i fatti, cioè che l'iPod è il lettore

            MP3 più APPREZZATO E QUINDI IL PIU' VENDUTO AL

            MONDO!!!!

            rotfl





          • Anonimo scrive:
            Re: Ovviamente iPod...
            - Scritto da: Anonimo
            Perchè dare il doppio per un lettore di 20 Gb
            solo perchè della Apple?Secondo la mia opinione, per le caratteristiche tecniche molto interessanti, il design, compatibilità con iTunes Music Store, possilità di utilizzare questo lettore come HD esterno e come bootdisk, Firewire, formato AAC, ecc...Ognuno ha le proprie esigenze, quindi non vedo perchè tu debba criticarle a priori.Esempio:secondo la tua teoria, basterebbe "accontentarsi" tutti delle FIAT & ALFA, invece ci sono molte AUDI, BMW, MERCEDES, ecc...(ti assicuro che la differenza esiste)
      • jokanaan scrive:
        Re: Ovviamente iPod...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        oppure walkman a cassette

        oppure radiolina

        oppure muvo della creative

        oppure ottomila altri cosi





        non ho capito se parlano proprio di IPOD

        Si scrive iPod, tanto per essere precisi.
        Comunque parlano proprio del lettore della Apple,
        visto che è quello che ha più successo nel mondo.


        o se ora per intendere "dispositivo portatile
        per

        ascoltare musica con gli auricolari" si DEVE
        dire

        solo ipod ...

        i lettori iPod sono 4 modelli ben
        diversi...ovviamente quando si parla di
        dispositivo portatile, s'intende l'iPod, visto
        che è il lettore che ha più successo nel mondo.
        il lettore portatile che ha più successo al mondo NON è l'ipod, ci sono innumerevoli lettori cd e walkman per ogni ipod.se poi vuoi parlare di lettori mp3.. allora è un altro discorso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ovviamente iPod...
          - Scritto da: jokanaan
          se poi vuoi parlare di lettori mp3.. allora è un
          altro discorso.Ovviamente s'intende lettori MP3, quindi l'iPod è il lettore digitale più conosciuto e venduto al mondo!.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ovviamente iPod...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: jokanaan


            se poi vuoi parlare di lettori mp3.. allora è un

            altro discorso.

            Ovviamente s'intende lettori MP3, quindi l'iPod è
            il lettore digitale più conosciuto e venduto al
            mondo!.chi lo dice?per me è solo molto noto, molto identificabile.come dire "compaq presario"eppure molti hanno un sacco di altri tipi di dispositivo, meno branded, meno identificabili, sempre ottimi.che me frega del brand?il muvo mi piace molto di più.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ovviamente iPod...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: jokanaan




            se poi vuoi parlare di lettori mp3.. allora è
            un


            altro discorso.



            Ovviamente s'intende lettori MP3, quindi l'iPod
            è

            il lettore digitale più conosciuto e venduto al

            mondo!.

            chi lo dice?

            per me è solo molto noto, molto identificabile.

            come dire "compaq presario"

            eppure molti hanno un sacco di altri tipi di
            dispositivo, meno branded, meno identificabili,
            sempre ottimi.

            che me frega del brand?

            il muvo mi piace molto di più.ma xke fare inutile polemica quando in rete trovi riferimenti che tra i produttori di player mpo3 portatili, quello che detiene le maggiori vendite porta la marca citata...le statistiche parlano di vendite x marca.mah...cosa poi piace a te è irrilevante nel dibattito sul contenuto dell'articolo, come è irrilevante ancorarsi al fatto che sia ipod e non un altra marca...la problematica non è legata alla marca...ma al dispositivo in quanto inibitore di comunicazione tra allievi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ovviamente iPod...
            - Scritto da: Anonimo
            chi lo dice?Ci sono aziende che fanno statistiche sulle vendite dei prodotti.
            per me è solo molto noto, molto identificabile.Appunto, secondo la tua opinione! ci sono più di 10 milioni di persone che probabilmente non la pensano come te.
            eppure molti hanno un sacco di altri tipi di
            dispositivo, meno branded, meno identificabili,
            sempre ottimi.Magari meno intuitivi e semplici da usare, esteticamente meno curati, tecnicamente meno evoluti, ma cosa molto importante non funzionano con il negozio online che vende di più nel mondo...cioè iTunes Music Store.
            che me frega del brand?

            il muvo mi piace molto di più.Infatti è della creative....un po' di coerenza...ammetti che sei contro per principio ad Apple.
          • jokanaan scrive:
            Re: Ovviamente iPod...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: jokanaan


            se poi vuoi parlare di lettori mp3.. allora è un

            altro discorso.

            Ovviamente s'intende lettori MP3, quindi l'iPod è
            il lettore digitale più conosciuto e venduto al
            mondo!.
            si tratta di una maggioranza relativa, non assoluta (il resto del mercato preso assieme detiene una quota di gran lunga superiore all'ipod)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ovviamente iPod...

        i lettori iPod sono 4 modelli ben
        diversi...ovviamente quando si parla di
        dispositivo portatile, s'intende l'iPod, visto
        che è il lettore che ha più successo nel mondo.sento odore di Marco ...... :-Ssbaglio?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ovviamente iPod...
          - Scritto da: Anonimo



          i lettori iPod sono 4 modelli ben

          diversi...ovviamente quando si parla di

          dispositivo portatile, s'intende l'iPod, visto

          che è il lettore che ha più successo nel mondo.

          sento odore di Marco ...... :-S

          sbaglio?Chi è Marco?
    • Anonimo scrive:
      Re: va beh allora cd portatile.
      - Scritto da: Anonimo
      oppure walkman a cassette
      oppure radiolina
      oppure muvo della creative
      oppure ottomila altri cosi


      non ho capito se parlano proprio di IPOD

      o se ora per intendere "dispositivo portatile per
      ascoltare musica con gli auricolari" si DEVE dire
      solo ipod ...

      spero di no, preferisco quelli a memoria solida.fumare meno, no?o è importante citare tutte le marche di lettori che circolano in quella scuola?ne hanno citata una xke prob. è la + diffusa....ma il concetto non è la marca del prodotto ma un lettore mp3 in generale....francamente certe elucubrazioni stento a capirle
    • soulista scrive:
      Re: va beh allora cd portatile.
      - Scritto da: Anonimo
      oppure walkman a cassette
      oppure radiolina
      oppure muvo della creative
      oppure ottomila altri cosi


      non ho capito se parlano proprio di IPOD

      o se ora per intendere "dispositivo portatile per
      ascoltare musica con gli auricolari" si DEVE dire
      solo ipod ...

      spero di no, preferisco quelli a memoria solida.Direi che é una notizia positiva per la Apple! quando il nome di un tuo prodotto diventa simbolo di una intera categoria di prodotti (come la nutella o la cocacola) vuol dire che sei entrato nella storia!Per inciso, sono d'accordo con questa preside (é una preside? ho dimenticato l'articolo) però quando leggo "le famiglie plaudono l'iniziativa" divento improvvisamente contrario...Ormai il termine famiglia per me é sinonimo di cultura catto/protestante repressiva
      • Anonimo scrive:
        Re: va beh allora cd portatile.
        - Scritto da: soulista
        Direi che é una notizia positiva per la Apple!
        quando il nome di un tuo prodotto diventa simbolo
        di una intera categoria di prodotti (come la
        nutella o la cocacola) vuol dire che sei entrato
        nella storia!Infatti l'iPod è un prodotto con un successo allucinante.
        Per inciso, sono d'accordo con questa preside (é
        una preside? ho dimenticato l'articolo) però
        quando leggo "le famiglie plaudono l'iniziativa"
        divento improvvisamente contrario...

        Ormai il termine famiglia per me é sinonimo di
        cultura catto/protestante repressiva
    • Anonimo scrive:
      Re: va beh allora cd portatile.
      - Scritto da: Anonimo
      spero di no, preferisco quelli a memoria solida.L'iPod shuffle è a memoria solida.http://www.apple.com/it/ipodshuffle/
  • Anonimo scrive:
    Giusto
    E non lo dico perchè è l'iPod: poteva essere pure lo Zen, o il palmare winCE o linux o il telefonino 3, è ora di finirla.A scuola ci si va per imparare. Oggi vediamo alunni con il cellulare in classe, squilla e interrompono gli insegnanti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Giusto
      - Scritto da: Anonimo
      E non lo dico perchè è l'iPod: poteva essere pure
      lo Zen, o il palmare winCE o linux o il
      telefonino 3, è ora di finirla.

      A scuola ci si va per imparare. Oggi vediamo
      alunni con il cellulare in classe, squilla e
      interrompono gli insegnanti...Condivido pienamente la tua opinione, specialmente per quello che riguarda i cellulari.Per l'iPod, questi ragazzi possono usarlo fuori dalla scuola.
      • Vurdak scrive:
        Re: Giusto
        Mi aggiungo alla schiera dei "ha fatto bene". Capisco che c'è libertà e libertà, ma a scuola si va per imparare anche a socializzare e a vivere, ovvero a ricevere un'educazione.
        • awerellwv scrive:
          Re: Giusto
          - Scritto da: Vurdak
          Mi aggiungo alla schiera dei "ha fatto bene".
          Capisco che c'è libertà e libertà, ma a scuola si
          va per imparare anche a socializzare e a vivere,
          ovvero a ricevere un'educazione.Quoto in toto aggiungendo che olte a ricevere uan educazione vanno li anche per socializzare, in fondo le amicizie che durano una vita si formano dal liceo... se non si socializza si e' out...
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto

            Quoto in toto aggiungendo che olte a ricevere uan
            educazione vanno li anche per socializzare, in
            fondo le amicizie che durano una vita si formano
            dal liceo...
            se non si socializza si e' out...già... e grazie al cielo si formano anche quelli che vogliono starsene fuori dal branco ed in molti istituti questo è molto più salutare che la tua socializzazione
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo

            Quoto in toto aggiungendo che olte a ricevere
            uan

            educazione vanno li anche per socializzare, in

            fondo le amicizie che durano una vita si formano

            dal liceo...

            se non si socializza si e' out...

            già... e grazie al cielo si formano anche quelli
            che vogliono starsene fuori dal branco ed in
            molti istituti questo è molto più salutare che la
            tua socializzazionepsicologo al cepu pure tu?
    • Anonimo scrive:
      Re: Giusto
      - Scritto da: Anonimo
      A scuola ci si va per imparare. Oggi vediamo
      alunni con il cellulare in classe, squilla e
      interrompono gli insegnanti...Giusto!Domani, quando vai a lavorare, lascia pure a casa il cellulare, il tuo lettore CD (IPod, MP3, ecc), il PDA, ecc.Al lavoro si va per LAVORARE non per cazzeggiare.Ma che razza di discorsi del caz*o che mi tocca sentire ogni tanto.Bye, Luca
      • Anonimo scrive:
        Re: Giusto
        - Scritto da: Segfault
        Giusto!
        Domani, quando vai a lavorare, lascia pure a casa
        il cellulare, il tuo lettore CD (IPod, MP3, ecc),
        il PDA, ecc.

        Al lavoro si va per LAVORARE non per cazzeggiare.Rileggi l'articolo: dice "dentro l'istituto*, non *mentre vai all'istituto*. Anche io andavo a scuola con il walkman, ma non lo tenevo acceso durante la lezione o nei corridoi durante la ricreazione.
        Ma che razza di discorsi del caz*o che mi tocca
        sentire ogni tanto.Scusa Luca, (o segfault) ogni tanto leggo i tuoi interventi. In genere mi trovo d'accordo con te, ma hai il brutto vizio di non leggere nè l'articolo, nè l'intervento. Rispondi a raffica, spesso troppo d'impulsoQui si parla di usarlo *dentro l'istituto*, cioè durante le ore di lezione. Mi sembra irrispettoso nei confronti dell'insegnante.Oppure è normale che mentre quello spiega Giulio Cesare tu stia lì tipo Amendola "power o non power?"
        • Anonimo scrive:
          Re: Giusto
          - Scritto da: Anonimo
          Rileggi l'articolo: dice "dentro l'istituto*, non
          *mentre vai all'istituto*. Anche io andavo a
          scuola con il walkman, ma non lo tenevo acceso
          durante la lezione o nei corridoi durante la
          ricreazione.


          Ma che razza di discorsi del caz*o che mi tocca

          sentire ogni tanto.

          Scusa Luca, (o segfault) ogni tanto leggo i tuoi
          interventi. In genere mi trovo d'accordo con te,
          ma hai il brutto vizio di non leggere nè
          l'articolo, nè l'intervento. Rispondi a raffica,
          spesso troppo d'impulso

          Qui si parla di usarlo *dentro l'istituto*, cioè
          durante le ore di lezione. Mi sembra irrispettoso
          nei confronti dell'insegnante.

          Oppure è normale che mentre quello spiega Giulio
          Cesare tu stia lì tipo Amendola "power o non
          power?"L'uso DENTRO l'istituto è perfettamente lecito se avviene durante le pause fra una lezione e l'altre e in altre circostanze in cui l'attenzione non deve necessariamente essere rivolta all'insegnate.Per esempio se un insegnante ti chiede "fammi il programma XYZ, hai queste due ore di tempo di laboratorio" non vedo proprio perché non possa nel frattempo usare un walkman, un IPod o simili se questo mi aiuta a rilassarmi e svolgere il lavoro che mi è stato chiesto. Spesso quando sviluppo software lo faccio ascoltando la musica, essa non mi impedisce in alcun modo di svolgere il mio lavoro ed anzi evita che io mi distragga con altri affari.Come vedi ci sono diversi casi in cui usare un IPod/walkman/[inserire qui] a scuola non danneggia l'apprendimento. E inoltre se ti proibiscono di avere gli IPod in classe cosa fai? O li lasci a casa oppure li lasci fuori dall'aula... non oso immaginare quanti IPod verranno rubati in questo modo e se ne fossi io il detentore certo preferirei lasciarlo a casa che lasciarlo fuori dall'aula incustodito.Quindi è esattamente come se mi dicessero "tu qui non porti il tuo IPod" e questo equivale ad impedirmene l'uso anche durante il viaggio "casa-scuola-lavoro".Ritengo la scusa della mancata socializzazione una baggianata ed una ridicolaggine tirata fuori all'ultimo minuto per giustificare ciò che non è giustificabile.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault

            - Scritto da: Anonimo

            Rileggi l'articolo: dice "dentro l'istituto*,
            non

            *mentre vai all'istituto*. Anche io andavo a

            scuola con il walkman, ma non lo tenevo acceso

            durante la lezione o nei corridoi durante la

            ricreazione.




            Ma che razza di discorsi del caz*o che mi
            tocca


            sentire ogni tanto.



            Scusa Luca, (o segfault) ogni tanto leggo i tuoi

            interventi. In genere mi trovo d'accordo con te,

            ma hai il brutto vizio di non leggere nè

            l'articolo, nè l'intervento. Rispondi a raffica,

            spesso troppo d'impulso



            Qui si parla di usarlo *dentro l'istituto*, cioè

            durante le ore di lezione. Mi sembra
            irrispettoso

            nei confronti dell'insegnante.



            Oppure è normale che mentre quello spiega Giulio

            Cesare tu stia lì tipo Amendola "power o non

            power?"

            L'uso DENTRO l'istituto è perfettamente lecito se
            avviene durante le pause fra una lezione e
            l'altre e in altre circostanze in cui
            l'attenzione non deve necessariamente essere
            rivolta all'insegnate.
            Per esempio se un insegnante ti chiede "fammi il
            programma XYZ, hai queste due ore di tempo di
            laboratorio" non vedo proprio perché non possa
            nel frattempo usare un walkman, un IPod o simili
            se questo mi aiuta a rilassarmi e svolgere il
            lavoro che mi è stato chiesto. Spesso quando
            sviluppo software lo faccio ascoltando la musica,
            essa non mi impedisce in alcun modo di svolgere
            il mio lavoro ed anzi evita che io mi distragga
            con altri affari.
            Come vedi ci sono diversi casi in cui usare un
            IPod/walkman/[inserire qui] a scuola non
            danneggia l'apprendimento. E inoltre se ti
            proibiscono di avere gli IPod in classe cosa fai?
            O li lasci a casa oppure li lasci fuori
            dall'aula... non oso immaginare quanti IPod
            verranno rubati in questo modo e se ne fossi io
            il detentore certo preferirei lasciarlo a casa
            che lasciarlo fuori dall'aula incustodito.
            Quindi è esattamente come se mi dicessero "tu qui
            non porti il tuo IPod" e questo equivale ad
            impedirmene l'uso anche durante il viaggio
            "casa-scuola-lavoro".
            Ritengo la scusa della mancata socializzazione
            una baggianata ed una ridicolaggine tirata fuori
            all'ultimo minuto per giustificare ciò che non è
            giustificabile.

            Bye,
            Luca L'uso DENTRO l'istituto è perfettamente lecito se
            avviene durante le pause fra una lezione e
            l'altre e in altre circostanze in cui
            l'attenzione non deve necessariamente essere
            rivolta all'insegnate.coi se e con i ma non si va lontano....immagino che se si istaura un divieto non sia dovuto all'uso di tale strumento durante le pause....poi se ci si vuole arrampicare...prego
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            coi se e con i ma non si va lontano....immagino
            che se si istaura un divieto non sia dovuto
            all'uso di tale strumento durante le pause....poi
            se ci si vuole arrampicare...pregoInnanzitutto complimenti per la quotatura, veramente geniale.In secondo luogo, leggendo la scusante apportata (ossia che i poverini devono parlare fra di loro anziché ascoltar musica) mi pare proprio che si volesse pensalizzare l'uso dell'IPod nelle pause.I miei non erano né se né ma.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo

            coi se e con i ma non si va lontano....immagino

            che se si istaura un divieto non sia dovuto

            all'uso di tale strumento durante le
            pause....poi

            se ci si vuole arrampicare...prego

            Innanzitutto complimenti per la quotatura,
            veramente geniale.
            innanzitutto complimenti per l'osservazione poco consona ed elegante...se poi mi spieghi x quale motivo dovevo quotare tutto quando non mi interessava tutto lo scritto...
            In secondo luogo, leggendo la scusante apportata
            (ossia che i poverini devono parlare fra di loro
            anziché ascoltar musica) mi pare proprio che si
            volesse pensalizzare l'uso dell'IPod nelle pause.
            I miei non erano né se né ma.
            invece sono se e ma...dato che non hai certezze ne riguardo il contenuto del divieto, né sulla forma dello stesso ne tantomeno sulle motivazioni che hanno portato a tale divieto.sarai + interessato alle mie quotature...
            Bye,
            Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            innanzitutto complimenti per l'osservazione poco
            consona ed elegante...Ti ho fatto un favore facendoti notare il tuo problema.
            se poi mi spieghi x quale motivo dovevo quotare
            tutto quando non mi interessava tutto lo
            scritto...Ma vedo che non hai capito il perché dell'osservazione... vabbé, pazienza, non tocca a me insegnarti le cose.
            invece sono se e ma...dato che non hai certezze
            ne riguardo il contenuto del divieto, né sulla
            forma dello stesso ne tantomeno sulle motivazioni
            che hanno portato a tale divieto.Le motivazioni non mi interessano. Il fine NON giustifica i mezzi.
            sarai + interessato alle mie quotature...Certamente, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo

            innanzitutto complimenti per l'osservazione poco

            consona ed elegante...

            Ti ho fatto un favore facendoti notare il tuo
            problema.


            se poi mi spieghi x quale motivo dovevo quotare

            tutto quando non mi interessava tutto lo

            scritto...

            Ma vedo che non hai capito il perché
            dell'osservazione... vabbé, pazienza, non tocca a
            me insegnarti le cose.
            se fossi così intelligente come vuoi farci credere eviteresti certe uscite infelici...

            invece sono se e ma...dato che non hai certezze

            ne riguardo il contenuto del divieto, né sulla

            forma dello stesso ne tantomeno sulle
            motivazioni

            che hanno portato a tale divieto.

            Le motivazioni non mi interessano. Il fine NON
            giustifica i mezzi.
            opinione tua..opinabile visto che sentenzi senza sapere come stanno le cose veramente....hai ragiona non hai proprio da insegnare nulla...o meglio...c'è poco da imparare da te.

            sarai + interessato alle mie quotature...

            Certamente,
            Lucavista la pochezza delle tue esternazioni...non ti rimane altro.mah....
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto

            Le motivazioni non mi interessano. Il fine NON
            giustifica i mezzi.Il FINE giustifica i mezzi il GREZZO se se sbatte le p@lle.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            In secondo luogo, leggendo la scusante apportata
            (ossia che i poverini devono parlare fra di loro
            anziché ascoltar musica) mi pare proprio che si
            volesse pensalizzare l'uso dell'IPod nelle pause.
            I miei non erano né se né ma.(anonimo) Se portassero il wolkman a cassette? o si portano dietro un libro?(idea) Già me l'immagino: vietato portare a scuola libri extrascolastici @^
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            Per esempio se un insegnante ti chiede "fammi il
            programma XYZ, hai queste due ore di tempo di
            laboratorio" non vedo proprio perché non possa
            nel frattempo usare un walkman, un IPod o simili
            se questo mi aiuta a rilassarmi e svolgere il
            lavoro che mi è stato chiesto. Alt, qui stai andando in una situazione un pò diversa. Si parla di bambini (cito l'articolo) quindi si presuppone che non siano così grandicelli da andarsene in laboratorio da soli.
            Spesso quando
            sviluppo software lo faccio ascoltando la musica,
            essa non mi impedisce in alcun modo di svolgere
            il mio lavoro ed anzi evita che io mi distragga
            con altri affari.Scusa, ma questo è più lavoro che studio, o cmq laboratorio. Si presume che dei bambini la maggior parte del tempo lo passino in aula.
            O li lasci a casa oppure li lasci fuori
            dall'aula... non oso immaginare quanti IPod
            verranno rubati in questo modo Non leggi l'articolo. C'è scritto che lo possono lasciare nell'armadietto. Mentre ci vai sul tuo bell'autobus e al ritorno ti puoi sentire tutta la musica che ti pare.
            Ritengo la scusa della mancata socializzazione
            una baggianata ed una ridicolaggine tirata fuori
            all'ultimo minuto per giustificare ciò che non è
            giustificabile.Invece sbagli, perchè è la socializzazione è forse la parte più importante a scuola. Chissenefrega se non ti ricordi tutte le date delle guerre puniche, ma imparare a socializzare è importante e la scuola è stato il punto di partenza di tutti noi, perchè ti trovi con tante persone che non conosci.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault




            Ma che razza di discorsi del caz*o che mi
            tocca


            sentire ogni tanto.

            a chi lo dici!
            Spesso quando
            sviluppo software lo faccio ascoltando la musica,
            essa non mi impedisce in alcun modo di svolgere
            il mio lavoro ed anzi evita che io mi distragga
            con altri affari.
            Come vedi ci sono diversi casi in cui usare un
            IPod/walkman/[inserire qui] a scuola non
            danneggia l'apprendimento.Adesso se uno "non rende" a scuola è colpa dell'iPod/[quant'altro]... ah beh... allora non c'è da obiettare nemmeno se uno si porta una persona che faccia un massaggio rilassante, che lo aiuti a concentrarsi, sennò non rende.ciao, studia! :-)
        • Ics-pi scrive:
          Re: Giusto [OT]

          Oppure è normale che mentre quello spiega Giulio
          Cesare tu stia lì tipo Amendola "power o non
          power?"Certo che ne e' passato di tempo da "IO LA SPEZZERO' SCANNA!!!" (E parlo del capitano che fa punire Amendola soldato in 365 giorni all'alba).E adesso mi sembra un cretino con la storia del "power": Povero mondo :|
    • il_guru scrive:
      Re: Giusto
      a scuola c'è sempre stata un sacco di gente che ci veniva col walkman... nessuno era antisociale, non riesco a cogliere la differenza ipod-walkman
      • Anonimo scrive:
        Re: Giusto
        - Scritto da: il_guru
        a scuola c'è sempre stata un sacco di gente che
        ci veniva col walkman... nessuno era antisociale,
        non riesco a cogliere la differenza ipod-walkmanInfatti non c'è... ci sono solo tanti bravi genitori tanto preoccupati per i loro bimbi. E che per proteggerli li puniscono preventivamente per atti che potrebbero compiere. Mi sembra perfettamente giusto ed in linea con quanto sta succedendo nel mondo. E poco importa se alla loro età i genitori di oggi potevano andare a scuola con il walkman, il lettore CD, ecc.Bye, Luca
        • Anonimo scrive:
          Re: Giusto
          - Scritto da: Segfault
          Infatti non c'è... ci sono solo tanti bravi
          genitori tanto preoccupati per i loro bimbi. E
          che per proteggerli
          li puniscono preventivamente per atti che
          potrebbero compiere. Mi sembra perfettamente
          giusto ed in linea con quanto sta succedendo nel
          mondo. E poco importa se alla loro età i genitori
          di oggi potevano andare a scuola con il walkman,
          il lettore CD, ecc.Ma che c'entra?!?A scuola ci vai per imparare, punto. Non stai con le cuffiette a sentire mp3. E' vietato usarlo dentro l'istituto, cioè mentre sei a scuola, durante la lezione. E' così assurdo che in classe si debbano tenere i cellulari spenti?
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            A scuola ci vai per imparare, punto. Non stai con
            le cuffiette a sentire mp3. E' vietato usarlo
            dentro l'istituto, cioè mentre sei a scuola,
            durante la lezione. E' così assurdo che in classe
            si debbano tenere i cellulari spenti?Vedi l'altro mio post una riga sopra.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo

            A scuola ci vai per imparare, punto. Non stai
            con

            le cuffiette a sentire mp3. E' vietato usarlo

            dentro l'istituto, cioè mentre sei a scuola,

            durante la lezione. E' così assurdo che in
            classe

            si debbano tenere i cellulari spenti?

            Vedi l'altro mio post una riga sopra.

            Bye,
            Lucacontinua pure a pensare che certe cose non succedano in una classe odierna....libero di vivere in un mondo parallelo
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            continua pure a pensare che certe cose non
            succedano in una classe odierna....libero di
            vivere in un mondo paralleloCome già detto, quello che succede o meno mi importa poco, se uno ha voglia di studiare lo farà con IPod o meno. Se uno non ha voglia non è certo impedendogli l'uso dell'IPod a scuola che glie la farai venire.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo

            continua pure a pensare che certe cose non

            succedano in una classe odierna....libero di

            vivere in un mondo parallelo

            Come già detto, quello che succede o meno mi
            importa poco, se uno ha voglia di studiare lo
            farà con IPod o meno. Se uno non ha voglia non è
            certo impedendogli l'uso dell'IPod a scuola che
            glie la farai venire.

            Bye,
            LucaCLAP CLAP CLAP....complimenti x il spiccato senso di responsabilità.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            CLAP CLAP CLAP....complimenti x il spiccato senso
            di responsabilità.Proprio così sicuro che il confodere causa ed effetto porti a dei risultati?
          • postmaster scrive:
            Re: Giusto
            Te c'hai grossa crisi .. chiedilo a Queloahahahahahahaahh
            Come già detto, quello che succede o meno mi
            importa poco, se uno ha voglia di studiare lo
            farà con IPod o meno. Se uno non ha voglia non è
            certo impedendogli l'uso dell'IPod a scuola che
            glie la farai venire.

            Bye,
            Luca
      • Anonimo scrive:
        Re: Giusto
        - Scritto da: il_guru
        a scuola c'è sempre stata un sacco di gente che
        ci veniva col walkman... nessuno era antisociale,
        non riesco a cogliere la differenza ipod-walkmanForse che nessuno di noi lo usava dentro l'istituto?
        • Anonimo scrive:
          Re: Giusto
          - Scritto da: Anonimo
          Forse che nessuno di noi lo usava dentro
          l'istituto?"una scuola privata di Sidney che ha deciso di vietare l'iPod all'interno dell'istituto"Si noti che dice "VIETARE L'IPOD", non "VIETARE L'USO DELL'IPOD".Quindi cosa fai? Lo lasci fuori in attesa che qualcuno lo rubi?Inoltre come ho già spiegato ci sono molte situazioni ANCHE a scuola in cui l'uso dell'IPod è perfettamente lecito (l'uso durante le pause, l'uso in laboratorio quando l'attenzione non è necessaria, ecc).Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault

            - Scritto da: Anonimo

            Forse che nessuno di noi lo usava dentro

            l'istituto?

            "una scuola privata di Sidney che ha deciso di
            vietare l'iPod all'interno dell'istituto"

            Si noti che dice "VIETARE L'IPOD", non "VIETARE
            L'USO DELL'IPOD".
            Quindi cosa fai? Lo lasci fuori in attesa che
            qualcuno lo rubi?
            Inoltre come ho già spiegato ci sono molte
            situazioni ANCHE a scuola in cui l'uso dell'IPod
            è perfettamente lecito (l'uso durante le pause,
            l'uso in laboratorio quando l'attenzione non è
            necessaria, ecc).

            Bye,
            Lucaimmagino tu abbia letto il testo del divieto in lingua originale per sindacarne sul contenuto e la forma....o ti limiti a deduzioni basate su questo articolo in italiano
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            immagino tu abbia letto il testo del divieto in
            lingua originale per sindacarne sul contenuto e
            la forma....o ti limiti a deduzioni basate su
            questo articolo in italianoMi sono naturalmente limitato a leggere l'articolo di Punto Informatico, questo è il forum di PI o mi sbaglio?È ovvio che se l'articolo in inglese originale dice qualcosa di diverso allora quello che ho detto non si applica.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo

            immagino tu abbia letto il testo del divieto in

            lingua originale per sindacarne sul contenuto e

            la forma....o ti limiti a deduzioni basate su

            questo articolo in italiano

            Mi sono naturalmente limitato a leggere
            l'articolo di Punto Informatico, questo è il
            forum di PI o mi sbaglio?ah ecco dove caschi in fallo....infatti è il forum...non la corte di norimberga per sentenziare su presunti contenuti del divieto....mi fa specie leggere sentenze su elementi nemmeno certi...
            È ovvio che se l'articolo in inglese originale
            dice qualcosa di diverso allora quello che ho
            detto non si applica.
            o piu che altro hai pontificato senza essere sicuro di cosa è indicato in lingua inglese nel divieto.mi pare poco elegante e poco sensato sentenziare senza sapere...poi ognuno scriva quello che meglio crede...ma a me questo pare
            Bye,
            Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            mi pare poco elegante e poco sensato sentenziare
            senza sapere...poi ognuno scriva quello che
            meglio crede...ma a me questo pareNon mi sembra di aver chiesto la tua inutile opinione al riguardo.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo

            mi pare poco elegante e poco sensato sentenziare

            senza sapere...poi ognuno scriva quello che

            meglio crede...ma a me questo pare

            Non mi sembra di aver chiesto la tua inutile
            opinione al riguardo.

            Bye,
            Lucacome non mi pare si abbia la necessità delle tue puerili considerazioni....ma lo hai detto tu che non ha nulla di che insegnare a terzi.altro post privo di considerazioni consistenti....intule leggerti oltre
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            altro post privo di considerazioni
            consistenti....intule leggerti oltreVedo che ho ferito i tuoi sentimenti. Mi fa piacere.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: plonk
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo

            altro post privo di considerazioni

            consistenti....intule leggerti oltre

            Vedo che ho ferito i tuoi sentimenti. Mi fa
            piacere.

            Bye,
            Lucatranquillo...mi hai solo confermato la tua pochezza....e prendo atto che non è il caso di perdere altro tempo con chi vive su in un altro mondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: plonk
            - Scritto da: Anonimo
            tranquillo...mi hai solo confermato la tua
            pochezza....e prendo atto che non è il caso di
            perdere altro tempo con chi vive su in un altro
            mondo.Ma perché insisti io mi chiedo... pensavo mi avessi già dato l'addio due o tre post fa...Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: plonk
            Grande Seg!8)
          • Anonimo scrive:
            Re: plonk
            - Scritto da: Anonimo
            Grande Seg!
            8)ah siete in 2 privi di argomenti minimamente sensati...ovvio i co@lIonI sono sempre in coppia2 troll a prezzo di 1....che culo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            E va be', lo lasceranno a casa!Mica casca il mondo!Ma tu hai mai fatto lezione con quelle bestie?Ragazzini che non hanno il minimo rispetto per te che stai li a insegnargli qualcosa, che a 17 anni ti dicono "a me la cultura non interessa, io andrò a fare la commessa" (come se per fare la commessa sia richiesta una certificazione di ignoranza)Tra cellulari, lettori cd, mp3 e cavoli vari la classe è un parco giochi. Come fa il docente a controllare che nella classe mentre spiega alla lavagna gli alunni non stiano a mandarsi sms dietro al banco........semplice, vieti tutto, anche la sola presenza in classe dell'oggetto incriminato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            E va be', lo lasceranno a casa!
            Mica casca il mondo!Se ti impedissero di portare al lavoro qualcosa di tuo ti incazzeresti pure tu. Ma siccome non deve capitare a te allora ben venga.
            Ma tu hai mai fatto lezione con quelle bestie?Si.
            Ragazzini che non hanno il minimo rispetto per te
            che stai li a insegnargli qualcosa, che a 17 anni
            ti dicono "a me la cultura non interessa, io
            andrò a fare la commessa" (come se per fare la
            commessa sia richiesta una certificazione di
            ignoranza)E questo cosa ha a che fare con gli IPod? Mi pare che i walkman esistessero ancora tempo addietro e non mi pare abbiano "rovinato" la precedente generazione.
            Tra cellulari, lettori cd, mp3 e cavoli vari la
            classe è un parco giochi. Come fa il docente a
            controllare che nella classe mentre spiega alla
            lavagna gli alunni non stiano a mandarsi sms
            dietro al banco........semplice, vieti tutto,
            anche la sola presenza in classe dell'oggetto
            incriminato.È molto semplice, se gli alunni sono stati a cazzeggiare se ne pentiranno il giorno del compito/esame. Se hanno cazzeggiato 24 ore su 24 però all'esame/compito arrivano e dimostrano di conoscere la materia non è certo un problema mio su "come" abbiano fatto. Inoltre basta semplicemente mostrarsi dalla "penna facile" già dai primi tempi e mettere le cose in chiaro da subito. Il rispetto è una cosa che va guadagnata, specie nelle scuole.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            È molto semplice, se gli alunni sono stati a
            cazzeggiare se ne pentiranno il giorno del
            compito/esame. Tu continui a ragionare come un universitario... guarda che parliamo di ragazzini tipo di scuola media/superiore. In casi come questi, il corpo docenti ha il diritto e il dovere di prendere provvidementi per curare il rendimento della propria classe.Con il professore universitario è un'altro paio di maniche, tu vai lì e se hai studiato bene, se sei stato a cazzeggiare "torni la prossima volta"
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            Tu continui a ragionare come un universitario...
            guarda che parliamo di ragazzini tipo di scuola
            media/superiore. In casi come questi, il corpo
            docenti ha il diritto e il dovere di prendere
            provvidementi per curare il rendimento della
            propria classe.Gli insegnanti si limitino ad agire con i mezzi che hanno (note, ecc), non a limitare libertà dei loro studenti (libertà che fra l'altro quando erano loro gli studenti avevano).Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            Gli insegnanti si limitino ad agire con i mezzi
            che hanno (note, ecc), non a limitare libertà dei
            loro studenti Ci rinuncio. Sei stoicamente cocciuto.Non è che abbia grande simpatia per gli insegnanti, ma provaci a tu a spiegare con 20 ragazzini che si messaggiano-smsano-ascoltano mp3-suonerie-etc.E' un panorama da manicomio. E stare dietro a 20 ragazzini è già un manicomio di per se'.Quindi, secondo te è meglio la nota, che limitare l'uso di certi dispositivi? Non è invece meglio prendere provvedimenti a livello di istituto, cioè vietarne l'uso durante le ore di lezione?Cos'è, hai la stoffa del maestro del libro Cuore? Perchè non una bacchettata sulle mani?
            (libertà che fra l'altro quando
            erano loro gli studenti avevano).Seeeee.... una volta la scuola era una cosa seria. Altro che cellulari e iPod.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            Ci rinuncio. Sei stoicamente cocciuto.Bravo, ottima scelta.
            Non è che abbia grande simpatia per gli
            insegnanti, ma provaci a tu a spiegare con 20
            ragazzini che si messaggiano-smsano-ascoltano
            mp3-suonerie-etc.Se ti rispettano ti staranno ad ascoltare. Te lo dice uno che quando era alle superiori ne ha viste di cotte e di crude.
            E' un panorama da manicomio. E stare dietro a 20
            ragazzini è già un manicomio di per se'.Noi alle superiori eravamo una decina circa... tuttavia siamo riusciti a disintegrare alcune vetrate, buttare giù un muro, fulminare gli interuttori di una decina di aule, far venire il collasso nervoso ad un insegnante, ecc (e ci sarebbe molto da "ecceterare"). [Io ero quello moderato e che tentava di aiutare i prof nel loro lavoro il più possibile (proprio perché ritenevo il comportamento dei miei compagni a dir poco "oltre i limiti")]C'erano professori che parlavano mentre la classe giocava a carte, professori che si sgolavano per sentirsi urlare alle spalle "zitta tro*a"...Tuttavia c'erano dei professori che li ascoltavano TUTTI. Erano quelli che avevano messo sin dal principio le cose in chiaro... io rispetto voi e voi rispettate me, se non lo fate notasullibretto/notasulregistro/preside/espulsione.E ti dirò, nessuno di loro ha mai messo una nota che sia una, non ne hanno mai avuto bisogno.
            Quindi, secondo te è meglio la nota, che limitare
            l'uso di certi dispositivi? Non è invece meglio
            prendere provvedimenti a livello di istituto,
            cioè vietarne l'uso durante le ore di lezione?Io ritengo che sia meglio lasciare una certa libertà agli studenti. Non è proibendo tutto che si ottiene qualcosa. Nell'esempio del laboratorio di prima io so che era forse l'aula in cui si lavorava di più e con più soddisfazione personale proprio perché si era relativamente liberi.
            Cos'è, hai la stoffa del maestro del libro Cuore?
            Perchè non una bacchettata sulle mani?Guarda, se ad uno dei professori delle mie superiori fosse venuta in mente un'idea del genere sono quasi matematicamente certo che avrebbe avuto l'auto a fuoco nel giro di una settimana dall'evento (nel tempo che sono stato lì ho visto un unica auto distrutta da uno studente, però non saprei la ragione).Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: PLONK
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo

            Ci rinuncio. Sei stoicamente cocciuto.

            Bravo, ottima scelta.


            Non è che abbia grande simpatia per gli

            insegnanti, ma provaci a tu a spiegare con 20

            ragazzini che si messaggiano-smsano-ascoltano

            mp3-suonerie-etc.

            Se ti rispettano ti staranno ad ascoltare. Te lo
            dice uno che quando era alle superiori ne ha
            viste di cotte e di crude.


            E' un panorama da manicomio. E stare dietro a 20

            ragazzini è già un manicomio di per se'.

            Noi alle superiori eravamo una decina circa...
            tuttavia siamo riusciti a disintegrare alcune
            vetrate, buttare giù un muro, fulminare gli
            interuttori di una decina di aule, far venire il
            collasso nervoso ad un insegnante, ecc (e ci
            sarebbe molto da "ecceterare"). [Io ero quello
            moderato e che tentava di aiutare i prof nel loro
            lavoro il più possibile (proprio perché ritenevo
            il comportamento dei miei compagni a dir poco
            "oltre i limiti")]
            C'erano professori che parlavano mentre la classe
            giocava a carte, professori che si sgolavano per
            sentirsi urlare alle spalle "zitta tro*a"...
            Tuttavia c'erano dei professori che li
            ascoltavano TUTTI. Erano quelli che avevano messo
            sin dal principio le cose in chiaro... io
            rispetto voi e voi rispettate me, se non lo fate
            notasullibretto/notasulregistro/preside/espulsione
            E ti dirò, nessuno di loro ha mai messo una nota
            che sia una, non ne hanno mai avuto bisogno.


            Quindi, secondo te è meglio la nota, che
            limitare

            l'uso di certi dispositivi? Non è invece meglio

            prendere provvedimenti a livello di istituto,

            cioè vietarne l'uso durante le ore di lezione?

            Io ritengo che sia meglio lasciare una certa
            libertà agli studenti. Non è proibendo tutto che
            si ottiene qualcosa. Nell'esempio del laboratorio
            di prima io so che era forse l'aula in cui si
            lavorava di più e con più soddisfazione personale
            proprio perché si era relativamente liberi.


            Cos'è, hai la stoffa del maestro del libro
            Cuore?

            Perchè non una bacchettata sulle mani?

            Guarda, se ad uno dei professori delle mie
            superiori fosse venuta in mente un'idea del
            genere sono quasi matematicamente certo che
            avrebbe avuto l'auto a fuoco nel giro di una
            settimana dall'evento (nel tempo che sono stato
            lì ho visto un unica auto distrutta da uno
            studente, però non saprei la ragione).

            Bye,
            Lucasenti fai una cosa sensata....entraci in una scuola e poi magari ti renderai conto che da quando ha finito tu le cose sono cambiate un attimino...così eviti di scrivere idee slegate dalla realtà oggettiva del mondo scolastico contemporaneo.
          • Anonimo scrive:
            Re: PLONK
            - Scritto da: Anonimo
            senti fai una cosa sensata....entraci in una
            scuola e poi magari ti renderai conto che da
            quando ha finito tu le cose sono cambiate un
            attimino...così eviti di scrivere idee slegate
            dalla realtà oggettiva del mondo scolastico
            contemporaneo.Guarda, se potessi plonkarti lo farei volentieri... purtroppo sei anonimo e purtroppo non c'è modo su questo forum di mantenere una "lista nera".Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: lastPLONK
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo

            senti fai una cosa sensata....entraci in una

            scuola e poi magari ti renderai conto che da

            quando ha finito tu le cose sono cambiate un

            attimino...così eviti di scrivere idee slegate

            dalla realtà oggettiva del mondo scolastico

            contemporaneo.

            Guarda, se potessi plonkarti lo farei
            volentieri... purtroppo sei anonimo e purtroppo
            non c'è modo su questo forum di mantenere una
            "lista nera".

            Bye,
            Lucareciproca la cosa, don't worry....e per quanto mi riguarda il fatto che tu abbia un nick non ti qualifica di non anonimo agli occhi di chi purtroppo di deve leggere
          • Anonimo scrive:
            Re: lastPLONK
            - Scritto da: Anonimo
            reciproca la cosa, don't worry....e per quanto mi
            riguarda il fatto che tu abbia un nick non ti
            qualifica di non anonimo agli occhi di chi
            purtroppo di deve leggereChe balle però... ancora tu? Dopo tutti sti plonk? Suvvia deciditi, o mi rispondi oppure la smetti.Io mi lamentavo per il discorso dei nick per il semplice fatto che non posso riconoscerti la prossima volta, non certo perché questo qualifichi o meno l'opinione di qualcuno.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: questo è un troll
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo

            reciproca la cosa, don't worry....e per quanto
            mi

            riguarda il fatto che tu abbia un nick non ti

            qualifica di non anonimo agli occhi di chi

            purtroppo di deve leggere

            Che balle però... ancora tu? Dopo tutti sti
            plonk? Suvvia deciditi, o mi rispondi oppure la
            smetti.ma smetterla di drogarsi prima di scrivere sui forum?soprattutto da un utente registrato ci si attende un certo esempio...evidentemente la registrazione non inibisce certi modi di fare poco consoni.
            Io mi lamentavo per il discorso dei nick per il
            semplice fatto che non posso riconoscerti la
            prossima volta, non certo perché questo
            qualifichi o meno l'opinione di qualcuno.
            discorso sterile....visto che gli hai sempre e puntualmente risposto ogni volta malgrado non si tratti di utente registrato.
            Bye,
            Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: questo è un troll
            - Scritto da: Anonimo
            ma smetterla di drogarsi prima di scrivere sui
            forum?Ti dirò, non mi sono mai drogato in vita mia. Non bevo (a parte una birra ogni diciamo 2 settimane) e nemmeno fumo.Comunque, anche se mi drogassi, non vedo proprio perché dovrei smettere. Non mi pare che tu abbia il diritti di dirmi quello che posso fare o meno.
            soprattutto da un utente registrato ci si attende
            un certo esempio...evidentemente la registrazione
            non inibisce certi modi di fare poco consoni.LOL. Non mi sembra di aver firmato nulla al riguardo.
            discorso sterile....visto che gli hai sempre e
            puntualmente risposto ogni volta malgrado non si
            tratti di utente registrato.Si, ma dubito che sia lo stesso utente Anonimo che ha incominciato il post. Inoltre mi piacerebbe poterlo mettere nel mio killfile perché così non devo stare a leggere i suoi post futuri... se li leggo la tentazione di rispondere è decisamente troppo forte... sono fatto così.Bye, LucaP.S.: Sul discorso del troll, si, è vero, sono un troll... ognuno di noi è per una certa percentuale un troll. È impossibile fare un post senza trollare in qualche modo.
          • Anonimo scrive:
            Re: questo è un troll
            - Scritto da: Segfault

            - Scritto da: Anonimo

            ma smetterla di drogarsi prima di scrivere sui

            forum?

            Ti dirò, non mi sono mai drogato in vita mia. Non
            bevo (a parte una birra ogni diciamo 2 settimane)
            e nemmeno fumo.
            Comunque, anche se mi drogassi, non vedo proprio
            perché dovrei smettere. Non mi pare che tu abbia
            il diritti di dirmi quello che posso fare o meno.
            come mi pare tu non abbia il diritto di dirmi cosa poter o non poter scrivere....ma pensa te sto troll

            soprattutto da un utente registrato ci si
            attende

            un certo esempio...evidentemente la
            registrazione

            non inibisce certi modi di fare poco consoni.

            LOL. Non mi sembra di aver firmato nulla al
            riguardo.
            LOL le tue panzane sono la tua firma....e chiaramente lo stile non è tua prerogativa....troll

            discorso sterile....visto che gli hai sempre e

            puntualmente risposto ogni volta malgrado non si

            tratti di utente registrato.

            Si, ma dubito che sia lo stesso utente Anonimo
            che ha incominciato il post. Inoltre mi
            piacerebbe poterlo mettere nel mio killfile
            perché così non devo stare a leggere i suoi post
            futuri... se li leggo la tentazione di rispondere
            è decisamente troppo forte... sono fatto così.
            cioè ti piace scrivere cacchiate?ti accontenti di poco nella vita....mettiti nella killline va....
            Bye,
            Luca

            P.S.: Sul discorso del troll, si, è vero, sono un
            troll... ognuno di noi è per una certa
            percentuale un troll. È impossibile fare un post
            senza trollare in qualche modo.prla per te trolll...visto che guardarti allo specchio ti dovrebbe divertire molto...troll
          • Anonimo scrive:
            Re: questo è un troll
            - Scritto da: Anonimo[CUT]Imbecille.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: questo è un troll
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo
            [CUT]

            Imbecille.

            Bye,
            Lucadetto da uno come te...non mi tange per nulla.PS: che bel quoting....e che commento interessante...come al solito
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Segfault

            Gli insegnanti si limitino ad agire con i mezzi

            che hanno (note, ecc), non a limitare libertà
            dei

            loro studenti

            Ci rinuncio. Sei stoicamente cocciuto.

            Non è che abbia grande simpatia per gli
            insegnanti, ma provaci a tu a spiegare con 20
            ragazzini che si messaggiano-smsano-ascoltano
            mp3-suonerie-etc.

            E' un panorama da manicomio. E stare dietro a 20
            ragazzini è già un manicomio di per se'.

            Quindi, secondo te è meglio la nota, che limitare
            l'uso di certi dispositivi? Non è invece meglio
            prendere provvedimenti a livello di istituto,
            cioè vietarne l'uso durante le ore di lezione?

            Cos'è, hai la stoffa del maestro del libro Cuore?
            Perchè non una bacchettata sulle mani?


            (libertà che fra l'altro quando

            erano loro gli studenti avevano).

            Seeeee.... una volta la scuola era una cosa
            seria. Altro che cellulari e iPod.infatti negli states eliminano il problema delle armi nelle scuole attraverso lo strumento delle note, non con una maggiore sicurezza e con controlli specifici.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            infatti negli states eliminano il problema delle
            armi nelle scuole attraverso lo strumento delle
            note, non con una maggiore sicurezza e con
            controlli specifici.Negli States farebbero meglio a proibire la vendita delle armi a chiunque non abbia i requisiti minimi per possederne una. Se non fosse così semplice mettere le mani su un arma non ci sarebbe ragione per i metal-detector, ecc. e certamente ci sarebbero meno morti.È ovvio che "la nota" non ha alcun potere con qualcuno che ti punta un coltello alla gola o un arma addosso... non mi pare si parlasse di queste situazioni però.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo

            Tu continui a ragionare come un universitario...

            guarda che parliamo di ragazzini tipo di scuola

            media/superiore. In casi come questi, il corpo

            docenti ha il diritto e il dovere di prendere

            provvidementi per curare il rendimento della

            propria classe.

            Gli insegnanti si limitino ad agire con i mezzi
            che hanno (note, ecc), non a limitare libertà dei
            loro studenti (libertà che fra l'altro quando
            erano loro gli studenti avevano).

            Bye,
            Lucae quando i mezzi non bastano...intervieni tu?
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            e quando i mezzi non bastano...intervieni tu?C'è sempre Ballmer.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            Se ti impedissero di portare al lavoro qualcosa
            di tuo ti incazzeresti pure tu. Ma siccome non
            deve capitare a te allora ben venga.Io grande, vaccinato e responsabile, loro piccoli e maleducati. Io al lavoro non metto a sentire l'Ipod, loro a lezione si.

            E questo cosa ha a che fare con gli IPod? Mi pare
            che i walkman esistessero ancora tempo addietro e
            non mi pare abbiano "rovinato" la precedente
            generazione.
            Ha a che fare che se il prof mi beccava con il walkman a lezione mi mandava dal preside, il preside chiamava mia madre, mia madre mi prendeva a pizze fino alla maggiore età. Adesso se mandi a chiamare un genitore quello nemmeno si presenta.

            Tra cellulari, lettori cd, mp3 e cavoli vari la

            classe è un parco giochi. Come fa il docente a

            controllare che nella classe mentre spiega alla

            lavagna gli alunni non stiano a mandarsi sms

            dietro al banco........semplice, vieti tutto,

            anche la sola presenza in classe dell'oggetto

            incriminato.

            È molto semplice, se gli alunni sono stati a
            cazzeggiare se ne pentiranno il giorno del
            compito/esame. Se hanno cazzeggiato 24 ore su 24
            però all'esame/compito arrivano e dimostrano di
            conoscere la materia non è certo un problema mio
            su "come" abbiano fatto. Inoltre basta
            semplicemente mostrarsi dalla "penna facile" già
            dai primi tempi e mettere le cose in chiaro da
            subito. Il rispetto è una cosa che va guadagnata,
            specie nelle scuole.
            No, non lo guadagni con il terrore il rispetto, così quelli che ti avrebbero seguito ti seguono lo stesso, gli altri te li perdi. Ma il docente ha l'obbligo morale di portare avanti tutta la classe.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            Io grande, vaccinato e responsabile, loro piccoli
            e maleducati. Io al lavoro non metto a sentire
            l'Ipod, loro a lezione si.Io grande, vaccinato e responsabile uso quello che mi pare. Se completo il task affidatomi ho fatto il mio lavoro. Stessa cosa per uno studente. Se alla fine mi dimostra di sapere le cose come ha fatto non sono affari miei. La responsabilità si insegna anche così: hai un compito e tot tempo a disposizione, non mi importa come, svolgilo.
            Ha a che fare che se il prof mi beccava con il
            walkman a lezione mi mandava dal preside, il
            preside chiamava mia madre, mia madre mi prendeva
            a pizze fino alla maggiore età. Adesso se mandi a
            chiamare un genitore quello nemmeno si presenta.E quindi l'insegnante dovrebbe sostituirsi al genitore?
            No, non lo guadagni con il terrore il rispetto,
            così quelli che ti avrebbero seguito ti seguono
            lo stesso, gli altri te li perdi. Ma il docente
            ha l'obbligo morale di portare avanti tutta la
            classe.Non con il terrore, questo no, ma gli studenti debbono capire chi è il capo. Se capiscono che tanto la nota non la metti allora sei finito. È così che funziona. Lo so che sarebbe meglio diversamente, ma la realtà di oggi è questa.Non c'è bisogno del pugno di ferro, basta solo far capire CHIARAMENTE che c'è un tempo per ridere e scherzare e un tempo per lavorare.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            Io grande, vaccinato e responsabile uso quello
            che mi pare. Se completo il task affidatomi ho
            fatto il mio lavoro. Stessa cosa per uno
            studente. Se alla fine mi dimostra di sapere le
            cose come ha fatto non sono affari miei. La
            responsabilità si insegna anche così: hai un
            compito e tot tempo a disposizione, non mi
            importa come, svolgilo.Non è così. Ma ci sei stato a scuola? (task?!? Che è la scuola della Microsoft?)La scuola non è il lavoro, non stai lì solo per studiare, ma anche per ricevere una educazione.E stare con il walkman mentre il prof spiega è maleducazione, punto. Se poi non ci arrivi a immaginarti la scena, non so cosa farci.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            Altrimenti diventa solo un nozionificio.Non vedo proprio perché delegare l'educazione del proprio figlio/figlia a degli sconosciuti a scuola.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            Non vedo proprio perché delegare l'educazione del
            proprio figlio/figlia a degli sconosciuti a
            scuola.Non è un delegare, ma un coadiuvare. Scusa se te lo dico, ma hai una mente molto ma molto ristretta, se non capisci che per un bambino l'aspetto educativo && formativo a scuola è importante.Cmq, pensala come vuoi, bye
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            Non è un delegare, ma un coadiuvare. A me sembra delegare. Non siete stati voi a dire "...quando chiami i genitori a scuola poi non si presentano..."? Evidentemente i genitori preferiscono delegare.
            Scusa se te lo dico, ma hai una mente molto ma
            molto ristretta, se non capisci che per un
            bambino l'aspetto educativo && formativo a scuola
            è importante.La mia mente si restringe tutte le volte che la mente di qualcun'altro fa lo stesso. In particolare io credo che anche i bambini/ragazzi abbiano i loro diritti e che rimuovere tali diritti con scusanti banali (ma anche con scusanti meno banali) sia un crimine. È evidente che non intendo aprire alcuna forma di dialogo con chi sostiene questa forma di crimine.
            Cmq, pensala come vuoi, byeÈ quello che sto facendo, non ti pare?Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault

            A me sembra delegare. Non siete stati voi a dire
            "...quando chiami i genitori a scuola poi non si
            presentano..."? Evidentemente i genitori
            preferiscono delegare.
            No, non delegano, ignorano, il che è diverso.
            La mia mente si restringe tutte le volte che la
            mente di qualcun'altro fa lo stesso. In
            particolare io credo che anche i bambini/ragazzi
            abbiano i loro diritti e che rimuovere tali
            diritti con scusanti banali (ma anche con
            scusanti meno banali) sia un crimine.E vabbe', adesso sulla carta fondamentale dei diritti dell'uomo ci mettiamo il diritto al'Ipod in classe. ma dove sta scritto che vietare l'uso del walkman in classe è ledere i diritti dello studente, si è solo stabilita una regola, come le scuole che decidono di usare le divise, i banchi in file verticali, alzare la mano per fare una domanda............non credo che questi poveri ragazzi cresceranno psicopatici per questo

            Bye,
            Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            No, non delegano, ignorano, il che è diverso.Se loro ignorano... perché te ne devi preoccupare tu?
            E vabbe', adesso sulla carta fondamentale dei
            diritti dell'uomo ci mettiamo il diritto al'Ipod
            in classe. ma dove sta scritto che vietare l'uso
            del walkman in classe è ledere i diritti dello
            studente, si è solo stabilita una regola, come le
            scuole che decidono di usare le divise, i banchi
            in file verticali, alzare la mano per fare una
            domanda............non credo che questi poveri
            ragazzi cresceranno psicopatici per questoQui vedo solo che quando si parla di rimuovere un diritto ad un ragazzo (metal detector a scuola, no IPod, solo vestiti certificati dal preside, ecc) nessuno fa nulla, nessuno dice nulla... anzi... i genitori pure si complimentano.Se invece un datore dei lavoro fa lo stesso discorso allora "A MORTE IL LIBERTICIDA!".Io urlo "A MORTE IL LIBERTICIDA!" in entrambi i casi e la mia opinione sulle varie libertà non cambia sia che siano ragazzini o quarantenni.Siccome so che una regola del genere a me darebbe parecchi fastidio allora immagino che dia altrettanto fastidio ai ragazzini. Siccome io mi incazzerei se qualcuno volesse impedirmi di andare vestito come mi pare o usare gli strumenti che mi sembrano opportuni o piazzare metaldetector o peggio in luoghi che devo visitare giornalmente allora mi incazzo... anche se questo non accade a me o alla mia categoria.Tutto qui.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo

            No, non delegano, ignorano, il che è diverso.

            Se loro ignorano... perché te ne devi preoccupare
            tu?


            E vabbe', adesso sulla carta fondamentale dei

            diritti dell'uomo ci mettiamo il diritto al'Ipod

            in classe. ma dove sta scritto che vietare l'uso

            del walkman in classe è ledere i diritti dello

            studente, si è solo stabilita una regola, come
            le

            scuole che decidono di usare le divise, i banchi

            in file verticali, alzare la mano per fare una

            domanda............non credo che questi poveri

            ragazzi cresceranno psicopatici per questo

            Qui vedo solo che quando si parla di rimuovere un
            diritto ad un ragazzo (metal detector a scuola,
            no IPod, solo vestiti certificati dal preside,
            ecc) nessuno fa nulla, nessuno dice nulla...
            anzi... i genitori pure si complimentano.

            Se invece un datore dei lavoro fa lo stesso
            discorso allora "A MORTE IL LIBERTICIDA!".

            Io urlo "A MORTE IL LIBERTICIDA!" in entrambi i
            casi e la mia opinione sulle varie libertà non
            cambia sia che siano ragazzini o quarantenni.

            Siccome so che una regola del genere a me darebbe
            parecchi fastidio allora immagino che dia
            altrettanto fastidio ai ragazzini. Siccome io mi
            incazzerei se qualcuno volesse impedirmi di
            andare vestito come mi pare o usare gli strumenti
            che mi sembrano opportuni o piazzare
            metaldetector o peggio in luoghi che devo
            visitare giornalmente allora mi incazzo... anche
            se questo non accade a me o alla mia categoria.
            Tutto qui.

            Bye,
            Lucaclassico discorso stolto del "permettiamo tutto xke devono imparare da soli a crescere"....poi quando si hanno problematiche....la colpa chissà a chi si va a darla.La scuola dell'obbligo ha anche uno scopo educativo complementare a quello della famiglia...che spesso oggi manca. Se facciamo cadere pure quello della scuola...verremo poi a lamentarci con te se i risultati del "laissez-faire" saranno negativi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo[CUT]Ma andate a scuola per quotare così o è un dono di natura?
            classico discorso stolto del "permettiamo tutto
            xke devono imparare da soli a crescere"....poi
            quando si hanno problematiche....la colpa chissà
            a chi si va a darla.Il dovere di educare un bambino è dei genitori, della famiglia ed eventualmente degli amici di famiglia. Non di sconosciuti solo perché "conoscono la matematica e possono insegnarla".Inoltre, lo scopo dell'educare un bambino NON è quello di imporre i propri valori e principi, ma quello di essere una guida. Se il bambino riterrà che tali valori e principi del genitore sono giusti, li adotterà da solo. Se il bambino si vede imporre regole che non capisce e che ritiene lesive per la sua libertà stai pur sicuro che da adulto farà l'esatto contrario dei suoi genitori.Sta di fatto comunque che non mi andrebbe per nulla che ai miei figli un estraneo proibisse di usare un iPod (o quello che ti pare) solo perché ritiene che i bambini "devono socializzare" (ed è questa la scusante adottata nell'articolo).
            La scuola dell'obbligo ha anche uno scopo
            educativo complementare a quello della
            famiglia...che spesso oggi manca.Mi spiace, non sono d'accordo.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            Io invece sono dell' idea che si debba insegnare a scuola quello che a casa non viene piu' spiegato.Prima di tutto il rispetto per le altre persone.
            Scritto da: Segfault
            Mi spiace, non sono d'accordo.Leggo spesso le tue opinioni su questo forum, alle volte non sono d'accordo con te.Nulla di male.Pero' cavoli, ho CAPITO come la pensi, che mi piaccia o no rispetto il tuo punto di vista. E' proprio necessario ribadirlo 26 volte?GI
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            E'
            proprio necessario ribadirlo 26 volte?Io ho tempo, se necessario lo ribadisco all'infinito.Inoltre qui non si sta discutendo sul fatto che un ragazzo trovato ad ascoltare musica dal suo iPod e dimostratosi irrispettoso nei confronti dell'insegnante abbia avuto come punizione quella di non poter più portare l'iPod a scuola... ma di una intera scuola che, in via preventiva, per punire azioni che si "potrebbero" verificare, proibisce a tutti ed indiscriminatamente di portare l'iPod a scuola o chiuderlo negli armadietti (con rischio di furti, danneggiamenti, ecc).Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo

            E'

            proprio necessario ribadirlo 26 volte?

            Io ho tempo, se necessario lo ribadisco
            all'infinito.dovresti imparare il rispetto delle opinioni altrui...altrimenti non pretendere che sia fatto lo stesso con le tue..
            Inoltre qui non si sta discutendo sul fatto che
            un ragazzo trovato ad ascoltare musica dal suo
            iPod e dimostratosi irrispettoso nei confronti
            dell'insegnante abbia avuto come punizione quella
            di non poter più portare l'iPod a scuola... ma di
            una intera scuola che, in via preventiva, per
            punire azioni che si "potrebbero" verificare,
            proibisce a tutti ed indiscriminatamente di
            portare l'iPod a scuola o chiuderlo negli
            armadietti (con rischio di furti, danneggiamenti,
            ecc).
            bla bla bla...solite sentenze senza sapere come stanno le cose...non ti è mai balenata l'idea che se il divieto è esteso alla scuola forse il fenomeno non è limitato ad uno scolaro ma è di + vaste proporzioni....finicila di pontificare sulla base di tue supposizioni.
            Bye,
            Lucabye troll
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo[CUT]Imbecille.Bye, LucaP.S.: Scommetto che sei l'imbecille del "bla bla bla" dell'altro giorno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo
            [CUT]

            Imbecille.

            Bye,
            Luca

            P.S.: Scommetto che sei l'imbecille del "bla bla
            bla" dell'altro giorno.bla bla bla....tu quale imbecille sei? ah si sempre lo stesso.ciao fratello....PS: sempre interessanti i tuoi commenti...bravissimo. Ti chiamo un esorcista, magari qualcosa per la tua situazione disperata riesce a fare....
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo
            [CUT]

            Ma andate a scuola per quotare così o è un dono
            di natura?


            classico discorso stolto del "permettiamo tutto

            xke devono imparare da soli a crescere"....poi

            quando si hanno problematiche....la colpa chissà

            a chi si va a darla.

            Il dovere di educare un bambino è dei genitori,
            della famiglia ed eventualmente degli amici di
            famiglia. Non di sconosciuti solo perché
            "conoscono la matematica e possono insegnarla".CLA CLAP CLAP......la scuola non ha ruoli educativi eh....hai una laurea il psicologia per scrivere queste evidente trollate?
            Inoltre, lo scopo dell'educare un bambino NON è
            quello di imporre i propri valori e principi, ma
            quello di essere una guida. Se il bambino riterrà
            che tali valori e principi del genitore sono
            giusti, li adotterà da solo.buahahha un bambino di 5 anni non è ancora in grado di fare certe valutazioni....ma cosa tocca leggere.La convivenza sociale non si impara solo in questo modo... Se il bambino si
            vede imporre regole che non capisce e che ritiene
            lesive per la sua libertà stai pur sicuro che da
            adulto farà l'esatto contrario dei suoi genitori.si certo...automatico eh....laurea in psicologia al cepu?
            Sta di fatto comunque che non mi andrebbe per
            nulla che ai miei figli un estraneo proibisse di
            usare un iPod (o quello che ti pare) solo perché
            ritiene che i bambini "devono socializzare" (ed è
            questa la scusante adottata nell'articolo).
            opnione sogettiva e opinabile....e per quanto mi riguarda priva di spessore...soprattutto nella società moderna

            La scuola dell'obbligo ha anche uno scopo

            educativo complementare a quello della

            famiglia...che spesso oggi manca.

            Mi spiace, non sono d'accordo.
            pensale come ti pare....ma non venirmi a dire che tu hai ragione e gli altri torto...perche la scuola un ruolo educativo ce l'ha per forza di cose...che a te piaccia o meno.
            Bye,
            Lucaadios troll
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            adios trollÈ da almeno 3 o 4 messaggi che scrivi questo, tuttavia continui stupidamente a postare. È evidente che non capisci nemmeno quello che tu stesso scrivi.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Anonimo

            adios troll

            È da almeno 3 o 4 messaggi che scrivi questo,
            tuttavia continui stupidamente a postare. È
            evidente che non capisci nemmeno quello che tu
            stesso scrivi.

            Bye,
            Lucail fatto è che come altri, non capisco le panzane che scrivi tu....ma mi diverte leggere i tuoi banali commenti ad ogni post....è altresi curioso vedere, dopo aver toccato il fondo...quanto a lungo continui a scavare...una talpa
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            E stare con il walkman mentre il prof spiega è
            maleducazione, punto. Se poi non ci arrivi a
            immaginarti la scena, non so cosa farci.Sono un appunto, si parla dell'iPod, non del coso sony.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            E stare con il walkman mentre il prof spiega è

            maleducazione, punto. Se poi non ci arrivi a

            immaginarti la scena, non so cosa farci.

            Sono un appunto, si parla dell'iPod, non del coso
            sony.E' maleducazione lo stesso, e se avessi letto il thread avresti capito che si faceva un discorso in generale (iPod, cellulari, walkman, etc)I soliti macachi, che gli prende l'infantiolo se parli male della mela.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            E stare con il walkman mentre il prof spiega è


            maleducazione, punto. Se poi non ci arrivi a


            immaginarti la scena, non so cosa farci.



            Sono un appunto, si parla dell'iPod, non del
            coso

            sony.

            E' maleducazione lo stesso, e se avessi letto il
            thread avresti capito che si faceva un discorso
            in generale (iPod, cellulari, walkman, etc)

            I soliti macachi, che gli prende l'infantiolo se
            parli male della mela.Allora, il mio post era ovviamente ironico...se non l'hai capito, beh, mi spiace :)Mi spieghi perchè senti il bisogno d'insultare le persone, definendole "scimmie e/o macachi" ?Impara a stare al mondo!
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            Vietiamo l'ipod, rendiamo obbligatorio il ritalin, cosi' avremo tutte le classi che staranno attentissimi. Anzi facciamo direttamente una lobotomiaI bambini diventano antisociali?! Personalmente in classe da me se avessi dovuto socializzare con i miei compagni avrei preferito andare a lavorare in miniera.Non e' vietando l'ipod che risolveranno il problema, se uno non ha voglia di studiare / prestare attenzione non e' coi divieti che li vieni, provare con il dialogo no eh?
          • Icefox scrive:
            Re: Giusto
            Mi sembra si sia perso il filo del discorso...Forse anche perché l'articolo si prestava a interpretazioni varie.Diciamo che gli scenari sono due:Divieto dell'Ipod (altro lettore, walkman, cellulare) all'interno dell'istituto: in questo caso sono d'accordo con chi dice è una limitazione alla libertà di chiunque (anche di un lavoratore), io mi porto il mio dispositivo e lo uso nei momenti in cui non interferisce col mio lavoro/studio ne' con quello degli altri (professori/datori di lavoro, Compagni/colleghi).Divieto di uso del dispositivo durante le lezioni: in questo caso sono d'accordo col preside del suddetto istituto, in quel momento interferisce con il mio lavoro/studio, interferisce con il lavoro degli altri (professore che si sgola e si sente non rispettao, compagni che si distraggono.).Andiamo sul generale??OkLa scuola deve coadiuvare i genitori nell'educazione di un figlio e sostituirsi a questi quando non sono capaci.Come dice anche Beppe Grillo, uno dei problemi della scuola di oggi è la troppa presenza ed eccessiva protettività dei genitori.Esempio:Maestro elementare in una scuola della Brianza riceve un richiamo ufficiale dal preside perché ha fatto spegnere il cellulare ad un bimbo di 8 anni durante le lezioni perché continuava a mandare sms a chissà chi, motivazione: la madre ha scoperto che il cellulare era spento e lei deve sempre sapere dove è il figlio (a scuola, no?).Stesso maestro viene "sgridato" da un genitore perchè ha dato un'insufficienza (ahahah a proposito avete mai visto come sono costretti a dare i voti i maestri in alcune scuole??? con le emoticon...) al suo bambino di quinta elementare perché in un dettato non aveva azzeccato una doppia: "Lei è qua per insegnare a mio figlio, non per giudicarlo...".Ah come rimpiango i tempi in cui la mia maestra mi faceva riscrivere tutta la pagina perché avevo fatto un errore o quando mi riprendeva perché sbagliavo i congiuntivi :-D
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            E stare con il walkman mentre il prof spiega è

            maleducazione, punto. Se poi non ci arrivi a

            immaginarti la scena, non so cosa farci.

            Sono un appunto, si parla dell'iPod, non del coso
            sony.Se mi sai spiegare cosa cambia radicalmente nel problema sollevato dall'articolo se invece di un ipod sia un walkman, un discman o un telefonino con radio....quando si indica la luna....c'è chi continua a guardare il dito
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: AnonimoForse non l'hai capito, ma si parla in particolare dell'iPod in questo articolo.E' ovvio, che per qualsiasi lettore digitale il discorso non cambia.
            quando si indica la luna....c'è chi continua a
            guardare il ditoCambia disco, continui a scrivere le solite frasi inutili.Se pensi di essere migliore di tutti, hai dei seri problemi.Fatti curare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Giusto
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Forse non l'hai capito, ma si parla in
            particolare dell'iPod in questo articolo.e chi se ne frega...non è la marca il problema...se il lettore mp3 più diffuso si chiamasse piropiro cosa cambierebbe nella problematica di quella scuola?ce la fa a ragionare facendo astrazione da una marca e visualizzare il problema per quello che è o devi citare ipod altrimenti muori?
            E' ovvio, che per qualsiasi lettore digitale il
            discorso non cambia.
            e allora cosa insisti nel continuare a parlare di ipod quando il problema prescinde dalla marca.

            quando si indica la luna....c'è chi continua a

            guardare il dito

            Cambia disco, continui a scrivere le solite
            frasi inutili.mentre le tue sono utili e consistenti....frequenti il cepu pure tu?
            Se pensi di essere migliore di tutti, hai dei
            seri problemi.e questa dove l'hai letta? sul manuale del perfetto vittimista privo di buonsenso?
            Fatti curare.se tu sei quello sano...allora meglio essere malati terminali....continua a guardare il dito...okkio che non sia quello medio però.
    • Anonimo scrive:
      Sbagliato
      Condivido il tuo pensiero, ma il provvedimento è completamente sbagliato se viene preso di mira solo l'iPod, e completamente fuori tempo se consideriamo anche gli altri oggetti.Perché non è mai stato vietato l'walkman (si usava ai miei tempi), o il cellulare col quale i ragazzi si scambiano decine di SMS?Inoltre, è un dato di fatto che qualsiasi restrizione porta come reazione un'innata voglia di trasgressione, nonché un certo risentimento: sarebbe meglio che facessero capire ai ragazzi il corretto uso, o che lo vietassero (giustamente) in classe, ma magari coinvolgessero i ragazzi ad un utilizzo intelligente del dispositivo (creare una canzone, sfruttare la possibilità dell'agenda o la possibilità di leggere testi e creare ipertesti, audiolibri, ...). Infine, dubito fortemente che sia l'iPod a creare comportamenti antisociali: se uno vuole isolarsi troverà comunque 1000 altri modi per farlo: vogliamo vietare tutto?Bah- Scritto da: Anonimo
      E non lo dico perchè è l'iPod: poteva essere pure
      lo Zen, o il palmare winCE o linux o il
      telefonino 3, è ora di finirla.

      A scuola ci si va per imparare. Oggi vediamo
      alunni con il cellulare in classe, squilla e
      interrompono gli insegnanti...
    • DuDe scrive:
      Re: Giusto
      o invece sono piu' drastico e permetterei di andare a scuola solo a chi si impegna e non disturba, il resto a zappare i campi, ricorda che studiare e' un tuo diritto/dovere come e' tuo dovere non rompere le balle alla classe, c'e' troppa gente che va a scuola a scaldare il banco, l'istruzione deve essere per chi vuole istruirsi, gli altri andassero a remare da qualche altra parte.Mi viene in mente quel prof denunciato perche' ha sequestrato il cell in classe ad una alunna, ma dimmi te a che punto siamo arrivati!
    • Anonimo scrive:
      Re: Giusto
      Sono d'accordo !Io a scuola NON potevo portare neanche una calcolatrice ! E non era 100 anni fa, solo 20 ...In ogni caso è ora di porre un freno all'uso smodato di telefonini, lettori cd, mp3, gameboy, ngage ecc. ecc. IN LUOGHI ISTITUZIONALMENTE DEPUTATI A SVOLGERE FUNZIONI SOCIALI E DIDASCALICHE come la scuola.A casa sua e per strada il ragazzino farà quello che gli pare, ma a scuola si deve concentrare sulle lezioni.
Chiudi i commenti