Microsoft Teams vs Zoom: qual è la scelta giusta?

Essere competitivi parte dalla scelta degli strumenti giusti di comunicazione: vediamo i pro e i contro di Microsoft Teams e Zoom.
Essere competitivi parte dalla scelta degli strumenti giusti di comunicazione: vediamo i pro e i contro di Microsoft Teams e Zoom.

Ogni azienda deve affrontare scelte importanti quando si tratta di prodotti per videoconferenza, ma la varietà di opzioni a volte è spiazzante. Sai che per rimanere competitivo, hai bisogno di una soluzione di videoconferenza che ottimizzi il tuo business. Per aiutarti nella scelta confrontiamo due importanti offerte nel mercato delle videoconferenze: Microsoft Teams Vs Zoom.

Mentre le aziende di tutto il mondo cercano un modo agile per mantenere i loro team connessi nell’era dello smart working, gli strumenti di collaborazione stanno guadagnando giorno dopo giorno sempre più popolarità. Questi strumenti forniscono l’accesso a funzionalità fondamentali per i collaboratori, dalla messaggistica istantanea alla videoconferenza.

Zoom e Microsoft Teams sono due dei maggiori concorrenti sul mercato, entrambi offrono un’ottima risposta alla crescente domanda di soluzioni per la collaborazione. Zoom è leader nel settore delle comunicazioni video, cresciuto particolarmente negli ultimi mesi. In alternativa, Microsoft Teams è il servizio di collaborazione all-in-one di Microsoft, progettato per integrarsi perfettamente con Microsoft 365. Entrambi gli strumenti offrono una gamma molto simile di funzionalità, ma alcune differenze chiave possono influenzare l’utente quando si tratta di effettuare un investimento.

Diamo un’occhiata alle caratteristiche delle due piattaforme di videoconferenza a confronto.

Funzioni di zoom

Zoom si distingue come il pioniere delle prime collaborazione video. Dove altri strumenti simili si sono concentrati in modo intensivo su strumenti come la messaggistica istantanea e la condivisione di contenuti, Zoom ha sottolineato l’importanza di disporre di videochiamate di facile accesso. Sebbene sia comunque possibile condividere contenuti e inviare messaggi istantanei tramite Zoom, le rapide funzionalità di videoconferenza con un clic sono ciò che hanno aiutato questa società a salire nelle preferenze del pubblico.

Zoom offre una semplicità senza pari, progettata per favorire l’utilizzo del video nelle riunioni da qualsiasi dispositivo e ovunque ti trovi.

Le caratteristiche di Zoom includono:

  • Video e audio HD
  • Supporto fino a 1.000 partecipanti video
  • Fino a 49 video sullo schermo
  • Crittografia avanzata per chat
  • Calendario semplificato con integrazioni a Outlook e Gmail
  • Condivisione dello schermo e co-annotazione
  • Registrazione e trascrizione
  • Chat di gruppo
  • Ricerca integrata
  • Condivisione di file

Funzionalità di Microsoft Teams

Microsoft Teams è probabilmente lo strumento di collaborazione aziendale più popolare sul mercato. La cosa che lo distingue davvero è la perfetta sinergia con il resto degli strumenti Microsoft. Permette di avviare riunioni da Outlook o Exchange Calendar e lavorare contemporaneamente sui documenti.

Microsoft, per rendere sempre più coinvolgente l’uso di Teams, sviluppa costantemente nuove funzionalità. Ad esempio ha introdotto la possibilità di accedere a strumenti specifici o utilizzare la sfocatura dello sfondo nei video per ridurre le distrazioni nell’ambiente della sala riunioni. Accessibile da qualsiasi dispositivo, offre un’esperienza completa ovunque ci si trovi.

Le caratteristiche di Microsoft Teams includono:

  • Piena integrazione con Microsoft 365
  • Videoconferenza con sfocatura dello sfondo
  • Audio eccellente con trascrizione in linea
  • Condivisione di file e schermo
  • Messaggistica istantanea one-to-one e in gruppo
  • Accesso da tutti i dispositivi
  • Sicurezza end-to-end
  • Integrazione di funzionalità extra
  • Schede per facilitare la ricerca di informazioni
  • Registrazione video

Microsoft Teams vs Zoom: la telefonia

Una delle cose che distingue sia Microsoft Teams che Zoom nel mondo delle piattaforme di collaborazione è che entrambi gli strumenti hanno tentato di offrire un ambiente all-in-one più completo. L’aggiunta della fonia all’elenco delle funzionalità per Microsoft Teams o Zoom significa avere tutto ciò di cui si ha bisogno per conversazioni interne ed esterne in un unico strumento.

La soluzione di Zoom per la voce è Zoom Phone. Sebbene questo sia ancora uno strumento relativamente nuovo, sta guadagnando molti consensi grazie a diverse funzionalità ed offre la possibilità di registrare le conversazioni. Zoom propone anche un’opzione di trasferimento personalizzato per coloro che desiderano mantenere il proprio stack di comunicazione esistente.

Microsoft Teams, d’altra parte, offre sia business voice Microsoft attraverso l’ambiente Microsoft, sia Direct Routing. L’ambiente vocale di Microsoft è ancora carente in alcune aree e potrebbe essere adatto per aziende più piccole. Fortunatamente, la soluzione Direct Routing permette di portare il proprio operatore nel mix e continuare a utilizzare i servizi tramite Microsoft Teams. Questa soluzione offre un passaggio rapido e semplice nel mondo degli strumenti di collaborazione per le aziende che desiderano un ambiente singolo.

Microsoft Teams vs Zoom: la user experience

L’esperienza dell’utente è fondamentale per scegliere il giusto ambiente di collaborazione, in quanto garantisce che i membri del team saranno ben disposti ad adottare la tecnologia scelta. Uno dei motivi principali per cui gli utenti di Zoom sono così numerosi è che offre un facile accesso. È possibile fare clic su un pulsante e avviare una riunione Zoom in pochi secondi, senza bisogno di altro.

Microsoft Teams richiede un po’ più di tempo per abituarsi, perché ci sono tanti canali e componenti di condivisione. Tuttavia, in pochissimo tempo, si è in grado di far interagire l’intera squadra. Microsoft Teams ha anche il vantaggio di integrarsi con tutti gli strumenti Microsoft che i tuoi dipendenti stanno già utilizzando. Questo significa che è più probabile che diventi una parte naturale del tuo stack tecnologico.

Sia Microsoft Teams che Zoom offrono anche facilità d’uso e praticità nelle sale riunioni. Ogni provider viene fornito con la propria gamma di strumenti per creare una perfetta sala per conferenze. Zoom Rooms tramite il plug-and-play permette di progettare la perfetta sala riunioni ad hoc in pochi minuti. Di contro, Microsoft Teams propone molti accessori, da fotocamere e telefoni per conferenze, a cuffie aziendali come Jabra con il proprio pulsante “Teams” dedicato.

Microsoft Teams vs Zoom: Integrazioni

Le integrazioni sono rapidamente diventate una preoccupazione cruciale per tutte le piattaforme di collaborazione. La buona notizia è che sia Zoom che Microsoft hanno molte integrazioni da aggiungere. Microsoft Teams si distingue già per la sinergia con l’ambiente Microsoft, ma permette anche di integrare una serie di componenti aggiuntivi disponibili tramite l’app store di Microsoft.

D’altra parte, Zoom viene fornito di default con una serie di componenti aggiuntivi disponibili. Il modo più comune per combinare Zoom con altri strumenti è utilizzare la piattaforma come nucleo per le altre app. Ad esempio, puoi portare Zoom in Slack, in modo che tutte le riunioni video passino attraverso Zoom, invece della soluzione nativa di Slack.

Microsoft Teams e Zoom: Pro e Contro

In questa tabella vediamo la sintesi delle caratteristiche più importanti delle due piattaforme.

Microsoft Teams

Zoom

Microsoft Teams consente a un massimo di 250 persone di partecipare alle riunioni virtuali tradizionali e 10.000 per eventi di streaming live. Funziona su computer, dispositivi mobili e con apparecchiature per conferenze. Video e audio sono molto chiari e il programma si sincronizza con altre app e programmi di Microsoft 365 per una collaborazione più ampia e migliore.Zoom ospita fino a 500 partecipanti alla volta e ha un’opzione webinar per includere più persone. I suoi strumenti di collaborazione consentono a tutti di lavorare su progetti in tempo reale o mostrare dimostrazioni attraverso la condivisione dello schermo. Zoom funziona con la maggior parte dei sistemi operativi, incluso Linux, e sulla maggior parte dei dispositivi.
Pro:

  • Incluso con Microsoft 365 E3- E5
  • Compatibile con tutti i dispositivi e sistemi operativi
  • Strumenti di collaborazione
  • Facile da collegare ad altri programmi
  • Privacy e crittografia
  • Consente a 250 persone di partecipare a riunioni virtuali
  • Ancora più possono partecipare per eventi di streaming live
Pro:

  • Compatibile con tutti i dispositivi e sistemi operativi
  • Strumenti di collaborazione
  • Ospita fino a 500 persone
  • Opzione webinar

Contro:

  • Il supporto per la chiamata costa di più
  • Il supporto per webinar costa di più

Contro:

  • Recenti violazioni della sicurezza
  • I blocchi popup devono essere disabilitati
  • Non immediatamente compatibile con molti programmi

Prezzo: 4,20 € per utente/mese

Prezzo: 13,99 € per utente/mese

Microsoft Teams vs Zoom: qual è la soluzione giusta per te?

Sia Microsoft Teams che Zoom hanno molto da offrire a chi è alla ricerca di strumenti di collaborazione semplici ed efficaci. È possibile utilizzare ciascuna piattaforma per creare un ambiente completo per la comunicazione, completo di integrazioni e persino di telefonia. Inoltre, Microsoft Teams e Zoom offrono entrambi una versione gratuita della loro piattaforma, in modo da poter testare la tecnologia prima di investire.

Microsoft Teams è eccellente per la collaborazione interna, grazie al suo solido set di integrazioni con l’ambiente Microsoft 365. Offre semplici chat e soluzioni di canale, ideali per mantenere il tuo team concentrato sulla stessa videata. Zoom è più interessante per coloro che lavorare spesso con collaboratori esterni, come appaltatori e fornitori, vista la sua facilità di utilizzo con un clic.

Quale ti piace di più? Fateci sapere nei commenti.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti