Microsoft toglie Office dagli scaffali?

In seguito alla condanna per violazione di proprietà intellettuale Redmond rischia di dover ritirare Word. Rischiando anche lo standard OOXML faticosamente ottenuto

Roma – Le vicende legali dell’XML di Microsoft rischiano di tenere il pacchetto Office fuori dagli scaffali per molti mesi.

Microsoft, infatti, è stata non solo condannata a pagare danni per un totale superiore a 290 milioni di dollari, ma il giudice texano Leonard Davis ha anche deciso per un’ingiunzione permanente contenente il divieto di vendere o importare negli Stati Uniti prodotti che comprendano la possibilità di aprire XML, DOCX o file DOCM (file XML) contenenti custom XML. Questi, secondo la sentenza, violerebbero il brevetto 5.787.449 della società canadese i4i, concesso nel 1998 dall’ufficio brevetti statunitense.

Al centro della questione vi è proprio il formato OOXML , diventato dopo numerose discussioni standard ISO. E sui cui utilizzi Microsoft ha appena ottenuto un ampio brevetto : depositato nel 2004 ed approvato solo un mese coprirebbe tutti gli utilizzi dei documenti XML da parte di qualsiasi programma di word processing. Redmond, secondo alcuni, avrebbe di conseguenza brevettato quello che si stava impegnando a far divenire uno standard: una circostanza che, alla luce di questi sviluppi, appare più complicata di quanto si sospettasse.

Ma chi di brevetto ferisce, di brevetto perisce: Microsoft è stata ritenuta in violazione del brevetto della società con base a Toronto, nello specifico del claim in cui rivendica un software per la gestione della formattazione di un documento in un file separato, una delle idee principali alla base dello standard OOXML. E il Custom XML che viola il brevetto ‘499 sarebbe utilizzato, secondo i documenti del processo, già in Word 2003 e Word 2007.

Entro 60 giorni Microsoft dovrà adeguarsi alla decisione del giudice ed eliminare dai suoi prodotti l’ opzione custom XML, ma ha ha già dichiarato che farà appello.

Intanto minaccia di non aver tempo di togliere l’opzione in tempo e di trovarsi costretta a ritirare dal mercato il suo prodotto di punta per numerosi mesi, rischiando una pesante perdita nelle vendite “che causerebbe – ha scritto il team degli avvocati di BigM – un danno irreparabile a Microsoft: bloccherebbe non solo la distribuzione di Word, ma dell’intero pacchetto Office, che contiene altri programmi popolari e che rappresenta il prodotto più importartante della compagnia”. Nonostante gli sforzi i programmatori non riuscirebbero, afferma BigM, “a modificare il prodotto entro il 10 ottobre nonostante gli ingenti sforzi umani e finanziari che si stanno compiendo”. Aprendo anche la strada a possibili concorrenti agguerriti, mettendo in dubbio l’attuale dominio del settore.

Ha per questo chiesto la sospensione del divieto fino a conclusione del processo. Ha inoltre chiesto tempi stretti quando il suo appello sarà depositato. Sull’ammissibilità della richiesta si dovrebbe esprimere un colleggio di tre giudici.

“Siamo delusi – ha detto Kivin Kuts, portavoce di Microsoft – ma crediamo che le prove dimostreranno che non abbiamo violato alcun brevetto e che quello della i4i è invalido”. Secondo alcuni osservatori verrà attaccata la validità del brevetto ‘449, cercando di rintracciare nella prior art motivi di contrattacco puntando all’ampiezza dei suoi claim.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • LaNberto scrive:
    Linux nell'innovazione desktop
    il ruolo di Linux nell'innovazione delle interfacce, stante la sua stessa caratteristica open e distribuita, sarà quello attuale: NULLO. Le interfacce grafiche sviluppate finora per Linux non sono che un lavoro derivativo e casualmente accumulativo di funzioni senza nessuna coordinazione o progetto a lunga o media distanza.Una riproposizione pedissequa dell'interfaccia windows con ammennicoli grafici di effetto ma di di dubbia utilità, che non migliorano un'esperienza d'uso scoordinata e scarsa.
    • mifaccio gliaffarim iei scrive:
      Re: Linux nell'innovazione desktop
      - Scritto da: LaNberto
      il ruolo di Linux nell'innovazione delle
      interfacce, stante la sua stessa caratteristica
      open e distribuita, sarà quello attuale: NULLO.
      Le interfacce grafiche sviluppate finora per
      Linux non sono che un lavoro derivativo e
      casualmente accumulativo di funzioni senza
      nessuna coordinazione o progetto a lunga o media
      distanza.
      Una riproposizione pedissequa dell'interfaccia
      windows con ammennicoli grafici di effetto ma di
      di dubbia utilità, che non migliorano
      un'esperienza d'uso scoordinata e
      scarsa.mai sentito parlare di kde4?
      • LaNberto scrive:
        Re: Linux nell'innovazione desktop
        io sì, e l'ho anche usato, pensa un po'
        • mifaccio gliaffarim iei scrive:
          Re: Linux nell'innovazione desktop
          - Scritto da: LaNberto
          io sì, e l'ho anche usato, pensa un po'e ti pare che c'azzecchi qualcosa con windows? ti risulta forse che alle spalle non ci sia un progetto e un team dedicato?
          • LaNberto scrive:
            Re: Linux nell'innovazione desktop
            mi risulta che sia evidente la mancanza di un progetto unitario di fondo, e questo si riflette sull'usabilità generale sua e dei software che ci girano sopra
          • mifaccio gliaffarim iei scrive:
            Re: Linux nell'innovazione desktop
            - Scritto da: LaNberto
            mi risulta che sia evidente la mancanza di un
            progetto unitario di fondo, e questo si riflette
            sull'usabilità generale sua e dei software che ci
            girano
            soprae ti risulta male.Se e quando ne avrai voglia http://www.kde.org ti potra' far capire che quello che affermi non e' per nulla corretto.
          • LaNberto scrive:
            Re: Linux nell'innovazione desktop
            - Scritto da: mifaccio gliaffarim iei
            - Scritto da: LaNberto

            mi risulta che sia evidente la mancanza di un

            progetto unitario di fondo, e questo si riflette

            sull'usabilità generale sua e dei software che
            ci

            girano

            sopra

            e ti risulta male.
            Se e quando ne avrai voglia http://www.kde.org ti
            potra' far capire che quello che affermi non e'
            per nulla
            corretto.e qui si va sull'ideologico e quindi va bene così
          • pabloski scrive:
            Re: Linux nell'innovazione desktop
            però ha ragione, kde fa dell'unità e della standardizzazione il suo punto di forzaperò poi a quel punto lo accusi di copiare da msnon puoi avere la botte piena e la moglie ubriaca
          • LaNberto scrive:
            Re: Linux nell'innovazione desktop
            e le sue caratteristiche di unità si rifletto anche sul software che gi gira sopra? non credo proprio
    • pabloski scrive:
      Re: Linux nell'innovazione desktop
      stai completamente tralasciando kde4, moblin, maemo, xpud, android e il futuro chromeossono tutte incarnazioni che si discostano radicalmente da windows
      • pietro scrive:
        Re: Linux nell'innovazione desktop
        - Scritto da: pabloski
        stai completamente tralasciando kde4, moblin,
        maemo, xpud, android e il futuro
        chromeos

        sono tutte incarnazioni che si discostano
        radicalmente da
        windowscredo che qui si stia discutendo di cambiare drasticamente il paradima dell'interfaccia, tipo: non mi devo ricordare io dove stanno i file e le directory ma visto che ho un computer a disposizione per questo genere di cose ci può pensare lui.. :)
        • mifaccio gliaffarim iei scrive:
          Re: Linux nell'innovazione desktop
          - Scritto da: pietro
          - Scritto da: pabloski

          stai completamente tralasciando kde4, moblin,

          maemo, xpud, android e il futuro

          chromeos



          sono tutte incarnazioni che si discostano

          radicalmente da

          windows

          credo che qui si stia discutendo di cambiare
          drasticamente il paradima dell'interfaccia, tipo:
          non mi devo ricordare io dove stanno i file e le
          directory ma visto che ho un computer a
          disposizione per questo genere di cose ci può
          pensare lui..
          :)Appunto, kde4 -
          desktop semantico.
          • LaNberto scrive:
            Re: Linux nell'innovazione desktop
            - Scritto da: mifaccio gliaffarim iei
            - Scritto da: pietro

            - Scritto da: pabloski


            stai completamente tralasciando kde4, moblin,


            maemo, xpud, android e il futuro


            chromeos





            sono tutte incarnazioni che si discostano


            radicalmente da


            windows



            credo che qui si stia discutendo di cambiare

            drasticamente il paradima dell'interfaccia,
            tipo:

            non mi devo ricordare io dove stanno i file e
            le

            directory ma visto che ho un computer a

            disposizione per questo genere di cose ci può

            pensare lui..

            :)

            Appunto, kde4 -
            desktop semantico.e il resto dei programmi? per fare un esempio banale, usano tutti le stesse scorciatoie da tastiera?hanno le preferenze tutti nello stesso posto?no, tanto per dire. Non c'è nemmeno garantito un sottoinsieme minimo di funzioni usabili, figuriamoci il resto
          • mifaccio gliaffarim iei scrive:
            Re: Linux nell'innovazione desktop
            - Scritto da: LaNberto
            - Scritto da: mifaccio gliaffarim iei

            Appunto, kde4 -
            desktop semantico.

            e il resto dei programmi? per fare un esempio
            banale, usano tutti le stesse scorciatoie da
            tastiera?Le scorciatoie sono altamente configurabili, quindi SI.
            hanno le preferenze tutti nello stesso posto?Le applicazioni per le quali e' stato fatto il porting SI.
            no, tanto per dire. Non c'è nemmeno garantito un
            sottoinsieme minimo di funzioni usabili,
            figuriamoci il
            restoTanto per dire... parli solo per sentito dire.
          • LaNberto scrive:
            Re: Linux nell'innovazione desktop
            - Scritto da: mifaccio gliaffarim iei
            Le scorciatoie sono altamente configurabili,
            quindi
            SI.
            e pretendi che mia zia (tanto per dire) si rimappi le scorciatoie per avere lo stesso "esci" su tutti i programmi?Direi allora di no

            hanno le preferenze tutti nello stesso posto?

            Le applicazioni per le quali e' stato fatto il
            porting
            SI.


            no, tanto per dire. Non c'è nemmeno garantito un

            sottoinsieme minimo di funzioni usabili,

            figuriamoci il

            resto

            Tanto per dire... parli solo per sentito dire.non sminuire le opinioni altrui. parlo per prova provata.
          • mifaccio gliaffarim iei scrive:
            Re: Linux nell'innovazione desktop
            - Scritto da: LaNberto
            - Scritto da: mifaccio gliaffarim iei


            Le scorciatoie sono altamente configurabili,

            quindi

            SI.



            e pretendi che mia zia (tanto per dire) si
            rimappi le scorciatoie per avere lo stesso "esci"
            su tutti i
            programmi?
            Direi allora di noTua zia non deve mappare nulla, a meno che le scorciatoie di default non le stiano bene. Confermo il SI.


            hanno le preferenze tutti nello stesso posto?



            Le applicazioni per le quali e' stato fatto il

            porting

            SI.




            no, tanto per dire. Non c'è nemmeno garantito
            un


            sottoinsieme minimo di funzioni usabili,


            figuriamoci il


            resto



            Tanto per dire... parli solo per sentito dire.

            non sminuire le opinioni altrui. parlo per prova
            provata.Permaloso, cosa hai provato?
        • pabloski scrive:
          Re: Linux nell'innovazione desktop
          d'accordo però ms è la prima a non aver innovato quindia me pare che l'ape magà voglia affermare una presunta superiorità di ms e dire che linux è bravo solo a copiareper questo gli ho fatto notare che comunque linux è in grado di inventare e proporre nuovi modellise poi parliamo di interfacce vocali e compagnia, allora non si tratta più di cambiare il paradigma d'uso del desktop ma di cambiare il metodo d'interazione con la macchinase la mettiamo in questi termini però, l'unica ad aver inventato qualcosa è Apple
          • LaNberto scrive:
            Re: Linux nell'innovazione desktop
            - Scritto da: pabloski
            a me pare che l'ape magà voglia affermare una
            presunta superiorità di ms e dire che linux è
            bravo solo a
            copiareesatto, tranne per la superiorità di ms che è inesistente.

            per questo gli ho fatto notare che comunque linux
            è in grado di inventare e proporre nuovi
            modelliquali?

            se poi parliamo di interfacce vocali e compagnia,
            allora non si tratta più di cambiare il paradigma
            d'uso del desktop ma di cambiare il metodo
            d'interazione con la
            macchina

            se la mettiamo in questi termini però, l'unica ad
            aver inventato qualcosa è
            Applebravo. ci sei arrivato, ape willy
          • mifaccio gliaffarim iei scrive:
            Re: Linux nell'innovazione desktop
            - Scritto da: pabloski
            d'accordo però ms è la prima a non aver innovato
            quindi

            a me pare che l'ape magà voglia affermare una
            presunta superiorità di ms e dire che linux è
            bravo solo a
            copiareNon credo intendesse affermare la superiorita' di ms, ad occhio direi che si trova meglio con Apple...
            per questo gli ho fatto notare che comunque linux
            è in grado di inventare e proporre nuovi
            modelliSi, ma lui li vuole pronti subito e senza errori di gioventu'.Io per il momento mi accontento della stabilita' e dei progetti in corso di sviluppo.
            se poi parliamo di interfacce vocali e compagnia,
            allora non si tratta più di cambiare il paradigma
            d'uso del desktop ma di cambiare il metodo
            d'interazione con la
            macchina

            se la mettiamo in questi termini però, l'unica ad
            aver inventato qualcosa è
            AppleVerissimo, ma credo che proprio li' volesse arrivare.
          • LaNberto scrive:
            Re: Linux nell'innovazione desktop
            che mago, dopo aver letto il mio post prima son tutti buoni... :)
          • mifaccio gliaffarim iei scrive:
            Re: Linux nell'innovazione desktop
            - Scritto da: LaNberto
            che mago, dopo aver letto il mio post prima son
            tutti buoni...
            :)Giuro sulla testa di Linus Torvalds e per par condicio su quella di Stallman che l'ho letto dopo :)
  • pietro scrive:
    se Apple cambia il paradigma..
    verrà inizialmente criticata, osteggiata, presa in giro, poi lentam,ente copiata, presa come modello, e infine si creerà un nuovo standard, come al solito ma almeno 5 anni dopo.
    • Nedanfor scrive:
      Re: se Apple cambia il paradigma..
      Dipende da cosa fa. Indubbiamente fin'ora ha innovato molto, continuerà per sempre? È impossibile che crei qualcosa d'inutile (o peggio d'inutilizzabile)? Fino a prova contraria, tutto è possibile. Cosa è probabile e cosa è improbabile poi è un altro discorso.
  • Bastard Inside scrive:
    In certe cose Linux è già più facile
    Se il SW desiderato è presente nel repository ufficiale della distro, installare SW, e anche qualsiasi HW supportato, è già da tempo più facile su Linux che su Windows, per installare lo scanner su Kubuntu ho solo dovuto selezionare sane e xsane nel gestore dei pacchetti e copiare a mano un file dal CD dei driver, impiegando una frazione del tempo che mi ci è voluto col setup per Windows, e ritrovandomi inoltre con un'interfaccia per la scansione più facile e immediata, ma anche molto più potente, all'occorrenza.Le difficoltà sono leggermente maggiori se è necessario aggiungere altri repository e le loro chiavi di autenticazione, un'operazione poco intuitiva da chi proviene da Windows e dai setup.exe, installshield, etc, ma anche in questo caso, dopo la difficoltà iniziale, installazioni e aggiornamenti sono più facili e rapidi, perché vengono effettuati con un'interfaccia omogenea per tutti, cosa che su Windows non avviene, soprattutto per gli aggiornamenti, che vedono l'utente alle prese con sistemi spesso diversi da un produttore all'altro, con MS che si distingue per cercare mellifluamente di convincere l'utente a scegliere le opzioni automatiche che le danno carta bianca su cosa installare, aggiornare o rimuovere.Inoltre su Linux i riavvii durante le installazioni e aggiornamenti sono un evento raro, si evità così quasi sempre un'ulteriore perdita di tempo.
  • Nome e cognome scrive:
    mi spiegate ...
    ma mi spiegate di COSA parla quest'articolo ?se siete a corto di argomenti non scrivete di vaporware ... fate solo perdere tempo a chi legge
    • krane scrive:
      Re: mi spiegate ...
      - Scritto da: Nome e cognome
      ma mi spiegate di COSA parla quest'articolo ?
      se siete a corto di argomenti non scrivete di
      vaporware ... fate solo perdere tempo a chi
      leggeMa tu ancora leggi gli articoli ?Non vieni subito a trollare dopo aver letto il titolo come fanno tutti ?
      • ullala scrive:
        Re: mi spiegate ...
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Nome e cognome

        ma mi spiegate di COSA parla quest'articolo ?


        se siete a corto di argomenti non scrivete di

        vaporware ... fate solo perdere tempo a chi

        legge

        Ma tu ancora leggi gli articoli ?
        Non vieni subito a trollare dopo aver letto il
        titolo come fanno tutti
        ?Eddai.. non hai capito che era una "domanda retorica"?che non legge (non solo gli articoli haimè) lo dimostra ad ogni post
    • milos malinic scrive:
      Re: mi spiegate ...
      una roba... così... circa, più o meno.cmq... è strano sto nuovo PI... preferivo il vecchio
  • non saprei scrive:
    L'importante è essere ottimisti
    Lo sviluppo di GNU/Linux è profondamente cambiato, non è più in mano ai seguaci di RMS che usano Twm come interfaccia grafica ed emacs come word proXXXXXr.Si sta parecchio spostando verso le "altre" aziende, quelle non citate , e non trascenderà certo dalle logiche commerciali e dalle direzioni che queste gli faranno prendere.Attualmente ci sono due punti fermi nella distribuzione di Linux al pubblico.Il primo è Canonical che ha sviluppato una distribuzione, l'ha resa usabile da tutti e l'ha fortemente pubblicizzata (in vari modi), così che chi per caso l'ha provata si è reso conto che esiste almeno una alternativa (ehm ... d'altra parte c'era Vista). Il secondo è GOOGLE che sfrutta Linux per il fatto che è distribuibile gratuitamente, i drivers sono già fatti così ci possono mettere Android, e specialmente distribuire una versione standalone di Chrome come veicolo per il loro target commerciale (il cloud computing). Se parliamo di innovazione grafica, al di là di GNOME 3 che è ancora un mistero messicano, il desktop che è sempre stato più innovativo cioè KDE, dopo che Novell (proprietaria di Ximian) ha comprato Suse, è molto cambiato ed è diventato realmente uno strumento con un forte slancio verso il futuro, per esempio con l'integrazione di nepomuk che è un progetto finanziato da mezzo mondo.Purtroppo il dichiarare ad ogni puntuale versione che questa volta è usabile e che si sono risolti 20.000 bachi rispetto alla precedente, per il momento non è stata una scelta vincente ma come ho detto, probabilmente puntano al futuro.Intanto nel presente, NOKIA che è proprietaria di QT, su cui appunto è basata KDE, sta facendo uscire il suo netbook con Windows 7 starter edition e il limite delle tre applicazioni.
    • Lemon scrive:
      Re: L'importante è essere ottimisti
      - Scritto da: non saprei
      Lo sviluppo di GNU/Linux è profondamente
      cambiato, non è più in mano ai seguaci di RMS che
      usano Twm come interfaccia grafica ed emacs come
      word
      proXXXXXr.

      Si sta parecchio spostando verso le "altre"
      aziende, quelle non citate , e non trascenderà
      certo dalle logiche commerciali e dalle direzioni
      che queste gli faranno
      prendere.

      Attualmente ci sono due punti fermi nella
      distribuzione di Linux al
      pubblico.

      Il primo è Canonical che ha sviluppato una
      distribuzione, l'ha resa usabile da tutti e l'ha
      fortemente pubblicizzata (in vari modi), così che
      chi per caso l'ha provata si è reso conto che
      esiste almeno una alternativa (ehm ... d'altra
      parte c'era Vista).


      Il secondo è GOOGLE che sfrutta Linux per il
      fatto che è distribuibile gratuitamente, i
      drivers sono già fatti così ci possono mettere
      Android, e specialmente distribuire una versione
      standalone di Chrome come veicolo per il loro
      target commerciale (il cloud
      computing).

      Se parliamo di innovazione grafica, al di là di
      GNOME 3 che è ancora un mistero messicano, il
      desktop che è sempre stato più innovativo cioè
      KDE, dopo che Novell (proprietaria di Ximian) ha
      comprato Suse, è molto cambiato ed è diventato
      realmente uno strumento con un forte slancio
      verso il futuro, per esempio con l'integrazione
      di nepomuk che è un progetto finanziato da mezzo
      mondo.

      Purtroppo il dichiarare ad ogni puntuale versione
      che questa volta è usabile e che si sono risolti
      20.000 bachi rispetto alla precedente, per il
      momento non è stata una scelta vincente ma come
      ho detto, probabilmente puntano al
      futuro.

      Intanto nel presente, NOKIA che è proprietaria di
      QT, su cui appunto è basata KDE, sta facendo
      uscire il suo netbook con Windows 7 starter
      edition e il limite delle tre
      applicazioni.post interessante...
    • pabloski scrive:
      Re: L'importante è essere ottimisti
      vero e infatti nel lungo termine linux diventerà la scelta su cui basare qualsiasi sistema operativo per appliancesperchè molti sembrano dimenticare che l'informatica sta andando verso le appliancesquando perfino l'associazione bancaria USA dice alle aziende e ai commercianti di usare macchine dedicate alle transazioni finanziarie ( per motivi di sicurezza ovviamente )..... come pensate andrà a finire? semplicemente vedremo un pullulare di nuovi minipc dedicati esclusivamente alla gestione delle transazioni finanziarienokia non è stupida e sa che il mercato per ora è in mano a windows, o meglio c'è gente là fuori che vuole windowsil netbook 3g con windows 7 è un modo per buttarsi nella mischia correndo il minor rischio possibile, ma già è stato annunciato uno smartbook arm con linuxquindi nokia ha intenzione di usare il vecchio trucco di investire in settori opposti in modo da vincere in ogni casokde4 soffre di problemi di comunicazione evidentemente, visto che si continua a spacciarlo per final quando invece è in pieno sviluppo
      • MAH scrive:
        Re: L'importante è essere ottimisti

        kde4 soffre di problemi di comunicazione
        evidentemente, visto che si continua a spacciarlo
        per final quando invece è in pieno
        sviluppoQuesto è poco ma sicuro,però è DECISAMENTE colpa del kde teame non del resto del mondo che non capisce. Bastava chiamarlo BETA, e nessuno l'avrebbe spacciato per final.Si', la storiella che nessuno l'avrebbe usato la conosco ;)Pero' era COMPLETAMENTE OVVIO che questo CONTRO ci sarebbe stato.
        • pabloski scrive:
          Re: L'importante è essere ottimisti
          ma infatti il leader del team kde disse chiaramente che era un sistema adatto agli sviluppatori, solo che novell pensò bene di schiaffarlo in opensuse e da lì poi tutti a ficcare kde4 nelle loro distribuzioni
          • MAH scrive:
            Re: L'importante è essere ottimisti
            Se non avesse iniziato Novelllo avrebbe comunque fatto qualcun altro.
          • pabloski scrive:
            Re: L'importante è essere ottimisti
            ma fatto da novell che di fatto gestisce kde, sembra quasi un via libera
          • non saprei scrive:
            Re: L'importante è essere ottimisti
            - Scritto da: pabloski
            ma infatti il leader del team kde disse
            chiaramente che era un sistema adatto agli
            sviluppatori, solo che novell pensò bene di
            schiaffarlo in opensuse e da lì poi tutti a
            ficcare kde4 nelle loro
            distribuzioniScusa pabloski ma io do ragione a mah.Se KDE4 è in versione Beta, allora significa di fatto che hanno preso un progetto funzionante come KDE3 e non un progettino ma il desktop più usato sulle distribuzioni desktop appunto e l'hanno buttato nel cestino della spazzatura, per sostituirlo con uno che sarà pronto tra 5 anni, che senso ha ?Linus quando ha fatto il passaggio del kernel da 2.4 a 2.6 ha continuato lo sviluppo del 2.4 che ancora oggi è curato e patchato, dove sono le ragioni "volute dagli utenti" nel distruggere un progetto simile e cambiarlo con questa nuova cosa aliena ? Forse le ragioni risiedono da qualche altra parte, leggendo libri come "Il caso Sco/Linux" (che è un copyleft e lo trovate in rete) si capisce molto di chi sono gli attori di certe scelte e non lo fanno certo perché credono nell'Open Source.
          • pabloski scrive:
            Re: L'importante è essere ottimisti
            - Scritto da: non saprei
            Se KDE4 è in versione Beta, allora significa di
            fatto che hanno preso un progetto funzionante
            come KDE3 e non un progettino ma il desktop più
            usato sulle distribuzioni desktop appunto e
            l'hanno buttato nel cestino della spazzatura, per
            sostituirlo con uno che sarà pronto tra 5 anni,
            che senso ha
            ?infatti è così e gli sviluppatori l'hanno detto fin dall'inizio che kde4 non sarebbe stato kde3 ma una totale riscrittura da zeroil motivo è che loro volevano un DE capace di girare su linux, windows, macos, freebsd, qnx e compagniapoi volevano un DE che fornisse astrazioni verso il sistema sottostante....per esempio se voglio creare un software che riproduce musica mi appoggio a phonon, se voglio inviare dati su una connessione di rete, tramite bluetooth, ir, ecc... mi interfaccerò con solidtutto questo ti permette di isolarti completamente dal sistema operativo sottostantechiaramente tutto questo lo si è fatto al prezzo di cambiare tutto
            Linus quando ha fatto il passaggio del kernel da
            2.4 a 2.6 ha continuato lo sviluppo del 2.4 che
            ancora oggi è curato e patchato, dove sono le
            ragioni "volute dagli utenti" nel distruggere un
            progetto simile e cambiarlo con questa nuova cosa
            aliena ?
            pure kde3 riceve ancora bugfix ed è il DE consigliato per chi non vuole problemiperò non si può certo dire che il kernel 2.4 e il 2.6 siano compatibili tra di loro
            Forse le ragioni risiedono da qualche altra
            parte, leggendo libri come "Il caso Sco/Linux"
            (che è un copyleft e lo trovate in rete) si
            capisce molto di chi sono gli attori di certe
            scelte e non lo fanno certo perché credono
            nell'Open
            Source.vabbè se ne dicono tante, si dice pure che Icaza sia una spia di Ballmerperò sta di fatto che linux esiste e funziona ed è grazie a questa gente....che Intel abbia interesse ad usare linux per creare soluzioni all-in-one con tanto di hardware e software abbinati è evidenteperò questo non è un problema nè per linux nè per chi lo usa
    • gnulinux86 scrive:
      Re: L'importante è essere ottimisti
      Più che essere ottimisti, direi guardare la realtà senza illudersi, Linux realmente utilizzabile in ambito desktop è nato più o meno 4/5 anni fa, in questo lasso di tempo ha compiuto passi da gigante, sul piano della facilità d'uso e dell'usabilità, ormai è maturo, facilissimo da usare anche da utenti non esperti, tranne per coloro che confondono la facilità d'uso con l'abitudine all'uso.In ambito aziendale lato server, ha sempre tirato molto bene, adesso ancora meglio, Red Hat, nonostante la crisi, fa utili da paura se pensiamo all attuale situazione economica mondiale.Per il settore desktop, per far strada nella attuale situazione monopolistica comandata da Windows, c'è bisogno di marketing e giusti accordi commerciali, in questa direzione solo Canonical con Ubuntu si sta muovendo bene, e i primi risultati cominciano ad essere visibili.
      • Lemon scrive:
        Re: L'importante è essere ottimisti

        Per il settore desktop, per far strada nella
        attuale situazione monopolistica comandata da
        Windows, c'è bisogno di marketing e giusti
        accordi commerciali, in questa direzione solo
        Canonical con Ubuntu si sta muovendo bene, e i
        primi risultati cominciano ad essere
        visibili.Scusa, per curiosità e senza nessuna polemica, da dove si capisce che "i primi risultati cominciano ad essere visibili", non ho capito se in termini di fatturato per Canonical, diffusione di Ubuntu o altro, vorrei approfondire questo aspetto se hai qualche riferimento,grazie
        • MAH scrive:
          Re: L'importante è essere ottimisti

          Linux realmente utilizzabile in ambito desktop è nato più o meno 4/5 anni fa, in questo lasso di tempo ha compiuto passi da gigante, sul piano della facilità d'uso e dell'usabilitàSe ti chiedessi i passi da gigante di Ubuntu 9.x rispetto a Ubuntu 5.x?Per me Linux era qualitativamente piu' competitivo 4/5 anni fa contro Windows XP di quanto lo sarà tra poco contro Windows 7.TUTTAVIA Linux cresce (?), ma non perché la qualità di Linux sia migliorata, bensì perché la qualità di OpenOffice e Firefox sono migliorate, e a molti interessa solo spendere il meno possibile.
          • Lemon scrive:
            Re: L'importante è essere ottimisti
            - Scritto da: MAH

            Linux realmente utilizzabile in ambito desktop
            è nato più o meno 4/5 anni fa, in questo lasso di
            tempo ha compiuto passi da gigante, sul piano
            della facilità d'uso e
            dell'usabilità

            Se ti chiedessi i passi da gigante di Ubuntu 9.x
            rispetto a Ubuntu
            5.x?

            Per me Linux era qualitativamente piu'
            competitivo 4/5 anni fa contro Windows XP di
            quanto lo sarà tra poco contro Windows
            7.

            TUTTAVIA Linux cresce (?), ma non perché la
            qualità di Linux sia migliorata, bensì perché la
            qualità di OpenOffice e Firefox sono migliorate,
            e a molti interessa solo spendere il meno
            possibile.Non ho capito, firefox e openoffice li posso installare anche su windows, non sono linux.Io vorrei capire da cosa si vede che linux lato desktop cresce, ovviamente da fonti con un minimo di affidabilità.
          • MAH scrive:
            Re: L'importante è essere ottimisti
            Nel senso che per usare Firefox e OpenOffice,Linux è sufficiente e gratuito.
        • gnulinux86 scrive:
          Re: L'importante è essere ottimisti
          Ubuntu si sta facendo largo anche a livello aziendale, finalmente l'utenza comune, riesce ad associare Linux, ad un OS, una grande Azienda come Dell vende computer con Ubuntu preinstallato, sono sufficienti come primi risultati per te?
        • pabloski scrive:
          Re: L'importante è essere ottimisti
          il vostro amato hitslink dice che linux ha superato l'1%basta guardare i trend rispetto a 3-4 anni fa e si vede che linux crescepoi puoi dare un'occhiata ai fatturati di redhat e novell e vedi facilmente che linux tira eccome
  • epala scrive:
    linux
    Il desktop linux è già pronto ed è già strutturalmente avanti rispetto a Microsoft e Apple (le quali cominciano a copiare le innovazioni, non a crearle) ... si tratta solo di cultura e presto la gente capirà e non sarà più disposta a pagare per i software chiusi.Il 90% del mondo del lavoro può tranquillamente funzionare anche con Linux.Ernst
    • nome e cognome scrive:
      Re: linux

      Il 90% del mondo del lavoro può tranquillamente
      funzionare anche con
      Linux.Soprattutto se nel 2012 finisce il mondo.
      • pabloski scrive:
        Re: linux
        ho sentito dire che nel 2012 creeranno il primo cervello cibernetico, quindi finalmente potrai avere un cervello funzionante :D
  • MAH scrive:
    AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!
    CHE E' STO PAGINA 1 2 3 SUCCESSIVA?TOGLIETELO SUBITO! ORRIBILE!
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!
      - Scritto da: MAH
      CHE E' STO PAGINA 1 2 3 SUCCESSIVA?

      TOGLIETELO SUBITO! ORRIBILE!quoto
    • nome e cognome scrive:
      Re: AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!
      - Scritto da: MAH
      CHE E' STO PAGINA 1 2 3 SUCCESSIVA?

      TOGLIETELO SUBITO! ORRIBILE!Vero vero... a momenti mi perdevo le perle di pabloski, rimediare subitissimo.
    • Shiba scrive:
      Re: AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!
      - Scritto da: MAH
      CHE E' STO PAGINA 1 2 3 SUCCESSIVA?

      TOGLIETELO SUBITO! ORRIBILE!Stessa reazione XDChe bello poterci trovare d'accordo per una volta ^^
    • Eretico scrive:
      Re: AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!
      Lasciatelo che va benissimo. :)Almeno si elimina o si riduce quel fastidiosissimo effetto di disallineamento che puntulamente si verificava con 3D piuttosto lunghi.
  • Lemon scrive:
    Linux non è indipendente
    Almeno non per i non addetti ai lavori. Un utente non informatico avrà serie difficoltà a fare cose per un utente semplice sono molto semplici.Un esempio? su Ubuntu 9.04 fate l'upgrade di firefox alla 3.5... ed è la distro più user-friendly!!!
    • Lemon scrive:
      Re: Linux non è indipendente
      - Scritto da: Lemon
      Almeno non per i non addetti ai lavori. Un utente
      non informatico avrà serie difficoltà a fare cose
      per un utente semplice sono molto
      semplici.
      Un esempio? su Ubuntu 9.04 fate l'upgrade di
      firefox alla 3.5... ed è la distro più
      user-friendly!!!un utente "windows", scusate
    • pabloski scrive:
      Re: Linux non è indipendente
      non mi pare così assurdoè un archivio zippato, lo decomprimi nella home directory, creerà la cartella di firefox con dentro l'eseguibiledoppio click e parteoppure aspetti ubuntu 9.10 che integrerà nei repository firefox 3.5oppure apri synaptic, aggiungi questo repository http://ppa.launchpad.net/ubuntu-mozilla-daily/ppa/ubuntu jaunty main e installi da lìo ancora vai su google scrivi "firefox 3.5 deb" e troverai un bel file deb da scaricare, doppio click e si installa, proprio come in windows mi parep.s. ho spulciato un pò in synaptic e nei repository della versione corrente e cioè 9.04.1 c'è firefox-3.5, quindi spunta, Installa et voilà-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 15.18-----------------------------------------------------------
      • Lemon scrive:
        Re: Linux non è indipendente
        Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 15.18
        --------------------------------------------------Si, non è impossibile, però un utente windows (da 2000 a vista) scarica un eseguibile e fa l'aggiornamento.Su ubuntu (e dipende da che versione a versione) hai tutti i i metodi che dici tu ma tutta una serie di problemi annessi, leggiti i link che vuoi:http://www.google.it/#hl=it&q=installa+firefox+3%2C5+su+ubuntu+9.04&meta=&fp=994a7607b3bbe25de per confronto:http://www.google.it/#hl=it&q=installa+firefox+3.5+su+windows&meta=&fp=994a7607b3bbe25d(ti continuano ad uscire pagine e pagine di istruzioni per linux!)io personalmente mi sono ritrovato "Shiretoko Browser web" in contemporanea al firefox 3.0 e non capisco perche su win xp e vista ho il 3.5 mentre sulla ubuntu ne ho 2 ed il secondo si debba chiamare "Shiretoko"!Ma lasciamo stare, metti che io sono un ignorante ed alla fine mi stia anche bene, come mai il plug-in per la console vmware non mi funziona (sullo Shiretoko) mentre su xp vista si? Tu capisci che se io ci devo lavorare con il computer e non giocare, dopo 30 min di ricerche e tentativi mi tengo il 3.0 e rimango in attesa dei repository ufficiali.Ma questo è solo un esempio tra i tanti, io ogni volta che posto queste esperienza vengo accusato o di ignoranza o di "fantasie" o altro ancora. Io invece credo che questti problemi vadano affrontanti e risolti e finchè sarà questa la situazione non ci potrà essere concorrenza con windows anche se linux è bello (con il compiz fusion), stabile, sicuro, senza virus e pure gratis. Ma XXXXX miseria, un qualunque sfigato programmatore al mondo può fare un eseguibile e farlo girare su un tre sistemi operativi rilasciati nel giro di 10 anni (da win2000 a vista), mentre un mega-professionista non riesce a far girare lo stesso .deb in due versioni di ubuntu uscite nel giro di 6 mesi! Questo intendevo per indipendenza, non tanto del progetto linux, piuttosto di quella degli utenti che saranno sempre legati ai repository ufficiali per potersi mettere un software.L'ho detto 1000 volte ormai, semplifichiamo questo aspetto di linux (almento per 3-4 delle distro principali sulle shell grafiche più diffuse) e linux fare il grande salto. Altrimenti teniamoci windows con la sua (benchp se ne dica) retrocompatibilità decennale.
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Linux non è indipendente
          - Scritto da: Lemon
          Si, non è impossibile, però un utente windows (da
          2000 a vista) scarica un eseguibile e fa
          l'aggiornamento.io dico che con ubuntu è + facile ancora.
          Su ubuntu (e dipende da che versione a versione)
          hai tutti i i metodi che dici tu ma tutta una
          serie di problemi annessi, leggiti i link che
          vuoi:

          http://www.google.it/#hl=it&q=installa+firefox+3%2

          e per confronto:

          http://www.google.it/#hl=it&q=installa+firefox+3.5

          (ti continuano ad uscire pagine e pagine di
          istruzioni per
          linux!)
          Se li leggessi gli articoli che linki...http://www.oneopensource.it/09/07/2009/come-installare-firefox-35-su-ubuntu-904/direi che è + facile così che andarsi a trovare l'eseguibile su internet, scaricarlo e lanciarlo.
          io personalmente mi sono ritrovato "Shiretoko
          Browser web" in contemporanea al firefox 3.0 e
          non capisco perche su win xp e vista ho il 3.5
          mentre sulla ubuntu ne ho 2 ed il secondo si
          debba chiamare
          "Shiretoko"!
          Perchè così hai due versioni, qualora ci fosse qualche incompatibilità con dei plug-in che usi.Direi che è una cosa in +, non in meno.
          Ma lasciamo stare, metti che io sono un ignorante
          ed alla fine mi stia anche bene, come mai il
          plug-in per la console vmware non mi funziona
          (sullo Shiretoko) mentre su xp vista si? Tu
          capisci che se io ci devo lavorare con il
          computer e non giocare, dopo 30 min di ricerche e
          tentativi mi tengo il 3.0 e rimango in attesa dei
          repository
          ufficiali.
          dove, tra l'altro, c'è già.MA di cosa stiamo parlando?
          Ma questo è solo un esempio tra i tanti, io ogni
          volta che posto queste esperienza vengo accusato
          o di ignoranza o di "fantasie" o altro ancora. Io
          invece credo che questti problemi vadano
          affrontanti e risolti sinceramente non ho capito QUALI problemi.
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente


            Se li leggessi gli articoli che linki...
            http://www.oneopensource.it/09/07/2009/come-instal
            Guarda, hai propio beccato uno dei primi che ho seguito. Va benissimo, solo un piccolo particolare: ti ritrovi con due browser installati, puoi anche levare la 3.o però, guarda caso, poi non mi funzionavano più i plug-in di vmware e non c'era modo di riattivarli se non rimettendo il firefox 3.0.Ma poi... giusto per parlare... ma ti pare che per installare un browser da 7 mega e rotti ci voglia un guida come quella per ogni distro? e perchè poi si deve chiamare shirotoco e come cavolo si chiama?ma perchè su windows dal 2000 in poi basta fare doppio-click??
            direi che è + facile così che andarsi a trovare
            l'eseguibile su internet, scaricarlo e
            lanciarlo.no, non direi.Ed in ogni caso: non vuol dire rimanere legati mani e piedi ai repository ufficiali?


            io personalmente mi sono ritrovato "Shiretoko

            Browser web" in contemporanea al firefox 3.0 e

            non capisco perche su win xp e vista ho il 3.5

            mentre sulla ubuntu ne ho 2 ed il secondo si

            debba chiamare

            "Shiretoko"!



            Perchè così hai due versioni, qualora ci fosse
            qualche incompatibilità con dei plug-in che
            usi.
            Direi che è una cosa in +, non in meno.
            Si, ma io che un pochino ne mastico pensavo che quando faccio un aggiornamento lascio il vecchio per quello nuovo, non mi tengo due cose... quella deve essere una cosa opzionale, giustamente per gli sviluppatori o chi ha esigenze particolari. E poi non facciamola passare per favore per una cosa normale: se fosse così dopo 2 anni mi riempio l'harddisk di programmi obsoleti!

            dove, tra l'altro, c'è già.
            MA di cosa stiamo parlando?
            non so, io l'upgrade alla 3.5 l'ho provata un paio di settimane fa se non ricordo male, da Synaptic non vedevo nessun Firefox 3.5 ma il famoso "shirecoso"

            Ma questo è solo un esempio tra i tanti, io ogni

            volta che posto queste esperienza vengo accusato

            o di ignoranza o di "fantasie" o altro ancora.
            Io

            invece credo che questti problemi vadano

            affrontanti e risolti

            sinceramente non ho capito QUALI problemi.leggi meglio e soprattutto CONFRONTA i passaggi che ha dovuto fare sulla ubuntu con quelli che hai fatto su windows (sempre che tu li abbia mai fatti sia su una che sull'altra piattaforma)
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: Lemon



            Se li leggessi gli articoli che linki...


            http://www.oneopensource.it/09/07/2009/come-instal



            Guarda, hai propio beccato uno dei primi che ho
            seguito. Va benissimo, solo un piccolo
            particolare: ti ritrovi con due browser
            installati, puoi anche levare la 3.o però,Che non è un "probelma" per i motivi che ti ho gia spiegato.
            guarda
            caso, poi non mi funzionavano più i plug-in di
            vmware e non c'era modo di riattivarli se non
            rimettendo il firefox
            3.0.Ed ecco che ci puoi asrrivare anche tu sul PERCHé ti mantiene le due versioni.Cioè ti vengono incontro e tu ti inXXXXX?Sei bello strano.
            Ma poi... giusto per parlare... ma ti pare che
            per installare un browser da 7 mega e rotti ci
            voglia un guida come quella per ogni distro?Ma l'hai letta la "guida" o no?quella guida è lunga 3 righe e ha uno screenshot per ogni movimento di mouse in modo che quelli come te non potessero lamentarsi.Gli screenshot mostrano come si installa il software sulle ubuntu, tutto il software, con una semplicità disarmante.e lo ripeto DI SAR MAN TE.Altro che apri internet cerca scarica e bla bla bla.Tutto il software si installa, aggiorna e disinstalla dallo stesso posto, altro che fare il matto per internet.e
            perchè poi si deve chiamare shirotoco e come
            cavolo si
            chiama?Ma è tutto quello il problema?Che ha un nome diverso?
            ma perchè su windows dal 2000 in poi basta fare
            doppio-click??
            Si fai doppio click e il registro si ingrassa di unaltro paio di megabyte.Bell'affare.

            direi che è + facile così che andarsi a trovare

            l'eseguibile su internet, scaricarlo e

            lanciarlo.

            no, non direi.Non lo diresti perchè vuoi a tutti i costi rappresentare una realtà che non esiste.
            Ed in ogni caso: non vuol dire rimanere legati
            mani e piedi ai repository
            ufficiali?
            No perchè se quelli ufficiali ti stanno stretti ti aggiungi i repository che vuoi.

            Perchè così hai due versioni, qualora ci fosse

            qualche incompatibilità con dei plug-in che

            usi.

            Direi che è una cosa in +, non in meno.



            Si, ma io che un pochino ne masticoEh, stiamo vedendo quanto.
            pensavo che
            quando faccio un aggiornamento lascio il vecchio
            per quello nuovo, non mi tengo due cose... quella
            deve essere una cosa opzionale, giustamente per
            gli sviluppatori o chi ha esigenze particolari.Ma se hai appena detto che usi un plugin che gira solo con la 3.0...
            poi non facciamola passare per favore per una
            cosa normale: se fosse così dopo 2 anni mi
            riempio l'harddisk di programmi
            obsoleti!
            Invece il magico windows ti disinstalla da solo i programmi obsoleti...





            sinceramente non ho capito QUALI problemi.

            leggi meglio e soprattutto CONFRONTA i passaggi
            che ha dovuto fare sulla ubuntu con quelli che
            hai fatto su windows (sempre che tu li abbia mai
            fatti sia su una che sull'altra
            piattaforma)uè ciccio abbassa la cresta e modera i toni.Abbiamo letto quanto ne mastichi e sei meno che un niubbo con le conoscenze di un 12enne e l'elasticità mentale di un vecchio sclerotico e pazientemente ti sono stato ad ascoltare.Se devi essere maleducato pero' no, ti prendo per XXXX come il resto del pianeta e ciccia al c**o.
          • vardalo scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: Lemon



            Se li leggessi gli articoli che linki...


            http://www.oneopensource.it/09/07/2009/come-instal



            Guarda, hai propio beccato uno dei primi che ho
            seguito. Va benissimo, solo un piccolo
            particolare: ti ritrovi con due browser
            installati, puoi anche levare la 3.o però, guarda
            caso, poi non mi funzionavano più i plug-in di
            vmware e non c'era modo di riattivarli se non
            rimettendo il firefox
            3.0.Io mica lo sapevo che l'utente comune windows dalla versione 2000 avesse una grande voglia di aggiornare il proprio browser, ma scopro che oltre ad essere on the edge e volere l'ultima versione di tutto, si rende conto di avere due versioni e che in una delle due si e' "perso" il suo plugin d'uso quotidiano per vmware. Chissa' come fara' ora ad aprire una connessione remota tramite firefox verso il suo parco di server virtuali, passi per la installazione di FreeBSD ma il cluster non lo puo' proprio piu' usare. Insomma basta con queste ipercomplicazioni se un utente comune vuole gestirsi la sua farm virtuale in hosting in un datacenter olandese non puo' stare li a smarambarsi con un upgrade che sembra piu' difficile che altro, deve doppio cliccare su un eseguibile automagicamente apparso sul desktop et voila' direttamente connettersi al cluster che il maledetto heartbeat tra i nodi riporta incomprensibili latenze.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 agosto 2009 08.41-----------------------------------------------------------
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente


            direi che è + facile così che andarsi a trovare
            l'eseguibile su internet, scaricarlo e
            lanciarlo.
            scusa, dimenticavo, su windows è stato lo stesso firefox ad avvisarmi della nuova versione ed io non ho fatto altro che dirgli "aggiorna" o qualcosa del genere...su ubuntu non mi sono mai apparsi avvisi simili, solo quelli del gestore pacchetti che comunque non hanno mai proposto aggiornamenti di programma ma solo patchsempre su windows io ho sempre le notifiche di aggiornamento dai vari openoffice e thunderbird... e questo sia su xp che vista, scommetto anche sul 2000 ma ormaio non l'ho più da nessuna parte.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: Lemon



            direi che è + facile così che andarsi a trovare

            l'eseguibile su internet, scaricarlo e

            lanciarlo.



            scusa, dimenticavo, su windows è stato lo stesso
            firefox ad avvisarmi della nuova versione ed io
            non ho fatto altro che dirgli "aggiorna" o
            qualcosa del
            genere...funziona allo stesso modo su linux...IDENTICO
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Lemon





            direi che è + facile così che andarsi a
            trovare


            l'eseguibile su internet, scaricarlo e


            lanciarlo.






            scusa, dimenticavo, su windows è stato lo stesso

            firefox ad avvisarmi della nuova versione ed io

            non ho fatto altro che dirgli "aggiorna" o

            qualcosa del

            genere...

            funziona allo stesso modo su linux...
            IDENTICOe allora il mio non ha funzionato... cosa vuoi che ti dica....
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: Lemon
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: Lemon







            direi che è + facile così che andarsi a

            trovare



            l'eseguibile su internet, scaricarlo e



            lanciarlo.









            scusa, dimenticavo, su windows è stato lo
            stesso


            firefox ad avvisarmi della nuova versione ed
            io


            non ho fatto altro che dirgli "aggiorna" o


            qualcosa del


            genere...



            funziona allo stesso modo su linux...

            IDENTICO

            e allora il mio non ha funzionato... cosa vuoi
            che ti
            dica....La differenza sai qual'è?Che windows ti permette di installare qualsiasi porcheria anche in modalità NON super-utente.Se avvii firefox come utente normale non scarica e non aggiorna nulla, è una questione di sicurezza. Se lo avvii in modalità superutente si aggiorna...
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente

            La differenza sai qual'è?
            Che windows ti permette di installare qualsiasi
            porcheria anche in modalità NON
            super-utente.
            Se avvii firefox come utente normale non scarica
            e non aggiorna nulla, è una questione di
            sicurezza. Se lo avvii in modalità superutente si
            aggiorna...lavoro su xp come amministratore quindi è normale che questo accada, su vista invece mi ha chiesto la conferma. Questo sui MIEI pc. Nelle reti che amministro non hanno credenziali di amministrazione i client e acXXXXX solo tramite proxy quindi non vengono nè avvisati nè scaricano a meno che non lo decida io.la mia ubuntu è rimasta accesa per ore prima che decidessi di fare l'upgrade di firefox, tieni conto che il browser l'avevo sempre aperto perchè uso l'ultima release di vmware e non ho mai avuto notifiche se non parte del gestore aggiornamenti che, come ripeto, non ha proposto nessu upgrade di firefox.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: Lemon

            La differenza sai qual'è?

            Che windows ti permette di installare qualsiasi

            porcheria anche in modalità NON

            super-utente.

            Se avvii firefox come utente normale non scarica

            e non aggiorna nulla, è una questione di

            sicurezza. Se lo avvii in modalità superutente
            si

            aggiorna...

            lavoro su xp come amministratore quindi è normale
            che questo accada, eh, insomma...
            su vista invece mi ha chiesto
            la conferma.il mitico uac...
            Questo sui MIEI pc. Nelle reti che
            amministro non hanno credenziali di
            amministrazione i client e acXXXXX solo tramite
            proxy quindi non vengono nè avvisati nè scaricano
            a meno che non lo decida
            io.ecco apputno.
            la mia ubuntu è rimasta accesa per ore prima che
            decidessi di fare l'upgrade di firefoxembè, mica eri superuser...
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Lemon


            La differenza sai qual'è?


            Che windows ti permette di installare
            qualsiasi


            porcheria anche in modalità NON


            super-utente.


            Se avvii firefox come utente normale non
            scarica


            e non aggiorna nulla, è una questione di


            sicurezza. Se lo avvii in modalità superutente

            si


            aggiorna...



            lavoro su xp come amministratore quindi è
            normale

            che questo accada,

            eh, insomma...
            so quel che faccio, infatti non ho mai preso virus o spyware o reinstallato nei 5 anni di vita del client, del resto è il mio lavoro capirne qualcosa e non cliccare su "complimenti seil 100000000 utente ed hai vinto un attico a Milano!"

            su vista invece mi ha chiesto

            la conferma.

            il mitico uac...
            infatti, che trovo paragonabile al mitico "sudo" come a fastidio di utilizzo, non a livello tecnico o di sicurezza

            Questo sui MIEI pc. Nelle reti che

            amministro non hanno credenziali di

            amministrazione i client e acXXXXX solo tramite

            proxy quindi non vengono nè avvisati nè
            scaricano

            a meno che non lo decida

            io.

            ecco apputno.


            la mia ubuntu è rimasta accesa per ore prima che

            decidessi di fare l'upgrade di firefox

            embè, mica eri superuser...ok, allora oggi lo lancio come superutente e vedo se mi mi avvisa che c'è una nuova versione ma, cosa più importante, se mi aggiorna la precedete e riesco a far ripartire il plugin di vmware. Per il nome va bene anche shirokuto se funziona tutto anche se non ne capisco il motivo e se amio avviso crea solo confusione.Ti aggiorno alle 18.00-19.00 circa se ti interessa.PS: comunque mi sembra che su windows se non hai diritti amministrativi ma acXXXXX ad internet ti avvisi della nuova versione ma non riesci ad installarla se la scarichi.
          • vardalo scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Lemon





            direi che è + facile così che andarsi a
            trovare


            l'eseguibile su internet, scaricarlo e


            lanciarlo.






            scusa, dimenticavo, su windows è stato lo stesso

            firefox ad avvisarmi della nuova versione ed io

            non ho fatto altro che dirgli "aggiorna" o

            qualcosa del

            genere...

            funziona allo stesso modo su linux...
            IDENTICOMi intrometto non essendo d'accordo :-)qui la questione, secondo me, riguarda la gestione dei programmi:centralizzato vs distribuito [o meglio assente]Usualmente le distribuzioni [ok che io sappia tutte tranne slackware, poi che un package manager sia o no una buona cosa lo posticipiamo come geek flame] usano un gestore di pacchetti/programmi con relativa gestione delle dipendenze.Comparare le due cose risulta, a mio parere, fallace in partenza.In un O.S. firefox te lo devi scaricare, il "gestore del pacchetto" e' lo stesso firefox che offre la funzionalita' di notificarti ed automatizzarti l'update/upgrade. Ovviamente solo ed esclusivamente per lui.Con apt vi e' un repository ove trovare l'intero parco programmi disponibile per la debian-based. Se vuoi puoi aggiungerne di non ufficiali per svariati motivi. In ogni caso se vuoi un aggiornamento specifico e non vi e' nel repos non vieni notificato, e non lo fai. Poi se proprio devi farlo e non vuoi sentire ragione perche' la versione del programma e' nuova [e gia' ti brillano gli occhi] e se non lo installi sai perfettamente che verra' l'apocalisse, branchi di zombies e combines popoleranno la terra connettendosi da ogni terminale per sfruttare vulnerabilita' insite alla versione nei repos, allora fregatene di tutta una sruttura logica [gestione centralizzata dei programmi] e fai quello che vuoi senza lamentarti che sia diverso da un O.S. che lo fa in modo diverso.
        • sante c scrive:
          Re: Linux non è indipendente
          dici dimolte XXXXXXX. se non hai furia l'aggiornamento di firefox su ubuntu lo puoi aspettare sotto forma di update automatico, roba da premere un bottone o poco più. e poi comunque non capisco gli sfoghi di voi partigiani della ROBBADIMARCA. ma chi ve la leva. usate windows e annateveneaffanXXXX voi e li mejo XXXXXXXX vostri. XXXXX volete.
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Linux non è indipendente
      Esempio meno azzeccato non potevi fare, Firefox 3.5 su Ubuntu9.04 è presente nei repo ufficiali, non devi fare alcun upgrade, si installa separatamente, basta andare su Aggiungi-Rimuovi e scrivere Firefox 3.5, selezioni, ed installi.In alternativa scarica da qui:http://packages.ubuntu.com/jaunty/i386/firefox-3.5/downloadFormato .deb, installi con 2 click.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 15.43-----------------------------------------------------------
      • pabloski scrive:
        Re: Linux non è indipendente
        hai notato che i troll sono tornati più vispi che mai? :D
        • gnulinux86 scrive:
          Re: Linux non è indipendente
          Talmente vispi, che si fann scoprire già al primo commento...
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            anti/critico linux=troll, mah...leggetevi questo post da solo dice tutto su linux e sul suo 1%http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2696729&m=2698636#p2698636se la comunità linux non lo capisce le cose rimarrano come oggi (o sperimao ci pensi google con il suo os) e il prossimo anno sarà l'anno di linux per decenni ancora.
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            Bellisima la parte dove si lamenta del nome Shiretoko, grazie per la segnalazione.....(rotfl)
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: gnulinux86
            Talmente vispi, che si fann scoprire già al primo
            commento...Suonatevela e cantatevela, buon divertimento.
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            Cioè quello che fai tu...(rotfl)
      • Lemon scrive:
        Re: Linux non è indipendente
        Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 15.43
        --------------------------------------------------NO, una gran ca..o, non è come la dici tu. Io Ubuntu la uso, come xp e da poco anche Vista, stessa operazione di upgrade sui sistemi windows tempo di download e doppio click (al massimo controllo e aggiornamento dei plug-in di firefox ma quello anche su linux).Su ubuntu l'operazione NON è ugualmente semplice, l'ho scritto sull'altro post sopra, se hai voglia leggilo.Ma poi guardati google, ci sodo decine di pagine che spiegano come fare l'upgrade su ubuntu perchè altrimenti la gente non ci arriva, per fortuna che è semplice!La differenza tra me e te è che io cerco di risolvere i problemi che incontro, tu preferisci dire che il problema non esiste. E di conseguenza io sono un troll o un fanboy. Forse puoi prendere in giro e continuare a fare proselitismo con chi NON usa sistemi linux, io c'è l'ho davanti tutti i giorni e 9 volte su 10 devo bestemmiare per far la stessa cosa che ho fatto in 10 secondi su windows, sia sui client che su i server. Non discuto la qualità tecnica del sistema, la stabilità e quant'altro, io sto dicendo che la vita degli utenti deve essere semplificata se si vuole imporre come desktop. oppure che si dica chiaramente: guardate, linux è un sistema per esperti, scordatevi un desktop semplice, puntiamo ai server. fine delle speranze.
        • gnulinux86 scrive:
          Re: Linux non è indipendente
          Forse stai poco bene, non capisco tutto il senso della tua manfrina, ti ripeto che su Jaunty FF3.5 è sui repository uffciali, altrimenti questo cose è per te:http://packages.ubuntu.com/jaunty/firefox-3.5Possibile che tu abbia difficoltà, a cercare su Aggiungi-Rimuovi Firefox 3.5, ti basta selezionarlo ed installarlo!? :|-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 17.39-----------------------------------------------------------
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 17.39
            --------------------------------------------------leggi bene il mio post.A parte il fatto che non è semplice come su windows, a me dopo l'upgrade non funzionava più un plug-in che non ha voluto saperne di ripartire, neppure togliendo la 3.0.Su windows invece tutto liscio.Ti faccio notare che la mia non è una campagna CONTRO linux o ubuntu ma a FAVORE di tale sistema, io vorrei SEMPLIFICARE certe cose per renderlo più fruibile. Quindi, per favore, non scorniamoci perchè siamo sulla stessa barca, credimi. A me di windows non frega nulla, sto solo parlando dell'ennesimo problema che ho avuto su quella che dovrebbe essere una delle distro più semplici da usare, caspita, ho tre macchine davanti a me (+ quelle virtualizzate), ci lavoro quasi in contemporanea, per me l'installazione di un software dovrebbe essere più semplice (installazione, non la configurazione). Poi se per te è tutto uguale o più semplice di windows tanto meglio, sarò un pò tardo io.
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            Su ciò che per te sia più facile o più difficile nulla da dire, ma se installi FF3.5 da repository ufficiali, non avrai problemi.
      • utente scrive:
        Re: Linux non è indipendente
        Secondo me l'esempio non è poi così sbagliato. Il gestore dei pacchetti visualizza un lungo elenco di pacchetti che si chiamano firefox 3.qualcosa e ho notato che i pacchetti che si chiamano firefox 3.1 contengono l'aggiornamento mentre quelli che si chiamano firefox 3.5 contengono altre cose e inoltre ci sono più pacchetti firefox 3.1 che contengono tutti l'aggiornamento a firefox 3.5 ma hanno nomi leggermente diversi, per chi come me è principiante di linux tutti questi pacchetti possono confondere mentre in windows, almeno in questo caso, è tutto molto più facile.Da quando uso ubuntu sono stato in parecchi forum dove si parla di linux e ne ho ricavato l'impressione che gli utilizzatori appassionati di questo sistema operativo considerino tutti gli altri utonti e se stessi un specie eletta e non riescano a concepire che la maggior parte degli utenti dei computer consideri queste macchine come un mezzo per raggiungere uno scopo e non gli importi nulla di avere il controllo assoluto del sistema ne di sapere nei minimi dettagli come funziona il sistema operativo, quello che importa alla gente è di avere uno strumento che sia facile da utilizzare e la shell, per quanto possa essere utile e comoda per gli esperti, non è certo intuitiva come un interfaccia grafica. E non capisco perché su questo forum chiunque esprima anche la più piccola delle critiche a linux o a windows deve per forza essere considerato un troll dal talebano di turno e non c'è mai nessuno che abbia un risposta costruttiva
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Linux non è indipendente
          - Scritto da: utente
          quello che importa
          alla gente è di avere uno strumento che sia
          facile da utilizzare e la shell, MA che palle con sta cagata della shell.Svegliatevi TROLLETTI non è + indispensabile da qualche anno.
          E
          non capisco perché su questo forum chiunque
          esprima anche la più piccola delle critiche a
          linux o a windows deve per forza essere
          considerato un troll dal talebano di turno e non
          c'è mai nessuno che abbia un risposta
          costruttivaDipende dalle obiezioni che si muovono.Se uno spara FUD, come quello della shell, è chiaro che non sta esponendo un problema vero, ma sta solo disturbando il forum.
        • gnulinux86 scrive:
          Re: Linux non è indipendente
          Non andiamo OT, l'utente Lemon, lamentava la difficoltà di passare a FF3.5 su Ubuntu 9.04, quando tale applicazione è disponibile tramite repository ufficiali:http://packages.ubuntu.com/jaunty/firefox-3.5Non c'è bisogno di utilizzare Synaptic per installarlo, basta cercare su Aggiungi-Rimuovi, scrivi Firefox3.5, trovi l'applicazione selezioni ed installi, non mi sembra difficile, oltre tutto, si può installare anche scaricando il pacchetto .deb:http://packages.ubuntu.com/jaunty/i386/firefox-3.5/downloadinstalli con 2 click.
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: gnulinux86
            Non andiamo OT, l'utente Lemon, lamentava la
            difficoltà di passare a FF3.5 su Ubuntu 9.04,
            quando tale applicazione è disponibile tramite
            repository
            ufficiali:

            http://packages.ubuntu.com/jaunty/firefox-3.5

            Non c'è bisogno di utilizzare Synaptic per
            installarlo, basta cercare su Aggiungi-Rimuovi,
            scrivi Firefox3.5, trovi l'applicazione selezioni
            ed installi, non mi sembra difficile, oltre
            tutto, si può installare anche scaricando il
            pacchetto
            .deb:

            http://packages.ubuntu.com/jaunty/i386/firefox-3.5
            installi con 2 click.Continua a far finta di non aver letto la seconda parte del mio post...e poi continua a pensare che sia la stessa cosa di un pc windows...vai così... linux sfonderà e MS fallirà, certo
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            Ma finta di cosa? Che nella seconda parte del post ti lamenti, perchè si chiama Shiretoko... ;)
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: gnulinux86
            Ma finta di cosa? Che nella seconda parte del
            post ti lamenti, perchè si chiama Shiretoko...
            ;)Si.E perchè non mi funziona più un plug-in che invece su windows mi continua a funzionare. Neppure reinstallandolo.Ma secondo te poi è normale che un utente si trovi il firefox 3.4 che si chiama Shiretoko? e quello dopo? hakazuma? non è che magari genera confusione agli utenti meno esperti? e perchè poi?
          • vardalo scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            Anche a me succede... ieri una macchina e' passata sopra una pozzanghera e mi ha schizzato.Maledetta Germania [era una volkswagen]
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            Non puoi portare la tua esperienza personale come verità assoluta, esempio io non ho avuto alcun problema installando FF3.5 dai repository ufficiali di Jaunty.Sul nome Shiretoko, è il nome in codice, come FF3.6 sarà Nomoroka.
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: gnulinux86
            Non puoi portare la tua esperienza personale come
            verità assoluta, esempio io non ho avuto alcun
            problema installando FF3.5 dai repository
            ufficiali di
            Jaunty.

            Sul nome Shiretoko, è il nome in codice, come
            FF3.6 sarà
            Nomoroka.Scusa ma non si tratta di verità assoluta ma di osservazione dei fatti. La cosa divertente è che se uno fa notare (come già l'ho fatto altre volte) delle cose che non sono proprio intuitive e funzionali e che forse rallentano la diffusione di linux, ti viene risposto che non c'è nessun problema, è colpa di MS se linux sta sempre lì. E ricordati che stiamo parlando di Ubuntu, una delle DECINE di distro ed è quella considerata la più semplice. Ma sicuramente anche per altre distro ci saranno passaggi semplici ed immediati per l'upgrade di un browser che si concluderà con due versioni, in una non c'è più scritto firefox ed ha pure il logo diverso. Ma è solo il mio punto di vista, non una verità assoluta, molti altri al mondo (per non dire la maggior parte) si troverà meglio così che con il doppio click di windows.
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            Ripeto, rispetto la tua opinione personale.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 agosto 2009 20.58-----------------------------------------------------------
          • anonimesso scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            L'utente Lemon, secondo me correttamente, portava un esempio per descrivere perchè, secondo lui, Linux non è ancora così "intuitivo" come altri dicono.Tu invece ti sei limitato al caso di FF, e non hai capito il senso del discorso. E su questo c'è poco da trollare...
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            Hai detto bene secondo lui, io non nulla contro le opinione personali della gente, ma ha fatto un esempio proprio sbagliato.
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: gnulinux86
            Hai detto bene secondo lui, io non nulla contro
            le opinione personali della gente, ma ha fatto un
            esempio proprio
            sbagliato.E tu sai farmene uno giusto? o forse per te è tutto perfetto e solo la pratica anticoncorrenziale di MS che blocca la diffusione di linux nei desktop?Il mio esempio non solo è giusto (fa vedere come ci sia una DIVERSITA' evidente ed oggettiva nella gestione di un semplice upgrade di uno dei software più usati al mondo), ma mette in evidenza anche l'ottusità di chi considera il dekstop linux perfetto. benissimo, allora teniamocelo così, tanto ormai è l'anno di linux e MS sta fallendo.
          • krane scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: Lemon
            - Scritto da: gnulinux86

            Hai detto bene secondo lui, io non nulla contro

            le opinione personali della gente, ma ha fatto

            un esempio propriosbagliato.
            E tu sai farmene uno giusto? o forse per te è
            tutto perfetto e solo la pratica
            anticoncorrenziale di MS che blocca la diffusione
            di linux nei desktop?Sicuramente da' il suo massiccio contributo.
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Lemon

            - Scritto da: gnulinux86


            Hai detto bene secondo lui, io non nulla
            contro


            le opinione personali della gente, ma ha fatto


            un esempio propriosbagliato.


            E tu sai farmene uno giusto? o forse per te è

            tutto perfetto e solo la pratica

            anticoncorrenziale di MS che blocca la
            diffusione

            di linux nei desktop?

            Sicuramente da' il suo massiccio contributo.Certo che lo fa, e lo faremmo pure tu ed io, il punto credo che sia questo: vuoi portargli via utenti? allora fagli vedere un desktop semplice e per certe cose simile (all'utente). Altrimenti che si dica chiaro: non si può fare perchè linux è profondamente diverso ed è l'utente che deve riassimilare certe informazioni, certi modi di operare ecc.Secondo me un utente normale, quello che usa il pc per fare quattro cose utili e il resto del tempo a smanettare, quando si vede lo "shirotoco" si confonde. Ma solo per fare un esempio. Perchè il problema non si ferma qui, tutto era partito dal fatto che un utente esperto di una distribuzione come la ubuntu rimane comunque legato ai repository, un utente windows invece si scarica un eseguibile il minuto dopo che è uscita una nuova release di qualsiasi software. Ma io questo l'ho scritto già altre volte e puntualmente trovo un muro di gomma: è tutto perfetto così. A me dei repository va bene l'1% di quello che di solito mi serve, normalmente ci sono versioni non aggiornate. Allora se posto di nagios3 che non funziona o sylog-ng fermo alla 2.qualcosa mi viene detto che non è software per tutti, se posto l'esempio di firefox va bene così, meglio averne 2, il nome diverso non è un problema...Per assurdo faccio prima una installazione vmware server che non c'è nei repository. Almeno in quel caso ha un senso andarsi a leggere forum blog e siti vari che spiegano come fare. E faccio notare che su windows una installazione di vmware server non ha le stesse istruzioni, basta un doppio click, ed in più ho pure lo strumento per la gestione dei network, taci che su ubuntu per adesso non devo mettere schede in bridge riservate o in nat, chissà cosa dovrò fare.. va bhè, qua è una mia congettura, vedrò come fare.
          • krane scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: Lemon
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Lemon


            - Scritto da: gnulinux86



            Hai detto bene secondo lui, io non nulla



            controle opinione personali della gente, ma



            ha fatto un esempio propriosbagliato.


            E tu sai farmene uno giusto? o forse per te è


            tutto perfetto e solo la pratica


            anticoncorrenziale di MS che blocca


            la diffusione di linux nei desktop?

            Sicuramente da' il suo massiccio contributo.

            Certo che lo fa, e lo faremmo pure tu ed io, il
            punto credo che sia questo: vuoi portargli via
            utenti? allora fagli vedere un desktop semplice e
            per certe cose simile (all'utente). Peche' sia semplice deve essere preinstallato, altrimenti che fai ? Gli dici una volta che sei riuscito ad installartelo e' semplice ?
            Altrimenti che si dica chiaro: non si può fare
            perchè linux è profondamente diverso ed è
            l'utente che deve riassimilare certe informazioni,
            certi modi di operare ecc.Non poi cosi' diverso una volta che cel'hai davanti, ma occorre che qualcuno te lo installi.
            Secondo me un utente normale, quello che usa il
            pc per fare quattro cose utili e il resto del
            tempo a smanettare, quando si vede lo "shirotoco"
            si confonde.Basta che chi lo installa lo rinomini, ma vedi che il problema e' di nuovo del preinstallato ?
            Ma solo per fare un esempio. Perchè
            il problema non si ferma qui, tutto era partito
            dal fatto che un utente esperto di una
            distribuzione come la ubuntu rimane comunque
            legato ai repository, un utente windows invece si
            scarica un eseguibile il minuto dopo che è uscita
            una nuova release di qualsiasi software. Non e' vero : chi ha linux puo' avere l'ultima versione da cvs con un Make / make install; l'equivalmente per windows e' molto molto piu' complicato.
            Ma io questo l'ho scritto già altre volte e
            puntualmente trovo un muro di gomma: è tutto
            perfetto così. A me dei repository va bene l'1%
            di quello che di solito mi serve, normalmente ci
            sono versioni non aggiornate. Allora se posto di
            nagios3 che non funziona o sylog-ng fermo alla
            2.qualcosa mi viene detto che non è software per
            tutti, se posto l'esempio di firefox va bene
            così, meglio averne 2, il nome diverso non è un
            problema...
            Per assurdo faccio prima una installazione vmware
            server che non c'è nei repository. Almeno in quel
            caso ha un senso andarsi a leggere forum blog e
            siti vari che spiegano come fare. E faccio notare
            che su windows una installazione di vmware server
            non ha le stesse istruzioni, basta un doppio
            click, ed in più ho pure lo strumento per la
            gestione dei network, taci che su ubuntu per
            adesso non devo mettere schede in bridge
            riservate o in nat, chissà cosa dovrò fare.. va
            bhè, qua è una mia congettura, vedrò come
            fare.Prova a scaricarti il .deb e farci doppio click.
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente


            Peche' sia semplice deve essere preinstallato,
            altrimenti che fai ? Gli dici una volta che sei
            riuscito ad installartelo e' semplice
            ?Per come la vedo io i produttori di hardware vendono pc con windows perchè è più richiesto, c'è più software, più sviluppatori, più business e tanto altro. Questi vantaggi compensano altri problemi come virus e instabilità (anche se devo dire che a livello di stabilità è da dopo il 98 che non ne vedo).Quindi non è sufficiente avere un prodotto TECNICAMENTE superiore quando dietro abbiamo 5-6 distro principali dove non puoi prendere un binario e farlo andare su tutte. Chi scrive software non è invogliato, questo almeno secondo la mia idea. Io ho sempre detto che è giustissima e sacrosanta la pluralità e le differenze tra distro e distro, però le cose qua sono due: o ci si mette il cuore in pace e linux rimane un prodotto ECCELLENTE ma di nicchia (che vuol dire server e pochi desktop), oppure ci si mette d'accordo su due o tre cosine e si rende più appetibile la portata. Per questo sostengo il pensiero della LSB.
            Prova a scaricarti il .deb e farci doppio click.adesso provo per quanto riguarda firefox.
          • krane scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: Lemon

            Peche' sia semplice deve essere preinstallato,

            altrimenti che fai ? Gli dici una volta che sei

            riuscito ad installartelo e' semplice ?
            Per come la vedo io i produttori di hardware
            vendono pc con windows perchè è più richiesto,Se la vedi cosi' ti e' semplicemente sfuggita un pezzo di storia dell'informatica, leggiti le sentenze dell'antitrust riguardo a microsoft soprattutto all'inizio, capirai che la situazione attuale e' una logica conseguenza.
            Quindi non è sufficiente avere un prodotto
            TECNICAMENTE superiore quando dietro abbiamo 5-6
            distro principali dove non puoi prendere un
            binario e farlo andare su tutte.Strano, maya va su tutte...

            Prova a scaricarti il .deb e farci doppio click.
            adesso provo per quanto riguarda firefox.Vai, facci sapere.
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Lemon



            Peche' sia semplice deve essere preinstallato,


            altrimenti che fai ? Gli dici una volta che
            sei


            riuscito ad installartelo e' semplice ?


            Per come la vedo io i produttori di hardware

            vendono pc con windows perchè è più richiesto,

            Se la vedi cosi' ti e' semplicemente sfuggita un
            pezzo di storia dell'informatica, leggiti le
            sentenze dell'antitrust riguardo a microsoft
            soprattutto all'inizio, capirai che la situazione
            attuale e' una logica
            conseguenza.
            Sei rimasto a 20 anni fa, se non c'era MS c'era OS/2 di IBM, linux dov'era?? dai, perfavore, ancora con ste storie.E dov'era google quando c'era altavista?e dov'era firefox quando c'era IE (stanno lì lì adesso...)e dov'era mysql quando c'era oracle, sybase ecc ecci prodotti VANTAGGIOSI da usare si affermano (non i migliori o i più belli), il resto sono chiacchere.

            Quindi non è sufficiente avere un prodotto

            TECNICAMENTE superiore quando dietro abbiamo 5-6

            distro principali dove non puoi prendere un

            binario e farlo andare su tutte.

            Strano, maya va su tutte...non conosco maya ed una rondine non fa primavera



            Prova a scaricarti il .deb e farci doppio
            click.

            adesso provo per quanto riguarda firefox.

            Vai, facci sapere.Ti faccio sapere:- vado sul sito ufficiale, che bello, mi riconosce il sistema come su windows, mi dice "scarica firefox 3.5", e vai!!! aspetta... è un tar.bz2.. poco importa, dopo ci trovo dentro un bel .deb e parte!!!!- ho scaricato, ci clicco sopra (prima di rassegnarmi ad una shell terminal, si apre il gestore archivi, lo estraggo su una cartella...- cosa eseguo? l'updater, il firefox-bin o firefox o run-mozilla script shell.... va bhè proviamo... bhè, con il doppio click non mi parte niente, apriamo il terminale- sudo ./run-mozilla.sh... Cannot execute... aspetta, non sono sicuro, io sicuramente non sono capace e bravo, guardiamo su Google- http://ubuntuforums.org/showthread.php?t=1208463da là passo qua: http://tuxarena.blogspot.com/2009/07/how-to-install-firefox-35-in-ubuntu-904.htmlquindi mi devo fare una cartella e mettere il contenuto estratto, cioè, è già quello il programma? e mi fa l'upgrade del 3.0?.... non sono proprio convinto..scusate.. è troppo semplice per me, ho solo 8 anni e non sono un esperto di informatica, mi aiutate a trovare il .deb???grazie
          • krane scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: Lemon
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Lemon



            Peche' sia semplice deve essere



            preinstallato, altrimenti che fai ? Gli



            dici una volta che sei riuscito



            ad installartelo e' semplice ?


            Per come la vedo io i produttori di hardware


            vendono pc con windows perchè è più richiesto,

            Se la vedi cosi' ti e' semplicemente sfuggita un

            pezzo di storia dell'informatica, leggiti le

            sentenze dell'antitrust riguardo a microsoft

            soprattutto all'inizio, capirai che la

            situazione attuale e' una logica conseguenza.
            Sei rimasto a 20 anni fa, se non c'era MS c'era
            OS/2 di IBM, linux dov'era?? dai, perfavore,
            ancora con ste storie.Guarda che il passato e' cio' che ha creato il presente.
            E dov'era google quando c'era altavista?
            e dov'era firefox quando c'era IE (stanno lì lì
            adesso...)
            e dov'era mysql quando c'era oracle, sybase ecc
            eccScoprilo, capirai molte cose...
            i prodotti VANTAGGIOSI da usare si affermano
            (non i migliori o i più belli), il resto sono
            chiacchere.Nel mondo ideale forse, in quello reale c'e' la pubblicita'.


            Quindi non è sufficiente avere un prodotto


            TECNICAMENTE superiore quando dietro abbiamo


            5-6 distro principali dove non puoi prendere


            un binario e farlo andare su tutte.

            Strano, maya va su tutte...
            non conosco maya ed una rondine non fa primaveraOk, praticamente tutti i programmi commerciali professionali usati normalmente negli istituti di ricerca e nei laboratori non hanno problemi di distribuzione.



            Prova a scaricarti il .deb e farci doppio



            click.


            adesso provo per quanto riguarda firefox.

            Vai, facci sapere.
            Ti faccio sapere:

            - vado sul sito ufficiale, che bello, mi
            riconosce il sistema come su windows, mi dice
            "scarica firefox 3.5", e vai!!! aspetta... è un
            tar.bz2.. poco importa, dopo ci trovo dentro un
            bel .deb e parte!!!!
            - ho scaricato, ci clicco sopra (prima di
            rassegnarmi ad una shell terminal, si apre il
            gestore archivi, lo estraggo su una
            cartella...
            - cosa eseguo? l'updater, il firefox-bin o
            firefox o run-mozilla script shell.... va bhè
            proviamo... bhè, con il doppio click non mi parte
            niente, apriamo il terminale
            - sudo ./run-mozilla.sh... Cannot execute...
            aspetta, non sono sicuro, io sicuramente non sono
            capace e bravo, guardiamo su
            Google


            - http://ubuntuforums.org/showthread.php?t=1208463

            da là passo qua:

            http://tuxarena.blogspot.com/2009/07/how-to-instal

            quindi mi devo fare una cartella e mettere il
            contenuto estratto, cioè, è già quello il
            programma? e mi fa l'upgrade del 3.0?.... non
            sono proprio
            convinto..

            scusate.. è troppo semplice per me, ho solo 8
            anni e non sono un esperto di informatica, mi
            aiutate a trovare il
            .deb???
            grazieOpsss... Ho controllato, tasto destro sul .deb : apri con gestore archivi...Prova con un Mac, due tasti forse per te sono troppi.
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente


            Guarda che il passato e' cio' che ha creato il
            presente.la penso anche io così, ed il presente costruirà il futuro... decidi tu a cosa attaccarti


            E dov'era google quando c'era altavista?

            e dov'era firefox quando c'era IE (stanno lì lì

            adesso...)

            e dov'era mysql quando c'era oracle, sybase ecc

            ecc

            Scoprilo, capirai molte cose...
            dimmelo tu, postami un link se non hai voglia. Io ti ho fatto esempi di prodotti che si sono affermati in barba a chi c'era prima ed anche se in posizione dominante (guarda firefox)

            i prodotti VANTAGGIOSI da usare si affermano

            (non i migliori o i più belli), il resto sono

            chiacchere.

            Nel mondo ideale forse, in quello reale c'e' la
            pubblicita'.
            e nel mondo dei perdenti c'è il complottismo, il dare sempre la colpa agli altri del proprio insucXXXXX e il non saper imparare dai propri errori



            Quindi non è sufficiente avere un prodotto



            TECNICAMENTE superiore quando dietro abbiamo



            5-6 distro principali dove non puoi prendere



            un binario e farlo andare su tutte.


            Strano, maya va su tutte...


            non conosco maya ed una rondine non fa primavera

            Ok, praticamente tutti i programmi commerciali
            professionali usati normalmente negli istituti di
            ricerca e nei laboratori non hanno problemi di
            distribuzione.
            ok, ma così in pratica stai dicendo che se dietro ci sono grandi aziende e software commerciali allora si può fare qualcosa di più semplice, altrimenti no. E poi una domanda: non è che dentro i software che citi ci siano vari file di installazione in base alla distro usata? o script più evoluti, più completi.




            Prova a scaricarti il .deb e farci doppio




            click.



            adesso provo per quanto riguarda firefox.


            Vai, facci sapere.

            Ti faccio sapere:



            - vado sul sito ufficiale, che bello, mi

            riconosce il sistema come su windows, mi dice

            "scarica firefox 3.5", e vai!!! aspetta... è un

            tar.bz2.. poco importa, dopo ci trovo dentro un

            bel .deb e parte!!!!


            - ho scaricato, ci clicco sopra (prima di

            rassegnarmi ad una shell terminal, si apre il

            gestore archivi, lo estraggo su una

            cartella...


            - cosa eseguo? l'updater, il firefox-bin o

            firefox o run-mozilla script shell.... va bhè

            proviamo... bhè, con il doppio click non mi
            parte

            niente, apriamo il terminale


            - sudo ./run-mozilla.sh... Cannot execute...

            aspetta, non sono sicuro, io sicuramente non
            sono

            capace e bravo, guardiamo su

            Google





            -
            http://ubuntuforums.org/showthread.php?t=1208463



            da là passo qua:




            http://tuxarena.blogspot.com/2009/07/how-to-instal



            quindi mi devo fare una cartella e mettere il

            contenuto estratto, cioè, è già quello il

            programma? e mi fa l'upgrade del 3.0?.... non

            sono proprio

            convinto..



            scusate.. è troppo semplice per me, ho solo 8

            anni e non sono un esperto di informatica, mi

            aiutate a trovare il

            .deb???


            grazie

            Opsss... Ho controllato, tasto destro sul .deb :
            apri con gestore
            archivi...

            Prova con un Mac, due tasti forse per te sono
            troppi.non ho un mac, non ancora... là si è che molto più semplice.Scusa, ti ripeto la domanda intanto, dove trovo il .deb?? ers dentro la cartella? non l'ho visto, dopo vado a vedere.In ogni caso ho appena installato il firefox du un netbook con xp home, ho fatto la stessa cosa che ho provato per ubuntu e non ci ho messo molto a scaricarmi un eseguibile corretto e pronto da usare.Io ho dimostrato più volte che non è immediata la cosa come ve la cantate qua in quattro persone, ho fatto le stesse identiche cose che farebbe un utente medio e cioè cercare su google firefox e cercaredi scaricarsi un upgrade. Possiamo raccontarcela finchè vuoi e potete prendermi in giro e tentare di offendermi, i fatti parlano chiaro.In ogni caso cercherò e proverò il .deb e tornerò a postarti il risultato, io non ho problemi ad affrontare il discorso con delle prove pratiche che mi possano far ricredere.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            - Scritto da: Lemon
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Lemon


            - Scritto da: gnulinux86



            Hai detto bene secondo lui, io non nulla

            contro



            le opinione personali della gente, ma ha
            fatto



            un esempio propriosbagliato.




            E tu sai farmene uno giusto? o forse per te è


            tutto perfetto e solo la pratica


            anticoncorrenziale di MS che blocca la

            diffusione


            di linux nei desktop?



            Sicuramente da' il suo massiccio contributo.

            Certo che lo fa, e lo faremmo pure tu ed io, il
            punto credo che sia questo: vuoi portargli via
            utenti? allora fagli vedere un desktop semplice e
            per certe cose simile (all'utente).Abbiamo capito che per te semplice=identico a windows.Io e molti altri non concordiamo.Semplice è una cosa, identico a windows è un'altra, spesso di verso opposto.E' inutile che ti ostini a ripetere "linux difficle in quanto diverso da windows", è na XXXXXXXta, datti pace. Altrimenti
            che si dica chiaro: non si può fare perchè linux
            è profondamente diverso ed è l'utente che deve
            riassimilare certe informazioni, certi modi di
            operare
            ecc.Quando invece di guidare la macchina guidi la moto, sebbene sia sostanzialmente la stessa cosa certe informazioni e modi di operare vanno riassimilati.Le moto, tra l'altro, sono diventate nel tempo sempre + "facili", cambio automatico, frenata ripartita automaticamente, abs, etc. ma se tu dici "le moto sono ostiche perchè non hanno il volante" allora non sappiamo proprio cosa risponderti.
            Secondo me un utente normale,un "utente normale" non significa "uno che ha imparato i 4 click di windows a memoria".Datti pace, te lo ripeto. quello che usa il
            pc per fare quattro cose utili e il resto del
            tempo a smanettare, quando si vede lo "shirotoco"
            si confonde. Ma solo per fare un esempio. Perchè
            il problema non si ferma qui, tutto era partito
            dal fatto che un utente esperto di una
            distribuzione come la ubuntu rimane comunque
            legato ai repository, un utente windows invece si
            scarica un eseguibile il minuto dopo che è uscita
            una nuova release di qualsiasi software.Peccato che anche questa sia una fesseria.Perchè? è semplicemente falso quello che dici.Un utente ubuntu + o - esperto che sia, usa i repository (che sono straordinariamente comodi) oppure si cerca, scarica e lancia i .deb (proprio come con windows così la smetti di frignare), poi ci sono gli rpm e bla bla bla, insomma meno di windows non c'è nullo, in + invece si.
            Ma io
            questo l'ho scritto già altre volte e
            puntualmente trovo un muro di gomma: è tutto
            perfetto così.Perchè le tue obiezioni sono prive di senso.
            A me dei repository va bene l'1%
            di quello che di solito mi serve, normalmente ci
            sono versioni non aggiornate. Cerca e scarica i deb o gli rpm, così il meccanismo è simile a windows e la pianti di frignare, che problema c'è?
            se posto l'esempio di firefox va bene
            così, meglio averne 2, il nome diverso non è un
            problema...Se tu vuoi vedere problemi dove non ci sono a tutti i costi, non puoi pretendere che ti si venga dietro.
            Per assurdo faccio prima una installazione vmware
            server che non c'è nei repository. Almeno in quel
            caso ha un senso andarsi a leggere forum blog e
            siti vari che spiegano come fare.Non capisco perchè cerchi di spacciarti per espertone informatico e poi te ne vai in panico usando synaptic o simili che sono così banali nell'utilizzo che lo puo' fare anche un bambino di 8 anni, davvero.
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente


            Abbiamo capito che per te semplice=identico a
            windows.Non esattamente. Per me semplice vuol dire veloce almeno quanto windows e senza problemi derivati. Ma ti dirò di più: per quel che mi riguarda i repository mi andrebbero benissimo, strabene, anche MEGLIO di windows... solo che non trovo la roba aggiornata! E poi, facendo un passo indietro, siamo partiti dall'idea dell'indipendenza, essere legati ai repository per installarsi un software vuol dire dipendere da qualcuno che lo deve adattare/testare per la nostra distro DOPO che il sorgente viene rilasciato. Quindi, innanzi tutto, scordiamoci di facilitare la vita a chi distribuisce closed (altre vantaggio enorme che continua ad avere windows) che dovrà rompersi i maroni per testare anche la più piccola utility su 5-6 delle distro principali. Questo scoraggia chi scrive software, anche i famosi driver che i più accesi sostenitori dicono compatibili per tutte le distribuzioni del mondo (tanto è linux), ma tu ci pensi a tutte quelle mini applicazioni che i driver si portano dietro? adesso anche la stampante da 30 euro il programmino che ti dice il livello inchiostri e ti pilota la pulizia testine ecc... ma tu dimmi se un produttore è incoraggiato a sviluppare un driver per linux, se gli va bene gli funzionerà sull'unica distribuzione per la quale lo ha scritto, se poi ad uno gli viene in mente di cambiare da gnome a kde buonanotte... ma forse sono mie fantasie, del resto non ho mai provato a fare andare varie utility su varie distro linux... o forse sono ignorante... chissà.

            E' inutile che ti ostini a ripetere "linux
            difficle in quanto diverso da windows", è na
            XXXXXXXta, datti
            pace.

            mi darò pace quando non sentirò più "linux non si diffonde per colpa di MS", ci stiamo mangiano un'occasione per chi non è in grado di metter da parte la fede per vedere la realtà

            Quando invece di guidare la macchina guidi la
            moto, sebbene sia sostanzialmente la stessa cosa
            certe informazioni e modi di operare vanno
            riassimilati.
            Le moto, tra l'altro, sono diventate nel tempo
            sempre + "facili", cambio automatico, frenata
            ripartita automaticamente, abs, etc. ma se tu
            dici "le moto sono ostiche perchè non hanno il
            volante" allora non sappiamo proprio cosa
            risponderti.
            Non diciamo sciocchezze perfavore. Per quel che mi riguarda la macchina e la moto sono due cose ben differenti, se da domani tutti i motociclisti (una minoranza) si mettessero a dire "la moto è meglio della macchina" allora si che gli romperei i maroni come li sto rompendo a te, a gnulinux86 e compagnia bella, perchè ti direi "guarda bello che la moto non è come la macchina, sono due cose differenti e se vuoi che i motociclisti un domani siano più degli automobilisti devi risolvere alcuni problemi, tipo on fargli prendere la pioggia ed il freddo e non farli scivolare sotto i guardarail"... è questo che sto dicendo per quanto riguarda linux e windows, non sto dicendo che linux non mi iace, dico che bisogna risolvere dei problemi, personalmente ho sempre sostenuta la LSB.

            Secondo me un utente normale,

            un "utente normale" non significa "uno che ha
            imparato i 4 click di windows a
            memoria".
            Datti pace, te lo ripeto.

            Ad oggi un utente normale è il 90% possessore di windows quindi "normale" è doppio click. Se vuoi convincerlo che è meglio altro o glielo fai fare con un click solo o gli devi fare vedere che è molto ma molto ma molto meglio farlo con 4.

            Peccato che anche questa sia una fesseria.
            Perchè? è semplicemente falso quello che dici.
            Un utente ubuntu + o - esperto che sia, usa i
            repository (che sono straordinariamente comodi)
            oppure si cerca, scarica e lancia i .deb (proprio
            come con windows così la smetti di frignare), poi
            ci sono gli rpm e bla bla bla, insomma meno di
            windows non c'è nullo, in + invece
            si.
            Non hai letto gli altri post. Intanto sono qua davati ed ho fatto partire il mio firefox su ubuntu 9.04 con diritti superuser per vedere (così, per curiosità) se mi avvisa della nuova release, questo per rispondere ad un altro utente. E' passata quasi un'ora ed ancora nulla...tra poco mi provo il .deb, vediamo cosa succede, se aspetti ti posto più tardi il risultato.

            Ma io

            questo l'ho scritto già altre volte e

            puntualmente trovo un muro di gomma: è tutto

            perfetto così.

            Perchè le tue obiezioni sono prive di senso.
            Certo, hanno senso le tue NON-obiezioni

            A me dei repository va bene l'1%

            di quello che di solito mi serve, normalmente ci

            sono versioni non aggiornate.

            Cerca e scarica i deb o gli rpm, così il
            meccanismo è simile a windows e la pianti di
            frignare, che problema
            c'è?
            Qual'è? che in quasi tutte le occasioni che l'ho fatto non andava su un bel niente, in certe distro ti mette i file in sbin, in altre sotto var, in altre non trovi i file di configurazione... guarda, a me di liscio ha funzionato solo i repository di ubuntu ed a volte neppure quelli (nagios3)

            se posto l'esempio di firefox va bene

            così, meglio averne 2, il nome diverso non è un

            problema...

            Se tu vuoi vedere problemi dove non ci sono a
            tutti i costi, non puoi pretendere che ti si
            venga
            dietro.
            infatti, pretesa assurda, io scemo che mi ostino.
            Non capisco perchè cerchi di spacciarti per
            espertone informatico e poi te ne vai in panico
            usando synaptic o simili che sono così banali
            nell'utilizzo che lo puo' fare anche un bambino
            di 8 anni,
            davvero.vmware non mi risulta ci sia nei repository altrimenti l'avrei volentieri installato in quel modo. non mi sembra di aver detto che synaptic non funzioni o che non si riesce ad usare, ho detto che trovi software non sempre aggiornato... allora vediamo, aspetta.. aperto... ricarica... ricerca veloce syslog-ng.. trovato, fantastico... versione 2.0.9-4.1 ottimo, vediamo cosa c'è nel sito dello sviluppatore: la 3.0.4.. ma si che importa, è passato solo meno di un anno ed un numero di versione dalla 2.0.9-4.1 e poi cosa vuoi che ne capisca io, ho solo 8 anni e non sono un espertone di informatica come il mio interlocutorePS: ad onor del vero syslog-ng l'ho installato senza problemi scaricandomi un .deb dal sito e senza problemi dopo.
          • advange scrive:
            Re: Linux non è indipendente

            Non esattamente. Per me semplice vuol dire veloce
            almeno quanto windows e senza problemi derivati.
            Ma ti dirò di più: per quel che mi riguarda i repository mi andrebbero benissimo, strabene,
            anche MEGLIO di windows... solo che non trovo la roba aggiornata!Riordiniamo le idee: premetto che con il discorso aggiornamento FF potrei essere d'accordo con te (anche se non vedo un utente normale che CORRE a scaricarsi l'ultima versione di FF).Nei repo non trovi la roba aggiornata: è una politica di UBUNTU; SW sicuri anche se non con l'ultima feature. Altrimenti puoi usare repo non ufficiali; altrimenti puoi non usare i repo (deb al posto degli exe). Non vedo il problema
            E poi, facendo un passo
            indietro, siamo partiti dall'idea
            dell'indipendenza, essere legati ai repository
            per installarsi un software vuol dire dipendere [...]Se vuoi usarli è una facilitazione: altrimenti ignorali.
            Quindi, innanzi tutto, scordiamoci di
            facilitare la vita a chi distribuisce closed
            (altre vantaggio enorme che continua ad avere
            windows) che dovrà rompersi i maroni per testare
            anche la più piccola utility su 5-6 delle distro principali.Che c'entro i repo con chi distribuisce il closed? Che c'entrano i repo con le 5-6 distro? Che poi, quante saranno queste "distro principali"? Alla fine, nel bene e nel male, Ubuntu basta e avanza.
            Questo scoraggia chi scrive software,
            anche i famosi driver che i più accesi
            sostenitori dicono compatibili per tutte le
            distribuzioni del mondo (tanto è linux), ma tu ci
            pensi a tutte quelle mini applicazioni che i
            driver si portano dietro?Quindi ritorniamo al SW, non trovi?
            ma tu dimmi se un produttore è
            incoraggiato a sviluppare un driver per linux, se
            gli va bene gli funzionerà sull'unica
            distribuzione per la quale lo ha scrittoNon capisco l'ironia: se gli andrà male, semmai..
            se poi ad uno gli viene in mente di cambiare da gnome a
            kde buonanotte... ma forse sono mie fantasie, del
            resto non ho mai provato a fare andare varie
            utility su varie distro linux... o forse sono ignorante... chissà.Perdonami la schiettezza: se scrivi per KDE funziona anche per GNOME (bastano le QT) e viceversa (vedi GTK). Se uno decide di cambiare DE all'improvviso sarà impazzito? Non vedo altre spiegazioni.
            mi darò pace quando non sentirò più "linux non si
            diffonde per colpa di MS", ci stiamo mangiano
            un'occasione per chi non è in grado di metter da
            parte la fede per vedere la realtàNon vedo cosa c'entri
            Non diciamo sciocchezze perfavore. Per quel che
            mi riguarda la macchina e la moto sono due cose
            ben differenti, [...]il succo del messaggio è: Linux è diverso da Windows, non cerchiamo di fare con Linux ciò che facciamo con Win (e viceversa); idem se parliamo di Mac.
            Ad oggi un utente normale è il 90% possessore di
            windows quindi "normale" è doppio click. Se vuoi
            convincerlo che è meglio altro o glielo fai fare
            con un click solo o gli devi fare vedere che è
            molto ma molto ma molto meglio farlo con 4.IMHO è quello che succede con i repo: degli aggiornamenti di sicurezza del SW se ne occupa l'OS; molto meglio che affidarci all'utente. Poi Ubuntu ha una politica che possiamo definire discutibile secondo cui ad oggi sulla 9.04 non troviamo OO 3.1 o FF 3.5, mentre gli stessi produttori lo considerano un normale aggiornamento; e su questo possiamo ragionare.
            Qual'è? che in quasi tutte le occasioni che l'ho
            fatto non andava su un bel niente, in certe
            distro ti mette i file in sbin, in altre sotto
            var, in altre non trovi i file di
            configurazione... guarda, a me di liscio ha
            funzionato solo i repository di ubuntu ed a volte
            neppure quelli (nagios3)Questa obiezione è giusta: almeno che la struttura dei file sia uguale in tutte le distro dovrebbe essere la normalità; d'altro canto non vedo cosa c'entri questo con l'utente normale...
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            Neanche Os X è perfetto.Vuoi sapere cosa si dovrebbe migliorare nel mondo Linux, secondo me!?Evitare un ulteriore, frammentazione, unire le forze e collaborare tra communità, come sta accadendo tra Debian/Ubuntu, allungare i tempi di sviluppo delle distro(6 mesi per l'intero sviluppo sono pochi, 6 mesi andrebbero bene dopo il freeze del distro), offire un supporto più lungo come accade per le LTS di Ubuntu, curare maggiormente l'aspetto grafico, migliorare ulteriormente l'usabilità, maggiori accordi commerciali, maggior marketing.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 agosto 2009 21.13-----------------------------------------------------------
          • Lemon scrive:
            Re: Linux non è indipendente
            Modificato dall' autore il 28 agosto 2009 21.13
            --------------------------------------------------XXXXX miseria... 3 giorni di storie ed alla fine siamo d'accordo!?straquoto quello che hai scritto.Mi andrebbero bene anche i 6 mesi di Ubuntu basta che non portino incompatibilità ed errori tra una versione e l'altra, lo dico perchè penso che farebbe "figo" avere un sistema aggiornato ogni 6 mesi, più per motivi di "marketing" che tecnici
      • Axel scrive:
        Re: Linux non è indipendente
        Grazie, sul portatile, ho ubuntu 9.04, ho installato firefox 3.5, da aggiungi/rimuovi, come da consiglio, senti, sul fisso ho la 8.04. lts, posso installare tramite il pacchetto deb che hai linkato tu, o ci sono problemi?
  • reXistenZ scrive:
    ho letto con interesse ma
    pensavo si parlasse di interfacce come da titolo...
    • vardalo scrive:
      Re: ho letto con interesse ma
      dai unisci al flammone :-)
      • reXistenZ scrive:
        Re: ho letto con interesse ma
        - Scritto da: vardalo
        dai unisci al flammone :-)Sarà flammone ma mi sembra abbiano ragione. :)
        • vardalo scrive:
          Re: ho letto con interesse ma
          Son quattro pagine di posts piu' un articolo!!! Chi ha ragione dimmelo! Non puoi tenere la cosa per te, ed io?dimmi chiiiiii:'(
          • reXistenZ scrive:
            Re: ho letto con interesse ma
            - Scritto da: vardalo
            Son quattro pagine di posts piu' un articolo!!!
            Chi ha ragione dimmelo! Non puoi tenere la cosa
            per te, ed
            io?

            dimmi chiiiiii:'(Vedihttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=2696729&m=2698209#p2698209e relative risposte
          • vardalo scrive:
            Re: ho letto con interesse ma
            Ah! io pensavo che fosse acquisito da tutti che fosse un flame bait stupidity fire battle, altrimenti cosa si verrebbe a fare oggigiorno su PI?E' piu' facile trovare una discussione interessante digitando alla cieca su un motore di ricerca.Qui e' la ricreazione
  • samu scrive:
    non e' proprio cosi'
    se e' vero che linux non puo' essere identificato con un'azienda o una singola persona vi sono pero' poche persone che potrebbero inficiarne il futuro o muoverlo verso una direzione o un'altra.Linus Torvald ad esempio, potrebbe inserire o cambiare le politiche del kernel, il fatto che abbia permesso a singoli moduli del kernel di essere sotto licenza proprietaria ha permesso a molte aziende di rilasciare driver proprietari per le proprie periferiche; un esempio per tutti nvidia e ati che di conseguenza hanno aiutato a fare i primi passi verso il mercato desktop.Sempre per rimanere sul mercato desktop, altra comunita' importante e' quella di freedesktop alla quale fanno riferimento gnome e kde per un'interoperabilita'; gia' in passato delle scelte sbagliate hanno compromesso la sicurezza del sistema totale (cercate in rete "come fare un virus per linux in pochi passi").Altro personaggio critico e' il fondatore di ubuntu visto che il mercato desktop per linux e' mantenuto principalmente dalla sua distribuzioneSul futuro del desktop non so quanto abbia senso parlare di cloud computing visto che al momento e' una soluzione piu' rivolta a grosse ditte che a privati, ne e' possibile pensare dove andremo a finire: la tanto famosa convergenza: palmare,pc,cellulare tutto assieme e' ancora lontana e di sicuro dipende oltre che dalla tecnologia (che gia' esiste) anche dalle scelte delle grosse ditte sia di telefonia che di gestione della rete, in italia il traffico dati e' ancora carissimo e questo blocca lo sviluppo e l'acquisto di prodotti in tal senso.
    • MAH scrive:
      Re: non e' proprio cosi'
      Google può farlo,e vedrete che presto farà piazza pulita dei DE attuali
      • pabloski scrive:
        Re: non e' proprio cosi'
        veramente google vuol far piazza pulita del pc come lo conosciamo noi
        • MAH scrive:
          Re: non e' proprio cosi'

          veramente google vuol far piazza pulita del pc
          come lo conosciamo
          noiAh ok, un altro fallimento quindi,la gente NON VUOLE innovazioni.
          • pabloski scrive:
            Re: non e' proprio cosi'
            quindi l'iphone sarebbe dovuto fallire
          • MAH scrive:
            Re: non e' proprio cosi'
            L'iphone è essenzialmente hardware nuovo,non software nuovo.
          • Yellow scrive:
            Re: non e' proprio cosi'
            - Scritto da: MAH
            L'iphone è essenzialmente hardware nuovo,
            non software nuovo.Strano, ma prima non potevo trovare iphoneOS in circolazione.Ok arriva da OS X, ma non è proprio identico identico.
          • MAH scrive:
            Re: non e' proprio cosi'
            Mi sembra una OVVIETA' che se c'è HARDWARE di nuova concezione ci sarà anche software adeguato.Ma la cosa che da' la spinta è l'HARDWARE di nuova concezione, non il software, che è una conseguenza.Quando si dice che Google cambierà il modo di vedere i pc,senza che questo cambiamento sia dovuto a un cambiamento improvviso dell'hardware...beh, questo mi sembra DEL TUTTO un altro paio di maniche.
          • Yellow scrive:
            Re: non e' proprio cosi'
            - Scritto da: MAH
            Mi sembra una OVVIETA' che se c'è HARDWARE di
            nuova concezione ci sarà anche software
            adeguato.
            Ma la cosa che da' la spinta è l'HARDWARE di
            nuova concezione, non il software, che è una
            conseguenza.
            Strano nella fattispecie dell'iphone sembra quasi il contrario...senza OS ad hoc non c'era il prodotto anche se lhw era già sul mercato.
          • pabloski scrive:
            Re: non e' proprio cosi'
            in ogni caso è un'innovazione e la gente lo usa per navigare ad esempio, cosa prima appannaggio dei pcquindi sul fallimento di google e del cloud ci andrei cautogoogle ti propinerà un pc e un os usabili e mantenibili quasi automaticamente e a quel punto ci sarà il motivo per passare a questo nuovo sistema
          • Fabio scrive:
            Re: non e' proprio cosi'
            niente e' fallito finche' non succede ;)iPhone non e' mica una novita'. Palm lo faceva da "secoli".Palm ha sbagliato il marketing. Apple no.Ma non dite che l'iPhone e' una novita' -.-
          • Yellow scrive:
            Re: non e' proprio cosi'
            - Scritto da: Fabio
            niente e' fallito finche' non succede ;)

            iPhone non e' mica una novita'. Palm lo faceva da
            "secoli".
            Palm ha sbagliato il marketing. Apple no.
            Ma non dite che l'iPhone e' una novita' -.-L'importante è che tu ci creda....
          • nome e cognome scrive:
            Re: non e' proprio cosi'


            iPhone non e' mica una novita'. Palm lo faceva
            da

            "secoli".

            Palm ha sbagliato il marketing. Apple no.

            Ma non dite che l'iPhone e' una novita' -.-

            L'importante è che tu ci creda....L'importante (per Apple) è che tu non ci creda... lui è sano di mente, tu sei un (potenziale) cliente.
  • Enjoy with Us scrive:
    Il futuro è Linux!
    Inutile girarci intorno I PC rappresentano solo una frazione del mercato IT, la quantità di dispositivi che montano Linux in una delle sue varie invcarnazioni già oggi è di granlunga superiore alla diffusione dei SO di Microsoft o Apple, perchè mai in futuro lo stesso non dovrebbe accadere anche per i PC?
    • MAH scrive:
      Re: Il futuro è Linux!
      Perché sono le applicazioni il vero problema di Linux.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Il futuro è Linux!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Inutile girarci intorno I PC rappresentano solo
      una frazione del mercato IT, la quantità di
      dispositivi che montano Linux in una delle sue
      varie invcarnazioni già oggi è di granlunga
      superiore alla diffusione dei SO di Microsoft o
      Apple, perchè mai in futuro lo stesso non
      dovrebbe accadere anche per i
      PC?Perchè lo scopo di un router è diverso da quello di un desktop. Dove serve interazione con l'utente si mette windows... dove non serve si può mettere linux risparmiando qualcosa.
      • Yellow scrive:
        Re: Il futuro è Linux!
        - Scritto da: nome e cognome

        Perchè lo scopo di un router è diverso da quello
        di un desktop.

        Dove serve interazione con l'utente si mette
        windows... dove non serve si può mettere linux
        risparmiando
        qualcosa.Che scritta così non vuol dire nulla...altrimenti dovrei trovarmi windows su tutti i dispositivi che richiedono iterazione con l'utente ma non è sempre così.
        • pabloski scrive:
          Re: Il futuro è Linux!
          vero, su un navigatore satellitare rischieresti solo di volare giù da un cavalcavia :Dwindows può andar bene per i pc, ma le altre macchine richiedono maggiore determinismo da parte dell'OS
          • nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è Linux!

            windows può andar bene per i pc, ma le altre
            macchine richiedono maggiore determinismo da
            parte
            dell'OSEd è per quello che c'è windows CE. Non ci metti nemmeno imbutu su un navigatore, dove servono i sistemi realtime si mettono quelli, cosi' come nessuno sano di mente userebbe QNX su un desktop.
          • pabloski scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            primo windows ce non è realtimesecondo linux non è ubuntu e infatti in molte appliances e device embedded troviamo linux, perchè oltretutto esiste una versione realtime di linuxcome al solito sfoggi la tua colossale ignoranza
          • nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            - Scritto da: pabloski
            primo windows ce non è realtimeNon ti stanchi mai di sparare sciocchezze?http://www.windowsfordevices.com/c/a/Windows-For-Devices-Articles/Realtime-determinism-in-Windows-CE-MSDN/Visto che immagino non avrai voglia di leggere e capire tutto salta subito alle conclusioni.Oppure puoi leggere http://en.wikipedia.org/wiki/Microsoft_Windows_CEAnche quiWindows CE conforms to the definition of a real-time operating system, with a deterministic interrupt latency. From version 3 and onward, the system supports 256 priority levels[4] and uses priority inheritance for dealing with priority inversion. The fundamental unit of execution is the thread. This helps to simplify the interface and improve execution time."We were very pleased with the real time response of Windows CE 3.0 and Windows CE"
            secondo linux non è ubuntu e infatti in molte
            appliances e device embedded troviamo linux,
            perchè oltretutto esiste una versione realtime di
            linuxE io che ho detto? Non ci metti imbutu sui dispositivi... ci metti un kernel realtime, cosi' come non ci metti windows ma windows CE.
            come al solito sfoggi la tua colossale ignoranzaQuando poi ti smerdo con i link incornici i messaggi per ricordarti delle colossali figuracce o semplicemente fai finta di nulla e dimentichi?
          • pabloski scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            - Scritto da: nome e cognome
            Non ti stanchi mai di sparare sciocchezze?
            dovresti leggerle e capirle le cose prima di posta link a casaccio
            http://www.windowsfordevices.com/c/a/Windows-For-D
            questo articolo dice semplicemente che è possibile tramite esecuzione di singoli task e tuning del sistema ottenere performance prossime al realtimel'hard realtime invece richiede modifiche alle politiche di scheduling che windows non ha mai supportato
            http://en.wikipedia.org/wiki/Microsoft_Windows_CE
            inutile postare link a casacciovisto che ti piacciono tanto guarda quihttp://www.codeproject.com/KB/system/RealTimeModule.aspxhttp://www.windowsfordevices.com/c/a/News/Achieving-hard-realtime-on-Windows-XP-XP-Embedded/come vedi dall'ultimo link si tratta di un set di driver che monopolizzano la cpu e implementano uno scheduler nested che permette il soft realtimeinoltre questa cosa si può fare solo con windows ce, ma su xp e soci è impossibile stare sotto i 450ms per cui non raggiunge l'obiettivo del realtime ( nè hard nè soft )
            Windows CE conforms to the definition of a
            real-time operating system, with a deterministic
            interrupt latency. From version 3 and onward, thepeccato che sia deterministica solo la latenza degli interrupt, cosa che peraltro esiste in linux da un bel pòti consiglio di dare una bella lettura qui http://www.qnx.com/developers/docs/6.3.2/neutrino/sys_arch/kernel.html#SCHEDULING per capire quali caratteristiche sono necessari per un os veramente realtime
            system supports 256 priority levels[4] and uses
            priority inheritance for dealing with priority
            inversion. The fundamental unit of execution islivelli di priorità non implica che siano implementate delle deadline per l'esecuzione dei thread
            the thread. This helps to simplify the interface
            and improve execution
            time.
            improve non vuol dire che riuscirà a chiudere il lavoro nel tempo prestabilitocome vedi tutto quello che c'è scritto indica che windows ce è più scattante di nt ma non è realtime
            "We were very pleased with the real time response
            of Windows CE 3.0 and Windows CE"
            vuol dire che in alcuni casi il sistema riesce a rispondere in realtime....poi però se il carico di lavoro sale succede il flop che avvenne alla borsa di Londra
            E io che ho detto? Non ci metti imbutu sui
            dispositivi... ci metti un kernel realtime, cosi'
            come non ci metti windows ma windows CE.
            windows ce che non è realtime e si porta dietro i noti problemi dell'architettura nt
            Quando poi ti smerdo con i link incornici i
            messaggi per ricordarti delle colossali figuracce
            o semplicemente fai finta di nulla e
            dimentichi?veramente posti solo link il cui contenuto non ti è evidentemente chiaro e pretendi di farli passare per verità assolutein pratica leggi un documento, cerchi le parole chiave, se ci sono quelle che interessano lo postistudiati un pò i criteri necessari affinchè un os possa essere definito realtime e capirai che windows ce a stento tocca ( in casi particolari ) la definizione di soft realtime
          • nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è Linux!

            questo articolo dice semplicemente che è
            possibile tramite esecuzione di singoli task e
            tuning del sistema ottenere performance prossime
            al
            realtimeProssime? L'articolo valuta le capacità realtime di Windows CE.
            l'hard realtime invece richiede modifiche alle
            politiche di scheduling che windows non ha mai
            supportatoE vedo che argomenti a fondo... soprattutto vedo che hai capito che windows CE non è derivato, ne minimamente simile a windows NT/XP/Vista/ecc. CE è un sistema RTOS, NT no.
            inutile postare link a casaccio

            visto che ti piacciono tanto guarda qui

            http://www.codeproject.com/KB/system/RealTimeModul

            http://www.windowsfordevices.com/c/a/News/AchievinInutile postare link a casaccio visto che si parlava di windows CE mentre nei tuoi link si parla di XP o XP embedded.
            come vedi dall'ultimo link si tratta di un set di
            driver che monopolizzano la cpu e implementano
            uno scheduler nested che permette il soft
            realtime

            inoltre questa cosa si può fare solo con windows
            ce, ma su xp e soci è impossibile stare sotto i
            450ms per cui non raggiunge l'obiettivo del
            realtime ( nè hard nè soft
            )Mi viene il dubbio che tu non sappia che XP embedded e CE sono due cose completamente diverse. Per fortuna microsoft è buona e ti viene in aiuto ... http://msdn.microsoft.com/it-it/library/aa731327.aspx#ID0EGC
            ti consiglio di dare una bella lettura qui
            http://www.qnx.com/developers/docs/6.3.2/neutrino/Ti consiglio anche di spiegare a quelli di QNX che windows CE non è realtime perchè loro mica l'hanno capito e spendono soldi per far fare confronti alle società di consulenza ...http://photon.qnx.com/download/download/8124/QNX_Neutrino_v61_vs_VXAE_and_WinCE.pdfMa ora ci dirai che VX non è realtime giusto?

            system supports 256 priority levels[4] and uses

            priority inheritance for dealing with priority

            inversion. The fundamental unit of execution is

            livelli di priorità non implica che siano
            implementate delle deadline per l'esecuzione dei
            threadSei andato a guardare se le implementano?

            the thread. This helps to simplify the interface

            and improve execution

            time.



            improve non vuol dire che riuscirà a chiudere il
            lavoro nel tempo
            prestabilitoImprove significa migliora, è il fatto di essere un sistema realtime che ti garantisce che chiude il lavoro nel tempo stabilito.
            come vedi tutto quello che c'è scritto indica che
            windows ce è più scattante di nt ma non è
            realtimeTutto quello che c'è scritto significa che Windows CE è un sistema realtime, viene valutato, venduto ed usato come sistema realtime, è nel segmento di mercato di QNX e VX, ma del resto tutte queste persone sicuramente non conoscono i criteri per definire un sistema realtime.

            "We were very pleased with the real time
            response

            of Windows CE 3.0 and Windows CE"
            vuol dire che in alcuni casi il sistema riesce aVuol dire, l'Inglese non è un'opinione, che sono molto soddisfatti delle performance realtime di Windows CE.
            rispondere in realtime....poi però se il carico
            di lavoro sale succede il flop che avvenne alla
            borsa di
            LondraChe poi è quello che successe al NYSE... due volte.
            windows ce che non è realtime e si porta dietro i
            noti problemi dell'architettura
            ntAhaha si infatti CE ha il kernel di NT ecco la perla che mancava, lo vuoi capire che windows embedded è una cosa diversa da CE? Bisogna dirlo a Microsoft, ora che hanno rilasciato il sorgente del kernel, ora tutti potranno scriversi il proprio windows NT.
            in pratica leggi un documento, cerchi le parole
            chiave, se ci sono quelle che interessano lo
            postiNo in pratica leggo un documento e lo posto quando è rilevante. In genere non mi fido solo delle mie opinioni ma cerco di verificarle, dovresti provare sai, a volte ti risparmia figuracce come quella che hai magnificamente ingigantito rispondendo...
            studiati un pò i criteri necessari affinchè un os
            possa essere definito realtime e capirai che
            windows ce a stento tocca ( in casi particolari )
            la definizione di soft
            realtimeCerto. Dopo quest'arrampicata sui vetri in cui hai dimostrato non solo di non saper leggere l'inglese, di non sapere cos'e' un sistema RTOS, di non conoscere il mercato ma di non sapere nemmeno argomentare come vogliamo chiudere? Vincerà pabloski o il resto del mondo che ritiene CE un RTOS?
          • Yellow scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            Dibattito aperto da tempo ormaihttp://blogs.msdn.com/mikehall/archive/2005/07/27/443924.aspx
          • nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            - Scritto da: Yellow
            Dibattito aperto da tempo ormai
            http://blogs.msdn.com/mikehall/archive/2005/07/27/Dibattito chiuso da tempo. Microsoft vende CE come realtime, QNX e Vx lo considerano un competitor, analisti dicono che va bene come Vx ...
          • pennuto lacustre scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            Nei sistemi real-time (soprattutto se prodotti in larga scala e con specifiche HW differenti) si cerca di risparmiare. Quindi di certo non si installa windows CE che ti mette IE e MediaPlayer, quando devi indicare la strada, pilotare un robot aziendale, ecc :DLe risorse di memoria e CPU sono ridotte il più possibile (per mantenere bassi i costi) quindi si cerca la soluzione più "customizzabile". Non mi risulta che WinCE sia open-source e che quindi possa essere "ridotto all'osso" togliendo tutto il superfluo.Ho lavorato in un'azienda che produceva apparati GSM... e tutta la logica (interprete comandi AT, gestione apparato GSM e SIM, ecc) doveva essere piazzata su una EPROM da 2MB... potevamo forse installarci WinCE??!! :D
          • nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è Linux!

            Ho lavorato in un'azienda che produceva apparati
            GSM... e tutta la logica (interprete comandi AT,
            gestione apparato GSM e SIM, ecc) doveva essere
            piazzata su una EPROM da 2MB... potevamo forse
            installarci WinCE??!!
            :DGroan ... CE non è XP embedded.
          • Andrea scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            Né Linux né windows sono realtime.Esistono però versioni sia di windows che di linux realtime.
          • pabloski scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            falso, le patch proposte da rtlinux sono state aggiunte al mainline 3-4 versioni fariguardo windows è possibile tramite software di terze parti ma tramite uno scheduler supplementare, il che non raggiunge le specificazioni per l'hard realtime
          • nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            - Scritto da: pabloski
            falso, le patch proposte da rtlinux sono state
            aggiunte al mainline 3-4 versioni
            fa

            riguardo windows è possibile tramite software di
            terze parti ma tramite uno scheduler
            supplementare, il che non raggiunge le
            specificazioni per l'hard
            realtimeI link dove il mondo intero dice che ti sbagli ti sono sfuggiti?
          • pabloski scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            quei link il cui contenuto non hai compreso?
          • nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            - Scritto da: pabloski
            quei link il cui contenuto non hai compreso?No quel link dove c'è scritto che windows CE è un sistema operativo realtime e che tu sostieni non essere vero...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: pabloski

            quei link il cui contenuto non hai compreso?

            No quel link dove c'è scritto che windows CE è un
            sistema operativo realtime bb....bwahahahahahahahahahahah dove so sti link che me faccio du risate, dovelluccio?
          • nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: nome e cognome

            - Scritto da: pabloski


            quei link il cui contenuto non hai compreso?



            No quel link dove c'è scritto che windows CE è
            un

            sistema operativo realtime

            bb....bwahahahahahahahahahahah dove so sti link
            che me faccio du risate,
            dovelluccio?Toh fattelo dire da loro... guarda che al contrario di te un pochino loro ne capiscono:http://www.qnx.com/download/feature.html?programid=8124
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            non c'è scritot da nesusna parte.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            non c'è scritot da nesusna parte.QNX Neutrino RTOS v6.1 vs. VX AE and WinCE.NET The benchmarking tests covered the following areas: Installation and Configuration; RTOS Architecture; API Richness; Internet Support;Tools; Documentation and Support; and Development Methodology.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            quindi?
          • nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            quindi?Vuoi che ripasso quando il cervello ti sarà entrato a regime? Riesci a fare il passo successivo e cliccare sul link dove vengono messi a confronto i 3 maggiori sistemi RT presenti sul mercato?
          • pabloski scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            sistema realtime windows ce? cacchio ma sei di coccioavere delle isr deterministiche non vuol dire avere un sistema operativo realtimewindows ce ha performance near realtime ma solo per applicazioni non general purpose, ovvero l'os + una singola applicazione ciò che ha una deadline precisa sono le isr non i processi
          • nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            - Scritto da: pabloski
            sistema realtime windows ce? cacchio ma sei di
            coccioAncora? Ma non ti sei fatto abbastanza male? Tutti, e ripeto tutti dicono che CE è un sistema realtime con performance e architettura comparabili con Vx (che spero sia assodato come sistema realtime) e leggermente meno performanti di QNX del quale è concorrente ... arrivi tu e dici di no non pensi di essere un pochettino arrogante?
            avere delle isr deterministiche non vuol dire
            avere un sistema operativo
            realtimeMa perchè insisti con ste idiozie? Più che linkarti il confronto tra le architetture in cui viene chiaramente descritto come funziona lo schedulatore...
        • nome e cognome scrive:
          Re: Il futuro è Linux!

          Che scritta così non vuol dire nulla...altrimenti
          dovrei trovarmi windows su tutti i dispositivi
          che richiedono iterazione con l'utente ma non è
          sempre
          così.Di sicuro e certo ci sono solo la morte e linux allo 0,8%... generalmente dove serve iterazione trovi windows.
          • pabloski scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            guarda che linux ha superato l'1%
          • nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            - Scritto da: pabloski
            guarda che linux ha superato l'1%Si ma perchè market share ha cambiato metodo di rilevazione... se cambi sistema di riferimento anche la morte non è più una certezza.
          • pabloski scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            no veramente l'1% fu superato prima che hitslink cambiasse sistema e anzi dal nuovo sistema windows ha guadagnato punti percentuali, perchè i cinesi vengono misurati in base ad un piccolissimo campione che poi viene normalizzatoquindi come vedi linux è al di sopra dell'1% in entrambi i casi
          • Yellow scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            Generalmente dove si leggono trollate poi accanto troviamo il tuo nick.Come mai?
          • nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            - Scritto da: Yellow
            Generalmente dove si leggono trollate poi accanto
            troviamo il tuo
            nick.
            Come mai?Mi piace illuminarvi...
          • Yellow scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            Allora datte foco
          • Yellow scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            Non fai luce a sufficienza...
          • nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            - Scritto da: Yellow
            Non fai luce a sufficienza...Non arrivo in cantina.
          • Yellow scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            Beh allora sali dal buco dove sei caduto...
          • nome e cognome scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            - Scritto da: Yellow
            Beh allora sali dal buco dove sei caduto...Appena questo grasso linaro mi lascia la caviglia...
          • ullala scrive:
            Re: Il futuro è Linux!
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: Yellow

            Non fai luce a sufficienza...

            Non arrivo in cantina.capito! vuoi dire che "quasi illumini" così come CE è "quasi real time"...Io per restare in tema ti manderei "quasi a quel paese".
      • panda rossa scrive:
        Re: Il futuro è Linux!
        - Scritto da: nome e cognome

        Dove serve interazione con l'utente si mette
        windows... dove non serve si può mettere linux
        risparmiando
        qualcosa.Oppure si puo' mettere lo stesso win anche dove l'interazione non serve, con questi bellissimi risultati:http://www.daimyo.org/bsod
    • Yellow scrive:
      Re: Il futuro è Linux!
      A Cantastorie stonato, quando è l'anno di linux per finire?
  • Rudder scrive:
    A me piace
    L'articolo mi è piaciuto concordo con l'analisi che hai fatto sui tre sistemi.E' forse vero che apple data la sua fama "innovatrice" non può sbagliare ma senza sbilanciarsi,concordo sul fatto che linux non sia maturissimo per l'ambito consumer ma trovo che il limite maggiore per questo sistema non sia il sistema in se ma il fatto che molte compagnie di hardware lo considerano poco alle volte non fornenedo driver.Concordo col sostenere che il monopolio Microsoft non giovi al consumatore e che seven sia un ottimo sistema che forse non ci sarebbe stato se non fosse sper questa situazione più dinamiche che il mercato ha raggiunto.
    • Sandrino scrive:
      Re: A me piace

      L'articolo mi è piaciuto concordo con l'analisi
      che hai fatto sui tre sistemiANALISI?!? ROTFL!
    • zap scrive:
      Re: A me piace
      - Scritto da: Rudder
      ... il limite maggiore per
      questo sistema non sia il sistema in se ma il
      fatto che molte compagnie di hardware lo
      considerano poco alle volte non fornenedo
      driver.Balle. Sui primi netbook c'era solo linux ed era perfettamente supportato a livello HW ma la gente chiedeva XP perchè riconosceva quel tipo di desktop.E chi sviluppa le GUI per linux non ha ancora capito che DEVE assecondare il tipo di utenza di Windows se vuole erodere quote di mercato.Persino Vista ha avuto poco scXXXXX perchè la GUI è piuttosto diversa da quella di XP... Persino M$ c'è caduta nel buttare via un'interfaccia (quella di XP) che piaceva.
      • acno scrive:
        Re: A me piace
        Sbagliato, questo accade solo perche' la gente e' PIGRA.Ci si e' abituati a XP e quello e' cio' che si vuole, non e' questione di piacere o meno. Alla maggioranza della gente che usa il pc, non gli interessa assolutamente nulla di come funzionino le cose. Vuole internet? Ha imparato che deve cliccare quell'icona li' dopo avere cliccato sul quel bottone li'? Bene, questo e' quello che si aspetta di trovare se cambia il pc con un nuovo SO. Se non trova in 2 secondi tutto quello che aveva imparato, rivuole l'interfaccia di prima e basta. Pe cambiare ci vuole tempo e pazienza (come accaduto per passare da win95 a xp).
        • zap scrive:
          Re: A me piace
          - Scritto da: acno
          Sbagliato, questo accade solo perche' la gente e'
          PIGRA.
          Ci si e' abituati a XP e quello e' cio' che si
          vuole, non e' questione di piacere o meno. Alla
          maggioranza della gente che usa il pc, non gli
          interessa assolutamente nulla di come funzionino
          le cose.- il pc deve aiutarti a fare le cose, non è obbligatorio sapere come funziona nè devi essere tu a fare le cose in modo che piace al pc. Usabilità vuol dire questo.- Non è solo xp, è Windows dal 95 in poi. Piace al punto che Vista è stato un flop.Se si continua a voler cambiare la testa alla gente invece di rendere la migrazione + indolore linux resterà all'1%. È questo che vuoi?
        • ruppolo scrive:
          Re: A me piace
          - Scritto da: acno
          Sbagliato, questo accade solo perche' la gente e'
          PIGRA.
          Ci si e' abituati a XP e quello e' cio' che si
          vuole, non e' questione di piacere o meno. Alla
          maggioranza della gente che usa il pc, non gli
          interessa assolutamente nulla di come funzionino
          le cose. Sei fuori strada. La maggior parte della gente reputa il computer uno strumento ostico, e questo a causa di una GUI scellerata. La maggior parte della gente, purtroppo, non conosce altro, e crede che il "computer" sia così.
          • acno scrive:
            Re: A me piace
            E' la stessa cosa. Proprio perche' lo trova ostico, una volta che ha capito come fare cio' che gli serve, non vuole reimparare di nuovo. E ricorda che per quelli a cui il computer sembra ostico, fino a che si ritroveranno davanti a una tastiera con un centinaio di tasti, non cambieranno idea. Non c'e' desktop che tenga.
          • panda rossa scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: acno
            E' la stessa cosa. Proprio perche' lo trova
            ostico, una volta che ha capito come fare cio'
            che gli serve, non vuole reimparare di nuovo. E
            ricorda che per quelli a cui il computer sembra
            ostico, fino a che si ritroveranno davanti a una
            tastiera con un centinaio di tasti, non
            cambieranno idea. Non c'e' desktop che
            tenga.E' gia'! Molto meglio la tastiera del cellulare, che di tasti ne ha solo una dozzina.Poi fa niente se per scrivere un testo si possono usare solo i pollici e occorre pigiare un tasto tre volte.Potrebbero riproporre le tastiere che c'erano in dotazione nel box dello space invaders: tre tasti. Sinistra, destra, fuoco.E potevi pure scrivere il tuo nome alla fine, pigiando ripetutamente il tasto destra, e pigiando fuoco per confermare.Perche' sprecare 100 tasti quando ne basterebbero un paio?
      • gnulinux86 scrive:
        Re: A me piace
        Non confondiamo l'abitudine all'uso con la facilità d'uso, sono due cose completamente diverse.
      • ruppolo scrive:
        Re: A me piace
        - Scritto da: zap
        E chi sviluppa le GUI per linux non ha ancora
        capito che DEVE assecondare il tipo di utenza di
        Windows se vuole erodere quote di
        mercato.Io invece sono del parere opposto: che senso ha cambiare per ritrovarsi come prima?Chi passa a Mac si trova meglio proprio perché è anni luce da Windows.Passare, ad esempio, da MS Office a OpenOffice è una operazione masochista: ci si ritrova la stessa GUI, la stessa accozzaglia di funzioni che per trovare quello che ti serve devi ravanare come nel cassone dei vestiti durante i saldi, ma con un livello inferiore di compatibilità.Scusa, ma devo soffrire un po' per una minore compatibilità, perlomeno pretendo un word proXXXXXr semplice, potente e funzionale.
        Persino Vista ha avuto poco scXXXXX perchè la GUI
        è piuttosto diversa da quella di XP...Esatto, diversa ma peggiore per molti versi, con gli stessi problemi extra-gui.
        Persino M$
        c'è caduta nel buttare via un'interfaccia (quella
        di XP) che
        piaceva.Piaceva (e piace) a chi non ha mai visto una vera interfaccia ergonomica e moderna.
        • gnulinux86 scrive:
          Re: A me piace
          Ti sbagli, Microsoft sono oltre 20 anni che trae spunto dalla GUI dei sistemi Apple, a partire da Apple Lisa, a finire a Tiger, adesso trae ispirazione da KDE4, bisogna pur cambiare la propria musa ispiratrice.Microsoft fa di tutto, pur di rendere, Windows usabile come Os X, il bello che c'è chi sostiene che il modello da seguire sia Windows mah....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 11.29-----------------------------------------------------------
      • nome e cognome scrive:
        Re: A me piace

        E chi sviluppa le GUI per linux non ha ancora
        capito che DEVE assecondare il tipo di utenza di
        Windows se vuole erodere quote di
        mercato.Nah... le gui per linux fanno XXXXXX perchè vengono sviluppate e basta mentre apple e microsoft le progettano. Per fare una gui decente servono persone esperte di ergonomia e programmatori, non basta il solito branco di nerd bravi con il c++.
        Persino Vista ha avuto poco scXXXXX perchè la GUI
        è piuttosto diversa da quella di XP... Persino M$
        c'è caduta nel buttare via un'interfaccia (quella
        di XP) che
        piaceva.Vista ha avuto problemi di compatibilità con le applicazioni aziendali, o credi realmente che non sia stato adottato per via di aero? Che differenze ci sono tra la gui di Vista e quella di XP? I colori? Gli effetti grafici? I programmi partono dal menu di start o facendo doppio click sull'icona.Poi guarda Apple anche se il macaco medio si farebbe infilare un palo nel sedere se gli venisse detto che è l'ultima novità in fatto di interfacce bisogna dire che Apple la cambia praticamente ogni release e non mi pare che causi problemi ... perchè i cambiamenti sono fatti con criterio e non a XXXXX di cane come KDE o Gnome.
        • Rudder scrive:
          Re: A me piace
          le gui per linux fanno XXXXXX??:) rimangono tutti sbalorditi quando vedono il mio desktop mi dicono frasi del tipo "wow è istantaneo" "fico le finestre molli e le finestre che bruciano" "comodissimo questo desktop"Lo spieghi tu alla mia amica che qualche giorno fa voleva tutti questi effetti questa comodità e questa velocità??E consumo in tutto 512 mb di ram .Poi guarda fa come vuoi io sto benissimo così e per ora non cambio per niente ,se poi in futuro le cose dovessero cambiare allora si vedrà ma per adesso non mi venire a dire che l'interfacca e le prestazioni ad essa associate su linux non siano buone.
          • nome e cognome scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: Rudder
            le gui per linux fanno XXXXXX??
            :) rimangono tutti sbalorditi quando vedono il
            mio desktop mi dicono frasi del tipo "wow è
            istantaneo" "fico le finestre molli e le finestre
            che bruciano" "comodissimo questo
            desktop"
            Lo spieghi tu alla mia amica che qualche giorno
            fa voleva tutti questi effetti questa comodità e
            questa velocità??E consumo in tutto 512 mb di ram
            .Poi guarda fa come vuoi io sto benissimo così e
            per ora non cambio per niente ,se poi in futuro
            le cose dovessero cambiare allora si vedrà ma per
            adesso non mi venire a dire che l'interfacca e le
            prestazioni ad essa associate su linux non siano
            buone.Non lo dico io... lo dice il mercato. Apple vende e riesce ad erodere quote a MS, linux sui netbook, dopo essere partito in posizione di vantaggio è sparito.
          • pabloski scrive:
            Re: A me piace
            no, linux è stato eliminato dal mercato, il che è ben diversonon sapremo mai dietro le quinte cos'è veramente sucXXXXXanche perchè asus e dell dicono che le percentuali di resi alte sono balle....acer e msi hanno offerto implementazioni di linux penosee non puoi dire che non è così....chi ha avuto la sfortuna di comprare un aspire one con linux ha avuto problemi con webcam non funzionante, server grafico che non partiva, restrizioni a go-go sui programmi installabili e sulle funzionalità del sistemaper forza che poi la gente s'XXXXXXXrimane il fatto che almeno secondo asus e dell, linux rimane al 30% nel settore netbook
          • nome e cognome scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: pabloski
            no, linux è stato eliminato dal mercato, il che è
            ben
            diversoE' quello che ho detto io, il mercato ha eliminato linux.
            non sapremo mai dietro le quinte cos'è veramente
            sucXXXXXE' sucXXXXX che i netbook con linux non vendevano.
            anche perchè asus e dell dicono che le
            percentuali di resi alte sono balle....acer e msi
            hanno offerto implementazioni di linux
            penoseLol... a seconda dei casi date la colpa a microsoft o alle distribuzioni per bambini: peccato che Asus fornisse Xandros che diventa magicamente unaXXXXXta quando si parla di percentuali di reso mentre MSI fornisce SUSE.
            e non puoi dire che non è così....chi ha avuto la
            sfortuna di comprare un aspire one con linux ha
            avuto problemi con webcam non funzionante, server
            grafico che non partiva, restrizioni a go-go sui
            programmi installabili e sulle funzionalità del
            sistemaE chi ha comprato un EEE o un MSI wind?
            per forza che poi la gente s'XXXXXXXE io che pensavo si XXXXXXXssero perchè su linux non gira word.

            rimane il fatto che almeno secondo asus e dell,
            linux rimane al 30% nel settore
            netbookMi dai un link in cui Asus o Dell affermano che stanno ancora vendendo il 30% dei netbook con linux?
          • pabloski scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: nome e cognome
            E' quello che ho detto io, il mercato ha
            eliminato linux.
            no gli oem hanno levato dal mercato linuxin qualunque megastore sono stato non ho ancora trovato nemmeno l'ombra di un netbook con linuxse lo vuoi lo devi prendere online per forza e online vendono al ritmo del 30%
            E' sucXXXXX che i netbook con linux non
            vendevano.
            non è vero, altrimenti come fanno msi e acer a dire che c'erano percentuali di ritorno elevate?
            Lol... a seconda dei casi date la colpa a
            microsoft o alle distribuzioni per bambini:mai provato linpus evidentemente
            peccato che Asus fornisse Xandros che diventa
            magicamente unaXXXXXta quando si parla di
            percentuali di reso mentre MSI fornisce
            SUSE.
            asus ha fornito un sistema customizzato per le sue macchine, msi e acer hanno preso distribuzioni preesistenti, rattopate un pò e schiaffato sui netbook
            E chi ha comprato un EEE o un MSI wind?
            se l'è tenuto, visto che almeno sul forum dell'eee non leggo minacce di morti da parte dei possessori di netbook con linux
            E io che pensavo si XXXXXXXssero perchè su linux
            non gira word.
            ovviamente tu scrivi documenti lunghissimi su un monitor da 9" vero?
            Mi dai un link in cui Asus o Dell affermano che
            stanno ancora vendendo il 30% dei netbook con
            linux?http://www.osnews.com/story/22002/Close_to_a_Third_of_Dell_Netbooks_Ship_with_Linuxbastava google
          • nome e cognome scrive:
            Re: A me piace


            E' quello che ho detto io, il mercato ha

            eliminato linux.
            no gli oem hanno levato dal mercato linuxOvvio non vende...
            in qualunque megastore sono stato non ho ancora
            trovato nemmeno l'ombra di un netbook con
            linuxStrano eh? In tutte le pizzerie in cui sono stato non ho trovato nemmeno una pizza allo zucchero e gorgonzola... maledetti pizzaioli schiavi dei produttori di prosciutto.
            se lo vuoi lo devi prendere online per forza e
            online vendono al ritmo del
            30%


            E' sucXXXXX che i netbook con linux non

            vendevano.
            non è vero, altrimenti come fanno msi e acer a
            dire che c'erano percentuali di ritorno elevate?10 venduti, 6 tornati...

            Lol... a seconda dei casi date la colpa a

            microsoft o alle distribuzioni per bambini:
            mai provato linpus evidentemente


            peccato che Asus fornisse Xandros che diventa

            magicamente unaXXXXXta quando si parla di

            percentuali di reso mentre MSI fornisce

            SUSE.



            asus ha fornito un sistema customizzato per le
            sue macchine, msi e acer hanno preso
            distribuzioni preesistenti, rattopate un pò e
            schiaffato sui
            netbookQuindi hanno fatto esattamente quello che fanno con windows... solo che windows vende linux no.

            E chi ha comprato un EEE o un MSI wind?
            se l'è tenuto, visto che almeno sul forum
            dell'eee non leggo minacce di morti da parte dei
            possessori di netbook con
            linuxHai detto che Acer aveva problemi e questo ha fatto XXXXXXXre gli utenti contribuendo a far sparire linux dagli scaffali... gli altri pc non avevano problemi eppure sono spariti ugualmente.

            E io che pensavo si XXXXXXXssero perchè su linux

            non gira word.
            ovviamente tu scrivi documenti lunghissimi su un
            monitor da 9"
            vero?No ma potrei voler leggere e modificare dei documenti cortissimi.

            Mi dai un link in cui Asus o Dell affermano che

            stanno ancora vendendo il 30% dei netbook con

            linux?

            http://www.osnews.com/story/22002/Close_to_a_Third

            bastava googleSi ma il netbook linux di Dell è uscito a Maggio... volevo quello di Asus che ha un periodo un po' più significativo.
          • panda rossa scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: pabloski
            e non puoi dire che non è così....chi ha avuto la
            sfortuna di comprare un aspire one con linux ha
            avuto problemi con webcam non funzionante, server
            grafico che non partiva, restrizioni a go-go sui
            programmi installabili e sulle funzionalità del
            sistemaIo ho un aspire one con linux, e la webcam funziona, il server grafico non presenta problemi, i programmi installabili sono tutti quelli del repository di ubuntu (alcuni giochi in effetti non vanno per via del formato dello schermo, ma per il resto funziona tutto).Perche' dici cio'?Tra l'altro il nuovo kernel ottimizza pure gli accessi a disco per salvaguardare la durata del disco a stato solido, cosa che XP escludo categoricamente che faccia, anzi!
          • pabloski scrive:
            Re: A me piace
            so dei primi esemplari di aspire one (l'a110l per l'esattezza) che avevano questi problemi e sui forum un mucchio di gente inXXXXXXX chiedeva la testa di linux e dei dirigenti acer poi chiaramente hanno corretto il tiro e per fortuna
          • nome e cognome scrive:
            Re: A me piace

            poi chiaramente hanno corretto il tiro e per
            fortunaGia' hanno levato linux di mezzo...
          • pennuto lacustre scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: panda rossa
            Tra l'altro il nuovo kernel ottimizza pure gli
            accessi a disco per salvaguardare la durata del
            disco a stato solido, cosa che XP escludo
            categoricamente che faccia,
            anzi!Se poi ci metti Vista o 7... Povero disco! :D
        • Yellow scrive:
          Re: A me piace
          E scrivi decine di righe per una trollata alquanto scarsa?
        • pabloski scrive:
          Re: A me piace
          - Scritto da: nome e cognome
          Nah... le gui per linux fanno XXXXXX perchè
          vengono sviluppate e basta mentre apple e
          microsoft le progettano. Per fare una gui decente
          servono persone esperte di ergonomia e
          programmatori, non basta il solito branco di nerd
          bravi con il c++.
          guardando kde4 e gnome si ha un'impressione totalmente opposta
          Vista ha avuto problemi di compatibilità con le
          applicazioni aziendali, o credi realmente che non
          sia stato adottato per via di aero?
          no il problema è che vista è pesante, incompatibile con un mucchio di applicazioni e driver, aggiunge inutili complicazioni tipo uac ( che poi non serve ad un fico secco )e a ciò aggiungiamo pure i prezzi osceni e il gioco è fatto

          Che differenze ci sono tra la gui di Vista e
          quella di XP? I colori? Gli effetti grafici? I
          programmi partono dal menu di start o facendo
          doppio click
          sull'icona.
          piuttosto l'importante sono le differenze tra il codice di xp e quello di vistacodice decente il primo, schifosamente impastato il secondo
          Poi guarda Apple anche se il macaco medio si
          farebbe infilare un palo nel sedere se gli
          venisse detto che è l'ultima novità in fatto di
          interfacce bisogna dire che Apple la cambia
          praticamente ogni release e non mi pare che causi
          problemi ... perchè i cambiamenti sono fatti con
          criterio e non a XXXXX di cane come KDE o
          Gnome.o come in windows che con 7 è corso a copiare kde4
          • nome e cognome scrive:
            Re: A me piace


            guardando kde4 e gnome si ha un'impressione
            totalmente
            oppostaE' proprio guardando quelle che ti rendi conto di quanto facciano XXXXXX, gli altri WM manco si possono considerare, fluxbox o openbox sono dei semplici esercizi di programmazione: nessuno si sogna di usarli a meno che non sia masochista.

            no il problema è che vista è pesante,
            incompatibile con un mucchio di applicazioni e
            driver, aggiunge inutili complicazioni tipo uac (
            che poi non serve ad un fico secco
            )Vista è incompatibile con molte applicazioni custom aziendali scritte per XP e questo è il punto quindi le aziende hanno impiegato più tempo e risorse per adottarlo.
            e a ciò aggiungiamo pure i prezzi osceni e il
            gioco è
            fattoPrezzi osceni? Hai una vaghissima idea di quanto paga un'azienda per il leasing di un portatile?
            piuttosto l'importante sono le differenze tra il
            codice di xp e quello di
            vistaE di quello all'utente finale cosa importa?
            codice decente il primo, schifosamente impastato
            il
            secondoQuesto non ha mai fermato i macachi dall'adottare l'ultima versione di macosshit, eppure...
            o come in windows che con 7 è corso a copiare kde4Lol... KDE4 è più simile a vista che a 7, almeno provatele le cose prima di parlare.
          • pabloski scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: nome e cognome
            E' proprio guardando quelle che ti rendi conto di
            quanto facciano XXXXXX, gli altri WM manco si
            possono considerare, fluxbox o openbox sono dei
            semplici esercizi di programmazione: nessuno si
            sogna di usarli a meno che non sia
            masochista.kde4 è un ottimo DE, kde3 ha fatto la storia e gnome è una rocciaxfce è eccezionale, performante ma con molte featureopenbox, fluxbox e lxde sono straordinari, se sai come configurarlinon mi sembra che siano degli esercizi di stile
            Vista è incompatibile con molte applicazioni
            custom aziendali scritte per XP e questo è il
            punto quindi le aziende hanno impiegato più tempo
            e risorse per
            adottarlo.
            no vista quando uscì era incompatibile con più della metà delle applicazioni per xp
            Prezzi osceni? Hai una vaghissima idea di quanto
            paga un'azienda per il leasing di un portatile?
            ma il portatile è hardware, windows è softwareso solo che pure apple fa prezzi migliori di ms sui sistemi operativi
            E di quello all'utente finale cosa importa?
            gli importa visto che hanno scartato vista perchè troppo pesante e buggato
            Questo non ha mai fermato i macachi dall'adottare
            l'ultima versione di macosshit, eppure...
            guarda che macos è un signor sistema operativo, scritto da uno dei più geniali programmatori della storia dei sistemi operativi
            Lol... KDE4 è più simile a vista che a 7, almeno
            provatele le cose prima di
            parlare.provate e 7 ricorda molto kde4
          • nome e cognome scrive:
            Re: A me piace

            kde4 è un ottimo DE, kde3 ha fatto la storia e
            gnome è una
            rocciaKDE è stato un bug con un DE attorno, KDE3 era una copia incasinata e piena di K di windows 95, gnome è il meglio che si trova su linux e questo la dice lunga.
            xfce è eccezionale, performante ma con molte
            featurexfce è quello che uso io, definirlo di base è persino poco.
            openbox, fluxbox e lxde sono straordinari, se sai
            come
            configurarliFanno le stesse cose che fanno tutti gli altri ma devi spendere ore per configurarli.
            non mi sembra che siano degli esercizi di stileAprono delle finestre niente di più... chi li ha scritti ha pensato semplicemente a programmarli non si è mai posto il problema di usarli. Altrimenti idiozie tipo dover editare un file di testo per aggiungere menu non sarebbero nemmeno venute in mente.

            Vista è incompatibile con molte applicazioni

            custom aziendali scritte per XP e questo è il

            punto quindi le aziende hanno impiegato più
            tempo

            e risorse per

            adottarlo.



            no vista quando uscì era incompatibile con più
            della metà delle applicazioni per
            xpCome se qualcuno potesse affermare una cosa del genere, hai idea di quante applicazioni esistono?

            Prezzi osceni? Hai una vaghissima idea di quanto

            paga un'azienda per il leasing di un portatile?



            ma il portatile è hardware, windows è softwareIl portatile in leasing è hardware+software+supporto+assicurazione. O credi che le aziende comprino delle versioni retail di windows?
            so solo che pure apple fa prezzi migliori di ms
            sui sistemi
            operativiOvvio, apple ti costringe per contratto a installare il sistema operativo sul suo hardware che vende a prezzi stra-gonfiati...


            E di quello all'utente finale cosa importa?



            gli importa visto che hanno scartato vista perchè
            troppo pesante e
            buggatoQuesto nei tuoi sogni, le aziende hanno adottato e stanno adottando Vista. Chiama un consulente Oracle, IBM, Accenture (giusto per dire quelle più grosse) e guarda cosa c'è su suo portatile...
            guarda che macos è un signor sistema operativo,
            scritto da uno dei più geniali programmatori
            della storia dei sistemi
            operativimacos classic? Quel sistema operativo che nel 2000 aveva ancora multitasking cooperativo? O macos x quel sistema operativo che è stato copiato da BSD?

            Lol... KDE4 è più simile a vista che a 7, almeno

            provatele le cose prima di

            parlare.

            provate e 7 ricorda molto kde4E' ovvio visto che 7 e vista sono molto simili e che KDE4 è molto simile a vista che del resto era molto simile a XP... ma quando li usi ti accorgi che KDE4 è un accrocchione.
          • pabloski scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: nome e cognome
            KDE è stato un bug con un DE attorno, KDE3 era
            una copia incasinata e piena di K di windows 95,kde3 veramente è stato il DE preferito da moltissima gente per annikde4 è un DE che è stato venduto come final quand'era ancora in sviluppo
            gnome è il meglio che si trova su linux e questo
            la dice
            lunga.
            almeno funziona meglio di quel bugware di windows che va in crash se decomprimi file zip superiori a 2 GB
            xfce è quello che uso io, definirlo di base è
            persino
            poco.
            ci sono menù, finestre, se vuoi pure gli effettini, i temi e gli sfondi....ah già i suoni e puoi avviare i programmie c'è pure la clipboard superfiga
            Fanno le stesse cose che fanno tutti gli altri ma
            devi spendere ore per configurarli.
            tu però avevi detto che erano inutilizzabili...deciditi
            Aprono delle finestre niente di più... chi li ha
            scritti ha pensato semplicemente a programmarli
            non si è mai posto il problema di usarli.
            Altrimenti idiozie tipo dover editare un file di
            testo per aggiungere menu non sarebbero nemmeno
            venute in
            mente.
            meglio editare un file di registro?dì piuttosto che manca la gui per editare il file dei menù
            Come se qualcuno potesse affermare una cosa del
            genere, hai idea di quante applicazioni esistono?
            certo e all'epoca riguardo molti articoli che citavano numeri interessanti nonchè impressionanti
            Il portatile in leasing è
            hardware+software+supporto+assicurazione. O credi
            che le aziende comprino delle versioni retail di
            windows?
            in ogni caso pure sul portatile in leasing grava il costa della licenza o pensi che ms regali copie oem?
            Ovvio, apple ti costringe per contratto a
            installare il sistema operativo sul suo hardware
            che vende a prezzi stra-gonfiati...
            almeno l'os te lo regala quasi :D
            Questo nei tuoi sogni, le aziende hanno adottato
            e stanno adottando Vista. Chiama un consulentesi certo, per questo è stato dichiarato come flop pure da Ballmer e non è riuscito a superare il 17%evidentemente non hai letto cosa disse hp alcuni mesi fadel resto bastava cercare su pi http://punto-informatico.it/2244667/PI/News/nelle-aziende-windows-vista-arranca.aspx
            Oracle, IBM, Accenture (giusto per dire quelle
            più grosse) e guarda cosa c'è su suo portatile...
            XP
            macos classic? Quel sistema operativo che nel
            2000 aveva ancora multitasking cooperativo? O
            macos x quel sistema operativo che è stato
            copiato da
            BSD?
            windows nt 4? quel sistema che crashava ogni 3 minuti? e poi è stato copiato da vms e unix
            E' ovvio visto che 7 e vista sono molto simili e
            che KDE4 è molto simile a vista che del resto era
            molto simile a XP... ma quando li usi ti accorgi
            che KDE4 è un
            accrocchione.vista simile a xp? a parte il fatto che c'è un menù non vedo tutte queste similitudinie 7 ha un mucchio di cambiamenti nell'interfaccia che ricordano kde4 che non è simile a vista ( e del resto le rispettive interfacce sono quasi contemporanee )
          • nome e cognome scrive:
            Re: A me piace

            kde3 veramente è stato il DE preferito da
            moltissima gente per
            anniAnche il carro con i buoi è il mezzo di trasporto preferito di moltissima gente, quando l'opzione è andare a piedi.
            kde4 è un DE che è stato venduto come final
            quand'era ancora in
            sviluppoOttima idea, e ora che lo sviluppo è finito che scusa hanno?
            almeno funziona meglio di quel bugware di windows
            che va in crash se decomprimi file zip superiori
            a 2
            GBLol... se c'è qualcosa che crasha sopra i 2 GB è il software per linux.
            ci sono menù, finestre, se vuoi pure gli
            effettini, i temi e gli sfondi....ah già i suoni
            e puoi avviare i
            programmi

            e c'è pure la clipboard superfigaGia... e un file manager che fa tanto anni 80.

            Fanno le stesse cose che fanno tutti gli altri
            ma

            devi spendere ore per configurarli.
            tu però avevi detto che erano
            inutilizzabili...deciditiPer me spendere ore per configurare un DTE vuol dire inutilizzabile...

            Altrimenti idiozie tipo dover editare un file di

            testo per aggiungere menu non sarebbero nemmeno

            venute in

            mente.
            meglio editare un file di registro?Quello è gnome, ma in genere non serve.
            dì piuttosto che manca la gui per editare il file
            dei
            menùMa dai? E si sono dimenticati di farla o speravano che ci pensasse il pizzaiolo all'angolo con l'hobby della programmazione?

            Come se qualcuno potesse affermare una cosa del

            genere, hai idea di quante applicazioni
            esistono?
            certo e all'epoca riguardo molti articoli che
            citavano numeri interessanti nonchè
            impressionantiCerto ... e c'è anche chi dice con dovizia di prove che la terra è stata creata 6000 anni fa.

            in ogni caso pure sul portatile in leasing grava
            il costa della licenza o pensi che ms regali
            copie
            oem?Penso che all'azienda di risparmiare 100 euro su un leasing di 10.000 gliene freghi poco o niente.

            Ovvio, apple ti costringe per contratto a

            installare il sistema operativo sul suo hardware

            che vende a prezzi stra-gonfiati...
            almeno l'os te lo regala quasi :DUn affarone...


            Questo nei tuoi sogni, le aziende hanno adottato

            e stanno adottando Vista. Chiama un consulente

            si certo, per questo è stato dichiarato come flop
            pure da Ballmer e non è riuscito a superare il
            17%Averne di flop al 17% ...

            Oracle, IBM, Accenture (giusto per dire quelle

            più grosse) e guarda cosa c'è su suo
            portatile...



            XPCerto, ora guarda meglio.

            macos classic? Quel sistema operativo che nel

            2000 aveva ancora multitasking cooperativo? O

            macos x quel sistema operativo che è stato

            copiato da

            BSD?



            windows nt 4? quel sistema che crashava ogni 3
            minuti? e poi è stato copiato da vms e
            unixLol... preistoria?

            molto simile a XP... ma quando li usi ti accorgi

            che KDE4 è un

            accrocchione.

            vista simile a xp? a parte il fatto che c'è un
            menù non vedo tutte queste
            similitudiniOvvero cambiano i colori? Per caso cambia il modo in cui si lanciano le applicazioni? Cambia il posto dove trovi le applicazioni? Cambiano le applicazioni disponibili per default?
            e 7 ha un mucchio di cambiamenti nell'interfaccia
            che ricordano kde4 che non è simile a vista ( e
            del resto le rispettive interfacce sono quasi
            contemporanee
            )Ovvero? Quale sarebbe questo mucchio di cambiamenti dell'interfaccia che ci sono anche in KDE?
          • panda rossa scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: nome e cognome
            Altrimenti idiozie tipo dover editare un file di
            testo per aggiungere menu non sarebbero nemmeno
            venute in
            mente.L'idiozia e' quella di salvare le informazioni relative ai menu (e a qualunque altra cosa) in posti diversi da un file di testo.Nel momento in cui l'applicazione legge quel file di testo, poi tu puoi modificare quello per configurare la tua applicazione, o, se la cosa ti disgusta, puoi scrivere con tk una interfaccia per gestire quel file di testo mediante GUI.
          • nome e cognome scrive:
            Re: A me piace

            L'idiozia e' quella di salvare le informazioni
            relative ai menu (e a qualunque altra cosa) in
            posti diversi da un file di
            testo.

            Nel momento in cui l'applicazione legge quel file
            di testo, poi tu puoi modificare quello per
            configurare la tua applicazione, o, se la cosa ti
            disgusta, puoi scrivere con tk una interfaccia
            per gestire quel file di testo mediante
            GUI.Ecco come volevasi dimostrare, per spararti in un piede prendi polvere da sparo, palla in piombo, innesco, ferro grezzo e ti crei pistola e proiettile. Le persone normali i computer li vogliono usare per fare quello che gli interessa non per costruirsi il sistema operativo.
          • panda rossa scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: nome e cognome

            L'idiozia e' quella di salvare le informazioni

            relative ai menu (e a qualunque altra cosa) in

            posti diversi da un file di

            testo.



            Nel momento in cui l'applicazione legge quel
            file

            di testo, poi tu puoi modificare quello per

            configurare la tua applicazione, o, se la cosa
            ti

            disgusta, puoi scrivere con tk una interfaccia

            per gestire quel file di testo mediante

            GUI.

            Ecco come volevasi dimostrare, per spararti in un
            piede prendi polvere da sparo, palla in piombo,
            innesco, ferro grezzo e ti crei pistola e
            proiettile. Le persone normali i computer li
            vogliono usare per fare quello che gli interessa
            non per costruirsi il sistema
            operativo.Le persone normali per poter usare il computer con quello che gli interessa devono usare programmi fatti da altri.Non mi aspetto certo che un utonto si programmi il computer da solo.Cosi' come non mi aspetto che un programmatore che si dedica alle cose serie si sbatta pure per fare le interfacce coi pulsanti.Il programmatore che fa le cose serie fa in modo che la propria applicazione si appoggi su un file di configurazione in formato testo, in modo da permettere a qualcun altro che ha tempo e voglia, di fare l'interfaccia per gestire il file di configurazione medesimo per i cerebrolesi come te che non sono capaci di editarsi un file di testo.Comunque la soluzione si chiama winsozz: cacci l'euro, te la installi sul tuo computer sperando che sia sufficientemente carrozzato, e poi puoi divertirti a configurare a piacimento quello che la gui ti permette di fare.Per quello che non ti e' permesso dalla gui, c'e' il divertentissimo regedit, e per quello che neanche il regedit, te lo tieni.Contento tu, contenti tutti.
          • nome e cognome scrive:
            Re: A me piace

            Le persone normali per poter usare il computer
            con quello che gli interessa devono usare
            programmi fatti da
            altri.
            Non mi aspetto certo che un utonto si programmi
            il computer da
            solo.Pero' ti aspetti che un utonto si editi da solo il menu di configurazione perdendo ore e ore, o che si scriva una GUI.
            Cosi' come non mi aspetto che un programmatore
            che si dedica alle cose serie si sbatta pure per
            fare le interfacce coi
            pulsanti.Le interfacce coi pulsanti sono cose serie. Un software ha generalmente uno scopo che comporta l'iterazione con l'utente.
            Il programmatore che fa le cose serie fa in modo
            che la propria applicazione si appoggi su un file
            di configurazione in formato testo, in modo da
            permettere a qualcun altro che ha tempo e voglia,
            di fare l'interfaccia per gestire il file di
            configurazione medesimo per i cerebrolesi come te
            che non sono capaci di editarsi un file di
            testo.Calmati capisco che è ora della pappa. Vuoi il ciuccio prima di continuare? Ti faccio un esempio che spero anche tu sia in grado di capire, se il programmatore del software che ha spedito il lem sulla luna avesse ragionato come fai tu al posto della tastiera e delle lucine luminose sotto un pannello con delle scritte avrebbe messo un lettore di schede perforate e delle lancette senza scritto niente... sperando che qualcuno si dedicasse a scrivere il manuale o a mettere le targhette sopra le lucine. I piloti militari in genere pestano duro, quindi per fortuna sua l'hanno obbligato a fare le cose per bene.
            Comunque la soluzione si chiama winsozz: cacci
            l'euro, te la installi sul tuo computer sperando
            che sia sufficientemente carrozzato, e poi puoi
            divertirti a configurare a piacimento quello che
            la gui ti permette di
            fare.Infatti è per quello che windows ha il 90% del mercato ed è per quello che linux resta confinato in una nicchia dove fortunatamente sono confinati anche quelli come te.
            Per quello che non ti e' permesso dalla gui, c'e'
            il divertentissimo regedit, e per quello che
            neanche il regedit, te lo
            tieni.
            Contento tu, contenti tutti.Bravo. E' il primo passo, accettare di avere un problema col mondo.
          • panda rossa scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: nome e cognome

            Le persone normali per poter usare il computer

            con quello che gli interessa devono usare

            programmi fatti da

            altri.

            Non mi aspetto certo che un utonto si programmi

            il computer da

            solo.

            Pero' ti aspetti che un utonto si editi da solo
            il menu di configurazione perdendo ore e ore, o
            che si scriva una GUI.No che non me lo aspetto.Nessuno si aspetta proprio niente.Nessuno e' obbligato a fare niente.Chi vuole e sa fare, fa.Chi non vuole non fa.Chi non sa fare ringrazia.Esiste anche un'ultima possibilita: commissionare le cose.Vuoi qualcosa di particolare?Benissimo: la mia tariffa e' 50 euro l'ora piu' iva.Se per te e' troppo cara, troverai sicuramente qualcosa di meno.

            Cosi' come non mi aspetto che un programmatore

            che si dedica alle cose serie si sbatta pure per

            fare le interfacce coi

            pulsanti.

            Le interfacce coi pulsanti sono cose serie. Un
            software ha generalmente uno scopo che comporta
            l'iterazione con
            l'utente.Un software serio e' qualcosa che calcola o elabora.I software che necessitano di interfaccia invece gestiscono, e gestire vuol dire "questo dato qua devi metterlo la'"Si chiamano software gestionali.Io non tratto roba del genere: chiedi a qualcun altro.

            Il programmatore che fa le cose serie fa in modo

            che la propria applicazione si appoggi su un
            file

            di configurazione in formato testo, in modo da

            permettere a qualcun altro che ha tempo e
            voglia,

            di fare l'interfaccia per gestire il file di

            configurazione medesimo per i cerebrolesi come
            te

            che non sono capaci di editarsi un file di

            testo.

            Calmati capisco che è ora della pappa. Vuoi il
            ciuccio prima di continuare?

            Ti faccio un esempio che spero anche tu sia in
            grado di capire, se il programmatore del software
            che ha spedito il lem sulla luna avesse ragionato
            come fai tu al posto della tastiera e delle
            lucine luminose sotto un pannello con delle
            scritte avrebbe messo un lettore di schede
            perforate e delle lancette senza scritto
            niente... sperando che qualcuno si dedicasse a
            scrivere il manuale o a mettere le targhette
            sopra le lucine. E infatti qualcun altro ha scritto il manuale, e messo le etichette sotto le lucine.Ti suggerisco la visione del film Apollo 13: c'e' una ottima ricostruzione di come funzionavano le cose all'epoca.Un intero team di tecnici dedicato a trovare il modo di risparmiare un Ampere.Altro che oggi dove uno ha tutta la ram che vuole, tutta la memoria che vuole, tutta la potenza che vuole. E non gli basta!
            I piloti militari in genere
            pestano duro, quindi per fortuna sua l'hanno
            obbligato a fare le cose per bene.I piloti militari non sono utonti. Tanto che sono stati coinvolti nella progettazione e hanno suggerito modifiche nei collaudi.Hai pescato l'esempio sbagliato. Ritenta.

            Comunque la soluzione si chiama winsozz: cacci

            l'euro, te la installi sul tuo computer sperando

            che sia sufficientemente carrozzato, e poi puoi

            divertirti a configurare a piacimento quello che

            la gui ti permette di

            fare.

            Infatti è per quello che windows ha il 90% del
            mercato ed è per quello che linux resta confinato
            in una nicchia dove fortunatamente sono confinati
            anche quelli come te.Sei tu quello confinato dove ti obbliga il mercato.Io faccio parte di quel 10% libero di scegliere.

            Per quello che non ti e' permesso dalla gui,
            c'e'

            il divertentissimo regedit, e per quello che

            neanche il regedit, te lo

            tieni.

            Contento tu, contenti tutti.

            Bravo. E' il primo passo, accettare di avere un
            problema col
            mondo.Io non ho problemi col mondo: e' il mondo che ha problemi col computer.Alcuni chiedono a me, e io li risolvo.Vengo pagato per questo.
          • nome e cognome scrive:
            Re: A me piace

            No che non me lo aspetto.
            Nessuno si aspetta proprio niente.
            Nessuno e' obbligato a fare niente.
            Chi vuole e sa fare, fa.
            Chi non vuole non fa.
            Chi non sa fare ringrazia.Quindi il tuo mondo ideale è quello dove solo chi sa programmare un computer lo può usare, e io direi perchè allora non cominciare a studiare un po' di elettronica quantistica? Mica vorrai usare "interfacce" luccicose come i monitor magari a cristalli liquidi? No vuoi vedere i bit e byte del tuo programma? Rilevatore: ti guardi una lunga lista di numeri.
            Esiste anche un'ultima possibilita: commissionare
            le
            cose.
            Vuoi qualcosa di particolare?
            Benissimo: la mia tariffa e' 50 euro l'ora piu'
            iva.Giusto ma a questo punto io fossi nei produttori di tastiere direi: io non ci metto sopra le lettere... mi dedico alle cose serie io, se vuoi sciocchezze come una tastiera con le lettere, o te le disegni da solo col pennarello oppure mi dai 50 euro a tasto e te li disegno io.
            Se per te e' troppo cara, troverai sicuramente
            qualcosa di
            meno.Ovviamente, ti sei chiesto perchè Bill Gates è miliardario mentre tu sei un sistemista da 1K al mese?
            Un software serio e' qualcosa che calcola o
            elabora.Ahahah, qualcosa che calcola o elabora si chiama mathlab quindi possiao evitare qualsiasi altro software. Mathlab calcola ed elabora qualsiasi cosa, l'informatica è finita.
            I software che necessitano di interfaccia invece
            gestiscono, e gestire vuol dire "questo dato qua
            devi metterlo
            la'"Quindi fammi sempre capire, il tuo fantastico software che calcola una volta prodotta una gigantesca sequenza di numeri che utilità può avere?
            Si chiamano software gestionali.Si chiamano software. Toh, è in Italianohttp://it.wikipedia.org/wiki/Software
            Io non tratto roba del genere: chiedi a qualcun
            altro.Io non affiderei mai niente a uno che ragiona come te. Se ti commissiono un software me lo fai che genera un output come ti dico io, non come decidi tu.
            E infatti qualcun altro ha scritto il manuale, e
            messo le etichette sotto le
            lucine.E quel qualcun altro per scienza infusa sapeva cosa facevano le lucine?
            Ti suggerisco la visione del film Apollo 13: c'e'
            una ottima ricostruzione di come funzionavano le
            cose
            all'epoca.Guarda ci ho persino parlato con uno dei programmatori dell'epoca, le cose funzionavano che il programmatore scriveva il manuale e definiva l'interfaccia come gli veniva detto di fare.
            Un intero team di tecnici dedicato a trovare il
            modo di risparmiare un
            Ampere.Certo un intero team di tecnici ha dovuto mettere a posto i XXXXXX creati da un altro team di tecnici.
            Altro che oggi dove uno ha tutta la ram che
            vuole, tutta la memoria che vuole, tutta la
            potenza che vuole. E non gli
            basta!E che ne sai? All'epoca mandavano gente sulla luna, un calcolo relativamente semplice da fare. Oggi mandiamo robot su marte ... non avresti potuto farlo con i mezzi dell'epoca. Nemmeno risparmiando tutte le ampere possibili.
            I piloti militari non sono utonti. Tanto che sono
            stati coinvolti nella progettazione e hanno
            suggerito modifiche nei
            collaudi.Quindi sono utenti esattamente come quelli che chiedono le interfacce fatte in un certo modo. O quando scrivi un gestionale tu ritieni di saperne di più di quello che lavora al controllo di gestione? Se cercassi di capirci qualcosa saresti stupito da quanto è complicata la gestione finanziaria, patrimoniale ed economica di un'azienda. Altro che calcolare l'orbita ellittica...
            Hai pescato l'esempio sbagliato. Ritenta.Rileggi un paio di volte e poi salvalo in qualche cartella tra qualche anno capirai meglio.
            Sei tu quello confinato dove ti obbliga il
            mercato.
            Io faccio parte di quel 10% libero di scegliere.Tu fai parte di quel 10% che liberamente sceglie di perdere il proprio tempo inutilmente, mi fa piacere cosi' come a me fa piacere essere tra quel 90% del mondo che se ne frega di cosa c'è installato sul computer e si limita ad usarlo traendone parecchio profitto.
            Io non ho problemi col mondo: e' il mondo che ha
            problemi col
            computer.Probabilmente Hitler pensava: "non sono io ad essere pazzo è il mondo che mi vuole male".
            Alcuni chiedono a me, e io li risolvo.Capisco quindi secondo te il computer deve essere estremamente difficile da usare perchè cosi' hai più clienti?
            Vengo pagato per questo.Bravo! Un lavoro stimolante, pensa a cosa faresti se tutti quelli che usano il computer sapessero perfettamente cosa fare. Forse faresti pizze, lamentandoti che chi viene ad ordinare le pizze non ha la minima idea di quale temperatura serve per cuocerle, magari guadagneresti di più...
          • panda rossa scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: nome e cognome

            Quindi il tuo mondo ideale è quello dove solo chi
            sa programmare un computer lo può usare, Siccome usare un computer vuol dire programmarlo, la risposta e' si'.Gli altri non usano il computer, usano i programmi.Chissa' se arrivi a capire la sfumatura.
            e io
            direi perchè allora non cominciare a studiare un
            po' di elettronica quantistica? Gia' fatto, grazie.Alla facolta' di ingegneria al politecnico di Milano, vecchio ordinamento.
            Mica vorrai usare
            "interfacce" luccicose come i monitor magari a
            cristalli liquidi? No vuoi vedere i bit e byte
            del tuo programma? Rilevatore: ti guardi una
            lunga lista di
            numeri.Ti stupisce che ci sia gente in grado di interpretare lunghe liste di numeri? Non fa per te questo mondo, ritorna all'agricoltura.
            Giusto ma a questo punto io fossi nei produttori
            di tastiere direi: io non ci metto sopra le
            lettere... mi dedico alle cose serie io, se vuoi
            sciocchezze come una tastiera con le lettere, o
            te le disegni da solo col pennarello oppure mi
            dai 50 euro a tasto e te li disegno
            io.Dopo circa 25 anni che uso la tastiera, non ho neanche piu' bisogno di guardarli i tasti per poter scrivere. Le lettere disegnate sopra servono a quelli come te che la tastiera la usano solo col dito indice e imprecano perche' non possono usare il mouse.
            Ovviamente, ti sei chiesto perchè Bill Gates è
            miliardario mentre tu sei un sistemista da 1K al
            mese?Sara' perche' a me il mio 1K al mese e' sufficiente.E comunque se questo e' il tuo metro per misurare le cose, sei un poveretto (in senso morale).
            Ahahah, qualcosa che calcola o elabora si chiama
            mathlab quindi possiao evitare qualsiasi altro
            software. Mathlab calcola ed elabora qualsiasi
            cosa, l'informatica è
            finita.Prova un po' a dirmi la posizione dei satelliti di Giove, con mathlab.O a calcolarmi il prossimo numero primo di Mersenne con mathlab.O anche banalmente a risolvere un diagramma di scacchi sempre con mathlab.Tu manco sa che cosa significa elaborare, se pensi che siano cose da fare con mathlab.

            I software che necessitano di interfaccia invece

            gestiscono, e gestire vuol dire "questo dato qua

            devi metterlo

            la'"

            Quindi fammi sempre capire, il tuo fantastico
            software che calcola una volta prodotta una
            gigantesca sequenza di numeri che utilità può
            avere?A quello che ha richiesto l'elaborazione, per esempio.

            Si chiamano software gestionali.

            Si chiamano software. Toh, è in Italiano

            http://it.wikipedia.org/wiki/SoftwareEmbe'? Tutto e' software, anche il bloatware e' software.Quelli specifici che si occupano di trattamento dati, si chiamano gestionali. E non effettuano calcoli degni di questo nome.

            Io non tratto roba del genere: chiedi a qualcun

            altro.

            Io non affiderei mai niente a uno che ragiona
            come te. Se ti commissiono un software me lo fai
            che genera un output come ti dico io, non come
            decidi tu.Se mi commissioni un software prima discutiamo di che si tratta.Se vuoi un gestionale, no grazie.Se vuoi qualcosa che valga la pena di essere sviluppato se ne parla, ma se pretendi lustrini e trasparenze nell'output, no grazie.Io faccio il programmatore, non mi occupo di make up.

            E infatti qualcun altro ha scritto il manuale, e

            messo le etichette sotto le

            lucine.

            E quel qualcun altro per scienza infusa sapeva
            cosa facevano le lucine?Quindi per te l'ingegneria e' scienza infusa?

            Ti suggerisco la visione del film Apollo 13:
            c'e'

            una ottima ricostruzione di come funzionavano le

            cose

            all'epoca.

            Guarda ci ho persino parlato con uno dei
            programmatori dell'epoca, le cose funzionavano
            che il programmatore scriveva il manuale e
            definiva l'interfaccia come gli veniva detto di
            fare.Detto di fare da chi? All'epoca mica c'era l'utente o il committente.L'informatica era materia riservata ai soli addetti ai lavori.Nessuno diceva niente, si faceva e basta.

            Un intero team di tecnici dedicato a trovare il

            modo di risparmiare un

            Ampere.

            Certo un intero team di tecnici ha dovuto mettere
            a posto i XXXXXX creati da un altro team di
            tecnici.Queste cose ci saranno sempre.
            E che ne sai? All'epoca mandavano gente sulla
            luna, un calcolo relativamente semplice da fare.
            Oggi mandiamo robot su marte ... non avresti
            potuto farlo con i mezzi dell'epoca. Nemmeno
            risparmiando tutte le ampere possibili.I robot su marte oggi risalgono a 10 anni fa, e la loro progettazione a 15.

            Quindi sono utenti esattamente come quelli che
            chiedono le interfacce fatte in un certo modo. Magari con cognizione di causa.
            O
            quando scrivi un gestionale tu ritieni di saperne
            di più di quello che lavora al controllo di
            gestione? Arridaje. Io non li scrivo i gestionali!!!
            Se cercassi di capirci qualcosa saresti
            stupito da quanto è complicata la gestione
            finanziaria, patrimoniale ed economica di
            un'azienda. Altro che calcolare l'orbita
            ellittica...Complicatissima. Invece di risparmiare, tagliano e licenziano.Sono capace pure io di fare il manager cosi'.

            Sei tu quello confinato dove ti obbliga il

            mercato.

            Io faccio parte di quel 10% libero di scegliere.

            Tu fai parte di quel 10% che liberamente sceglie
            di perdere il proprio tempo inutilmente, Per il contadino che zappa la terra, lo studioso e' colui che perde tempo.Il mondo non cambia mai.
            mi fa
            piacere cosi' come a me fa piacere essere tra
            quel 90% del mondo che se ne frega di cosa c'è
            installato sul computer e si limita ad usarlo
            traendone parecchio profitto.s/ /subirlo

            Io non ho problemi col mondo: e' il mondo che ha

            problemi col

            computer.

            Probabilmente Hitler pensava: "non sono io ad
            essere pazzo è il mondo che mi vuole male".E tu analogamente stai pensando: "Non sono io che non capisco una mazza, sono i programmatori che non sanno fare i programmi che fanno quello che ho in mente senza neppure bisogno di cliccare."

            Alcuni chiedono a me, e io li risolvo.

            Capisco quindi secondo te il computer deve essere
            estremamente difficile da usare perchè cosi' hai
            più clienti?No, guarda. In tutta sincerita' preferirei avere meno rotture e piu' tempo libero.

            Vengo pagato per questo.

            Bravo! Un lavoro stimolante, pensa a cosa faresti
            se tutti quelli che usano il computer sapessero
            perfettamente cosa fare. Forse faresti pizze,
            lamentandoti che chi viene ad ordinare le pizze
            non ha la minima idea di quale temperatura serve
            per cuocerle, magari guadagneresti di
            più...Eh gia', ancora guadagnare, sempre quello il tuo metro.
          • nome e cognome scrive:
            Re: A me piace

            Siccome usare un computer vuol dire programmarlo,
            la risposta e'
            si'.
            Gli altri non usano il computer, usano i
            programmi.
            Chissa' se arrivi a capire la sfumatura.Ma lol... e quindi i telespettatori non guardano la TV guardano i programmi, quindi usare la TV vuol dire costruire CRT.
            Gia' fatto, grazie.
            Alla facolta' di ingegneria al politecnico di
            Milano, vecchio
            ordinamento.Ammazza meno male che l'università dovrebbe dare apertura mentale, ma poi toglimi una curiosità... sei finito a riparare computer?
            Ti stupisce che ci sia gente in grado di
            interpretare lunghe liste di numeri? Non fa per
            te questo mondo, ritorna
            all'agricoltura.Mi stupisce che ci sia gente che preferisce guardare lunghe liste di numeri piuttosto che un grafico, o una rappresentazione seplificata... ma dimenticavo quando tu studiavi fisica quantistica mai e poi mai hai guardato un grafico dello spettro del corpo nero... troppo banale disegnare.
            Dopo circa 25 anni che uso la tastiera, non ho
            neanche piu' bisogno di guardarli i tasti per
            poter scrivere. Le lettere disegnate sopra
            servono a quelli come te che la tastiera la usano
            solo col dito indice e imprecano perche' non
            possono usare il
            mouse.Ma io produttore di tastiere te la cambio ogni due anni... mica sono scemo.
            Sara' perche' a me il mio 1K al mese e'
            sufficiente.
            E comunque se questo e' il tuo metro per misurare
            le cose, sei un poveretto (in senso
            morale).E' il metro dell'umanità per misurare il sucXXXXX, si chiama domanda e offerta: se quello che fai piace te lo comprano, altrimenti ripari computer.
            O anche banalmente a risolvere un diagramma di
            scacchi sempre con
            mathlab.E che problemi ci sarebbero? Si tratta di formule matematiche. Prendi google e cerca "chess matlab", "mersenne prime matlab" e cosi' via: troverai qualcuno che l'ha fatto.
            Tu manco sa che cosa significa elaborare, se
            pensi che siano cose da fare con
            mathlab.Ma non ve l'hanno fatto usare alla facoltà di ingegneria del politecnico di Milano? Hai mollato prima di controlli automatici?
            A quello che ha richiesto l'elaborazione, per
            esempio.Che ovviamente perderà mille anni per leggere i risultati.
            Embe'? Tutto e' software, anche il bloatware e'
            software.Eri tu a fare differenza.
            Quelli specifici che si occupano di trattamento
            dati, si chiamano gestionali. E non effettuano
            calcoli degni di questo
            nome.Ti hanno XXXXto anche in economia aziendale oltre che a controlli automatici?
            sviluppato se ne parla, ma se pretendi lustrini e
            trasparenze nell'output, no
            grazie.Il problema è tutto tuo almeno fino a quando non potrai vantare qualche premio nobel alle spalle allora "forse" il committente prenderà in considerazione le tue idee sulla presentazione dei dati ...
            Io faccio il programmatore, non mi occupo di make
            up.Lol...

            E quel qualcun altro per scienza infusa sapeva

            cosa facevano le lucine?
            Quindi per te l'ingegneria e' scienza infusa?Quindi, fammi sempre capire, c'è un ingegnere che decide quali lucine corrispondono ad un risultato poi un altro ingegnere che analizze il lavoro fatto dall'altro ingegnere per capire cosa ha deciso, poi un altro ingegnere che analizza il lavoro fatto dal secondo... alla fine chi mette le etichette se nessuno si prende la briga di spiegare a cosa servono le lucine?

            Guarda ci ho persino parlato con uno dei

            programmatori dell'epoca, le cose funzionavano

            che il programmatore scriveva il manuale e

            definiva l'interfaccia come gli veniva detto di

            fare.

            Detto di fare da chi? All'epoca mica c'era
            l'utente o il
            committente.Ma lol... si sono svegliati e hanno detto, vah... facciamo un sistema di guida per missili.
            Nessuno diceva niente, si faceva e basta.Si e nessuno pagava, nessuno approvava le spese.
            I robot su marte oggi risalgono a 10 anni fa, e
            la loro progettazione a
            15.E i missili che hanno mandato l'uomo sulla luna agli anni 40, questo cosa c'entra?

            Quindi sono utenti esattamente come quelli che

            chiedono le interfacce fatte in un certo modo.
            Magari con cognizione di causa.Cognizione che tu, non facendo il loro mestiere, non hai.

            quando scrivi un gestionale tu ritieni di
            saperne

            di più di quello che lavora al controllo di

            gestione?
            Arridaje. Io non li scrivo i gestionali!!!Quando scrivi il programma che calcola l'andamento delle onde sismiche pensi di saperne più di un geologo?

            Se cercassi di capirci qualcosa saresti

            stupito da quanto è complicata la gestione

            finanziaria, patrimoniale ed economica di

            un'azienda. Altro che calcolare l'orbita

            ellittica...
            Complicatissima. Invece di risparmiare, tagliano
            e
            licenziano.
            Sono capace pure io di fare il manager cosi'.Ahah si ... ovviamente, un genio incompreso.
            Per il contadino che zappa la terra, lo studioso
            e' colui che perde
            tempo.
            Il mondo non cambia mai.Per lo studioso il contadino che zappa la terra è ignorante... solo che lo studioso non sa come mungere una mucca.
            E tu analogamente stai pensando: "Non sono io che
            non capisco una mazza, sono i programmatori che
            non sanno fare i programmi che fanno quello che
            ho in mente senza neppure bisogno di
            cliccare."Non tutti i programmatori sono cosi' per fortuna, altrimenti non esisterebbe l'informatica.

            estremamente difficile da usare perchè cosi' hai

            più clienti?tBella rottura sto limite di caratteri.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: nome e cognome

            E comunque se questo e' il tuo metro per
            misurare

            le cose, sei un poveretto (in senso

            morale).

            E' il metro dell'umanità per misurare il
            sucXXXXX,Affatto, è il metro dei gretti e dei poveracci (economicamente e non).C'è una parte di umanità che sta regredendo al tuo stadio, ma fortunatamente è ancora una minoranza.

            Per il contadino che zappa la terra, lo studioso

            e' colui che perde

            tempo.

            Il mondo non cambia mai.

            Per lo studioso il contadino che zappa la terra è
            ignorante... solo che lo studioso non sa come
            mungere una
            mucca.
            Lo studioso ad imparare a mungere ci mette massimo 2 giorni.Uno zappaterra come te non capirà, invece, mai nulla di informatica.
          • panda rossa scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: nome e cognome
            Bella rottura sto limite di caratteri.Fa parte dell'interfaccia.Avranno usato un VARCHAR2(7000) invece di un LONG e quindi devono limitare l'input.Oppure ci saranno ragioni piu' profonde.Chi puo' dirlo?Purtroppo questa struttura di commenti alle notizie e' in formato proprietario e te la pigli cosi com'e'.usenet invece questi limiti non li ha, ma usenet e' roba per programmatori, ci si puo' accedere anche con un dumb terminal a fosfori verdi, e' roba molto anni '60.Vuoi mettere col web 2.0?
      • Rudder scrive:
        Re: A me piace
        Zap non concordo e credo che non concorderemo mai :)ad ogni modo l'insucXXXXX di linux sui netbook credo sia imputabile a interfaccie grafiche veramente brutte oltre che al disorientamento degli utenti(per quanto riguarda le interfaccie ora il discorso è diverso vedi moblin e ubuntu).Per quanto riguarda il flop di vista è imputabile ad un sistema rilasciato troppo frettolosamente microsoft ha corretto il tiro con l'SP1 e l'SP2 ma le prestazioni pur migliorate sono rimaste inferiori ad xp che gli è stato x questo preferito sul netbook,a conferma di questo c'è il fatto che 7 graficamente non cambia molto,cambia nelle prestazioni evidente il lavoro fatto su kernel e filesystem.
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: A me piace
          - Scritto da: Rudder
          a conferma di questo c'è il
          fatto che 7 graficamente non cambia molto,cambia
          nelle prestazioni evidente il lavoro fatto su
          kernel e
          filesystem.Non mi risulta che ci siano differenze di kernel o filesystem tra Vista e 7.Almeno non evidenti.Attendo smentite
          • pennuto lacustre scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Non mi risulta che ci siano differenze di kernel
            o filesystem tra Vista e
            7.
            Almeno non evidenti.
            Che io sappia l'unica cosa che hanno modificato è stato il sistema di caricamento dei driver (ora asincrono) che permette di ridurre (non di molto nei miei test) i tempi di boot, rendendo Win7 più simile ad XP sotto questo aspetto.Hanno poi modificato il gestore delle finestre (DWM = Desktop Windows Manager) che ripone nella memoria della scheda video (se di ultima generazione) la grafica delle finestre WPF (un pò come facevano da tempo i giochi 3D). Questo fa si che il proXXXXX DWM.EXE puppi circa 50/100M di RAM in meno (poco rispetto alla differenza con XP).Hanno poi modificato UAC per renderlo meno invasivo, ma hanno introdotto una falla di sicurezza (http://www.pretentiousname.com/misc/win7_uac_whitelist2.html), ma MS dice che va bene così (http://www.istartedsomething.com/20090131/microsoft-dismisses-windows-7-uac-security-flaw-insists-by-design/)... Contenti loro! :D
        • gnulinux86 scrive:
          Re: A me piace
          Ma se Asus, preinstallava una distro oscena chiamata Xandros ovvio no!?.Domanda a Dell con Ubuntu se la musica è diversa.Vista Sp2 e Win7 ha livello prestazionale sono quasi identici, 7 a solo il boot più veloce.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 15.49-----------------------------------------------------------
          • pennuto lacustre scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: gnulinux86
            Vista Sp2 e Win7 ha livello prestazionale sono
            quasi identici, 7 a solo il boot più
            veloce.Confermo (e non per sentito dire ma ho fatto delle prova di persona).Inoltre ho da poco letto un articolo riguardante un ennesimo test, che dimostra come Win7 sia pesante ed esoso di risorse come Vista e non leggero come XP (promessa fatta da MS e non mantenuta).Questo test dimostra come la durata della batteria di un netbook si riduca notevolmente se su questo viene installato Win7 piuttosto che XP. Quindi Win7 annulla il vero punto di forza dei netbook: la durata della batteria.http://www.hwupgrade.it/news/portatili/microsoft-w...
          • nome e cognome scrive:
            Re: A me piace


            Vista Sp2 e Win7 ha livello prestazionale sono

            quasi identici, 7 a solo il boot più

            veloce.

            Confermo (e non per sentito dire ma ho fatto
            delle prova di
            persona).

            Inoltre ho da poco letto un articolo riguardante
            un ennesimo test, che dimostra come Win7 sia
            pesante ed esoso di risorse come Vista e non
            leggero come XP (promessa fatta da MS e non
            mantenuta).Osti, spiegalo a ZDnet...http://blogs.zdnet.com/BTL/?p=22006&page=5Spiegalo anche a techradarhttp://www.techradar.com/news/software/operating-systems/windows-deathmatch-windows-7-vs-vista-vs-xp-615167?artc_pg=8
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: A me piace
            ma tu li leggi gli articoli che linki?
          • nome e cognome scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            ma tu li leggi gli articoli che linki?Ovviamente si, tu conti fino a 100 prima di premere invia?
          • Yellow scrive:
            Re: A me piace
            E non li capisci, vero?
          • nome e cognome scrive:
            Re: A me piace
            - Scritto da: Yellow
            E non li capisci, vero?Purtroppo perdo anche tempo a spiegarveli ma lo so sono troppo buono.
      • bLax scrive:
        Re: A me piace
        - Scritto da: zap
        - Scritto da: Rudder

        ... il limite maggiore per

        questo sistema non sia il sistema in se ma il

        fatto che molte compagnie di hardware lo

        considerano poco alle volte non fornenedo

        driver.

        Balle. Sui primi netbook c'era solo linux ed era
        perfettamente supportato a livello HW ma la gente
        chiedeva XP perchè riconosceva quel tipo di
        desktop.

        E chi sviluppa le GUI per linux non ha ancora
        capito che DEVE assecondare il tipo di utenza di
        Windows se vuole erodere quote di
        mercato.
        Persino Vista ha avuto poco scXXXXX perchè la GUI
        è piuttosto diversa da quella di XP... Persino M$
        c'è caduta nel buttare via un'interfaccia (quella
        di XP) che
        piaceva.non mescoliamo salame e nutella ok? - non è che "piaceva"...è che se ci metti ANNI (7?-8?) per tirare fuori qualcosa di nuovo la gente si abitua (pigrizia mentale)....peraltro questa fatica immane per partorire un aborto (SP1 dopo quanto? 3 mesi?) che:- l'interfaccia grafica se non metti degli occhiali scuri da quanti eye-candy sbrilluccichii e cagate varie ha, rimani accecato- sempre nell'interfaccia di explorer (file manager, del browser non mi ci metto neppure) la riga di opzioni e suggerimenti cabia in continuazione...come cacchio imparo che "opzioni" sta lì in quella zona della finestra se me lo sposta/scompare ad ogni click?- era così PESANTE che l'intero mondo hardware ha dovuto sgambettare parcchio prima di arrivare a costruire qualcosa che faccia girare bene sto elefante (ci sono parecchie vecchie configurazioni di CoreDuo e core2duo di primissima generazione che faticano ad avere prestazioni DECENTI, in barba a Zap che dice che Linux è pesante e spreca spazio con le lingue di sistema PUAH!)detto questo pure linux (o GNU/linux, altrimenti qua si XXXXXXXno pure!) ha dei suoi difetti: il miglior modello aziendale per una distro linux sarebbe proprio il modello Apple, che sono fighi e tirano fuori delle sburrate, ma vogliono fare tutto di testa loro....ma hanno staXXXXXta del hardware+ software....e sono partiti pure loro da un modello open (OSX è una distro "derivata" da freeBSD...m con tutta la sovrastruttura scritta in codice closed....fanno progetti open solo dove serve avere piu compatibiità...tipo Cups)... ecco, se linux avesse una azienda trainante con lo stesso modello di business, quella diventerebbe standard de facto, e ci sarebbero molti piu software commerciali cheappoggerebbero una piattaforma linux....
        • pennuto lacustre scrive:
          Re: A me piace
          - Scritto da: bLax
          peraltro questa fatica
          immane per partorire un aborto (SP1 dopo quanto?
          3 mesi?)
          che:
          - l'interfaccia grafica se non metti degli
          occhiali scuri da quanti eye-candy sbrilluccichii
          e cagate varie ha, rimani
          accecato
          - sempre nell'interfaccia di explorer (file
          manager, del browser non mi ci metto neppure) la
          riga di opzioni e suggerimenti cabia in
          continuazione...come cacchio imparo che "opzioni"
          sta lì in quella zona della finestra se me lo
          sposta/scompare ad ogni
          click?
          - era così PESANTE che l'intero mondo hardware ha
          dovuto sgambettare parcchio prima di arrivare a
          costruire qualcosa che faccia girare bene sto
          elefante (ci sono parecchie vecchie
          configurazioni di CoreDuo e core2duo di
          primissima generazione che faticano ad avere
          prestazioni DECENTI, in barba a Zap che dice che
          Linux è pesante e spreca spazio con le lingue di
          sistema
          PUAH!)Aggiugo:- Sulla nuova interfaccia WPF NON è possibile disabilitare ClearType- Le toolbar NON sono configurabili- C'è incoerenza tra le varie parti (molti link aprono ancora finestre stile XP, tipo le proprietà avanzate di sistema)- Molte finestre non hanno più il titolo (però hanno l'effetto trasparenza che ti fa gridare "WOW" a squarciagola...)- Se si ingrandisce il DPI del carattere, le nuove interfacce non cambiano (forse sta cosa è migliorata su Win7)
          • bLax scrive:
            Re: A me piace
            ecco queste non le sapevo hehe...ho usato wista quei 20 minuti giusto per installare soft a qualche utonto niubbissimo....mi sono stati piu che sufficenti per dire....CHE medda... poi degustibus eh! io uso un po di tutto e non mi faccio problemi, ogni uno usi quello che si trova meglio.dico solo che se è open è meglio....
  • attonito scrive:
    mamma mia che imprecisioni!
    da quando "Linux" ha un'interfaccia grafica?Ah, ma sta parlando forse di KDE, GNOME, XFCE, et similia? Ah, sta parlando di "interfaccie grafiche" che funzionano pure su *bsd? Ah, sta parlando di cose che possono esistere INDIPENDENTEMENTE da linux, che, come noto (ma forse non ha tutti, forse neanche a questo - dicimo cosi' - articolista) dispone unicamente di una interfaccia utente a caratteri?Oh, Galimba: lo sai che ubuntu non e' linux? Sperem'!Va bene i papocchi ed il pressapochismo, ma qui veramente si esagera, caro "PI 3000": ma non c'e' nessun revisore di bozze? nessun Controllo Qualita' sugli articoli prima che vengano pubblicati?No, eh?
    • acno scrive:
      Re: mamma mia che imprecisioni!
      Ormai con "linux" si identifica la nuvola di distribuzioniGNU/Linux esistenti, Ubuntu in primis. Inutile fare i pignolisu queste cose. Anche se un po' di cura dei particolari non guasta mai.
      • attonito scrive:
        Re: mamma mia che imprecisioni!
        - Scritto da: acno
        Ormai con "linux" si identifica la nuvola di
        distribuzioni
        GNU/Linux esistenti, Ubuntu in primis. Inutile
        fare i pignoli su queste cose.
        Anche se un po' di cura dei
        particolari non guasta mai.Allora, se "ci puo' stare" sertir parlare i bimbiminkia che dicono: "fico, ho linux con i cubi rotanti e scrivo le parole di fiamma col mouse", mi si accappona la pelle a leggere certi strafalcioni su una rivista telematica che si bulla di essere "quotidiano informatico dal 1996". Ok, non la pago, ok, e' diventata la "novella 3000" della rete, ma XXXXXmiseria, ancora mi indigno a sentire certi strafalcioni.Aeesso scusate, devo andare in cantina a ricompilare il kernel, ieri l'ho ricompilato solo 5 volte, sai com'e', sono in crisi di astinenza.
    • Steve Robinson Hakkabee scrive:
      Re: mamma mia che imprecisioni!
      Domanda (magari un po utonta): ma perché ubunto non é linux?
      • krane scrive:
        Re: mamma mia che imprecisioni!
        - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
        Domanda (magari un po utonta): ma perché ubunto
        non é linux?E' un po' come dire che la Panda e' un'auto.
        • attonito scrive:
          Re: mamma mia che imprecisioni!
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee

          Domanda (magari un po utonta): ma perché ubunto

          non é linux?

          E' un po' come dire che la Panda e' un'auto.Come dire che il motore E' l'automobile.
      • attonito scrive:
        Re: mamma mia che imprecisioni!
        - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
        Domanda (magari un po utonta): ma perché ubunto
        non é linux?Ubuntu e' una distrubuzione che mette a disposizione dell'untente N-mila progammi (pacchetti) di cui UNO e' il sistema operativo linux.Linux e' SEMPRE un componente, una parte (ancorche' fondamentale), ma NON e' la distribuzione.Per esempio, debian sta preparandosi ad integrare un kernel bsd-like: in altre parole, si potra' SCEGLIERE se usare linux o un ]bsd quale kernel della distro.
        • DarkSchneider scrive:
          Re: mamma mia che imprecisioni!
          - Scritto da: attonito
          - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee

          Domanda (magari un po utonta): ma perché ubunto

          non é linux?

          Ubuntu e' una distrubuzione che mette a
          disposizione dell'untente N-mila progammi
          (pacchetti) di cui UNO e' il sistema operativo
          linux.
          Linux e' SEMPRE un componente, una parte
          (ancorche' fondamentale), ma NON e' la
          distribuzione.
          Per esempio, debian sta preparandosi ad integrare
          un kernel bsd-like: in altre parole, si potra'
          SCEGLIERE se usare linux o un ]bsd quale kernel
          della
          distro.APT, i repository debian e tutti i suoi DEB con un kernel BSD? La cosa mi attira parecchio anche se attualemnte il supporto driver di un kernel linux è molto più ampio rispetto a BSD (IMHO).
      • nome e cognome scrive:
        Re: mamma mia che imprecisioni!
        - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
        Domanda (magari un po utonta): ma perché ubunto
        non é
        linux?Perchè se ti vuoi considerare un vero linaro devi ricompilare il kernel almeno un paio di volte per installare il sistema.
        • Yellow scrive:
          Re: mamma mia che imprecisioni!
          E invece chi come te scrive queste scemente, come lo consideriamo? Szeru tituli? Pilla? "orione" ?
          • nome e cognome scrive:
            Re: mamma mia che imprecisioni!
            - Scritto da: Yellow
            E invece chi come te scrive queste scemente, come
            lo consideriamo? Szeru tituli? Pilla? "orione"
            ?Linaro che poi è un sinonimo di quello che c'è scritto sopra ... ora do una ricompilata al kernel così non mi sento in colpa.
        • ullala scrive:
          Re: mamma mia che imprecisioni!
          - Scritto da: nome e cognome
          - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee

          Domanda (magari un po utonta): ma perché ubunto

          non é

          linux?

          Perchè se ti vuoi considerare un vero linaro devi
          ricompilare il kernel almeno un paio di volte per
          installare il
          sistema.1) casomai ubuntu (non ubunto) è una distribuzione (aka collezione di packges) che UTILIZZA un KERNEL LINUX a sua volta derivato da una altra distribuzione (Debian).2) Nel momento stesso in cui dovessi ricompilare il kernel (e per averne la necessità devi aver cambiato qualcosa rispetto alla "distro") quello che ottieni è, per definizione, qualcosa di diverso dalla distro stessa.Può essere che per i tuoi personalissimi scopi ti serviva farlo e se ti serviva hai sfruttato una opportunità UNICA ed esclusiva del software GNU e/o open source se non ti serviva non si capisce perchè lo avresti fatto... una cosa resta comunque certa poter fare una cosa è meglio di non poterla fare... saperla fare bene o male è questione di conoscenza e volontà/necessità non poterla fare significa invece ingoiare il rospo come stà e rosicare! :DIl resto è FUFFA!
    • Francesco scrive:
      Re: mamma mia che imprecisioni!
      - Scritto da: attonito
      linux, che, come noto (ma
      forse non ha tutti, forse neanche a questo -
      dicimo cosi' - articolista) dispone unicamente di
      una interfaccia utente a
      caratteri?Se vogliamo fare i pignoli, l'interfaccia utente a caratteri non è più "linux" di quanto non lo sia X. Linux è solo un kernel, la shell è un programma che gira su questo kernel, come X, come Kde che gira su X, eccetera eccetera... (e "a tutti" si scrive senza l'acca)F
      • attonito scrive:
        Re: mamma mia che imprecisioni!

        Se vogliamo fare i pignoli, l'interfaccia utente
        a caratteri non è più "linux" di quanto non lo
        sia X. Linux è solo un kernel, la shell è un
        programma che gira su questo kernel, come X, come
        Kde che gira su X, eccetera eccetera... (e "a
        tutti" si scrive senza
        l'acca)

        Fgiusto.Grazie per avermi corretto.
  • zap scrive:
    a linux manca ancora un desktop e già...
    Penso che a linux manchi ancora un desktop completo, funzionale, e soprattutto che strizzi l'occhio agli utenti che migrano da Windows.E invece tutti gli sforzi della "communità" si sono incentrate su michiate di effetti speciali, tralsciando del tutto l'usabilità e l'accessibilità da tastiera o la realizzazione di tool di configurazione GRAFICI degni di questo nome.E peraltro linux è stato abbandonato dai netbook, dove all'inizio aveva una buona quota. Ora tutta di WindowsXP. Grandissima occasione buttata nel XXXXX per lo snobismo dei linari che godono a configurare tutto tramite linea di comando.I peggiori nemici di linux sono proprio i linari. Purtroppo.
    • acno scrive:
      Re: a linux manca ancora un desktop e già...
      Vedi la mia risposta a "assorata"
      • zap scrive:
        Re: a linux manca ancora un desktop e già...
        - Scritto da: acno
        Vedi la mia risposta a "assorata"Letta.Ribadisco che i peggiori nemici di linux e coloro che più di tutti ne ostacolano la diffusione sono proprio i linari.
        • garixi scrive:
          Re: a linux manca ancora un desktop e già...
          - Scritto da: zap
          - Scritto da: acno

          Vedi la mia risposta a "assorata"
          Letta.
          Ribadisco che i peggiori nemici di linux e coloro
          che più di tutti ne ostacolano la diffusione sono
          proprio i
          linari. ASSOLUTAMENTE DACCORDO
        • pabloski scrive:
          Re: a linux manca ancora un desktop e già...
          bah, decantare i pregi di linux non mi pare un modo per affondarlopoi se ti riferisci alla storia del linaro antipatico, ti invito ad andare su hwupgrade o html.it e guardare come si comportano i linari nei confronti dei newbie
          • Wolf01 scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            No, non è quello il punto.Il punto è che un "linaro" è abituato a configurare tutto da riga di comando perchè è semplicemente più veloce e in vari casi pure più "potente" che farlo da interfaccia (tipo configurare valori multipli o settare le varie flag per lanciare un programma o perfino per compilare)Per questo un "linaro" dà poca importanza all'interfaccia ed è per questo che non ci sono molte interfacce user friendly.
    • pabloski scrive:
      Re: a linux manca ancora un desktop e già...
      la storia dei netbook andrebbe chiarita http://www.osnews.com/story/22002/Close_to_a_Third_of_Dell_Netbooks_Ship_with_Linuxsi parlò di un flop, ma asus e dell hanno sempre detto un'altra cosapoi si disse che linux non andava bene e che la comunità...blah blah....però nessuno dice che linpus fa XXXXXX e xandros è una mezza schifezzasia msi che acer non hanno saputo implementare una versione di linux decente.....a quel punto usavano ubuntu e avevano risolto e invece no, hanno voluto strafare con versioni strane e customizzatepoi ci sono le pressioni commerciali di ms che sono state evidenti, visto che un prodotto, da che mondo è mondo, non si toglie dal mercato in un lampo com'è sucXXXXX ai netbook con linuxa me sembra più la riedizione della storia di beos che un flop di linuxse parliamo di interfacce, poi, beh basta guardare kde4 e ti accordi che la gui userfriendly esiste
      • zap scrive:
        Re: a linux manca ancora un desktop e già...
        - Scritto da: pabloski
        la storia dei netbook andrebbe chiarita....

        se parliamo di interfacce, poi, beh basta
        guardare kde4 e ti accordi che la gui
        userfriendly esisteA parte che a me l'interfaccia linux dei netbook piceva e sembrava molto task-oriented.Ma vedi, il problema NON è essere user-frendly, task-oriented XXXXX e mazzi. Il problema è che l'iterfaccia di windows 95 È l'interfaccia dei pc da 15 anni. Tutti bene o male la sanno usare o l'anno vista almeno una volta.Fotte un XXXXX che un desktop diverso o paradigmi di GUI senza-desktop siano "meglio": se vuoi conquistare il mercato, quando premi il tasto WIN sulla tastiera DEVE uscire fuori un menu con programi, pannello di controllo, doc recenti ecc. Quando fai CTRL-C deve copiare e se premi CANC ti deve chiedere se mettere nel cestino il tuo file. E deve farlo DI DEFAULT, non richiedere 1000 configurazioni.Neanche Ubuntu lo fa. E perchè quei XXXXXXXX di Gnome hanno tolto i tasti OK-Annulla e messo solo Chiudi? è la peggior XXXXXXXta possibile immaginabile per far XXXXXXXre l'utente di Windows.Questo vole la gente e se vuoi che linux abbia sucXXXXX questo è quello che devi fare.
        • Emoticon e video scrive:
          Re: a linux manca ancora un desktop e già...
          Il problema è che Linux è diventato il sistema preferito di aziende che non vogliono spendere e vogliono comunque fornire un sistema operativo ad un cellulare, netbook, ecc.Su Linux oltre alla base gratuita vengono aggiunti solo programmini di installazione e un qualche tema per il desktop.Le aziende lo sfruttano Linux ma non si sforzano di migliorarlo veramente perchè la logia è "non voglio spendere e quindi adotto linux"
        • Nedanfor scrive:
          Re: a linux manca ancora un desktop e già...
          Su GNOME addirittura puoi configurare con ctrl+alt+del il task manager (gnome-system-monitor) e c'è qualcosa di simile su KDE... Sugli ultimi 3 PC che ho sistemato l'ho messo, così non c'è bisogno che usino la shell (o che aggiungano alla barra il pulsante per l'avvio del task manager).Linux può essere utilizzato anche da utenti di basso livello, basta spiegargli come installare in modo sicuro i programmi, dirgli di non farlo in altre maniere, spiegargli perché la loro password è importante... Alla fine puoi riassumere tutto in un file di testo, posizionarglielo sul desktop in bella vista ed ecco che hai fatto contente delle persone. Non si dovranno preoccupare più di formattare una volta al mese o di antivirus vari... Uno ha bisogno di un programma/dei videogiochi? Non ci sono per Wine/non è umanamente in grado di usare Wine? Dual-boot. E usa Windows solo dove è veramente necessario.L'ho testato io, non ho trovato nessuno che non fosse in grado di utilizzare distro come Ubuntu/Kubuntu o Debian.
      • il signor rossi scrive:
        Re: a linux manca ancora un desktop e già...
        - Scritto da: pabloski
        poi ci sono le pressioni commerciali di ms che
        sono state evidenti, visto che un prodotto, da
        che mondo è mondo, non si toglie dal mercato in
        un lampo com'è sucXXXXX ai netbook con
        linuxesatto, basti pensare che asus ha dovuto fare un sito chiamato "with windows it's better" in cui spiega i vantaggi di avere windows sul netbook... un po' strano per un'azienda che commercializza(va) anche netbook con linux, no? E ci sarebbero altri casi e altri esempi.Inizialmente, si parlò di flop perché solo il 30% degli eeepc venduti avevano linux... in realtà per un OS che ha meno dell'1% di quota di mercato, vi rendete conto che era una cifra altissima?
        se parliamo di interfacce, poi, beh basta
        guardare kde4 e ti accordi che la gui
        userfriendly esisteesatto, e non c'è bisogno di strizzare l'occhio agli utenti che migrano da windows!
        • zap scrive:
          Re: a linux manca ancora un desktop e già...
          - Scritto da: il signor rossi
          Inizialmente, si parlò di flop perché solo il 30%
          degli eeepc venduti avevano linux... in realtà
          per un OS che ha meno dell'1% di quota di
          mercato, vi rendete conto che era una cifra
          altissima?Si era altissima. però è stata persa ed oggi trovi XP. Falllimento peggiore non era ipotizzabile.
          non c'è bisogno di strizzare l'occhio
          agli utenti che migrano da windows!Se vuoi che linux resti all'1% no, non c'è bisogno...
          • gnulinux86 scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            Guarda che il settore netbook, non è vincolato al solo Eeepc.http://www.linux-netbook.com/netbooks
          • pabloski scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: zap
            Si era altissima. però è stata persa ed oggi
            trovi XP. Falllimento peggiore non era
            ipotizzabile.
            veramente sia dell che asus hanno ribadito più volte che il 30% è la percentuale di netbook linux venduti attualmentequindi il flop non c'è stato, semmai si è passati dal 100% ( per pochissimi mesi ) al 30%
          • assorata scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            Ah beh, se non è un flop un calo del 70%... (rotfl)
          • pabloski scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            meglio vista che è riuscito a raggiungere solo il 17% in 3 anni nonostane fosse imposto in tutti i nuovi pc? :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 15.40-----------------------------------------------------------
          • Nedanfor scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            30% su netbook vs. 1% di desktop/laptop. Si, 29% di differenza col mercato generico è tanto. Inoltre... Ho installato Linux su 4-5 netbook di amici, che l'avevano comprato con Windows... L'OS che ci trovi preinstallato puoi cambiarlo/fartelo cambiare. Presto dovrò testare FreeBSD su un netbook con un amico, qualcuno ha mai visto un netbook con FreeBSD preinstallato? Asd.
      • ruppolo scrive:
        Re: a linux manca ancora un desktop e già...
        - Scritto da: pabloski
        sia msi che acer non hanno saputo implementare
        una versione di linux decente.....Questo è il risultato del modello "il mio sistema nel tuo computer" che governa il PC.I produttori di PC non hanno competenze né esperienze in sistemi operativi, costruiscono solo la "ferraglia".Vi piace questo modello? A me no.
        • pabloski scrive:
          Re: a linux manca ancora un desktop e già...
          hai ragione e il guaio è che non costruiscono neppure più la ferraglia, che viene costruita da pegatron e soci
    • gnulinux86 scrive:
      Re: a linux manca ancora un desktop e già...
      Cosa avrebbero DE come Gnome e KDE, in meno della GUI di Windows? Proprio la GUI di Win7 è pesantemente ispirata a KDE4.Le differenze sono minime, al punto che la gente scambia Linux per Windows:http://www.zdnet.com.au/insight/software/soa/Is-it-Windows-7-or-KDE-4-/0,139023769,339294810,00.htmSu Linux secondo te si tralascia l'usabilità e l'accessibilità?? Hai mai usato Ubuntu??Linux è stato abbandonato dai netbook??http://www.linux-netbook.com/netbooks-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 10.25-----------------------------------------------------------
      • zap scrive:
        Re: a linux manca ancora un desktop e già...
        - Scritto da: gnulinux86
        Cosa avrebbero DE come Gnome e KDE, in meno della
        GUI di Windows? Proprio la GUI di Win7 è
        pesantemente ispirata a
        KDE4.-X es le scorciatoie da tastiera sono diverse o impossibili da configurare in modo analogo a win. (fastidiosissimo)-Gnome non ha i tasti OK-Annulla ma solo Chiudi (e se mi accorgo che ho fatto una XXXXXta come facco ad annullarla?!?)-KDE4 l'ho provato tempo fa e non funzionava nulla, appena esce una distro con la 4.3 proverò di nuovo.Poi che Win7 sia ispirato a KDE me ne frega nulla. Lo è anche Vista e vedi che sucXXXXX pietoso ha avuto. Il mondo preferisce la GUI di XP: gli effetti fantafighettosi di wista, compiz ecc. ecc. sono solo per i bimbi-geek.
        Su Linux secondo te si tralascia l'usabilità e
        l'accessibilità?? Hai mai usato Ubuntu??Si. Si tralascia a vantaggio dell'implementazione di cubi rotanti ed effetti vetrosi. Ubuntu lo installo ad ogni rilascio da 4-5 anni, e non è ancora al livello di soddisfare un utente win avanzato.
        • gnulinux86 scrive:
          Re: a linux manca ancora un desktop e già...
          Tu parli solo per esperienza personale, è sei convinto, che si debba fare come dici tu, io al contrario, ti porto fatti certi, tramite link a conferma delle mie tesi.Come ti ho scritto sotto, non scambiare l'abitudine all'uso con la facilità d'uso.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 10.57-----------------------------------------------------------
          • zap scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: gnulinux86
            Come ti ho scritto sotto, non scambiare
            l'abitudine all'uso con la facilità
            d'uso.abitudine=facilitàFiccatelo in testa o linux resta all'1%, ed è una cosa che dispiace pure a me.
          • krane scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: zap
            - Scritto da: gnulinux86

            Come ti ho scritto sotto, non scambiare

            l'abitudine all'uso con la facilità

            d'uso.
            abitudine=facilitàQuindi abituati al sistema nuovo e ti risultera' facile usarlo.
          • gnulinux86 scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            Quoto, stavo per scriverlo io.
          • zap scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: krane
            Quindi abituati al sistema nuovo e ti risultera'
            facile usarlo.Non puoi chiedere questo a milioni di utenti che usano windows dal 1995 ad oggi.
          • gnulinux86 scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            Infatti diceva a te, sei tu che hai scritto "abitudine=facilità".Quindi abituati a Linux, è diventerà facile, proprio come sostieni tu.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 11.23-----------------------------------------------------------
          • krane scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: zap
            - Scritto da: krane

            Quindi abituati al sistema nuovo e ti risultera'

            facile usarlo.
            Non puoi chiedere questo a milioni di utenti che
            usano windows dal 1995 ad oggi.Strano : microsoft lo chiede ad ogni nuova versione di windows, Apple ha fatto modifiche anche piu' pesanti nel suo passaggio da Os9 a OsX.
          • nome e cognome scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: zap

            - Scritto da: krane



            Quindi abituati al sistema nuovo e ti
            risultera'


            facile usarlo.

            Non puoi chiedere questo a milioni di utenti che

            usano windows dal 1995 ad oggi.

            Strano : microsoft lo chiede ad ogni nuova
            versione di windows, Apple ha fatto modifiche
            anche piu' pesanti nel suo passaggio da Os9 a
            OsX.Non e' proprio vero. Da win2k a winxp non c'e' grossa differenza.E' diversa la grafica, ma pannello di controllo, tasto start, risorse del computer, ecc sono sempre allo stesso posto. E stiamo parlando di circa 8 anni.
          • Gabriele scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            Anzi io spero che il pulsante "start" rimanga sempre li anche fra 100 anni e che tutto l'approccio al cumputing rimanga identico fino alla fine dei tempi, M$ ha fatto il meglio che si poteva fare, non sarà mai possibile inventare nulla di meglio e quindi non proviamoci nemmeno!Anzi voglio il pulsante start anche sul ferro da stiro e sulla lavatrice per spegnerli e voglio l'icona "Risorse del frigorifero", sai che figo senza neanche aprirlo posso conoscere il contenuto!E' veramente assurdo chiedere alle persone di imparare qualcosa di nuovo quando è già tutto perfetto e allo stato dell'arte nell'informatica attuale!Sono prorpio stupidi quelli che probabilmente sostenevano che che l'informatica era già ottima così nel 1989 (data a caso) e che tutti dovevano impararla così com'era ed inoltre obbligare tutti i produttori di softwares as adattarsi a quell'arcaico modello; è oggi che l'informatica esprime il suo meglio ed è giusto che venga ibernata allo status quo!Se poi nel 2029 salterà fuori qualcuno che sosterrà che forse si poteva inventare qualcosa di nuovo gli faremo una bella lobotomizzazione a base di "Start-
            Termina sessione" "CTRL-C" "CTRL-V" "OK-CANCELLA" ed ennesima versione di Windows che copia se stessa ad oltranza tanto meglio di così...
          • krane scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: zap


            - Scritto da: krane



            Quindi abituati al sistema nuovo e ti



            risultera' facile usarlo.


            Non puoi chiedere questo a milioni di utenti


            che usano windows dal 1995 ad oggi.

            Strano : microsoft lo chiede ad ogni nuova

            versione di windows, Apple ha fatto modifiche

            anche piu' pesanti nel suo passaggio da Os9 a

            OsX.
            Non e' proprio vero. Da win2k a winxp non c'e'
            grossa differenza.Quindi i sistemisti hanno trovato poco pesante il cambio (rotfl) peccato cle gli utenti conoscessero solo '98.
            E' diversa la grafica, ma pannello di controllo,
            tasto start, risorse del computer, ecc sono
            sempre allo stesso posto. E stiamo parlando di
            circa 8 anni.
          • Diego scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...

            abitudine=facilitàEsatto. Perchè Office è diventato l'unico pacchetto monopolista? Una volta c'erano concorrenti, come il pacchetto di Lotus ad esempio. Ma Office era il piu copiabile. Era usato da tutti a casa. E nelle aziende era piu economico usare un software che tutti i dipendenti sapevano gia usare senza dover perdere tempo ad insegnare come usarlo. Stessa cosa la popolarità di autocad in confronto a quella di software ben migliori come microstation (che era molto meno copiabile). Abitudine significa non dover reimparare. L'utente è pigro per antonomasia. Perchè nel mondo dell'automobile da decenni le freccie, i tergicristalli et simili funzionano sempre alla stessa vecchia maniera. Metodi pratici alternativi esistono. Ma non vengono applicati perchè venderebbero meno.
          • krane scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: Diego

            abitudine=facilità
            Esatto. Perchè Office è diventato l'unico
            pacchetto monopolista?Perche' agli OEM ricattati era vietato reinstallare i prodotti lotus.http://www.groklaw.net/staticpages/index.php?page=2005010107100653
          • Diego scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Diego


            abitudine=facilità


            Esatto. Perchè Office è diventato l'unico

            pacchetto monopolista?

            Perche' agli OEM ricattati era vietato
            reinstallare i prodotti
            lotus.

            http://www.groklaw.net/staticpages/index.php?page=Bah. Negli anni 80 e 90 lavoravo nel settore vendite di un'azienda informatica. Tutti i PC che vendevamo alle aziende (private, statali e alle scuole) uscivano con la RICHIESTA di Office. Mio padre fa il progettista e nel suo settore Autocad+Autodesk 3Dstudio hanno sempre fatto da padrone perchè piu conosciuti anche dai neolaureati rispetto ad esempio al ben migliore Microstation. Nessuno se possibile installa nella propria azienda un software che i dipendenti già non conoscono. Nessuno vuol pagare corsi di aggiornamento, se possibile. E' come chi assume qualcuno se gia sa l'inglese piuttosto che dover scegliere qualcuno a cui spendere soldi per fargli fare il corso.
          • pabloski scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            è il solito circolo viziosoun software comincia a diffondersi, quindi la gente comincia a conoscerlo, le ditte pensano che così risparmieranno per il training, quindi ancor maggiore diffusione del prodotto che porta sempre più gente a conoscerlo e le ditte a considerarlo uno standardse a ciò uniamo i formati proprietari, la frittata è fatta
          • Emoticon e video scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            comunque bisogna ammettere che quel software fa per forza quello che serve
          • pabloski scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            certo, ma il punto è che ci sono altri software che fanno le stesse cose, ma non vengono adottati perchè si ha esperienza di quel particolare softwaredel resto se puoi cambiare facilmente il browser, non è altrettanto facile sostituire orcad con geda ad esempio
          • ... scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            software professionali tipo orcad, autocad, 3ds, photoshop, sono usati per FARE SOLDI, non guerre di religione o fare a gara a chi è più figo (cosa che purtroppo fanno gran parte degli utenti linux di oggi, ce ne fosse uno che ha una minima idea di come funziona il sistema che ha sotto)sono software che costano X, perché gia la settimana dopo ci stai guadagnando X*10, ma hai minimamente idea di quanto viene pagato un progettista cad VERO??? (non il figlio di papà architetto che si parcheggia nelle università italiane, parlo di quello che ti progetta lo shuttle o una monoposto con autocad) un progettista di pcb con orcad? orcad è vero costa 2500 euro (più o meno), ma con 3 mesi di lavoro ti sei ripagatoe non parliamo di photoshop poi, che costa un assurdità, ma un grafico professionista (uno che fa texture per giochi ad esempio) con 1 mese di lavoro va in pari (e sicuramente se è uno forte ci guadagna pure)discorso analogo per 3ds o maya (lo stipendio medio di un modeller 3d è dai 2500 euro in su, in paesi più civilizzati anche 3-5000 euro)ma daltronde parlare di lavoro al linuxaro medio (figlio di papà universitario a cui il professore di "sistemi operativi" ha detto "linux è meglio perché si" si parcheggia per 12 anni all'università) capisco che ha poco senso
          • dumbassdete cted scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            Che trollone.Quantita' di stereotipi tendente all'infinito, grande!!!Universitario figlio di papa', progettista cad figlio di papa', grafici che comprano il software e lo ripagano entro il mese [ovvero un grafico non una agenzia di grafica ah ah ha]Parlare di informatica col figlio di papa' Autocad, Photoshop, Office e perche' no? Mediamarkt e stampanti lasers, forse schede grafiche appenauscite, crysys fallout 3 ma non half life 2ti manca utente medio.E questo qui indipendentemente dalle sue preferenze informatiche e religiose, lavora?Beh e' chiaro che no ed e' chiaro che al suo ipotetico posto di lavoro sara' uno mediocre.
          • ... scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            risposta inutile e delirante, evidentemente non hai capito niente di quello che ho scritto...
          • GoG scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            Ancora co ste caxxate??? ma vuoi veramente paragonare quel XXXXX di OO con Office?? ROTFL?? LMAO???In azienda usiamo access, dimmi come potrei mai passare ad OO senza perdere 2 ore ogni volta che devo fare un db con form report etc ... senza contare che nn è possibile aprire un file mdb.Voi linari siete proprio il top , meglio di Zelig col cast al completo :Dp.s. non sono pro win ma leggervi è troppo lolloso :D- Scritto da: pabloski
            certo, ma il punto è che ci sono altri software
            che fanno le stesse cose, ma non vengono adottati
            perchè si ha esperienza di quel particolare
            software

            del resto se puoi cambiare facilmente il browser,
            non è altrettanto facile sostituire orcad con
            geda ad
            esempio
          • pabloski scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            vedo che trollando ti sei risposto da solocos'è che dico sempre? il problema sono i formatitu dici che oo non apre i file mdb, ma office i file di openoffice forse li apre?siete voi troll winari ad essere ridicoli e a quanto pare a non capire nemmeno cosa la gente scrive
          • GoG scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: pabloski
            vedo che trollando ti sei risposto da solo

            cos'è che dico sempre? il problema sono i formati

            tu dici che oo non apre i file mdb, ma office i
            file di openoffice forse li
            apre?

            siete voi troll winari ad essere ridicoli e a
            quanto pare a non capire nemmeno cosa la gente
            scriveVedo che nn capisci , ma me lo aspettavo , sei un linFUN (tra l'altro sfegatato) indi non posso aspettarmi altro :)Se Office non apre i doc di OO (devo provare non ho effettivamente controllato) a me non può fregarmene una cippa lippa, io ti avevo detto altro. Se volessi passare (seriamente , non per provare, ma per lavorare) ad OO , mi sapresti dire come diavolo faccio per fare db (stile access) con form query , report etc.. e soprattutto con la semplicità d'uso di M$ access ... bhe io credo che anche se sei un FUN , non potresti mai dirmi "si passa ad OO , ti troveresti ,tu e tutta la tua azienda , da dio" , saresti un pazzo :D . Ti dirò , a me farebbe piacere se si potesse fare e se il passaggio fosse indolore, risparmierei un bel pò di soldi di licenze...
          • pabloski scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            a parte il fatto che se hai questi problemi sarebbe meglio che cominciassi ad usare un database serio....mettersi nelle mani di access non è la cosa più furba che si possa farepoi sia le form query che i report sono supportati da openofficequindi perchè invece di spalare XXXXX su oo non lo usi?
          • Nedanfor scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            Risposta retorica: non vuole farlo perché s'è abituato. Ottimo esempio di utente pigro medio che si fossilizza sui programmi proprietari e, dopo essersi abituato, tutto il resto lo trova 'scomodo', 'difficile', ecc. Se avesse imparato dall'inizio OO.o direbbe il contrario...
          • dumbassdete cted scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: GoG
            Ancora co ste caxxate??? ma vuoi veramente
            paragonare quel XXXXX di OO con Office?? ROTFL??
            LMAO???Qui in azienda abbiamo fatto una comparazione tempo fa e dalla stessa e' emerso che non OOo non soddisfa le nostre necessita'. Attenzione: abbiamo fatto una vera valutazione, e come evidentemente [non] sai si parte dai famosi user requirements. Questi sono legati a contingenze ben definite ed ogni valutazione parte da assunti ben precisi.Sapendo questo e' quantomeno ovvio pensare che a user requirements diversi [sempre in ambito aziendale] si possa ottenere conclusioni diverse.Ma accettare la complessita' e' difficile, meglio sostenere "ho sempre fatto cosi' = best practices".
            In azienda usiamo access, dimmi come potrei mai
            passare ad OO senza perdere 2 ore ogni volta che
            devo fare un db con form report etc Rispondo io:1 ) di certo se partiamo dal fatto che non sappiamo quotare, non ci si stupirebbe se ci mettessi due giorni... E direi che sembra che 2 ore sia un gran buon risultato per te :-)2) se non riesci a farlo in tempi decenti o non lo conosci bene [giustamente essendo utente di un altro programma] o non ci si fa'; se per raggiungere un obiettivo professionale lo raggiungi esclusivamente solo e grazie alla migliore situazione possibile... siamo scarsetti... son tutti buoni allora.
            ... senza
            contare che nn è possibile aprire un file
            mdb.In effetti e' solo possibile connetervisi. Ma visto che sembra tu dica sciocchezze multipiattaforma, dimmi, cosa altro hai provato? a modificare un file di FrameMaker con Word o ad aprire un .fm7 con access [ed una volta riuscito stai li a chiederti come mai gli scripts non funzionano, poi lo migri di nuovo e ne fai un backup lol ]? Che geniaccio! Insomma tu vorresti continuare ad usare un formato con un programma che [anche potesse aprirlo] non lo supporta in termini nativi...Ma hai esperienza lavorativa oltre il tuo cubicolo? Hai mai avuto esperienza di una migrazione di documenti da un formato ad un altro? Succede anche tra programmi cosiddetti proprietari ... Esempio pratico [da invertire a piacere con domanda]:Azienda usa Word e vuole passare a Framemaker; Framemaker ha dei pro/contro rispetto a Office Word, ma l'azienda ha valutato [seriamente con persone preparate] che per la complessita' della documentazione prodotta internamente si puo' passare sopra alle mancanze di FrameMaker [i.e. spell-checker: convincendo gli utenti a scrivere correttamente]- framemaker ha grossi problemi ad aprire dei .doc Credi che per questo l'azienda non migri la sua documentazione?
            Voi linari siete proprio il top , meglio di Zelig
            col cast al completo
            :D

            p.s. non sono pro win ma leggervi è troppo
            lolloso
            :D
          • GoG scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: dumbassdete cted
            - Scritto da: GoG

            Ancora co ste caxxate??? ma vuoi veramente

            paragonare quel XXXXX di OO con Office?? ROTFL??

            LMAO???

            Qui in azienda abbiamo fatto una comparazione
            tempo fa e dalla stessa e' emerso che non OOo non
            soddisfa le nostre necessita'.


            Attenzione: abbiamo fatto una vera valutazione, e
            come evidentemente [non] sai si parte dai famosi
            user requirements. Questi sono legati a
            contingenze ben definite ed ogni valutazione
            parte da assunti ben
            precisi.

            Sapendo questo e' quantomeno ovvio pensare che a
            user requirements diversi [sempre in ambito
            aziendale] si possa ottenere conclusioni
            diverse.

            Ma accettare la complessita' e' difficile, meglio
            sostenere "ho sempre fatto cosi' = best
            practices".


            In azienda usiamo access, dimmi come potrei mai

            passare ad OO senza perdere 2 ore ogni volta che

            devo fare un db con form report etc


            Rispondo io:

            1 ) di certo se partiamo dal fatto che non
            sappiamo quotare, non ci si stupirebbe se ci
            mettessi due giorni... E direi che sembra che 2
            ore sia un gran buon risultato per te
            :-)

            2) se non riesci a farlo in tempi decenti o non
            lo conosci bene [giustamente essendo utente di un
            altro programma] o non ci si fa'; se per
            raggiungere un obiettivo professionale lo
            raggiungi esclusivamente solo e grazie alla
            migliore situazione possibile... siamo
            scarsetti... son tutti buoni
            allora.




            ... senza

            contare che nn è possibile aprire un file

            mdb.

            In effetti e' solo possibile connetervisi. Ma
            visto che sembra tu dica sciocchezze
            multipiattaforma, dimmi, cosa altro hai provato?
            a modificare un file di FrameMaker con Word o ad
            aprire un .fm7 con access [ed una volta riuscito
            stai li a chiederti come mai gli scripts non
            funzionano, poi lo migri di nuovo e ne fai un
            backup lol ]?


            Che geniaccio! Insomma tu vorresti continuare ad
            usare un formato con un programma che [anche
            potesse aprirlo] non lo supporta in termini
            nativi...

            Ma hai esperienza lavorativa oltre il tuo
            cubicolo?


            Hai mai avuto esperienza di una migrazione di
            documenti da un formato ad un altro? Succede
            anche tra programmi cosiddetti proprietari ...
            Esempio pratico [da invertire a piacere con
            domanda]:

            Azienda usa Word e vuole passare a Framemaker;
            Framemaker ha dei pro/contro rispetto a Office
            Word, ma l'azienda ha valutato [seriamente con
            persone preparate] che per la complessita' della
            documentazione prodotta internamente si puo'
            passare sopra alle mancanze di FrameMaker [i.e.
            spell-checker: convincendo gli utenti a scrivere
            correttamente]

            - framemaker ha grossi problemi ad aprire dei
            .doc


            Credi che per questo l'azienda non migri la sua
            documentazione?







            Voi linari siete proprio il top , meglio di
            Zelig

            col cast al completo

            :D






            p.s. non sono pro win ma leggervi è troppo

            lolloso

            :DTi dirò ho letto le prime 6 righe del tuo inutil post , ho visto che scrivevi solo XXXXXXX da cantinaro e ho deciso che non valeva la pena neanche leggerti ^_^Spero che pablosky che mi sembra più intelligente e serio di te , mi dia una risposta valida , e non la solita XXXXXXX del "winari n00b non sapete fare un caz , tenetevi win ed Office" (rotfl).Oltretutto non hai manco capito che io la soluzione la cerco per gli altri dipendenti aziendali , non per me che potrei usare OO ;) ma , che te lo dico a fare :)mo torna in cantina che qui si parla di cose serie asd
          • bibop scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            permalosetto e'?! nn sei andato oiltre nn sai cosa sono gli user requirements e ti prendi la briga di dare dell'inutilpost a qualcuno che ha scritto tutto fuorche' cose inutili... ps.. impara anche a quotare...
          • GoG scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            ecco qui l'altro genio LoLNon sono abituato a quotare in questo forum (dove il quote fa schifo).Poi cosa ne sai che non conosco gli user requiremant.. asd?? forse nn sapete leggere o non comprendete , nel primo messaggio vi è stato detto che in azienda dobbiamo usare Office , sarà che siamo anche noi partiti dai famosi user requirement e ci siamo accorti che dovevamo lasciare Office?? sarà che la colpa è di Access??? bravo anche tu hai guadagnato la medaglina per l'inutilpost , pare sia gettonata :D
          • krane scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: Diego
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Diego



            abitudine=facilità


            Esatto. Perchè Office è diventato l'unico


            pacchetto monopolista?

            Perche' agli OEM ricattati era vietato

            reinstallare i prodotti lotus.
            http://www.groklaw.net/staticpages/index.php?page=
            Bah. Negli anni 80 e 90 lavoravo nel settore
            vendite di un'azienda informatica. Tutti i PC che
            vendevamo alle aziende (private, statali e alle
            scuole) uscivano con la RICHIESTA di Office.E a noi del tuo micromondo che ci tocca ?
          • nome e cognome scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...

            concorrenti, come il pacchetto di Lotus ad
            esempio. Ma Office era il piu copiabile. EraPerchè lotus non si copiava? Che problemi c'erano?
            usato da tutti a casa. E nelle aziende era piu
            economico usare un software che tutti iNon stai confondendo causa ed effetto? Secondo te a casa la gente utilizza office? Non viceversa? Per le aziende l'ultima cosa che viene valutata in fase di adozione di un software è la competenza interna.Prima si valutano i requisiti, poi il costo dell'adozione ed infine se proprio sono molto pignoli il training.
            popolarità di autocad in confronto a quella di
            software ben migliori come microstation (che era
            molto meno copiabile). Abitudine significa non
            dover reimparare. L'utente è pigro per
            antonomasia. Perchè nel mondo dell'automobile da
            decenni le freccie, i tergicristalli et simili
            funzionano sempre alla stessa vecchia maniera.Perchè fanno bene quello che devono fare?
            Metodi pratici alternativi esistono. Ma non
            vengono applicati perchè venderebbero
            meno.O perchè non serve.
          • harvey scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: Diego
            esempio. Ma Office era il piu copiabile. Era
            usato da tutti a casa. E nelle aziende era piu
            economico usare un software che tutti iLa M$ ha sempre fatto una ottima pubblicità, e invece di pagare i giornali o distribuire copie gratuite, ha sempre fatto prodotti piratabili.Anche questo e' marketingNon bisogna solo fare un prodotto buono, bisogna pure saperlo vendere!!!!
          • pennuto lacustre scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: zap
            abitudine=facilitàSe fosse così useremmo ancora il cavallo e il mulo... non la macchina ;)
          • zap scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: pennuto lacustre
            - Scritto da: zap


            abitudine=facilità

            Se fosse così useremmo ancora il cavallo e il
            mulo... non la macchina
            ;)Forse ti sfugge che la macchina fornisce prestazioni migliori. Windows e Linux non hanno "prestazioni" così abissalmente diverse.
          • pennuto lacustre scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: zap
            Forse ti sfugge che la macchina fornisce
            prestazioni migliori. Windows e Linux non hanno
            "prestazioni" così abissalmente
            diverse.Tu prima non parlavi di prestazioni ma di abitudine all'utilizzo. Sono 2 cose diverse...
        • pabloski scrive:
          Re: a linux manca ancora un desktop e già...
          - Scritto da: zap
          -X es le scorciatoie da tastiera sono diverse o
          impossibili da configurare in modo analogo a win.
          (fastidiosissimo)veramente c'è un pannello per la configurazione delle scorciatoie, basta andare sulla funzionalità che si vuole modificare, pigiare la sequenza di tasti da assegnare ed è fatta
          -Gnome non ha i tasti OK-Annulla ma solo Chiudi
          (e se mi accorgo che ho fatto una XXXXXta come
          facco ad
          annullarla?!?)veramente laddove c'è la possibilità di errori, il tasto annulla lo trovi
          -KDE4 l'ho provato tempo fa e non funzionava
          nulla, appena esce una distro con la 4.3 proverò
          di
          nuovo.
          aveva dei bug, ma dire che non funzionava nulla è un pò fuori dal mondo
          Poi che Win7 sia ispirato a KDE me ne frega
          nulla. Lo è anche Vista e vedi che sucXXXXX
          pietoso ha avuto. Il mondo preferisce la GUI di
          XP: gli effetti fantafighettosi di wista, compiz
          ecc. ecc. sono solo per i
          bimbi-geek.
          veramente compiz non lo usa quasi nessuno....canonical stessa lo sfrutta giusto per dare un pò di parvenza 3d alla gui
          Si. Si tralascia a vantaggio dell'implementazione
          di cubi rotanti ed effetti vetrosi. Ubuntu lo
          installo ad ogni rilascio da 4-5 anni, e non è
          ancora al livello di soddisfare un utente win
          avanzato.dipende da cosa intendi per utente avanzato....esempi?
          • zap scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: pabloski
            veramente c'è un pannello per la configurazione
            delle scorciatoie, basta andare sulla
            funzionalità che si vuole modificare, pigiare la
            sequenza di tasti da assegnare ed è
            fattaBravo. prova a configurare il tasto Win in modo che funzioni sia da solo che in combinazione con altri tasti cioè come sotto Windows. E' impossibile perchè ai puristi del XXXXX fa schifo avere il tasto win.

            -Gnome non ha i tasti OK-Annulla ma solo Chiudi

            (e se mi accorgo che ho fatto una XXXXXta come

            facco ad annullarla?!?)
            veramente laddove c'è la possibilità di errori,
            il tasto annulla lo troviA me non pare proprio. Raramente c'è un "revert" ma in mille casi sarebbe + CHIARO avere ok-annulla
            veramente compiz non lo usa quasi
            nessuno....canonical stessa lo sfrutta giusto per
            dare un pò di parvenza 3d alla guiE si sono perse chissà quante energie x urna roba che appesantisce di brutto, crea nuovi problemi, e non usa nessuno? Allora si poteva impiegare meglio il tempo e lo spazio sul CD

            Ubuntu lo

            installo ad ogni rilascio da 4-5 anni, e non è

            ancora al livello di soddisfare un utente win

            avanzato.
            dipende da cosa intendi per utente
            avanzato....esempi?Uno che usa la tastiera per comadare la gui.Uno a cui piace controllare i servizi che partono e togliere quelli inutiliUno a cui non piace che il sw si installi dove XXXXX gli pareUno a cui non piace avere MB di spazio sprecato per la traduzione in aramaico di applicazioni inutiliUno a cui non piace che ci siano 2 istanze dello stesso sw in esecuzione non si sa x quale motivo.ecc.
          • pabloski scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: zap
            Bravo. prova a configurare il tasto Win in modo
            che funzioni sia da solo che in combinazione con
            altri tasti cioè come sotto Windows. E'
            impossibile perchè ai puristi del XXXXX fa schifo
            avere il tasto
            win.
            veramente l'ho fatto....vai dove ti ho detto, scegli la voce, premi il tasto win ( compare super+l per il sinistro, super+r per il destro ) ed è fattache poi non sia il tasto predefinito per visualizzare il menù è una scelta dei progettisti dei DEse vuoi farlo basta che vai sulla voce Show the panel's main menu e premi il tasto win...certo resterà da scegliere se il sinistro o il destro, ma il punto è che quel tasto è nato per windows, quindi non è tanto illogico non usarlo per linuxuno che usa linux non troverà così assurdo che il tasto con la finestrella non visualizzi il menù principale

            A me non pare proprio. Raramente c'è un "revert"
            ma in mille casi sarebbe + CHIARO avere
            ok-annulla
            perchè nelle finestre degli editor non c'è annulla?
            E si sono perse chissà quante energie x urna roba
            che appesantisce di brutto, crea nuovi problemi,
            e non usa nessuno? Allora si poteva impiegare
            meglio il tempo e lo spazio sul
            CD
            si sono perse le energie di chi ci ha lavorato, che non erano nè quelli di kde nè quelli di gnome, tantomeno quelli del kernelse io apro un progetto strampalato e ci perdo tempo non vuol dire che linux avrà perso un programmatore....magari comunque non sarei andato a sviluppare il kernel
            Uno che usa la tastiera per comadare la gui.deve imparare le nuove scorciatoie....del resto non mi pare che il mac usi le scorciatoie di windows
            Uno a cui piace controllare i servizi che partono
            e togliere quelli
            inutilima se l'utility per disabilitare i servizi c'è pure in ubuntu
            Uno a cui non piace che il sw si installi dove
            XXXXX gli
            parein pratica il problema sarebbe in quale directory va installato il software? mi pare che il dos facesse così e ms con windows ha imposto il principio che è meglio mettere tutto in Programmi
            Uno a cui non piace avere MB di spazio sprecato
            per la traduzione in aramaico di applicazioni
            inutilinon installi il language pack ed è fatta....poi mi pare che vista e 7 sprechino molto più spazio per codice bloated
            Uno a cui non piace che ci siano 2 istanze dello
            stesso sw in esecuzione non si sa x quale
            motivo.
            ecc.due istanze di un software? pure sotto windows posso avere due istanze dello stesso programmacosì come in linux alcuni programmi controllano la presenza di altre loro istanzeè un problema dei programmi non del sistema operativo
          • zap scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: pabloski
            - Scritto da: zap
            veramente l'ho fatto....vai dove ti ho detto,
            scegli la voce, premi il tasto win ( compare
            super+l per il sinistro, super+r per il destro )
            ed è fattaIn Gnome, se lo usi come tasto singolo non puoi usarlo in combinazione con altri tasti. Se ci riesci per favore scrivi un tutorial.
            che poi non sia il tasto predefinito per
            visualizzare il menù è una scelta dei progettisti
            dei DEScelta idiota. il tasto c'è, inutile fare gli schizzinosi xchè sopra c'è la bandierina di win.
            perchè nelle finestre degli editor non c'è
            annulla?Se pastrocchio un tema c'è annulla x rimettere le cose a posto?Se sbaglio a configurare la rete c'è un annulla?Se sbaglio a configurare le scoricatoie da tastiera c'è annulla?ecc ecc ecc.
            deve imparare le nuove scorciatoie....del resto
            non mi pare che il mac usi le scorciatoie di
            windowsinfatti non penso di passare al mac, il quale (guardacaso) ha comq basse percentuali di mercato.
            ma se l'utility per disabilitare i servizi c'è
            pure in ubuntuRidicola a confronto di quella di win. In molti casi non si capisce nemmeno cosa servono i servizi (e son certo che se mi azzardo a toccarli non solo ci sono problemi, ma non si avvia + linux del tutto)
            in pratica il problema sarebbe in quale directory
            va installato il software? mi pare che il dos
            facesse così e ms con windows ha imposto il
            principio che è meglio mettere tutto in
            ProgrammiDecisamente meglio. Linux a livello del dos? siamo messi bene. (x carità, funziona, e tanto basta, ma c'è un disordine pazzesco!)
            non installi il language pack ed è fatta....poi
            mi pare che vista e 7 sprechino molto più spazio
            per codice bloatedMi spieghi xchè non ho nessun languagepack ma ci sono traduzioni di tutti i tipi in molte cartelle "locale"? Sarà un errore di chi ha pacchettizzato la distro e non ha avuto tempo di controllare quel che faceva. boh.

            Uno a cui non piace che ci siano 2 istanze dello

            stesso sw in esecuzione non si sa x quale

            motivo.

            ecc.
            due istanze di un software? pure sotto windows
            posso avere due istanze dello stesso
            programma
            è un problema dei programmi non del sistema
            operativoche risultano "zombie"? cmq vero, è un problema dei sw buggati, non specifico di Linux inteso come Kernel. Ci si disperde in 1000 sw uguali invece di farne 1 o 2 buoni :(Ma l'utente installa la distribuzione e si trova occupazioni di ram enormi senza motivo. (non come Vista, ma si è sulla buona strada)
          • panda rossa scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: zap

            Scelta idiota. il tasto c'è, inutile fare gli
            schizzinosi xchè sopra c'è la bandierina di
            win.Il tasto NON c'e'!Il fatto che ci sia sulla tua tastiera non significa che ci sia su TUTTE le tastiere.Alcune tastiere hanno anche i tasti per far partire il browser, la posta, o altra roba multimediale.Perche' non usare uno di quelli?Perche' non tutte le tastiere li hanno.

            perchè nelle finestre degli editor non c'è

            annulla?

            Se pastrocchio un tema c'è annulla x rimettere le
            cose a
            posto?
            Se sbaglio a configurare la rete c'è un annulla?
            Se sbaglio a configurare le scoricatoie da
            tastiera c'è
            annulla?
            ecc ecc ecc.Se sbagli cosi' spesso, forse e' meglio rimettere il mouse nel cassetto e riprendere in mano la zappa e il forcone.E' un lavoro dignitoso anche spandere concime nei campi e non si differenzia molto da quanto stai facendo in questo forum.

            deve imparare le nuove scorciatoie....del resto

            non mi pare che il mac usi le scorciatoie di

            windows

            infatti non penso di passare al mac, il quale
            (guardacaso) ha comq basse percentuali di
            mercato.Mangiare XXXXX: 4 miliardi di mosche non possono essersi sbagliate.

            ma se l'utility per disabilitare i servizi c'è

            pure in ubuntu

            Ridicola a confronto di quella di win. In molti
            casi non si capisce nemmeno cosa servono i
            servizi (e son certo che se mi azzardo a toccarli
            non solo ci sono problemi, ma non si avvia +
            linux del
            tutto)Invece i servizi di winsozz sono chiarissimi e autoesplicanti, vero?In ogni caso ti diro' una cosa che forse ti sconvolgera', ma dovrai fartene una ragione: c'e' scritto sui manuali a che cosa servono i servizi di un sistema unix.

            in pratica il problema sarebbe in quale
            directory

            va installato il software? mi pare che il dos

            facesse così e ms con windows ha imposto il

            principio che è meglio mettere tutto in

            Programmi
            Mi spieghi xchè non ho nessun languagepack ma ci
            sono traduzioni di tutti i tipi in molte cartelle
            "locale"? Sarà un errore di chi ha pacchettizzato
            la distro e non ha avuto tempo di controllare
            quel che faceva.
            boh.Allora fai una cosa che con winsozz non si riesce a fare: vai in una di quelle directory e lancia il comando du, e poi posta qui l'output che ci facciamo due risate.
          • pabloski scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: zap
            In Gnome, se lo usi come tasto singolo non puoi
            usarlo in combinazione con altri tasti. Se ci
            riesci per favore scrivi un
            tutorial.
            capisco, ma il senso di quel tasto non era usarlo solo per accedere al menù di sistema?windows come si comporta in questo senso?
            Scelta idiota. il tasto c'è, inutile fare gli
            schizzinosi xchè sopra c'è la bandierina di
            win.
            non è questione di essere schizzinosi, ma di consistenza....vi lamentate spesso che gnome e kde non sono consistenti e poi chiedete di usare il tasto windows come mezzo di acXXXXX al menù di gnome
            Se pastrocchio un tema c'è annulla x rimettere le
            cose a
            posto?in che senso? i temi vanno scelti dalla finestra apposita e quando ne personalizzi uno lui crea un nuovo tema personalizzato e all'interno di questo puoi scegliere il cursorse, il bordo, i colori, ecc....se vuoi tornare indietro selezioni di nuovo il tema e fai personalizzakde invece ti chiede specificamente se vuoi mantenere le modifiche oppure ritornare alla situazione precedente
            Se sbaglio a configurare la rete c'è un annulla?veramente si, io vedo Applica e Annulla quando vado in Modifica eth0
            Se sbaglio a configurare le scoricatoie da
            tastiera c'è
            annulla?basta cliccare col mouse sopra la voce modificata e ritorna all'impostazione precedente
            infatti non penso di passare al mac, il quale
            (guardacaso) ha comq basse percentuali di
            mercato.
            è pur vero che ha raddoppiato lo share dal 2006 ad oggi
            Ridicola a confronto di quella di win. In molti
            casi non si capisce nemmeno cosa servono i
            servizi (e son certo che se mi azzardo a toccarlise è per questo nemmeno in windows un utente normale riesce a capire cosa fanno i vari servizi e poi lo scopo è disabilitare/abilitare i vari servizi e si può benissimo fare sia con kde che gnome
            non solo ci sono problemi, ma non si avvia +
            linux del
            tutto)
            mai successa una cosa del genere anche disabilitando servizi essenziali come hal e dbuslinux non è windows che o parte o non parte affatto
            Decisamente meglio. Linux a livello del dos?
            siamo messi bene. (x carità, funziona, e tanto
            basta, ma c'è un disordine
            pazzesco!)
            no tu hai detto che linux non ti permette di scegliere dove installare i programmi e windows mi pare faccia lo stesso....il dos invece ti permetteva di metterli dove ti pareva
            Mi spieghi xchè non ho nessun languagepack ma ci
            sono traduzioni di tutti i tipi in molte cartelle
            "locale"? Sarà un errore di chi ha pacchettizzato
            la distro e non ha avuto tempo di controllare
            quel che faceva.
            boh.
            confondi l'organizzazione dei pacchetti con l'organizzazione dei file su discopure su windows ci sono delle cartelle con i file delle lingue dentro, ciò non toglie che quei file vengono installati da appositi language pack

            che risultano "zombie"? cmq vero, è un problema
            dei sw buggati, non specifico di Linux intesono puoi benissimo avere due istanze in esecuzione entrambe in ottima salutese hai dei processi zombie vuol dire che sono andati in crash e lì è il programma ad essere buggato all'inverosimile
            Ma l'utente installa la distribuzione e si trova
            occupazioni di ram enormi senza motivo. (non come
            Vista, ma si è sulla buona
            strada)veramente io vedo 300 MB con gnome attivo, apache, mysql, eclipse e firefox
          • nuke scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: pabloski
            - Scritto da: zap

            Scelta idiota. il tasto c'è, inutile fare gli

            schizzinosi xchè sopra c'è la bandierina di

            win.



            non è questione di essere schizzinosi, ma di
            consistenza....vi lamentate spesso che gnome e
            kde non sono consistenti e poi chiedete di usare
            il tasto windows come mezzo di acXXXXX al menù di
            gnomePerò non si può neanche pretendere che l'utente si adatti a te, imponendo le tue idee: "è meglio così, perché..." Lasciate che sia l'utente a decidere cosa è meglio per lui. Le opzioni...Vero che si possono riconfigurare i tasti, ma c'è qualche altro problema. Il nuovo utente non sa come, né dove e si trova spaesato, perché quello che sapeva, non va o si comporta diversamente... Prendiamo i browser: se premo il tasto centrale o la rotellina, in linux non parte l'autoscroll. sia in Firefox che Opera e credo anche altri, si può cambiare il comportamento e fare andare l'autoscroll come in Windows. Le differenze però sono tante e devi passare un po' a smanettare per configurare i vari tasti (sempre che tu sappia come e dove), tutte cose che un nuovo utente non farà. Se però imposti i comandi e le scorciatoie predefinite come quelle di Windows, i vecchi utenti di gnome, kde e compagnia non si troveranno bene. Chi si deve adattare? Io preferirei nessuno, preferirei che si venisse incontro all'utente. Basterebbe anche un'opzione molto semplice: scorciatoie standard, scorciatoie come in windows, scorciatoie come in mac os-x; così cambi tutto con un solo click. E la farei ben visibile, magari al primo avvio, magari un semplice wizard, bisognerebbe studiarsela un attimo.

            Se pastrocchio un tema c'è annulla x rimettere
            le

            cose a

            posto?

            in che senso? i temi vanno scelti dalla finestra
            apposita e quando ne personalizzi uno lui crea un
            nuovo tema personalizzato e all'interno di questo
            puoi scegliere il cursorse, il bordo, i colori,
            ecc....

            se vuoi tornare indietro selezioni di nuovo il
            tema e fai
            personalizza

            kde invece ti chiede specificamente se vuoi
            mantenere le modifiche oppure ritornare alla
            situazione
            precedente
            trovo abbastanza comodo vedere le modifiche mentre seleziono le opzioni, ma un annulla qualche volta non mi dispiacerebbe. Ma devo dire che quelli di Gnome hanno idee particolari, ad esempio se metti il pannello in verticale, ti ritrovi con le scritte ruotate di 90°! Una delle tante... Capisco che ha senso in certi ambiti, ma non possono pensare che allora sia giusto così e debba valere per tutti: per molti non va. Gli utenti non li ascoltano o si chiudono dietro il solito "Gnome non è Windows (o un altro DE)" Insomma o così come diciamo noi o ti attacchi, "se non ti piace allora usa un altro DE/SO". Infatti ho fatto così...


            linux non ti permette di
            scegliere dove installare i programmi e windows
            mi pare faccia lo stesso....il dos invece ti
            permetteva di metterli dove ti
            parevaA me pare che anche in Windows si possano installare dove si vuole, a parte qualche eventuale DLL e i file di configurazione, se vanno nella cartella utente (senza contare il registro di sistema). Nel DOS stava quasi sempre tutto in una cartella e per disinstallare qualcosa bastava cancellare la cartella.

            Ma l'utente installa la distribuzione e si trova

            occupazioni di ram enormi senza motivo. (non
            come

            Vista, ma si è sulla buona

            strada)

            veramente io vedo 300 MB con gnome attivo,
            apache, mysql, eclipse e
            firefoxAnche io non ho problemi di RAM, anzi le ultime distro ne usano meno di XP (Kubuntu 9.04 alla partenza sui 150 Mb, sui 90 con LXDE).
          • pabloski scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: nuke
            Però non si può neanche pretendere che l'utente
            si adatti a te, imponendo le tue idee: "è meglioperò windows lo pretende
            Vero che si possono riconfigurare i tasti, ma c'è
            qualche altro problema. Il nuovo utente non sa
            come, né dove e si trova spaesato, perché quello
            che sapeva, non va o si comporta diversamente...pure un utente che usa per la prima volta windows si trova spaesatoavevo una prof di matematica al liceo che nemmeno sapeva accenderlo un pc
            Prendiamo i browser: se premo il tasto centrale o
            la rotellina, in linux non parte l'autoscroll.dimentichi che sono i software applicativi a scegliere cosa fare con la rotellinaperchè firefox e opera sotto windows implementano l'autoscroll di default e su linux no? dovresti chiederlo a loroxwindow si limita a dire a firefox "ehi è stata premuta la rotellina"
            come e dove), tutte cose che un nuovo utente non
            farà. Se però imposti i comandi e le scorciatoieidem su windows e macin mac parte l'autoscroll?
            predefinite come quelle di Windows, i vecchi
            utenti di gnome, kde e compagnia non si
            troveranno bene. Chi si deve adattare? Io
            preferirei nessuno, preferirei che si venisse
            incontro all'utente. Basterebbe anche un'opzione
            molto semplice: scorciatoie standard, scorciatoie
            come in windows, scorciatoie come in mac os-x;scorciatoie che tra windows e osx sono abissalmente differenti
            così cambi tutto con un solo click. E la farei
            ben visibile, magari al primo avvio, magari un
            semplice wizard, bisognerebbe studiarsela un
            attimo.
            sarebbe pure fattibile ma i brevetti? ms ha brevettato pure la carta da parati che usano a Redmond
            trovo abbastanza comodo vedere le modifiche
            mentre seleziono le opzioni, ma un annulla
            qualche volta non mi dispiacerebbe.
            ma l'annulla c'è laddove è necessario
            Ma devo dire che quelli di Gnome hanno idee
            particolari, ad esempio se metti il pannello in
            verticale, ti ritrovi con le scritte ruotate di
            90°! Una delle tante... Capisco che ha senso inappunto, sono cose studiate a tavolino, non scelte da linari o da sempliciotti
            certi ambiti, ma non possono pensare che allora
            sia giusto così e debba valere per tutti: per
            molti non va. Gli utenti non li ascoltano o siil problema è che non puoi fare in tutti i modi possibili senza complicare la configurazione all'inverosimile
            chiudono dietro il solito "Gnome non è Windows (o
            un altro DE)" Insomma o così come diciamo noi o
            ti attacchi, "se non ti piace allora usa un altro
            DE/SO". Infatti ho fatto
            così...
            stessa cosa può dirsi di ms che con vista ha deluso molti dei suoi fan, proprio perchè da anni ormai non ascolta più gli utenti
            A me pare che anche in Windows si possano
            installare dove si vuole, a parte qualche
            eventuale DLL e i file di configurazione, se
            vanno nella cartella utente (senza contare il
            registro di sistema). Nel DOS stava quasi sempre
            tutto in una cartella e per disinstallare
            qualcosa bastava cancellare la
            cartella.
            in windows è consigliato installare tutto in Programmi....fare come si vuole è solo motivo di ulteriore confusioneimmagina avreste 150-200 programmi installati qua e làper una volta che linux cerca di essere ordinato pure v'inXXXXXXX? e pensare che c'è gente che s'XXXXXXX perchè la configurazione di apache può stare in due posti diversi a seconda della distribuzione
            Anche io non ho problemi di RAM, anzi le ultime
            distro ne usano meno di XP (Kubuntu 9.04 alla
            partenza sui 150 Mb, sui 90 con
            LXDE).
          • nuke scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: pabloski

            E si sono perse chissà quante energie x urna
            roba

            che appesantisce di brutto, crea nuovi problemi,

            e non usa nessuno? Allora si poteva impiegare

            meglio il tempo e lo spazio sul

            CD



            si sono perse le energie di chi ci ha lavorato,
            che non erano nè quelli di kde nè quelli di
            gnome, tantomeno quelli del
            kernel

            se io apro un progetto strampalato e ci perdo
            tempo non vuol dire che linux avrà perso un
            programmatore....magari comunque non sarei andato
            a sviluppare il
            kernelGiustissimo
          • panda rossa scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: zap
            Bravo. prova a configurare il tasto Win in modo
            che funzioni sia da solo che in combinazione con
            altri tasti cioè come sotto Windows. E'
            impossibile perchè ai puristi del XXXXX fa schifo
            avere il tasto
            win.Questi apprezzamenti te li puoi tenere per quando ti guardi allo specchio la mattina!Io ho ancora la mia vecchia tastiera AT di 20 anni fa, e sai perche' la tengo? Perche' tra ALT e CONTROL non c'e' quel XXXXXXX tasto windows che serve solo ai cerebrolesi come te che non sono in grado di pigiare CONTROL-ESC.


            -Gnome non ha i tasti OK-Annulla ma solo
            Chiudi


            (e se mi accorgo che ho fatto una XXXXXta come


            facco ad annullarla?!?)

            veramente laddove c'è la possibilità di errori,

            il tasto annulla lo trovi

            A me non pare proprio. Raramente c'è un "revert"
            ma in mille casi sarebbe + CHIARO avere
            ok-annullaQuesta e' solo una tua paranoia.Io non ho mai una volta sentito la necessita' di avere un tasto ANNULLA in qualunque finestra di Gnome.Porta un esempio.

            veramente compiz non lo usa quasi

            nessuno....canonical stessa lo sfrutta giusto
            per

            dare un pò di parvenza 3d alla gui

            E si sono perse chissà quante energie x urna roba
            che appesantisce di brutto, crea nuovi problemi,
            e non usa nessuno? Allora si poteva impiegare
            meglio il tempo e lo spazio sul
            CDPensa che a Redmond hanno perso chissa' quante energie per defecare Vista, e c'e' gente che ha pure fatto la fila per comprarlo il giorno dell'uscita!


            Ubuntu lo


            installo ad ogni rilascio da 4-5 anni, e non è


            ancora al livello di soddisfare un utente win


            avanzato.

            dipende da cosa intendi per utente

            avanzato....esempi?

            Uno che usa la tastiera per comadare la gui.Uno che usa la tastiera per comandare la gui e' uno col mouse rotto, non un utente avanzato.Non diciamo fesserie per favore.Piuttosto parliamo di funzionalita' che si possono ottenere SENZA passare per la gui.
            Uno a cui piace controllare i servizi che partono
            e togliere quelli inutiliQuesta dovrebbe essere prerogativa di chiunque voglia ottimizzare la propria macchina.
            Uno a cui non piace che il sw si installi dove
            XXXXX gli pareLa colpa di questa cosa e' solo di winsozz.Sotto unix il software si installa nelle directory preposte (/bin, /usr/bin, ...) e nessuno sente il bisogno di installarlo altrove.E il gestore di pacchetti neanche si sogna di chiederti dove vuoi installare.
            Uno a cui non piace avere MB di spazio sprecato
            per la traduzione in aramaico di applicazioni
            inutiliBasta non scaricarle dal gestore di pacchetti, visto che di solito si tratta di moduli separati.Poi se proprio vogliamo cercare il pelo nell'uovo, un qualunque file di localizzazione in qualunque lingua occupa infinitamente meno spazio di uno splash screen.E se proprio vogliamo dirla tutta: sotto linux quando installi, hai installato. Sotto windows mi sai spiegare che cos'e' tutta quella robaccia che trovo nelle directory temporanee dell'install shield? Copia della roba che ho installato e che resta li' nei secoli a venire se non la cancello a mano?
            Uno a cui non piace che ci siano 2 istanze dello
            stesso sw in esecuzione non si sa x quale
            motivo.Basta usare software open, e sai tutto di ogni cosa che gira e perche' gira.Altro che mezza dozzina di svchost
        • Guybrush scrive:
          Re: a linux manca ancora un desktop e già...

          -X es le scorciatoie da tastiera sono diverse o
          impossibili da configurare in modo analogo a win.
          (fastidiosissimo)Bene,Scaricati i sorgenti e modificale secondo il tuo gusto.Se afermi di essere un utente avanzato non dovresti avere difficolta'.
          -Gnome non ha i tasti OK-Annulla ma solo Chiudi
          (e se mi accorgo che ho fatto una XXXXXta come
          facco ad
          annullarla?!?)EH? Figliolo, lo fai prima, quando ti arriva la finestrella con sopra la scritta OK il sistema ti avvisa che ha completato qualcosa che TU gli hai ordinato di fare.Anche sotto windows ci sono operazioni non annullabili.
          -KDE4 l'ho provato tempo fa e non funzionava
          nulla, appena esce una distro con la 4.3 proverò
          di
          nuovo.Le applicazioni Open non ricevono gli aggiornamenti col contagocce come sotto win. Ormai KDE 4.2 e' stabile, a patto che il sistema su cui lo ai girare non abbia qualche rogna a livello hardware.
          Poi che Win7 sia ispirato a KDE me ne frega
          nulla. Lo è anche Vista e vedi che sucXXXXX
          pietoso ha avuto. Il mondo preferisce la GUI di
          XP: gli effetti fantafighettosi di wista, compiz
          ecc. ecc. sono solo per i
          bimbi-geek.Eh... no.Quella e' politica. Le nuove leve, dopo aver verificato la compatibilità coi videogiochi, vanno a vedere quello.Hint: si puo' gia' far girare WoW sotto linux.
          Si. Si tralascia a vantaggio dell'implementazione
          di cubi rotanti ed effetti vetrosi.Vorrei che fosse cosi'. In realta' pure chubi e vetrini luccicanti non sono facilissimi da avviare.
          Ubuntu lo
          installo ad ogni rilascio da 4-5 anni, e non è
          ancora al livello di soddisfare un utente win
          avanzato.Salve, sono un utente win avanzato (e solo principiante sotto linux).Ho cominciato nel 1986 con il Dos 5.0 e win 3.0.All'epoca giocherellavo pure con la startupsequence dei floppy dell'amiga, ma e' un'altra storia.Quanto a facilita' d'uso Ubuntu è di gran lunga superiore a windows. Lo accendi, fai login, usi i programmi che ti servono e che l'amministratore del sistema ti ha messo a disposizione, lo spegni e via.Niente crash, niente problemi con virus, malware, XXXXXXXte varie e se pure entra qualcosa al massimo fa danni al profilo utente.Stesso discorso per le altre distro.Se poi vogliamo parlare di utilizzo semplificato al massimo MacOsX, col suo mouse ad un tasto solo, è il massimo della semplificazione ed e' pure "giocattoloso", insomma è pure divertente da usare.Windows rimane solo per i videogiochi, ormai in migrazione verso il content delivery e le console, e le applicazioni professionali che stanno avviandosi verso il cloud computing.
          • lroby scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: Guybrush
            Ho cominciato nel 1986 con il Dos 5.0 e win 3.0.ehm.. il Dos 5.0 è nato nel Giugno del 1991, semmai il Dos 4.0 è nato nel 1986 ed anche il Windows 3.0 è arrivato dopo (1990)scarsa memoria con le date?!?
          • Guybrush scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: Guybrush

            Ho cominciato nel 1986 con il Dos 5.0 e win 3.0.
            ehm.. il Dos 5.0 è nato nel Giugno del 1991,
            semmai il Dos 4.0 è nato nel 1986 ed anche il
            Windows 3.0 è arrivato dopo
            (1990)
            scarsa memoria con le date?!?Direi di si, cominciano ad ammucchiarsi.GT
        • panda rossa scrive:
          Re: a linux manca ancora un desktop e già...
          - Scritto da: zap
          -X es le scorciatoie da tastiera sono diverse o
          impossibili da configurare in modo analogo a win.
          (fastidiosissimo)Stai dicendo sotto win, dove per esempio il SELEZIONA-TUTTO, in alcune applicazioni e' CTRL-A, e in altre invece CTRL-5 del tastierino, in altre invece e' CTRL-SHIFT-T e in altre ancora cambia come cambia la lingua del sistema?E che non puoi neppure configurare e ti tieni quello che ti impongono!Invece sotto linux il seleziona-tutto e' CTRL-A dovunque e comunque.
      • ... scrive:
        Re: a linux manca ancora un desktop e già...
        ahahhha sei incredibile...e quelli di zdnet sono peggio di te...secondo te andare in giro e chiedere a gente a caso se un sistema è windows 7 o kde4 ha senso??? il 90% delle persone non distingue un pc da un tostapane con display lcd..ma poi in australia...un paese di bifolchi e campagnoli...è proprio brutto l'integralismo
    • Shiba scrive:
      Re: a linux manca ancora un desktop e già...
      - Scritto da: zap
      Penso che a linux manchi ancora un desktop
      completo, funzionale, e soprattutto che strizzi
      l'occhio agli utenti che migrano da
      Windows.
      E invece tutti gli sforzi della "communità" si
      sono incentrate su michiate di effetti speciali,
      tralsciando del tutto l'usabilità e
      l'accessibilità da tastiera o la realizzazione di
      tool di configurazione GRAFICI degni di questo
      nome.Sarò io, ma che ha Gnome che non va come desktop? E poi non vedo perché strizzare l'occhio a chi migra da windows, è un sistema diverso e se ne hai bisogno lo impari così come hai imparato windows.
      E peraltro linux è stato abbandonato dai netbook,
      dove all'inizio aveva una buona quota. Ora tutta
      di WindowsXP. Grandissima occasione buttata nel
      XXXXX per lo snobismo dei linari che godono a
      configurare tutto tramite linea di
      comando.Linux veniva abbandonato per due ragioni: per le XXXXXte di distro che ci installavano (roba da farlo sembrare un computer clementoni), e perché l'utonto non riusciva ad installare il live messenger (lol). Inoltre non tutto l'hardware di tutti i netbook aveva driver per linux, pertanto mettendoci un windows xp facevano prima anche i produttori.
      I peggiori nemici di linux sono proprio i linari.
      Purtroppo.I peggiori nemici di linux sono i talebani dell'open, imho.
      • zap scrive:
        Re: a linux manca ancora un desktop e già...
        - Scritto da: Shiba
        Sarò io, ma che ha Gnome che non va come desktop?
        E poi non vedo perché strizzare l'occhio a chi
        migra da windows, è un sistema diverso e se ne
        hai bisogno lo impari così come hai imparato
        windows.Io posso imparare, ma linux resta all'1%. Non puoi pretendere che dopo 15 anni di tasti OK-Annulla l'utente medio di un ufficio si trovi solo quella michiata di "Chiudi" che ha Gnome! Non è possibile che se per sbaglio urti il tasto "canc" tutta la roba selezionata finisca nel cestino senza avvertirmi! (e se non me ne accorgo?). Anche ste interfacce disegnate da chi ha monitor 1920x1600 senza curarsi che di solito si viaggia a 1280x1024 sono fastidiose: Gnome spreca un sacco di spazio verticale già solo nel tree-view delle cartelle.Sono tutti piccoli aspetti secondari e marginali che nel complesso infastidiscono il target primario di linux, ovvero l'utente che dovrebbe migrare da windows-office.
        Linux veniva abbandonato per due ragioni: per le
        XXXXXte di distro che ci installavano (roba da
        farlo sembrare un computer clementoni), e perché
        l'utonto non riusciva ad installare il live
        messenger (lol). Il computer deve servire l'uomo, non l'uomo adattarsi al computer. Ricordatelo.
        I peggiori nemici di linux sono i talebani
        dell'open, imho.Forse. Ma principalmente quelli che pretendono di far imparate alla mia segretaria ad usare la riga di comando.
        • franz1789 scrive:
          Re: a linux manca ancora un desktop e già...
          E invece sei tu uno dei peggiori nemici di GNU/Linux, quelli che hanno installato ubuntu, hanno cancellato due files e non gli è comparso annulla e si sono XXXXXXXti, non sono riusciti ad aprire il menu come da windows e si sono XXXXXXXti, e ora vanno in giro a buttare XXXXX su GNU/Linux, su Gnome e quant'altro. Ma sai che ti dico, che se devo restare un cantinaro, preferisco rimanerci in buona compagnia, stattene sul tuo OS, qualunque sia, e non rompere i maroni. Spari solo FUD perchè probabilmente sei un impedito (io venivo da anni e anni di SOLO windows, ad imparare Ubuntu ci ho messo un paio di settimane, alla versione 6.04, quindi immagina ora che ci mette un utonto a impararla). Se non ti piace, non ti piace, ma non venire a sparare XXXXX su una cosa che non conosci, GNU/Linux è un OS, non è una copia di windows, ed essere user-friendly non vuol dire essere uguali-a-windows.p.s. ah, vorrei comunicarti che nella mia Arch Linux copia, incolla e taglia sono sempre gli stessi, anche annulla (ctrl + z) e seleziona tutto (ctrl + a) e non ho messo mano alle scorciatoie di sistema... mi sa che sei te ad essere un po' strano...
          • Shiba scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: franz1789
            E invece sei tu uno dei peggiori nemici di
            GNU/Linux, quelli che hanno installato ubuntu,
            hanno cancellato due files e non gli è comparso
            annulla e si sono XXXXXXXti, non sono riusciti ad
            aprire il menu come da windows e si sono
            XXXXXXXti, e ora vanno in giro a buttare XXXXX su
            GNU/Linux, su Gnome e quant'altro. Ma sai che ti
            dico, che se devo restare un cantinaro,
            preferisco rimanerci in buona compagnia, stattene
            sul tuo OS, qualunque sia, e non rompere i
            maroni. Spari solo FUD perchè probabilmente sei
            un impedito (io venivo da anni e anni di SOLO
            windows, ad imparare Ubuntu ci ho messo un paio
            di settimane, alla versione 6.04, quindi immagina
            ora che ci mette un utonto a impararla). Se non
            ti piace, non ti piace, ma non venire a sparare
            XXXXX su una cosa che non conosci, GNU/Linux è un
            OS, non è una copia di windows, ed essere
            user-friendly non vuol dire essere
            uguali-a-windows.

            p.s. ah, vorrei comunicarti che nella mia Arch
            Linux copia, incolla e taglia sono sempre gli
            stessi, anche annulla (ctrl + z) e seleziona
            tutto (ctrl + a) e non ho messo mano alle
            scorciatoie di sistema... mi sa che sei te ad
            essere un po'
            strano...Calmati un pochino però, che poi scrivi Ubuntu 6.04 :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 18.40-----------------------------------------------------------
        • Shiba scrive:
          Re: a linux manca ancora un desktop e già...
          - Scritto da: zap
          - Scritto da: Shiba


          Sarò io, ma che ha Gnome che non va come
          desktop?

          E poi non vedo perché strizzare l'occhio a chi

          migra da windows, è un sistema diverso e se ne

          hai bisogno lo impari così come hai imparato

          windows.

          Io posso imparare, ma linux resta all'1%. Non
          puoi pretendere che dopo 15 anni di tasti
          OK-Annulla l'utente medio di un ufficio si trovi
          solo quella michiata di "Chiudi" che ha Gnome!
          Non è possibile che se per sbaglio urti il tasto
          "canc" tutta la roba selezionata finisca nel
          cestino senza avvertirmi! (e se non me ne
          accorgo?).Scusa, non ho capito la storia del "Chiudi", mi fai un esempio? XDComunque sorvolando sul fatto che puoi dirgli di chiederti conferma al canc, la roba è poi nel cestino, basta che ci clicchi e che fai Ripristina e te la rimette dov'era prima.
          Anche ste interfacce disegnate da chi ha monitor
          1920x1600 senza curarsi che di solito si viaggia
          a 1280x1024 sono fastidiose: Gnome spreca un
          sacco di spazio verticale già solo nel tree-view
          delle
          cartelle.
          Sono tutti piccoli aspetti secondari e marginali
          che nel complesso infastidiscono il target
          primario di linux, ovvero l'utente che dovrebbe
          migrare da
          windows-office.Credo che lo spreco di spazio si più un problema delle GTK, ad ogni modo sul mio monitor 1280x1024 non mi sono mai sentito a corto, al massimo sul piccolo da 1024x600 sì, ma in quel caso basta mettere un tema che comprima di più il tutto.

          Linux veniva abbandonato per due ragioni: per le

          XXXXXte di distro che ci installavano (roba da

          farlo sembrare un computer clementoni), e perché

          l'utonto non riusciva ad installare il live

          messenger (lol).

          Il computer deve servire l'uomo, non l'uomo
          adattarsi al computer.
          Ricordatelo.Ma infatti per chi ha bisogno solo di scrivere testo, navigare e così via l'interfaccia Clementoni-like era più che sufficiente. Il problema sorge nel momento in cui gli utenti sono abituati a qualcosa come windows e vedono un'interfaccia così come una cosa per bambini (come nel mio caso) e cominciano quindi a smanettare per cercare di fare quello che fanno su windows, XXXXXXXndosi quando comincia a sorgere il sospetto che gli exe non vadano.

          I peggiori nemici di linux sono i talebani

          dell'open, imho.

          Forse. Ma principalmente quelli che pretendono di
          far imparate alla mia segretaria ad usare la riga
          di
          comando.SÌ per dio sì! Qui non posso che quotare :D
    • logan scrive:
      Re: a linux manca ancora un desktop e già...
      E se invece cominciassimo a pretendere che fossero gli utenti Windows a strizzare l'occhio a Linux?Vedi allora come la conclusione del tuo sillogismo cambia:"I peggiori nemici di Linux sono proprio i winari".
    • pennuto lacustre scrive:
      Re: a linux manca ancora un desktop e già...
      - Scritto da: zap
      Penso che a linux manchi ancora un desktop
      completo, funzionale, e soprattutto che strizzi
      l'occhio agli utenti che migrano da
      Windows.Non voglio scatenare flames... ma secondo me un utente Windows impara più facilmente ad usare KDE (un pò meno Gnome) rispetto alla gui di Leopard.
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: a linux manca ancora un desktop e già...
        - Scritto da: pennuto lacustre
        - Scritto da: zap

        Penso che a linux manchi ancora un desktop

        completo, funzionale, e soprattutto che strizzi

        l'occhio agli utenti che migrano da

        Windows.

        Non voglio scatenare flames... ma secondo me un
        utente Windows impara più facilmente ad usare KDE
        (un pò meno Gnome) rispetto alla gui di
        Leopard.Non concordo, è vero che KDE assomiglia a Windows + di Leopard, ma è anche vero che Leopard è molto + intuitivo.Alemeno IMHO.
        • advange scrive:
          Re: a linux manca ancora un desktop e già...

          Non concordo, è vero che KDE assomiglia a Windows
          + di Leopard, ma è anche vero che Leopard è molto
          + intuitivo.
          Alemeno IMHO.Mi accodo, senza sempre polemica, per mia personalissima esperienza ho trovato più semplice GNOME, poi KDE, poi Mac che è stato il più ostico (venendo da Windows, bene inteso). Tutto questo IMHO.
          • Yellow scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            - Scritto da: advange

            Non concordo, è vero che KDE assomiglia a
            Windows

            + di Leopard, ma è anche vero che Leopard è
            molto

            + intuitivo.

            Alemeno IMHO.
            Mi accodo, senza sempre polemica, per mia
            personalissima esperienza ho trovato più semplice
            GNOME, poi KDE, poi Mac che è stato il più osticoStrano dato che è iù simile a gnome che a kde...
            (venendo da Windows, bene inteso). Tutto questo
            IMHO.
          • Mr.Mechano scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            Io del Mac non ho mai sopportato la curva di apprendimento dapprima ripida, e poi una volta capito come si usa (o meglio come ragiona), mi sento trattato da scemo...
          • Yellow scrive:
            Re: a linux manca ancora un desktop e già...
            Hai qualche link sulla curva di apprendimento del mac?Io invece ho sempre poco sopportato quella di win...dove sei trattato da scemo dalla prima all'ultima volta.
  • deid00 scrive:
    Complimenti
    Complimenti!! 729 parole per dire il nulla! Il titolo fa pensare che si parli di interfacce, di esperimenti, di cosa ci aspetti per il futuro. E invece nulla! Un'inutile tirata sulla "guerra" degli OS. Pensare che qualche hanno fa era un giornale serio. Ancora complimenti!
    • Steve Robinson Hakkabee scrive:
      Re: Complimenti
      - Scritto da: deid00
      Complimenti!! 729 parole per dire il nulla! Il
      titolo fa pensare che si parli di interfacce, di
      esperimenti, di cosa ci aspetti per il futuro. E
      invece nulla! Un'inutile tirata sulla "guerra"
      degli OS. Pensare che qualche hanno fa era un
      giornale serio. Ancora
      complimenti!Concordo al 100%
    • krane scrive:
      Re: Complimenti
      - Scritto da: deid00
      Complimenti!! 729 parole per dire il nulla! Il
      titolo fa pensare che si parli di interfacce, di
      esperimenti, di cosa ci aspetti per il futuro. E
      invece nulla! Un'inutile tirata sulla "guerra"
      degli OS. Pensare che qualche hanno fa era un
      giornale serio. Ancora complimenti!Quoto
    • Sandrino scrive:
      Re: Complimenti

      Pensare che qualche hanno fa era un
      giornale serio. Ancora
      complimenti!Ormai e' cosi', leggiti qui e capirai ancora meglio:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2692001Ormai PI e' un depliant.
    • Eretico scrive:
      Re: Complimenti
      - Scritto da: deid00
      Complimenti!! 729 parole per dire il nulla! Il
      titolo fa pensare che si parli di interfacce, di
      esperimenti, di cosa ci aspetti per il futuro. E
      invece nulla! Un'inutile tirata sulla "guerra"
      degli OS. Pensare che qualche hanno fa era un
      giornale serio. Ancora complimenti!Quoto alla grande !
    • Shiba scrive:
      Re: Complimenti
      - Scritto da: deid00
      Complimenti!! 729 parole per dire il nulla! Il
      titolo fa pensare che si parli di interfacce, di
      esperimenti, di cosa ci aspetti per il futuro. E
      invece nulla! Un'inutile tirata sulla "guerra"
      degli OS. Pensare che qualche hanno fa era un
      giornale serio. Ancora
      complimenti!Boh, a me è piaciuto come riassuntino XD
    • nomen omen scrive:
      Re: Complimenti
      Mi hai tolto le parole di bocca
    • ruppolo scrive:
      Re: Complimenti
      - Scritto da: deid00
      Complimenti!! 729 parole per dire il nulla!Concordo.
    • Mr Storm scrive:
      Re: Complimenti
      - Scritto da: deid00
      Complimenti!! 729 parole per dire il nulla! Il
      titolo fa pensare che si parli di interfacce, di
      esperimenti, di cosa ci aspetti per il futuro. E
      invece nulla! Un'inutile tirata sulla "guerra"
      degli OS. Pensare che qualche hanno fa era un
      giornale serio. Ancora
      complimenti!Quoto al 99%... l'1% che manca è l'"H" di troppo
      • Italo scrive:
        Re: Complimenti
        - Scritto da: Mr Storm
        - Scritto da: deid00

        Complimenti!! 729 parole per dire il nulla! Il

        titolo fa pensare che si parli di interfacce, di

        esperimenti, di cosa ci aspetti per il futuro. E

        invece nulla! Un'inutile tirata sulla "guerra"

        degli OS. Pensare che qualche h anno fa era un

        giornale serio. Ancora

        complimenti!

        Quoto al 99%... l'1% che manca è l'"H" di troppoInvece hai quotato anche quella "h"! Si vede benissimo! Hai citato al 100% il messaggio di deid00! :D
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Complimenti
      Quoto pure io.... :DMa allora è proprio vero che la sindrome del quoto è particolarmente diffusa tra la fauna di PIhttp://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Punto_Informatico(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 11.35-----------------------------------------------------------
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Complimenti
      Quoto.
    • pennuto lacustre scrive:
      Re: Complimenti
      Non posso che quotare.Poi non meravigliamoci se su PI postano al 90% bimbiminkia, perchè articoli come questo sono scritti apposta per loro.
    • advange scrive:
      Re: Complimenti
      STRADACCORDO
    • sbigottito scrive:
      Re: Complimenti
      E' esattamente quello che ho scritto qui: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2696727 (vedi l'ultimo commento in risposta a Josafata).Il NULLA, condito dal NULLA.Come si fa a scrivere un articolo sul ruolo di Linux nelle interfacce senza parlare mai di GNOME o KDE????????BASTAAAAAAAAAAAAA
    • Enjoy yourself scrive:
      Re: Complimenti
      forse è semplicemente cannato il titolo?
    • QuotoAbbest ia scrive:
      Re: Complimenti
      Quoto cor cavolo. L'articolo mi è piaciuto. Da una visione della situazione complessiva per niente scontata.
    • fox82i scrive:
      Re: Complimenti
      - Scritto da: deid00
      Complimenti!! 729 parole per dire il nulla! Il
      titolo fa pensare che si parli di interfacce, di
      esperimenti, di cosa ci aspetti per il futuro. E
      invece nulla! Un'inutile tirata sulla "guerra"
      degli OS. Pensare che qualche hanno fa era un
      giornale serio. Ancora
      complimenti!Mi associo... Quoto !
  • assorata scrive:
    Sembra un articolo scritto da gnulinux86
    Veramente, mi sa che abbiamo scoperto come si chiama in reaaltà gnulinux86 (o, per quello che vale, anche gli altri linari che bazzicano questo pseudoforum).Frasi come "comunità in continua espansione, sempre più user friendly, open source, bla bla bla...." quando ancora non avete capito i veri problemi che impediscono a linux di diffondersi. Tutti a star lì a dire "ah, ma linux è open source"! Ma sapete alla casalinga di voghera quento gliene frega che sia open source? Non sa neanche che significa!
    • acno scrive:
      Re: Sembra un articolo scritto da gnulinux86
      Ancora con questa storia?Ma lo sai di cosa stai parlando?L'hai letto l'articolo?Linux non e' windows con Bill dietro, e non e' osx con Steve dietro,non c'e' una singola identita' (o azienda) che ne pilota l'evoluzione per uno scopo preciso. Linux si evolve in base alle necessita' e ai bisogni di chi lo sviluppa punto. Piu' che un sistema operativo e' ormai una entita' che vive quasi di vita sua, proprio perche' non c'e' un singolo individuo che ne controlla lo sviluppo.Se viene implementata una cosa che piace ed e' utile, si sviluppa, se non piace o non ha senso di esistere, muore, esattamente come accade in natura.
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Sembra un articolo scritto da gnulinux86
      Mi spiace deluderti, ma l'articolo non lo ho scritto io, non capisco la tua futile polemica, Linux è Opensource quindi?? Il problema dove sarebbe?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 10.17-----------------------------------------------------------
    • dsa sada aad scrive:
      Re: Sembra un articolo scritto da gnulinux86
      la casalinga di voghera se ne frega pure se il sistema operativo è windows e la casalinga di voghera non ha mai fatto al storia dell'informatica.Trovo l'articolo ben bilanciato e realistico sulle attuali situazioni di Linux, Microsoft e Apple.
    • advange scrive:
      Re: Sembra un articolo scritto da gnulinux86

      Veramente, mi sa che abbiamo scoperto come si
      chiama in reaaltà gnulinux86 (o, per quello che
      vale, anche gli altri linari che bazzicano questo
      pseudoforum).Guarda, fossi in gnulinux86 lo prenderei come un insulto personale e ti denuncerei: questo articolo è scritto da uno che Linux non l'ha mai usato.Un intero articolo sulle interfacce senza citare UN singolo DE? Ma è possibile? Sai, anche solo per sentito dire?
      • gnulinux86 scrive:
        Re: Sembra un articolo scritto da gnulinux86
        Esagerato, prendere sul serio i troll di questo forum, la cosa che mi sorprende e che la redazione non abbia ancora eliminato il messaggio di assorata, sapevo, che gli insulti personali non erano consentiti, forse li lasciano perchè aumentano i commenti.....mah...
        • assorata scrive:
          Re: Sembra un articolo scritto da gnulinux86
          E dove sarebbe l'insulto, di grazia? Ho solo detto che l'articolo sembra scritto da un linaro come te. Che c'è, ora linaro è un insulto? O dire che secondo me l'articolo l'hai scritto tu è un insulto? Per cosa vorresti denunciarmi?
          • krane scrive:
            Re: Sembra un articolo scritto da gnulinux86
            - Scritto da: assorata
            E dove sarebbe l'insulto, di grazia? Ho solo
            detto che l'articolo sembra scritto da un linaro
            come te. Che c'è, ora linaro è un insulto? O dire
            che secondo me l'articolo l'hai scritto tu
            è un insulto? Per cosa vorresti denunciarmi?Forse si e' sentito offeso di essere stato paragonato ad un articolista di PI.
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Sembra un articolo scritto da gnulinux86
            Massimo rispetto per coloro che scrivono articoli per Punto-Informatico, ma vista la qualità dell'articolo odierno, credo che non piaccia a nessuno essere scambiato per l'autore..... :|-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 15.34-----------------------------------------------------------
          • gnulinux86 scrive:
            Re: Sembra un articolo scritto da gnulinux86
            Ripeto non do importanza ai troll di questo forum, te compreso.Denuncia ma quale denuncia.L'insulto, sta proprio nella qualità dell'articolo in se, che tu hai erroreamente attribuito a me, aggiungendo tra parentesi "o, per quello che vale".
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Sembra un articolo scritto da gnulinux86
            - Scritto da: assorata
            Per cosa vorresti
            denunciarmi?la stupidità dovrebbe essere reato.
        • advange scrive:
          Re: Sembra un articolo scritto da gnulinux86

          Esagerato, prendere sul serio i troll di questo
          forum,Hai ragione, oggi ce ne è una quantità davvero insopportabile.Avevo deciso di ignorarli tutti, ma questo qui mi ha dato lo spunto per criticare il giornalista che ci ha regalato due articoli davvero ASSURDI
          la cosa che mi sorprende e che la
          redazione non abbia ancora eliminato il messaggio
          di assorata, sapevo, che gli insulti personali
          non erano consentiti, forse li lasciano perchè
          aumentano i commenti.....mah...Sicuramente...
    • casalinga di voghera scrive:
      Re: Sembra un articolo scritto da gnulinux86

      Ma sapete alla casalinga di voghera
      quento gliene frega che sia open source? Non sa
      neanche che
      significa!Ehi ! Ma io lo so cosa è l'open source.
    • ssEaAfODlRX zfmTYWL scrive:
      Re: Sembra un articolo scritto da gnulinux86
      http://www.homeofcarolinacirclemall.com/valtrex.htm valtrex %]] http://www.homeofcarolinacirclemall.com/tegretol.htm tegretol ebvfsf http://www.gihberkeley.org/crestor.html crestor results ciqijr
  • Eugenio Odorifero scrive:
    Linux compie 18 anni!!!
    Il 26 agosto 1991 Torvalds compilò il primo kernel. Tanti auguri!
    • angros scrive:
      Re: Linux compie 18 anni!!!
      Quindi ora linux è maggiorenne...
    • Andrea scrive:
      Re: Linux compie 18 anni!!!
      E' il progetto software più longevo fino ad ora. O sbaglio?
      • Eugenio Odorifero scrive:
        Re: Linux compie 18 anni!!!
        Tra quelli open, forse si. Altrimenti abbiamo UNIX.- Scritto da: Andrea
        E' il progetto software più longevo fino ad ora.
        O
        sbaglio?
      • Thescare scrive:
        Re: Linux compie 18 anni!!!
        Anche Tex credo che abbia qualche annetto in più del kernel linux, e fra parentesi dovrebbe essere anche open, anche se non ricordo il tipo di licenza-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 agosto 2009 17.11-----------------------------------------------------------
      • angros scrive:
        Re: Linux compie 18 anni!!!
        E GCC, con cui linux è stato scritto? Quello è ancora più longevo
      • oribolzi scrive:
        Re: Linux compie 18 anni!!!
        Non direi.L'ESA/390 è del 1990, ma la prima versione, il S/360, è del 1964.Anche AIX è del 1986.UNIX System V è del 1989, e Solaris che ne è la versione Sun, è ancora arzillo. (ed è pure open-source, e solido, altro che linux!)
  • panda rossa scrive:
    checche' se ne dica!
    E ancora salta fuori la storia che in certi ambiti (che guardacaso sono sempre le utenze domestiche che acquistano il pc al supermercato) non si puo' fare a meno di autocad per disegnare e stampare triangoli per il compitino di geometria, o photoshop per togliere gli occhi rossi dalle foto.Invece in certi altri ambiti (di cui nessuno parla mai) in cui e' assolutamente necessaria la sicurezza, checche' se ne dica, e' linux a dominare incontrastato.Pero' siccome non si vede, non si sente, non si blocca, allora nessuno sa che c'e'...
    • Diego scrive:
      Re: checche' se ne dica!
      Si però ad esempio non esiste una singola utenza domestica ad avere un photoshop od un autocad con licenza.Se non esistesse la possibilità di installarli copiati (cosa che da sempre ha aiutato questi software a diventare sw di riferimento) allora le possibilità offerte da una buona distribuzione di linux srebbero piu appetibili, no?
      • panda rossa scrive:
        Re: checche' se ne dica!
        - Scritto da: Diego
        Si però ad esempio non esiste una singola utenza
        domestica ad avere un photoshop od un autocad con
        licenza.

        Se non esistesse la possibilità di installarli
        copiati (cosa che da sempre ha aiutato questi
        software a diventare sw di riferimento) allora le
        possibilità offerte da una buona distribuzione di
        linux srebbero piu appetibili,
        no?Esatto. Questa e' la grande ipocrisia del software commerciale.Prima implorano piangendo che vi sia una legislazione che punisce chi copia il software peggio di chi guida ubriaco contromano in autostrada e ammazza la gente col suo comportamento.Poi sotto sotto spingono la pirateria domestica per poter imporre il loro prodotto come standard "de facto".Guarda caso Windows, Office, Autocad, Photoshop.4 cose che da sole costituiscono oltre il 90% della roba piratata.Escludendo i games che sono una categoria a se'.
        • Emoticon e video scrive:
          Re: checche' se ne dica!
          Non c'e' nessuna ipocrisia, cercano di vendere più software possibile e sanno che c'e' una percentuale di software copiato per cui non possono farci nulla. Puoi dimostrare che SPINGONO la pirateria?
          • bLax scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            non posso dimostrarlo ma conosco una persona che lavora in una delle aziende sopracitate e lui asserisce che sono loro a produrre le principali crack che girano in rete....poi se ci credi che quelli che fanno antivirus non hanno NULLA a che fare con la comparsa di virus.....ecc eccsei un pelo ingenuo...
        • harvey scrive:
          Re: checche' se ne dica!
          - Scritto da: panda rossa
          Prima implorano piangendo che vi sia una
          legislazione che punisce chi copia il software
          peggio di chi guida ubriaco contromano in
          autostrada e ammazza la gente col suo
          comportamento.Ad esempio la M$ non ha mai cercato di punire gli utenti, solo chi vendeva i software pirati, e credo pure le altre grandi Al limite ti confondi con chi gestisce la musica. Chi fa software non e' un cretino, sa che il vero mercato sono le aziende, non gli utenti
          • panda rossa scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            - Scritto da: harvey
            - Scritto da: panda rossa

            Prima implorano piangendo che vi sia una

            legislazione che punisce chi copia il software

            peggio di chi guida ubriaco contromano in

            autostrada e ammazza la gente col suo

            comportamento.

            Ad esempio la M$ non ha mai cercato di punire gli
            utenti, solo chi vendeva i software pirati, e
            credo pure le altre grandiQuindi la BSA e' solo una allegra comitiva di compagnoni?
            Al limite ti confondi con chi gestisce la musica.
            Chi fa software non e' un cretino, sa che il vero
            mercato sono le aziende, non gli
            utentiE allora gli fa tanto schifo alla M$ offrire la sua roba gratuitamente a chi ne fa uso domestico, come fanno TUTTE le soceta' serie che producono software?Versione light, gratuita, magari limitata, solo per utilizzo non commerciale.Versione Pro, a pagamento, per chi ne fa un utilizzo commerciale.Sarebbe un comportamento molto meno ipocrita.
      • Shiba scrive:
        Re: checche' se ne dica!
        - Scritto da: Diego
        Si però ad esempio non esiste una singola utenza
        domestica ad avere un photoshop od un autocad con
        licenza.

        Se non esistesse la possibilità di installarli
        copiati (cosa che da sempre ha aiutato questi
        software a diventare sw di riferimento) allora le
        possibilità offerte da una buona distribuzione di
        linux srebbero piu appetibili,
        no?Sicuramente, è chiaro che in questo caso si cercherebbero alternative gratuite a ciò che sarebbe in questo caso normale pagare. Tuttavia dal momento che abbiamo almeno una ventina di framework audio (per il bene della scelta, alleluja!) non vedo perché non dovrebbe farci piacere poter disporre di quei software anche sul pinguino.
    • Elf scrive:
      Re: checche' se ne dica!
      - Scritto da: panda rossa
      Semplicita' d'uso, per quanto mi riguarda,
      significa ottenere quello di cui ho bisogno senza
      dover
      cliccare.
      Se per te semplicità d'uso vuol dire ammazzarsi su linee di comando infinite, shell e roba simile non vuol dire che questo sia il punto di vista di tutti.Per lavoro programmo su Unix ed in quel caso l'uso della linea di comando è d'obbligo, ma per scrivere codice non mi ammazzo su vi, uso UltraEdit (ho un PC con Windows XP e mi collego in remoto alla macchina con SecureCRT).
      Non puoi mettere gente comune di fronte
      all'editing
      video!
      Altrimenti, siccome c'e' il softwarino che con 4
      click ti permette di montare i tuoi filmatini
      fatti con la tua videocamerina, e metterci sotto
      pure la musichetta, allora siamo tutti Cameron e
      a noi il film Avatar ci fara' una XXXXX o
      due.
      Vogliamo ripetere la triste esperienza che
      abbiamo avuto col VB e gli sparagestionali? Tutti
      sono diventati
      programmatori!

      Basterebbe non cimentarsi con quello che non si
      sa fare e il mal di testa non
      viene.
      Quindi vuoi dire che siccome io non sono un professionista non posso farmi un DVD col video delle mie vacanze?
      La spiegazione piu' semplice, che quei software
      NON SONO DEDICATI all'utenza domestica
      cazzeggiante, non ti e' venuta in
      mente?
      Su questo ti do ragione, AutoCAD un utente medio non lo userà mai e, per quello che solitamente fa con le foto, GIMP va più che bene, ma già lo studente universitario può aver bisogno di un software di CAD.
      Ti dico io: distinguiamo l'applicazione
      professionale, che e' uno strumento del
      professionista, e che serve solo al
      professionista che la utilizza per la sua
      professione, dall'applicazione per uso
      generalista, mirata all'utenza
      domestica.

      L'utenza domestica non necessita
      dell'applicazione
      professionale.
      Prima di tutto perche' non la sa usare, poi
      perche' non saprebbe cosa farsene, e infine
      perche' quella e' uno strumento che si paga, open
      o non open che
      sia.
      Non e' software generalista, e non rientra nel
      discorso in
      questione.Qui ti quoto
      • panda rossa scrive:
        Re: checche' se ne dica!
        - Scritto da: Elf
        ma per
        scrivere codice non mi ammazzo su vi, uso
        UltraEdit (ho un PC con Windows XP e mi collego
        in remoto alla macchina con
        SecureCRT).Non dubito che tu allora abbia pagato il suo prezzo, di ultraedit.Oppure sei uno dei tanti che si riempie la bocca di windows di qua, windows di la' che poi tanto c'e' il crack per far girare il software non libero.

        Quindi vuoi dire che siccome io non sono un
        professionista non posso farmi un DVD col video
        delle mie
        vacanze?Quindi voglio dire che se vuoi farti il DVD col video delle tue vacanze utilizzi il software libero che il repository ti mette a disposizione, non usi il software professionale craccato, come fai con ultraedit.

        La spiegazione piu' semplice, che quei software

        NON SONO DEDICATI all'utenza domestica

        cazzeggiante, non ti e' venuta in

        mente?



        Su questo ti do ragione, AutoCAD un utente medio
        non lo userà mai e, per quello che solitamente fa
        con le foto, GIMP va più che bene, ma già lo
        studente universitario può aver bisogno di un
        software di CAD.Lo studente universitario di architettura.O quello di ingegneria meccanica.Una piccola goccia nel mare delle facolta'.Fermo restando che l'universita' non insegna ad usare Autocad: Autocad e' solo uno strumento come lo sono riga e compasso.Ci si laureava senza Autocad anni fa, ci si continuera' a laureare senza Autocad anche negli anni a venire.

        Ti dico io: distinguiamo l'applicazione

        professionale, che e' uno strumento del

        professionista, e che serve solo al

        professionista che la utilizza per la sua

        professione, dall'applicazione per uso

        generalista, mirata all'utenza

        domestica.



        L'utenza domestica non necessita

        dell'applicazione

        professionale.

        Prima di tutto perche' non la sa usare, poi

        perche' non saprebbe cosa farsene, e infine

        perche' quella e' uno strumento che si paga,
        open

        o non open che

        sia.

        Non e' software generalista, e non rientra nel

        discorso in

        questione.

        Qui ti quotoEcco bravo.E adesso disinstalla ultraedit e installati notepad++ per esempio, che e' open.
        • MeX scrive:
          Re: checche' se ne dica!

          Non dubito che tu allora abbia pagato il suo
          prezzo, di
          ultraedit.
          Oppure sei uno dei tanti che si riempie la bocca
          di windows di qua, windows di la' che poi tanto
          c'e' il crack per far girare il software non
          libero.il punto é che le aziende scelgono software professionale tipo Photoshop o Autocad... se io devo imparare ad usarli su Windows/Mac sta alla mia coscienza comprarli o no, ma posso comunque usarli, e se mi propongo in uno studio di grafica come free lance non posso pretendere di lavorare con GIMP
          Quindi voglio dire che se vuoi farti il DVD col
          video delle tue vacanze utilizzi il software
          libero che il repository ti mette a disposizione,
          non usi il software professionale craccato, come
          fai con
          ultraedit.si, ma se anche fossi diposto a pagarlo? non posso a prescindere su Linux
          Lo studente universitario di architettura.
          O quello di ingegneria meccanica.
          Una piccola goccia nel mare delle facolta'.
          Fermo restando che l'universita' non insegna ad
          usare Autocad: Autocad e' solo uno strumento come
          lo sono riga e
          compasso.
          Ci si laureava senza Autocad anni fa, ci si
          continuera' a laureare senza Autocad anche negli
          anni a
          venire.il punto é che un architetto che cerca lavoro senza saper usare Autocad non va molto distante, laurea o meno
          Ecco bravo.
          E adesso disinstalla ultraedit e installati
          notepad++ per esempio, che e'
          open.ricordati comunque che open!=free (nel senso di PREZZO!)
          • Italo scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            - Scritto da: MeX
            ricordati comunque che open!=free (nel senso di
            PREZZO!)In italiano puoi dire "gratis" o "libero" e non ti confondi.
        • FNC scrive:
          Re: checche' se ne dica!
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Elf

          ma per

          scrivere codice non mi ammazzo su vi, uso

          UltraEdit (ho un PC con Windows XP e mi collego

          in remoto alla macchina con

          SecureCRT).

          Non dubito che tu allora abbia pagato il suo
          prezzo, di
          ultraedit.
          Oppure sei uno dei tanti che si riempie la bocca
          di windows di qua, windows di la' che poi tanto
          c'e' il crack per far girare il software non
          libero.
          E tu sei uno di quei linari che usa solo software libero per fare il figo in ufficio, e che sotto sotto rosica perché sa che se usasse uno strumento come UltraEdit ci metterebbe metà tempo e fatica a scrivere codice. Di tipi come te ce ne sono anche dove lavoro io, sempre lì a fare i fighetti "ah no, non mi interessa se abbiamo le licenze per Xp e UltraEdit, io uso solo linux, vim, roba open source, etc...", poi però sono quelli che bestemmiano di più davanti allo schermo. Comunque, contenti voi... Io uso il software proprietario perché mi permette di fare il mio lavoro più velocemente e mi lascia più tempo libero.
          • Emoticon e video scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            e quando il tempo è denaro i soldi della licenza li recuperi velocemente
          • nome e cognome scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            - Scritto da: Emoticon e video
            e quando il tempo è denaro i soldi della licenza
            li recuperi
            velocementeE' quello che i bimbi che scrivono su questi forum non hanno ancora avuto modo di capire...
          • panda rossa scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            - Scritto da: FNC

            E tu sei uno di quei linari che usa solo software
            libero per fare il figo in ufficio, e che sotto
            sotto rosica perché sa che se usasse uno
            strumento come UltraEdit ci metterebbe metà tempo
            e fatica a scrivere codice.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Di tipi come te ce ne sono anche dove lavoro io,
            sempre lì a fare i fighetti "ah no, non mi
            interessa se abbiamo le licenze per Xp e
            UltraEdit, io uso solo linux, vim, roba open
            source, etc...", poi però sono quelli che
            bestemmiano di più davanti allo schermo.Certo che si bestemmia davanti allo schermo.Noialtri linari sappiamo come potrebbe ben funzionare un sistema.E quando vediamo che quello che si usa in ufficio non funziona ecco che volano le bestemmie.Soprattutto quando arriva il winaro sotuttoio che pensa di suggerire cliccando di qua e cliccando di la, quando non capisce che e' proprio il non poter fare a meno di cliccare il problema.
            Comunque, contenti voi... Io uso il software
            proprietario perché mi permette di fare il mio
            lavoro più velocemente e mi lascia più tempo
            libero.Se sei convinto di questo, buon lavoro.
        • Emoticon e video scrive:
          Re: checche' se ne dica!
          e se lui preferisce ultraedit ed è disposto a pagarlo perchè deve scaricare quello gratuito?se a lui piace così che faccia così. Tu farai diversamente.Poi quando l'azienda produttrice di ultraedit fallirà perchè c'e' l'alternativa gratuita anche lui sarà obbligato ad usare l'alternativa gratuita proprio come avresti voluto imporre tu
          • pabloski scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            può sempre comprare Comodo IDE e programmare sotto linux senza dover per forza utilizzare VI
          • Emoticon e video scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            se con Comodo e Linux si trova meglio che con UltraEdit e Windows fa bene a farlo
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            - Scritto da: Emoticon e video
            e se lui preferisce ultraedit ed è disposto a
            pagarlo perchè deve scaricare quello
            gratuito?
            Nessuno qui ha parlato di imporre nulla, ha solo sottolineato il fatto che spesso si guarda al commerciale quando non è strettamente necessario e in funzione delle pirateria.E' la stessa questione del Photoshop o Autocad, perchè è vero che sono gli strumenti top nel mercato di riferimento ma è anche vero che tali mercati sono di nicchia.Si usa Photoshop perchè l'hai preso gratis con i torrent anche per aggiungere un ballon con su scritta una battuta sulla foto di un amico, ma da qui a ritenerlo la discriminante per la scelta di un SO è francamente una esagerazione.
        • Elf scrive:
          Re: checche' se ne dica!
          - Scritto da: panda rossa
          Non dubito che tu allora abbia pagato il suo
          prezzo, di
          ultraedit.
          Oppure sei uno dei tanti che si riempie la bocca
          di windows di qua, windows di la' che poi tanto
          c'e' il crack per far girare il software non
          libero.
          Lo tengo trial al momento, ma penso userò Notepad++ quando scadrà :)
          Quindi voglio dire che se vuoi farti il DVD col
          video delle tue vacanze utilizzi il software
          libero che il repository ti mette a disposizione,
          non usi il software professionale craccato, come
          fai con
          ultraedit.
          Pinnacle Studio, iMovie ecc. non sono software professionali, ma hanno un loro costo, si paga la licenza e si usano.Non venirmi a dire che si può fare qualcosa di decente con quella ciofeca di Windows Movie Maker o che esistano alternative libere valide (se poi esistono sarò lieto di cospargemi il capo di cenere una volta provate)
          Lo studente universitario di architettura.
          O quello di ingegneria meccanica.
          Una piccola goccia nel mare delle facolta'.
          Fermo restando che l'universita' non insegna ad
          usare Autocad: Autocad e' solo uno strumento come
          lo sono riga e
          compasso.
          Ci si laureava senza Autocad anni fa, ci si
          continuera' a laureare senza Autocad anche negli
          anni a
          venire.
          Razzi tuoi se il prof ti dice "L'esame lo dovete fare con AutoCAD."
          Ecco bravo.
          E adesso disinstalla ultraedit e installati
          notepad++ per esempio, che e'
          open.Vedi sopra :)
          • nome e cognome scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            - Scritto da: Elf
            - Scritto da: panda rossa

            Non dubito che tu allora abbia pagato il suo

            prezzo, di

            ultraedit.

            Oppure sei uno dei tanti che si riempie la bocca

            di windows di qua, windows di la' che poi tanto

            c'e' il crack per far girare il software non

            libero.



            Lo tengo trial al momento, ma penso userò
            Notepad++ quando scadrà
            :)


            Quindi voglio dire che se vuoi farti il DVD col

            video delle tue vacanze utilizzi il software

            libero che il repository ti mette a
            disposizione,

            non usi il software professionale craccato, come

            fai con

            ultraedit.



            Pinnacle Studio, iMovie ecc. non sono software
            professionali, ma hanno un loro costo, si paga la
            licenza e si
            usano.
            Non venirmi a dire che si può fare qualcosa di
            decente con quella ciofeca di Windows Movie Maker
            o che esistano alternative libere valide (se poi
            esistono sarò lieto di cospargemi il capo di
            cenere una volta
            provate)


            Lo studente universitario di architettura.

            O quello di ingegneria meccanica.

            Una piccola goccia nel mare delle facolta'.

            Fermo restando che l'universita' non insegna ad

            usare Autocad: Autocad e' solo uno strumento
            come

            lo sono riga e

            compasso.

            Ci si laureava senza Autocad anni fa, ci si

            continuera' a laureare senza Autocad anche negli

            anni a

            venire.



            Razzi tuoi se il prof ti dice "L'esame lo dovete
            fare con
            AutoCAD."


            Ecco bravo.

            E adesso disinstalla ultraedit e installati

            notepad++ per esempio, che e'

            open.

            Vedi sopra :)Raga il filmino delle ferie non Star Wars!! Movie Maker e' piu' che sufficiente...
          • Elf scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            - Scritto da: nome e cognome
            Raga il filmino delle ferie non Star Wars!! Movie
            Maker e' piu' che
            sufficiente...Dai che Movie Maker crasha di continuo e non ti fa fare quasi niente :D.
          • nome e cognome scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            - Scritto da: Elf
            - Scritto da: nome e cognome

            Raga il filmino delle ferie non Star Wars!!
            Movie

            Maker e' piu' che

            sufficiente...

            Dai che Movie Maker crasha di continuo e non ti
            fa fare quasi niente
            :D.Movie maker live su windows 7 gestisce i filmini AVCHD meglio di qualsiasi altro software commerciale... ho provato ieri, rispetto a pinnacle 12 è fluido e veloce.
        • Lord Kap scrive:
          Re: checche' se ne dica!
          - Scritto da: panda rossa
          Lo studente universitario di architettura.
          O quello di ingegneria meccanica.
          Una piccola goccia nel mare delle facolta'.Beh, insomma...
          Fermo restando che l'universita' non insegna ad
          usare Autocad: Autocad e' solo uno strumento come
          lo sono riga e compasso.Qui non sai di ciò che stai parlando.-- Saluti, Kap
          • panda rossa scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            - Scritto da: Lord Kap
            - Scritto da: panda rossa

            Lo studente universitario di architettura.

            O quello di ingegneria meccanica.

            Una piccola goccia nel mare delle facolta'.

            Beh, insomma...Ogni 5000 matricole escono 100 laureati (di cui solo mezza dozzina in corso) al Politecnico di Milano. Vedi tu.

            Fermo restando che l'universita' non insegna ad

            usare Autocad: Autocad e' solo uno strumento
            come

            lo sono riga e compasso.

            Qui non sai di ciò che stai parlando.Ok, ho appena verificato sul sito del Politecnico.Con mio disappunto pare che Autocad sia argomento di alcuni corsi.Prendo atto.
          • Lord Kap scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Lord Kap


            Fermo restando che l'universita' non insegna ad


            usare Autocad: Autocad e' solo uno strumento come


            lo sono riga e compasso.

            Qui non sai di ciò che stai parlando.
            Ok, ho appena verificato sul sito del Politecnico.a anche l'Università di Parma è così, i professori di Ingegneria Civile e Architettura fanno usare Autocad (certo, non solo quello, ci mancherebbe).Dei professionisti che ho conosciuto (intendo dire nell'ambito geometri/architetti/ingegneri civili) Autocad è una dotazione di base minima.
            Con mio disappunto pare che Autocad sia argomento
            di alcuni corsi. Prendo atto.Ragazzo mio, se quella parte del mondo del lavoro si scambia i DWG c'è poco da fare: o usi quel software o sei fuori dal mercato...-- Saluti, Kap
      • pabloski scrive:
        Re: checche' se ne dica!
        - Scritto da: Elf
        Se per te semplicità d'uso vuol dire ammazzarsi
        su linee di comando infinite, shell e roba simile
        non vuol dire che questo sia il punto di vista di
        tutti.non penso esista gente così sbrindellatadel resto Comodo Edit è uno dei programmi linux più diffusi
        Per lavoro programmo su Unix ed in quel caso
        l'uso della linea di comando è d'obbligo, ma per
        scrivere codice non mi ammazzo su vi, uso
        UltraEdit (ho un PC con Windows XP e mi collego
        in remoto alla macchina con
        SecureCRT).
        puoi usare Comodo IDE, Anjuta, Code::Blocks, Eclipse, Geany, Netbeans, SciTElinux non è solo vi e linea di comando
        Quindi vuoi dire che siccome io non sono un
        professionista non posso farmi un DVD col video
        delle mie
        vacanze?
        beh però gli strumenti per il montaggio video amatoriale ci sono
        Su questo ti do ragione, AutoCAD un utente medio
        non lo userà mai e, per quello che solitamente fa
        con le foto, GIMP va più che bene, ma già lo
        studente universitario può aver bisogno di un
        software di
        CAD.
        esatto, ma il problema è il tipo di applicazioneun esempio banale sono i software CAE....su linux ci sono software di altissimo livello, però il più diffuso in ambito universitario è Orcad che non gira su linuxcome vedi il problema è che ci si fissa ad usare un determinato softwarenon so di alternative ad autocad su linux, però so che inventor è sostituibile senza problemi da varicad
        • Elf scrive:
          Re: checche' se ne dica!
          Per i programmi Linux il problema è che ho una shell Unix nuda e cruda a cui mi collego in remoto col PC aziendale che ha Windows, quindi uso UltraEdit (trial) o Notepad++
        • advange scrive:
          Re: checche' se ne dica!

          esatto, ma il problema è il tipo di applicazione

          un esempio banale sono i software CAE....su linux
          ci sono software di altissimo livello, però il
          più diffuso in ambito universitario è Orcad che non gira su linuxIo, per esempio, mi ricordo che all'Università (e parlo della Federico II) eri costretto ad usare un programma che esisteva solo per Linux. Ti parlo di un'epoca in cui le distro erano davvero ostiche e per togliere un CD dovevi aprire una shell e fare umount!!!In parole povere: un vero TRAUMA. Solo che nel frattempo sono passati quasi 10 anni; le distro Linux sono molto più "umane"; e spero esistano anche molti più SW per Linux (a parte Matlab e quello dell'esempio citato per il resto eri costretto ad usare Win per forza).
      • Italo scrive:
        Re: checche' se ne dica!
        - Scritto da: Elf
        Qui ti quoto"Qui"? L'hai quotato tutto, da cima a fondo.
    • Enjoy yourself scrive:
      Re: checche' se ne dica!
      - Scritto da: panda rossa
      E ancora salta fuori la storia che in certi
      ambiti (che guardacaso sono sempre le utenze
      domestiche che acquistano il pc al supermercato)
      non si puo' fare a meno di autocad per disegnare
      e stampare triangoli per il compitino di
      geometria, o photoshop per togliere gli occhi
      rossi dalle foto.ma anche no... mi pare che l'articolo distungua (o perlomeno citi) sia l'ambito domestico che quello professionale. nel mio lavoro non potrei utilizzare Linux neanche se lo volessi, e non uso né AutoCAD né Photoshop (che comunque non hanno sostituti validi nel mondo Linux). per quanto riguarda l'utenza domestica, puoi dire quello che vuoi ma Linux è ancora troppo confusionario a livello di interfaccia... talmente confuso che non ha nemmeno un'interfaccia standard: siamo tutti d'accordo che è sinonimo di libertà di scelta, ma l'utonto non vuole scegliere... dev'essere guidato... e Linux al momento non può soddisfare appieno questo suo bisogno
      Invece in certi altri ambiti (di cui nessuno
      parla mai) in cui e' assolutamente necessaria la
      sicurezza, checche' se ne dica, e' linux a
      dominare incontrastato.non mi pare che qualcuno abbia detto il contrario... ma si parla esplicitamente di "mercato" e di "diffusione dei computer nelle case", e questi ambiti in cui Linux domina incontrastato sono meno dell'1% del mercato.se poi vuoi dire per forza la tua per difendere Linux (che nessuno ha attaccato) fai pure
      • panda rossa scrive:
        Re: checche' se ne dica!
        - Scritto da: Enjoy yourself
        per quanto
        riguarda l'utenza domestica, puoi dire quello che
        vuoi ma Linux è ancora troppo confusionario a
        livello di interfaccia... talmente confuso che
        non ha nemmeno un'interfaccia standard: I miei figli, da quando sono stati in grado di muovere il mouse con una certa padronanza, quindi da quando avevano 3 o 4 anni di eta', senza che io mai gli dicessi niente, sono stati in grado di lanciare e utilizzare giochini da windows 98, windows XP, Ubuntu con Gnome, UAE (l'emulatore di amiga).Tutte interfacce diverse tra loro, spesso con temi diversi, bottoni e icone di forme e colori diversi.L'unica cosa che tutte le interfacce hanno in comune e' che se muovi il mouse in un certo modo, la freccina sullo schermo si sposta di conseguenza, e se clicchi un tasto del mouse quando la freccina sta sopra qualcosa, quel qualcosa fa qualcosa.L'unica difficolta' che avevano quando erano molto piccoli era fare il doppio click: o non erano abbastanza veloci, o muovevano il mouse mentre cliccavano. Tutta questione di scarsa coordinazione tipica dei bambini molto piccoli.Ho semplicemente detto loro che si poteva cliccare una sola volta e poi pigiare invio.Bambini di 3/4 anni.Devo considerare i miei figli dei geni, oppure devo considerare il cervello dell'utente medio windows inferiore a quello di un bambino di 3/4 anni?
        siamo
        tutti d'accordo che è sinonimo di libertà di
        scelta, ma l'utonto non vuole scegliere...
        dev'essere guidato... e Linux al momento non può
        soddisfare appieno questo suo
        bisognoIo invece credo che non sia questione di saper scegliere o essere guidati.Io credo che l'utonto sia un bel pecorone che fa questo ragionamento: "Mangio la XXXXX! 4 miliardi di mosche non possono essersi sbagliate!"

        Invece in certi altri ambiti (di cui nessuno

        parla mai) in cui e' assolutamente necessaria la

        sicurezza, checche' se ne dica, e' linux a

        dominare incontrastato.

        non mi pare che qualcuno abbia detto il
        contrario... ma si parla esplicitamente di
        "mercato" e di "diffusione dei computer nelle
        case", e questi ambiti in cui Linux domina
        incontrastato sono meno dell'1% del
        mercato.Nelle case la sicurezza e' un optional?Oppure conficker e' diventato una specie protetta che bisogna far sopravvivere?
        • Hanyuu scrive:
          Re: checche' se ne dica!
          Windows rimane generalmente molto piu' immediato nell'uso. E c'è una miriade di software per tutti i gusti.Linux su questo fronte è piu' limitato.Se non sei d'accordo su questo punto, stai solo trollando.
          • panda rossa scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            - Scritto da: Hanyuu
            Windows rimane generalmente molto piu' immediato
            nell'uso. Al punto che recenti test hanno dimostrato che alcuni utonti messi di fronte a KDE4 fossero convinti di stare usando windows 7.
            E c'è una miriade di software per tutti i gusti.Quanti di questa miriade sono open?Quanti di questa miriade non hanno un equivalente open?Quanti di quelli open sono solo per windows?
            Linux su questo fronte è piu' limitato.Tolti i giochi (che comunque possono girare sotto wine), io posso affermare che in quanto a disponibilita' di linguaggi di programmazione e' windows il piu' limitato: non ha neanche un compilatore in nessuna delle sue distribuzioni.
            Se non sei d'accordo su questo punto, stai solo
            trollando.Staro' trollando allora.Pazienza.
          • Gabriele scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            La mia esperienza è che 3 dei miei colleghi (nota siamo in 15) usavano Windows a casa e Ubuntu in ufficio. Dopo l'ennesimo blocco inspiegabile del loro pc mi hanno chiesto di installargli sul loro pc a casa prorpio Ubuntu per l'immediatezza d'uso della sua interfaccia e la grande disponibilità di software adatto a risolvere i problemi quotidiani e installabile con pochissimi click. Ti posso dire che l'età media è intorno ai 40 anni, persone che volgiono usare il pc per usi convenzionali e non hanno tempo/voglia/soldi da perdere dietro le frequentissime "paturnie" di windows.Questa è la mia osservazione ovvero che chi ha avuto modo di usare contemporaneamente Windows e nel caso specifico Ubuntu e non è un "FanBoy" di M$ tipo molti giovani (20-30 anni) quindi una persona media che vuole usare il PC per wordprocessing/foglio di calcolo/mail/internet è molto propensa ad usare una moderna distribuzione linux in quanto più immediata nell'uso (N.B. questo sono parole testuali di chi ha fatto lo switch)Per le applicazioni "speciali" due di questi colleghi avevano la necessità di usare rispettivamente Autodesk Inventor e Adobe Premiere per le esigenze che può avere un comune utente domestico in merito a queste applicazioni ovvero usarle 4 volte l'anno. Ho risolto con la partizioncina windows avviata all'occorrenza e partizione condivisa dei dati.In fine altri due miei colleghi "giocano" a livelli leggermente + alti in tutta autonomia con linux.Preciso che nella ditta dove lavoro siamo divisi equamente fra impiegati amministrativi e operai e che l'informatica è solo usata per il programma gestionale e poc'altro quindi gente mooolto comune.
          • LaNberto scrive:
            Re: checche' se ne dica!
            - Scritto da: panda rossa
            Quindi il parere di un programmatore, che e'
            colui che dovrebbe conoscere i sistemi un po'
            meglio, non conta
            niente?non nel mercato consumer

            Come se il parere di Valentino Rossi sulle moto
            non avesse alcuna importanza: lui e' un pilota,
            mica usa il motorino per gironzolare nel
            traffico. Meglio chiedere un parere tecnico al
            garzone della latteria che usa il motorino tutte
            le mattine per consegnare il
            latte.sì, se devi vendere motorini ai garzoni del latte. si chiama ricerca di mercato
            Rigira il punto di vista: se chi utilizza i
            computer in modo intenso e professionale afferma
            di trovarsi bene con un certo sistema, che cosa
            vorra'
            dire?
            che PER LUI e per quello che ci deve fare, quel sistema va bene
            Non e' esatto. Il parco software su windows e'
            decisamente piu'
            PUBBLICIZZATO!
            Chi fa software per windows generalmente lo fa
            per
            venderlo.
            Chi fa software per linux generalmente lo fa per
            farlo
            bene.lasciamo stare. c'è una caterva di programmi che non hanno corrispettivi usabili su Linux. e sono tutti quelli professionali specifici. Questo non è contestabile.
        • Enjoy yourself scrive:
          Re: checche' se ne dica!
          - Scritto da: panda rossa

          per quanto

          riguarda l'utenza domestica, puoi dire quello che

          vuoi ma Linux è ancora troppo confusionario a

          livello di interfaccia... talmente confuso che

          non ha nemmeno un'interfaccia standard:

          I miei figli, da quando sono stati in grado di
          muovere il mouse con una certa padronanza, quindi
          da quando avevano 3 o 4 anni di eta', senza che
          io mai gli dicessi niente, sono stati in grado di
          lanciare e utilizzare giochini da windows 98,
          windows XP, Ubuntu con Gnome, UAE (l'emulatore di
          amiga).L'utente medio non ha 3/4 anni. L'utente medio ha 40 anni e non ha la stessa elasticità di un bambino: ho visto gente cercare il tasto start sull'iPhone, ed era gente laureata... in materie tecniche...PS: mio figlio di 2 anni e mezzo fa già le stesse cose
          Io invece credo che non sia questione di saper
          scegliere o essere guidati.
          Io credo che l'utonto sia un bel pecorone che fa
          questo ragionamento: "Mangio la XXXXX! 4 miliardi
          di mosche non possono essersi sbagliate!"Beh... se la situazione del mercato attuale è questa, un motivo ci sarà...

          non mi pare che qualcuno abbia detto il

          contrario... ma si parla esplicitamente di

          "mercato" e di "diffusione dei computer nelle

          case", e questi ambiti in cui Linux domina

          incontrastato sono meno dell'1% del

          mercato.

          Nelle case la sicurezza e' un optional?No: ma nelle case Linux non domina un bel niente
    • ... scrive:
      Re: checche' se ne dica!
      evidentemente non hai mai visto una persona seria lavorare con autocad...ovviamente chi usa photoshop per togliere gli occhi rossi è un idiota, semplicemente perché è più complicato e fai prima col software che ti danno in dotazione con la macchina fotografica comprata al supermercatoma evita di sbeffeggiare chi lavora con quei software per favore (non è il mio caso, non so fare nemmeno un triangolo con autocad), perché è gente (artisti direi) che sa fare il proprio doverepotrei benissimo prendermi gioco anche io di chi installa linux e passa le giornate a scrivere "netstat -an | grep qualcosa" per far vedere quanto è fico con gli amici, oppure gioca a dividere le colonne dei file di testo con awk e sed, ma so benissimo che non bisogna fare di tutta l'erba un fasciodimostra un po' di rispetto per chi studia e sa fare il suo mestiere
Chiudi i commenti