Motorola Xoom, manca un Flash

Il nuovo tablet basato su Android non integrerà il player multimediale di Adobe, per lo meno all'inizio. Il sistema operativo di Google per tavolette dovrà attendere ancora qualche settimana

Roma – Atteso alla prova del mercato entro pochissimi giorni, il tablet Xoom di Motorola farà parlare di sé anche per il fatto di non possedere una delle caratteristiche più attese, vale a dire la capacità di riprodurre contenuti in formato Flash. Il player di Adobe mancherà dalla dotazione iniziale della tavoletta ma le parti in gioco assicurano che occorrerà attendere solo “poche settimane” per la soluzione del problema.

Il problema risiede naturalmente nel sistema operativo su cui questo e molti altri tablet in uscita nel prossimo futuro sono basati, Android 3.0 aka Honeycomb: Adobe ha comunicato che la versione per Android di Flash 10.2 sarà disponibile entro breve, portando in dote le capacità avanzate proprie della release, inclusa l’accelerazione hardware tramite GPU – Tegra 2 nel caso di Xoom.

La mancata integrazione di Flash sul dispositivo Motorola evidenzia la volontà del colosso statunitense di non rimandare la sua commercializzazione, mentre per quanto riguarda il resto dei tablet annunciati per i prossimi mesi si può dare per scontata la presenza del player Adobe sin dai primi giorni .

Polemiche sull’impatto non indifferente di Flash sulla batteria a parte, a ogni modo, il nuovo ritardo non favorisce certo la prospettiva di Adobe che vorrebbe la commercializzazione di centinaia di migliaia di dispositivi portatili “Flash-enabled” nel giro di pochi anni. E se Adobe non approfitterà ora dell’opportunità di colonizzare il mercato mobile, allora potrebbe avverarsi la prospettiva opposta che vede una crescita della distribuzione di contenuti in formato HTML5 rispetto a quelli in Flash.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti