MS boccia le ID card inglesi

Il più alto dirigente Microsoft del settore sicurezza critica aspramente l'architettura informatica che gestirà i dati personali e le informazioni biometriche dei cittadini britannici


Londra – Microsoft sull’onda delle grandi proteste dei cittadini britannici ha deciso di esprimere la propria opinione sul progetto del governo Blair di realizzare carte d’identità elettroniche , un giudizio fortemente negativo. Secondo il gigante di Redmond il problema principale risiede nelle tecnologie di sicurezza adottate: potrebbero dimostrarsi insufficienti.

Jerry Fishenden, esperto del settore per Microsoft, ha criticato anche i fornitori coinvolti nel progetto, colpevoli, secondo Fishenden, di non aver espresso i loro timori sui modelli adottati. Il rischio di perdere le commesse sarebbe stato troppo alto. “Ogni fornitore con cui ho parlato e che è in corsa per le commesse governative, sembra preoccupato. Si divertono gli uni con gli altri ad esprimere le loro riserve, ma se dovesse accendersi un dibattito pubblico non sentiremmo una voce”, ha accusato Fishenden.

“Sono preoccupato per questo tipo di architettura e per come aggregherà così tante informazioni sensibili, comprese quelle biometriche, in un unico luogo. Ci sono modi migliori per implementare questo sistema. Come sostiene l’industria biometrica, sarebbe meglio un’archiviazione settoriale”, ha dichiarato l’esperto Microsoft. Sebbene abbia ammesso che non vi sono sistemi sicuri al cento per cento, il responsabile Microsoft ritiene che un unico database ricolmo di dati sensibili comprensivi di iride, impronte e immagini facciali possa rappresentare un boccone troppo ghiotto per non finire al centro delle attenzioni di cracker e criminalità organizzata.

Il Governo inglese, come noto, sta spingendo perché sia approvata una normativa che obblighi tutti i residenti ad avere una carta d’identità, come strumento per la lotta al terrorismo, all’immigrazione illegale e al crimine organizzato. I problemi più evidenti, però, provengono dalla comunità civile che non sembra disposta ad accollarsi la spesa ed anzi si dichiara preoccupata per eventuali effetti collaterali sul diritto alla privacy, per non parlare dei dubbi sulla reale affidabilità del progetto.

Non è un caso se i commenti del dirigente Microsoft arrivano proprio nella fase conclusiva dell’iter legislativo e a breve distanza da una dichiarazione del ministro degli Interni, Tony McNulty, secondo cui la tecnologia biometrica pensata per le card sembra avere problemi nel riconoscere correttamente alcuni soggetti (soprattutto persone con gli occhi castani…).

Che la situazione sia incandescente lo dimostra anche l’inchiesta pubblicata sabato scorso dal quotidiano britannico Indipendent : la percentuale d’errore di questi strumenti sarebbe di uno su mille. Con questo margine di errore, se il dato fosse confermato, i cittadini britannici non riconoscibili potrebbero sfiorare il numero di circa 60 mila, decisamente troppi: un’armata di Fred Bloggs , per intenderci “Mario Rossi” in versione inglese.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    hanno ragione solo i governi nazionali
    cosa credete?In un mondo in cui chi governa non sbaglia mai, gli errori li fanno i soggetti che controllano.Aspetto solo la prossima guerra: Eurasia contro Oceania.
  • Anonimo scrive:
    Gli USA
    Gli USA, e in particolare il governo attuale favorito dalla posizione eccessivamente dominante, sono una minaccia per il mondo intero a tutti i livelli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli USA
      - Scritto da: Anonimo
      Gli USA, e in particolare il governo attuale
      favorito dalla posizione eccessivamente
      dominante, sono una minaccia per il mondo intero
      a tutti i livelli.gia', fra dieci anni sara' la cina, tutto sommato preferisco emigrare li' per cercare lavoro, fra 10 anni anche lo stipendio sara' il doppio del nostro.fra 30 anni sara' l'africa che ci vorra' convertire o sovrastare in tutti i modi.fra 50 anni non so se rimarra' qualcuno, ma ci sara' sempre la convinzione che l'egoismo sia meglio della collaborazione per ricevere il meglio da tutti.
  • Anonimo scrive:
    L'ONU è una minaccia e basta
    Chi ha voglia vada a vedere chi siede nella Commissione Diritti Umani :s dell'ONU.Oppure può vedere cosa hanno fatto le nazioni unite per la Cecenia, per i Montagnard, per gli Uguri (e già, tanti di quelli che leggono non sanno nemmeno che cosa sono gli Uguri ...). E allora voglio ricordare solo due cose:1) Sebrenika2) I 500.000 morti dei Grandi Laghi in Africa ...
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ONU è una minaccia e basta
      L'ONU non è una minaccia (e non è certo la causa dei massacri citati), semmai è incapace di agire. Colpa anche di certi paesi membri...
      • Anonimo scrive:
        Re: L'ONU è una minaccia e basta
        - Scritto da: Anonimo
        L'ONU non è una minaccia (e non è certo la causa
        dei massacri citati), semmai è incapace di agire.
        Colpa anche di certi paesi membri...L'ONU non può che essere quello che è. Se io faccio un'associazione con Toto Reina, Raffaele Cutolo e Renato Vallanzasca e poi questa associazione deve decidere una qualche azione, è chiaro che quei tre saranno sempre concordi nel fare azioni a loro congeniali (...) e io sarò sempre in minoranza (3 a 1).Esiste una sola soluzione l'ONU deve ammetere solo quei paesi dove i diritti umani e le libertà individuali sono pienamente rispettati. Esiste già un progetto del genere ma fatica ad andare avanti perchè certi paesi occidentali (la Francia, tanto per non fare nomi) preferiscono fare affari con i dittatori piuttosto che pensare ai diritti umani e alla libertà delle persone.Circa la non responsabilità dell'ONU nei massacri citati esiste un precedente illuminante: Ponzio Pilato.
        • Xile scrive:
          Re: L'ONU è una minaccia e basta
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          L'ONU non è una minaccia (e non è certo la causa

          dei massacri citati), semmai è incapace di
          agire.

          Colpa anche di certi paesi membri...

          L'ONU non può che essere quello che è. Se io
          faccio un'associazione con Toto Reina, Raffaele
          Cutolo e Renato Vallanzasca e poi questa
          associazione deve decidere una qualche azione, è
          chiaro che quei tre saranno sempre concordi nel
          fare azioni a loro congeniali (...) e io sarò
          sempre in minoranza (3 a 1).
          Esiste una sola soluzione l'ONU deve ammetere
          solo quei paesi dove i diritti umani e le libertà
          individuali sono pienamente rispettati. Esiste
          già un progetto del genere ma fatica ad andare
          avanti perchè certi paesi occidentali (la
          Francia, tanto per non fare nomi) preferiscono
          fare affari con i dittatori piuttosto che pensare
          ai diritti umani e alla libertà delle persone.
          Circa la non responsabilità dell'ONU nei massacri
          citati esiste un precedente illuminante: Ponzio
          Pilato.Se parliamo di rispetto di diritti umani credo che nessuno li rispetti veramente, perché in qualche modo ci vanno di mezzo gli affari e basta vedere alla Cina...tutti dicono che danneggia l'economia ma poi la Ferrari che è un simbolo italiano ci piazza i suoi store, e sono sicuro che i vari marchi come Versa D&G Armani poi vadano a fare i vestiti li e a noi li facciano pagar 5 volte tanto.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'ONU è una minaccia e basta

            che i vari marchi come Versa D&G Armani poi
            vadano a fare i vestiti li e a noi li facciano
            pagar 5 volte tanto.Solo 5 volte tanto?Non è un mistero che i "prestigiosi" parka Woolrich sono fatti in Cina per 23 (ventitre) euro e venduti ai poveri falsi ricchi italiani a 20 (venti) volte di più...E che dire delle prestiose magliette GURU fatte in turchia/cina per 1 euro e vendute a 50 (cinquanta) volte di più ai vecchi falsi giovani italiani?NB Ma nessuna legge l'etichetta Made in... dell'abbigliamento che compra?
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ONU è una minaccia e basta
      - Scritto da: Anonimo
      Chi ha voglia vada a vedere chi siede nella
      Commissione Diritti Umani :s dell'ONU.
      Oppure può vedere cosa hanno fatto le nazioni
      unite per la Cecenia, per i Montagnard, per gli
      Uguri (e già, tanti di quelli che leggono non
      sanno nemmeno che cosa sono gli Uguri ...). E
      allora voglio ricordare solo due cose:
      1) Sebrenika
      2) I 500.000 morti dei Grandi Laghi in Africa ...Q.i.T. (Quoto in Toto !!!!)
    • YangChenping scrive:
      Re: L'ONU è una minaccia e basta
      - Scritto da: Anonimo
      1) Sebrenika
      2) I 500.000 morti dei Grandi Laghi in Africa ...Vedo e rilancio!* I bordelli nell'ex Yugoslavia* I peacekeeper pedofili in Congo, Liberia, Sierra Leone* Le sanzioni all'Iraq, con somma gioia dei pargoli iracheni* La magia dell'Oil for Food, con il banchiere centrale Volcker messo ad indagare...Domanda bonus: i caschi blu sono tenuti a rispettare la Convenzione di Ginevra?Suggerimento: abbattere l'ONU come un cane rabbioso. Lo stesso vale per la cosiddetta "alleanza di democrazie" partorita dalla fertile mente dei neocon e di Soros.
  • Anonimo scrive:
    La minaccia per la rete.....
    Aspetta , aspetta che mi viene ! (newbie) (newbie) ....le majors ! @^ Altro che Onu ! (geek)
    • Anonimo scrive:
      Re: La minaccia per la rete.....
      - Scritto da: Anonimo
      Aspetta , aspetta che mi viene ! (newbie)
      (newbie) ....
      le majors ! @^
      Altro che Onu ! (geek)Le major non ti fanno scaricare film (ormai quasi tutti pessimi) e musica (e stendiamo un velo pietoso sulla qualità della musica odierna...): poco male. La cultutra è anche, e soprattutto altro. L'ONU è cosa diversa. E' un insieme di gruppi di potere (nazionali, ma non solo) che cerca di tranquillizzare l'opinione pubblica mondiale. I casi di mala-ONU sono troppi per essere elencati (dagli stupri dei caschi blu sottacuiti alle mani sporche del presidente di turno) ma fanno chiaramente capire che l'idea di un organismo sovranazionale che faccia il bene dell'umanità è fantasia per polli.I paesi dittatoriali imbavagliano Internet finchè possono. Ma ora ci sono delle regole a cui devono attenersi. Perchè dovremmo perdere la nostra Internet a favore di quei maiali?La mia opinione è che rivolgersi all'ONU sia sbagliato: sia l'Occidente tutto (non solo gli ammarigani) a tenerne le redini. Gli USA sfruttano tutto quello che hanno a portata di mano, è risaputo. L'Europa ed il Giappone avrebbero dovuto pensarci già da un pezzo! Cos'è? O piagnucolano all'ONU o non sono capaci di farsi rispettare?Penso che la cosa peggiore sia dare il potere all'ONU, quella brutta lasciare le cose come stanno e la cosa migliore cercare un accordo tra paesi sviluppati e democratici per gestire la cosa. Non sarà una cosa buonista ma mi sembra la cosa migliore per Internet cioè la LIBERTA' DI PAROLA. Questa libertà va salvaguardata ed a volte occorre scegliere il minore dei mali.Volete davvero che il governo cinese o iraniano (non parlo dei cinesi o degli iraniani) abbiano la possibilità di limitare Internet? Pensate sia fantascienza? A me sembrerebbe strano il contrario... vi ricordo che nel mondo 3/4 dei paesi sono sotto dittature di vario tipo... fate voi i conti! Penso che lamentarsi all'ONU sia dare la scappatoia agli USA di tenersi tutto. Va bene fare nuove proposte, ma che siano sensate e realiste, non buoniste e dannose!
      • Anonimo scrive:
        Re: La minaccia per la rete.....


        I paesi dittatoriali imbavagliano Internet finchè
        possono. Ma ora ci sono delle regole a cui devono
        attenersi. Perchè dovremmo perdere la nostra
        Internet a favore di quei maiali?Appunto, perche' continuare a permettergli di comprare i filtri dagli stessi che gestiscono la rete (e che quindi mai nulla avranno da ridire), invece di impedirgli di farlo?
        • Anonimo scrive:
          Re: La minaccia per la rete.....
          - Scritto da: Anonimo

          I paesi dittatoriali imbavagliano Internet
          finchè possono.Già, paesi come Cina, Birmania, USA, Australia, Inghilterra, Italia...
      • Anonimo scrive:
        Re: La minaccia per la rete.....

        Penso che la cosa peggiore sia dare il potere
        all'ONU, quella brutta lasciare le cose come
        stanno e la cosa migliore cercare un accordo tra
        paesi sviluppati e democratici per gestire la
        cosa. Non sarà una cosa buonista ma mi sembra la
        cosa migliore per Internet cioè la LIBERTA' DI
        PAROLA. Questa libertà va salvaguardata ed a
        volte occorre scegliere il minore dei mali.
        Ma perchè te sei convinto che in internet trovi informazione libera? A meno che non la vai a cercare tra milioni di kili di merda nn esiste un informazione libera nemmeno su internet. A meno che non si stia parlando di ricamo.
        Volete davvero che il governo cinese o iraniano
        (non parlo dei cinesi o degli iraniani) abbiano
        la possibilità di limitare Internet? Pensate sia
        fantascienza? A me sembrerebbe strano il
        contrario... vi ricordo che nel mondo 3/4 dei
        paesi sono sotto dittature di vario tipo... fate
        voi i conti! Penso che lamentarsi all'ONU sia
        dare la scappatoia agli USA di tenersi tutto. Va
        bene fare nuove proposte, ma che siano sensate e
        realiste, non buoniste e dannose!Ma la piantiamo con Iran e Cina. Ok che saranno i prossimi obbiettivi della macchina sforna-democrazia americana, ma io non vedo dove sta il problema se applicano la censura.Perchè noi non lo facciamo? Hanno cacciato Biagi dalla RAI eppure non mi sembra che siamo nelle liste nere. Negli USA continuamente il governo censura le notizie scomode, eppure i casi eclatanti sono Cina e Iran.La possibilità di limitare internet è una realtà che si applica anche qui nel fantomatico mondo "LIBERO". Libero da che non sia sa? Forse faremo meglio a chiamarlo il mondo del libero commercio.
        • rumenta scrive:
          Re: La minaccia per la rete.....
          - Scritto da: Anonimo

          Penso che la cosa peggiore sia dare il potere

          all'ONU, quella brutta lasciare le cose come

          stanno e la cosa migliore cercare un accordo tra

          paesi sviluppati e democratici per gestire la

          cosa. Non sarà una cosa buonista ma mi sembra la

          cosa migliore per Internet cioè la LIBERTA' DI

          PAROLA. Questa libertà va salvaguardata ed a

          volte occorre scegliere il minore dei mali.



          Ma perchè te sei convinto che in internet trovi
          informazione libera? A meno che non la vai a
          cercare tra milioni di kili di merda nn esiste un
          informazione libera nemmeno su internet. A meno
          che non si stia parlando di ricamo.eh già, la fatica ammazza vero??comodo trovarsi la pappa fatta.... se vuoi quella puoi tranquillamente limitarti al portale del tg5....


          Volete davvero che il governo cinese o iraniano

          (non parlo dei cinesi o degli iraniani) abbiano

          la possibilità di limitare Internet? Pensate sia

          fantascienza? A me sembrerebbe strano il

          contrario... vi ricordo che nel mondo 3/4 dei

          paesi sono sotto dittature di vario tipo... fate

          voi i conti! Penso che lamentarsi all'ONU sia

          dare la scappatoia agli USA di tenersi tutto. Va

          bene fare nuove proposte, ma che siano sensate e

          realiste, non buoniste e dannose!

          Ma la piantiamo con Iran e Cina. Ok che saranno i
          prossimi obbiettivi della macchina
          sforna-democrazia americana, ma io non vedo dove
          sta il problema se applicano la censura.
          Perchè noi non lo facciamo? non certamente ai loro livelli.se cosi fosse tu non potresti scrivere qui..... e nemmeno io :DHanno cacciato Biagi
          dalla RAI eppure non mi sembra che siamo nelle
          liste nere. no, non ci siamo.... ancora....e se biagi è fuori dalla tv certamente non è una gran perditaNegli USA continuamente il governo
          censura le notizie scomode, eppure i casi
          eclatanti sono Cina e Iran.certo, lì te lo sogni di respirare, se qualcuno non ti autorizza a farlo ;)
          La possibilità di limitare internet è una realtà
          che si applica anche qui nel fantomatico mondo
          "LIBERO". Libero da che non sia sa? Forse faremo
          meglio a chiamarlo il mondo del libero commercio.ecco, così ci siamo di più, ma è un fatto che nonostante biagi sia fuori dalla tv siamo sicuramente meglio degli esempi di cui sopra ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: La minaccia per la rete.....

        L'ONU è cosa diversa. E' un insieme di gruppi di
        potere (nazionali, ma non solo) che cerca di
        tranquillizzare l'opinione pubblica mondiale.Qualsiasi uomo o gruppo di potere ha come solo fine quello di mantenere o meglio aumentare il proprio potere...
      • Anonimo scrive:
        Re: La minaccia per la rete.....

        Le major non ti fanno scaricare film (ormai quasi
        tutti pessimi) e musica (e stendiamo un velo
        pietoso sulla qualità della musica odierna...):
        poco male. La cultutra è anche, e soprattutto
        altro. Gia', e la cultura e' ulteriormente un'altra cosa rispetto alla cultutra... :)Scherzi a parte, forse l'iniziatore del thread voleva dire che e' la macchina da soldi occidentale a costituire il male peggiore. E non posso che dargli ragione, visto che, ad esempio, sono stati i soldi a dare origine alla guerra in Iraq e cose simili.
Chiudi i commenti