MS sgomina una ganga su eBay

Ennesimo caso di smercio pirata su eBay; Microsoft scopre tutto grazie al servizio di post-vendita e stringe un accordo con i malfattori per il risarcimento. Ecco com'è andata


Redmond (USA) – Nella lotta alla pirateria software vengono adottate strategie di ogni genere, ma quella di utilizzare i servizi di post-vendita come sentinelle è davvero una novità. Microsoft , sulla scorta di centinaia di proteste provenienti da un buon numero di clienti anglosassoni, è riuscita a smascherare una gang che smerciava su eBay software contraffatto. Zoobon, così si chiama la società che era dedita all’affare, è stata pizzicata dopo aver venduto online copie di applicazioni Microsoft di ogni genere per un valore di 5,25 milioni di dollari . Identificati i malfattori, e dopo un’indagine che è durata quasi un anno, non solo sono state bloccate le vendite illegali, ma è stato raggiunto un accordo extra-processuale che ha visto le “menti” del raggiro risarcire il gigante di Redmond.

L’operazione si è svolta con il sostegno di eBay che facilita con il sistema VeRO la segnalazione di abusi da parte dei titolari di diritti di proprietà intellettuale (come diritto d’autore, marchi registrati o brevetti).

“Microsoft, in qualità di leader del settore software, è senza dubbio uno degli obiettivi primari della pirateria. Ma dalle ultime analisi è evidente che la sua politica di controllo e lotta al fenomeno è maggiormente concentrata nei paesi più ricchi. In quelli in via di sviluppo la situazione è decisamente più contenuta, e forse, in alcuni casi, la diffusione di software anche contraffatto favorisce, o comunque mette le basi, per un’eventuale espansione futura”, ha dichiarato Andrew Jaquith, analista presso Yankee Group .

Secondo Microsoft, il lancio estivo del programma Windows Genuine Advantage ha permesso di verificare con maggiore sicurezza l’autenticità dei prodotti acquistati e non è escluso che, assieme alla blindatura di Windows Update , non contribuisca a disegnare una “mappa” di almeno alcuni dei fenomeni di riproduzione illegale e spaccio di applicativi non originali.

Da segnalare che Microsoft, negli ultimi anni, ha dovuto non solo difendersi dai truffatori clandestini, ma anche dai suoi dipendenti che hanno potuto approfittare di un sistema – interno – di acquisto agevolato. Insomma, i suoi prodotti fanno gola: al mercato, ai consumatori e ai truffatori.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ...e quindi CHI paga
    ...per i DANNi causati ai Pc degli utenti?Questi signori sono tanto bravi a reclamare per i loro diritti quanto scorretti nel fare danni PREMEDITATI senza nè risarcire, nè pentirsi nè tantomeno fare quel che possono per arginare il fenomeno.Pare che a loro non freghi proprio nulla degli utenti, e allora percè IO devo fregarmi di loro comprando quando posso scaricare???... : : :
  • senzaesclusiva scrive:
    [OT] mi togliete un dubbio?
    Ciao e scusate l'ot, ma proprio leggendo questo articolo mi sono ricordato di un dubbio mio, o diciamo una mia limitata comprensione di due situazioni contrastanti.Premetto che non scarico mp3 ( il 90 % di quello che circola su circuiti P2P almeno per i miei gusti è spazzatura;anzi no, ne ho scaricato UNO qualche anno fa ed era UNA canzone di un cd oramai introvabile) quindi evitiamo accuse di falsita', etc, etc.Questiion: Se io compro un CD di un mio autore preferito, se non ricordo male, avendo DIRITTO alla copia privata di BackUp, posso tranquillamente copiarlo, tenere l'originale nella bacheca delle cose preziose e far consumare dall'uso la copia.Se nno ricordo male è un mio diritto.Nel caso invece questo disco ( ed essendo vietato bypassare una protezione anticopia) contenga una protezione anticopia ed io nno possa farmene una copia di riserva:1) Sono LORO che stanno violando la legge e non mi permettono di esercitare un mio diritto.2) Pur avendo diritto alla copia, essendoci la protezione, il mio DIRITTO sancito dalla legge decade.3) Avendo diritto alla copia posso bypassare l'anticopia e non commettere nessun reato ( per il MIO DIRITTO di cui sopra) Ho un po di confusione in merito.Qualcuno sà illuminarmi? By Ed.
    • Crazy scrive:
      Money Talk, Bull S..t Walk

      1) Sono LORO che stanno violando la legge e non
      mi permettono di esercitare un mio diritto.

      2) Pur avendo diritto alla copia, essendoci la
      protezione, il mio DIRITTO sancito dalla legge
      decade.

      3) Avendo diritto alla copia posso bypassare
      l'anticopia e non commettere nessun reato ( per
      il MIO DIRITTO di cui sopra)
      Il problema e` che in Italia ogni uno ha la sua ragione e quando combini due ragioni, uno dei due ci deve rimettere:- Tu hai il diritto di farti una copia privata;- Loro hanno il diritto di mettere un sistema anti-copia;- Loro hanno il diritto di denunciarti se bypassi il sistema anti-copia; - Tu hai il diritto di difenderti dalla denuncia da loro fatta reclamando il diritto di copia privata;Alla fine di tutto, chi ha piu` soldi prevale con la sua ragione
      • sbittante scrive:
        Re: Money Talk, Bull S..t Walk
        - Scritto da: Crazy
        - Tu hai il diritto di farti una copia privata;io direi di AVERE una copia di backup
        - Loro hanno il diritto di denunciarti se bypassi
        il sistema anti-copia; Quindi tu non puoi bypassarlo. La conclusione mi sembra ovvia, la copia di backup te la devono fornire loro. Qualche casa se ricordo bene l'ha pure fatto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Money Talk, Bull S..t Walk
          - Scritto da: sbittante

          - Scritto da: Crazy

          - Tu hai il diritto di farti una copia privata;

          io direi di AVERE una copia di backup


          - Loro hanno il diritto di denunciarti se
          bypassi

          il sistema anti-copia;

          Quindi tu non puoi bypassarlo. La conclusione mi
          sembra ovvia, la copia di backup te la devono
          fornire loro. Qualche casa se ricordo bene l'ha
          pure fatto.Secondo me la legge e` sbagliata e quindi me ne frego di quello che dice, mi faccio la copia di riserva bypassando tutti i sistemi anticopia.Sono contrario alla pirateria, ma per i miei diritti sono pronto a lottare fino alla morte
        • Anonimo scrive:
          Re: Money Talk, Bull S..t Walk
          - Scritto da: sbittante

          - Scritto da: Crazy

          - Tu hai il diritto di farti una copia privata;

          io direi di AVERE una copia di backup


          - Loro hanno il diritto di denunciarti se
          bypassi

          il sistema anti-copia;

          Quindi tu non puoi bypassarlo. La conclusione mi
          sembra ovvia, la copia di backup te la devono
          fornire loro. Qualche casa se ricordo bene l'ha
          pure fatto.Copia di backup? No!Io non ho voglia di portarmi nella mia seconda casa tutti i CD quindi li copio. Per quale motivo dovrei pagare una seconda volta una cosa che è stata già pagata?Stesso discorso per i CD da portare in macchina che si rovinano alla velocità della luce.Ho già pagato due volte quando ho riacquistato i CD degli album che avevo in vinile, ma almeno in quel caso la motivazione era quella di una qualità superiore.In questo caso non c'é proprio nulla.Ma d'altra parte lo sappiamo benissimo: se potessero, ci farebbero pagare per ogni ascolto che facciamo anche privatamente (inqualificabili i DVD che scadono)
        • Alessandrox scrive:
          Re: Money Talk, Bull S..t Walk
          - Scritto da: sbittante
          - Scritto da: Crazy

          - Tu hai il diritto di farti una copia privata;
          io direi di AVERE una copia di backup

          - Loro hanno il diritto di denunciarti se
          bypassi

          il sistema anti-copia;
          Quindi tu non puoi bypassarlo. La conclusione mi
          sembra ovvia, la copia di backup te la devono
          fornire loro. Qualche casa se ricordo bene l'ha
          pure fatto.NOn e' solo una questione di copia di sicurezza!Se io ho un lettore Mp3 es da 512MB o 1GB voglio poterci copiare cio' che mi pare e nella sequenza che mi pare, cancellare e rimettere quante volte mi pare per potermelo sentire ovunque senza dovermi portare dietro paccate di originali. Anche questo e' un diritto legittimo e sacrosanto.Diritto conquistabile (evidentemente) solo proponendo sistemi di compensazione e distribuzione alternativi a quelli classici e rivedendo le norme del Diritto d' autore.
          • Anonimo scrive:
            Re: Money Talk, Bull S..t Walk

            Diritto conquistabile (evidentemente) solo
            proponendo sistemi di compensazione e
            distribuzione alternativi a quelli classici e
            rivedendo le norme del Diritto d' autore.eh no ale, col c*zzo conquistabile!quello è un diritto che abbiamo _SEMPRE_ avuto e che ci stanno togliendo senza colpo ferire :@ .
          • Alessandrox scrive:
            Errata corige
            - Scritto da: Anonimo

            Diritto conquistabile (evidentemente) solo

            proponendo sistemi di compensazione e

            distribuzione alternativi a quelli classici e

            rivedendo le norme del Diritto d' autore.
            eh no ale, col c*zzo conquistabile!
            quello è un diritto che abbiamo _SEMPRE_ avuto e
            che ci stanno togliendo senza colpo ferire :@ .Hai ragione, allora sostituisco conquistabile con "mantenibile".Se hai in mente in quale situazione ci troviamo, forse cosi' suona meglio.==================================Modificato dall'autore il 13/12/2005 19.07.31
  • Alessandrox scrive:
    Vecchio articolo di PI ma sempre attuale
    http://punto-informatico.it/p.asp?r=PI&i=48392Secondo me non c'e altra solzione.Mie aggiunte:-Un sistema frutto di un accordo di compromesso tra majors, Sw House P2P, artisti e utenti, magari composto da piu' associazioni di Network ognuno con le proprie politiche di prezzi, ovviamente in forma di abbonamento periodico.-Si potrebbe pensare ad un livello di network a pagamento non vincolato ad una associazione di industrie in modo da dare possibilita' ad artisti indipendenti di produrre, diffondere e guadagnare in modo onesto ed equo.-mantanendo un "livello di sharing gratuito per quei contenuti" che lo permettono.-Chiaramente con sistemi DRM RIGOROSAMENTE OPENSi pagherebbe NON piu' per possedere ma per condividere e solo cio' che NON e' libero, almeno non ci romperanno le balle per tutto il resto . un' altro vantaggio e' che una volta prelevato grauitamente il contenuto, anche se e' scaduto l' abbonamento e non si e' piu' parte del network, fuori da esso, del materiale prelevato poremmo fare quel che ci pare, per uso personale, basta non ridistribuirlo in modo illegale.Sempre meglio che pagare per ogni singolo contenuto!E inoltre:- Non avrebbe piu' giustificazione un SW che si installa nel S.O. del PC giacche' sarebbe sufficente che il sistema DRM sia implementato solo nel SW P2PSe tutti i SW P2P fossero provvisti di questo sistema nessuno dovrebbe piu' preoccuparsi , se non di non mettere in condivisione gratuita materiale a pagamento o piu' in generale contenuto vincolato da diritti altrui per il quale non e' permessa la libera redistribuzione.Questo NOn impedirebbe ai contenuti liberi da vincoli di circolare e in ogni caso nessuno potrebbe arrogarsi la facolta' di bloccare contenuti sui quali non possieda diritti.Certo non si risolverebbe il problema della diffusione non autorizzata "fuori network" ma non avrebbe un "raggio d' azione" piu' ampio della tradizionale copia dei CD. In fondo e' per il P2P che si stanno scaldando tanto no? Cosi' questo "appiglio" gli verrebbe tolto.Comunque il concetto fondamentale che deve passare e' che NON e' giustificabile che per difendere alcuni diritti di alcune industrie si ledano i molti legittimi di intere popolazioni. Non si puo' voler guadagnare su tutto, sempre e comunque, non e' ammissibile che si debba essere controllati minuziosamente e continuamente solo per il guadagno di certe multinazionali. Qui' si sta' palesemente esagerandoE in questo gli artisti, sono COLPEVOLMENTE latitanti, assenti... tanti ponzio pilato che se ne lavano le mani. Si vergognino.P.S.Questo sistema sarebbe da proporre anche indipendentemente dall' opinione delle Majors ma coinvolgendo gli Artisti direttamente (con contenuti ovviamente Non vincolati dalle industrie), almeno quelli di vedute piu' aperte, perche' dimostrerebbe che un sistema di distribuzione in rete equo per chi cede e chi preleva puo' esistere e piu' artisti aderiranno, piu' credibilita' e forza acquistera'.Almeno un esperimento verrebbe la pena di essere fatto!==================================Modificato dall'autore il 13/12/2005 14.58.16
    • Anonimo scrive:
      Re: Vecchio articolo di PI ma sempre att
      seeeeeeeeemettiamola così: la tassa te la mettono lo stesso, in più fanno anche i loro porci comodi
      • Alessandrox scrive:
        Dobbiamo convincerci di una cosa:
        - Scritto da: Anonimo
        seeeeeeeee
        mettiamola così: la tassa te la mettono lo
        stesso, in più fanno anche i loro porci comodiMacche' tassa!Il termine TASSA e' fuori luogo, almeno nel mio sistema (ma anche in quello dell' articolo, a dispetto del titolo) si tratta di un COSTO D' ABBONAMENTO, ovvio che se il sistema dovesse passare per tutti la tassa sui supporti avrebbe ancora meno giustificazioni ma e' un' altro problema che si puotra' risolvere definitivamente solo a livello politico, quello di cui palrrlo si propone di risolvere altri problemi:forse non hai capito ma e' la proposta di un sistema completamente nuovo per distribuire (ed eventualmente pagare ove fosse richiesto) i contenuti vincolati dal CR!Dobbiamo convincerci che se non si propone qualcosa di alternativo e fattibile, saranno le Majors ad imporre il loro punto di vista; questo sistema potrebbe essere diffuso anche in concorrenza a quello tradizionale, se i nuovi artisti e un certo numero dei vecchi ma con nuove opere (non ancora vincolate alle Majors) passassero a questo nuovo sistema si toglierebbero molte delle giustificazioni all' introduzione cosi' pervasiva di sistemi di DRM e alla comminazione di multe cosi' spropositate!A questo punto, nel caso il sistema si dimostrasse valido, conveniente e convincente, specie nei confronti degli artisti i possibili scenari sarebbero:1)Molti artisti, convinti della bonta' del sistema, lo adotterebbero, le majors farebbero di tutto per contrastarlo ma non avendo appigli legali subirebbero un crollo d' immagine venendone travolte e perdendo molta della loro materia prima (gli artisti stessi).2) Stessa situazione precedente ma in questo caso l' industria dei contenuti farebbe buon viso a cattivo gioco ma essendoci piu' concorrenza tra sistemi di distribuzione evendita saranno anche costrette a rivedere la loro politica dei prezzi, naturalmente al ribasso.SVEGLIA!Bisogna assolutamente essere propositivi o subiremo le imposizioni dall' alto!==================================Modificato dall'autore il 13/12/2005 18.16.58
    • Anonimo scrive:
      Re: Vecchio articolo di PI ma sempre att
      Un sistema di DRM open e' una contraddizione di termini. Il DRM funziona solo perche' all'utente e' negato di intervenire su un meccanismo blindato, al di la' di questo tutto quello che puo' essere letto puo' essere anche copiato.
      • Alessandrox scrive:
        Re: Vecchio articolo di PI ma sempre att
        - Scritto da: Anonimo
        Un sistema di DRM open e' una contraddizione di
        termini. Il DRM funziona solo perche' all'utente
        e' negato di intervenire su un meccanismo
        blindato, al di la' di questo tutto quello che
        puo' essere letto puo' essere anche copiato.Ho usato il termine DRM ma in pratica si tratterebbe di un sistema di riconoscimento (qualsiasi esso sia) che stabilisce se un file e' o non e' condivisibile in un determinato network.)Supponiamo che il sistema venga aggirato... non sarebbe comunque piu' responsabilita' del network e di chi lo gestisce... la responsabilita' se la prende l' utente. e in quel caso se viene scoperto paghera' la penale.E' piu' un' espediente legale che tecnico ma certamente anche questo.POi nei CD magari continuera' ad esserci il DRM della Majors ma questo e' un' altro paio di maniche.
  • Anonimo scrive:
    Soluzione a portata di mano :-)
    Sony ed altri inseriscono spyware e malaware DRM?Benissimo allora...1) Scaricarsi una versione di linux autoboot (per chi non vuole installarlo su HD, tipo knoppix) oppure una versione a piacere a cui dedicare una piccola partizione.2) Rippare il CDDA in questione soto linux :-)3) Trasferire i file su windows, mac, il proprio lettore mp3, farsi una copia CDDA del CD senza DRM o quello che si vuole... spazio alla fantasia...
  • Anonimo scrive:
    ma solo per i cd 16 bit?
    o il drm sony l'ha infilato anche in quei pochi dvd audio / sa cd?
  • Anonimo scrive:
    CD originali: SE LI CONOSCI LI EVITI
    Diffondete lo slogan...
  • Santos-Dumont scrive:
    Domanda
    Supponiamo che io usi un sistema operativo non Microsoft o Apple, cosa faranno i signori della RIAA?Scriveranno spyware-gestori DRM per ogni s.o. concepito sulla faccia della Terra? Perché alternative non ne vedo, a meno che ad un certo punto rinuncino a supportare esplicitamente i lettori CD di tipo "vecchio" immettendone altri sul mercato che includano immancabilmente un sistema integrato di tipo TCPA.O mi sfugge qualcosa?
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda
      - Scritto da: Santos-Dumont
      Supponiamo che io usi un sistema operativo non
      Microsoft o Apple, cosa faranno i signori della
      RIAA?
      Scriveranno spyware-gestori DRM per ogni s.o.
      concepito sulla faccia della Terra? Perché
      alternative non ne vedo, a meno che ad un certo
      punto rinuncino a supportare esplicitamente i
      lettori CD di tipo "vecchio" immettendone altri
      sul mercato che includano immancabilmente un
      sistema integrato di tipo TCPA.
      O mi sfugge qualcosa?no.. e' sostanzialmente cosi... piu in dettaglio direia) se sono 'buoni' il cd sara' fruibile su OS non-M$-apple senza spyware (ma essendo una nicchia, non fa molto testo, per loro)b) se sono 'cattivi' il cd non sara' fruibile affatto.. e lo devi cacciare :P
      • Anonimo scrive:
        Re: Domanda
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Santos-Dumont

        Supponiamo che io usi un sistema operativo non

        Microsoft o Apple, cosa faranno i signori della

        RIAA?

        Scriveranno spyware-gestori DRM per ogni s.o.

        concepito sulla faccia della Terra? Perché

        alternative non ne vedo, a meno che ad un certo

        punto rinuncino a supportare esplicitamente i

        lettori CD di tipo "vecchio" immettendone altri

        sul mercato che includano immancabilmente un

        sistema integrato di tipo TCPA.

        O mi sfugge qualcosa?
        no.. e' sostanzialmente cosi...
        piu in dettaglio direi
        a) se sono 'buoni' il cd sara' fruibile su OS
        non-M$-apple senza spyware (ma essendo una
        nicchia, non fa molto testo, per loro)
        b) se sono 'cattivi' il cd non sara' fruibile
        affatto.. e lo devi cacciare :PPersonalmente ritengo che non ci sia alternativa all'essere cattivi, se continuano sulla strada del DRM.Altrimenti c'è il rischio che la nicchia diventi mainstream, e comunque c'è la certezza che gli smanettoni (quelli che muovono grandi quantità di MP3 o AVI) si attrezzeranno e useranno i SO non protetti (se non altro per fare la prima copia e poi rilasciarla ovunque).E' tutta la strategia che devono ripensare, e dubito che lo faranno. CI sono tutte le premesse per una bella guerra multinazionali vs consumatori. Per estensione, e armi già utilizzate, a mio parere metterà alla prova le fondamenta della nostra civiltà giuridica.Comunque vada credo passerà alla storia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda
      - Scritto da: Santos-Dumont
      Supponiamo che io usi un sistema operativo non
      Microsoft o Apple, cosa faranno i signori della
      RIAA?
      Scriveranno spyware-gestori DRM per ogni s.o.
      concepito sulla faccia della Terra? Perché
      alternative non ne vedo, a meno che ad un certo
      punto rinuncino a supportare esplicitamente i
      lettori CD di tipo "vecchio" immettendone altri
      sul mercato che includano immancabilmente un
      sistema integrato di tipo TCPA.
      O mi sfugge qualcosa?Non ne sono del tutto convinto.Perché fino a pochi anni fa, ai tempi delle videocassette lo standard era sostanzialmente uno solo (tra 2 o 3 proposti) mentre ora ce ne sono a manetta, hardware e software, tutti incompatibili o malcompatibili tra loro?La risposta IMHO è: pare che nessuno voglia rinunciare al proprio controllo del software e dell'hardware sul software, e quindi al proprio DRM.Qui si rischia una confusione senza limiti destinata a durare anni e anni... Il formato DVD attuale sembra prevalere perché:1. E' condiviso2. E' già diffuso3. Il DRM è molto blando.Un po' come i VHS...
    • sNicker scrive:
      Re: Domanda
      Io sono estremamente perplesso da tutto cio': per lottare contro la pirateria (che posso capire sia un male, in fondo critichiamo un sacco i cinesi, non vedo perche' se piratiamo noi siamo i furbi) le grandi corporation varie introducono sistemi illegali e dannosi condannati dalle stesse societa' di informatica che stanno introducendo il sistema Grande Fratell TCG definitivo proprio per far sparire la pirateria e lo stesso software malevolo che i diretti beneficiari della tecnologia (i.e. le case discografiche) introducono. Inoltre con questo gesto i discografici sveglioni si alienano il cliente che preferisce passare alla pirateria piuttosto che comprare un prodotto potenzialmente pericoloso e con scritto sul retro della copertina "Il cliente e' mio nemico". Tutto cio' non dovrebbe far altro che gettare luce ancora peggiore su TCPA, TCG e compagnia bella (seguite me: se le stesse societa' che ti spywareggiano lo incoraggiano, una volta che sara' introdotto cosa pensate che accadra'? In fondo e' un sistema di protezione con scritto sul retro della copertina "L'utente non solo e' mio nemico, e' pure imbecille e non e' capace di stare alla larga dai virus" con pure la strizzatina d'occhio). E in tutto sto macello io che uso software open e ho il computer blindato e sereno mi prendo un palo non molto lungo ma molto largo laddove sapete tutti? MA non sarebbe molto piu' semplice che i fessi delle stanze dei bottoni si riunissero insieme ai loro cervelloni analisti di mercato, che altrimenti non si sa per cosa li paghino, e trovino un nuovo modello economico digeribile, utente-friendly, che scoraggi la pirateria a suon di contenuti e non di divieti ed imposizioni? Ed invece di introdurre tecnologie come TCPA e compagnia bella, le software house non potrebbero capire che saranno quasi tutte danneggiate da cio', e capire che dovrebbero convertire il loro processo di sviluppo da orientato al guadagno a orientato alla qualita'? E perche' il mondo non capisce che un computer e' un oggetto complesso, ed in quanto tale presuppone un grado minimo di preparazione e buonsenso da parte dell'utente? Io non mi metto a farmi regalare presse idrauliche perche' sono molto colorate e fanno suoni meravigliosi quando in funzione...Ahhh che belle le utopie...
    • cico scrive:
      Re: Domanda
      - Scritto da: Santos-Dumont
      Supponiamo che io usi un sistema operativo non
      Microsoft o Apple, cosa faranno i signori della
      RIAA?
      Scriveranno spyware-gestori DRM per ogni s.o.
      concepito sulla faccia della Terra? Perché
      alternative non ne vedo, a meno che ad un certo
      punto rinuncino a supportare esplicitamente i
      lettori CD di tipo "vecchio" immettendone altri
      sul mercato che includano immancabilmente un
      sistema integrato di tipo TCPA.
      O mi sfugge qualcosa?http://www.eucd.info/index.php?2005/11/16/182-appel-defendons-nos-droits-et-libertes"ces dispositifs seront crées, déployés et contrôlés selon des critères arbitraires par les seuls industriels du disque, du film et du logiciel propriétaire, ;""toute personne contournant, de manière directe ou indirecte, un dispositif sera présumée coupable du délit de contrefaçon (3 ans de prison et 300.000 euros d'amende),""cette sanction s'appliquera au fait de développer, de présenter ou d'utiliser un logiciel libre ou un logiciel autre que celui choisi (et vendu) par l'éditeur. "
      • Santos-Dumont scrive:
        Re: Domanda
        - Scritto da: cico
        - Scritto da: Santos-Dumont

        Supponiamo che io usi un sistema operativo non

        Microsoft o Apple, cosa faranno i signori della

        RIAA?

        Scriveranno spyware-gestori DRM per ogni s.o.

        concepito sulla faccia della Terra? Perché

        alternative non ne vedo, a meno che ad un certo

        punto rinuncino a supportare esplicitamente i

        lettori CD di tipo "vecchio" immettendone altri

        sul mercato che includano immancabilmente un

        sistema integrato di tipo TCPA.

        O mi sfugge qualcosa?

        http://www.eucd.info/index.php?2005/11/16/182-appe

        "ces dispositifs seront crées, déployés et
        contrôlés selon des critères arbitraires par les
        seuls industriels du disque, du film et du
        logiciel propriétaire, ;"

        "toute personne contournant, de manière directe
        ou indirecte, un dispositif sera présumée
        coupable du délit de contrefaçon (3 ans de prison
        et 300.000 euros d'amende),"

        "cette sanction s'appliquera au fait de
        développer, de présenter ou d'utiliser un
        logiciel libre ou un logiciel autre que celui
        choisi (et vendu) par l'éditeur. " Eu não falo francês, lamento , :) ma mi sembra di aver colto il nocciolo. La frase finale è terribile.
        • cico scrive:
          Re: Domanda



          Supponiamo che io usi un sistema operativo non


          Microsoft o Apple, cosa faranno i signori
          della


          RIAA?


          Scriveranno spyware-gestori DRM per ogni s.o.


          concepito sulla faccia della Terra? Perché


          alternative non ne vedo, a meno che ad un
          certo


          punto rinuncino a supportare esplicitamente i


          lettori CD di tipo "vecchio" immettendone
          altri


          sul mercato che includano immancabilmente un


          sistema integrato di tipo TCPA.


          O mi sfugge qualcosa?




          http://www.eucd.info/index.php?2005/11/16/182-appe



          "ces dispositifs seront crées, déployés et

          contrôlés selon des critères arbitraires par les

          seuls industriels du disque, du film et du

          logiciel propriétaire, ;"



          "toute personne contournant, de manière directe

          ou indirecte, un dispositif sera présumée

          coupable du délit de contrefaçon (3 ans de
          prison

          et 300.000 euros d'amende),"



          "cette sanction s'appliquera au fait de

          développer, de présenter ou d'utiliser un

          logiciel libre ou un logiciel autre que celui

          choisi (et vendu) par l'éditeur. "

          Eu não falo francês, lamento , :) ma mi
          sembra di aver colto il nocciolo. La frase finale
          è terribile.sorry, da qualche parte dovrebbe esserci anche la versione tradotta, ma la mia pigrizia mi impone di non fare sforzi :) .
      • Anonimo scrive:
        Re: Domanda


        "cette sanction s'appliquera au fait de
        développer, de présenter ou d'utiliser un
        logiciel libre ou un logiciel autre que celui
        choisi (et vendu) par l'éditeur."I Francesi non sono quelli che avevano fatto una rivoluzione per eliminare i privilegi dei potenti?Forse questi sono altri, hanno modificato il DNA.
        • cico scrive:
          Re: Domanda


          "cette sanction s'appliquera au fait de

          développer, de présenter ou d'utiliser un

          logiciel libre ou un logiciel autre que celui

          choisi (et vendu) par l'éditeur."

          I Francesi non sono quelli che avevano fatto una
          rivoluzione per eliminare i privilegi dei
          potenti?
          Forse questi sono altri, hanno modificato il DNA.Guarda in passato ho sempre avuto un gran rispetto per i Francesi, poi da quando ho visto un bel documentario su History channel relativo alla vicenda Rainbow Warrior, ed ora questo schifo, ho iniziato a cambiare opinione.
  • Crazy scrive:
    Non Comperiamo Prodotti DRM
    CIAO A TUTTIio sinceramente non capisco dove stia il problema... semplicemente, non comperiamo i Prodotti che sono coperti da DRM, vedrete, e ne potete stare certi, che quando le vendite calano vertiginosamente, i DRM spariscono... sono i $oldi che comandano, e dato che i $oldi li diamo noi, possiamo scegliere dove indirizzarli, in questo caso, indirizziamoli a tutto cio` che non e` approvato dal TCG, ed in particolare a Sony, visto come si sta comportando ultimamente:" http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=4489&numero=999 "E non dimentichiamoci di continuare il Boicottaggio verso il "Pentium D" perche` sta gia` dando i suoi frutti, quindi, vediamo di continuare e di aggiungerte al Boicottaggio del "Pentium D" i prodotti Sony.DISTINTI SALUTI
    • Angelone scrive:
      Re: Non Comperiamo Prodotti DRM
      Si ma tu non sai SEMPRE se il cd che acquisti ha protezioni di qualche tipo o no.
      • Rex1997 scrive:
        Re: Non Comperiamo Prodotti DRM
        - Scritto da: Angelone
        Si ma tu non sai SEMPRE se il cd che acquisti ha
        protezioni di qualche tipo o no.Ragione ulteriore per supporre che il CD in oggetto contenga oscuri potenziali DRM e NON comprarlo ! :)==================================Modificato dall'autore il 13/12/2005 9.34.27
        • pikappa scrive:
          Re: Non Comperiamo Prodotti DRM
          - Scritto da: Rex1997
          - Scritto da: Angelone

          Si ma tu non sai SEMPRE se il cd che acquisti ha

          protezioni di qualche tipo o no.

          Ragione ulteriore per supporre che il CD in
          oggetto contenga oscuri potenziali DRM e NON
          comprarlo !
          :)

          ==================================
          Modificato dall'autore il 13/12/2005 9.34.27E rinnovo il mio invito, facciamo una lista di tutti i prodotti con DRM (CD compresi) o altre restrizioni che conosciamo, e mettiamola in rete
    • plus scrive:
      Re: Non Comperiamo Prodotti DRM
      - Scritto da: Crazy
      CIAO A TUTTI
      io sinceramente non capisco dove stia il
      problema... semplicemente, non comperiamo i
      Prodotti che sono coperti da DRM, vedrete, e ne
      potete stare certi, che quando le vendite calano
      vertiginosamente, i DRM spariscono... sono i
      $oldi che comandano, e dato che i $oldi li diamo
      noi, possiamo scegliere dove indirizzarli, in
      questo caso, indirizziamoli a tutto cio` che non
      e` approvato dal TCG, ed in particolare a Sony,
      visto come si sta comportando ultimamente:
      "
      http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=44
      E non dimentichiamoci di continuare il
      Boicottaggio verso il "Pentium D" perche` sta
      gia` dando i suoi frutti, quindi, vediamo di
      continuare e di aggiungerte al Boicottaggio del
      "Pentium D" i prodotti Sony.
      DISTINTI SALUTISi, è quello che io faccio già da anni, ma il problema è che non comperare più i CD conduce a minori guadagni che vengono sempre imputati al P2P e alla pirateria. Questo porta a fornire loro ancora più motivi di imporre il DRM e di spingere per aumentare il numero di leggi liberticide.Quindi abbiamo le mani legate, o comperiamo e dimostriamo che il P2P non riducono le loro vendite e magari decideranno di rimuovere i DRM o non comperiamo e ributteranno tutto contro il P2P e imporranno leggi e DRM ancora più restrittive, magari fino al punto da obbligare i fabbricanti di PC di introdurre un sistema di DRM direttamente nell'hardware in modo che il S.O. non abbia neppure più accesso al CD se non fornisce una chiave di decrittazione.Per adesso non compero più, ma resto pessimista.
      • pikappa scrive:
        Re: Non Comperiamo Prodotti DRM
        - Scritto da: plus
        Si, è quello che io faccio già da anni, ma il
        problema è che non comperare più i CD conduce a
        minori guadagni che vengono sempre imputati al
        P2P e alla pirateria. Questo porta a fornire loro
        ancora più motivi di imporre il DRM e di spingere
        per aumentare il numero di leggi liberticide.

        Quindi abbiamo le mani legate, o comperiamo e
        dimostriamo che il P2P non riducono le loro
        vendite e magari decideranno di rimuovere i DRM o
        non comperiamo e ributteranno tutto contro il P2P
        e imporranno leggi e DRM ancora più restrittive,
        magari fino al punto da obbligare i fabbricanti
        di PC di introdurre un sistema di DRM
        direttamente nell'hardware in modo che il S.O.
        non abbia neppure più accesso al CD se non
        fornisce una chiave di decrittazione.

        Per adesso non compero più, ma resto pessimista.In realtà è molto semplice, oltre a non comprare bisognerebbe anche non scaricare (file coperti da diritti d'autore intendo)
      • Anonimo scrive:
        Re: Non Comperiamo Prodotti DRM
        Quello che inquieta è che chi propone queste soluzioni non capisce il danno economico che si sta producendo.Dai Cd al P2P alla regolamentazione di Internet. Quantinavigherebbero ancora se sapessero di non trovare altroche proposte commerciali, poche informazioni. Insomma Internet come lo conosciamo ora. Addio guadagni sulletelefonate, sui modem, etc.. Io mi aspetto il peggio.Mi sembra una scelta poco sensata....!
      • Crazy scrive:
        Re: Non Comperiamo Prodotti DRM


        Quindi abbiamo le mani legate, o comperiamo e
        dimostriamo che il P2P non riducono le loro
        vendite e magari decideranno di rimuovere i DRM o
        non comperiamo e ributteranno tutto contro il P2P
        e imporranno leggi e DRM ancora più restrittive,
        magari fino al punto da obbligare i fabbricanti
        di PC di introdurre un sistema di DRM
        direttamente nell'hardware in modo che il S.O.
        non abbia neppure più accesso al CD se non
        fornisce una chiave di decrittazione.
        Scusa, parli di chiavi di Decrittazione come se fossero una cosa che ti sei appena inventato e la hai sparata li`... guarda che e` da anni che lavorano a quel Sistema di controllo, e sta tranquillo, sta per arrivare, o anzi, e` gia` arrivato nel "Pentium D" e nelle Schede Madri "Intel D". il link relativo al Computer Sony che ho dato nel Post iniziale e` tutta una chiave di Crittazione & Decrittazione tra un Hardware e l'altro, ridi e scherza se non continuiamo una campagna di Boicottaggio solida per ora solo verso i "Pentium D" ed i prodotti Sony, in futuro si aggiungeranno molti altri prodotti di sto tipo, andra` a finire che nel 2008, la realta` di vita sara` questa:" http://jack.logicalsystems.it/homepage/techinfo/Palladium.asp "Lo so che e` abbastanza lungo questo articolo che ho scritto circa un anno fa, ma e` molto esplicativo
  • Alessandrox scrive:
    Mi starebbe anche bene....
    "Chiarezza lampante che mette sotto diretta accusa proprio quelle tecnologie utilizzate da Sony BMG, capaci di installarsi senza che l'utente ne abbia consapevolezza e del tutto restie a farsi rimuovere dal sistema. "Questi due problemi tecnici - accusa Felten - sono gli stessi che affrontano i produttori di spyware".Conseguenza di tutto questo, dunque, è il ricorso a software che deve potersi installare ad insaputa dell'utente, quindi programmi non dichiarati che interferiscano con le attività dell'utente. È l'unica via, vista l'impraticabilità di convincere gli utenti che quei programmini pensati per limitare le loro libertà sono in effetti un vantaggio. "OK va bene... basta che sia indicato chiaramente che si installera' del SW per la gestione del DRM , cosi' chi non lo vorra' non li comprera'."Lo ha già detto la RIAA, l'associazione dei discografici americani, che nelle scorse settimane ha persino applaudito alle manovre di Sony BMG, arrivando a stupirsi per l'indignazione sollevata dai CD infetti distribuiti dalla multinazionale del disco. "Avendo intrapreso la strada della protezione dalla copia dei CD - chiosa Felten - l'industria della musica non dovrebbe sorprendersi di essere arrivata allo spyware. Perché è là che porta quella strada"."Questi sono dei pazzi scatenati, hanno completamente perso il lume della ragione... vanno fermati.
    • gatsu99 scrive:
      Re: Mi starebbe anche bene....
      non capisci !!!1) se fosse possibile scegliere non avrebbe senso negaredi potere o meno installare tale software2) dal loro punto di vista noi utenti per le major siamo TUTTI e ripetto TUTTI pirati senza eccezzione alcuna e quindi si difendono3) l'unico modo come detto di rendere la protezione efficace è sovrascirvere in pratica i sriver di winzoz con una versione più major like ,infatti in vista i driver saranno blindati ci puoi scommettererileggi l'articolo è meglio
      • Alessandrox scrive:
        Re: Mi starebbe anche bene....
        - Scritto da: gatsu99
        non capisci !!!
        1) se fosse possibile scegliere non avrebbe senso
        negare di potere o meno installare tale softwareHo capito, io ho solo detto cosa sarei disposto ad accettare; loro vorrebbero che sti spyware si installassero a nostra insaputa... pero' voglio vedere con quale appiglio legale, per ora non mi pare che installare sw malevolo nei Pc sia a norma di legge.; mettiamo il caso che qualcuno subisca un danno , magari nel PC che usa anche per lavorare... specie in USA se gli piantano una causa, magari class action voglio vedere chi la spunta.
        2) dal loro punto di vista noi utenti per le
        major siamo TUTTI e ripetto TUTTI pirati senza
        eccezzione alcuna e
        quindi si difendonoSiamo pirati (secondo la legge) se acquistiamo e usiamo illegalmente i loro prodotti o se "rubiamo" i loro contenuti ma NESSUNO puo' legalmente impormi di installare a mia insaputa un SW. E in ogni caso anche se fosse legale io farei di tutto per difendermi giacche' mi riterrei offeso e minacciato. Non solo ma rendrei indietro il CD pretendendo un rimborso.
        3) l'unico modo come detto di rendere la
        protezione effica
        ce è sovrascirvere in pratica i sriver di winzoz
        con una
        versione più major like ,infatti in vista i
        driver saranno blin
        dati ci puoi scommettere Si si lo so, e' anche per questo che occorre diffondere il sw open e libero.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mi starebbe anche bene....

          Si si lo so, e' anche per questo che occorre
          diffondere il sw open e libero.Poi basta fare come in Francia: vietare per legge 'uso di player non autorizzati.All your money are belong to us.
          • Alessandrox scrive:
            Re: Mi starebbe anche bene....
            - Scritto da: Anonimo

            Si si lo so, e' anche per questo che occorre

            diffondere il sw open e libero.
            Poi basta fare come in Francia: vietare per legge
            'uso di player non autorizzati.
            All your money are belong to us.Non credo che la legge sia stata ancora approvata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi starebbe anche bene....
      Esiste un elenco di chi vuole adottare le tecnologie DRM,TCPA ets. ?Vorrei tutelarmi
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi starebbe anche bene....
        - Scritto da: Anonimo
        Esiste un elenco di chi vuole adottare le
        tecnologie DRM,
        TCPA ets. ?

        Vorrei tutelarmiProva a vedere: http://www.no1984.org/ ma soprattutto una volta acquisite certe informazioni preoccupati anche di portarle a conoscenza di altri.Così almeno nessuno potrà dire di non sapere a cosa si può andare incontro con i drm.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi starebbe anche bene....
      - Scritto da: Alessandrox
      OK va bene... basta che sia indicato chiaramente
      che si installera' del SW per la gestione del DRM
      , cosi' chi non lo vorra' non li comprera'.ok, va bene? non gli devi dare nemmeno l'alibi della correttezza formale a questi qua. Se quello che basta per autorizzarli e' mettere una targetta sul CD e cliccare su di una dialog box vedrai che ti combinano -- gia' compiono cose immonde ora...
      Questi sono dei pazzi scatenati, hanno
      completamente perso il lume della ragione...
      vanno fermati.concordo e non vanno nemmeno assecondati.-- dee
  • Anonimo scrive:
    Usate lo stereo
    Ed un bel cavo Jack ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Usate lo stereo
      - Scritto da: Anonimo
      Ed un bel cavo Jack ;)meglio un epia .. miniitx, meglio un nanoitx, con software (firmware, o sistema operativo) scritto ad hoc :) quanto basta per rippare/copiare/duplicare il CD ;)Non usare windows .. forse è la cosa migliore :D
  • Anonimo scrive:
    Ho io la soluzione!
    Non comprare più cd, mai più.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho io la soluzione!
      Ricordate di boicottare i formati futuri iperprotetti;l'imposizione sul mercato di blueray e similari e' voluta per poter fare sparire i mezzi attuali (ovvero l'intenzione finale e' di rimpiazzare i dvd).
  • Anonimo scrive:
    Se li denunciassero...
    se partisse una bella class action... forse la smetterebbero una buona volta!Che pezzenti... ma non si vergognano?
    • Anonimo scrive:
      Re: Se li denunciassero...
      E poi? Metteranno il rootkit come parte integrante di Windows grazie ad un accordo strategico tra Sony BMG e Microsoft (senza contare le altre) e sei fregato.Sorry, hai fatto cilecca.
      • Anonimo scrive:
        Re: Se li denunciassero...
        - Scritto da: Anonimo
        E poi? Metteranno il rootkit come parte
        integrante di Windows grazie ad un accordo
        strategico tra Sony BMG e Microsoft (senza
        contare le altre) e sei fregato.La Debian ha gia' il suo pezzo di hd a disposizione e stavolta me la curo per bene e tengo pure un backup;vediamo fra qualche anno cosa succede.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se li denunciassero...
      - Scritto da: Anonimo
      se partisse una bella class action... forse la
      smetterebbero una buona volta!
      Ne sono gia' partite un bel po' in effetti:http://yro.slashdot.org/article.pl?sid=05/11/10/0024259&tid=233&tid=17http://www.eff.org/IP/DRM/Sony-BMG/http://www.boingboing.net/2005/11/21/eff_brings_classacti.htmle non solo relative al DRM:http://www.google.it/search?q=sony+%22class+action%22&sourceid=mozilla-search&start=0&start=0&ie=utf-8&oe=utf-8&client=firefox-a&rls=org.mozilla:en-US:officialS.
  • Anonimo scrive:
    RIAA PIDOCCHIOSI...BOICOTTIAMO SONY
    Da chiacciare come pidocchi.Falliscano pure.BOICOTTIAMO SONY.
    • Anonimo scrive:
      Re: RIAA PIDOCCHIOSI...BOICOTTIAMO SONY
      E poi che hai risolto? Intanto parla di Sony BMG e non di Sony (che non fa solo musica). Se poi le canzoni le acquistassi e non le copiassi (vantandotene pure come altri cretini che passano da queste parti) non ci sarebbe bisogno di questi mezzucci.Ah, una nota: non ho Windows (uso Linux) e il rootkit mi fa una ....
      • Anonimo scrive:
        Re: RIAA PIDOCCHIOSI...BOICOTTIAMO SONY
        - Scritto da: Anonimo
        E poi che hai risolto? Intanto parla di Sony BMG
        e non di Sony (che non fa solo musica). Se poi le
        canzoni le acquistassi e non le copiassi
        (vantandotene pure come altri cretini che passano
        da queste parti) non ci sarebbe bisogno di questi
        mezzucci.

        Ah, una nota: non ho Windows (uso Linux) e il
        rootkit mi fa una ....La saluto, onnipotente Odino, paladino del software libero, incorruttibile utente musicale.Noi, poveri allocchi, dovremmo abbassare tutti la testa e seguire il suo illuminato esempio.E invece molti di noi perseguono la via dell'inferno, usando i prodotti Microsoft (inconcepibile perversione) e scaricando musica gratis (in fondo è meglio uccidere).Grazie per le sue parole, su di esse costruiremo una nuova vita. Soprattutto sugli insulti gratuiti ("cretini") donatici al solo scopo di comprendere, di correggere i nostri comportamenti deviati.
        • Anonimo scrive:
          Re: RIAA PIDOCCHIOSI...BOICOTTIAMO SONY
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          E poi che hai risolto? Intanto parla di Sony BMG

          e non di Sony (che non fa solo musica). Se poi
          le

          canzoni le acquistassi e non le copiassi

          (vantandotene pure come altri cretini che
          passano

          da queste parti) non ci sarebbe bisogno di
          questi

          mezzucci.



          Ah, una nota: non ho Windows (uso Linux) e il

          rootkit mi fa una ....

          La saluto, onnipotente Odino, paladino del
          software libero, incorruttibile utente musicale.
          Noi, poveri allocchi, dovremmo abbassare tutti la
          testa e seguire il suo illuminato esempio.
          E invece molti di noi perseguono la via
          dell'inferno, usando i prodotti Microsoft
          (inconcepibile perversione) e scaricando musica
          gratis (in fondo è meglio uccidere).
          Grazie per le sue parole, su di esse costruiremo
          una nuova vita. Soprattutto sugli insulti
          gratuiti ("cretini") donatici al solo scopo di
          comprendere, di correggere i nostri comportamenti
          deviati.


          Non ti arrabbiare, su questo forum passano un sacco di bambini/bambocci che non hanno la minima idea di cosa significa tenere il cervello acceso ......
          • Anonimo scrive:
            Re: RIAA PIDOCCHIOSI...BOICOTTIAMO SONY

            Non ti arrabbiare, su questo forum passano un
            sacco di bambini/bambocci che non hanno la minima
            idea di cosa significa tenere il cervello acceso
            ......E' vero, se uno sapesse usare il cervello non infilerebbe nel suo PC porcherie come i rootkit di Sony o simili...
    • Anonimo scrive:
      Re: RIAA PIDOCCHIOSI...BOICOTTIAMO SONY
      Guarda che se non compri cd musicali ti denunciano!- Scritto da: Anonimo
      Da chiacciare come pidocchi.
      Falliscano pure.
      BOICOTTIAMO SONY.
      • Anonimo scrive:
        Re: RIAA PIDOCCHIOSI...BOICOTTIAMO SONY
        mi sa proprio che in futuro sarà così...o compri o ti denunciano...io ne compro ne scarico.. azzi loro!
        • Anonimo scrive:
          Re: RIAA PIDOCCHIOSI...BOICOTTIAMO SONY
          La questione non e' scaricare o comprare.... io faccio entrambe le cose, compro i cd e scarico gli mp3 oltre che convertire i cd in mp3 a mia volta (ma vuoi mettere la comodita' di avere 20 GB di mp3 da sentire in viaggio sul lettore mp3 tascabile anziche' portarsi una valigia di cd dietro?).... uso anche io Linux ed il DRM mi fa' una pippa, ma la questione e' una sola: per quale straca%%o di motivo devono sapere quale musica ascolto io quando e come la ascolto? Indipendentemente dall'essere utente wincoso o meno, indipendentemente dal compare cd o averli semplicemente masterizzati sul pc, permettetemi, ma sono strafo||ututissimi ca%%i miei cosa acolto, come e quando, e mi girano altamente i 3/4 se penso che la sony BMG (o chi per essa) debba conoscere i miei gusti musicali le mie abitudini etc... cosa ascolto, come lo ascolto e quando lo ascolto, permettetemi, ma sono strafo||utissimi sacrosanti fattacci miei!! Vuoi vendermi il tuo cd? Mi piace? Ok, lo compro, ma fatti i ca%%i tuoi se poi lo ascolto o no come quando dove e con che mezzo!!!
Chiudi i commenti