Le multe agli over 50 non vaccinati in Lombardia

Le multe agli over 50 non vaccinati in Lombardia

In arrivo dall'Agenzia delle Entrate la comunicazione di avvio del procedimento sanzionatorio per gli over 50 non vaccinati in Lombardia.
In arrivo dall'Agenzia delle Entrate la comunicazione di avvio del procedimento sanzionatorio per gli over 50 non vaccinati in Lombardia.

Si apprende dal sito istituzionale di Regione Lombardia che, i cittadini over 50 non vaccinati residenti, stanno ricevendo in questi giorni un primo avviso relativo alla multa da 100 euro prevista per mancata ottemperanza all’obbligo. Questo il comunicato.

I cittadini con più di 50 anni per i quali, alla data del 1 febbraio 2022 (data di entrata in vigore dell’obbligo vaccinale per gli over 50) non risultino vaccinazioni anti-SARS-CoV-2 effettuate nei termini previsti, né differimenti delle medesime per infezioni da SARS-CoV-2 o esenzioni dalla vaccinazione, riceveranno, a partire dalla prima settimana di aprile, la comunicazione di avvio dei procedimenti sanzionatori previsti.

Lombardia: multe in arrivo per gli over 50 non vaccinati

È l’ennesimo step di un procedimento avviato già il mese scorso su tutto il territorio nazionale. Un iter burocratico rivelatosi in verità fin da subito più farraginoso di quanto pianificato. Le prime comunicazioni sono state inviate dall’Agenzia delle Entrate in data 4 aprile. Le spedizioni procederanno per tutta la settimana. In quanti hanno già ricevuto o riceveranno l’avviso? Secondo le stime fornite, 91.943 solo in Lombardia. Di questi, la maggior parte si trova nelle province di Milano e Monza-Brianza.

Gli interessati hanno la possibilità di presentare la documentazione relativa a differimento o esenzione dall’obbligo di vaccinazione. Le modalità sono quelle riportate di seguito.

Coloro che intendono comunicare l’eventuale certificazione relativa al differimento o all’esenzione dell’obbligo vaccinale, ovvero altre ragioni di assoluta e oggettiva impossibilità, possono rivolgersi, entro il termine perentorio di 10 giorni dalla ricezione della comunicazione di avvio del procedimento sanzionatorio da parte dell’Agenzia delle Entrate, alle ASST territorialmente competenti per residenza anagrafica, inviando una PEC o presentando al protocollo la necessaria documentazione.

La comunicazione inviata in questi giorni è relativa all’avvio del procedimento sanzionatorio. In caso di mancata presentazione della documentazione nelle tempistiche previste, l’Agenzia delle Entrate darà seguito con un ulteriore invio (la multa vera e propria) nei prossimi mesi. Per il momento, non bisogna versare alcuna cifra.

Ricordiamo che, nonostante l’allentamento delle misure restrittive deciso dal Governo, l’obbligo vaccinale per gli over 50 rimarrà in vigore fino a giugno. Per le modalità attraverso le quali Ministero della Salute e Fisco individuano i soggetti inadempienti rimandiamo all’articolo dedicato.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 8 apr 2022
Link copiato negli appunti