Napster un giorno tornerà, parola di CEO

Konrad Hilbers conferma che il sistemone per la condivisione di musica online tornerà, ma offrirà materiale protetto da copyright solo con il pagamento di un abbonamento
Konrad Hilbers conferma che il sistemone per la condivisione di musica online tornerà, ma offrirà materiale protetto da copyright solo con il pagamento di un abbonamento


Aspen (USA) ? Napster, il noto sistema per lo scambio di file musicali online, riaprirà non prima della fine di quest’anno. Lo ha fatto sapere Konrad Hilbers, CEO di Napster e uomo della Bertelsmann AG, la multinazionale tedesca che si è accordata con Napster per fornire un sistema a pagamento per lo scambio di musica protetta da copyright.

Konrad Hilbers ha detto: “Credo fermamente nel ruolo di Napster, che è quello di condividere musica tra amici e consumatori, ovvero quando saranno disponibili (su Napster) cose come i motivetti natalizi cantanti in coro dai miei bambini o la musica che una piccola band ha registrato in garage”.

Ancora non è noto quale sarà il costo dell’abbonamento ai servizi che Napster offrirà alla sua riapertura, tuttavia sembra certo che non verrà chiesto un compenso per la condivisione di file non protetti da copyright. Quello che appare evidente è il ritardo di Napster in un momento nel quale il settore della distribuzione dei contenuti musicali online è in pieno fermento.

“E’ abbastanza ovvio ? ha continuato Hilbers – che saremo in concorrenza con il modello di business dell’industria della musica, in particolare sul prezzo dei CD, con un nuovo modello che stiamo preparando. Il mio obiettivo in Napster è di costruire un business legittimo basato sul fenomeno creato da Shawn Fanning”.

Napster era stato bloccato dai giudici americani all’inizio di luglio, quando gli era stato imposto di trovare il modo per evitare che tra i suoi utenti potessero essere scambiati contenuti protetti da copyright.

Quello di luglio è stato l’ultimo atto di una battaglia legale durata circa due anni, che ha visto contrapposti i fondatori di Napster, Shawn Fanning e Sean Parker, alla RIAA , l’associazione che raccoglie le più grandi case discografiche.

Sul sito di Napster sarà disponibile una preview del sistema a pagamento e volendo, per chi è disposto a lasciare il proprio indirizzo di posta elettronica, è possibile essere avvisati non appena sarà pronta…

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 08 2001
Link copiato negli appunti