NASA, la fine di un'epoca

Atterrato Atlantis, l'ultimo dell'era degli Shuttle

Roma – Dopo 30 anni di attività è atterrato oggi (alle 9:57 ore locali) sulle note di “God Bless America” l’ultimo shuttle della NASA: l’Atlantis. Ad attenderlo c’è un’ala del Kennedy Space Center.

“In una serata tinta di emozioni e impregnata di storia – ha detto il commentatore della NASA Rob Navias anticipando l’atterraggio – lungo i corridoi del Mission Control di Houston stiamo vivendo quelli che saranno gli ultimi attimi di vita della storia del programma spaziale degli Shuttle”.

Con Atlantis e la fine della missione STS-135 sono tornati sulla terra il comandante Chris Ferguson, il pilota Doug Hurley e gli astronauti Sandy Magnus e Rex Walheim.

Ferguson dopo l’atterraggio ha sottolineato l’importanza del programma spaziale che si conclude con il suo atterraggio: “gli shuttle hanno cambiato il modo in cui guardiamo al mondo e all’universo. Ci sono molte emozioni oggi, ma una cosa è indubbia: l’America non può smettere di esplorare”.

Proprio in quest’ottica va vista l’idea di riusare i razzi Atlas 5 della United Launch Alliance , già utilizzati per le missioni teleguidate, anche per inviare astronauti nello spazio.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • attonito scrive:
    Dove si compra?
    Per sapere, così non corro il rischio di andarci per sbaglio.
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Dove si compra?
      - Scritto da: attonito
      Per sapere, così non corro il rischio di andarci
      per
      sbaglio.in realtà non mi sembra una cattiva idea... in quest'epoca di lavori sedentari e cibo-spazzatura consumato davanti ai computer, il consumo di cibo andrebbe calibrato con precisione in base al dispendio energetico, per mantenere una certa linea e per affrontare le giornate di lavoro con meno stress.
      • Francesco scrive:
        Re: Dove si compra?
        giusto, pero'...semplicemente rallentare i ritmi esasperati/esasperanti e tornare ad ascoltare il proprio corpo non sarebbe meglio? Il nostro corpo sa perfettamente cosa/quanto/quando mangiare. Non esiste al mondo miglior dietologo di noi stessi. - Scritto da: il solito bene informato
        - Scritto da: attonito

        Per sapere, così non corro il rischio di
        andarci

        per

        sbaglio.

        in realtà non mi sembra una cattiva idea... in
        quest'epoca di lavori sedentari e cibo-spazzatura
        consumato davanti ai computer, il consumo di cibo
        andrebbe calibrato con precisione in base al
        dispendio energetico, per mantenere una certa
        linea e per affrontare le giornate di lavoro con
        meno
        stress.
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Dove si compra?
          - Scritto da: Francesco
          giusto, pero'...

          semplicemente rallentare i ritmi
          esasperati/esasperanti e tornare ad ascoltare il
          proprio corpo non sarebbe meglio? Il nostro corpo
          sa perfettamente cosa/quanto/quando mangiare. Non
          esiste al mondo miglior dietologo di noi stessi.è utopico direi :)
Chiudi i commenti