NASA: l'ultima volta di Atlantis

L'agenzia spaziale ha programmato l'ultimo viaggio dello Shuttle in questione, previsto per il prossimo giugno. La missione dovrebbe anche essere l'ultima in assoluto dell'intera flotta prima del ritiro
L'agenzia spaziale ha programmato l'ultimo viaggio dello Shuttle in questione, previsto per il prossimo giugno. La missione dovrebbe anche essere l'ultima in assoluto dell'intera flotta prima del ritiro

Nonostante i notevoli inconvenienti che hanno riguardato il lancio dello shuttle Discovery , protagonista della missione STS-133, la Nasa ha approvato una nuova missione STS-135 , la cui partenza è prevista per il 28 giugno prossimo.

La missione sarà condotta dallo shuttle Atlantis che, attraverso il modulo Raffello, trasporterà sulla stazione spaziale internazionale provviste e pezzi di ricambio . La trasferta spaziale, inoltre, avrà il compito di controllare le condizioni del serbatoio di carburante dello Shuttle e riportare indietro la pompa di ammoniaca danneggiata sulla ISS, allo scopo di capire l’origine delle crepe apparse di recente e migliorare il sistema di pompe da montare su prossimi velivoli.

Lo scorso dicembre, il comitato direttivo delle missioni spaziali della NASA ha richiesto che lo Shuttle e la Stazione Spaziale Internazionale compissero gli sforzi necessari affinché Atlantis fosse operativo per STS-135. L’Authorization Act governativo del 2010 ha permesso all’agenzia spaziale di svolgere la missione e ha fornito le linee guida del programma.

La missione sarà la 135esima e segnerà l’ultimo volo dello shuttle. Allard Beutel, portavoce del Kennedy Space Center , è convinto che partecipare all’ultimo volo dell’ Atlantis sarà uno stimolo positivo per l’intero gruppo di lavoro.

Nonostante la data del lancio sia stata già fissata, rimane un filo di incertezza sui fondi che dovranno finanziare la missione, dal momento che il bilancio federale del 2011 non è ancora stato approvato. Nonostante l’incertezza, i dirigenti del programma spaziale hanno di recente compiuto un sottile ma importante passo in avanti che confermerebbe l’intenzione di condurre la missione da parte dell’agenzia.

I quattro componenti dell’equipaggio guidato dall’astronauta Chris Ferguson hanno già iniziato la preparazione agli undici giorni di missione, che porterà sulla stazione spaziale le scorte sufficienti per un anno.

Secondo le informazioni fornite, il lancio dell’ Atlantis segnerà l’ultima missione spaziale prima del ritiro dell’intera flotta da parte della NASA: il prossimo lancio, quello del Discovery , è previsto per il prossimo 24 febbraio, mentre la partenza di Endeavour è programmata in aprile.

Cristina Sciannamblo

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti