NASA posticipa la missione marziana

L'agenzia spaziale annuncia un ritardo per la partenza di InSight, un contrattempo che potrebbe anche mettere a rischio il futuro stesso della missione. Questione di buchi da tappare e finestre di lancio che si chiudono
L'agenzia spaziale annuncia un ritardo per la partenza di InSight, un contrattempo che potrebbe anche mettere a rischio il futuro stesso della missione. Questione di buchi da tappare e finestre di lancio che si chiudono

NASA ha annunciato di aver sospeso la partenza di InSight (o Interior Exploration using Seismic Investigations Geodesy and Heat Transport), missione che ha l’obiettivo di fornire nuove informazioni sulla composizione del pianeta Marte e che ora rischia di saltare del tutto.

InSight sarebbe dovuta partire a marzo 2016 con il lancio di un rover diretto verso la superficie del Pianeta Rosso, una sonda progettata per studiare l’attività sismica e i “martemoti” per identificare la composizione precisa del sottosuolo e le distanze che intercorrono fra crosta, mantello e nucleo marziani.

All’inizio di dicembre, però, i controlli pre-volo hanno evidenziato la presenza di una perdita nella sfera sigillata sotto vuoto contenente tre sismometri , ragion per cui NASA si è vista costretta a rispedire il componente al costruttore (la francese CNES) per le riparazioni del caso.

I tecnici francesi sono attualmente al lavoro nel tentativo di chiudere la falla, ma al momento gli interventi non hanno risolto del tutto il problema e NASA ha deciso per la sospensione del lancio.
Tenendo in considerazione la posizione della Terra rispetto a Marte, la prossima finestra utile per l’invio della sonda dovrebbe ripresentarsi fra 26 mesi.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 12 2015
Link copiato negli appunti