Nasce Microsoft Dynamics

Il nuovo brand delle soluzioni business di Microsoft


Redmond (USA) – Delineando la propria strategia e presentando la nuova offerta dedicata specificamente alle aziende di medie dimensioni, Microsoft ha annunciato oggi Dynamics , un’offerta di soluzioni e tecnologie sviluppate nell’ambito del progetto finora conosciuto come Project Green , rinominando così gli attuali prodotti Microsoft Business Solutions.

La suite Microsoft Dynamics comprende una piattaforma tecnologica sviluppata sulla base di 50 ruoli chiave all’interno delle medie imprese ed è completamente integrata con Microsoft Office, Microsoft SharePoint, Microsoft SQL Server Reporting Services e in generale con l’infrastruttura tecnologica di Microsoft.

Le nuove versioni delle attuali soluzioni Microsoft Business Solutions migreranno al nuovo nome Microsoft Dynamics nel corso del prossimo anno. In particolare, Microsoft rilascerà Microsoft Dynamics CRM (in precedenza Microsoft CRM) negli ultimi mesi del 2005; Microsoft Dynamics AX (in precedenza Axapta) e Microsoft Dynamics NAV (in precedenza Navision) nel corso del 2006.

Microsoft Italia presenterà Microsoft Dynamics ai propri clienti e partner nel corso del Microsoft Business Summit italiano che si svolgerà a Segrate il prossimo 22 Settembre (per ulteriori informazioni si veda qui ).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ottimo Software per internet point
    Io ho risolto tutti i problemi con un software efficente ed economico.Mi fa in automatico il log delle connessioni effettuate e di tutti i siti visitati, associati ai clienti.Se lo volete provare potete richiedere una demo gratuita da questo sito http://www.icmsoft.comSpero di esservi stata d'aiuto.CiaoSimona
  • Anonimo scrive:
    a tutti i titolari degli internet point
    Aldilà delle discutibili questioni di sicurezza per quanto riguarda il terrorismo.Una domanda volevo fare..."ma se tramite l'utilizzo di codici di carte di credito rubate qualcuno fa qualcosa con il vostro computer? Non ci avete mai pensato che a seguito di denuncia la polposte e forze dell'ordine verrebbero a cercare proprio VOI intestatari del contratto ADSL per il vostro internet point?"La 467/2000 già prevedeva tutto ciò, perchè adesso tanto rumore per nulla?Invece di chi fa le leggi, prendetevela con TV e Giornali (hanno i loro motivi) che non fanno altro che screditare Internet e renderla un covo di ladri, terroristi, maniaci, bombaroli, porci, truffatori assassini e depravati.P.S.i motivi di TV e giornali, a cui alludo sono ben chiari:"Chi passa il suo tempo libero davanti al monitor del pc collegato ad internet, ovviamennte non lo trascorre davanti alla TV o a leggere giornali, comandati, imbeccati, e suggeriti se non sponsorizzati da fazioni politiche".Quindi per chi ci campa tutto si traduce in niente più lavoro e guadagno e per chi li comanda niente più controllo delle masse.Penultima cosa: "Ma che credete che la connessione che avete a internet a casa è anonima, ogni volta che andate su un sito non dite come vi chiamate?"Ultima cosa: " Chi si scalda tanto ed è contrario a fornire i documenti è sempre e comunque colui il quale tramite l'utilizzo di un internet point deve fare sempre qualcosa di "poco chiaro", come ad esempio scaricare i codici pirata per la propria wafer card quando c'era tele+, e non lo vuole fare dal compiuter di casa perchè altrimenti lo beccano".
  • Anonimo scrive:
    una via di mezzo equa
    poteva essere la sola schedatura cartacea.
  • Anonimo scrive:
    brava donna..
    ha scritto col cuore cio che la ragione le dettava.. ha detto con correttezza e fermezza cio che pensa.. ho letto che alcuni poverini non sono d'accordo e che sia giusto essere cosi controllati ma ho letto post magnifici scritti da persone che "pensano" e non scrivono giusto per dire qualcosa.. la signora ha aperto un esercizio in una regione dove l'adsl è un miraggio quando si esce dalle città principali.. si parla tanto di internet ma la sardegna al momento è zona disastrata da questo punto di vista.. e posso capire le difficoltà che avra passato per aprire un simile locale.. difficoltà legate alla cultura mediocre riguardante internet o l'informatica in generale.. e devo dire che ha messo su anche un bel locale.. ci sono entrato una sola volta a dire il vero ma mi ci sono collegato spesso col wireless (anche se weppato) ;P cmq parlando di libertà.. quale libertà.. qui un ministro sardo si è inventato una legge talmente stupida che si rifiuta perfino di commentarla.. alcune testate hanno chiesto una intervista al ministro pisanu ma ha espressamente detto che l'intervista sarebbe stata rilasciata solamente se le domande non vertevano sul decreto antiterrorismo.. altra nota dolente è che in questo modo non si incentiva di certo l'apertura di nuove attività legate ad internet.. attività che potrebbero dare respiro in una regione di faccendieri.. menefreghisti.. politici..(politici è un insulto.. sia ben chiaro) e scaldasedie di palazzo.. si perchè la sardegna e sopratutto nuoro è fatta di persone che lavorano alle spalle dello stato o comunque di enti governativi.. praticamente un popolo di assistenzialisti.. internet non è compreso nel loro vocabolario.. internet fa parte del mondo di fuori.. i giovani languono alla ricerca di un lavoro che troveranno solo con i soliti accozzi quando invece potrebbero lavorare con internet.. ma internet è sempre meno libero.. sempre piu difficile da usare liberamente.. ed uno che vuole lavorarci adesso ci pensa un bel po di volte prima di azzardarcisi.. grazie pisanu.. grazie di aver tolto quel po di aria nuova che la sardegna stava respirando.. avevamo proprio bisogno che un ministro sardo criminalizzasse internet in questa maniera per renderci piu sicuri.. sapete.. la sardegna è strapiena di terroristi islamici.. e tutti inviano le email dallo smile della signora.. bah.. che dire.. solo uno sputt ed un puah quando passo vicino al suo palazzo a sassari caro ministro
  • Anonimo scrive:
    i terroristi islamici da dove scrivono?
    ma allora i terroristi islamici che postano i messaggi di terrore, da dove lo fanno?f
    • Anonimo scrive:
      Re: i terroristi islamici da dove scrivo
      - Scritto da: Anonimo
      ma allora i terroristi islamici che postano i
      messaggi di terrore, da dove lo fanno?
      fE chi lo sa.... Magare passando con un palmare dal centro di quelle grandi citta' usa e di altre parti del mondo nelle zone pubbliche cablate in wireless.
  • Anonimo scrive:
    Se fossi un terrorista userei Freenet...
    ...ad esempio. Aprirei un freesite e scriverei quello che mi pare. Domande per il SISMI e parentame:come fareste a prendermi?e come fareste a rilevare i miei "lettori"?... ammesso che sappiate di cosa sto parlando!
  • SardinianBoy scrive:
    9 --
  • Anonimo scrive:
    miss dipendenze sacrifici etc etc
    alcune considerazioni forse farneticanti forse no...- sul fatto che negli USA gli accessi siano free e aperti non vuol dire che non ci sia controllo del traffico uscente ed entrante- il controllo dell'identita' mi sembra un ottimo deterrente (anche se non del tutto efficace) vada a chiedere a chi era a new yotk l'11 settembre o a chi era a londra nel luglio 2005 cosa si dovrebbe fare per combattere gentaglia malata penso che non si fermeranno soloal controllo dell'identita ma le racconteranno le peggio cose.signori volenti o nolenti siamo in guerra!- il traffico dati degli utenti home e' loggato da annie per legge ora vengono memorizzati gia sms email entrata uscita durata del collegamento dati etc etc- assuma due persone in piu cosicrea anche posti di lavoro ma forse aumentera del 80 % le tariffe orarie sinceramente vada a farsi le sue 10 ore in ufficio pagata 1200 euro al mese magari con un cocoprosaluti
  • Anonimo scrive:
    Meglio controllare le frontiere!!!
    Premetteo che sono extracomunitario.Domenica arrivo dal mio paese a Roma Fiumicino e al controllo dei passaporti non vi dico quanta gente vi fosse...Ho subito pensato che avrei dovuto aspettare molto molto tempo prima del mio turno, dato che nel mio paese i controllo sono molto accurati, tuttavia in meno di 5 minuti sono difronte all'agente della frontiera che mi "controlla" il passaporto.Sarebbe necessario definire "controlla" perchè questo, senza neanche guardarmi in faccia e senza neppure chiedermi permesso di soggiorno e farmi altre domande, apre il passaporto in una pagina a caso e tac! mette il timbro e me lo ridà...Se questi sono i controlli che si fanno in frontiera... allora siamo messi a posto... altro che legge anti-terrorismo... bisogna istruire le forze dell'ordine ad avere un approccio decisamente più professionale per il ruolo che svolgono, inoltre lo Stato dovrebbe mettere più risorse al fine di rinnovare e modernizzare tutte quelle infrastrutture dedite a questo tipo di controlli.IMHO.
  • Anonimo scrive:
    Una riflessione...
    Pina, tu praticamente sostieni che i terroristi sarebbero in grado di fare i loro crimini attraverso internet senza aver bisogno di un Internet Cafè per il mascheramento.. però se io fossi un terrorista e sapessi che gli internet cafè non son controllati andrei comunque li a mandare i miei ordini anche se sono a conoscenza di tecniche di "camuffaggio" della provenienza dei miei messaggi..
    • Anonimo scrive:
      Re: Una riflessione...
      Ma figurati! In qualunque Internet Point gestito asppena decentemente, l'utente non ha diritti per installare alcunchè, e come li utilizzerebbe gli strumenti di criptazione? Per favore! ma se hanno beccato un tecnico informatico di Al Qaeda che ha inventato un metodo di tunneling cifrato non tcp incapsulato tcp, secondo te una cosa del genere la si può utilizzare da un Internet Cafe con diritti da user e l'impossibilità di fare alcunché!?Basta sparate e ignoranza, basta luoghi comuni!
  • Anonimo scrive:
    QUANTO HA RAGIONE!!!!!!
    C'è molto di vero e di sensato in quanto scrive la Sig.ra Pina.E' l'ennesimo giro di vite che si da per tentare di fermare un fenomeno pericoloso e estremamente attuale.Ma anche stavolta la vite che si gire e' quella piu' in vista, quella piu' facile da raggiungere e dove ci si sporca meno.Pero' si puo' annunciare al mondo di averla girata!!!Mi sembra molto simile al discorso di tassare tutti i supporti di memorizzazione per frenare la pirateria informatica e la violazione del diritto d'autore.Tassiamo i martelli!!! Non è detto che servano per piantare solo innocenti chiodi..............E così il costo della nostra presunta sicurezza ricade ancora sulla gente che già si deve fare in quattro per sbarcare il lunario. Solo le squadre di calcio, che in questo paese sembrano contare piu' di tutti, non pagano tasse, non pagano contributi, non pagano nulla dell'imponente impianto di sicurezza che ogni domenica deve essere schierato per evitare che negli stadi ci scappi il morto.Basterebbe quello che prende un giocatore di stipendio per far contenti molte centinania di poliziotti.Ma la Sig.ra Pina no! Lei non ha scusanti. Ora deve anche impegnare tempo, risorse e denaro della sua attività (che mi auguro di cuore - ma dubito - la possa far diventare un giorno ricca come Totti) per dare il suo contributo alla lotta al terrorismo internazionale. Chi sarà il prossimo?Claudio
  • Anonimo scrive:
    Easyeverything non identifica i clienti
    ieri 8 settembre sono stato all' Easyeverything di via barberini a roma e ho notato con stupore che l'accesso ai PC collegati ad internet avviene ancora tramite inserimento di monetina da 2 euro nel distributore di codici di accesso e successiva login al terminale SENZA NESSUNA RICHIESTA DI DOCOMENTI da parte dello staff.i grandi non hanno mai paura...chissà perchè
    • Anonimo scrive:
      Re: Easyeverything non identifica i clie
      Mi sembra che per mettersi in regola si hanno 60gg di tempo a partire dal 2 agosto... 8)
      • Anonimo scrive:
        Re: Easyeverything non identifica i clie
        Ti sembra male mio caro, i 60 giorni sono per presentare la richiesta di licenza al questore, mentre l'obbligo di identificazione dei clienti e della tenuta dei log e' scattato dal giorno della pubblicazione del decreto attuativo, successivo alla Legge 155.8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Easyeverything non identifica i clie
      Anche i punti merdosi di Telecom Italia e co. non chiedono i dati
  • Anonimo scrive:
    antiter.e esenzione da com. al min. com
    mi associo al pensiero comune della legge inutile, nel mio caso sono dovuto anche andare a capire che un attività non prevalente è esente da comunicazione ministero delle comunicazioni.Che il ministero degli interni ha messo la modulistica on line e neanche le questure lo sanno et.et.La libera interpretazione poi è deleteria.La legge dice registrare il traffico da singolo utente a ip univoco, quindi inserire un proxi e creare ip statici dei terminali.Mantenere i dati sia virtualmente quindi scanner e fisicamente copia.Per cosa?? boh?ho messo i documenti on line www.iocisono.it/antiterrorismo.zip
  • Anonimo scrive:
    Hai ragione!
    Hai mille ragioni da vendere.Il fatto è che, essendo la politica italiana dominata dal "barone" delle televisioni, Internet diventa il NEMICO numero uno. Bisogna quindi condizionare l'opinione pubblica negaivamente nei confronti di Internet e fare "propaganda" contro Internet facendogli credere che Internet è il male, al fine di creare un terreno fertile nell'opinione pubblica affinchè questa possa accettare di buon grado e in modo "naturale" leggi e imposizioni molto più restrittive alla nostra libertà di cittadini.Non temere, comunque, perchè, secondo me, Internet è volontà di Dio.Internet UNISCE e la preghiera di Gesù è orientata all'unità dei cristiani e anche di quelli che non credono, unità realizzabile, al momento, soltanto tramite Internet.Secondo me il ministro Pisanu non sa quello che fa e la schieramento politico che lo sostiene, con il suo decreto, rischiano di mettersi contro Dio e di perdere nei confronti della Storia.
  • Anonimo scrive:
    Ma cosa diavolo scrive questa?
    "come attività da controllare e reprimere"Controllare si, reprimere no. CONTROLLARE NON e' REPRIMERE, Sono concetti completamente diversi e che non si incrociano, anzi!!! Forse Controllare è stimolare le persone PER BENE a usare Internet al meglio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma cosa diavolo scrive questa?
      - Scritto da: Anonimo
      "come attività da controllare e reprimere"

      Controllare si, reprimere no. CONTROLLARE NON e'
      REPRIMERE, Sono concetti completamente diversi e
      che non si incrociano, anzi!!! Forse Controllare
      è stimolare le persone PER BENE a usare Internet
      al meglio.eccolo lì... il baluardo del regime che si beve tutte le fesserie che sparano i suoi amichetti camerati al governo...controllare non è reprimere? allora ogni giorno vengo a casa tua, resto con te 24ore su 24, ti guardo mentre mangi, guardo cosa mangi, ti guardo mentre fai la doccia, mentre fai la cacca e le controllo pure e ci faccio qualche analisi, ti osservo mentre guardi la televisione e annoto cosa guardi e cosa dici mentre lo guardi, tengo traccia delle tue telefonate...io così ti controllo, sia mai che tu sei un terrorista... io ti controllo... e controllandoti reprimo la tua libertà...sogni d'oro.
  • Anonimo scrive:
    L'ennesima legge scritta da incompetenti
    Da tempo stiamo assistendo all'emanazione di leggi scritte da incompetenti e/o con condizioni apparentemente incomprensibili (tranne ovviamente quelle che interessano chi "comanda"...). Tanto per citarne qualcuna, passiamo dall'obbligatorieta' delle luci sulle automobili (solo nei paesi nordici c'e' quest'obbligo, qui da noi qualcuno ha capito a cosa serva tenerle accese anche di giorno?) al famoso giubbettino catarifrangente (da indossare obbligatoriamente, ma non e' obbligatorio possederlo...), alla "tassa sul macinato" sui CD e DVD (formalmente "compenso per la copia privata" -che non posso fare perche' i CD sono protetti- ma in realta' e' una imposta per ripagare le copie pirata -allora sono autorizzato a farne?-).Ora anche questa storia dell'antiterrorismo che, se ci pensate bene, puo' fare da giustificazione per QUALSIASI provvedimento restrittivo delle liberta' di tutti. In nome della lotta al terrorismo si puo' fare tutto, fino ad arrivare ad una dittatura mascherata da "lotta al terrorismo".Quindi non posso che essere d'accordo con il gestore dell'internet cafe', dobbiamo SVEGLIARCI e capire che abbiamo una classe politica INCOMPETENTE o in MALAFEDE. Non so quale delel due sia peggiore, comunque sia rabbrividisco quando vedo una citta' scendere in piazza perche' la squadra di calcio e' stata retrocessa, mentre per cose ben piu' gravi (l'economia bloccata, costi e tasse che aumentano, occupazione sempre piu' precaria, servizi dello stato che diminuiscono) tutti li' zitti a fare i PECORONI. E magari alle prossime elezioni si voteranno nuovamente gli stessi politici...
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ennesima legge scritta da incompet

      Quindi non posso che essere d'accordo con il
      gestore dell'internet cafe', dobbiamo SVEGLIARCI
      e capire che abbiamo una classe politica
      INCOMPETENTE o in MALAFEDE. Il problema e' che anche se fossimo tutti ben svegli - e molti lo sono - non abbiamo alcuno strumento per cambiare le cose - eslcudendo un voto ogni tanto che pero' dopo lascia gli eletti liberi senza controllo, senza contare le numerose e influentissime cariche di potere non elettive.Non abbiamo potere.Ci possiamo svegliare quanto vogliamo, ma poi piu' che scrivere lettere, scrivere nei forum e scrivere ai giornali, nulla possiamo.Solo indignarci. E nel frattempo pagare e foraggiare chi ci comanda.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'ennesima legge scritta da incompet
        - Scritto da: Anonimo

        Quindi non posso che essere d'accordo con il

        gestore dell'internet cafe', dobbiamo SVEGLIARCI

        e capire che abbiamo una classe politica

        INCOMPETENTE o in MALAFEDE.

        Il problema e' che anche se fossimo tutti ben
        svegli - e molti lo sono - non abbiamo alcuno
        strumento per cambiare le cose - eslcudendo un
        voto ogni tanto che pero' dopo lascia gli eletti
        liberi senza controllo, senza contare le numerose
        e influentissime cariche di potere non elettive.

        Non abbiamo potere.

        Ci possiamo svegliare quanto vogliamo, ma poi
        piu' che scrivere lettere, scrivere nei forum e
        scrivere ai giornali, nulla possiamo.

        Solo indignarci. E nel frattempo pagare e
        foraggiare chi ci comanda.E no caro palle, è lì che ti sbagli : potenzialmente possiamo avere potere , ma è l'ignoranza che offusca le menti!
        • Anonimo scrive:
          Re: L'ennesima legge scritta da incompet
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo


          Quindi non posso che essere d'accordo con il


          gestore dell'internet cafe', dobbiamo
          SVEGLIARCI


          e capire che abbiamo una classe politica


          INCOMPETENTE o in MALAFEDE.



          Il problema e' che anche se fossimo tutti ben

          svegli - e molti lo sono - non abbiamo alcuno

          strumento per cambiare le cose - eslcudendo un

          voto ogni tanto che pero' dopo lascia gli eletti

          liberi senza controllo, senza contare le
          numerose

          e influentissime cariche di potere non elettive.



          Non abbiamo potere.



          Ci possiamo svegliare quanto vogliamo, ma poi

          piu' che scrivere lettere, scrivere nei forum e

          scrivere ai giornali, nulla possiamo.



          Solo indignarci. E nel frattempo pagare e

          foraggiare chi ci comanda.
          E no caro palle, è lì che ti sbagli :
          potenzialmente possiamo avere potere , ma è
          l'ignoranza che offusca le menti!E quindi come dico io, non abbiamo potere!! :)
          • Anonimo scrive:
            Re: L'ennesima legge scritta da incompet
            - Scritto da: Anonimo
            E quindi come dico io, non abbiamo potere!! :)Ora no, un giorno, magari, se ci impegniamo...http://www.internetcrazia.com
        • Marckuzio scrive:
          Re: L'ennesima legge scritta da incompet
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo


          Quindi non posso che essere d'accordo con il


          gestore dell'internet cafe', dobbiamo
          SVEGLIARCI


          e capire che abbiamo una classe politica


          INCOMPETENTE o in MALAFEDE.



          Il problema e' che anche se fossimo tutti ben

          svegli - e molti lo sono - non abbiamo alcuno

          strumento per cambiare le cose - eslcudendo un

          voto ogni tanto che pero' dopo lascia gli eletti

          liberi senza controllo, senza contare le
          numerose

          e influentissime cariche di potere non elettive.



          Non abbiamo potere.



          Ci possiamo svegliare quanto vogliamo, ma poi

          piu' che scrivere lettere, scrivere nei forum e

          scrivere ai giornali, nulla possiamo.



          Solo indignarci. E nel frattempo pagare e

          foraggiare chi ci comanda.
          E no caro palle, è lì che ti sbagli :
          potenzialmente possiamo avere potere , ma è
          l'ignoranza che offusca le menti!no è la lagnusia!!!qlke anno fa in argentina(mi pare) il popolo con le sue manifestazioni(altro ke tifosi del genoa) ha fatto cadere due governi in 1 settimananoi qui invece ci accolliamo di arrivare con calma alla dittatura dei nani....
  • Anonimo scrive:
    Non condivido
    Io sono un "collega" ma sono daccordo più con Pisanu che con l'autore della missiva. In questi anni ho sempre lasciato libero accesso alla clientela senza identificare alcuno. Devo dire però che ho sempre vissuto il mio lavoro con un pò di angoscia e questo perchè non occorre organizzare l'attentato alle torri gemelle per commettere un reato via internet, basta entrare in qualche forum o chat e spiattellare dati personali/sensibili di terze persone ed ecco bello e confezionato un 'reato di violazione della privacy'. In una evetuale indagine di polizia postale si risale al titolare dell'abonamento internet, e se io gestore di un accesso pubblico non riesco a identificare l'autore di 'certe operazioni' corro dei rischi in prima persona.Utenti domestici spiati? Vedi sopra, succede già oggi tutti i giorni qundo inserisci username e passwd per connetterti in dial up e con l'ip della tua adsl.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non condivido
      il terrorismo lo fanno gli stati che con la scusa del "terrorismo" vogliono controllarci, manipolarci ancora di più di quello che già facevano in passato.sveglia gente, SVEGLIA!
  • pre-REGISTRA scrive:
    e se fosse solo incompetenza?
    Purtoppo ragazzi io temo che quello che sta accadendo non è voglia di dominio, forse sarebbe meglio perchè significherebbe che ci sono person e di una certa intelligenza al potere in italia, ma temo che si tratti solo di norme rabberciate per cercare di far vedere all'opinione pubblica (leggi smidollati pecoroni) che si stà facendo qualcosa.io lavoro in un internet point e vi posso dire quale è la strategia delle forze dell'ordine (ampiamente rirportata sui giornali locali), si presenteno all'internet point e ben lungi dal gaurdare tabulati e spulciare indirizzi ip si limitano ad identificare gli stranieri che ci sono dentro, se non sono in regola con i documenti viene seguita la normale prassi per i migranti senza permesso di soggiorno.Nessun poliziotto mi ha mai domandato dati che avrebbero bisogno di qualche conoscenza tenica per essere interpretati, in questo gverno è il sonno della ragione a dominare.
    • AnyFile scrive:
      Re: e se fosse solo incompetenza?
      E' molto piu' semplice trovare un immigrato senza permesso di soggiorno che un attentatore (magari cittadino)
  • gotta scrive:
    In spagna invece..
    questa estate sono stato in spagna.Nella hall dell'albergo c'era una simpatico totem dove mettendo un eurino potevo accedere allegramente ad internet per 15 minutiIn sala giochi c'erano dei computer dove per la stessa monetina da 1 euro (c'era la gettoniera collegata al pc..) si poteva, per 30 minuti, accedere ad internet, usare skype, giocare in rete etcE, ciliegina sulla torta, accendendo la wifi del palmare ho trovato una copertura wireless *free* gentilmente offerta da un gruppo di radioamatori della zona, con tanto di forum dove inviare i propri commenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: In spagna invece..
      - Scritto da: gotta
      questa estate sono stato in spagna.Zitto! Non far capire agli italiani cosa sia un paese normale.Laciali convinti di essere i piu' furbi, cosi' mentre sono impegnati a pensare quanto sono gagliardi, possono venire spiati, tosati e munti. Mica per nulla e' il paese delle tasse ivate.
      • AnyFile scrive:
        Re: In spagna invece..
        - Scritto da: Anonimo

        gagliardi, possono venire spiati, tosati e munti.
        Mica per nulla e' il paese delle tasse ivate.A proposito dell'IVA sulla tassa.Ho sempre saputo che l'Italia si giustifica dicendo che la legge sull'IVA e' uguale in tutta l''Unione Europea, cosa succede nel resto dell'Europa?Andando a guardare la legge sull'IVA ho notato che ci sono profonde differenze tra pese e paese, perche ci sono alcune norme in comune, ma poi un sacco di cose che sono scelte dal singolo paese. Tra cui le varie aliquote dell'IVA e cosa includere nelle varie categore.Pertanto vi sono stati dove hanno un IVA dello zero% cose tipo vestiti e calzature per bambini, in Italia invece nella categoria ad iva zero c'e' soltanto l'oro per investimento (l'oro in lingotti, che con una legge peculiare dell'Italia era vietato detenere) (prevengo l'obiezione ... visite mediche e cose simili hanno l'iva normale e poi sono esentati .. ma questa e' una cosa diversa)Non basterebbe includere nella categoria dell'iva allo zero% (o nella categoria delle esenzioni) le tasse?[piu' propriamente tasse -
        accise]C'e' qualche giurista/economico che mi sa rispondere?.. ah sto ancora aspettando lo sconto fiscale sulla benziana ... ma che caso nel consiglio dei ministri quando si tratta di far nuove tasse o decreti a favore loro il tempo lo trovano sempre .. quando si tratta di dimunire le tasse non hanno tempo ... che caso!!==================================Modificato dall'autore il 07/09/2005 15.56.56
  • Anonimo scrive:
    Ridicolo
    ah sì...un kamikaze entra in un bar col suo zainetto carico di tritolo, ordina un caffè, si collega ad internet, gli si prendono i suoi dati nel registro, esce e va a farsi saltare in aria 100 metri più in là...e qualche giorno dopo con stupore la polizia vede che quel kamikaze era stato lì in quel bar, il barista che verrà in terrogato per ore per sapere se lo conosceva..RIDICOLOOOOOOOOOO
    • Anonimo scrive:
      Re: Ridicolo

      RIDICOLOOOOOOOOOOSono d'accordo. Ecco invece uno scenario meno ridicolo: un tipo che ha in odio la corruzione entra in un caffe', si gusta il suo cappuccino e attraverso il collegamento internet del bar scrive ad un giornale di essere venuto in possesso di un documento ministeriale ricco di informazioni sulla gestione scandalosa degli appalti. E' scoop! Il documento viene pubblicato e il ministro finisce inquisito, ma non prima che il tipo del caffe' venga rintracciato e denunciato per appropriazione indebita (come ha avuto il documento?), diffamazione (controdenuncia del ministro) e pedofilia (ha usato internet).Ecco compresi gli scopi della legge. Altro che arabi.
  • eagleman scrive:
    d'accordo, ma...
    Sono d'accordo Lei, signora, ma allora che si fa ? aspettiamo che salti in aria una città prima di prendere provvedimenti ? quanti morti sarano ancora necessari per portarci ad alzare la nostra soglia di attenzione ? Seconde me una cosa non si è capita bene - Siamo in guerra, in tempi di guerra, con morti e feriti, bombardamenti, città distrutte, soldati e civili devono combattere assieme, ognuno a suo modo e con quello che hanno a disposizione, altrimenti, Beh, consegnammo il mondo ad Al.jazeera e quanti più altri. Ma io non lo faro, non consegnerò il mio paese a questi criminali.Forse la legge non é completamente giusta, forse obbliga persone come lei ad adempiere certe compiti che normalmente non le spettano, ma si ricordi, siamo in guerra, con morti e feriti. E se un di questi caduti fosse stato uno suo conoscente ? cosa farebbe? già...non è facile ammeterlo, ma siamo in guerra. è tutto lì.
    • Anonimo scrive:
      Re: d'accordo, ma...
      Giusto! Hai centrato il problema. Prima di mettere post su quest'argomento consiglio a tutti di andare a guardare i morti, i morti straziati, i bambini straziati da questi vigliacchi assassini. Non è moralismo è solo un invito a tutti a guardare alla realtà, a partire dalla dura realta prima di gridare a presunti attentati alla libertà digitale."Poca osservazione e molto ragionamento conducono all?errore, molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità"Alexis Carrel
      • Riot scrive:
        Re: d'accordo, ma...

        Giusto! Hai centrato il problema. Prima di
        mettere post su quest'argomento consiglio a tutti
        di andare a guardare i morti, i morti straziati,
        i bambini straziati da questi vigliacchi
        assassini. Non è moralismo è solo un invito a
        tutti a guardare alla realtà, a partire dalla
        dura realta prima di gridare a presunti attentati
        alla libertà digitale.Straquoto, vedo già i terroristi che entrano con documenti veri negli internet cafè per farsi arrestare.Nome: OsamaCognome: bin LadenProfessione: terroristaSe poi sfuggissero a questo primo controllo non basterebbe fare altro che analizzare tutte le email inviate dagli internet cafè e visto che saranno sicuramente fatte così:"From: cellulaterroristica@italia.itTo: osmabinladen@alqaeda.afSubject: attentato a Roma immineneteText: Abbiamo terminato i preparativi per l'attentato che, nel caso tu l'abbia scordato, si svolgerà il giorno X nel luogo Y.Senza motivo ti scrivo anche il piano che seguiremo. Eccolo.[cut]Allah è grande.FirmatoAbdullahMohamad(nomi veri, eh?)"Non sarà un problema beccarli.Ma perchè limitarci alle email degli internet cafè? Perchè non controllarle tutte?Non abbiamo salvato nessuno (beh, ci abbiamo provato ;) ) e intanto abbiamo reso l'Italia uno stato di polizia."I bambini! Qualcuno pensi ai bambini!"
        "Poca osservazione e molto ragionamento conducono
        all?errore, molta osservazione e poco
        ragionamento conducono alla verità"
        Alexis Carrel"Chi rinuncia alla libertà in cambio della sicurezza non avrà nè l'una nè l'altra" Franklin
        • Anonimo scrive:
          Re: d'accordo, ma...


          Straquoto, vedo già i terroristi che entrano con
          documenti veri negli internet cafè per farsi
          arrestare.

          Nome: Osama
          Cognome: bin Laden
          Professione: terrorista
          E' un commento talmente banale che può essere considerato solo una semplice battuta. E' ben noto che ormai i terroristi (non solo quelli islamici, vedi BR) fanno uso di internet e certamente non lo fanno con abbonamenti a loro intestati. Se controllare l'identità di chi usa i servizi di un internet point non è la madre di tutte le soluzioni è sicuramente un modo di stringere il cerchio. Ma sono certo che tu hai una idea migliore...

          "Chi rinuncia alla libertà in cambio della
          sicurezza non avrà nè l'una nè l'altra" Franklin
          Bella citazione, ma da allora ne è passata di acqua sotto i ponti. Bisogna vedere cosa direbbe oggi...
          • soulista scrive:
            Re: d'accordo, ma...

            E' un commento talmente banale che può essere
            considerato solo una semplice battuta. E' ben
            noto che ormai i terroristi (non solo quelli
            islamici, vedi BR) fanno uso di internet e
            certamente non lo fanno con abbonamenti a loro
            intestati. Se controllare l'identità di chi usa i
            servizi di un internet point non è la madre di
            tutte le soluzioni è sicuramente un modo di
            stringere il cerchio. Ma sono certo che tu hai
            una idea migliore...Io penso che la polizia e organi di controllo vari dovrebbero inginocchiarsi e baciare il cu** metallico e peloso di internet: grazie ad internet ora si catturano pedofili, terroristi e quant'altro che prima agivano nel totale anonimato della posta ordinaria! La F1 insegna: ai box le informazioni criptate se le scambiano su bigliettini





            "Chi rinuncia alla libertà in cambio della

            sicurezza non avrà nè l'una nè l'altra" Franklin



            Bella citazione, ma da allora ne è passata di
            acqua sotto i ponti. Bisogna vedere cosa direbbe
            oggi...Direbbe la stessa cosa: si tratta di principi che stanno alla base dell'umanità
          • Riot scrive:
            Re: d'accordo, ma...
            - Scritto da: Anonimo



            Straquoto, vedo già i terroristi che entrano con

            documenti veri negli internet cafè per farsi

            arrestare.



            Nome: Osama

            Cognome: bin Laden

            Professione: terrorista



            E' un commento talmente banale che può essere
            considerato solo una semplice battuta.Appunto. Immagina allora quale potrà essere l'utilità di questa legge nei confronti della "guerra al terrorismo".
            Se controllare l'identità di chi usa i
            servizi di un internet point non è la madre di
            tutte le soluzioni è sicuramente un modo di
            stringere il cerchio.Cioè tu stai dicendo che visto che il governo non è in grado di fare delle leggi per limitare il terrorismo allora fa queste idiozie e sono meglio di nulla?E' come se tu consigliassi a un operaio che non arriva alla fine del mese di darsi una martellata sui piedi: i soldi non li ha ma almeno il dolore lo distrae.
            Ma sono certo che tu hai
            una idea migliore...Certamente.Innanzitutto cerchiamo di non regalare la vittoria al terrorismo auto-trasformandoci in uno stato di polizia.Poi magari colpiamo i principali finanziatori riconosciuti del terrorismo: l'Arabia Saudita.Di certo non con una guerra, che come abbiamo visto è una soluzione idiota, ma magari bloccando i loro fondi che per la stragrande maggioranza sono all'estero.Solo il terrorismo si può fermare, il terrorista non lo fermano neanche i servizi segreti più potenti del mondo come si è visto.

            "Chi rinuncia alla libertà in cambio della

            sicurezza non avrà nè l'una nè l'altra" Franklin



            Bella citazione, ma da allora ne è passata di
            acqua sotto i ponti. Bisogna vedere cosa direbbe
            oggi...Probabilmente la stessa cosa, solo che la urlerebbe.Guarda il tuo caso ad esempio, sai che la legge è un'idiozia, sai che limiterà la tua libertà e lederà la tua privacy eppure, per una sicurezza addirittura illusoria, sei tranquillamente disposto a rinunciare a entrambe.
          • Anonimo scrive:
            Re: d'accordo, ma...
            Direbbe che il livello di capacità cerebrale totale dell'umanità è rimasto costante mentre la popolazione è aumentata.Visti cereti commenti, soprattutto (ma del resto, da uno che si firma con un toro che fa grunt...)
      • Anonimo scrive:
        Re: d'accordo, ma...
        - Scritto da: Grug
        Giusto! Hai centrato il problema. Prima di
        mettere post su quest'argomento consiglio a tutti
        di andare a guardare i morti, i morti straziati,
        i bambini straziati da questi vigliacchi
        assassini. Non ho capito stai parlando dei terroristi o degli americani (e non uso volutamente la "a" maiuscola)... :DTi ricordo che c'e' ancora la POSSIBILITA', ancora non smentita, che il crollo delle Torri dell'11 Settembre sia in realta' da addebitare ai terroristi, ma non proprio islamici.http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Unique&id=3115Dietrologia a parte, le tue argomentazioni dovrebbero essere un po' piu' politiche e meno "emotive", visto che si sta parlando di "strategie" nazionali.
        "Poca osservazione e molto ragionamento conducono
        all?errore, molta osservazione e poco
        ragionamento conducono alla verità"
        Alexis CarrelVisto che sei in vena di citazioni, beccati questa, va': "Chi rinuncia ad un po' della propria liberta' in cambio di una maggiore sicurezza, non avra' piu' ne' liberta' ne' sicurezza". Benjamin FranklinSaluti
    • Anonimo scrive:
      Re: d'accordo, ma...
      ma perche' invece di fare la guerra non facciamo la pace ? te lo sei mai chiesto ? BASTA con queste chiacchiere da guerrafondai ! le persone sono stufe dell'odio e della strategia del controllo per farvi fronte ......chi ritiene di essere in una guerra di religione o di altro tipo e' una minoranza, in Italia e in Europa e recentemente anche in USA i favorevoli alla guerra sono sempre meno, la gente sta aprendo gli occhi e a breve i guerrafondai andranno a casa in Italia come in USA come in Gran Bretagna !Vogliamo l'ONU piu' forte, vogliamo la diplomazia intenazionale piu' forte, vogliamo che non ci siano discriminazioni di religione ne' di q.siasi altro tipo, vogliamo che il debito pubblico dei paesi del terzo mondo sia estinto, etc.. etc...VOGLIAMO LA PACE E L'AMORE !
      • Anonimo scrive:
        Re: d'accordo, ma...
        - Scritto da: Anonimo
        ma perche' invece di fare la guerra non facciamo
        la pace ? te lo sei mai chiesto ?

        BASTA con queste chiacchiere da guerrafondai !

        le persone sono stufe dell'odio e della strategia
        del controllo per farvi fronte ......

        chi ritiene di essere in una guerra di religione
        o di altro tipo e' una minoranza, in Italia e in
        Europa e recentemente anche in USA i favorevoli
        alla guerra sono sempre meno, la gente sta
        aprendo gli occhi e a breve i guerrafondai
        andranno a casa in Italia come in USA come in
        Gran Bretagna !

        Vogliamo l'ONU piu' forte, vogliamo la diplomazia
        intenazionale piu' forte, vogliamo che non ci
        siano discriminazioni di religione ne' di q.siasi
        altro tipo, vogliamo che il debito pubblico dei
        paesi del terzo mondo sia estinto, etc.. etc...

        VOGLIAMO LA PACE E L'AMORE !Io vorrei anche sposarmi con Jessica Alba, pensa un pò...
      • Anonimo scrive:
        Re: d'accordo, ma...
        forse non ti è chiaro noi possiamo fare tutta la pace che vogliamo quelli ci bombardano lo stesso
        • burru scrive:
          Re: d'accordo, ma...
          Scrivi dall'iraq vero?
          • Anonimo scrive:
            Re: d'accordo, ma...
            no ma potrei esser a Londra a Madrid a Sharm o a new york .............se vuoi continuo
          • Anonimo scrive:
            Re: d'accordo, ma...
            va bene, allora poiche' ci siamo cacciati in un vicolo cieco dobbiamo rinunciare alle nostre liberta' ? e' questo il ragionamento ?perche' non scaliamo marcia e mettiamo la marcia indietro cercando di recuperare la situazione tagliando le gambe alle forme di alimentazione del terrorismo ?perche' i ministri del nostro governo ad esempio vogliono bobmardare la gente che arriva sulle carrette del mare per sfuggire ad un futuro di kamikazze ?altrimenti continuiamo a dire che ci fanno gli attentati a noi poveri cristi che non vogliamo rubare il petrolio e il potere a nessuno e non si finisce piu' !sono sicuro che ne' io ne te vogliamo fare questo agli arabi o agli altri popoli pero' il fatto certo e' che i nostri paesi lo fanno !..... e allora?
    • soulista scrive:
      Re: d'accordo, ma...
      - Scritto da: eagleman
      Sono d'accordo Lei, signora, ma allora che si fa
      ? aspettiamo che salti in aria una città prima di
      prendere provvedimenti ? quanti morti sarano
      ancora necessari per portarci ad alzare la
      nostra soglia di attenzione ? Seconde me una cosa
      non si è capita bene - Siamo in guerra, in tempi
      di guerra, con morti e feriti, bombardamenti,
      città distrutte, soldati e civili devono
      combattere assieme, ognuno a suo modo e con
      quello che hanno a disposizione, altrimenti, Beh,
      consegnammo il mondo ad Al.jazeera e quanti più
      altri. Ma io non lo faro, non consegnerò il mio
      paese a questi criminali.
      Forse la legge non é completamente giusta, forse
      obbliga persone come lei ad adempiere certe
      compiti che normalmente non le spettano, ma si
      ricordi, siamo in guerra, con morti e feriti. E
      se un di questi caduti fosse stato uno suo
      conoscente ? cosa farebbe? già...non è facile
      ammeterlo, ma siamo in guerra. è tutto lì.Ma quale guerra? si può sapere che guerra stiamo combattendo? contro quale nemico? e per cosa? per conquistare territori?... o combattiamo per la nostra libertà? Ma se stiamo combattendo per la nostra libertà e il nostro stile di vita come mai sono i nostri stessi governi ad imporci censure, obblighi idioti e uno stile di vita... TALEBANO?!La guerra come la vedi tu é iniziata a morire con l'invenzione della polvere da sparo ed é morta con la seconda guerra mondiale, dopo la quale i governi "buoni" del mondo hanno capito che non serviva dichiarare guerra ufficialmente, per conquistare il mondo, ma bastava inviare degli agenti segreti che addestrassero terroristi che rovesciassero i governi... terroristi da usare poi come "mostri" per convincere i loro stessi popoli a piegarsi ai voleri del "padrone" che sa cosa é buono e giusto per la libertà e lo stile di vita "occidentale"...Io sto cominciando a stimare Hitler.
    • Anonimo scrive:
      Re: d'accordo, ma...
      Umamma, signora Fallaci, anche lei qui? ma per favore, ma che guerra? L'unica guerra in cui siamo coinvolti è una guerra non dichiarata, incostituzionale ed illegittima, in Iraq. Questa è una guerra e non richiede il passaporto per chi vuole usare internet liberamente come in un qualunque Paese civile, ma richiede un cambiamento di governo. E speriamo che avvenga presto.
  • Pantagru scrive:
    U.S.A.: documento obbligatorio
    Un paio di anni fa in un Internet café di N.Y. mi hanno chiesto un documento.A parte ciò, l'autore della lettera ha ragione.Ciò che potrebbe essere utile sarebbe conservare la foto dell'utente e/o del suo documento (più che i dati trascritti).E' evidente l'incompetenza di chi ha fatto quella legge, che evidentemente ha ancora la mentalità delle case che si potevano gestire solo con l'autorizzazione della Pubblica Sicurezza. Ma le critiche vanno stilate seriamente, non con il solito "ma mi facciano il piacere...".
    • Anonimo scrive:
      Re: U.S.A.: documento obbligatorio
      Gli oneri aggiuntivi (giustamente) imposti dal DL 196 per la conservazione di una copia dei documenti dei clienti sarebbe un ulteriore onere non indifferente.
      • Anonimo scrive:
        Re: U.S.A.: documento obbligatorio
        Boh... A Berkely nel mio albergo c'erano tre PC liberamente utilizzabili (è vero che ero registrato come cliente) ed il WiFi attivo. A San Francisco nel Mac Store potevi entrare ed usare gratis connessioni su Mac liberamente, e nella metropolitana c'è il WiFi. Credo che là sia chiaro a tutti che l'utenza "domestica" non è quella pericolosa, e che i terroristi comunicano con altri mezzi in rete (se comunicano in rete).Secondo me la norma italiana è coerente con un dato che descriverei piuttosto come antropologico nella nostra amministrazione: l'illusione/fede di poter organizzare un sistema burocratico totale, che registri ed eterni quanti più particolari possibile. Sebbene una cosa del genere sia impossibile, perché complessa ed ingestibile, in italia si continua a tentare. Dagli archivi polverosi pieni di documenti in triplice copia contenenti dati ridondanti, alla richiesta di depositare il proprio sito alla Biblioteca Nazionale, a questa pretesa di fotografare in tempo reale tutta l'attività di tutti gli internet café raccoglindo quantità spropositate di dati che poi andrebbero comunque lette (chissà chi lo farà ma?), esiste un filo rosso neppure roppo sottile.Io una volta dovetti dichiarare ad un pubblico ufficio di aver superato un esame presso quel pubblico ufficio :))) perché loro che mi avevano esaminato, non lo sapevano!
  • Anonimo scrive:
    Piccola esperienza personale
    Ad agosto ho trascorso una settimana a Budapest, Ungheria. Il paese è uscito da comunismo, quello vero, da circa 15 anni: non molto ma in questo periodo si sono dati da fare. Basti pensare che andando a bere un caffettino a metà mattina ci si sente quasi esclusi, quasi gente da terzo mondo ad antrare in un caffè senza portatile con schedina wireless. Questo anche di fianco all'ambasciata americana. E noi stiamo qua con sta gente che ci governa.....tra un po ci faranno sostituire la scheda wi-fi con un generatore di fumo e poi giocheremo tutti agli indiani......
  • Anonimo scrive:
    Non lamentiamoci sempre...
    Vorrei dire alla signora Congiargiu che si lamenta del decreto Pisanu alcune cose.Anzitutto che nessuno le impone di fare il poliziotto: i compiti assegnati a lei e a tutti i gestori di internet café sono semplicemente conseguenza della necessità di controllare i frequentatori, visto che in molti casi è stato accertato che le comunicazioni antecedenti gravi fatti di cronaca sono state effettuate da internet café (vds. ad es. l'omicidio Biagi). Volevo inoltre suggerire alla signora una minore ingenuità in quanto la criminalità è molto competente di internet e telematica in generale.Internet è un "mare magnum" si sa: ma proprio per questo può essere un valido strumento per chi attenta al vivere civile e pacifico e quindi un controllo preventivo (che non è fatto nelle case di nessuno, ma in locali pubblici...) non fa mai male.I terroristi non li dovete controllare voi, cara signora: ma visto che il vivere civile fa comodo anche a chi si lamenta come lei, quello che la legge vi chiede è un contributo a tutelarlo, che lei è tenuta a fornire, come cittadina italiana, senza alcuna forma di disfattismo. Saluti
    • Rex1997 scrive:
      Re: Non lamentiamoci sempre...
      - Scritto da: Anonimo
      Vorrei dire alla signora Congiargiu che si
      lamenta del decreto Pisanu alcune cose.
      Anzitutto che nessuno le impone di fare il
      poliziotto: i compiti assegnati a lei e a tutti i
      gestori di internet café sono semplicemente
      conseguenza della necessità di controllare i
      frequentatori, visto che in molti casi è stato
      accertato che le comunicazioni antecedenti gravi
      fatti di cronaca sono state effettuate da
      internet café (vds. ad es. l'omicidio Biagi). Fonte please? Perché risulta che la rivendicazione è stata fatta con una "banale" telefonata da un telefono pubblico...e le comunicazioni tra i terroristi avvenivano tramite telefoni cellulari..(sto nome è tutto un programma ! :) )
      Volevo inoltre suggerire alla signora una minore
      ingenuità in quanto la criminalità è molto
      competente di internet e telematica in generale.
      Internet è un "mare magnum" si sa: ma proprio per
      questo può essere un valido strumento per chi
      attenta al vivere civile e pacifico e quindi un
      controllo preventivo (che non è fatto nelle case
      di nessuno, ma in locali pubblici...) non fa mai
      male.Ecco appunto i criminali sono molto competenti di internet: secondo te un competente trasmetterebbe informazioni "riservate" da un internet-café senza la possibilita di mascherare il tutto (IP adress, nome, crittografia e quant'altro..)? Si attacca ad internet da una centrale (l'amico che lavora per una compagnia telefonica lo trovano sempre,..sai i favori che non si possono rifiutare..) e fa quello che vuole, alla faccia delle leggi vigenti...:@
      I terroristi non li dovete controllare voi, cara
      signora: ma visto che il vivere civile fa comodo
      anche a chi si lamenta come lei, quello che la
      legge vi chiede è un contributo a tutelarlo, che
      lei è tenuta a fornire, come cittadina italiana,
      senza alcuna forma di disfattismo. SalutiD'accordo sul contributo alla tutela del vivere civile, ma usare il cervello (o almeno quel poco che ne rimane) e fare le cose più intelligentemente, no vero? I vari servizi segreti, che costano montagne di Euro a noi contribuenti, non sono in grado di fare il loro lavoro senza coinvolgere, attivamente, in assurdi controlli il privato cittadino che fa un lavoro qualunque?Sarò paranoico, però ci vedo il solito tentativo di monitorare il popolo bue per controllarlo meglio...:(
      • Anonimo scrive:
        Re: Non lamentiamoci sempre...

        Sarò paranoico, però ci vedo il solito tentativo
        di monitorare il popolo bue per controllarlo
        meglio...:(Non e' un tentativo, funziona, come gia' avviene negli alberghi :(Buoi siamo e molto piu' bovini diventiamo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non lamentiamoci sempre...
        Non è affatto vero. Le comunicazioni sono regolarmente avvenute, come anche in altri casi di efferati delitti, tramite internet café.Il controllo voluto dal decreto Pisani non è di tipo tecnico (IP adress, nome, crittografia e quant'altro..), ma sulle persone che usano gli internet café.Nei controlli io non ci trovo nulla di assurdo, visto che una bomba può scoppiarti anche sotto la sedia, mentre stai placidamente sorbendo un caffé o bevendo cappuccino e cornetto alla crema, offerto dalla signora Congiargiu che si lamenta...Rammento inoltre che il tipo di controllo richiesto dal decreto Pisanu viene già regolarmente effettuato dagli albergatori, che sono da anni tenuti a comunicare chi usufruisce delle loro stanze e dei servizi offerti dagli alberghi, in ossequio al Testo Unico delle leggi di P.S..E nessuno parla di assurdità...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non lamentiamoci sempre...
      - Scritto da: Anonimo
      Vorrei dire alla signora Congiargiu che si
      lamenta del decreto Pisanu alcune cose.
      Anzitutto che nessuno le impone di fare il
      poliziotto: i compiti assegnati a lei e a tutti i
      gestori di internet café sono semplicemente
      conseguenza della necessità di controllare i
      frequentatori, visto che in molti casi è stato
      accertato che le comunicazioni antecedenti gravi
      fatti di cronaca sono state effettuate da
      internet café (vds. ad es. l'omicidio Biagi). anche da telefonate da cabine pubbliche, ma nessuno ha proposto di abolirle o di metterci qualcuno a guardia
      Volevo inoltre suggerire alla signora una minore
      ingenuità in quanto la criminalità è molto
      competente di internet e telematica in generale.infatti e' quello che ha detto anche la signora, ed e' acqua al mulino di chi dice che tali misure non servono alla lotta al terrorismo
      Internet è un "mare magnum" si sa: ma proprio per
      questo può essere un valido strumento per chi
      attenta al vivere civile e pacifico e quindi un
      controllo preventivo (che non è fatto nelle case
      di nessuno, ma in locali pubblici...) non fa mai
      male.e perche' non una ispezione rettale antidroga in pubblico ? non sono un flagello anche gli stupefacenti ?
      I terroristi non li dovete controllare voi, cara
      signora: ma visto che il vivere civile fa comodo
      anche a chi si lamenta come lei, quello che la
      legge vi chiede è un contributo a tutelarlo, che
      lei è tenuta a fornire, come cittadina italiana,
      senza alcuna forma di disfattismo. Salutima siccome le misure di sicurezza sono tanto inefficaci con chi e' abituato a delinquere come i terroristi (che non hanno problema a procurarsi documenti falsi) quanto ineludibili dai cittadini comuni, il dubbio che tutto questo fastidio per gli operatori non serva a sicurezza ma a controllo sociale viene anche agli ingenui, strano che non venga a menti brillanti come il postatoresaluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Non lamentiamoci sempre...
        Le bovine e volgari puntualizzazioni di cui sopra sono da bassa macelleria e denotano una scaristà di contenuti culturali ed una spiccata propensione alla polemica totalmente priva di costrutto.Il falso vittimismo denotato nell'utimo commento sta ulteriormente a dimostrare la spiccata propensione alla polemica e al disfattismo. Anche all'eccelsa intelligenza che si lamenta del "controllo sociale" ricordo che gli albergatori già forniscono dati sui propri clienti e nessuno si lamenta o parla di "controllo sociale"....
    • Antonello Pes scrive:
      Re: Non lamentiamoci sempre...
      Lamentiamoci sempre. Purtroppo il mondo è bello perchè vario.... direbbe qualcuno. Installo sistemi per internet cafè e devo dire che questa legge è una grande ca....ta perchè se uno è un pò scaltro della rete ne fà quello che vuole. La filosofia di internet è stata violata dalla legge che non pone alcun paletto per quel che si prefigge. Anche le intercettazioni telefoniche. Se uno vuole non si fà registrare. Ma lo dico non perchè non ci debba essere un controllo: sono conservatore, per cui..... Ma perchè la magistratura non è all'altezza della situazione. Sprecano i soldi pubblici con la filosofia della quantità a discapito della qualità. Se fossi un magistrato come prima cosa mi doterei di vere professionalità. Ci sono in giro tante persone che si spacciano per "esperti" e si vede come vanno i processi: se hai un minimo di soldi il tuo avvocato ti fà rilasciare in un battibaleno e la pena sarà lieve se non nulla. Se rubi una mela perchè hai fame e quindi non puoi pagarti un buon avvocato ti arrestano e buttano la chiave. L'amica di Nuoro ha ragione: è una legge cretina. Se fossi un terrorista starei ore a sbellicarmi dal ridere!!!!! Pensa che per violare la protezione di un wireless access point mi ci vogliono non più di 60 secondi, in media.... di conseguenza se fossi un terrorista non andrei in un internet point (o cafè, qual dir si voglia) ma mi allaccerei ad un access point privato......... e allora??????????????Ragazzi, siamo seri, le mosse da fare sono altre. Intelligence fatta con i controc..zi, investigazione fatta da investigatori e non da dilettanti, giudici preparati che non hanno smania di televisione o altro.......Scusate lo sfogo ma in questo mondo di ............
  • pandavr scrive:
    BRAVAAAAAAAAAAA!!!!!!!!
    ....
  • Anonimo scrive:
    Oggi i caffe', IERi gli utenti domestici

    "Oggi sono gli internet caffè, domani saranno gli
    utenti domestici ad essere spiati perché
    possibili fiancheggiatori di terroristi.""Domani"? Come sarebbe a dire "domani"? :) Notizia di martedì 20 luglio 2004:"Intercettazioni, Italia in testa"http://punto-informatico.it/p.asp?i=49026"Si parla ancora dello studio di un autorevole istituto tedesco secondo cui in Europa in nessun altro paese come in Italia le forze dell'ordine intercettano le comunicazioni tra cittadini"
    • AnyFile scrive:
      Re: Oggi i caffe', IERi gli utenti domes
      Appunto, lo avevo notato anche io. E' gia' da tempo che gli ISP sono obbligati a loro spese (cioe' di fatto a spese dei loro utenti) a tenere i log.... quo usque tandem abutere patienza nostra ....... per quanto ancora abuserai della nostra pazienza ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Oggi i caffe', IERi gli utenti domes
        - Scritto da: AnyFile
        Appunto, lo avevo notato anche io. E' gia' da
        tempo che gli ISP sono obbligati a loro spese
        (cioe' di fatto a spese dei loro utenti) a tenere
        i log.

        ... quo usque tandem abutere patienza nostra ....
        ... per quanto ancora abuserai della nostra
        pazienza ...Direi, ancora per un bel po'...
  • Anonimo scrive:
    Solo per chiarire...
    In un Internet Caffè devi fare il cappuccino e portarglielo alla postazione insieme alla cornetto alla crema, mentre servi altri clienti devi riuscire a decifrare un documento che può anche essere scritto in arabo e francese, senza alcuna traccia di inglese. Devi aiutare il turista che non sa fare la "@" o non sa che "Print" è "Stampa" e tante altre cose immensamente più complicate di queste. Per non fare errori di scrittura nel registro (visto che poi ne pagherei le conseguenze) dovrei scomodare il cliente oltre ad avergli rotto l'anima per avergli chiesto un documento, manco fosse in un albergo dove deve trascorrere diverso tempo. Invece è in un internet point, dove può stare anche 5 minuti per mandare una mail con una foto delle vacanze. Tra l'altro in un albergo prendono i miei dati e vengono conservati in APPOSITE cedole (consegnate dopo poco alle autorità, non conservate per anni...), per gli internet cafè non è stato disposto ASSOLUTAMENTE niente. Prendo un registro volgare? Mah...In albergo non viene segnato cosa faccio durante la mia permanenza, se sono a Riccione e la sera me ne vado alla Baia Imperiale non lo dico di certo alla reception, che gliene deve fregare?Altra cosa... in quel registro che devo scrivere?Composizione e-mail. E a chi le ha spedite? Non lo posso mica chiedere, saranno affaracci sua? E poi nella legge c'è scritto che non devo conservare dati di quel tipo. Dovrei conservare gli indirizzi che ha visitato? E come faccio? Gli sto dietro come un avvoltoio? Devo spendere soldi IO? Già pago le tasse (fossero poche...) con le quali in teoria vengono già prese misure anti terrorismo, devo anche comprare del software che non aiuta nessuno dei miei clienti? I soldi come li rifaccio? Lavoro per la gloria?Ah dimenticavo... dovrei anche fare la fotocopia del documento! Mi devo comprare una fotocopiatrice! Se invece potessi memorizzarla solo nel computer tramite scanner? Però su quella porzione di HDD ho pagato le tasse della SIAE ed è palese che non ho rubato canzoni a Mina & Co., mi danno almeno un rimborso per i giga e giga di roba che sarò obbligato a conservare negli anni?Perchè non prendere provvedimenti simili per la Western Union (trasferimento di denaro in tutto il mondo)? Perchè lì già si prendono i documenti ED HA UN SENSO, inoltre si paga una bella marca da bollo... perchè scassare l'anima dove lo stato guadagna benissimo e tanto? Le rimesse non sono affatto poche... 2 euro qui, 2 euro là... in un piccolo centro, 100 transazioni al mese si fanno tranquillamente, anzi è veramente poco rispetto alla realtà... sono 200?... fate un po' voi i conti... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo per chiarire...
      grande!!!Sto paese mi fa schifo.Se ci pensate bene, per certi versi siamo messi peggio di tutti gli altri stati europei. TRa un po' saranno i rumeni che impianteranno le loro fabbriche qua.:s
  • Anonimo scrive:
    Fatemi sfogare...
    Queste restrizioni servono solo a LORO per controllare quello che facciamo, quali sono i nostri gusti, cosa compriamo e cosa scriviamo su di loro. Una sorta di sondaggio. Come rimanere al governo se non si ha il controllo dell'andamento del pensiero degli italiani?Questa è gente che ha in mano le TV e i mass media, è gente che non ha vergogna.Assicurarsi il potere non è solo obiettivo di questo governo, ma anche della sinistra.L'opposizione fa l'assente per convenienza, usa l'impopolarità della destra per vincere le elezioni.Intanto, sotto le maschere della finta indignazione, sono felici che siano state fatte. il "vantaggio" di un futuro controllo politico fa gola, Poi ci racconteranno quella dell'uva.L'Italia è ben lungi dall'essere una democrazia, l'Italia è un caos! E' in mano a dei parlamentari che sono un misto fra nazileghisti / mafiosi e mangiapane a tradimento! :@ Puffa
  • Anonimo scrive:
    Occhio Pina
    che se il Bossi parla col Pisanu ti deportano in Barbagia...., vabbè che fra qualche mese li cacceremo a calci in culo con le elezioni e portai tornare a casa presto.
  • funkoolow scrive:
    sostegno morale e forse un consiglio...
    per quello che può servire, offro tutta la mia solidarietà a questa povera e coraggiosa signora che si trova a pagare di persona, a mò di corvee, l'ennesima legiferata partorita dai soliti ottusi ignoranti, evidentemente abituati da questi anni di governo a tirare fuori dal cappello soluzioni da televendita.certo è un pò strano che in così poco tempo, come già ai tempi dell'obbligo per i gestori di locali pubblici di fare le veci del pubblico ufficiale per far rispettare il divieto anti-fumo (che cmq trovo giustissimo) pena una salata multa, si riproponga un onere del genere sul capo di chi in fondo con attività di pattugliamento non c'entra proprio un beneamato...non resta che sperare che pure questa bella trovatina possa fare la stessa fine di cui sopra grazie a qualche provvidenziale tar, forse l'unico organo della democrazia che riesce ancora a stabilire con lucidità le relative competenze dell'uno o l'altro mestiere... anzi, perchè non pensa seriamente ad un ricorsino, signora?intanto, le faccio i migliori auguri per il futuro della sua nobile attività!
    • Anonimo scrive:
      Re: sostegno morale e forse un consiglio
      - Scritto da: funkoolow
      per quello che può servire, offro tutta la mia
      solidarietà a questa povera e coraggiosa signora
      che si trova a pagare di persona, a mò di corvee,
      l'ennesima legiferata partorita dai soliti ottusi
      ignoranti, evidentemente abituati da questi anni
      di governo a tirare fuori dal cappello soluzioni
      da televendita.Bella battuta!! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      certo è un pò strano che in così poco tempo, come
      già ai tempi dell'obbligo per i gestori di locali
      pubblici di fare le veci del pubblico ufficiale
      per far rispettare il divieto anti-fumo (che cmq
      trovo giustissimo) pena una salata multa, si
      riproponga un onere del genere sul capo di chi in
      fondo con attività di pattugliamento non c'entra
      proprio un beneamato...

      non resta che sperare che pure questa bella
      trovatina possa fare la stessa fine di cui sopra
      grazie a qualche provvidenziale tar, forse
      l'unico organo della democrazia che riesce ancora
      a stabilire con lucidità le relative competenze
      dell'uno o l'altro mestiere... anzi, perchè non
      pensa seriamente ad un ricorsino, signora?

      intanto, le faccio i migliori auguri per il
      futuro della sua nobile attività!Quoto in toto!
  • Anonimo scrive:
    competenza o controllo?

    Mi viene da sorridere circa la competenza tecnica in materia informatica e forse anche anti-terroristica.
    Non vi sa di medioevo, di caccia alle streghe, di voler abolire la cultura e l'informazione e restaurare l'ignoranza generalizzata, come se non bastasse già quella presente in quantità?Italia: la prima è sempre e comunque valida..ad ogni modo in genere è così: ciò che non si può gestire si tenta di limitarlo, blindarlo, controllarlo.. sarà fobia?Cosa c'è: la cultura, lo sviluppo, la coscenza sociale.. fanno paura? - Forse è più difficile imporre qualcosa a chi sa di cosa si sta parlando.Ieri i contenuti televisivi (quanti minuti/giorno non sono puro spam televisivo?), ora la cultura informatica (ma la guerra è dura. qui il controllo fisico è un altro paio di maniche..), e domani? - Nulla di nuovo. Ma quando ci daremo una mossa? -leOS.za
    • Anonimo scrive:
      Re: competenza o controllo?
      vallo a raccontare dopo che vi hanno fatto saltare qualche parente sulle metro ... non vedo la difficolta' in un momento come questo di registrare un nome ed una carta di identita' insieme ad un computer...
      • Anonimo scrive:
        Re: competenza o controllo?
        - Scritto da: Anonimo
        vallo a raccontare dopo che vi hanno fatto
        saltare qualche parente sulle metro ...Gia', allora perche' nel resto del mondo, tipo in USA (11 settembre) e in GB (attentati nella metro) non viene controllato chi accede a internet? A parte in Cina, a Cuba e nel Vietnam si intende.
        non vedo
        la difficolta' in un momento come questo di
        registrare un nome ed una carta di identita'
        insieme ad un computer...Che non sia questione di difficolta' e' chiaro a tutti. Ma non a te forse.
        • Anonimo scrive:
          Re: competenza o controllo?
          Concordo, non si tratta di una questione di carta d'identità ma di garanzie e libertà. Quanto poi agli internet point c'è una sola statistica che li indica come probabili fiancheggiatori di terroristi?C'è una qualche prova o testimonianza?C'è uno straccio di sms o e-mail (anche solo di auguri di natale) destinato a Bin Laden e soci?Allora prima di criminalizzare una categoria bisogna stare attenti a ciò che si dice.Certa gente prima di aprire bocca dovrebbe assicurarsi di avere il cervello collegato!
      • wup scrive:
        Re: competenza o controllo?
        Ecco uno che ha capito tutto! Ma com'è possibileche ci siano menti tanto ristrette? Stanno cercando di soffocare con tutte le scuse possibili l'unico vero strumento libero mai inventato de mente umana e questo scrive tali i***zie!!!Che ci sta a fare su internet? E' un covo di terroristi, pedofili, delinquenti, truffatori e mafiosi. Consiglio a questa persona di chiudere al più presto il suo contratto di connessione e ritirarsi nel suo piccolo mondo sicuro, al riparo da tutte le insidie, sotto la gonna di mammà!E per favore, in redazione, non mettete in OT questo post, altrimenti non siete tanto diversi da lui... non siete delle baby sitter! o sì? (nel qual caso vi saluto a tutti, non ho proprio bisogno di ipocriti educatori paternalisti)
      • Anonimo scrive:
        Re: competenza o controllo?
        - Scritto da: Anonimo
        vallo a raccontare dopo che vi hanno fatto
        saltare qualche parente sulle metro ... non vedo
        la difficolta' in un momento come questo di
        registrare un nome ed una carta di identita'
        insieme ad un computer...Si sta parlando di "strategie" nazionali, non di monovre dovute all'onda emotiva.Mio padre e' stato falciato da una macchina il cui guidatore e' ancora a piede libero.Non per questo mi vado battendo per l'abolizione delle automibili o per gli autovelox/pattuglie ad ogni angolo di strada.A chi tocca tocca: le disgrazie non guardano in faccia a nessuno.La liberta' e' invece di tutti ed e' un bene prezioso. Come tale va tutelata, anche a scapito di bambini morti.
      • Anonimo scrive:
        Re: competenza o controllo?
        Bastaaaaa! ma cosa scrivi, ma come pensi???Ma sai di cosa stai parlando? Evidentemente no. Ti rendi conto che:a) E' come chiedere la carta di identità per poter comprare il giornale? E' una forma di controllo assurda ed incostituzionale sull'informazione?b) Che cosa significa loggare ip connessioni e (?!) comunicazioni cifrate, sia int ermini di competenza, costi insostenibili e anche impossibilità tecnica?c) che a furia di aver paura di chi vorrebbe rendere i paesi occidentali uguali a dittature teocratiche stiamo piano piano diventando identici a loro? Ma pensate un attimo prima di scrivere, ve ne prego!
    • Anonimo scrive:
      Re: competenza o controllo?
      Una persona che conosco è tuttora (da circa un paio di mesi) agli arresti domiciliari - blindato senza possibilità di comunicare con alcuna persona -, perchè gli è stato sottratto il telefonino (non se ne è accorto subito). Risulta che da quel numero sia stata fatta una telefonata "terroristica" (o meglio, definibile in tal modo dal nuovo "pacchetto-sicurezza") ma i periti, come i giudici x i poveracci, sono in ferie d'estate.. morale il tipo rischia seriamente di perdere il lavoro, si è fatto - e si sta facendo - dei mesi blindato in casa, sorvegliato e solo, perchè non ci sono periti disponibili.Se la situazione è così grave perchè giudici, periti, agenti e generali sono in ferie tranquilli? Mentre qualche disgraziato, qua e là, si rovina la vita?Mi piace questo modo di "proteggerci".
      io non voglio saperne nienteNon è questo il punto. Se proprio vuoi isolarti cambia mezzi: non usare il pullman, usa la macchina; non chattare in irq, telefona; non usare che mail certificate (solo con protocolli proprietari, mi raccomando!); non usare gli internet point (non sono x te. finché hai/puoi permetterti un pc e relativa connettività... magari anche all'estero).
      mi chiede dove sia finita la legge sulla privacyDa quando è stata fatta, la nostra privacy ha subito la stessa sorte di tutto quello che era "garantito" e gestito dallo Stato: privatizzata, svenduta, regalata.. e il tutto autorizzato e voluto da noi stessi. - oltre il danno, la beffa -Mi raccomando: NON LASCIARE MAI IL TUO TELEFONINO IN GIRO! - bella vita!! :| leOS.za
    • Anonimo scrive:
      Re: competenza o controllo?
      Ah ecco e se si spedivano una cartolina? Avremmo divuto costringere tutti i cittadini italiani a dare i documenti a qualcuno prima di poter infilare una lettera nella buca della posta? Non ci posso credere....
  • Anonimo scrive:
    Occhio al Pisanu...
    Entro domani mattina potrebbe farti deportare in un qualche Paese Nordafricano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Occhio al Pisanu...
      - Scritto da: Anonimo
      Entro domani mattina potrebbe farti deportare in
      un qualche Paese Nordafricano.ma prima una bella tappa al cpt di Lampedusa, no?... :P
      • Anonimo scrive:
        Re: Occhio al Pisanu...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Entro domani mattina potrebbe farti deportare in

        un qualche Paese Nordafricano.

        ma prima una bella tappa al cpt di Lampedusa,
        no?... :Pti vuoi far dare una ripassata al calibro?
  • Anonimo scrive:
    E dove le mettiamo le reti wireless ??
    La maggior parte delle reti wireless di utenti privati, ma ancora anche una buona parte di quelle aziendali, non sono protette, anzi non filtrano proprio gli accessi e chiunque ti passi vicino, sotto casa, con un portatile si puo' collegare alla tua rete e navigare e postare a chi vuole senza neppure chiedere permesso. Certo che se poi si scopre che un certo messaggio e' partito dalla tua connessione..........sono dolori.Questo puo' tranquillamente accadere mentre la categoria degli internet point puo' solo morire soffocata da una normativa che, se per un certo verso ha una sua logica, dall'altra non risolve assolutamente nulla.Tutto questo mentre mi accingevo a creare un'area wireless free nel mio negozio di informatica: ho rinunciato e non faro' mai navigare nessuno sui miei computers.
    • Anonimo scrive:
      Re: E dove le mettiamo le reti wireless
      capisco i timorima non condividose nessuno presta il martello, nessuno rompe il silenzio.byzleOS.za
    • Anonimo scrive:
      Re: E dove le mettiamo le reti wireless
      La rete wi-fi io la farei lo stesso. Non credo ke gli sbirri verranno a cercare proprio la tua rete wi-fi.Autoeconomo (nn riesco a loggarmi)
      • Anonimo scrive:
        Re: E dove le mettiamo le reti wireless
        - Scritto da: Anonimo
        La rete wi-fi io la farei lo stesso. Non credo ke
        gli sbirri verranno a cercare proprio la tua rete
        wi-fi.
        Autoeconomo (nn riesco a loggarmi)occhio che poi è lui, in prima istanza, il responsabile di qualsiasi stronzata fatta attraverso la sua rete.Se qualche ragazzino brufoloso sfrutta la usa per giocare al piccolo acher e si fa scoprire come un'idiotà è l'amico che ne risponde, a meno di non riuscire a dimostrare la sua assoluta estraneità ai fatti.
  • abbasso scrive:
    Troll
    "Potrei dilungarmi, ma penso di essere stata chiara nello sfogo e nella tristezza che questi pensieri mi creano."Non, non sei stata chiara.E per me sei un troll. L'italiano è traballante, la sintassi se ne è andata a spasso, la logica non tiene.Per non parlare poi di quel "ma mi faccia il piacere sig. ministro", che ricorda tanto quei B-movies italiani degli anni '70.Si capisce, tra le righe, qualche concetto, ma senza basi. Prendiamo ad esempio questo passaggio: "Cigliegina sulla torta, questi pericolosi terroristi li dobbiamo controllare noi, [...], ed allo stesso tempo preparagli un cappuccino con pasta alla crema, compilare un registro dopo che questi mi ha fornito un bel documento, magari in arabo o in brasiliano o cinese, o registrare come Il Grande Fratello, ciò che ha scritto e se crittografato decrittarlo e magari consegnarlo all'autorità competente."Lasciando perdere il delirio del cappuccino con la pasta alla crema (è un incubo ricorrente dell'autrice?), quello che deve fare la signora (o signorina) è chiedere un documento e loggare alcuni dati di traffico tramite un server. Punto.Se il documento non è italiano o della UE allora sarà un passaporto, che ha i dati in inglese. Signorina, lei che gestice un internet point le cui dimensioni "non sono da provincia, anzi possiamo dire di essere uno dei più grandi della Sardegna e con riferimento al S.O. uno dei più grandi d'Italia", riesce a ricopiare dei dati in inglese da un passaporto?Non deve registrare ciò che gli utenti scrivono, nè tantomeno decrittarlo.Insomma, volevo criticare l'articolo, ma è scritto evidentemente da un troll.
    • Anonimo scrive:
      Re: Troll
      meglio un troll che sa di cosa parladi una talpa sorda che non vuole capire- forse sopravvaluto: che non può.'notte
    • Anonimo scrive:
      Re: Troll
      Chissa' se il linguggio e' davvero traballante come dici. Comunque il messaggio e' chiaro e io sono d'accordo con l'autrice.Tranne in un punto:"Oggi sono gli internet caffè, domani saranno gli utenti domestici ad essere spiati perché possibili fiancheggiatori di terroristi.""Domani"? Perche' attendere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Troll
      anche io ho pensato che lo sfogo sia eccessivo
      cinese, o registrare come Il Grande Fratello, ciò
      che ha scritto e se crittografato decrittarlo e
      magari consegnarlo all'autorità competente."
      mah farne una fotocopia e consegnare la fotocopia all'autorità è troppo difficile ? poi le decifrazioni sono cavoli della questuraStessa cosa per le altre informazioni, prima non registravate l'ora di inizio e di fine della connessione ?
      Signorina, lei che gestice un internet point le
      cui dimensioni "non sono da provincia, anzi
      possiamo dire di essere uno dei più grandi della
      Sardegna e con riferimento al S.O. uno dei più
      grandi d'Italia", riesce a ricopiare dei dati in
      inglese da un passaporto?btw cosa significa siamo uno dei più grandi in riferimento al S.O. ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Troll
        - Scritto da: Anonimo
        anche io ho pensato che lo sfogo sia eccessivo


        cinese, o registrare come Il Grande Fratello,
        ciò

        che ha scritto e se crittografato decrittarlo e

        magari consegnarlo all'autorità competente."


        mah farne una fotocopia e consegnare la fotocopia
        all'autorità è troppo difficile ?Ovviamente fotocopiatrice e toner vengono fornite gentilmente dal ministro.E poi una fotocopia senza l'apposito modulo che dice per lo meno da chi viene, quando, da dove, quale questura la accetta? Ovviamente il tempo per queste adempienze lo paga il ministro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Troll

          Ovviamente fotocopiatrice e toner vengono fornite
          gentilmente dal ministro.
          E poi una fotocopia senza l'apposito modulo che
          dice per lo meno da chi viene, quando, da dove,
          quale questura la accetta? Ovviamente il tempo
          per queste adempienze lo paga il ministro.perchè il tempo per compilare la fattura in un negozio lo paga Siniscalco ?btw cosa deve scrivere nel moduletto: nome, ora inizio, ora fine oppure la biografia del cliente ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Troll
            - Scritto da: Anonimo

            Ovviamente fotocopiatrice e toner vengono
            fornite

            gentilmente dal ministro.

            E poi una fotocopia senza l'apposito modulo che

            dice per lo meno da chi viene, quando, da dove,

            quale questura la accetta? Ovviamente il tempo

            per queste adempienze lo paga il ministro.

            perchè il tempo per compilare la fattura in un
            negozio lo paga Siniscalco ?Le tasse le pagano tutti, e tutti devono trovare il tempo per le adempienze.Ma IN PIU' i gestori di accssi a internet pubblici sono precettati per compiti di pubblica sicurezza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Troll
      La signora è stata chiarissima, forse non ha fatto studi di giornalismo, ma si è ben spiegata, e ha detto cose che penso da un pezzo e che approvo in toto.Il fatto che tu sua un utente registrato, non mi esime dall'essere più propenso a giudicare te come troll.
    • Anonimo scrive:
      Re: Troll
      - Scritto da: abbasso
      "Potrei dilungarmi, ma penso di essere stata
      chiara nello sfogo e nella tristezza che questi
      pensieri mi creano."

      Non, non sei stata chiara.
      E per me sei un troll. Per me e' stata chiarissima.Hai scritto 102 messaggi.Avresti fatto bene a fermarti a qualche decina fa,,,
    • Anonimo scrive:
      Re: Troll

      Per non parlare poi di quel "ma mi faccia il
      piacere sig. ministro", che ricorda tanto quei
      B-movies italiani degli anni '70.hai visto pochi film... e tra quei pochi, troppi b-movie. L'intenzione era chiaramente quella di citare Toto' e non Banfi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Troll
      A me pare evidente che il troll sei tu e che non sai proprio di cosa tu stia parlando. Loggare alcuni dati da un server come dici tu non è operazione nè facile da un punto di vista tecnico, nè economico. Questo è il motivo per cui, quando è apparsa la legge che prescriveva la conservazione obbligatoria dei log delle connessioni di tutti i clienti per un periodo di tempo improbo, tutti gli ISP sono insorti, spiegando chiaramente che sarebbe stata la morte economica di Internet in Italia. Io so di che parlo, ci lavoro in un ISP. Tu evidentemente no. Troll!
  • Anonimo scrive:
    Ti stimo!!!
    Non invidio il lavoro che fai specialmente di sti tempi...I nostri politici dovrebbero ricevere il premio "Legge dannosa dettata dall'ignoranza e dalla volonta di far vedere che si fa qualche cosa anche se in realtà e' uno specchietto per le allodole ignoranti e novantenni dell'anno"Possibile che non possiamo istituire una cosa del generePossiamo anche accorciare il titolo "Legge idiota dell'anno""Legge vaccata dell'anno""Politico buono per i campi dell'anno"Facciamo una bella premiazione a Salsomaggiore terme che mandiamo d'estate su rai 1 con codazzo di veline.E il politico lusco dell'anno e'......No, non ci posso credere!Che emozioneVorrei salutare la mia famiglia e gli elettori che mi hanno tanto aiutatodedico questo premio al mio fratellinomi impegno a fare opere di benea zappare i campi...scusa, sbarello, ma ogni volta che mi sembra abbiamo toccato il fondo pare che trovano un modo per scavare ancora un po' nella merxa
    • Anonimo scrive:
      Re: Ti stimo!!!
      MANDIAMOLI A ZAPPARE!!!
    • xWolverinex scrive:
      Re: Ti stimo!!!
      che pretendi scusa ? in fondo la legge e' promulgata da una persona che quando parla sembra che abbia il freno a mano e la retromarcia innestata nelle sinapsi. Se non erro poi lui che e' a capo delle forze armate non ha fatto neanche il militare.... :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Ti stimo!!!
        - Scritto da: xWolverinex
        che pretendi scusa ? in fondo la legge e'
        promulgata da una persona che quando parla sembra
        che abbia il freno a mano e la retromarcia
        innestata nelle sinapsi. Se non erro poi lui che
        e' a capo delle forze armate non ha fatto neanche
        il militare.... :DBhè si vede che approfondisci i temi...Quello che l'ha promulgata (se intendo il ministro degli interni) ha vissuto direttamente il sequestro Moro e da allora si occupa da sempre di sitazioni di terrorismo interno. Non è affatto a capo delle forze armate (ma quando mai) ma semmai delle forze di polizia.Ogni legge può piacere o non piacere ma piantatela con questa puttanata della libertà quando poi magari siete gli stessi che esaltano le (presunte) libertà di paesi come Cuba
        • Anonimo scrive:
          Re: Ti stimo!!!

          Ogni legge può piacere o non piacere ma
          piantatela con questa puttanata della libertà
          quando poi magari siete gli stessi che esaltano
          le (presunte) libertà di paesi come CubaA ok, allora io che non esalto in alcun modo Cuba invece posso dire che questa legge - come tante altre - e' illiberale?O ti da fastidio anche cosi'?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ti stimo!!!
            guarda, io sono di centro destra, cuba non mi piace e ti dico QUESTA LEGGE E' UNA VACCATA.Poi, se per partito preso la vuoi difendere a tutti i costi o sei uno di quei creduloni che credono che veramente serva tenere questi dati [per combattere il terrorismo] allora non so che dirti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ti stimo!!!


            Poi, se per partito preso la vuoi difendere a
            tutti i costi o sei uno di quei creduloni che
            credono che veramente serva tenere questi dati
            [per combattere il terrorismo] allora non so che
            dirti.
            Non è che quelli che la pensano diversamente sono per forza creduloni, cogli**i, fanatici di Bill Gates etc.Questa legge, dal momento che aumenta i controlli sulle persone, intrinsecamente illiberale: altro discorso è che sia utile o no.Io personalmente sono convinto che lo possa essere più delle intercettazioni degli sms d'amore di Anna Falchi. Mi permetto di aggiungere che, almeno per quanto riguarda le BR, è dimostrato l'utilizzo di tecnologie informatiche e internet cafe.Non mi piace che si controlli internet, così come non mi piace che si controllino i telefoni, ma ancora meno mi piaccioni i siti arabi con le rivendicazioni sui massacri...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ti stimo!!!
          - Scritto da: Anonimo


          Bhè si vede che approfondisci i temi...
          Quello che l'ha promulgata (se intendo il
          ministro degli interni) ha vissuto direttamente
          il sequestro Moronel senso che ne era implicato? :D
          e da allora si occupa da sempre
          di sitazioni di terrorismo interno.con metodi straordinari...non c'è che dire (vedi legge di cui si parla ad esempio)
          quando poi magari siete gli stessi che esaltano
          le (presunte) libertà di paesi come CubaHai sentito qualcuno nominare Cuba per caso?No, perchè se non sapevi cosa dire.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Ti stimo!!!


            e da allora si occupa da sempre

            di sitazioni di terrorismo interno.

            con metodi straordinari...non c'è che dire (vedi
            legge di cui si parla ad esempio)e sopratutto con molto successo
          • Anonimo scrive:
            Re: Ti stimo!!!


            e sopratutto con molto successo
            Per quanto riguarda il terrorismo interno di certo.Per quanto riguarda quello islamico forse bisognerebbe chiedere a DAmbruoso (se sai di chi parlo)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ti stimo!!!


            con metodi straordinari...non c'è che dire (vedi
            legge di cui si parla ad esempio)
            A me risulta che l'Italia non sia l'unico paese ad aver adottato "metodi straordinari". Se avete qualche idea migliore su come controllare delle persone che sono disposte ad uccidersi (portando con sè decine di innocenti) per seguire i dettami di "presunti santoni"...

            Hai sentito qualcuno nominare Cuba per caso?
            No, perchè se non sapevi cosa dire.....
            Nei forum di PI spessissimo. In ogni caso il mio post conteneva più di una precisazione, qualcosa da dire l'avevo...
    • AnyFile scrive:
      Re: Ti stimo!!!
      - Scritto da: Anonimo
      "Politico buono per i campi dell'anno"Su questa non sono d'accordo: Cincinnato che e' tornato ai campi prima ha fatto cose molto buone.Meglio "Politico che era meglio che se ne stava nei campi ... anzi forse meglio che non se ne stava neanche li'"

      a zappare i campi...
      ma proprio non hai amore per i campi ... mandarci i nostri politici a zapparli ... poveracci (i campi)
  • Anonimo scrive:
    IMHO... non serve a nulla
    Tutto questo controllo mi sembra inutile.Ma pensate veramente che un terrorista mandi una mail in chiaro con:Subject: [info] Attentato 9/11To: Osama ?!?Ma sei voi foste terroristi, non vi fareste venire in mente niente di più fantasioso?Esiste la steganografia, la crittografia (quella pesante, che per decifrarla ci metti più o meno il tempo che ci metteranno gli americani ad andarsene dall'iraq)Ci sono i messaggi in codice ("butta la pasta!")Se andiamo nel fantaspionaggio, così su due piedi... come la vedete un messaggio in morse con il port knocking?A meno che non vogliano farlo sapere (tipo comunicato di rivendicazione) non vedo proprio come questo controllo possa aiutare a prevenire atti di terrorismo.Servirà solo a farci rompere le scatole.
    • Anonimo scrive:
      Re: IMHO... non serve a nulla
      Poi un terrorista se vorra mandare email e collegarsi ad internet, avra il suo portatile secondo me.
      • Anonimo scrive:
        Re: IMHO... non serve a nulla
        ????!:D
        • Anonimo scrive:
          Re: IMHO... non serve a nulla


          Poi un terrorista se vorra mandare email e

          collegarsi ad internet, avra il suo portatile

          secondo me.
          ????Intendeva probabilmente dire che con tutte le retiwireless senza protezione che ci sono in giro, unipotetico terrorista che vuole mandare mail anonimedeve soltanto prendersi un portatile e farsi un girettoper una qualsiasi grande città.
      • Anonimo scrive:
        Re: IMHO... non serve a nulla
        Inshallah, infedele! Ce l'ho! :D
    • teobaz scrive:
      Re: IMHO... non serve a nulla
      A Pisanu non frega un cazzo dei terroristi... tanto, quei bastardi, si fanno esplodere in mezzo alla gente comune, mica pensano ad un modo di far saltare in aria chi comanda! L'unica cosa che interessa a lui è di tenere per le palle noi tutti, di controllarci e di reprimere ogni nostra libertà o diritto di privacy... in nome della sicurezza... ma la sicurezza di che cosa? Delle poltrone in cui seggono lui e quelli come lui!!- Scritto da: Anonimo
      Tutto questo controllo mi sembra inutile.

      Ma pensate veramente che un terrorista mandi una
      mail in chiaro con:

      Subject: [info] Attentato 9/11
      To: Osama

      ?!?

      Ma sei voi foste terroristi, non vi fareste
      venire in mente niente di più fantasioso?

      Esiste la steganografia, la crittografia (quella
      pesante, che per decifrarla ci metti più o meno
      il tempo che ci metteranno gli americani ad
      andarsene dall'iraq)

      Ci sono i messaggi in codice ("butta la pasta!")

      Se andiamo nel fantaspionaggio, così su due
      piedi... come la vedete un messaggio in morse con
      il port knocking?

      A meno che non vogliano farlo sapere (tipo
      comunicato di rivendicazione) non vedo proprio
      come questo controllo possa aiutare a prevenire
      atti di terrorismo.

      Servirà solo a farci rompere le scatole.
      • Anonimo scrive:
        Re: IMHO... non serve a nulla
        abbiamo un governo di destra, di che vi meravigliate ?
        • Anonimo scrive:
          Re: IMHO... non serve a nulla
          - Scritto da: Anonimo
          abbiamo un governo di destra, di che vi
          meravigliate ?In effetti con D'Alema che censurava la satira di Forattini e bombardava la Yugoslavia vivevamo in un paradiso.
          • arlon scrive:
            Re: IMHO... non serve a nulla
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo

            abbiamo un governo di destra, di che vi

            meravigliate ?

            In effetti con D'Alema che censurava la satira di
            Forattini e bombardava la Yugoslavia vivevamo in
            un paradiso.altro bell'esempio di governo di destra
          • Anonimo scrive:
            Re: IMHO... non serve a nulla


            In effetti con D'Alema che censurava la satira
            di

            Forattini e bombardava la Yugoslavia vivevamo in

            un paradiso.

            altro bell'esempio di governo di destraE invece sai la sorpresona? Era proprio un governo di sinistra :)Coalizione politica: Ulivo - PDCI - UDR - INDIPENDENTI, leggi pure.http://www.governo.it/Governo/Governi/dalema1.html
          • Anonimo scrive:
            Re: IMHO... non serve a nulla
            A parte il fatto che il d' alema di destra penso fosse una "battuta" e non ignoranza politica ( chi si ricorda del suo piccolo panfilo?), con il governo attuale non credo che mai ne abbiamo avuto nella storia uno peggiore...e tuttavia statevene zitti mi raccomando che se trapelano certe cosette facciamo una fine peggiore di quella dell ' Argentina......siete avvisati.:|
          • Anonimo scrive:
            Re: IMHO... non serve a nulla
            - Scritto da: Anonimo
            A parte il fatto che il d' alema di destra penso
            fosse una "battuta" e non ignoranza politicaE vorrei ben vedere...
            chi si ricorda del suo piccolo panfilo?), E della casa ad affitto agevolato Roma?E delle scarpe da un milione l'una? Carucce per uno che non ha mai lavorato.
          • Anonimo scrive:
            Re: IMHO... non serve a nulla
            Con D'alema non si stava davvero in paradiso ma, a parte il fatto che quella di forattini non è satira, come ha fatto a censurare forattini?
        • Anonimo scrive:
          Re: IMHO... non serve a nulla
          - Scritto da: Anonimo
          abbiamo un governo di destra, di che vi
          meravigliate ?...della sinistra!
    • xWolverinex scrive:
      Re: IMHO... non serve a nulla
      Ho riso mezz'ora con il port knocking... :D
      • Anonimo scrive:
        Re: IMHO... non serve a nulla
        - Scritto da: xWolverinex
        Ho riso mezz'ora con il port knocking... :DGuarda che è una tecnica informatica per far aprire le porte di un server a un determinato client in base alla sequenza di porte che "bussa"....non è una farsa, due miei amici ci hanno fatto la tesi...Ciao
    • AnyFile scrive:
      Re: IMHO... non serve a nulla
      [...]
      A meno che non vogliano farlo sapere (tipo
      comunicato di rivendicazione) [...]Tanto le rivendicazioni riescono gia' a pubblicarle oggi da luoghi dove non vigono queste leggi(in effetti mi chiedo come non si riesca a risalire all'origine di questi messaggi. Forse e' che anche una volta scoperto che proviene da una certa zona, questa informazione non e' per nulla utile)e allo stesso modo anche nell'ipotesi assurda che ci fosse un terrorista che scrivesse un e-mail come quella qui sopra, cosa servirebbe identificare la persona che lo ha scritto? A nulla sarebbe soltanto un nome!!! Se la persona ha l'accortezza di cambiare nazione in breve tempo non sara' piu' raggiungibile. tra l'altro se il documento registrato non e' un documento italiano chi ci garantisce che sia originale (beh .. anche se e' italiano chi garantisce che non sia falso)avere un nome non serve assolutamente a nulla. Serve di piu' conoscere il contenuto del messaggio. L'unica cosa a cui servirebbe conoscere il nome e' nel caso in cui la stessa persona trasmetta piu' messaggi. In questo caso il nome permette di correlare tra loro i messaggi scritti dalla stessa persona. .. tutto qui ... sempre ovvimanete che la stessa persona non usi documenti diversi ogni volta oppure che faccia scrivere ogni volta il messagio da un prestanome diverso ...e di nuovo ripeto .. tutto questo nell'ipotesi che ci sia qualcuno che utilizzi internet in questo modo ... cosa che dubito seriamente che venga fatta da un terrorista un minimo accorto... Gianni ha i baffi lunghi ...
  • Anonimo scrive:
    la voce della ragione...
    ...fa sempre piacere sentirla....peccato che la madre dei cretini sia sempre incinta e oramai da anni faccia _solo_ parti quadrigemellari :-)Speriamo bene.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: la voce della ragione...
      Tutto sbagliato! I terroristi (e gli anarchici, cara Pina Conciargiu) vanno proprio negli internet café, specialmente quegli affollati. Niente volti da ricordare, niente nomi, niente impronte, personale con altro da fare che controllare. Solo un dischetto con i compitini già pronti da spedire. Un paradiso!La prossima volta che arriva in negozio un signore gentile, mai visto prima, che chiede se può usare il dischetto per cinque minuti, facci un pensierino... (anonimo)
      • Anonimo scrive:
        Re: la voce della ragione...
        Io non so dove vanno gli anarchici e i terroristi con i loro dischetti, come potrei saperlo? E allora come fai a saperlo tu? Te lo dico io: non sai nemmeno di cosa parli...
      • Anonimo scrive:
        Re: la voce della ragione...
        ignoranza!!naltro chi pensa: tecnologia = micro$oft...Svegliate!!! ".... l'Italia domenticata e l'Italia da dimenticare, l'Italia metà giardino e metà galera, viva l'Italia, l'Italia tutta intera. Viva l'Italia, l'Italia che lavora,.... " ( De Gregori)

        Basta metere un proxy pubblico (obbligatorio) come in Cuba ( Dittatura )....:'(
    • Anonimo scrive:
      Re: la voce della ragione...
      - Scritto da: Anonimo
      ...
      peccato che la madre dei cretini sia sempre
      incinta e oramai da anni faccia _solo_ parti
      quadrigemellari :-)
      e che poi si danno tutti alla politica...
    • Anonimo scrive:
      Re: la voce della ragione...
      Ma allora ancora non ci arriva nessuno??Internet sono ANNI!!! che viene demonizzata e ci sono molti motivi per farlo.Il motivo principale è l'informazione libera!!!La censura, LA TELEVISIONE!!!!Quanto è stato speso per promuovere internet alle famiglie per far comprare un PC? e quanto è stato speso per la TV DIGITALE?Meno tempo su Internet più tempo davanti alla TV, Internet diseduca la TV EDUCA!!!! secondo loro.
  • Anonimo scrive:
    esperti
    c'era chi diceva che netscape non mette in condizione di fare esami foresinc perche cambia nomi file diversi di internet exploecco questi esperti combattono con gente dello stesso livello in caso contrario saremmo nei guai quindi
    • Anonimo scrive:
      Re: esperti

      c'era chi diceva che netscape non mette in
      condizione di fare esami foresinc perche cambia
      nomi file diversi di internet explo

      ecco questi esperti combattono con gente dello
      stesso livello in caso contrario saremmo nei guai
      quindi:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|che droga usi?
      • Anonimo scrive:
        Re: esperti
        voglio anch'io!!:o:o:o:o:o:o:o:o:o:o:o:o:o:o:o:o:o:o:o:o
      • Anonimo scrive:
        Re: esperti
        e ancora in fasedi sperimento comunque nbon ti preocupare il tuo spacciatore te dice quando c'e il lancio ci sono anche le promozioni quindi
        • Anonimo scrive:
          Re: esperti
          ovviamente si parla di messaggio pacifico e scritto senza effetto di sostante strane bhe forse e questo la cosa piu preocupante quindi ;)
  • Anonimo scrive:
    Bè ha ragione!
    Ha ragione con la scusa del terrorismo ci vorrebbero negare i diritti! :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Bè ha ragione!
      - Scritto da: Anonimo
      Ha ragione con la scusa del terrorismo ci
      vorrebbero negare i diritti! :@Lo stanno gia' facendo e da un pezzo.http://punto-informatico.it/p.asp?i=49026
      • xWolverinex scrive:
        Re: Bè ha ragione!
        anche Echelon anni fa' era paventato come "fantascienza". Fino a quando non gli e' tokkato ammetterne la presenza. Tra qualche anno ci verranno a dire che qualsiasi nostra attivita' su internet e' monitorata e loggata da dieci anni.. chi vivra' vedra'... :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Bè ha ragione!
      - Scritto da: Anonimo
      Ha ragione con la scusa del terrorismo ci
      vorrebbero negare i diritti! :@Benissimo! Un'opinione come un'altra. Ma se e quando si dovessero verificare (spero proprio di no) ulteriori attentati tu e quelli che la pensano come te non dovreste minimamente pensare di attaccare chi governa (a prescindere dal colore, dato che le problematiche sono sempre le stesse), perchè è ovvio anche per un bambino di 6 anni che l'attività di prevenzione comporta (purtroppo) un controllo che va a toccare anche quelli che sicuramente terroristi non sono.
      • AnyFile scrive:
        Re: Bè ha ragione!
        Ma qualcuno ci ha mai spiegato come questa misura VERAMENTE serva a contrastare il terrorismo?ANocra piu' precisamente: secondo te grazie a questa legge verra' evitato qulache attentato?
        • Anonimo scrive:
          Re: Bè ha ragione!
          - Scritto da: AnyFile
          Ma qualcuno ci ha mai spiegato come questa misura
          VERAMENTE serva a contrastare il terrorismo?

          ANocra piu' precisamente: secondo te grazie a
          questa legge verra' evitato qulache attentato?Secondo me questo AL MASSIMO puo' essere di aiuto a posteriori... quindi non tanto a EVITARE che qualcosa succeda ma ricostruire il percorso, i contatti, il modo di agire dei criminali e forse rintracciare complici, ottenere informazioni sui contatti, fondi, aree di incontro..Un semplice registro, un log di connessioni al massimo ti da questa possibilita'. Se vuoi la prevenzione devi fare sniffing, keylogging e spulciare attentamente tutto... questo è irrealizzabile ( o meglio.... è realizzabile semplicemente con un capitale assurdo inquantificabile, una capacità di memorizzazione che mettendo insieme tutti gli HD di questa terra memorizzeresti forse una giornata di traffico globale... senza parlare dei poveracci che devono leggere tutto, magari interpretare messaggi in codice tipo "le ricette della nonna" o passare a chi-di-dovere messaggi criptati provenienti da fonti sospetta ma non necessariamente implicate...) almeno al giorno d'oggi. Questo tecnicamente parlando... figuriamoci dal lato della privacy.. Mi auguro davvero che ne verrà fuori qualcosa di buono. Cosa non so, ora non riesco a immaginarlo :( ma se devo rinunciare alla mia privacy, vorrei almeno l'illusione che qualcosa possa migliorare...
      • Anonimo scrive:
        Re: Bè ha ragione!
        Magari è ovvio solo ad un bambino di 6 anni, dato che a chiunque abbia un'età superiore non lo è...
Chiudi i commenti