Neelie Kroes e l'Europa al bivio

Cambio nel ruolo di guida dell'Agenda Digitale europea. Il commissario uscente mette in guardia sulle resistenze analogiche allo sviluppo

Roma – Con l’insediamento della nuova Commissione guidata da Jean-Claude Juncker, Neelie Kroes lascia il ruolo di Commissario europeo all’agenda digitale. Nel discorso di addio ha ripercorso le possibilità ed i rischi che deve affrontare l’Europa e che finora hanno frenato il perseguimento degli obiettivi dell’Agenda Digitale : “Negli ultimi 30 anni abbiamo visto l’innovazione asiatica superare l’Europa e rivaleggiare con gli Stati Uniti, lasciandoci spettatori sullo sfondo”. Di fatto confermando di non esser riuscita a fare abbastanza con il suo mandato, Kroes si chiede “perché l’Europa ha smesso di inventare ed investire in innovazione? Come mai ha perso interesse?”.

Il problema è legato all’eterogeneità della situazione europea che fa segnare in media risultati sconfortanti: “Per ogni Svezia, Regno Unito od Olanda – con connessioni 4G e digital divide quasi azzerato – abbiamo una Germania, un’Italia ed una situazione nel resto d’Europa ancora lontana dall’eccellenza, con infrastrutture di banda larga e competenze al massimo medie, a volte proprio ineistenti”.

Andandosene, peraltro, Kroes ha voluto puntare anche il dito: “Al momento abbiamo un problema di due Europe: una digitale ed una analogica, con i relativi modi di pensare e per questo incapaci di parlarsi. Da questa incomunicabilità nascono i ritardi di un continente che non si sa più sincronizzare”. Secondo Kroes , in particolare, è quella seconda Europa che tira il freno, spaventata dal futuro: non vuole librarsi in volo ma teme di gettarsi da quello che vede come un dirupo digitale, è preoccupata della possibilità che questo cambiamento porti effettivamente nuovi lavori per la classe media e pensa che abbia senso chiudersi a tutto per protegere quello che ha, invece che cercare un’opportunità in quello che non conosce.

Alla fine, secondo Kroes, quella che resta è una domanda: c’è in Europa una classe dirigente che sappia lasciarsi entusiasmare da innovazione e start-up? O l’Europa si esaurirà continuando ad utilizzare la sua energia per difendersi, mantenendo barriere antiquate?

Per sostituire Neelie Kroes la nuova Commissione – che ha già detto di voler puntare forte sul digitale – avrà due persone : l’ex premier estone Andrus Ansip in qualità di vicepresidente con competenze al Mercato Unico Digitale ed il popolare tedesco Günther Oettinger come commissario per il settore Digital Economy and Society. Quest’ultimo ha già fatto capire di avere uno stile ed un’impostazione del tutto diversa da Neelie Kroes, intervenendo a gamba tesa sui fatti del Fappening definendo “stupide” le VIP che si sono esibite negli autoscatti osé confidando nella sicurezza dei servizi cloud.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • utente inbox scrive:
    approfondimenti
    scrivo per specificare che il paragone con wave non ha motivo di esistere.wave era un prodotto a parte, mentre inbox è un modo alternativo di visualizzare la propria casella email gmail.non può naufragare, o meglio lo farà solo quando cesserà di esistere gmail.per i più curiosi (attualmente l'acXXXXX è ancora su invito) aggiungo alcuni dettagli:è molto basato a task, ogni email si può posticipare o contrassegnare come completato.così come si possono aggiungere promemoria.si possono posticipare a tempo (domattina, domani a pranzo o custom) oppure a "luogo" (tramite scelta tra i luoghi personali, casa/lavoro ecc, o customizzati).in entrambi i casi all'oggetto verrà aggiunto un pinpoint (comparirà quindi in cima agli altri, e tra la lista dei contrassegnati) e verrà segnalato con una notifica.inoltre l'interfaccia web è stata disponibile fin dall'inizio:https://inbox.google.com/non indispensabile, ma comodo.inizialmente non immediato.ciao(freedomofchoice non registrato)
  • Grinco scrive:
    Spazzatura
    Vorrei far notare, come ho letto in un post su altro forum, che il modo migliore per anonimizzarsi su facebook & amici è quello di adottare un sistema usatissimo da politici (ormai politicanti) e giornali: la disinformazione.Basta inserire dati vari che oltre a quelli "regolari" vadano a complicare le cose agli scanners che analizzano i nostri comportamenti.Per esempio, scuole frequentate in abissinia, libri e film giapponesi, sport e squadre di paesi esotici, cliccare "mi paice" su cose varie, ecc.Se una volta al mese si perdono quei cinque minuti a divertirsi con settaggi vari, i nostri rivenditori di dati si troveranno con montagne di spazzatura.Non dimentichiamo infatti che i dati vengono interpolati ed aggregati da dei software, alla fine stupidi.Garbage in, garbage out...
  • Ennibal scrive:
    Inbox?
    Già così come è ora la mail di Google è incomprensibile ...Ogni volta che ci entro mi ci perdo, per trovare qualcosa ci devo passare i quarti d'ora! E la prima volta, dopo l'ultimo restyling, ho penato anche per uscirne... Per fortuna che la uso solo come casella secondaria: le altre sono molto più chiare e immediate. Ogni volta che vogliono inventarsi qualcosa di "geniale" non fanno altro che incasinare di più le cose, rendendole sempre più difficili da gestire e da fruire. Specialmente quando le presentano con tutti quei gran paroloni e concetti iperbolici... Ma facessero una mail semplice e onesta... No: "Inbox organizza automaticamente tutte le email inerenti una particolare categoria o "bundle", creando una serie di "task" che verranno proposti all'utente in relazione all'urgenza, la pertinenza o l'interesse"... Ci vorranno due mesi solo per capire come far capire a Inbox come vogliamo che la posta sia organizzata .... Ma me la organizzo da me, la mia posta! Faccio molto prima e non impazzisco appresso a Inbox!
    • panda rossa scrive:
      Re: Inbox?
      - Scritto da: Ennibal
      Già così come è ora la mail di Google è
      incomprensibile ...Ogni volta che ci entro mi ci
      perdo, per trovare qualcosa ci devo passare i
      quarti d'ora! E la prima volta, dopo l'ultimo
      restyling, ho penato anche per uscirne... Esistono anche i client di posta.
      Ma me la organizzo
      da me, la mia posta! Faccio molto prima e non
      impazzisco appresso a
      Inbox!E allora di che ti lamenti.Ci si lamenta quando tolgono funzionalita', mica quando ne aggiungono.
    • bradipao scrive:
      Re: Inbox?
      - Scritto da: Ennibal
      Già così come è ora la mail di Google è
      incomprensibile ...Ogni volta che ci entro mi ci
      perdo, per trovare qualcosa ci devo passare i
      quarti d'ora!GMAIL sta effettivamente diventando per "power user". Non banale da usare per i neofiti, ma una volta opportunamente configurata (filtri e e tags) mi permette di gestire in perfetto automatismo anche un centinaio di email giornaliere (non spam) tra clienti, colleghi, amici e familiari.
    • alban scrive:
      Re: Inbox?
      Non sono per niente daccordo. Gmail secondo me è l'unico client di posta decente, veloce, organizzato e con una ricerca semplice e potente, per non parlare poi del filtro antispam, l'unico che funziona veramente. ogni volta che apro qualche web mail come hotmail o yahoo mi viene da vomitare per la schiffeza che fa.
  • Elrond scrive:
    Cara Google...
    ...sai già troppo di me. Col cavolo che ti do in pasto anche le email del lavoro e quelle che uso (con vari alias) per i vari forum e social network.Aquamail e passa la paura.
    • sentinel scrive:
      Re: Cara Google...
      - Scritto da: Elrond
      ...sai già troppo di me. Col cavolo che ti do in
      pasto anche le email del lavoro e quelle che uso
      (con vari alias) per i vari forum e social
      network.
      Aquamail e passa la paura.E per Facebook come ti metti al riparo? Ormai ha acquisito tuttii tuoi gusti, le tue conoscenze, i tuoi amici, i tuoi dati personali,pronti per essere dati in pasto agli agenti software che livivisezioneranno ben bene... :|
      • Elrond scrive:
        Re: Cara Google...
        - Scritto da: sentinel
        E per Facebook come ti metti al riparo? Ormai ha
        acquisito
        tutti
        i tuoi gusti, le tue conoscenze, i tuoi amici, i
        tuoi dati
        personali,
        pronti per essere dati in pasto agli agenti
        software che
        li
        vivisezioneranno ben bene... :|Facebook? Ho un account con solo il nome (falso), senza nessun "amico" , che uso esclusivamente perchè c'è un gruppo che, per questioni che non pertinenti, mi tocca seguire. Nessun post, nessuna foto, nessun dettaglio... Niente.
  • marco_ask scrive:
    inviti
    Qualcuno ha un invito da mandarmi?
Chiudi i commenti