Negli States nasce il mercato della deprivacy

di L. Assenti. Ci si sta fiondando VeriSign, gigante della certificazione e dei domini internet, che ora vende a provider e operatori TLC americani uno strumento per intercettare tutto quello che passa sulle proprie reti. Lo vuole la legge


Roma – Era solo questione di tempo prima che le diverse leggi americane che lo impongono, per ultima il Patriot Act , trasformassero l’argomento, un tempo tabù, in un possibile commercio per i più importanti player tra le net-companies. Ed è puntualmente avvenuto, infatti, che i sistemi di intercettazione abbiano aperto un nuovo lucroso mercato in cui si sta fiondando, proprio in questi giorni, un colosso come VeriSign .

Dopo l’11 settembre le attività della polizia federale e le iniziative legislative stimolate dall’amministrazione Bush hanno portato ad un giro di vite temuto e prevedibile che in modo spesso un po’ troppo sbrigativo ha messo da parte questioni divenute secondarie, prima tra tutte la riservatezza delle comunicazioni dei cittadini. Una situazione che aggrava le già particolarissime misure previste da una normativa precedente , addirittura del 1994.

Se prima delle stragi si parlava del sistema di intercettazione elettronica dell’FBI, Carnivore, con toni scandalizzati , oggi si parla di Carnivore solo se chi difende le libertà digitali riesce ad urlare abbastanza forte . Ma non è più Carnivore il punto cruciale. La legge americana infatti richiede agli operatori di telecomunicazione di adeguare i propri sistemi introducendovi tool capaci di operare, in caso di necessità, come sofisticati strumenti di intercettazione, che possano estrapolare dal coacervo di quanto gira sulle proprie reti, singole conversazioni, email, SMS e via dicendo.

Non serve più Carnivore, che l’FBI cerca da tempo di imporre , ma bastano tool commerciali. Almeno questo ha pensato VeriSign, che ora offre il suo “NetDiscovery Service”. Verrà lanciato alla fine di giugno, visto che dal 1° luglio gli operatori potrebbero essere multati di 10mila dollari ogni volta che un’agenzia federale chiedesse loro di intercettare una comunicazione e loro non fossero in grado di eseguire.

NetDiscovery ha dunque un mercato aperto dinanzi a sé. Pur di essere a posto con la legge, gli operatori pagheranno il loro balzello mensile a VeriSign che, furbamente, non ha ancora diffuso i prezzi.
Forse già entro il 30 VeriSign spera di aver acquisito il quasi monopolio di questo novello mercato della deprivacy. Si può solo sperare in una successiva indagine antitrust…

Lamberto Assenti

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    La verità fa male - was: I dati non mentono
    La ricerca si chiama "IT Market and Forecast for Western Europe, 2000-2005: Vertical Industry Trends" pubblicata da Gartner il 1o Marzo 2002.La tabella 2-16 così recita:Table 2-16Leading IT Services Vendors, Western Europe, 2000 Government2000 Rank Vendor1999 Revenue(US$M)2000 Revenue(US$M)1 Siemens Business Services 971 9382 Computer Sciences Corporation 684 8503 IBM 1,122 8054 Groupe Bull 868 7105 Finsiel 676 6406 Accenture 531 6217 Cap Gemini Ernst & Young 535 4728 SchlumbergerSema - 4469 EDS 440 42410 Hewlett-Packard 326 36311 Unisys 261 32012 Lockheed Martin 130 31713 Getronics 348 31114 PinkRoccade 258 30415 Telecom Italia - 30216 GE Capital IT Solutions 275 30217 debis Systemhaus 294 28718 Compaq 267 27419 TRW 231 25420 KPMG Consulting 118 155Source: Gartner Dataquest (January 2002)Urca urca, vuoi vedere che forse forse dietro tutta questa spinta verso la "libertà" di Linux, forse forse c'è soltanto una bieca spinta commerciale per vendere ancora più servizi diminuendo la concorrenza ? Windows in fondo lo conoscono in troppi.Altro che Echelon: Finsiel e Telecom per chi non lo sapesse controllano oltre ai telefoni anche l'anagrafe tributaria.
  • Anonimo scrive:
    IMFORMATEVI RAGAZZI, INFORMATEVI
    Basta andare a leggersi queste due cosette:http://www.softwarelibero.it/altri/ms_to_villanueva.shtmlehttp://www.softwarelibero.it/altri/villanueva_a_ms.it.shtmlPer intero, please !
  • Anonimo scrive:
    ma perchè usare un qualcosa di non MS
    riduce drasticamente gli aggiornamenti?no anzi può essere vero anche il contrario, la nostra soc. e passata da un sistema exchange ad un altro (non cito la marca ma a buon intenditor poche parole) e i costi di gestione non sono migliorati anzi il trend sta diventando estremamente negativo.se non si vogliono fare aggiornamenti fate come le banche un bel 390 una tonellata di progr. cobole vi garantisco che alla prima necessita di modifica vi sparate nei cogl.....
    • Anonimo scrive:
      Re: ma perchè usare un qualcosa di non MS

      se non si vogliono fare aggiornamenti fate
      come le banche un bel 390 una tonellata di
      progr. cobol
      e vi garantisco che alla prima necessita di
      modifica vi sparate nei cogl.....io lavoravo appunto in una banca, con os390 e cobol, nemmeno una volta ci siamo trovati in difficolta'. e uno.due: da dove verrebbero i dati di amazon che da quando usa open source sta risparmiando milioni d $?
  • Anonimo scrive:
    E la gente si lamenta del "corporate welfare"...
    ...allora, in poche parole, Nader dice che il governo dovrebbe fare uno sforzo per influenzare il mercato in una certa direzione, piuttosto che lasciare che le naturali forze di mercato impongano ciò che avviene.Mi piacerebbe vedere il miglioramento dell'Open Source, etc. Ma non voglio che il governo usi i soldi delle mie tasse per ottenerlo (ad eccezione dell'antitrust)Il governo dovrebbe fare una ricerca attenta ed acquistare quello che ha più senso. Comunque, per quanto a tutti noi piacciano le alternative a Microsoft, in cose come le suite di ufficio, è disonesto sostenere che esista una soluzione viabile non-microsoft per qualcosa che equivale ad una società con oltre un milione di dipendenti. Che tipi di strumenti di gestione hanno le suite da uppicio open source? Quanti lavoratori IT sono preparati nella loro installazione/risoluzione dei problemi?I governi in generale, ed il governo USA in particolare, possono appena fare il loro lavoro così. Chiedere loro di assumere un ruolo di leadership nell'IT è come chiedere a Microsoft di assumere un ruolo di leadership nell'etica corporativa. Non succederà, ed il tentativo sarebbe un costoso spreco di tempo e denaro per tutti.La mia opinione è che l'open source prevarrà nel lungo periodo -- ma preferirei aspettare 10 anni in più piuttosto che il governo fissi questo tipo di precedente.
  • Anonimo scrive:
    economia e politica
    quanto affermato da nader fa piacere, ma siamosicuri che non siano soltanto parole buttate al vento ?Appare chiaro che M$ sta diventando al governo USAcome la fiat lo e' per noi: cioe' una ditta che se va male porta a problemi anche nel governo, e nel caso preciso di M$, vuol dire che l'NSA sfruttando"collaborazioni" con M$ puo' accedere al 90% deipc client del mondo connessi via Internet.Questo e' potere, un potenziale echelon, nelle manidegli USA... perche' mai dovrebbero buttarlo via ?
    • Anonimo scrive:
      Re: economia e politica
      Perchè potrebbe essere usato anche contro di loro? ;)Adesso che la questione sicurezza inizia ad avere la sua giusta importanza affidarsi al clossd source può essere rischioso (vedi interbase....)Ciao
  • Anonimo scrive:
    quante balle
    "Noi riteniamo che se il signor Nader avesse esaminato da vicino l'industria del software avrebbe scoperto che nessun altro fornisce più tecnologia a prezzi accessibili per agevolare consumatori di tutto il mondo"- FreeBSD o Linux- OpenOffice.Org o (se proprio si vogliono buttare via dei soldi inutilmente) Star Office. Molto bello anche AbiWord- Mozilla o Opera- Apache- MySQL o PostGres, al limite Interbase- Php o Tomcat- Perl- GCC o altri compilatori c/c++
    • Anonimo scrive:
      Re: quante balle

      "Noi riteniamo che se il signor Nader avesse
      esaminato da vicino l'industria del software
      avrebbe scoperto che nessun altro fornisce
      più tecnologia a prezzi accessibili per
      agevolare consumatori di tutto il mondo"

      - FreeBSD o Linux
      - OpenOffice.Org o (se proprio si vogliono
      buttare via dei soldi inutilmente) Star
      Office. Molto bello anche AbiWord
      - Mozilla o Opera
      - Apache
      - MySQL o PostGres, al limite Interbase
      - Php o Tomcat
      - Perl
      - GCC o altri compilatori c/c++magari al loro marketing hanno imparato come vendere una cosa sotto zero...;-)
  • Anonimo scrive:
    I dati non mentono
    Non ho dati relativi agli USA ma dovrebbero essere simili a quelli Europei. In Europa Microsoft incide sullo 0,01% della spesa informatica degli stati membri UE e come da una ricerca di Gartner recentemente pubblicata, non è presente nell'elenco dei primi 20 fornitori.Sono ben altri gli interessi che condizionano la PA e sconforta vedere come anche in USA ci siano persone che parlano senza avere la benchè minima cognizione di causa.
    • Anonimo scrive:
      Re: I dati non mentono
      Mangiate merda, miliardi di mosche nel mondo non possono essersi tutte sbagliate!Possibile che quando vi toccano la MS vi inalberate come faine? I dati vanno letti correttamente e nella loro intierezza.
      • Anonimo scrive:
        Re: I dati non mentono
        imbecille- Scritto da: ErTony
        Mangiate merda, miliardi di mosche nel mondo
        non possono essersi tutte sbagliate!
        Possibile che quando vi toccano la MS vi
        inalberate come faine? I dati vanno letti
        correttamente e nella loro intierezza.
        • Anonimo scrive:
          Re: I dati non mentono
          - Scritto da:
          imbecillePiacere, Tony.Spero che tu non sia un esponente fattivo ed attivo della MS se no la vedo brutta per loro.
    • Anonimo scrive:
      Re: I dati non mentono, ma non li fornisci
      - Scritto da: HAL2001
      Non ho dati relativi agli USA ma dovrebbero
      essere simili a quelli Europei.prima assunzione basata sul nulla
      In Europa
      Microsoft incide sullo 0,01% della spesa
      informatica degli stati membri UE e come da
      una ricerca di Gartner recentemente
      pubblicata, non è presente nell'elenco dei
      primi 20 fornitori.ma non dai alcun riferimento a questa fantomatica ricerca di Gartner. Ma un link lo sai fornire? (magari sarebbe meglio che non cominciasse con www.microsoft...., perché sembreresti parziale e filo-microsoft)
      Sono ben altri gli interessi che
      condizionano la PA e sconforta vedere come
      anche in USA ci siano persone che parlano
      senza avere la benchè minima cognizione di
      causa.dell'assenza di cognizione di causa ti sei fatto campione: il tuo intervento non porta nessunb dato concreto, e il tuo giudizio su Nader è privo di sostegno.Se hai informazioni VERE forniscile, altrimenti il tuo intervento sembra solo pessimo FUD.
    • Anonimo scrive:
      Re: I dati non mentono
      - Scritto da: HAL2001
      Non ho dati relativi agli USA ma dovrebbero
      essere simili a quelli Europei. In Europa
      Microsoft incide sullo 0,01% della spesa
      informatica Hai mica l'url della pagina che riporta questi dati? Vorrei proprio sapere chi compone il restante 0,99%ciao
      • Anonimo scrive:
        matematica
        - Scritto da: nn


        - Scritto da: HAL2001

        Non ho dati relativi agli USA ma
        dovrebbero

        essere simili a quelli Europei. In Europa

        Microsoft incide sullo 0,01% della spesa

        informatica

        Hai mica l'url della pagina che riporta
        questi dati? Vorrei proprio sapere chi
        compone il restante 0,99%

        ciaose ci dice di chi e' lo o,99% ....rimane da saperedi chi e' il 99 %:)))
        • Anonimo scrive:
          Re: matematica

          se ci dice di chi e' lo o,99% ....rimane da
          sapere
          di chi e' il 99 %
          :)))Dunque, io ero rimasto ad una roba tipo 2 + 2 poi ci dovrebbe essere un segno tipo due righine orizzontali, poi e' il mistero piu' totale.... che avesse ragione la mia maestra delle elementari a farmi ripetere la prima 18 volte? Vale come giustificazione che non avevo ancora preso il caffe'? No eh?ciaoPS adesso si spiega come mai nei miei prg non funziona mai un tubo....
    • Anonimo scrive:
      Re: I dati non mentono
      Si, e i fatti mi cosano
Chiudi i commenti