Nero AG denuncia: MPEG-LA ci strozza

Secondo la società tedesca il gruppo di lavoro che gestisce le royalty per l'utilizzo dei codec audiovisivi è degno di una indagine antitrust. In ballo le licenze sui prodotti in prova

Roma – Guai legali in vista per la sempre più chiacchierata MPEG-LA , l’associazione industriale incaricata di “coltivare” le royalty derivanti dall’utilizzo dei più popolari protocolli multimediali: che però rischia ora di finire sulla graticola dell’antitrust statunitense. Nero AG ha infatti avviato una causa antitrust nei confronti dell’associazione, accusandola di monopolio e abuso di potere con tanto di tendenza al favoritismo nei confronti dei suoi membri rispetto al resto dei player dell’industria.

La società tedesca, popolare per le suite multimediali e il software di masterizzazione CD/DVD/BD omonimo (Nero Burning ROM), è tra le tante aziende costrette a versare ogni anno fior di quattrini nelle casse di MPEG-LA per garantirsi il diritto a sfruttare codec software fondamentali come MPEG-2, MPEG-4 e H.264. Ma quei versamenti sono troppi e aumentano di continuo, dice Nero AG, mentre il pool di brevetti messo nelle mani dell’associazione cresce a dismisura.

MPEG-LA è gestita da un manipolo di manager “assolutamente corrotti dal loro potere assoluto”, sostiene Nero nella sua denuncia, facendo richieste sempre più onerose nei confronti dei suoi licenziatari minori e altresì favorendo i “grandi nomi” che licenziano i codec e contemporaneamente fanno parte dell’associazione.

Nero ricorda anche i trascorsi poco lusinghieri di MPEG-LA, costretta in un’occasione a denunciare i suoi stessi dirigenti (CEO e COO) per via di una loro tresca amorosa, la promozione di “un ufficiale di terzo livello” al rango di COO e un bonus di 1 milione di dollari (oltre allo stipendio da 2,4 milioni) per svariate abitazioni concesso a quest’ultimo.

Ma a scatenare la reazione violenta da parte di Nero AG c’è soprattutto il fatto che a suo dire MPEG-LA non rispetterebbe i patti presi in passato, che prevedevano la possibilità per la società tedesca di concedere ai suoi utenti il download delle versioni “trialware” (funzionanti per 30 giorni) senza il pagamento delle licenze per i codec. MPEG-LA chiede ora che Nero paghi le royalty anche per i pacchetti trialware , fatto che ha evidentemente spinto l’azienda di software tedesca ad accusare l’associazione di avidità e puntarle il dito contro in sede antitrust.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Cavallo Pazzo scrive:
    antivirus
    Al massimo, l'aiuto che può dare un antivirus, è quello di ritardare di qualche secondo il caricamento del browser, della pagina e l'immissione dei dati, lasciando all'utonto la possibilità di tenere i soldi nel proprio conto bancario qualche manciata di secondi in più. Nei casi più fortunati, un antivirus (Norton è particolarmente indicato a tale scopo), il sistema si può impastare fino ad impiantarsi, impedendo che l'utonto venga rapinato.
  • Enjoy with Us scrive:
    Un'altro buon motivo per usare firefox!
    Noscript!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 maggio 2010 15.11-----------------------------------------------------------
  • Ottimista scrive:
    La URL non cambia: NoScript non serve
    Il contenuto della pagina cambia, ma l'indirizzo no!Quindo basta fare solo un po' di attenzione: prima di immettere i propri dati, bisogna SEMPRE LEGGERE NELLA BARRA DEGLI INDIRIZZI!!Chi non ha questa sana abitudine finirà prima o poi vittima del phishing, con o senza NoScript...
    • chivapianov asanoevalo ntano scrive:
      Re: La URL non cambia: NoScript non serve
      Con NoScript non cambia neppure il contenuto della pagina, quindi sei ancora più sicuro, perchè se hai molte tab aperte può sfuggirti di guardare ogni volta la barra degli indirizzi.
    • Nedanfor non loggato scrive:
      Re: La URL non cambia: NoScript non serve
      Solo io ho l'abitudine di inserire i miei dati solo attraverso https e dopo aver controllato il certificato?
      • Guybrush scrive:
        Re: La URL non cambia: NoScript non serve
        - Scritto da: Nedanfor non loggato
        Solo io ho l'abitudine di inserire i miei dati
        solo attraverso https e dopo aver controllato il
        certificato?No, ma è una buona abitudine.
      • infame scrive:
        Re: La URL non cambia: NoScript non serve
        - Scritto da: Nedanfor non loggato
        Solo io ho l'abitudine di inserire i miei dati
        solo attraverso https e dopo aver controllato il
        certificato?no, ma gli utenti che lo fanno sono, probabilmente, meno dell'1 %, oppure la razza umana è congenitamente idiota, non ci sono altre alternative...
        • Agenore Perspicace scrive:
          Re: La URL non cambia: NoScript non serve
          - Scritto da: infame
          ......
          no, ma gli utenti che lo fanno sono,
          probabilmente, meno dell'1 %, oppure la razza
          umana è congenitamente idiota, non ci sono altre
          alternative...Quoto la seconda ipotesi, attendibile al 100%.
        • battagliacom scrive:
          Re: La URL non cambia: NoScript non serve
          io direi di più che la razza umana si sta "rammollendo" ed è alla ricerca di metodi che facilitino la sua vita, per non lavorare. Ma questo comporta dei rischi, come in questo caso la sicurezza.
  • Paolo Nocco scrive:
    ...
    (Trolling ON)E' la prima volta che ringrazio Dio di usare IE, non fatela diventare un'abitudine per favore.(Trolling OFF)
    • infame scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Paolo Nocco
      (Trolling ON)

      E' la prima volta che ringrazio Dio di usare IE,
      non fatela diventare un'abitudine per
      favore.

      (Trolling OFF)non è questione di quale browser utilizzi, la questione è di accendere anche il cervello, insieme al computer (sempre se uno ce l'ha...).
  • chivapianov asanoevalo ntano scrive:
    NoScript l'unica vera sicurezza
    Usate NoScript, disponibile solo per Firefox, e non avrete più problemi di sicurezza
  • Sky scrive:
    Firefox + NoScript
    e passa la paura.
    • collione scrive:
      Re: Firefox + NoScript
      speriamo che invece la gente continui ad usare IE così possiamo rubare le loro password :P
      • bertuccia scrive:
        Re: Firefox + NoScript
        più che altri internet ha bisogno dei polli per mantenersi, si sobbarcano una serie di costi che altrimenti qualcun altro dovrebbe pagare.w i polli, w windows, w IE
Chiudi i commenti