Net neutrality, la Rete che rallenta

Mentre si avvicina il momento della decisione di FCC sulla net neutrality, gli attori della Rete manifestano con un rallentamento di protesta. Anche la voce istituzionale di Nancy Pelosi è per la neutralità

Roma – Gli utenti di Netflix vedranno presto apparire sulle loro finestre streaming una rotella di caricamento : non sarà il frutto di problemi di connessione, ma dell’adesione della piattaforma alla protesta a favore della net neutrality che prevede un artificioso “rallentamento di Internet”. In realtà , Netflix non rallenterà effettivamente i suoi contenuti: semplicemente metterà in guardia i propri utenti sul rischio futuro che essi saranno effettivamente rallentati se la Net Neutrality non fosse tutelata.

Questa forma di protesta, che ha assunto il nome di Internet Slowdown , ha conquistato molti dei più frequentati servizi online, fra cui Reddit, Digg, Mozilla, Upworthy, Imgur, Etsy e Foursquare .

D’altronde si stanno per concludere le consultazioni della Federal Communications Commission (FCC), la commissione federale che ha presentato una proposta di riforma della materia riguardante la neutralità della rete, in risposta alla decisione di gennaio della Corte d’Appello statunitense che ha messo in discussione la condanna da parte di FCC dei blocchi e delle discriminazioni di traffico adottati da alcuni Internet Service Provider ai danni di alcuni operatori web, sviluppatori di app e fornitori di servizi cloud.

Secondo gli operatori della Rete che hanno scelto di aderire all’Internet Slowdown la proposta di riforma prevederebbe misure e linee di connessione veloce che minacciano l’attuale impianto che garantisce la neutralità della Rete, minacciando di conseguenza la concorrenza online.

Già a luglio , per questo, Netflix insieme a Google, Amazon, Facebook e altre 36 aziende ITC riunite sotto l’ombrello della Internet Association , si era fatta sentire in difesa di una Internet senza corsie preferenziali di sorta: una separazione che porterebbe alla distorsione del mercato con danni all’innovazione, alla concorrenza e in definitiva agli interessi degli utenti della Rete delle Reti.

In questi giorni si sono uniti alle voci contrarie alla riforma anche un gruppo di autori YouTube reclutati da Public Knowledge e l’Harry Potter Alliance sotto il cappello del sito VideoCreatorsforNetNeutrality : senza neutralità della Rete, denunciano, per loro non ci sarebbe alcun tipo di spazio. Il sito già raccoglie 11mila creatori, 6mila video e circa 7 miliardi di visualizzazioni.

Accanto ad utenti ed operatori della rete impegnati nei settori più disparati , poi, si sono espressi a favore della protezione della neutralità della Rete anche voci istituzionali , da ultimo quella della democratica Nancy Pelosi: con una lettera ha chiesto al Presidente FCC Tom Wheeler di proteggere le libertà e la concorrenza garantita dalla net neutrality e dall’Open Internet, che con la possibilità di aprire di linee di connessione preferenziali sarebbero minacciate dallo strapotere delle grandi aziende. La soluzione, seconda Pelosi, è quella di riclassificare la banda larga come un servizio di telecomunicazione ai sensi del Titolo II della normativa a stelle e strisce che stabilisce la parità di accesso da parte degli operatori.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • RiBaldi scrive:
    Stando sul concreto...
    ...credo che tutte le ipotesi sul "come esarebbe se...", pur utili se vogliamo continuare a usare l'indispensabile immaginazione, vadano approfondite solo fino a un certo punto. Il fatto che certi sistemi saranno sviluppati, secondo me, è certo e inevitabile, a noi di trovarne un utilizzo ottimale, esattamente come si fa ora col computer o anche con la guida di un'automobile.A preoccuparmi è un'altra cosa. Poniamo che per fermare un'operazione debba fare il gesto di 'stop' come da esempio dell'articolo: ebbene, io non sono in grado di usare le mani, perciò non riuscirei a usare dispositivi del genere di quelli immaginati.Così dovrei comprarmi una tastiera, con la speranza che i futuri computer ne mantengano la compatibilità e che non costi uno sproposito come gli attuali ausili per disabili.Considerazione filosofica: avvicinando il comportamento dei computer a quello degli esseri umani, quale idea di umani usiamo? Umani con braccia efficienti, occhi buoni, favella efficace, gambe robuste? Per me sarebbe un regresso.
  • Luke1 scrive:
    Complimenti
    Complimenti PI, un articolo veramente interessante, e ben scritto.
  • ... scrive:
    Augh!
    Il grande capo Lingua Felpata onora ancora una volta il Grande-Padre-Bianco-Che-Sta-A-Cupertino :D
  • kruks scrive:
    ma vaffa 'n chip!
    Ho visto codice scritto da ignegneri della intel e quello che ho pensato è stato che era molti anni luce avanti a quello che avrei potuto scrivere.Una padronanza degli strumenti ed una pulizia che non ho visto, e usavano qt, una libreria e framework al quale forse hanno contribuito, ma non hanno scritto. Ok, bravi, sicuramente, ma qui si parla di software e si buttano tutto nel software. Perché? finché il software lo si sviluppa all'esterno c'è concorrenza. Di fatto non ho mai sentito che le metodologie di integrazione dei chip siano di pubblico dominio, se lo sono sono coperte da brevetti.L'articolo è molto lungo, io non ho visto per certo se si parla di questo, però non mi piace molto.
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: ma vaffa 'n chip!
      non sviluppano softwarelavorano all'integrazione del loro hardware nelle piattaforme di sviluppoquesto significa driver, middleware, sdk eccin taluni casi può anche significare fare software: ma solo come pilota di un modello specificosta di fatto, per esempio, che nel caso delle cam in oggetto non avrebbe senso costringere uno sviluppatore a rifarsi tutto il lavoro di interpretazione dei dati rilevati dai sensori infrarossi, del visibile, dai laser ecc: intel ti fornisce un sdk con funzioni specifiche, tu ci lavori sopradi certo non lanceranno la loro versione di kinect, per intenderci
      • kruks scrive:
        Re: ma vaffa 'n chip!
        boh, ho un idea differente, secondo me la percezione bidimensionale comunque, l'integrazione di 2 percezioni bidimensionali da l'idea di profondità, ma questo non è un proXXXXX legato all'hardware o ai sensori, piuttosto è legato al software.D'altra parte non sviluppo driver, ma il discorso è lo stesso che si è fatto (e si fa ancora) nei confronti di nvidia. Solitamente la intel non è chiusa, comunque ... ma visto che c'è già leap motion, kinect e molti altri perché ora itel si butta in quest'area non esattamente da chipmaker?Intendo dire un chip maker è quasi obbligato a fornire codice di esempio se produce un microproXXXXXre con operazioni vettoriali, almeno dei pezzi di assembly e collaborare con un team software o con un'azienda che vende sistemi operativi o con creatori di giochi per sapere quali istruzioni implementare. Ma non è chiaro ora con chi sta collaborando
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: ma vaffa 'n chip!
          con tuttiha messo fuori da mesi un SDK per questi sensori 3Dho visto il dato "puro" tirato fuori dal sensore: è bidimensionale e pieno di artefatti, per tante ragioni, mentre il dato elaborato e passato dall'SDK è decisamente più raffinato - intel si occupa di questo passaggio, di fornire direttamente informazioni 3D e ripulite, lo sviluppatore lavora su quello
      • ... scrive:
        Re: ma vaffa 'n chip!
        - Scritto da: Luca Annunziata
        non sviluppano software
        lavorano all'integrazione del loro hardware nelle
        piattaforme di
        sviluppo
        questo significa driver, middleware, sdk eccnon proprio robetta
        in taluni casi può anche significare fare
        software: ma solo come pilota di un modello
        specificodelle due l'una: o fanno software o non lo fanno, e svipuppare driver (che se fatto male tutte il resto traballa) middleware (quel "ware" dopo il "middle" dovrebbe bettersi sull'avviso) e sdk (di soluto un paccozzo si decine/centinaia di mega) per me rientra sotto la catecoria di "sviluppo software" ma e per te non e' cosi'.... vabbeh...

        sta di fatto, per esempio, che nel caso delle cam
        in oggetto non avrebbe senso costringere uno
        sviluppatore a rifarsi tutto il lavoro di
        interpretazione dei dati rilevati dai sensori
        infrarossi, del visibile, dai laser ecc: intel ti
        fornisce un sdk con funzioni specifiche, tu ci
        lavori
        sopra
        di certo non lanceranno la loro versione di
        kinect, per
        intenderci
  • collione scrive:
    si si...
    e i soldi che il pd ha rubato tramite montepaschi? ve ne siete già dimenticati, sinistroidi dei miei XXXXXX?
    • ... scrive:
      Re: si si...
      - Scritto da: collione
      e i soldi che il pd ha rubato tramite
      montepaschi? ve ne siete già dimenticati,
      sinistroidi dei miei
      XXXXXX?scusa, sei uno di quelli che sXXXXXXX su tiscali.it? il tono e' quello.Comunque benvenuto, PI raccatta di tutto, piu' gente entra, piu bestie si vedono. Avanti dopo il calcinXXXX, poi a sinistra, avanti fino al baraccone del tipo che tiene in bocca 5 iphone e siediti dove vuoi :-)
      • collione scrive:
        Re: si si...
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: collione

        e i soldi che il pd ha rubato tramite

        montepaschi? ve ne siete già dimenticati,

        sinistroidi dei miei

        XXXXXX?

        scusa, sei uno di quelli che sXXXXXXX su
        tiscali.it? il tono e'
        quello.
        Comunque benvenuto, PI raccatta di tutto, piu'
        gente entra, piu bestie si vedono. Avanti dopo il
        calcinXXXX, poi a sinistra, avanti fino al
        baraccone del tipo che tiene in bocca 5 iphone e
        siediti dove vuoi
        :-)rispondi nel merito, fellone
        • ... scrive:
          Re: si si...
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: ...

          - Scritto da: collione


          e i soldi che il pd ha rubato tramite


          montepaschi? ve ne siete già dimenticati,


          sinistroidi dei miei


          XXXXXX?



          scusa, sei uno di quelli che sXXXXXXX su

          tiscali.it? il tono e'

          quello.

          Comunque benvenuto, PI raccatta di tutto, piu'

          gente entra, piu bestie si vedono. Avanti dopo
          il

          calcinXXXX, poi a sinistra, avanti fino al

          baraccone del tipo che tiene in bocca 5 iphone e

          siediti dove vuoi

          :-)

          rispondi nel merito, fellonema va la, il piu pulito dei politici italiani o ha la rogna o ha la rogna due volte, la bandiera che sventolano serve solo per diluire l'odore di letame che emanano. il toscano obeso e' un prolungamento del XXXXXXXXXX condannato, sei ancora qui con "destra" e "sinistra"? povero fesso! stai nel tuo baraccone e buono, su. vuoi che ti spostiamo dietro il tiro a segno, vicino al nano equilibrista o di fronte all'orso in moto? basta chiedere.
  • ... scrive:
    ...
    [img]http://www.repubblica.it/images/2012/08/28/152716558-1c93e675-f4be-47ab-aba5-71aef0ab375e.jpg[/img]
    • ... scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: ...
      [img]http://www.repubblica.it/images/2012/08/28/15tu quanti figli hai?certo che venire in un forum di fr... aem volevo dire "utenti apple" a fare sta pubblicita' e' un po una presa in giro :-)
  • panda rossa scrive:
    Re: Scettico
    - Scritto da: ...
    "computer, se il barbiere di un paese rade tutti
    e soli gli uomini che non si radono da soli, chi
    rade il
    barbiere?"

    ed ecco che il PC fonde.Oppure ti risponde che il barbiere e' femmina e ti visualizza la sua foto nuda che ha recuperato dal cloud.
    Luca, era meglio che restavi nel XXXXXXXX...
    oppure fai venire le tipe in camera
    dell'albergo?Se paga, saranno loro a far venire lui.
  • ... scrive:
    Re: Scettico
    - Scritto da: Luca Annunziata
    infatti il touch non è perceptual computing o
    naturale
    richiede un suo vocabolarioQualnque interazione richiede un vocabolario.Anche solo ordinare la PC "leggimi l'ultima mail arrivata" richiede un vocabolario.Lasci o Raddoppi? non sono nemmeno le 17, hai ancora tempo per qualche altra figura barbina, una disperata arrampicata sugli specchi per finire con la solita cancellazione + blocco del 3D :D
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Scettico
      non hai chiaro il concetto di vocabolarioma non importati consiglio di dare un'occhiata anche solo alla pagina wikipedia del perceptual computing, vedrai che ti sarà d'aiuto
  • ... scrive:
    "cursore? Attivati!"
    Finche il conputer non sara' portato alle dimesioni di una pallina da tennis con le seguenti caratteristiche:A. capacita' di interazione vocale con precisione 99.9999% sulla comprensione del parlato e 100% sul _significato_ del parlato B. capacita' di volo antigravitazionale in modo che mi segua sempre ad "altezza testa".C. autonomia di almeno 1 meseD. intelligenza artificiale minima (almeno il triplo di un applefan medio)beh, non venirmi a parlare di "RIVOLUZIONE", Itel
    • panda rossa scrive:
      Re: "cursore? Attivati!"
      - Scritto da: ...
      Finche il conputer non sara' portato alle
      dimesioni di una pallina da tennis con le
      seguenti
      caratteristiche:

      A. capacita' di interazione vocale con precisione
      99.9999% sulla comprensione del parlato e 100%
      sul _significato_ del parlato

      B. capacita' di volo antigravitazionale in modo
      che mi segua sempre ad "altezza
      testa".
      C. autonomia di almeno 1 mese
      D. intelligenza artificiale minima (almeno il
      triplo di un applefan
      medio)

      beh, non venirmi a parlare di "RIVOLUZIONE", ItelOk, supponiamo di avere questo computer come lo hai descritto tu, a forma di pallina da tennis che ti segue accanto alla testa.Come si fa a vedere i porni?
      • Passante scrive:
        Re: "cursore? Attivati!"
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: ...

        Finche il conputer non sara' portato alle

        dimesioni di una pallina da tennis con le

        seguenti

        caratteristiche:



        A. capacita' di interazione vocale con
        precisione

        99.9999% sulla comprensione del parlato e
        100%

        sul _significato_ del parlato



        B. capacita' di volo antigravitazionale in
        modo

        che mi segua sempre ad "altezza

        testa".

        C. autonomia di almeno 1 mese

        D. intelligenza artificiale minima (almeno il

        triplo di un applefan

        medio)



        beh, non venirmi a parlare di "RIVOLUZIONE",
        Itel

        Ok, supponiamo di avere questo computer come lo
        hai descritto tu, a forma di pallina da tennis
        che ti segue accanto alla
        testa.





        Come si fa a vedere i porni?Proiettore sulla prima superficie.
      • ... scrive:
        Re: "cursore? Attivati!"
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: ...

        Finche il conputer non sara' portato alle

        dimesioni di una pallina da tennis con le

        seguenti

        caratteristiche:



        A. capacita' di interazione vocale con
        precisione

        99.9999% sulla comprensione del parlato e
        100%

        sul _significato_ del parlato



        B. capacita' di volo antigravitazionale in
        modo

        che mi segua sempre ad "altezza

        testa".

        C. autonomia di almeno 1 mese

        D. intelligenza artificiale minima (almeno il

        triplo di un applefan

        medio)



        beh, non venirmi a parlare di "RIVOLUZIONE",
        Itel

        Ok, supponiamo di avere questo computer come lo
        hai descritto tu, a forma di pallina da tennis
        che ti segue accanto alla
        testa.

        Come si fa a vedere i porni?proiezione di campi di forza tipo ponte olografico di star trek NG: nella versione avanzata si sente anche l'odore di XXXXXXXX.
        • rockroll scrive:
          Re: "cursore? Attivati!"
          proiezione di campi di forza tipo ponte olografico di star trek NG: nella versione avanzata si sente anche l'odore di XXXXXXXX E nella versione Enthusiast ti induce mentalmente l'effetto pugnetta, portandoti all'orgasmo senza nemmeno usare le mani!Intel ci sta lavorando ... da anni, nel suo delirio di onnipotenza!(AND è rimasta indietro di "anniluce", vero?)
          • ... scrive:
            Re: "cursore? Attivati!"
            - Scritto da: rockroll
            proiezione di campi di forza tipo ponte
            olografico di star trek NG: nella versione
            avanzata si sente anche l'odore di
            XXXXXXXX

            E nella versione Enthusiast ti induce mentalmente
            l'effetto pugnetta, portandoti all'orgasmo senza
            nemmeno usare le
            mani!
            Intel ci sta lavorando ... da anni, nel suo
            delirio di
            onnipotenza!
            (AND è rimasta indietro di "anniluce", vero?)"AMD anni luce indietro" sono solo le palle sparate dai giarnalisti prezzolati. AMD e' inidetro rispetto ad intel, e' vero, ma sulla distanza c'e' da discutere: quelli ce contano sono gli effetti pratici finali: se per un utente medio un AMD fa tutto quello ch eserve ad un terzo del prezzo di Intel, si compra AMD e ciao. L'ultima cpu Intel che ho comprato era un Pentium 1 a 120Mhz, vedi un po tu :-)
          • panda rossa scrive:
            Re: "cursore? Attivati!"
            - Scritto da: ...
            "AMD anni luce indietro" sono solo le palle
            sparate dai giarnalisti prezzolati. AMD e'
            inidetro rispetto ad intel, e' vero, ma sulla
            distanza c'e' da discutere: quelli ce contano
            sono gli effetti pratici finali: se per un utente
            medio un AMD fa tutto quello ch eserve ad un
            terzo del prezzo di Intel, si compra AMD e ciao.Parole sante!
      • Albedo 0,9 scrive:
        Re: "cursore? Attivati!"
        - Scritto da: panda rossa
        Ok, supponiamo di avere questo computer come lo
        hai descritto tu, a forma di pallina da tennis
        che ti segue accanto alla
        testa.





        Come si fa a vedere i porni?Facilissimo: glielo comandi a voce ed aspetti che ti giri attorno e ti si infili da dietro. Te li farà vedere in cinemascope, dall'interno. :D
    • Elrond scrive:
      Re: "cursore? Attivati!"
      - Scritto da: ...
      D. intelligenza artificiale minima (almeno il
      triplo di un applefan
      medio)Vabbe' dai, su questo punto già ci siamo. Una calcolatrice tascabile con solo le 4 operazioni è già abbondantemente sufficiente.
      • ... scrive:
        Re: "cursore? Attivati!"
        - Scritto da: Elrond
        - Scritto da: ...


        D. intelligenza artificiale minima (almeno il

        triplo di un applefan

        medio)


        Vabbe' dai, su questo punto già ci siamo. Una
        calcolatrice tascabile con solo le 4 operazioni è
        già abbondantemente
        sufficiente.un giorno ho visto un utente apple che per fare 7+5 ha dovuto togliesti una scarpa...
        • Elrond scrive:
          Re: "cursore? Attivati!"
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: Elrond

          - Scritto da: ...




          D. intelligenza artificiale minima (almeno
          il


          triplo di un applefan


          medio)





          Vabbe' dai, su questo punto già ci siamo. Una

          calcolatrice tascabile con solo le 4 operazioni
          è

          già abbondantemente

          sufficiente.


          un giorno ho visto un utente apple che per fare
          7+5 ha dovuto togliesti una
          scarpa...Almeno abbiamo la sicuVezza che la scaVpa fosse gViffata. Mica come i poveVi cantinaVi, che hanno scaVpe pVolertaVie!
          • ... scrive:
            Re: "cursore? Attivati!"
            - Scritto da: Elrond
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: Elrond


            - Scritto da: ...






            D. intelligenza artificiale minima
            (almeno

            il



            triplo di un applefan



            medio)








            Vabbe' dai, su questo punto già ci
            siamo.
            Una


            calcolatrice tascabile con solo le 4
            operazioni

            è


            già abbondantemente


            sufficiente.





            un giorno ho visto un utente apple che per
            fare

            7+5 ha dovuto togliesti una

            scarpa...

            Almeno abbiamo la sicuVezza che la scaVpa fosse
            gViffata. Mica come i poveVi cantinaVi, che hanno
            scaVpe pVolertaVie!gia, degli autentici baVboni, tutti con il loVo andVoid, cosi' dozzinale, cosi' pacchiano. lontanissimo dall'eteVea semplicita' ed eleganza del nostVo iphone. oVa scusa ma devo andaVe a rifare il nodo alla cVavatta e aa ritoccarVmi il mascaVa...
        • 2014 scrive:
          Re: "cursore? Attivati!"
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: Elrond

          - Scritto da: ...




          D. intelligenza artificiale minima (almeno
          il


          triplo di un applefan


          medio)





          Vabbe' dai, su questo punto già ci siamo. Una

          calcolatrice tascabile con solo le 4 operazioni
          è

          già abbondantemente

          sufficiente.


          un giorno ho visto un utente apple che per fare
          7+5 ha dovuto togliesti una
          scarpa...Ti è andata bene!6+5 avrebbe dovuto togliere i pantaloni...
    • Funz scrive:
      Re: "cursore? Attivati!"
      - Scritto da: ...
      Finche il conputer non sara' portato alle
      dimesioni di una pallina da tennis con le
      seguenti
      caratteristiche:

      A. capacita' di interazione vocale con precisione
      99.9999% sulla comprensione del parlato e 100%
      sul _significato_ del parlato

      B. capacita' di volo antigravitazionale in modo
      che mi segua sempre ad "altezza
      testa".
      C. autonomia di almeno 1 mese
      D. intelligenza artificiale minima (almeno il
      triplo di un applefan
      medio)[img]http://img3.wikia.nocookie.net/__cb20100118132404/gundam/images/5/54/Haro.gif[/img]
    • enjoy non loggato scrive:
      Re: "cursore? Attivati!"
      - Scritto da: ...
      Finche il conputer non sara' portato alle
      dimesioni di una pallina da tennis con le
      seguenti
      caratteristiche:

      A. capacita' di interazione vocale con precisione
      99.9999% sulla comprensione del parlato e 100%
      sul _significato_ del parlato

      B. capacita' di volo antigravitazionale in modo
      che mi segua sempre ad "altezza
      testa".
      C. autonomia di almeno 1 mese
      D. intelligenza artificiale minima (almeno il
      triplo di un applefan
      medio)

      beh, non venirmi a parlare di "RIVOLUZIONE", ItelEccolo qui il tuo computer volante:https://c2.staticflickr.com/6/5064/5589299219_2c7c6a0ab9_z.jpgMa francamente Io ne farei a meno!
  • Peppe scrive:
    Scettico
    "Quando noi due parliamo, non abbiamo bisogno di imparare a farlo"0_0 come? ed io che pensavo che i primi dieci anni di vita li abbiamo passati a fare esattamente questo.Io penso che sono tutte cavolate di marketing per vendere di più. Non esiste un sistema "naturalmente intuitivo".
    • panda rossa scrive:
      Re: Scettico
      - Scritto da: Peppe
      "Quando noi due parliamo, non abbiamo bisogno di
      imparare a
      farlo"Infatti non si impara mica a parlare.Si impara a capire quello che l'altro dice.E questo forum e' la prova concreta che nel 2014 gli esseri umani ancora non hanno imparato a capire quello che gli viene detto e continuano masochisticamente ad usare colapasta come sistemi operativi.
      Io penso che sono tutte cavolate di marketing per
      vendere di più. Non esiste un sistema
      "naturalmente
      intuitivo".Se e' marketing e' sicuramente una balla.Se per caso ha una parvenza di verita', cessera' di averla non appena diventa marketing.
      • Peppe scrive:
        Re: Scettico
        Come "non si impara a parlare"?Per parlare devi imparare:- i vocaboli- le regole fonetiche- le regole grammaticali (coniugare i verbi, accordare gli aggettivi, gli articoli, i sostantivi ed i tempi, declinare li dove la lingua lo richiede)- le regole sintattiche- varie ed eventuali (metafore, sottointesi ...)
        • gnammolo scrive:
          Re: Scettico
          e dimentichi tutta la parte più "meccanica", ovvero quella del coordinare i muscoli correttamente per imparare a pronunciare i vocaboli. Infatti i sordi, sebbene non abbiano alcun problema fisiologico che impedisca loro a parlare, sono muti e solo con l'aiuto di logopedista riescono a parlare.
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Scettico
      la comunicazione tra esseri umani è naturale e spontanea: tanto è vero che riesci a capirti anche con persone con cui non condividi una lingua comunequesto è quanto si intendeè ovvio che esistano dei vocabolari, in senso lato, per gestire la comunicazione: ma in questo caso si intende attingere allo stesso vocabolario, parlato o gestuale, già in possesso dell'utentelo spiega chiaramente Mooly Eden nell'intervista: basta non volersi attaccare "letteralmente" alle parole ;)
      • gnammolo scrive:
        Re: Scettico
        no Luca l'esempio è sbagliato senza se e senza ma. I sordi non sanno parlare sebbene fisiologicamente siano senza problemi. A parlare si impara.
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: Scettico
          ripeto: se sai parlare, saprai usare un pcriutilizzare le competenze già acquisite, di base, comuni, per fare altroè il concetto stesso del perceptual computing
          • Peppe scrive:
            Re: Scettico
            Luca,quello che io critico è l'assunto che il Perceptual Computing sia un approccio "naturale". Per mettere la discussione più sul pratico non sono d'accordo sul fatto che la tecnologia touch sia più "naturale" ed "intuitiva";pensa a quanti newbie, convinti che basta "toccare" (nella versione più arcaica possiamo sostituire con "puntare e cliccare"), hanno fatto grossi XXXXXX sui loro dispositivi.Saper toccare (o puntare e cliccare) non significa saper usare un dispositivo, per quanto la sua interfaccia sia intuitiva. Se non ne conosci il suo funzionamento, potrai fare solo le task più semplici, ma quelle le si possono fare facilmente anche senza le interfacce "intuitive".
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Peppe
            la tecnologia touch sia più "naturale" ed
            "intuitiva";
            pensa a quanti newbie, convinti che basta
            "toccare" (nella versione più arcaica possiamo
            sostituire con "puntare e cliccare"), hanno fatto
            grossi XXXXXX sui loro
            dispositivi.

            Saper toccare (o puntare e cliccare) non
            significa saper usare un dispositivo, per quanto
            la sua interfaccia sia intuitiva. Se non ne
            conosci il suo funzionamento, potrai fare solo le
            task più semplici, ma quelle le si possono fare
            facilmente anche senza le interfacce
            "intuitive".Che lavoro fai?
          • Peppe scrive:
            Re: Scettico
            perchè me lo chiedi?
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Peppe
            perchè me lo chiedi?Per capire da quale background culturale arrivano le tue affermazioni ;)
          • Peppe scrive:
            Re: Scettico
            sono un ricercatore in fisica
          • ... scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Peppe
            sono un ricercatore in fisicapensavo tecnico informatico: lo dico perche' chi fa quel lavoro ne vede di ogni tipo, le XXXXXXX commesse dagli utenti riempirebbero migliaia di faldoni: gente che stacca il portatile dalla rete e si XXXXXXX perche perde le modifche del documento che stava lavorando sul server, gente che tenta di accendere il pc agendo sull'interruttore del monitor, gente che mette la spina del mouse nella porta eternet e poi chiama perche "il mouse non funziona", e cosi via.
          • Peppe scrive:
            Re: Scettico
            ahaah :Dno, non ne vedo di queste.Tuttavia mi ritrovo a fare un corso basico di programmazione in C(confesso tuttavia la mia più grande ignoranza in materie informatiche)ed anche li se ne vedono: l'errore più comune è proprio quello di pensareche il computer sia intelligente e che basti dire "computer, fai la somma dei primi dieci numeri" per avere il risultato senza minimamente capirecome funziona, a livello alto, l'istruzione "for" ed il calcolatore stesso a più basso livello.Lo stesso tipo di errore lo vedo fare comunemente dalle persone che sono convinte di saper funzionare un dispositivo solo perchè basta toccare o pasta puntare e cliccare.
          • 2014 scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Peppe
            ahaah :D
            no, non ne vedo di queste.
            Tuttavia mi ritrovo a fare un corso basico di
            programmazione in
            COttimo ;)
          • panda rossa scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Peppe
            ahaah :D
            no, non ne vedo di queste.
            Tuttavia mi ritrovo a fare un corso basico di
            programmazione in
            C
            (confesso tuttavia la mia più grande ignoranza in
            materie
            informatiche)
            ed anche li se ne vedono: l'errore più comune è
            proprio quello di
            pensare
            che il computer sia intelligente e che basti dire
            "computer, fai la somma dei primi dieci numeri"
            per avere il risultato senza minimamente
            capire
            come funziona, a livello alto, l'istruzione "for"
            ed il calcolatore stesso a più basso
            livello.Per sommare i primi 10 numeri mica si usa l'istruzione for: un winaro userebbe l'istruzione for.I programmatori fanno n(n+1)/2
          • ... scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Peppe

            ahaah :D

            no, non ne vedo di queste.

            Tuttavia mi ritrovo a fare un corso basico di

            programmazione in

            C

            (confesso tuttavia la mia più grande
            ignoranza
            in

            materie

            informatiche)

            ed anche li se ne vedono: l'errore più
            comune
            è

            proprio quello di

            pensare

            che il computer sia intelligente e che basti
            dire

            "computer, fai la somma dei primi dieci
            numeri"

            per avere il risultato senza minimamente

            capire

            come funziona, a livello alto, l'istruzione
            "for"

            ed il calcolatore stesso a più basso

            livello.

            Per sommare i primi 10 numeri mica si usa
            l'istruzione for: un winaro userebbe l'istruzione
            for.

            I programmatori fanno n(n+1)/2ah, il mitico Gauss! tutti in piedi e massimo rispetto :)
          • Peppe scrive:
            Re: Scettico
            certamentema lo scopo, nel mio caso, non è di far applicare il risultato di Gauss, ma di far applicare il "for" e quello è un esercizio semplice.
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: panda rossa
            Per sommare i primi 10 numeri mica si usa
            l'istruzione for: un winaro userebbe l'istruzione
            for.

            I programmatori fanno n(n+1)/2Quello i matematici.I programmatori nell'ultima operazione shifterebbero a destra di un bit. :)
          • ... scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Peppe
            Luca,

            quello che io critico è l'assunto che il
            Perceptual Computing sia un approccio "naturale".


            Per mettere la discussione più sul pratico non
            sono d'accordo sul fatto che

            la tecnologia touch sia più "naturale" ed
            "intuitiva";
            pensa a quanti newbie, convinti che basta
            "toccare" (nella versione più arcaica possiamo
            sostituire con "puntare e cliccare"), hanno fatto
            grossi XXXXXX sui loro
            dispositivi.

            Saper toccare (o puntare e cliccare) non
            significa saper usare un dispositivo, per quanto
            la sua interfaccia sia intuitiva. Se non ne
            conosci il suo funzionamento, potrai fare solo le
            task più semplici, ma quelle le si possono fare
            facilmente anche senza le interfacce
            "intuitive".luca e' rimasto folgorato da Scotty che prima ha tentato di parlare col monitor di un mac (un 68000), poi col suo mouse e anche li il computer on rispondeva: da ultimo, senza mai averlo visto prima, si e' messo a scriverci sopra tirando fuori in 3 minuti la formula dell'alluminio trasparente con molecola tridimensionale rotante.Da allora non e' stato piu lui, ci vuole pazienza....
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            infatti il touch non è perceptual computing o naturalerichiede un suo vocabolario
          • Peppe scrive:
            Re: Scettico

            infatti il touch non è perceptual computingil touch non è parte del "perceptual computing"? (il tono è di sincera curiosità, forse non ho capito)Da quanto ne ho capito il "perceptual computing" intende usare interfacce che sfuttino capacità che già abbiamo acquisito (giusto? correggimi nel caso) come parlare, toccare.. che altro? guardare? :)Ma questo non significa che la nostra interazione con la macchina sia più naturale. Ci potrebbe sembrare naturale perchè stiamo usando capacità già acquisite, tuttavia per far funzionare la macchina dobbiamo conoscerne il funzionamento: e questo è tutt'altro che intuitivo. A meno che la macchina non possieda anche una intelligenza umana e capisca al volo che quando gli diciamo "fai questa cosa" essa lo traduca nelle istruzioni binarie necessaria a portare a termine il compito.
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            si intende usare ogni senso: ma, come dice chiaramente l'intervista, senza dover apprendere altri vocabolaripinch-to-zoom è parte di un vocabolario: quello non è nelle intenzioni di Intel
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            si intende usare ogni senso: ma, come dice
            chiaramente l'intervista, senza dover apprendere
            altri
            vocabolari

            pinch-to-zoom è parte di un vocabolario: quello
            non è nelle intenzioni di
            IntelIo sono d'accordo con peppe.Le gesture da utilizzare su display touch sono gesture naturali.Il pinch-to-zoom è proprio un classico esempio di gesto naturale.È un gesto che ci viene naturale se vogliamo "allargare" qualcosa. È un gesto così naturale che i bambini lo imparano molto più velocemente.Secondo me è molto più naturale che l'inglese di cui parla l'intervistato quando gli chiedi "Non c'è il rischio che ciascuna di esse sviluppi il proprio "vocabolario" per le proprie applicazioni, costringendo poi l'utente a dover apprendere questi nuovi linguaggi per adottare uno o più di questi nuovi prodotti?"Lui ti risponde "Non devi leggere una guida per usarlo: devi solo usarlo, appunto. Quando noi due parliamo, non abbiamo bisogno di imparare a farlo: ci vediamo e parliamo, semplicemente."Ecco, il pinch-to-zoom è un gesto internazionale. In tutto il mondo per allargare qualcosa di piccolo si tende a "stirarlo" con due dita, molto più innato che il doversi parlare in inglese ;)
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            per me è MOOOOLTO più naturale avvicinare un oggetto quando voglio vederlo meglio, non metterci due dita sopra e "stirarlo"poi possiamo raccontarci quello che vogliamo, ma prima delle demo di apple e dell'esibizione/dimostrazione di Jeff Han al TED nessuno usava il pinch
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            per me è MOOOOLTO più naturale avvicinare un
            oggetto quando voglio vederlo meglio, non
            metterci due dita sopra e
            "stirarlo"Infatti per vedere meglio quello che c'è scritto nel display del tuo smartphone no utilizzi il pinch-to-zoom ma avvicini il display al viso, o avvicini il viso al display.Per ingrandire un'immagine, invece, non ti avvicini affatto. E non viene nemmeno naturale farlo. Per ingrandire fai esattamente quello che fai in "natura": allarghi l'oggetto che vuoi ingrandire.Tu quando cucini una pizza, per ingrandire la pallina, ti avvicini alla pasta con il viso? Io la allargo con le mani
            poi possiamo raccontarci quello che vogliamo, ma
            prima delle demo di apple e
            dell'esibizione/dimostrazione di Jeff Han al TED
            nessuno usava il
            pinchTu raccontaTi pure quello che vuoi, ma il pinch-to-zoom non è intuitivo perché l'ha presentato Apple. E prima il pinch-to-zoom non veniva utilizzato su dispositivi magari perché non c'era ancora la tecnologia? Magari il multi-touch non era così preciso? Infatti quando la tecnologia non era precisa si utilizzavano altri metodi per ingrandire un'immagine (che non erano intuitivi quanto il pinch-to-zoom: surface televisivo docet e che sono stati dismessi appena fosse diventato possibile utilizzare un metodo più naturale).
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            ma fai sul serio, l'esempio della pizza?va beh, allora vale tutto[yt]Hb3O22fdtF4[/yt]siamo seri, cosa c'entra? ma davvero non comprendi che il pinch è solo un artificio per "avvicinare" l'immagine, che potrebbe essere molto più semplicemente mutuato da una testa che si avvicina all'immagine e che fa scattare lo zoom? da che mondo è mondo, per vedere meglio qualcosa ce la si avvicina: pensaci bene, quando non capisci cosa c'è scritto su un libro che fai?non confondere quella che è la tua percezione di un gesto, condizionata dal fatto che lo operi con costanza, ma qualcuno ti ha dovuto mostrare cosa fare, con quello che è il patrimonio comune di esperienzase paracaduti un ipad o un galaxy tab in mezzo a un proverbiale villaggio di cannibali della nuova guinea, quelli useranno il pinch senza che nessuno glielo mostri?
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            ma fai sul serio, l'esempio della pizza?Certo. Mi sembra un esempio semplice da capire. Utile nello spiegare il concetto di "ingrandire".
            va beh, allora vale tuttoMa sì buttala in caciara va...
            siamo seri, cosa c'entra? ma davvero non
            comprendi che il pinch è solo un artificio per
            "avvicinare" l'immagine, che potrebbe essere
            molto più semplicemente mutuato da una testa che
            si avvicina all'immagine e che fa scattare lo
            zoom? da che mondo è mondo, per vedere meglio
            qualcosa ce la si avvicina: pensaci bene, quando
            non capisci cosa c'è scritto su un libro che
            fai?Perché tu parli di "vedere meglio". Il pinch-to-zoom non serve per "vedere meglio" un'immagine. Per il semplice fatto che tramite pinch-to-zoom l'immagine potrebbe anche non starci più tutta nel display.To applichi il pinch-to-zoom per "ingrandire" un oggetto (come l'immagine appunto). Lo fai, magari, per vedere un dettaglio di tale immagine.Il modo più naturale per "ingrandire" è appunto quello di "stirarlo". Esattamente come succede in "natura". E vorrei farti notare una differenza fondamentale: ingrandire è un'azione che si applica sull'oggetto. Vedere meglio è un'azione che si applica su di te. Tu vedi meglio, è l'oggetto che viene ingrandito. Sono due cose differenti.
            non confondere quella che è la tua percezione di
            un gesto, condizionata dal fatto che lo operi con
            costanza, ma qualcuno ti ha dovuto mostrare cosa
            fare, con quello che è il patrimonio comune di
            esperienzaSei te che applichi tale concetto perché lo associ ad Apple.Io tale concetto ce l'ho ben in mente da sempre.
            se paracaduti un ipad o un galaxy tab in mezzo a
            un proverbiale villaggio di cannibali della nuova
            guinea, quelli useranno il pinch senza che
            nessuno glielo
            mostri?Vedrai che troveranno naturale ingrandire l'immagine strecciandola. Magari utilizzando due indici invece che il pollice e l'indice di un'unica mano.Gesture per nulla naturali e che ormai fanno parte della user experience comune ne esistono. Potrei indicartene una anche subito. Sicuramente, però, il pinch-to-zoom non fa parte di questo elenco.
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            no guarda, non ci siamo: per vedere cosa c'è all'orizzonte che fai? ti avvicini o "stiri" l'orizzonte?suvvia... tu "stiravi" le foto su pellicola per ingrandirle?e perchè non ha più senso invece fare un cerchio attorno al dettaglio che mi interessa e lasciare che il dispositivo faccia lo zoom? chi dice che pinch è meglio di cerchietto?senza contare che usando due dita nell'attuale interfaccia touch si può anche ruotarese esiste un'ambiguità, nasce la necessità di spiegare e si perde la naturalità
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            no guarda, non ci siamo: per vedere cosa c'è
            all'orizzonte che fai? ti avvicini o "stiri"
            l'orizzonte?Tu continui a parlare di "vedere" quando si sta parlando di "ingrandire".
            suvvia... tu "stiravi" le foto su pellicola per
            ingrandirle?Purtroppo per ingrandirle dovevo portarle da un fotografo che tramite processi chimici mi procurava una versione della stessa più grande.Tu invece? Le avvicinavi al viso e "magia di bia" si ingrandivano?
            e perchè non ha più senso invece fare un cerchio
            attorno al dettaglio che mi interessa e lasciare
            che il dispositivo faccia lo zoom? chi dice che
            pinch è meglio di
            cerchietto?Il pinch-to-zoom è meglio perché più naturale. Intuitivo. Il pinch-to-zoom deriva dal nostro modo naturale di ingrandire un oggetto (di quelli che è possibile ingrandire naturalmente). Se ci fai un cerchio intorno gli oggetti non si ingrandiscono. Non si allargano.
            senza contare che usando due dita nell'attuale
            interfaccia touch si può anche
            ruotare
            se esiste un'ambiguità, nasce la necessità di
            spiegare e si perde la
            naturalitàQuale ambiguità? Il pinch-to-zoom ingrandisce. Esattamente come quando eri piccolo ingrandivi la pasta di pongo. La gesture è quella.Te l'ho già detto. Sono altre le gesture innaturali che ormai fanno parte dell'uso comune di tecnologia touch.
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            tu non ingrandivi la pasta di pongola stiraviè qualcosa di diversol'effetto non era quello di avere lo stesso oggetto più grande, bensì un oggetto diverso con proporzioni e misure differenti, che non conservava a meno di straordinarie attenzioni le informazioni sull'originaleevidentemente non ti è chiaro...
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            tu non ingrandivi la pasta di pongo
            la stiravi
            è qualcosa di diverso
            l'effetto non era quello di avere lo stesso
            oggetto più grande, bensì un oggetto diverso con
            proporzioni e misure differenti, che non
            conservava a meno di straordinarie attenzioni le
            informazioni
            sull'originaleForse tu eri un po' maldestro con il pongo. Io un cerchio lo ingrandivo e rimaneva un cerchio. Ti concedo che fosse più fino ;)
            evidentemente non ti è chiaro...A me sembra che la cosa non sia molto chiara a te. La differenza tra pinch-to-zoom e doppio-tap a me è molto chiara. A te, a quanto sembra, non molto ;)
          • panda rossa scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Albedo 0,9
            P.S.: i bambini imparano in fretta ad usare le
            gesture perché le vedono compiere frequentemente
            dai propri
            genitori.In realta' tutto ma proprio tutto viene imparato per imitazione e nulla, ma assolutamente nulla, e' un gesto naturale.Youtube e' pieno di filmati di bambini in eta' prescolare messi di fronte ad oggetti di 30 e piu' anni fa, per vedere come reagiscono senza avere mai avuto un esempio da imitare.Zero.Telefono a rotella.Mangiadischi, mangiacassette, videotape.Polaroid.Carillon.Qualunque tipo di meccanismo, anche quelli piu' semplici e scontati, e' complicato la prima volta in cui ci si imbatte.Poi si apprende il modo con cui interfacciarsi e diventa naturale.Queste cose dei natural gestures sono solo panzane di marketing che esistono solo perche' c'e' quel 10% che se le beve.
          • 2014 scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Albedo 0,9


            P.S.: i bambini imparano in fretta ad usare
            le

            gesture perché le vedono compiere
            frequentemente

            dai propri

            genitori.

            In realta' tutto ma proprio tutto viene imparato
            per imitazione e nulla, ma assolutamente nulla,
            e' un gesto
            naturale.
            Ma se a te pure le pippe ti hanno dovuto spiegare :D
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: panda rossa
            In realta' tutto ma proprio tutto viene imparato
            per imitazione e nulla, ma assolutamente nulla,
            e' un gesto
            naturale.Infatti, imito il gesto che utilizzo per allargare un oggetto fisico nel mondo digitale dei display touch.
            Telefono a rotella.
            Mangiadischi, mangiacassette, videotape.
            Polaroid.
            Carillon.
            Qualunque tipo di meccanismo, anche quelli piu'
            semplici e scontati, e' complicato la prima volta
            in cui ci si
            imbatte.Perché non avevano un approccio "naturale".
            Queste cose dei natural gestures sono solo
            panzane di marketing che esistono solo perche'
            c'e' quel 10% che se le
            beve.Lo dici perché non conosci gli studi che ci sono dietro. Sei un semplice sistemista... da quello che scrivi su questo forum si capisce benissimo che non conosci assolutamente nulla della scienza che studia l'interazione uomo-macchina.
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            a parte queste considerazioni michelangiolesche sul pongo, non mi pare tu abbia in alcun modo dimostrato che dalla notte dei tempi l'uomo delle caverne "stirasse" gli oggetti per ingrandirlila montagna, maometto, non ti dicono niente? ;)
          • ... scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            a parte queste considerazioni michelangiolesche
            sul pongo, non mi pare tu abbia in alcun modo
            dimostrato che dalla notte dei tempi l'uomo delle
            caverne "stirasse" gli oggetti per
            ingrandirli

            la montagna, maometto, non ti dicono niente? ;)si: semplicelente unp'altra favola come la moltiplicazione dei pani e dei pesci, o come quella delle "natural gesture". Di "gesti naturali" esistono solo le funzioni biologiche: portare alla bocca qualsiasi cosa nella speranza che sia commestibile ed espulsione degli scarti digestivi: e dei secondi all'inizio non ne abbiamo nemmeno il controllo, quindi alla fine dei conti si deve imparare a fare _TUTTO_ da zero (inghiottire un chiodo o afferrare un ragno velenoso ragno non sono delle buine idee), con buona pace tua e dei marchettari di Intel.
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            la combinazione QWERTY o QZERTY invece è un'idea vincente per l'inputsenza dubbio
          • panda rossa scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            la combinazione QWERTY o QZERTY invece è un'idea
            vincente per
            l'input
            senza dubbioVincente o perdente che sia, e' una idea che funziona.Messo di fronte ad una tastiera con le lettere in ordine alfabetico, chiunque si troverebbe in difficolta', o comunque non sarebbe in grado di digitare 200 battute al minuto.
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            pensa se la tastiera non ci fossee non dovessi fare altro che dire al computer: ok, adesso scriviamo una lettera"caro panda rossa..."
          • panda rossa scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            pensa se la tastiera non ci fosse
            e non dovessi fare altro che dire al computer:
            ok, adesso scriviamo una
            lettera

            "caro panda rossa..."Dai, proviamo.I tre puntini per esempio come hai fatto a farglieli scrivere?E per quanto riguarda le maiuscole? Facciamo a meno?In ogni caso, non appena questo software di riconoscimento vocale per scrivere lettere sotto dettatura sara' pronto, lo potremo testare con l'audio di Toto'.[yt]SzrEfkjdzgw[/yt]
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            funzionerà, e imparerà anche a distinguere il contestole premesse ci sono tutte
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            pensa se la tastiera non ci fosse
            e non dovessi fare altro che dire al computer:
            ok, adesso scriviamo una
            lettera

            "caro panda rossa..."Sì ma dettala sottovoce, bisbigliando... poiché nella maggioranza dei casi sono convinto disturberesti chi ti sta vicino :)
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            è un problema questo, è vero: ma ho idea che si risolverà anche questo problema, per esempio con abbattitori di rumori a opposizione di fase sulle pareti dei cubicolinon credo che le interfacce per le mani spariranno, e non credo lo pensi nessunoma una virata verso la predominanza di voce e movimenti, questo sì-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 settembre 2014 10.03-----------------------------------------------------------
          • ... scrive:
            Re: Scettico
            Modificato dall' autore il 11 settembre 2014 10.03
            --------------------------------------------------non credo camberai abbanstanza per vederlo nella vita di tutti i giorni. consolati col IPHONE 6, almeno quello ce lo hai.
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            ti stupirà sapere che medito l'acquisto di un moto x o di un nexus X (se uscirà)
          • PinguinoCattivo scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Luca Annunziata

            la combinazione QWERTY o QZERTY invece è
            un'idea

            vincente per

            l'input

            senza dubbio

            Vincente o perdente che sia, e' una idea che
            funziona.
            Messo di fronte ad una tastiera con le lettere in
            ordine alfabetico, chiunque si troverebbe in
            difficolta', o comunque non sarebbe in grado di
            digitare 200 battute al
            minuto.Ho qualche dubbio :)Il layout di tastiera che utilizziamo normalmente è un diretto derivato di quello delle macchine per scrivere.E le macchine per scrivere utilizzavano quella disposizione non per consentire di dattilografare più rapidamente. Anzi! Era un layout concepito per ridurre la possibilità che le asticelle dei tamburi si incrociassero bloccandosi a vicenda.In effetti è un layout pensato appositamente per rallentare la battitura.
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: PinguinoCattivo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Luca Annunziata


            la combinazione QWERTY o QZERTY invece è

            un'idea


            vincente per


            l'input


            senza dubbio



            Vincente o perdente che sia, e' una idea che

            funziona.

            Messo di fronte ad una tastiera con le
            lettere
            in

            ordine alfabetico, chiunque si troverebbe in

            difficolta', o comunque non sarebbe in grado
            di

            digitare 200 battute al

            minuto.

            Ho qualche dubbio :)

            Il layout di tastiera che utilizziamo normalmente
            è un diretto derivato di quello delle macchine
            per
            scrivere.

            E le macchine per scrivere utilizzavano quella
            disposizione non per consentire di dattilografare
            più rapidamente. Anzi! Era un layout concepito
            per ridurre la possibilità che le asticelle dei
            tamburi si incrociassero bloccandosi a
            vicenda.

            In effetti è un layout pensato appositamente per
            rallentare la
            battitura.Mi hai anticipato la risposta :D
          • Leguleio scrive:
            Re: Scettico


            Messo di fronte ad una tastiera con le
            lettere
            in

            ordine alfabetico, chiunque si troverebbe in

            difficolta', o comunque non sarebbe in grado
            di

            digitare 200 battute al

            minuto.

            Ho qualche dubbio :)

            Il layout di tastiera che utilizziamo normalmente
            è un diretto derivato di quello delle macchine
            per
            scrivere.

            E le macchine per scrivere utilizzavano quella
            disposizione non per consentire di dattilografare
            più rapidamente. Anzi! Era un layout concepito
            per ridurre la possibilità che le asticelle dei
            tamburi si incrociassero bloccandosi a
            vicenda.

            In effetti è un layout pensato appositamente per
            rallentare la
            battitura.Sì e no. È vera la prima parte, la disposizione dei tasti delle macchine per scrivere qwerty è un modo di prevenire accavallamenti delle barrette (poi avvenivano lo stesso, almeno sulla mia Olivetti Lettera 22). Solo che con l'avvento delle prime macchine per scrivere elettriche non aveva più molto senso conservare quest'ordine, eppure le tastiere di tipo dvorak e derivati, che in teoria dovrebbe velocizzare la scrittura, non si imposero mai. Né con le telescriventi, che erano usate anche per programmare i computer negli anni Sessanta, né con i primi PC con tastiera dedicata. Va aggiunto che esperimenti condotti presso uffici statunitensi fra due gruppi di dattilografe con tastiere qwerty e dvorak non mostrarono significative differenze nella velocità di composizione di un testo. A fare la differenza è l'agilità delle dita e la capacità di pensare in anticipo le sequenze di lettere da battere, non la distanza dei tasti, che è di pochi centimetri. :)
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            Li stira per allargarli.
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Albedo 0,9
            Lo stiravi con due dita?
            Ecco, l'azione che si avvicina di più al gesto
            del pinch è proprio lo stiramento, ma a forza di
            cercare esempi naturali l'unico che mi viene in
            mente è quello di una tshirt. Che però stiri con
            due mani, non con due
            dita.No lo stiri, allarghi, con due mani, con due dita una per mano. Ma perché più grande di un display da smartphone.Una volta associato il gesto di allarage con due dita un oggetto, questo diventa naturale e, senza impararlo, lo applichi sul display touch.Tu sai che quel display è touch, e sai che ci interagisi con le dita. Il modo più "naturale" di allargare un'immagine è il pinch-to-zoom. Non è il doppio-tap, non è il fare un mezzo cerchio o una spirale. È il pinch-to-zoom.
            Secondo me stai dando un po' troppo per scontato
            che per tua esperienza personale il gesto del
            pinch è molto simile al simbolo delle due frecce
            opposte che allargano la finestra
            :)Mai pensato che potesse assomigliare a quel simbolo (anche perché quel simbolo proprio non l'ho mai pensato).
            P.S.: i bambini imparano in fretta ad usare le
            gesture perché le vedono compiere frequentemente
            dai propri
            genitori.Vero.
          • abc scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            chi dice che
            pinch è meglio di cerchietto?Oggettivamente parlando, nessuno può dirsi meglio dell'altro.Ci sarà chi si troverà meglio col cerchietto e chi no. L'unica differenza tra i due metodi è la preferenza personale.
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: abc
            Oggettivamente parlando, nessuno può dirsi meglio
            dell'altro.
            Ci sarà chi si troverà meglio col cerchietto e
            chi no. L'unica differenza tra i due metodi è la
            preferenza
            personale.Falso.Il primo è una trasposizione di un gesto che già hai imparato e associato all'allargare un oggetto. Il secondo no. Come il doppio-tap per ingrandire e centrare un messaggio.
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            io vorrei sapere 'sto gesto dove l'hai imparatosecondo me su un tabletdavvero, io non so come tu possa associare questo gesto all'ingrandire: hai della letteratura al riguardo? fonti scientifiche? va bene pure antropologia guarda
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            io vorrei sapere 'sto gesto dove l'hai imparato

            secondo me su un tablet

            davvero, io non so come tu possa associare questo
            gesto all'ingrandire: hai della letteratura al
            riguardo? fonti scientifiche? va bene pure
            antropologia
            guardaOddio... adesso mi trovi impreparato...Il pinch-to-zoom è un concetto che esiste da sempre nello studio di interfacce uomo-macchina con interazione touch.Che io ricordi c'era uno studio in tal senso già nei primi anni '80. Ma il concetto è stato ripreso negli anni diverse volte da diversi attori. Fino al 2007 quando Steve Jobs lo ha sdoganato una volta per tutte.E il concetto si basava sempre sullo stesso paradigma: allargare un oggetto malleabile. Come svolgi quest'attività in "natura"? Semplicemente prendendo due punti opposti dell'oggetto e tirando. Solitamente lo facciamo con due mani. Io ho portato l'esempio della pizza perché è il primo che mi è venuto in mente e il più semplice da visualizzare a mente.Edit:Toh... Guarda cos'ho trovato:http://www.sam-mallery.com/2012/09/a-visual-history-of-pinch-to-zoom/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 settembre 2014 15.55-----------------------------------------------------------
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            stai dicendo una cosa e poi un'altra, e sono in vaga contraddizioneche esista come gesture codificata in interfacce ci può stare, anche da 30 anniche sia un gesto mutuato dalla natura, non mi pare tu lo stia dimostrando: anzi, guarda, per come la spieghi in questo caso ti darò anche ragione, nel senso che se stai sostenendo che sia stato mutuato un gesto associato a stirare un oggetto malleabile per tradurlo in ingrandire, allora è come dici tu senz'altroma non mi venire a dire che quello è il gesto di ingrandire secondo madre natura: per quello in natura ci si avvicina, con la testa o con tutto il corpo
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            ma non mi venire a dire che quello è il gesto di
            ingrandire secondo madre natura: per quello in
            natura ci si avvicina, con la testa o con tutto
            il
            corpoSe leggi bene i miei post: natura e naturale li ho sempre messi tra doppi apici.Questo perché utilizzavo quei termini non per sottolineare che fossero gesti che esistono in natura. Era per semplificare il concetto che sono stati presi dei gesti tipici del mondo fisico, concreto, reale (stirare un oggetto malleabile) per riprodurlo su dispositivi digitali che come input hanno una superficie 2D touch.E vengono "naturali" perché se ti trovi un oggetto su questa superficie 2D e lo devi allargare (per ingrandirlo), allora ti viene, appunto, "naturale" prenderne due estremità con due dita (mani) e spostare le dita (mani) nelle direzioni opposte.I video che ho trovato su Internet e che confermano che, almeno, ho una buona memoria (mi sono stupito di aver azzeccato il periodo!!!) dimostrano che quello che dico non è un mio sogno. Dagli anni 80 tutti quelli che si sono cimentati nel risolvere questo "problema" su dispositivi touch hanno pensato sempre a quel gesto. Nessuno ha pensato di avvicinare il viso al display. Nessuno ha pensato al double-tap.E hanno pensato a quel gesto in maniera autonoma (forse Steve Jobs l'ha copiato da quelli della Xerox :P).P.S.Il digital desk è qualcosa di spettacolare!!!! Il copia/incolla tra due documenti cartacei... Il drag and drop tra scontrino e fattura... FANTASTICI!
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            appunto: stai confondendo una soluzione adottata, e di cui la naturalità è discutibile avendola tu vista fatta da altri e quindi portato ovviamente a riprodurla, con gesti che sono autenticamente naturaliripeto, ancora, come avvicinare la testa all'oggetto che si vuole vedere meglio
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            appunto: stai confondendo una soluzione adottata,
            e di cui la naturalità è discutibile avendola tu
            vista fatta da altri e quindi portato ovviamente
            a riprodurla, con gesti che sono autenticamente
            naturaliMi sa che non hai letto quello che ho scritto. Oppure fai fatica a comprenderlo...Sottolineo due concetti di quello che ho scritto prima (forse così non perdi il focus):1) I diversi attori hanno, negli anni (80, 90, ecc...) trovato la stessa soluzione. L'hanno trovata indipendentemente. Ora fatti questa domanda: come mai tutti hanno trovato la stessa soluzione: il pinch-to-zoom?2) Come mai non esistono dispositivi che per zoomare ti obbligano ad avvicinare il viso al dispositivo?Aggiungo un terzo punto di riflessione:Come mai nonostante io lo abbia imparato usando smartphone e tablet non mi sogno minimamente di affermare che il double-tap sia "naturale"? Eppure anche il double-tap è utilizzato per zoomare qualcosa.
            ripeto, ancora, come avvicinare la testa
            all'oggetto che si vuole vedere
            meglioAlla fine quello che confonde le cose sei tu. Parli di "vedere meglio" quando si sta parlando di zoom. Di allargare un oggetto. Il "vedere meglio" è relativo. Non è lo scopo dell'azione. L'azione serve per allargare un oggetto. Per vederne una parte in dettaglio. Per vedere meglio si mettono gli occhiali ;) :P :D (scusa la battuta)
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            certo, perchè la ricerca in fatto di interfacce è avvenuta in bunker super-segreti, senza che nulla trapelasse all'esternonon in laboratori, spesso universitari, con una fluente comunicazione verso colleghi di questa o quella istituzionechiudiamo l'argomento, per me va bene, ma vedrai che ci saranno senz'altro delle "sorprese" nel modo in cui si gestiscono le interfacce...
          • abc scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            ma davvero non
            comprendi che il pinch è solo un artificio per
            "avvicinare" l'immagine, che potrebbe essere
            molto più semplicemente mutuato da una testa che
            si avvicina all'immagine e che fa scattare lo
            zoom?Bravo, così basta anche solo avvicinare la testa al dispositivo per sbaglio che scatta subito lo zoom (anche quando non vuoi). Geniale!
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            dipenderà dal contesto, dai comandi vocali, dal fatto che muovi le palpebre in modo diverso (vedi il filmato)
          • 2014 scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: panda rossa
            Solo ruppolo per guardar meglio i francobolli li
            pincha per dogma
            religioso.Dopo averli leccati...
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: panda rossa

            Tu quando cucini una pizza, per ingrandire la

            pallina, ti avvicini alla pasta con il viso?
            Io

            la allargo con le

            mani

            Non stai ingrandendo, stai allargando.E io cos'ho scritto? "La allargo con le mani". E cosa succede alla pasta? Si ingrandisce.
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            la pasta non si ingrandiscesi allarga, e si appiattiscee non è la stessa cosa, non aumenti l'importanza di un dettaglio
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            la pasta non si ingrandisce
            si allarga, e si appiattisce

            e non è la stessa cosa, non aumenti l'importanza
            di un
            dettaglioSe ragioni così perdi il focus del discorso.Stiamo parlando di un gesto "naturale" per allargare un oggetto malleabile, trasportato in un contesto 2D su superficie touch.Lo spessore della pizza non è un'informazione importante. L'informazione importante è il fatto di allargare l'oggetto tirando in direzioni opposte con due mani, due dita.
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Scettico
            vedi la risposta che ti ho dato soprastai confondendo le tue conoscenze di interfacce e vocabolari con altro ;)
          • Prozac scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            vedi la risposta che ti ho dato sopra

            stai confondendo le tue conoscenze di interfacce
            e vocabolari con altro
            ;)Tranquillo, non confondo ;)
          • ... scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Luca Annunziata
            ripeto: se sai parlare, saprai usare un pcBUMMMMMM!!!!!questa la voglio proprio vedere.
            riutilizzare le competenze già acquisite, di
            base, comuni, per fare altro

            è il concetto stesso del perceptual computing"computer, se il barbiere di un paese rade tutti e soli gli uomini che non si radono da soli, chi rade il barbiere?"ed ecco che il PC fonde.Luca, era meglio che restavi nel XXXXXXXX... oppure fai venire le tipe in camera dell'albergo?
        • ... scrive:
          Re: Scettico
          - Scritto da: gnammolo
          no Luca l'esempio è sbagliato senza se e senza
          ma. I sordi non sanno parlare sebbene
          fisiologicamente siano senza problemi. A parlare
          si impara.anche di fronte a "2+2=5", Luca non dira mai "ho sbagliato", fattene una ragione.
        • FreeBSD scrive:
          Re: Scettico
          - Scritto da: gnammoloI sordi non sanno parlare sebbene
          fisiologicamente siano senza problemi. è proprio un buon esempio.
          • Ghino di Tacco scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: FreeBSD
            - Scritto da: gnammolo
            I sordi non sanno parlare sebbene

            fisiologicamente siano senza problemi.

            è proprio un buon esempio.Invece i sordi parlano,conosco due sordi ( 100% ) dalla nascita che leggono le labbra e parlano. Ambedue laureate in economia e commercio!
          • ... scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Ghino di Tacco
            - Scritto da: FreeBSD

            - Scritto da: gnammolo

            I sordi non sanno parlare sebbene


            fisiologicamente siano senza problemi.



            è proprio un buon esempio.

            Invece i sordi parlano,

            conosco due sordi ( 100% ) dalla nascita che
            leggono le labbra e parlano. Ambedue laureate in
            economia e commercio!gia, ma che stramegaXXXX si sono fatte per poter imparare senza sentire? parlare e' un proXXXXX azione(sento)-reazione(ripeto). Senza avere un esempio da copiare hai voglia a mugugnare fino a trovare in suono giusto da associare a "K", "Z", etc, figuriamoci intere parole. i 2 sordo-muti che conosco io "se la cavano" e "si fanno intendere" ma col cavolo che se non ti sforzi li capisci.
        • panda rossa scrive:
          Re: Scettico
          - Scritto da: gnammolo
          no Luca l'esempio è sbagliato senza se e senza
          ma. I sordi non sanno parlare sebbene
          fisiologicamente siano senza problemi. A parlare
          si
          impara. <i
          "Anche i muti potranno parlare, mentre i sordi gia' lo fanno." </i
          (Cit.)
        • rockroll scrive:
          Re: Scettico
          - Scritto da: gnammolo
          no Luca l'esempio è sbagliato senza se e senza
          ma. I sordi non sanno parlare sebbene
          fisiologicamente siano senza problemi. A parlare
          si
          impara.Ed a parlare perfettamente una lingua ci vanno almeno dieci anni di sperienza quotidiana...
          • panda rossa scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: rockroll
            - Scritto da: gnammolo

            no Luca l'esempio è sbagliato senza se e senza

            ma. I sordi non sanno parlare sebbene

            fisiologicamente siano senza problemi. A parlare

            si

            impara.

            Ed a parlare <i
            perfettamente </i
            una lingua ci
            vanno almeno dieci anni di sperienza
            quotidiana...E spesso neanche bastano, se il contesto familiare in cui vivi per quei 10 anni non e' adeguato.Se in quei 10 anni ascolti una lingua sgrammaticata con marcate cadenze regionali, parlerai anche tu in quel modo.
    • amldc scrive:
      Re: Scettico
      - Scritto da: Peppe
      "Quando noi due parliamo, non abbiamo bisogno di
      imparare a
      farlo"

      0_0 come? ed io che pensavo che i primi dieci
      anni di vita li abbiamo passati a fare
      esattamente
      questo.

      Io penso che sono tutte cavolate di marketing per
      vendere di più. Non esiste un sistema
      "naturalmente
      intuitivo".Ho pensato la stessa cosa e non solo: mi è sembrato un discorso piuttosto arrogante-anglocentrico-sappiamo-tutto-noi. Lui pensa che i l'inglese sia uguale per tutti, che i suoi gesti siano universalmente validi e riconosciuti. Lo manderei a fare una gita fra qualche popolazione che interpreti un suo saluto come insulto e lo tratti di conseguenza.
      • ... scrive:
        Re: Scettico
        - Scritto da: amldc
        - Scritto da: Peppe

        "Quando noi due parliamo, non abbiamo bisogno di

        imparare a

        farlo"



        0_0 come? ed io che pensavo che i primi dieci

        anni di vita li abbiamo passati a fare

        esattamente

        questo.noi. Lui si e' svegliato e gia parlava sei lingue, di cui due morte.



        Io penso che sono tutte cavolate di marketing
        per

        vendere di più. Non esiste un sistema

        "naturalmente

        intuitivo".

        Ho pensato la stessa cosa e non solo: mi è
        sembrato un discorso piuttosto
        arrogante-anglocentrico-sappiamo-tutto-noi. Lui
        pensa che i l'inglese sia uguale per tutti, che i
        suoi gesti siano universalmente validi e
        riconosciuti. Lo manderei a fare una gita fra
        qualche popolazione che interpreti un suo saluto
        come insulto e lo tratti di conseguenza.nuova guinea: per esprimere stupore/sorpresa alcune popolazioni usano il gesto di inclinare la testa di lato e con il "tallone" della mano darsi un colpetto sulla tempia.asia centrale (non mi ricordo il psoto esatto): gli uomini al posto di salutarsi stringendosi la mano, si mettono spalla a spalla, il piu anziano mette il braccio sulle spalle del piu giovane che ricambia mettendo il proprio braccio intorno alla vita del piu' anziano.come vedi paese che vai usanza che trovi, ma l'arroganza degli statunitensi non ha confini. E il buon luca gli tiene bordone spallegginadoli nell'articolo. bah.
        • Funz scrive:
          Re: Scettico
          - Scritto da: ...

          Ho pensato la stessa cosa e non solo: mi è

          sembrato un discorso piuttosto

          arrogante-anglocentrico-sappiamo-tutto-noi. Lui

          pensa che i l'inglese sia uguale per tutti, che
          i

          suoi gesti siano universalmente validi e

          riconosciuti. Lo manderei a fare una gita fra

          qualche popolazione che interpreti un suo saluto

          come insulto e lo tratti di conseguenza.

          nuova guinea: per esprimere stupore/sorpresa
          alcune popolazioni usano il gesto di inclinare la
          testa di lato e con il "tallone" della mano darsi
          un colpetto sulla
          tempia.

          asia centrale (non mi ricordo il psoto esatto):
          gli uomini al posto di salutarsi stringendosi la
          mano, si mettono spalla a spalla, il piu anziano
          mette il braccio sulle spalle del piu giovane che
          ricambia mettendo il proprio braccio intorno alla
          vita del piu'
          anziano.

          come vedi paese che vai usanza che trovi, ma
          l'arroganza degli statunitensi non ha confini. E
          il buon luca gli tiene bordone spallegginadoli
          nell'articolo.
          bah.Ho spesso a che fare con gli indiani, che hanno un modo di dondolare la testa a destra e sinistra che significa "si"... se uno non lo sa, può intendere il contrario :)
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: ...


            Ho pensato la stessa cosa e non solo:
            mi
            è


            sembrato un discorso piuttosto



            arrogante-anglocentrico-sappiamo-tutto-noi.
            Lui


            pensa che i l'inglese sia uguale per
            tutti,
            che

            i


            suoi gesti siano universalmente validi e


            riconosciuti. Lo manderei a fare una
            gita
            fra


            qualche popolazione che interpreti un
            suo
            saluto


            come insulto e lo tratti di conseguenza.



            nuova guinea: per esprimere stupore/sorpresa

            alcune popolazioni usano il gesto di
            inclinare
            la

            testa di lato e con il "tallone" della mano
            darsi

            un colpetto sulla

            tempia.



            asia centrale (non mi ricordo il psoto
            esatto):

            gli uomini al posto di salutarsi
            stringendosi
            la

            mano, si mettono spalla a spalla, il piu
            anziano

            mette il braccio sulle spalle del piu
            giovane
            che

            ricambia mettendo il proprio braccio intorno
            alla

            vita del piu'

            anziano.



            come vedi paese che vai usanza che trovi, ma

            l'arroganza degli statunitensi non ha
            confini.
            E

            il buon luca gli tiene bordone
            spallegginadoli

            nell'articolo.

            bah.

            Ho spesso a che fare con gli indiani, che hanno
            un modo di dondolare la testa a destra e sinistra
            che significa "si"... se uno non lo sa, può
            intendere il contrario
            :)Da noi probabilmente assumerebbe il significato di "Mah" o "Così così".Mai gesticolare con un indiano in un pub, da ubriachi. :D
          • Funz scrive:
            Re: Scettico
            - Scritto da: Albedo 0,9
            - Scritto da: Funz

            - Scritto da: ...



            Ho pensato la stessa cosa e non
            solo:

            mi

            è



            sembrato un discorso piuttosto





            arrogante-anglocentrico-sappiamo-tutto-noi.

            Lui



            pensa che i l'inglese sia uguale
            per

            tutti,

            che


            i



            suoi gesti siano universalmente
            validi
            e



            riconosciuti. Lo manderei a fare
            una

            gita

            fra



            qualche popolazione che interpreti
            un

            suo

            saluto



            come insulto e lo tratti di
            conseguenza.





            nuova guinea: per esprimere
            stupore/sorpresa


            alcune popolazioni usano il gesto di

            inclinare

            la


            testa di lato e con il "tallone" della
            mano

            darsi


            un colpetto sulla


            tempia.





            asia centrale (non mi ricordo il psoto

            esatto):


            gli uomini al posto di salutarsi

            stringendosi

            la


            mano, si mettono spalla a spalla, il piu

            anziano


            mette il braccio sulle spalle del piu

            giovane

            che


            ricambia mettendo il proprio braccio
            intorno

            alla


            vita del piu'


            anziano.





            come vedi paese che vai usanza che
            trovi,
            ma


            l'arroganza degli statunitensi non ha

            confini.

            E


            il buon luca gli tiene bordone

            spallegginadoli


            nell'articolo.


            bah.



            Ho spesso a che fare con gli indiani, che
            hanno

            un modo di dondolare la testa a destra e
            sinistra

            che significa "si"... se uno non lo sa, può

            intendere il contrario

            :)

            Da noi probabilmente assumerebbe il significato
            di "Mah" o "Così
            così".
            Mai gesticolare con un indiano in un pub, da
            ubriachi.
            :DSenza andare lontano, al sud Italia non è banale per un nordico interpretare il gesto con la testa inclinata all'indietro facendo "tsk"...O l'infinita gestualità per cui siamo famosi :)
    • rockroll scrive:
      Re: Scettico
      - Scritto da: Peppe
      "Quando noi due parliamo, non abbiamo bisogno di
      imparare a
      farlo"

      0_0 come? ed io che pensavo che i primi dieci
      anni di vita li abbiamo passati a fare
      esattamente
      questo.

      Io penso che sono tutte cavolate di marketing per
      vendere di più. Non esiste un sistema
      "naturalmente
      intuitivo".Sono daccordo, sono cavolate pazzesche!Oltretutto in questa visione da incubo avremmo un'umanità rincretinita mentalmente soggiogata dagli invadentissimi gadget di cui il prezzolato esponente Intel va farneticando.Se davvero Intel ha intenzione di buttare i suoi soldi così, ci faremo qualche risata a vedere come va a finire!
  • Luppolo scrive:
    IBM
    I primi a interessarsi della interazione avanzata con le macchine sono stati quelli di IBM decenni fa.Nel 1987/88 (c'era ancora XT) stavano studiando già dell'hardware specifico per il riconoscimento vocale.Poi, nel puro stile IBM, quando ci sono riusciti definitivamente 10 anni dopo hanno mollato tutto.Adesso mi piacerebbe sapere quante aziende ci sono che fanno Ricerca e Sviluppo per il riconoscimento vocale, perché a me risulta che alla fine si riconduca il tutto ad una sola azienda, la quale si occupa di ogni forma di interazione avanzata col computer (video e audio) e che blinda il mercato con quintali di patent e con software rigidamente monopiattaforma, impedendone per altro il progresso.A voi risulta diversamente ?
    • iRoby scrive:
      Re: IBM
      Per me, parlare con un PC è l'apoteosi della demenza!Ma se alla gente piace...Mi interessano di più le tecnologie wireless per monitor, ricarica dei dispositivi mobili, ecc.Per mouse, e stampanti le abbiamo già.E mi interessa la miniaturizzazione ed il silenzio assoluto per cui adoro design fanless ed SSD veloci, capienti ed economici.PC piccoli, a cui metto solo il cavo col trasformatore e poi tastiera e monitor li pilota da li, senza fili, e senza sbavature o incertezze.
      • 2014 scrive:
        Re: IBM
        - Scritto da: iRoby
        Per me, parlare con un PC è l'apoteosi della
        demenza!

        Ma se alla gente piace...

        Mi interessano di più le tecnologie wireless per
        monitor, ricarica dei dispositivi mobili,
        ecc.
        Per mouse, e stampanti le abbiamo già.

        E mi interessa la miniaturizzazione ed il
        silenzio assoluto per cui adoro design fanless ed
        SSD veloci, capienti ed
        economici.
        Hai silenziato anche il tuo ferrovecchio harley?
      • Luppolo scrive:
        Re: IBM
        - Scritto da: iRoby
        Per me, parlare con un PC è l'apoteosi della
        demenza!

        Ma se alla gente piace...
        A parte che non c'entra nulla con ciò che scritto, e potevi farti un tuo commento a parte.Se invece intendi dire che poter scrivere un centinaio di pagine in un paio d'ore semplicemente parlando, e magari riascoltarlo con un text to speech, per capire se il discorso corre e correggere ripetizioni e punteggiature, è un esercizio da dementi, puoi provare a scrivere una tesi in T9, o su uno schermino da 4 pollici, quello sicuramente fa più figo ... e magari è anche wireless.Per esempio c'era un tizio che conoscevo che aveva scritto la testi in VI asserendo che era l'unico strumento di scrittura professionale (o almeno così gli avevano detto).Ricordo che una volta ho preso il mio vecchio Nokia ho premuto un tastino e detto : "Chiama Tizio" e il telefono ha chiamato tizio : lui si è messo a ridere per un quarto d'ora e poi ha detto : "ma scusa non era più semplice sbloccare il telefono, aprire l'agenda, scegliere il nome sul display, e premere il tasto di chiamata ?" ... ecco appunto, come darvi torto ?
        • panda rossa scrive:
          Re: IBM
          - Scritto da: Luppolo

          Per esempio c'era un tizio che conoscevo che
          aveva scritto la testi in VI asserendo che era
          l'unico strumento di scrittura professionale (o
          almeno così gli avevano
          detto).Con solo queste semplici informazioni deduciamo che il tuo conoscente si e' laureato in informatica o in ingegneria e non certo in giurispudenza, lettere o scienza delle merendine.
          Ricordo che una volta ho preso il mio vecchio
          Nokia ho premuto un tastino e detto : "Chiama
          Tizio" e il telefono ha chiamato tizio : lui si è
          messo a ridere per un quarto d'ora e poi ha detto
          : "ma scusa non era più semplice sbloccare il
          telefono, aprire l'agenda, scegliere il nome sul
          display, e premere il tasto di chiamata ?" ...
          ecco appunto, come darvi torto ?E' lo stesso motivo per cui tu spiattelli la tua vita privata su fessbuk e noi ci mettiamo a ridere.Come darci torto?Hai ragione tu: vivi pure nel modo in cui preferisci. Per compatire l'ignoranza ci vuole cervello, quindi lascia perdere.
          • Luppolo scrive:
            Re: IBM


            E' lo stesso motivo per cui tu spiattelli la tua
            vita privata su fessbuk e noi ci mettiamo a
            ridere.A parte che che non ho mai avuto una pagina fessbuk e nemmeno una panda rossa, e già qui per me è siamo sulla strada sbagliata.Però il "ragionamento" è interessante.Io non voglio far sapere a uno che c'è in stanza con me che sto chiamando Carlo, allora non è che esco dalla stanza e chiamo Carlo ... no no ... Di nascosto prendo il telefono sblocco, scelgo il nome di soppiatto, così nessuno mi vede, clicco sul tastino verde e poi urlo : "Weh CIAO Carlo !".

            Come darci torto?

            Hai ragione tu: vivi pure nel modo in cui
            preferisci.Emmin...a se fossimo rimasti nel vostro useremmo ancora il disco combinatore.

            Per compatire l'ignoranza ci vuole cervello,
            quindi lascia
            perdere.Ecco bravo, un po` di autocritica fa sempre bene.
          • panda rossa scrive:
            Re: IBM
            - Scritto da: Luppolo

            Hai ragione tu: vivi pure nel modo in cui

            preferisci.

            Emmin...a se fossimo rimasti nel vostro useremmo
            ancora il disco
            combinatore.E non ci sarebbero foto di attrici nude sulla nuvola...

            Per compatire l'ignoranza ci vuole cervello,

            quindi lascia

            perdere.


            Ecco bravo, un po` di autocritica fa sempre bene.CVD.
          • abc scrive:
            Re: IBM
            - Scritto da: Luppolo
            Di nascosto prendo il telefono sblocco, scelgo il
            nome di soppiatto, così nessuno mi vede, clicco
            sul tastino verde e poi urlo : "Weh CIAO Carlo!".No, urli semplicemente: "Weh CIAO!" senza dire il nome, che non è necessario.
          • ... scrive:
            Re: IBM
            - Scritto da: abc
            - Scritto da: Luppolo


            Di nascosto prendo il telefono sblocco, scelgo
            il

            nome di soppiatto, così nessuno mi vede, clicco

            sul tastino verde e poi urlo : "Weh CIAO
            Carlo!".

            No, urli semplicemente: "Weh CIAO!" senza dire il
            nome, che non è
            necessario.drinnn... drinnn...."ciao. per quella cosa che dicevamo... va bene quello come hai detto tu ma facciamo due giorni piu tardi e la meta'."click.il tutto svolto in mezzo a 30 persone e nessuno ha capito con chi palarvo e di cosa, ache se l'interlocutore lo conoscono anche loro e meglio di me.basterebbe un po di discrezione e cervello connesso.
          • Luppolo scrive:
            Re: IBM


            "ciao. per quella cosa che dicevamo... va bene
            quello come hai detto tu ma facciamo due giorni
            piu tardi e la
            meta'."

            click.

            il tutto svolto in mezzo a 30 persone e nessuno
            ha capito con chi palarvo e di cosa, ache se
            l'interlocutore lo conoscono anche loro e meglio
            di
            me.[yt]U4zkuPesz4c[/yt]
          • Eh No scrive:
            Re: IBM


            drinnn... drinnn....

            "ciao. per quella cosa che dicevamo... va bene
            quello come hai detto tu ma facciamo due giorni
            piu tardi e la
            meta'."

            click.
            Scusa eh, ma così sembra che stai parlando col tuo pusher ...
          • Luppolo scrive:
            Re: IBM


            No, urli semplicemente: "Weh CIAO!" senza dire il
            nome, che non è
            necessario.E poi dicono che i computer non capiscono il sarcasmo ...
        • Elrond scrive:
          Re: IBM
          - Scritto da: Luppolo
          Per esempio c'era un tizio che conoscevo che
          aveva scritto la testi in VI asserendo che era
          l'unico strumento di scrittura professionale (o
          almeno così gli avevano
          detto).L'avrà scritta in LaTeX, usando VI come editor (almeno spero). In questo caso sì, se trattasi di tesi scientifica, ha probabilmetne ragione: le tesi scritte con un WYSIWYG non si possono proprio vedere.
          • Mario scrive:
            Re: IBM
            - Scritto da: Elrond
            - Scritto da: Luppolo


            Per esempio c'era un tizio che conoscevo che

            aveva scritto la testi in VI asserendo che
            era

            l'unico strumento di scrittura professionale
            (o

            almeno così gli avevano

            detto).

            L'avrà scritta in LaTeX, usando VI come editor
            (almeno spero). In questo caso sì, se trattasi di
            tesi scientifica, ha probabilmetne ragione: le
            tesi scritte con un WYSIWYG non si possono
            proprio
            vedere.esistono editor WYSIWYG per LaTeX
          • Elrond scrive:
            Re: IBM
            - Scritto da: Mario
            esistono editor WYSIWYG per LaTeXEra chiaro che mi stessi riferendo a word proXXXXXr "a la Word". In secondo luogo, ogni volta che ho provato ad usare un editor WYSIWYG per latex dopo un po' ho lasciato perdere. IMHO non fa risparmiare tempo, anzi. Almeno per le robe che faccio io e per come mi piace farle.
          • Prozac scrive:
            Re: IBM
            - Scritto da: Elrond
            le
            tesi scritte con un WYSIWYG non si possono
            proprio
            vedere.What You See Is What You Get.Mmmmmmm già, le tesi scritte con un WYSIWYG non si possono proprio vedere (:rotfl)
        • iRoby scrive:
          Re: IBM
          Ma la dettatura nel wordprocessing e per disabilità esiste già, è efficiente e comunque Intel non parla di quello.Parlano proprio di pilotare varie funzioni tipiche dell'uso del PC parlando.Parlano di assistenti umanoidi che rispondono a tono ed eseguono compiti.
          • Luppolo scrive:
            Re: IBM
            - Scritto da: iRoby
            Ma la dettatura nel wordprocessing e per
            disabilità esiste già, è efficiente e comunque
            Intel non parla di
            quello.

            Parlano proprio di pilotare varie funzioni
            tipiche dell'uso del PC
            parlando.

            Parlano di assistenti umanoidi che rispondono a
            tono ed eseguono
            compiti.Si, l'avevo capito però devi ammettere che la tua affermazione era un po` eccessiva.Sul resto sono d'accordo con te, stare a parlare con un coso che per altro conosce il tuo profilo le tue idee, i tuoi gusti, tramite un cloud situato da qualche parte mi dà molto fastidio.Anche impartire comandi vocali ad un cellulare come i vecchi Nokia, premendo il tastino era invece velocissimo e telefonavi al volo, o aprivi la fotocamera o altro, serviva per non incasinarti col display da un pollice e il tastierino e aveva un senso.Oggi è tutto un delirio anche solo quello, devi sbloccare il telefono essere collegato in rete e se poi usi Google è ancora peggio, perché qualsiasi cosa, anche se ce ĺ'hai già sul telefono te la cerca su Google, non ha utilità pratica se non un altro modo di fregarti informazioni personali.
          • iRoby scrive:
            Re: IBM
            Ma se lo sai allora perché critichi quello che ho scritto?Per fare del benaltrismo? Perché la critica continua a qualsiasi cosa anche quelle corrette è lo sport preferito dagli italiani ignoranti e sprovveduti?
      • nome e cognome scrive:
        Re: IBM
        - Scritto da: iRoby
        Per me, parlare con un PC è l'apoteosi della
        demenza!

        Ma se alla gente piace...Per qualcuno è l'unico modo, il riconoscimento vocale è stato in primis studiato per i disabili, se poi se ne troverà un'applicazione commerciale ben venga.
        • panda rossa scrive:
          Re: IBM
          - Scritto da: nome e cognome
          - Scritto da: iRoby

          Per me, parlare con un PC è l'apoteosi della

          demenza!



          Ma se alla gente piace...

          Per qualcuno è l'unico modo, il riconoscimento
          vocale è stato in primis studiato per i disabili,
          se poi se ne troverà un'applicazione commerciale
          ben
          venga.Ci sono mille disabilita' e mille interfacce utente per i disabili.Il riconoscimento vocale e' solo una di queste.
          • nome e cognome scrive:
            Re: IBM

            Ci sono mille disabilita' e mille interfacce
            utente per i
            disabili.
            Il riconoscimento vocale e' solo una di queste.E questo come cambierebbe il punto del discorso? Tutte quelle persone con difficoltà motorie o visive ne beneficiano. Quindi ben venga. Se poi ci saranno altri applicazioni, meglio. Tra l'altro in macchina si usa da un pezzo ed è molto pratica, più sofisticata meno ci sarà bisogno di staccare le mani dal volante.
          • panda rossa scrive:
            Re: IBM
            - Scritto da: nome e cognome

            Ci sono mille disabilita' e mille interfacce

            utente per i

            disabili.

            Il riconoscimento vocale e' solo una di
            queste.

            E questo come cambierebbe il punto del discorso?Che non e' stato studiato per <b
            i </b
            disabili, ma per <b
            alcuni </b
            disabili.
            Tutte quelle persone con difficoltà motorie o
            visive ne beneficiano. Quindi ben venga.Se funziona. Altrimenti e' peggio.E comunque se fosse un ausilio per la salute dovrebbe essere AGGRATIS.
            Se poi
            ci saranno altri applicazioni, meglio. Tra
            l'altro in macchina si usa da un pezzo ed è molto
            pratica, più sofisticata meno ci sarà bisogno di
            staccare le mani dal
            volante.Dillo a quelli che si fanno i selfie prima di impastarsi contro il tir.
          • 2014 scrive:
            Re: IBM
            - Scritto da: nome e cognome

            Ci sono mille disabilita' e mille interfacce

            utente per i

            disabili.

            Il riconoscimento vocale e' solo una di
            queste.

            E questo come cambierebbe il punto del discorso?
            Tutte quelle persone con difficoltà motorie o
            visive ne beneficiano. Quindi ben venga. Se poi
            ci saranno altri applicazioni, meglio. Tra
            l'altro in macchina si usa da un pezzo ed è molto
            pratica, più sofisticata meno ci sarà bisogno di
            staccare le mani dal
            volante.Tanta gente è meglio se le mani le tiene STACCATE dal volante, e lascia fare la macchina :D
        • iRoby scrive:
          Re: IBM
          Intel non parla di tecnologie assistive. Quelle esistono già.
        • rockroll scrive:
          Re: IBM
          - Scritto da: nome e cognome
          - Scritto da: iRoby

          Per me, parlare con un PC è l'apoteosi della

          demenza!



          Ma se alla gente piace...

          Per qualcuno è l'unico modo, il riconoscimento
          vocale è stato in primis studiato per i disabili,
          se poi se ne troverà un'applicazione commerciale
          ben
          venga.Senza offesa per i disabili, se a me che fortunatamente tale non sono qualche stupido venditore di fumo proponesse di usare sistemi per disabili, come minimo lo manderei a quel paese, sforzandomi di non aggredirlo fisicamente!
      • Puffo inventore scrive:
        Re: IBM
        - Scritto da: iRoby
        Per me, parlare con un PC è l'apoteosi della
        demenza!
        E' vero che parlare ad una macchina da quella senzazione ma pensa in tutti quei casi per esempio un portatore di handicap possa trarne beneficio con un simile strumento oppure in tutte le situazioni dove le mani sono occupate, mettiti nell'ottica di vederlo come strumento a se stante per comunicare qualcosa e non come periferica sostitutiva al mouse e alla tastiera per esempio.Forse ho interpretato male il tuo pensiero.
      • ... scrive:
        Re: IBM
        - Scritto da: iRoby
        Per me, parlare con un PC è l'apoteosi della
        demenza!tra parlare ad un PC e a maxsix, PC tutta la vita, almeno quello qualcosa capisce ;D
    • pietro scrive:
      Re: IBM
      - Scritto da: Luppolo..
      Adesso mi piacerebbe sapere quante aziende ci
      sono che fanno Ricerca e Sviluppo per il
      riconoscimento vocale, perché a me risulta che
      alla fine si riconduca il tutto ad una sola
      azienda, la quale si occupa di ogni forma di
      interazione avanzata col computer (video e audio)
      e che blinda il mercato con quintali di patent e
      con software rigidamente monopiattaforma,
      impedendone per altro il
      progresso.

      A voi risulta diversamente ?gli altri aspettano, poi se avrà sucXXXXX la copieranno.
    • Mario scrive:
      Re: IBM
      1987:https://www.youtube.com/watch?v=QRH8eimU_20
    • Prozac scrive:
      Re: IBM
      - Scritto da: Luppolo
      Adesso mi piacerebbe sapere quante aziende ci
      sono che fanno Ricerca e Sviluppo per il
      riconoscimento vocale, perché a me risulta che
      alla fine si riconduca il tutto ad una sola
      azienda, la quale si occupa di ogni forma di
      interazione avanzata col computer (video e audio)
      e che blinda il mercato con quintali di patent e
      con software rigidamente monopiattaforma,
      impedendone per altro il
      progresso.

      A voi risulta diversamente ?Guarda, io ne conosco almeno un'altra. È un'azienda italiana il cui core business è proprio il riconoscimento vocale.
      • Luppolo scrive:
        Re: IBM

        Guarda, io ne conosco almeno un'altra. È
        un'azienda italiana il cui core business è
        proprio il riconoscimento
        vocale.Vediamo di capirci, io mi riferisco a questo :http://www.research.ibm.com/hlt/html/body_patents.htmlsono pochi che hanno i diritti di sfruttamento di queste patent anzi ... diciamo che alla fine si arriva sempre agli stessi :http://www.nuance.com/news/pressreleases/2009/20090115_ibm.aspTe li ritrovi in SIRI e nelle tecnologie Cloud di Google, anche la navigazione offline del nuovo Android è opera loro.Io ho conosciuto aziende italiane, che operavano in questo campo ma alla fine usavano ancora le stesse tecnologie della stessa azienda e siccome non si chiamavano Google e Apple, erano pure costretti a fare macchine embedded XP per farci girare il software tra registrazioni, licenze e mille difficoltà.Poi non metto in dubbio che si possa fare ricerca su questo, anzi mi chiedevo proprio se le patent e l'ottusità di certa gente, non siano state il motivo principale per cui già nel 87 pensavano che le tecnologie fossero quasi mature, mentre adesso è il 2014 e siamo qui ancora con la tastiera e i display touch.
        • Prozac scrive:
          Re: IBM
          E io, invece, mi riferisco a ricerca sviluppo e commercializzazione nell'ambito del riconoscimento vocale.Conosco un'azienda italiana il cui core business è proprio questo.
          • Luppolo scrive:
            Re: IBM

            Conosco un'azienda italiana il cui core business
            è proprio
            questo.Beh, allora è interessante, hai risposto alla mia domanda iniziale, cioè ci sono altri al di fuori di Nuance che lo fanno, speriamo ci riescano e che non succedano queste cose :http://www.forbes.com/sites/petercohan/2012/10/08/5-reasons-to-scrap-our-patent-system-1-apples-siri/
          • Prozac scrive:
            Re: IBM
            - Scritto da: ...
            se ce lo dici, bene. se non ce lo dici pace, non
            staremo certo a pregarti per sapere il nome di
            codesta
            azienda.Il nome l'avrei già scritto. Ma non mi va di dare troppe informazioni sul mio conto ;)(anche se in realtà con loro ho avuto molto poco a che fare, ma sapere che esiste un'azienda italiana che si occupa di quello, mi ha fatto piacere).
      • Prozac scrive:
        Re: IBM
        - Scritto da: Mario
        il riconoscimento vocale è solo una piccola parte
        del problema, la parte più complessa è l'analisi
        semantica delle frasi e la loro comprensione,
        seguita dalla composizione della
        risposta.Dipende di cosa si sta parlando.Se il core business di un'azienda è il riconoscimento vocale, allora il nocciolo (core) del problema, è proprio il "riconoscimento vocale", no? ;)Se, invece, parliamo di come funzionano Siri, Google Now, Cortana, allora una volta riconosciuto il parlato entrano in gioco altre tecnologie (per interpretare il parlato).La domanda di Luppolo, però, mi sembrava abbastanza precisa: Adesso mi piacerebbe sapere quante aziende ci sono che fanno Ricerca e Sviluppo per il riconoscimento vocale
        • Luppolo scrive:
          Re: IBM
          Si, io la facevo come avrete capito in un contesto diverso.Come diceva anche Mario sono decenni che ci si occupa di ste cose e non solo di riconoscimento vocale.Il problema è che a mano a mano che si progrediva non solo nel campo del riconoscimento audio ma anche nel riconoscimento del testo e di tante altre cose, come il text-to-speech, hanno iniziato con patent pesantissime.Quando ti trovi una roba tipo :5797122 Method and system using separate context and constituent probabilities for speech recognition in languages with compound wordsoppure ...5799278 Speech recognition system and method using a hidden markov model adapted to recognize a number of words and trained to recognize a greater number of phonetically dissimilar words.capisci che chi ha in mano queste patent ha in mano il mercato.Il sito di Nuance dice : <i
          Nuance is reinventing the relationship between people and technology. </i
          Che è più o meno il titolo dell'articolo.Oggi l'interazione uomo-macchina è completamente in mano loro o è frutto di accordi con loro.Leggendo che INTEL vuol cambiare il "concetto di computer" mi sono chiesto ...e questi che fino ad ora hanno uniformato il progresso dell'umanità al loro portafoglio ne facciamo ?Ce li ritroviamo d'ora in poi ovunque o ci sono alternative ?Tutto lì.
        • rockroll scrive:
          Re: IBM
          Se, invece, parliamo di come funzionano Siri, Google Now, Cortana, allora una volta riconosciuto il parlato entrano in gioco altre tecnologie (per interpretare il parlato). Nessun raggruppamento dei più potenti computer attuali è in grado di "interpretare" realmente il significato di un parlato, ma anche uno sgalfio smartphone ha i mezzi, propri o in linea, in grado di confrontare l'assonanza di una sequenza di suoni (che per noi umani sarebbe un "parlato") con un'enorme tabella o DB di sequenze sonore codificate ad ognuma delle quali è stato associato un codice di "significato" opportuno.
    • panda rossa scrive:
      Re: IBM
      - Scritto da: Luppolo
      Adesso mi piacerebbe sapere quante aziende ci
      sono che fanno Ricerca e Sviluppo per il
      riconoscimento vocale,Nuance.
    • Puffo inventore scrive:
      Re: IBM

      Nel 1987/88 (c'era ancora XT) stavano studiando
      già dell'hardware specifico per il riconoscimento
      vocale.
      La cosa e' molto piu' vecchia si parla degli anni 60http://www-03.ibm.com/ibm/history/exhibits/specialprod1/specialprod1_7.htmlper arrivare al watsonhttp://www.ibm.com/smarterplanet/us/en/ibmwatson/index.html
  • rico scrive:
    assistenti vocali
    Non ho notato la "proliferazione" di assistenti personali vocali, nemmeno fra i possessori degli smartphone più evoluti.Nonostante il gran parlare di Siri, Cortana e Google now (che ha molte app dedicate), pochissimi sono gli utenti. Perchè? Per il semplice fatto che non ci va di far sentire al vicino cosa cerchiamo e che ordini diamo al nostro device. Privacy, ecco perchè.
    • panda rossa scrive:
      Re: assistenti vocali
      - Scritto da: rico
      Non ho notato la "proliferazione" di assistenti
      personali vocali, nemmeno fra i possessori degli
      smartphone più
      evoluti.
      Nonostante il gran parlare di Siri, Cortana e
      Google now (che ha molte app dedicate),
      pochissimi sono gli utenti. Perchè? Per il
      semplice fatto che non ci va di far sentire al
      vicino cosa cerchiamo e che ordini diamo al
      nostro device. Privacy, ecco
      perchè.Piu' che privacy, e' per il fatto di non sentirsi degli idioti.
      • rockroll scrive:
        Re: assistenti vocali
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: rico

        Non ho notato la "proliferazione" di
        assistenti

        personali vocali, nemmeno fra i possessori
        degli

        smartphone più

        evoluti.

        Nonostante il gran parlare di Siri, Cortana e

        Google now (che ha molte app dedicate),

        pochissimi sono gli utenti. Perchè? Per il

        semplice fatto che non ci va di far sentire
        al

        vicino cosa cerchiamo e che ordini diamo al

        nostro device. Privacy, ecco

        perchè.

        Piu' che privacy, e' per il fatto di non sentirsi
        degli
        idioti.Più che sentirsi degli idioti è il fatto di avere ben poche possibilità che il comando venga "capito" se non viene impartito in un contesto di condizioni ottimali.
    • nome e cognome scrive:
      Re: assistenti vocali

      vicino cosa cerchiamo e che ordini diamo al
      nostro device. Privacy, ecco
      perchè.Può anche essere ma in compenso facciamo sentire al nostro vicino le telefonate? In alcuni casi questi assistenti potranno essere utili, ma come per tutte le nuove interfacce serve abitudine.
    • Livigno2000 scrive:
      Re: assistenti vocali
      - Scritto da: rico
      Non ho notato la "proliferazione" di assistenti
      personali vocali, nemmeno fra i possessori degli
      smartphone più
      evoluti.
      Nonostante il gran parlare di Siri, Cortana e
      Google now (che ha molte app dedicate),
      pochissimi sono gli utenti. Perchè? Per il
      semplice fatto che non ci va di far sentire al
      vicino cosa cerchiamo e che ordini diamo al
      nostro device. Privacy, ecco
      perchè.Mah, io penso che sia più l'esistenza di un'alternativa rapida di "comunicazione" fatta digitando (alla quale ci siamo già abituati) e un certo (credo inopportuno) senso del ridicolo nel "parlare con una macchina".Ma se e quando ce ne sia il vantaggio, non credo che ci siano problemi a farlo.Faccio il mio caso: come altri, in auto ho una centralina telefonica con comandi vocali, utilissima quando si guida.Mi consente di chiamare la morosa dicendo ad alta voce "Giovanna cellulare" o "Giovanna casa", invece di stare a strappolare a mano selezionando dal display con la lista dei numeri telefonici archiviati, cosa MOLTO più complicata e distraente perfino con i comandi al volante e il display sotto il naso.Sull'utilità di un'interazione vocale in questo caso proprio non ci sono dubbi!Certo, se sono in auto da solo non ho problemi, se invece c'è qualcun altro che non sa della cosa gli spiego, per non apparire pazzo ...La privacy credo c'entri poco, visto quanta gente sembra incurante (se non felice!) di spiattellare fatti privati parlando ad alta voce al telefono in metropolitana o al ristorante, altro che farsi sentire a dar dei comandi!
Chiudi i commenti