C’è stato un tempo in cui le piattaforme di streaming e gli studios hollywoodiani potevano essere etichettate come realtà distanti, parecchio lontane e apparentemente inconciliabili, divise da modalità radicalmente dissimili di concepire e distribuire i contenuti al pubblico. Un divario che è andato via via assottigliandosi. Lo testimonia, tra le altre cose, la candidatura a una lunga sfilza di premi e statuette delle produzioni destinate a una visione esclusivamente domestica: Roma di Alfonso Cuarón è solo l’ultimo degli esempi. L’ingresso di Netflix tra i membri della MPAA ufficializzato oggi ne è l’ennesima conferma.

Netflix-MPAA, lo streaming e il cinema

Il colosso dello streaming siederà dunque al fianco di nomi che hanno fatto la storia del cinema come Disney, Paramount, Sony, Fox, Universal e Warner Bros. A unirli alcuni obiettivi comuni, condivisi, nonostante le strategie di business ancora differenti: su tutti la volontà di garantire supporto e sostegno all’intera industria e di unire le forze nella lotta alla pirateria.

Quest’ultima costituisce una finalità già perseguita da entrambe le parti, attraverso iniziative legate alla Alliance for Creativity and Entertainment (Alleanza per la Creatività e l’Intrattenimento) che hanno coinvolto, tra gli altri, anche Amazon. E c’è già chi scommette che proprio il gruppo di Jeff Bezos, forte del suo impegno con Prime Video, sarà il prossimo a unirsi all’associazione.

Netflix, dal canto suo, potrebbe beneficiare del supporto dei membri che compongono la Motion Picture Association of America per entrare in un mercato, quello cinese, dove fino ad oggi ha incontrato attriti e resistenze, legati soprattutto ad alcuni vincoli imposti dal paese asiatico alle piattaforme di streaming: non più del 30% del catalogo può essere composto da contenuti di produzione e provenienza straniera.

Per completezza d’informazione riportiamo di seguito la dichiarazione di Charles Rivkin, CEO e presidente di MPAA, a commento dell’annuncio di oggi.

A nome della MPAA e dei suoi membri, sono felice di dare il benvenuto a Netflix in qualità di partner. Tutti i nostri membri sono impegnati a spingere avanti l’industria del cinema e della televisione, lavorando sul modo di raccontare una storia e sulle modalità attraverso le quali viene raggiunto il pubblico. Avere Netflix tra noi ci permetterà di sostenere in modo ancora più efficace la comunità globale di storyteller e creativi. Guardiamo avanti in attesa di scoprire cosa potremo fare insieme.

Gli fanno eco le parole di Ted Sarandos, Chief Content Officer di Netflix.

Unendoci alla Motion Picture Association confermiamo il nostro impegno a sostegno della vivace industria creativa e delle tante persone talentuose che vi lavorano in tutto il mondo. Siamo pronti a supportare il team dell’associazione e i suoi importanti obiettivi.

Fonte: MPAA

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti