Neuros OSD, centro multimediale open source

L'alternativa ad iTV basata su standard open source sta per arrivare. Personalizzabile a piacere, si basa su firmware aperto: la comunità di sviluppo è alla ricerca di nuovi programmatori e promette premi in denaro a chi collaborerà

Roma – La risposta della comunità open source ai set-top box multimediali in stile iTV si chiama Neuros OSD ed è un esperimento basato su Linux e firmware aperto : una piattaforma capace di riprodurre audiovisivi sullo schermo televisivo, connettersi ad Internet per scaricare contenuti multimediali e registrare in formato digitale qualsiasi tipo di input analogico proveniente da lettori DVD o decoder satellitari.

L’iniziativa è ormai giunta alla fase beta . Potrà sembrare insolito ma persino l’hardware è sperimentale e viene venduto in edizione limitata per sviluppatori. Con 230 dollari, gli utenti interessati potranno acquistare la beta di Neuros OSD dal negozio online ThinkGeek . Il dispositivo si basa su architettura ARM926 con CPU a 200MHz, in coppia con un chip DSP che opera a 120MHz. L’operatività è assicurata da un sistema Linux-on-chip che utilizza il kernel 2.6.

Il supporto allo standard MPEG4 è garantito da un apposito dispositivo integrato. Porta infrarossi, telecomando, hub USB, porta Ethernet, porte RGB, porta seriale e lettore di schede di memoria completano la dotazione hardware di Neuros OSD. Secondo gli sviluppatori del progetto, l’hardware in questione è strettamente provvisorio ed in futuro potranno essere apportate modifiche d’ogni tipo.

La comunità dietro Neuros OSD ha infatti indetto un concorso a premi per chi riuscirà a sviluppare nuovi strumenti da integrare dentro il promettente box, che Engadget ha già definito “la piattaforma più modificabile e versatile al mondo”. Al momento servono ben cinque componenti per procedere verso la versione definitiva di Neuros OSD: un browser integrato per visualizzare i video su YouTube e Google Video , un album per le foto di Flickr , un’interfaccia WiFi per PDA e PSP, una funzione in stile TiVo per la registrazione programmata di contenuti da satellite e, per finire, il supporto per i telefoni VoIP su porta USB.

Chi riuscirà a realizzare questi miglioramenti, si legge sul sito ufficiale del progetto, verrà ricompensato con somme di denaro comprese tra i 500 ed i 1000 dollari, a seconda della difficoltà di realizzazione. La versione definitiva di Neuros OSD dovrebbe vedere la luce entro la metà del prossimo ottobre. L’alternativa ai set-top box prodotti dalle grandi aziende come Apple e Microsoft continua così a crescere grazie agli sforzi degli utenti. Al fianco di Neuros OSD si trova anche LamaBox , un centro multimediale open source sviluppato da un piccolo produttore olandese, esplicitamente pensato per scaricare contenuti delle reti P2P.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: e chi se ne frega
    - Scritto da:
    LA TECNOLOGIA NUCLEARE E' PERICOLOSA DI FATTO
    PERCHE' SE IL DANNO E' IRRIMEDIABILE LA SICUREZZA
    DEVE ESSERE TOTALE, COME DI FATTO NON E'. SE
    QUESTO SEMPLICE CONCETTO NON PASSA NON SERVE AVER
    STUDIATO, NON SERVE NULLA, SERVONO SOLO I VOTI DI
    CHI LO
    CAPISCE
    sei un ignorante, perche se tu conoscessi veramente l'argomento di cui stai parlando, non spareresti simili str0nzate.L'incidente di chernobil è un esempio idiota che tutti gli ignoranti continuano a tirare fuori in continuazione. Quella centrale nucelare fu costruita SENZA i minimi requisiti in fatto di sicurezza, e fù un errore umano a causare l'incidente. LE centrali nucleari moderne, ma anche quelle più datate presenti nei paesi industrializzati, o in quelli in via di sviluppo (vedi, Cina, India, ecc) hanno sistemi di sicurezza tali da impedire di fatto quasi quasi la totalità di incidenti possibili, anche quelli dovuti all'errore umano. Le centrali che vengono costruite ORA, in più , hanno sistemi di sicurezza automatici, che funzionano grazie alle leggi della fisica, e sono in grado di disattivare automaticamente la centrale in caso di un qualsiasi guasto. Inoltre tutte le centrali hanno una doppia struttura, cosi in caso di un eventuale rottura di uno dei gisci, l'altro compensa al danno. Queste strutture inoltre sono TESTATE per contrastare impatti anche da parte di Aerei.Informatevi prima di sparare str0nzate sulle tecnologie che non conoscete.
    • Anonimo scrive:
      Re: e chi se ne frega
      gia e delle scorie poi che ne facciamo?le mettiamo sotto casa tua o nel tuo giardino?o facciamo come negli usa che le esportano sottoforma di uranio impoveritoe le usano nella guerra in Iraq o (scusate se mi porto avanti) nelle guerre contro Siria Iran e Corea del nord?
  • Anonimo scrive:
    Greenpeace inquina il mondo
    Con le sue stupidità.
  • Anonimo scrive:
    IGNORANTI!
    pur di fare bella figura s'inventano anche questa panzana!non entro nei particolati/ri che è meglio, però i suddetti farebbero meglio ad informarsi.per come la vedo io, quelle sono solo persone "soppressive", cioè non hanno alcun interesse se non quello di terrorizzare le popolazioni di tutto il mondo (i cinesi ed i russi fanno a gara per chi se ne infischia di più).secondo loro, tutto è contro di loro, tutto fa' male, tutto sporca, tutto.. inquina! ma anche loro defecano, mangiano, usano internet, ecc.. proprio come tutti noi.. ma chi sono loro?!sono persone SP, cioè persone sopressive che non vogliono il nostro bene, vedi il referendum del 1987, una VERA tragedia!domani chiamo un croato per sentire cosa mi dice, sicuramente ha altri problemi rispetto alla plastica dei portatili... ha il problema CANCRO delle bombe AMERICANE, come americani sono quelli di GREENPEACE.
    • Anonimo scrive:
      Re: IGNORANTI!
      Il concetto di persona soppressiva è usato dagli attivisti di scientology per definire le persone che non la pensano come il loro leader e nel programma della suddetta "religione" eliminare una persona soppressiva equivale ad un qualunque altro servizio all'umanità- Scritto da:
      pur di fare bella figura s'inventano anche questa
      panzana!

      non entro nei particolati/ri che è meglio, però i
      suddetti farebbero meglio ad
      informarsi.

      per come la vedo io, quelle sono solo persone
      "soppressive", cioè non hanno alcun interesse se
      non quello di terrorizzare le popolazioni di
      tutto il mondo (i cinesi ed i russi fanno a gara
      per chi se ne infischia di
      più).

      secondo loro, tutto è contro di loro, tutto fa'
      male, tutto sporca, tutto.. inquina! ma anche
      loro defecano, mangiano, usano internet, ecc..
      proprio come tutti noi.. ma chi sono
      loro?!

      sono persone SP, cioè persone sopressive che non
      vogliono il nostro bene, vedi il referendum del
      1987, una VERA
      tragedia!

      domani chiamo un croato per sentire cosa mi dice,
      sicuramente ha altri problemi rispetto alla
      plastica dei portatili... ha il problema CANCRO
      delle bombe AMERICANE, come americani sono quelli
      di
      GREENPEACE.
      • Anonimo scrive:
        Re: IGNORANTI!
        soppressive o meno, l'importante è che si occupino di quastioni serie, le sostanze plastiche dei portatili sono veramente l'ultimissima cosa a cui dovrebbero porre la loro attenzione.
        • Anonimo scrive:
          Re: IGNORANTI!
          ... ma cosa ti fa pensare che non sia GIA' l'ultima cosa di cui si occupano? Se la stampa balza solo sulla notizia che fa effetto, non vuol dire che si occupino solo di quello, anzi. E considerare "americani quelli di Greenpeace", è davvero da ridere, considerando che l'amministrazione Bush ha lottato per inserire Greenpeace tra le organizzazioni terroriste perche' ostacolavano lo sfruttamento (illegale per la stessa legge americana) delle foreste tropicali! Cmq, sappiamo da tempo quanto siano diventati inquinanti i pc, e non sarebbe male se i produttori facessero qualcosa... soprattutto considerando i margini di guadagno... e a proposito di VERA tragedia nel 1987... ma Chernobyl non era del 1986?
  • bandg4p scrive:
    ...che p*lle...
    e che scoperta! Ci voleva Greenpeace a dircelo. Quando si accorgeranno che anche i pannelli fotovoltaici sono inquinanti, sia nel loro processo di realizzazione che di smaltimento, cosa succederà, ci proporranno una dinamo ecologica e giù a pedalare?
    • Anonimo scrive:
      Re: ...che p*lle...
      Guarda il lato positivo di quello che hai scritto. Sarà senz'altro debellata l'obesità! (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: ...che p*lle...
      - Scritto da: bandg4p
      e che scoperta! Ci voleva Greenpeace a dircelo.
      Quando si accorgeranno che anche i pannelli
      fotovoltaici sono inquinanti, sia nel loro
      processo di realizzazione che di smaltimento,
      cosa succederà, ci proporranno una dinamo
      ecologica e giù a
      pedalare?Tutto è inquinante ma alcune sostanze sono molto più inquinanti di altre.
    • Anonimo scrive:
      Re: ...che p*lle...
      - Scritto da: bandg4p
      e che scoperta! Ci voleva Greenpeace a dircelo.
      Quando si accorgeranno che anche i pannelli
      fotovoltaici sono inquinanti, sia nel loro
      processo di realizzazione che di smaltimento,
      cosa succederà, ci proporranno una dinamo
      ecologica e giù a
      pedalare?Anche la tua faccia inquina quando respiri: faccia da culo!
  • Anonimo scrive:
    gli stati uniti ecocompatibili????
    Lenovo, colosso cinese giunto alla ribalta dopo l'acquisto di un intero branch di IBM, avrebbe invece ottenuto un riconoscimento dal governo degli Stati Uniti per l'alta ecocompatibilità dei suoi prodotti.bella questa... gli Stati Uniti (che non riconoscono il protocollo di Kyoto sulle emissioni nocive) premiano la Lenovo per l'ecocompatibilità dei suio prodotti.Un po' come se la banda bassotti premiasse i cittadini più onesti....
    • Anonimo scrive:
      U.S.A. ecocompatibili AHAHAHAHAHAHAHA
      I bombardamenti alluranio in Iraq contaminano lEuropa.Lesercito statunitense è tutto tranne che mal organizzato. Quando fu presa la decisione di passare al nucleare nelle guerre convenzionali con il promiscuo uso di armi alluranio che disperdevano radiazioni, tra cui mine di terra, proiettili, granate, missili e bombe, furono create anche le adeguate e corrette regole e regolamentazioni per la pulizia radiologica. Queste regole hanno nel mondo la forza del diritto statunitense. Comunque, lo stesso governo che le ha adottate non le sta seguendo, persino negli Stati Uniti.articolo completo:http://www.canisciolti.info/modules.php?name=Sections&op=viewarticle&artid=900
      • Anonimo scrive:
        Re: U.S.A. ecocompatibili AHAHAHAHAHAHAH
        la nave di greenpiss inquina il mare.
      • Anonimo scrive:
        Re: U.S.A. ecocompatibili AHAHAHAHAHAHAH
        - Scritto da:
        I bombardamenti alluranio in Iraq contaminano
        lEuropa.

        Lesercito statunitense è tutto tranne che mal
        organizzato. Quando fu presa la decisione di
        passare al nucleare nelle guerre convenzionali
        con il promiscuo uso di armi alluranio che
        disperdevano radiazioni, tra cui mine di terra,
        proiettili, granate, missili e bombe...Evvai!Un altro che legge "uranio impoverito" e parla a sproposito di "armi nucleari".Le armi nucleari sono quelle che si basano su una reazione a catena di fissione di nuclei di isotopi radioattivi di alcuni elementi pesanti, come uranio e plutonio, da cui il termine di "nucleari".L'uranio impoverito è un discorso totalmente diverso, e il suo uso a scopi bellici si basa su altre sue caratteristiche.Che faccia male poi è sicuro, ma più che per la sua scarsa radioattività, lo è per la sua forte tossicità, come del resto lo sono molti altri metalli pesanti, specialmente se sotto forma di polveri sottili.
    • Anonimo scrive:
      Kyoto e l'ostracismo degli struzzi.
      - Scritto da:
      E poi, neanche la Cina aderisce al trattato di
      Kyoto (che fra l'altro è una cazzata mostruosa,
      dato che l'effetto serra è un solo ipotesi non
      dimostrata).Su scala planetaria e con gli attuali modelli e potenze di calcolo è improbabile attendersi "dimostrazioni".Le alterazioni climatiche sono evidenti, guarda lo stato di ghiacciai e nevi (ex)perenni e la tropicalizzazioni di nazioni come l'Italia; data la rapidità temporale non molti danno credito all'ipotesi di fluttuazioni naturali.CMQ ridurre le emissioni di CO2 e altri inquinanti come raccomandato dal protocollo di Kyoto (a parte le compensazioni acquistate da paesi poco industrializzati) *NON* ha controindicazioni, ma viene contestato perchè aumenta i costi di produzione costringendo a rinnovare (a volte riprogettando) alcuni impianti.Questo è rifiutato soprattutto nelle nazioni (USA, ma non solo) che non hanno abitualmente prestato molta cura al consumo di risorse non rinnovabili e agli effetti collaterali. Non è un caso che ne stiano molto discutendo anche al loro interno (cfr. le leggi della California sulle emissioni dei veicoli).E' insopportabile vedere che mezzo mondo non si preoccupa del futuro: capirei fossero gli stati che debbono costruire un sistema industriale e temono di venir frenati dalle regole di Kyoto; purtroppo l'ostacolo principale è dato da nazioni che hanno tecnologie e risorse economiche per riassestare il sistema produttivo (certo non dalla sera alla mattina) e salvare un pianeta decente per i propri nipoti.
Chiudi i commenti