Niente tablet per Froyo?

Google ammette i limiti del sistema operativo Android 2.2 fuori dal territorio smartphone. Gli schermi troppo ampi non piacciono all'Androide

Roma – Froyo è un sistema operativo limitato, pensato per gestire gli smartphone. Non è davvero ottimizzato per i tablet e molto probabilmente non potrà supportare questi device nel migliore dei modi. È lo stesso Hugo Barra, responsabile del settore servizi mobile di Google, a confessarlo apertamente.

A quanto sembra, la maggior parte dei tablet equipaggiati con Froyo non saranno in grado di utilizzare l’Android Market, intrigante shop ufficiale messo in piedi da Google. Probabilmente questo limite potrà essere aggirato passando da altre strade, visto che Android resta comunque un sistema aperto, ma dopo questa allarmante dichiarazione un fastidioso senso di frustrazione è apparso minaccioso all’orizzonte.

I motivi per cui Android 2.2 non riuscirebbe a gestire con scioltezza interfacce e applicazioni dedicate ai tablet andrebbero ricercati negli schermi di dimensioni superiori al classico WVGA (800 x 480). Il sistema sembra comportarsi benone con il Galaxy Tab di Samsung, ma potrebbe dare problemi con l’hardware che si discosterà troppo dal profilo smartphone.

Gli ingegneri di Mountain View hanno stabilito che in linea di massima i tablet più grandi di 9.7″ non sono propriamente adatti a Froyo, lasciando intendere che per i dispositivi più performanti, in diretta competizione con iPad, il prossimo Chrome OS potrebbe rivelarsi la scelta migliore.

Al momento quindi, quello tra tablet e Froyo non sembra un matrimonio facile anche se Google non ha alcuna intenzione di far finire questa storia d’amore. Un supporto serio all’accoppiata arriverà nel futuro insieme ad una delle nuove versioni dell’OS Android, tra Gingerbread (3.0) e Honeycomb (3.5).

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Rainheart scrive:
    S'attaccano
    io passo al digitale solo con un e-book reader, se aspettano che mi compro un tablet per leggere dei libri si possono pure dare fuoco e continuerò per sempre col cartaceo
  • Ozymandias scrive:
    Ma...
    Ma costruire un tablet con l'e-ink no ?
  • Emanuele Ricci scrive:
    E-Readers
    Sono il fortunato possessore di un Ipad e di un Kindle e spero vivamente che il settore degli e-reader non soffra la cannibalizzazione da parte degli strumenti multifunzionali quali l' Ipad. Non si tratta di durata della batteria o di migliore qualita' della lettura sugli e-reader: leggere un libro su uno schermo retroilluminato al sole, non necessariamente con luce diretta, e' un' esperienza inproponibile. Chi afferma il contrario non legge.
  • Fabrizio scrive:
    Come si fa
    Come si fa a paragonare un e-book reader (utile solo per la lettura di libri, non retroilluminato, con la batteria che dura un mese, ecc.) con un tablet (bene o male puoi farci tutto quello che fai con un portatile, è retroilluninato quindi alla lunga stanca la vista e funziona peggio alla luce, la batteria dura 10 ore circa, costa mediamente il triplo, ecc.)Sono due categorie di hardware completamente differenti
    • shevathas scrive:
      Re: Come si fa

      Sono due categorie di hardware completamente
      differentiquoto, utilitarie e gran turismo hanno entrambe quattro ruote ma nessuno sano di mente penserebbe che una Panda possa fare concorrenza ad una Ferrari
      • Gianluigi scrive:
        Re: Come si fa
        - Scritto da: shevathas
        quoto, utilitarie e gran turismo hanno entrambe
        quattro ruote ma nessuno sano di mente penserebbe
        che una Panda possa fare concorrenza ad una
        FerrariSei sicuro che non intendevi dire che la Ferrari non può competere con una Panda?
Chiudi i commenti