NinjaVideo, cadono le teste dello streaming

Condannato anche il founder Matthew Smith, che dovrà restituire i 170mila dollari guadagnati dalle attività del sito statunitense. 14 mesi di prigione più 2 anni in libertà vigilata. E' la seconda sentenza dopo la Regina Beshara
Condannato anche il founder Matthew Smith, che dovrà restituire i 170mila dollari guadagnati dalle attività del sito statunitense. 14 mesi di prigione più 2 anni in libertà vigilata. E' la seconda sentenza dopo la Regina Beshara

Era stato arrestato alla metà dello scorso settembre, accusato di attività criminose relative alla violazione massiva del copyright. Il founder di NinjaVideo Matthew David Howard Smith – meglio conosciuto online come Dead1ne – è stato ora condannato a 14 mesi di prigione da un giudice di Alexandria, in Virginia.

Dead1ne dovrà inoltre restituire più di 170mila dollari guadagnati illegalmente (e personalmente) dalle attività del sito di streaming. Stando ai numeri snocciolati dal Dipartimento di Giustizia statunitense, NinjaVideo avrebbe in soli tre anni generato profitti per oltre 500mila dollari .

Ai 14 mesi di carcere faranno seguito altri 2 anni di libertà vigilata, con il giudice di Alexandria che ha ordinato il congelamento di cinque account bancari oltre che il sequestro di tutta l’attrezzatura informatica di Matthew Smith .

Dopo la condanna inflitta alla Regina Phara (Hana Beshara), restano ora in attesa di sentenza altri tre admin di NinjaVideo. Joshua David Evans, Jeremy Lynn Andrew e Justin A. Dedemko rischiano fino a 5 anni di prigione e una multa pari a 250mila dollari .

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 01 2012
Link copiato negli appunti