Nintendo Switch, un po' tablet un po' console

La NX cambia nome ma conferma le indiscrezioni. Mancano le specifiche, ma si sa che avrà un cuore Nvidia. Il resto a marzo 2017

Milano – Non ci sono sorprese, per ora , per quanto riguarda la console di nuova generazione di Nintendo : la nuova Switch arriverà sul mercato a partire dalla primavera del prossimo anno , marzo 2017, ma già da ora abbiamo indicazioni specifiche su che aspetto avrà e su quali saranno alcune delle caratteristiche principali che la caratterizzeranno. Su tutte, l’assenza apparente di un vano per un disco ottico: si torna quindi ai giochi memorizzati su altro tipo di supporto.

Tenendo fede alle indiscrezioni , nel video con il quale Nintendo ha mostrato la sua Switch ci sono parecchie conferme: a cominciare dalla doppia funzione tablet/console , con la possibilità di estrarre uno schermo dalla base agganciata al televisore, collegarvi un controller e portarsi tutto dietro per giocare ovunque si desideri. Il controller stesso è in realtà doppio: nome in codice “joy-con”, prosegue il cammino già iniziato ai tempi della prima Wii, anche se questa volta ha una forma più tradizionale e dunque si presta meglio a offrire un’esperienza familiare a chi utilizzerà la Switch non solo per casual gaming. Anche grazie a un altro controller, opzionale, che va sotto il suggestivo nome di “Switch Pro Controller”.

In questo senso c’è un’altra importante novità che l’azienda giapponese ha voluto porre in risalto nel comunicato stampa : moltissimi sviluppatori di videogiochi hanno già confermato il proprio supporto alla piattaforma , e se Super Mario e Zelda non mancano nel teaser-trailer, si vedono anche spezzoni di quello che sembra Skyrim di Bethesda, così come NBA2K di Electronic Arts. Il primo è un titolo non recentissimo, sebbene sia ora oggetto di restyling per le console di ultima generazione, ma che è tutto tranne che un titolo destinato a un pubblico di giocatori non-appassionati.

Il resto delle informazioni che riguardano la Switch è ancora piuttosto nebuloso: non si sa ad esempio quale sia esattamente l’hardware con il quale sarà equipaggiata , visto che l’unica indicazione fornita riguarda un chip Tegra di Nvidia che dovrebbe garantire la stessa potenza delle migliori GeForce sul mercato, ivi comprese librerie, API e strumenti per lo sviluppo di giochi allo stato dell’arte che insomma dovrebbero far compiere alla nuova console Nintendo un passo in avanti significativo. Basterà per colmare la distanza che ha di fatto stroncato la Wii U, surclassata da Xbox One e soprattutto dalla PlayStation 4?

Mancano anche dettagli sul tablet che durante l’utilizzo domestico resta parcheggiato nella base della console: sarà un dispositivo touch? Offrirà altre capacità oltre quelle ludiche? Quale sarà la sua autonomia? La presenza di uno stand sul posteriore potrebbe lasciare intendere che la Switch potrebbe svolgere anche il ruolo di intrattenitrice a tutto tondo, così come sembra che in mobilità si possano comunque collegare tra di loro più Switch per giocare in modalità multiplayer .

Sono tutte informazioni che arriveranno più avanti , alla vigilia del lancio, e resta da chiarire proprio il punto da cui siamo partiti per raccontarvi Switch: non pare ci siano fessure o carrelli destinati alla lettura di dischi ottici, pertanto è molto probabile che quanto si intravede nel video (l’utente che inserisce una SD nel corpo dell’unità) sia il metodo scelto per vendere e distribuire i giochi per la console. Come già detto, ancora, prezzo e titoli disponibili al lancio mancano all’appello : pure questi arriveranno a marzo 2017, quando Nintendo Switch sarà lanciata ufficialmente. Per ora , Wall Street pare gradire.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti