No email, la coraggiosa scelta di Liverpool

di Luddist. Con sano rigore la giunta del celebre comune britannico ha deciso di liberarsi della posta elettronica. Bella l'email, ma quando si è travolti dai messaggi non c'è più tempo per fare altro. Modernità che s'adegua


Roma – Affascina e confonde la rivoluzionaria direttiva con cui il Consiglio comunale di Liverpool ha deciso che un giorno alla settimana nessun impiegato municipale deve spedire email interne. Per comunicare di mercoledì s’è deciso di ricorrere a mezzi più tradizionali, a quelli che hanno preceduto l’avvento delle nuove dirompenti tecnologie.

Una decisione sana. Dal basso della mia dissidente visione dell’hi-tech, la scelta della giunta del celebre comune britannico mi lascia atterrito per l’accorta modernità di cui è figlia e per la maturità post-tecnologica che dimostra nell’uso di un servizio di cui è difficile fare a meno, la posta elettronica appunto.

Penso che si possa tutti essere d’accordo sul fatto che per una città ormai metropoli come Liverpool 6mila impiegati comunali non sono una enormità, anche grazie a vent’anni di lavoro per ridurre la burocrazia. Ma se sono “solo” 6mila, sono anche 6mila invasati: secondo il Comune le email interne che circolano ogni giorno lavorativo sono più di 40mila. Contando le malattie, le ferie, il turnover, i computer che non funzionano, i blocchi del PC, si può ipotizzare che ci sia uno zoccolo duro di 2-3mila impiegati che non hanno niente di meglio da fare che spedirsi messaggi email, a quanto pare spesso intrisi di battute, scherzi, giochi e trastulli digitali di varia natura.

Così i mercoledì d’un tratto son divenuti “vecchi mercoledì”, quelli in cui per parlare si poteva sì prendere il telefono ma si poteva addirittura decidere di lasciare la propria postazione, fare una breve passeggiata tra gli uffici, salutare colleghi che erano amici e non freddi indirizzi con la chiocciolina, e finalmente riunirsi con chi di dovere per prendere decisioni ed esaminare pratiche.

Quello di Liverpool per ora è un esperimento e quegli impiegati che il mercoledì, vittime di comportamenti standardizzati, verranno colti nell’atto di inviare o ricevere posta elettronica interna non verranno licenziati, per il momento, ma si prenderanno – e giustamente – le ramanzine dei propri superiori.

Questi sono i sintomi della civiltà o, almeno, di quella civiltà che una volta esaurita la sbornia dell’ipercomunicazione che tutto travolge inizia a ricordare che c’erano anche altri modi e altri tempi in cui si doveva far a meno della tecnologia, guadagnandoci un po’ in umanità, amicizia e appartenenza.

Luddist

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ANTISEMITISMO...ne capisco le ragioni
    Le notizie e la storia di questi giorni parla da sola, non servono inutili commenti.Sono come i nazisti.
    • Anonimo scrive:
      Re: ANTISEMITISMO...ne capisco le ragioni
      Che ci fai ancora qui? Prendi un piccone e va a profanare la tomba di qualche disgraziato.Sicuramente Sharon ne rimarrà mooolto impressionato e ritirerà subito l'assedio!
  • Anonimo scrive:
    ANTISEMITISMO...ne capisco le ragioni.
    LE NOTIZIE E LA STORIA DI QUESTI GIORNI PARLA DA SOLA NON SERVONO INUTILI COMMENTI.SONO COME I NAZISTI.
  • Anonimo scrive:
    forse dopo 50 anni hanno dimenticato.
    Guardando la politica di Sharon viene veramente da chiedersi se dopo 50 annigli israeliani abbiano dimenticato la storia.Il fatto di essere ebrei e di volere uno stato non li autorizza a comportarsicon i palestinesi come i nazisti si comportarono con loro.E proprio vero: non esiste memoria storica....
    • Anonimo scrive:
      Re: forse dopo 50 anni hanno dimenticato.
      - Scritto da: fDiskolo
      Guardando la politica di Sharon viene
      veramente da chiedersi se dopo 50 anni
      gli israeliani abbiano dimenticato la storia.può essere: sono stati troppo occupati a ricordarlo al resto del mondo.C'è da dire che però 50 anni fa gli ebrei non si divertivano a fare attentati a giorni alterni nei mercati tedeschi.... :-(
      • Anonimo scrive:
        Re: forse dopo 50 anni hanno dimenticato.

        C'è da dire che però 50 anni fa gli ebrei
        non si divertivano a fare attentati a giorni
        alterni nei mercati tedeschi....già, li chiudevano nei campi per sterminarli con comodo...anche adesso i palestinesi sono confinati nei loro territori, con posti di blocco tutto intorno... così gli israeliani possono bombardarli con comodo, esattamente come i nazisti nei campi!
  • Anonimo scrive:
    [OT]Quello che non capisco...
    Israele ha il DIRITTO di difendersi dal terrorismo, che come tutti i terrorismi che colpiscono civili inermi, fa schifo e va condannato SENZA riserve.Quello che non capisco è perchè, per combattere il terrorismo, Israele fa saltare edifici pubblici, ospedali, radio-tv, provider-internet, etc...Così sembra davvero che vogliano annientare il popolo palestinese, rischiando di passare dalla parte del torto.Torto che non è di nessuno, poichè le ragioni del conflitto sono complesse e vanno ricercate fin dal 1917 (non fermiamoci alle ultime cronache, usiamo il cervello), ed entrambe le fazioni si sono macchiate di azioni poco pulite.Un popolo ha il diritto di difendersi, ma l'altro ha il diritto di sopravvivere... rivendicare la propria libertà non è terrorismo.Gli eroi delle 5 giornate di Milano e dei moti di Venezia e Napoli, oggi sarebbero additati come terroristi, invece li ricordiamo come eroi del risorgimento.Perchè?Ma ripeto, chi uccide degli innocenti è da condannare SEMPRE, al di là di ogni ideale, magari giusstissimo, che li ispira.
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT]Quello che non capisco...
      A mio avviso il problema è questo:Un palestinese si fa esplodere in un bar.Muore lui e muoiono altri 10 Israeliani civili.I palestinesi non hanno tecnologie di attacco militari. Per far morire 10 israeliani devono perdere un palestinese. Sono talmente esasperati che arrivano a farlo (Allah un po li aiuta col coraggio ma sicuro sono esasperati).Israele risponde: bombardamento a tappeto di edificio di pubblica utilità. Muoiono 20 palestinesi civili. Militari Israeliani incolumi(se ne stavano su un bombardiere da diversi milioni di dollari).Cosa si risolve in questo modo?E' evidente lo squilibrio. Continueranno a darsi botta e risposta finchè non ci sarà neanche più un palestinese e l'esercito Israeliano sarà intatto. Sarà la risoluzione del conflitto?Mi aiutate a capire il perchè di tutto ciò?/a
  • Anonimo scrive:
    [OT]
    è con notizie come queste che l'utente medio del forum di PI da il meglio di se!complimenti!
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT]
      Tu sei il primo!- Scritto da: quando crescerete?
      è con notizie come queste che l'utente medio
      del forum di PI da il meglio di se!
      complimenti!
  • Anonimo scrive:
    Re: per /usr/bin/l@den
    Assassino sostenitore della causa palestinese.Fuori i delinquenti come te dall'Italia!!!!!Puuhh!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: per /usr/bin/l@den
      - Scritto da: Dragon
      Assassino sostenitore della causa
      palestinese.
      Fuori i delinquenti come te dall'Italia!!!!!
      Puuhh!!!'scolta, bimbo, vediamo di finirla con ste storie.non è ne' tirando giù le case, ne' facendo attentati che si risolvono i problemi..bisognerebbe riuscire a dividere le due fazioni e lasciare un corridoio di sicurezza di almeno 50 km. Il problema è che lo sforzo diplomatico e politico necessario per tale operazione è una cosa grande. Certo, allo stato attuale delle cose, l'America, l'Europa o l'ONU non hanno il necessario peso per farlo..
  • Anonimo scrive:
    L'occupazione fa schifo
    Insopportabile sopruso che viene commesso contro un intero popolo e il mondo sta a guardare
    • Anonimo scrive:
      ...e le stragi giornaliere fatte dai palestinesi?
      i kamikaze sono il simbolo di una non cultura. La vita umana non ha valore.Come mai? provate a leggere il corano.. leggerete che chi uccide un infedele si guadagna il paradiso. Alcuni dicono che le religioni sono tutte uguali e che basta interpretarle bene: nulla di più falso: nella bibbia c'è ama il prossimo, nel corano uccidi l'infedele.Non mi sembra sia la stessa cosa!
      • Anonimo scrive:
        Re: ...e le stragi giornaliere fatte dai palestinesi?
        Nel Vangelo è scritto ama il prossimo.Ma anche nel vecchio testamento non mancano descrizioni di guerre fatte per liberare la " terra promessa" (che anche allora non era sgombra, la storia si ripete...).Comunque una persona equilibrata non dovrebbe dare ragione nè all'una, nè all'altra parte. Entrambe hanno in teoria ragione, ma alla fine hanno tutte e due torto perchè non sono in grado di cercare un buon compromesso, che risolverebbe velocemente la questione. Ma ahinoi, l'intelligenza non è cosa di questo mondo.Comunque una cosa è un dato di fatto: attentati a parte, i palestinesi stanno peggio degli israeliani (basterebbe fare un giro nei rispettivi quartieri) e quando la gente sta male ed è ignorante, è molto facile che l'esaltato di turno (Osama o chi per lui...) riesca a far presa su di essa.Ciao.
      • Anonimo scrive:
        Re: ...e le stragi giornaliere fatte dai palestinesi?

        Alcuni dicono che le religioni sono tutte
        uguali e che basta interpretarle bene: nulla
        di più falso: nella bibbia c'è ama il
        prossimo, nel corano uccidi l'infedele.
        Non mi sembra sia la stessa cosa!Parlando con uno come te bisognerebe citare il Nuovo Testamento (Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno» (Luca 23:34)leggi questo ... (è La Bibbia)"la mia collera si accenderà e vi farò morire di spada: le vostre mogli saranno vedove e i vostri figli orfani. Esodo 22v18"Ti cito anche il Corano:"O Gente della Scrittura, non eccedete nella vostra religione e non dite su Allah altro che la verità. Il Messia Gesù, figlio di Maria non è altro che un messaggero di Allah, una Sua parola che Egli pose in Maria, uno Spirito da Lui [proveniente]. Credete dunque in Allah e nei Suoi messaggeri. Non dite ?Tre?, smettete! Sarà meglio per voi. Invero Allah è un dio unico» (Sura 4:171)". di cito anche qualcosaltro"la religione è l'oppio dei popoli" k. Marx
  • Anonimo scrive:
    Distrutto ???
    Il sito web del provider in questione (http://www.palnet.com) funziona benissimo. Probabilmente è andata distrutta solo una parte dell'infrastruttura.
    • Anonimo scrive:
      Re: Distrutto ???
      - Scritto da: A me funziona
      Il sito web del provider in questione
      (http://www.palnet.com) funziona benissimo.
      Probabilmente è andata distrutta solo una
      parte dell'infrastruttura.Vengo a casa tua e faccio saltare "SOLO UNA PARTE" della tua dimora.Poi vediamo che dici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Distrutto ???
      - Scritto da: A me funziona
      Il sito web del provider in questione
      (http://www.palnet.com) funziona benissimo.
      Probabilmente è andata distrutta solo una
      parte dell'infrastruttura.Ovvio.. Non e' detto che il server e gli uffici siano nello stesso posto
  • Anonimo scrive:
    vai di cannoni...
    si si continuate pure con i cannoni che la risolvetela questione ...
Chiudi i commenti