Nokia cambia CEO e punta sempre più sul 5G

Rajeev Suri lascerà la poltrona di amministratore delegato l'1 settembre: al suo posto un ex richiamato dall'azienda, Pekka Lundmark.
Rajeev Suri lascerà la poltrona di amministratore delegato l'1 settembre: al suo posto un ex richiamato dall'azienda, Pekka Lundmark.

Annunciato un cambio al vertice dell’organigramma per il colosso finlandese che richiama a sé l’ex dirigente Pekka Lundmark assegnandoli il ruolo di CEO. È stato dunque scelto il successore di Rajeev Suri, che l’1 settembre 2020 lascerà il proprio incarico dopo cinque anni da amministratore delegato di Nokia e un quarto di secolo trascorso in azienda. Rimarrà a disposizione del CdA in veste di consulente fino al termine dell’anno.

Pekka Lundmark è il nuovo CEO di Nokia

Al fianco di Lundmark lavorerà Sari Baldauf, altro nome importante per la storia del marchio: i due insieme hanno giocato un ruolo di primo piano nell’epoca in cui il brand ha saputo imporsi nel mercato della telefonia a livello globale, salvo poi cedere progressivamente il passo con l’avvento degli smartphone (oggi i dispositivi Nokia basati su Android sono in gestione ad HMD Global). Hanno collaborato negli ultimi anni anche in Fortum, compagnia energetica controllata dallo stato in Finlandia.

Per il futuro l’obiettivo di Nokia è investire e innovare sempre più sul fronte 5G. Complici anche le linee guida per la sicurezza delle infrastrutture di rete dettate nelle scorse settimane dall’Europa, la società potrebbe guadagnare market share in quanto realtà che opera direttamente nel vecchio continente (così come anche Ericsson), a discapito di altri player provenienti invece da territori lontani (Huawei in primis).

Fonte: Nokia
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti