Nokia, terzo campanello d'allarme

Altro calo di profitti per la società. Scende del 21 per cento. Intanto si annunciano rimpasti del consiglio di amministrazione e cambiamenti per rilanciare il marchio Nokia sul mercato

Roma – Sostanzioso calo di profitti per Nokia . Ad annunciarlo è stata l’azienda attraverso un comunicato stampa in cui ha dichiarato che l’utile netto della società è sceso del 21 per cento , dai 948 milioni nel quarto trimestre del 2009 ai 745 milioni di euro nel quarto trimestre del 2010. Si tratta del terzo decremento trimestrale di fila per la società finlandese, il primo con Stephen Elop come CEO.

I risultati però non sono del tutto negativi. L’azienda ha visto crescere le vendite dei propri smartphone, il fatturato complessivo trimestrale è infatti aumentato salendo del del 2 per cento a 12,65 miliardi di euro, mentre dall’altro lato non è riuscita a fermare il calo delle quote di mercato che sono arrivate intorno al 32 per cento, contro il 34 per cento dell’ultimo trimestre del 2009.

Nel comunicato stampa diffuso dalla società, si è anche annunciato un rimpasto del consiglio di amministrazione . In particolare due membri del consiglio, Lalita Gupte e Keijo Suila, lasceranno le proprie poltrone. La Corporate Governance di Nokia e il Comitato delle Nomine proporranno nuovi nomi, in particolare Jouko Karvinen (CEO di Stora Enso ), Helge Lund (presidente e amministratore delegato di Statoil Gruppo ) e Kari Stadigh (Presidente di Sampo ), all’Assemblea Annuale per essere eletti come membri del Consiglio di Amministrazione di Nokia fino al 2012.

Intanto, il CEO Stephen Elop, a seguito dell’annuncio di tale ribasso della società, ha dichiarato che ci sono ancora forti speranze di reale miglioramento dell’azienda. “Le tendenze di crescita nel mercato dei dispositivi mobili continuano ad essere incoraggianti”. “Eppure – ha dichiarato il CEO – Nokia deve affrontare alcune sfide significative a livello competitivo. In breve, l’industria è cambiata ed è ora il momento per Nokia di cambiare più velocemente”.

Le sfide per l’azienda sono molte. Non solo per via dello strapotere di Apple nel settore, ma anche la crescita di Android di Google che è diventata in poco tempo la seconda piattaforma smartphone più diffusa dopo Symbian.

Inoltre , anche a livello di software il colosso finlandese di telefonia dovrà prendere delle decisioni importanti, decidendo se proseguire il cammino Symbian o abbandonando il sistema storico del gruppo, e investire su realtà alternative come Android o Meego. Elop, tuttavia, ha insistito: Nokia continuerà lo sviluppo di prodotti per Symbian, dichiarando di essere molto contento dell’impatto positivo che la piattaforma ha portato all’azienda.

Raffaella Gargiulo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ruppolo scrive:
    Il fiato sul collo.
    Il prossimo trimestre vedremo Microsoft nello specchietto retrovisore.
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: Il fiato sul collo.
      - Scritto da: ruppolo
      Il prossimo trimestre vedremo Microsoft nello
      specchietto retrovisore.Io ne sarei contentissimo, ma adesso arriva Dovella e ti ricorda "Il Sorpasso", con Vittorio Gassman ...
    • Rover scrive:
      Re: Il fiato sul collo.
      Ti consiglio di rivolgere almeno una preghiera al giorno per la salute di Steve, sennò a voi Mac integralisti vi vedo male.
  • Alvaro Vitali scrive:
    Tutti se la suonano e se la cantano
    Microsoft: trimestrale da record.Apple: trimestrale da record.IBM: trimestrale da record.Red Hat: trimestrale da record.Google: trimestrale da record.etc, etc, etc.Ma, per la Legge di conservazione dell'energia in un sistema isolato - http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_conservazione_dell%27energia - se tutte queste aziende salgono alle stelle ci deve essere almeno qualche altra azienda del settore che è crollata; invece, tutti registrano trimestrali da record.Evidentemente, c'è qualcosa che non va, soprattutto quando si leggono auto-annunci del tipo: "abbiamo venduto ben 20 smartphone in tutto il mondo su 25 che abbiamo prodotto".
    • MacBoy scrive:
      Re: Tutti se la suonano e se la cantano
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Microsoft: trimestrale da record.
      Apple: trimestrale da record.
      IBM: trimestrale da record.
      Red Hat: trimestrale da record.
      Google: trimestrale da record.

      etc, etc, etc.

      Ma, per la Legge di conservazione dell'energia in
      un sistema isolato -
      http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_conservazion

      Evidentemente, c'è qualcosa che non va,Evidentemente l'intero mercato è in crescita.Se vuoi vedere però come cambia ila rapporto di forza tra le varie aziende e normalizzare il tutto al 100%, guarda le % delle quote di mercato.
    • Filuz scrive:
      Re: Tutti se la suonano e se la cantano
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Microsoft: trimestrale da record.
      Apple: trimestrale da record.
      IBM: trimestrale da record.
      Red Hat: trimestrale da record.
      Google: trimestrale da record.

      etc, etc, etc.

      Ma, per la Legge di conservazione dell'energia in
      un sistema isolato -
      http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_conservazion

      Evidentemente, c'è qualcosa che non va,
      soprattutto quando si leggono auto-annunci del
      tipo: "abbiamo venduto ben 20 smartphone in tutto
      il mondo su 25 che abbiamo
      prodotto".la Nokia
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Tutti se la suonano e se la cantano
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Microsoft: trimestrale da record.
      Apple: trimestrale da record.
      IBM: trimestrale da record.
      Red Hat: trimestrale da record.
      Google: trimestrale da record.

      etc, etc, etc.

      Ma, per la Legge di conservazione dell'energia in
      un sistema isolato -
      http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_conservazion

      Evidentemente, c'è qualcosa che non va,
      soprattutto quando si leggono auto-annunci del
      tipo: "abbiamo venduto ben 20 smartphone in tutto
      il mondo su 25 che abbiamo
      prodotto".Direi che al mondo dell'economia non si possono applicare le leggi della fisica, che notoriamente, sono sensate : in economia infatti, la ricchezza si crea e si distrugge nel tempo di uno schiocco di dita, per poi scoprire un giorno che era tutta ricchezza virtuale e che, mentre la ricchezza reale se l'è portata alle Bahamas un gruppetto di dirigenti fuggito prima del fallimento, il risparmiatore se la ciapa in tel Q...
  • ing scrive:
    Le vendite fanno segnare un -30%
    Le vendite di Windows fanno segnare un -30%http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?id=7000
    • urrrr scrive:
      Re: Le vendite fanno segnare un -30%
      Ma l'hai letto l'articolo che hai linkato almeno?E' più che normale questo grosso calo, e se ti stai chiedendo eprchè leggiti l'articolo che hai postato.Troll e pure ignorante...sigh...
      • Alvaro Vitali scrive:
        Re: Le vendite fanno segnare un -30%
        Diciamo però che le argomentazioni esposte in quell'articolo sono una continua arrampicata sugli specchi; se l'impennata nella vendita dei tablet (dove dominano altri sistemi operativi) fa calare sensibilmente la vendita di PC, alla fine il risultato è sempre una perdita di quote di mercato da parte di MS Windows.
  • Solange scrive:
    Dedicato a tutti voi
    Cari rosikoni![img]http://www.ittiofauna.org/provinciarezzo/caccia/tabelle_specie/roditori/criceto_dorato/images/criceto02-400.jpg[/img]Buon week-end pieno di travasi di bile!(rotfl) (rotfl) (rotfl) :@
    • ROGERDODGER scrive:
      Re: Dedicato a tutti voi
      hai proprio ragione, chi sostiene a spada tratta Microsoft ha da rosikare molto attualmente vista la situazione se guarda al futuro..concordo con te bravo ;)
  • bertuccia scrive:
    @Claudio: Fatturato vs Profitto
    "Numeri che hanno superato anche le aspettative degli analisti, che avevano scommesso sul sorpasso di fatturato da parte di Apple, che Redmond continua a mantenere dietro, stavolta superata di 63 milioni di dollari." qui imho non si capisce una mazza di come stanno le cose..Se volevi fare un confronto con Apple, ci voleva tanto a scriverefatturato Apple = 26,7 miliardifatturato Microsoft = 19,9 miliardiprofitto Apple = 6 miliardiprofitto Microsoft = 6,63 miliardivendendo anche HW ovviamente i profitti di Apple sono un pelo più risicatifonte http://www.winrumors.com/microsoft-beats-earnings-estimates-still-more-profitable-than-apple/
    • Anon scrive:
      Re: @Claudio: Fatturato vs Profitto
      Ma anche il fatturato vendendo HW è più alto
    • Claudio Tamburrino scrive:
      Re: @Claudio: Fatturato vs Profitto
      In effetti stavolta con una doppia subordinata con inciso ho inutilmente complicato la frase :-)"profitto Apple = 6 miliardiprofitto Microsoft = 6,63 miliardi"era la risposta esatta^^
      • ruppolo scrive:
        Re: @Claudio: Fatturato vs Profitto
        - Scritto da: Claudio Tamburrino
        In effetti stavolta con una doppia subordinata
        con inciso ho inutilmente complicato la frase
        :-)

        "profitto Apple = 6 miliardi
        profitto Microsoft = 6,63 miliardi"
        era la risposta esatta^^Diciamolo, nessuno di noi è avvezzo con queste cifre :D
  • William scrive:
    Ma che scrivi?
    Infatti il "sorpasso" c'è stato nel fatturato, Apple
    20 bln, Microsoft
    • bertuccia scrive:
      Re: Ma che scrivi?
      - Scritto da: William
      Infatti il "sorpasso" c'è stato nel fatturato,
      Apple
      20 bln, Microsoft bln.sinceramente non ho capito nemmeno io..il fatturato di Apple è stato di 26,7 miliardi..quello di MS?
    • Claudio Tamburrino scrive:
      Re: Ma che scrivi?
      hai ragione, profitti...corretto grazie
      • William scrive:
        Re: Ma che scrivi?
        Fatturato, utile, margine di guadagno... tutte parole a caso no? Quanto basta per montare un articolo sbagliato... poi ci si scusa nei commenti. A zappare, che c'è tanto bisogno
      • ROGERDODGER scrive:
        Re: Ma che scrivi?
        Tamburrinoguarda che mi sa che 6,67 miliardi, il 67 NON sono 67 milioni ma 670 milioni.Altrimenti se fossero stati 67 milioni ci sarebbe stato scritto 6,067.O sbaglio?
  • ROGERDODGER scrive:
    iPad vs windows
    Microsoft ha ottenuto eccellenti risultati, soprattutto dall'ottima risposta del pubblico videoludico (che non è la massa ma comunque è sempre una nicchia rilevante) per kinect.Certo è, e segnatevi queste parole, che nei prossimi 30 mesi Windows perderà dal 5 al 10 per cento del marketshare attuale. Ad oggi è al 90-91%. Tra 30 mesi sarà sotto l'85%.iPad + iOS + dispositivi android = il futuro sta nei tablet e nel mobile. Apple l'ha capito per prima. Al momento Microsoft non ha nulla se non windows phone 7 che non sta andando benissimo (2 milioni di dispositivi appena dall'introduzione, una media di 200mila per device visto che sono una decina).BALLMER L'HA DETTO A GRAN VOCE: iPad è un PC. Purtroppo non hanno ancora presentato un OS ottimizzato per tablet. Ogni anno dal 2001/2 microsoft presenta nuovi tablet senza mai avere sucXXXXX. Apple è diventato con iPad il terzo produttore mondiale di PC e Steve Ballmer è d'accordo nell'includere iPad tra i PC visto che l'ha detto: "iPad è un PC, of course it is".Windows sotto l'85% entro 30 mesi. Il mobile avanza.
    • LOL scrive:
      Re: iPad vs windows
      BOOOOOOOOOOOOOOOOOM
    • FinalCut scrive:
      Re: iPad vs windows
      - Scritto da: ROGERDODGER
      Certo è, e segnatevi queste parole, che nei
      prossimi 30 mesi Windows perderà dal 5 al 10 per
      cento del marketshare attuale. Ad oggi è al
      90-91%. Tra 30 mesi sarà sotto
      l'85%.Fare una previsione a 30 mesi è troppo difficile, Apple potrebbe anche acquisire Google in 30 mesi per quel che possiamo saperne.Certo è che (Tamburrino si è guardato bene dal dirlo) tutti gli analisti sono preoccupati per il futuro di Microsoft, il mobile avanza, i tablet con Windows 7 non andranno da nessuna parte e Microsoft non ha nessun asso nella manica.Nel 2011 verranno venduti più di 50.000.000 di tablet di cui almeno 40 saranno iPad.I netbook sono già morti i PC saranno i prossimi (non moriranno ma saranno sempre meno).Io ho già pronosticato una perdita di 3 punti percentuali nel 2011:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3062080&m=3062369#p3062369Andare oltre i 12/24 mesi equivale a spararle come Nostradamus. Tanto per fare un paragone 30 mesi fa non era ancora uscito nei negozi l'iPhone prima generazione e Android non era ancora nato.(linux)(apple)
      • Mengacci scrive:
        Re: iPad vs windows
        la postazione fissa non sparirà mai se non con vere novità in ambito di presentazione dei contenuti come proiezioni olografiche, segnale sparato direttamente nelle cervella.Gli schermi sono troppo piccoli, lo standard è ormai minimo 20- 22 pollici, io ho un 30 pollici e non potrei MAI avere come PC fisso uno destinato al mobile.Quindi caro previsore, % più o % meno, al massimo la gente avrà un fisso ed un mobile insieme ma mai solo mobile salvo rarissimi casi come i vecchi.
        • FinalCut scrive:
          Re: iPad vs windows
          - Scritto da: Mengacci
          la postazione fissa non sparirà mai No ma verrà ridimensionata di brutto.Io vivo a Roma, 20 anni fa c'erano tantissime macchine e pochissimi motorini.Oggi ci sono meno macchine di un tempo e una enormità di motorini.Il notebook credo già oggi supera in vendite il PC desktop, nel futuro questa tendanza sarà sempre più netta.
          Gli schermi sono troppo piccoli, lo standard è
          ormai minimo 20- 22 pollici, io ho un 30 pollici
          e non potrei MAI avere come PC fisso uno
          destinato al
          mobile.Io lavoro con due monitor da 30" uno affiancato all'altro, ma io e te siamo una minoranza. Se prendi una qualunque statistica di un webserver vedrai che:1280x80020,18%1024x76819,68%1366x7689,96%per arrivare alla risoluzione che usiamo io e te si scende di parecchio....1920x12001,60%I TIR e i Camion non sono spariti dalla mobilità stradale ma vengono utilizzati solo da professionisti del settore.La gente usera pochi TIR (PC) meno macchine (Notebook) tantissimi motorini (Tablet/smartphone) nel prossimo futuro e Microsoft non è invitata al party.
          Quindi caro previsore, % più o % meno, al massimo
          la gente avrà un fisso ed un mobile insieme ma
          mai solo mobile salvo rarissimi casi come i
          vecchi.La gente avrà un PC fisso che cambierà sempre meno magari ogni 10 anni e avrà più di un dispositivo mobile (tablet e smartphone) che userà con sempre maggior profitto.Questo accadrà in ambito business e anche home dove il papà darà un tablet al figlio piuttosto che un notebook.(apple)(linux)
          • quliOS scrive:
            Re: iPad vs windows
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: Mengacci

            la postazione fissa non sparirà mai

            No ma verrà ridimensionata di brutto.

            Io vivo a Roma, 20 anni fa c'erano tantissime
            macchine e pochissimi
            motorini.
            Oggi ci sono meno macchine di un tempo e una
            enormità di
            motorini.

            Il notebook credo già oggi supera in vendite il
            PC desktop, nel futuro questa tendanza sarà
            sempre più
            netta.


            Gli schermi sono troppo piccoli, lo standard è

            ormai minimo 20- 22 pollici, io ho un 30 pollici

            e non potrei MAI avere come PC fisso uno

            destinato al

            mobile.

            Io lavoro con due monitor da 30" uno affiancato
            all'altro, ma io e te siamo una minoranza. Se
            prendi una qualunque statistica di un webserver
            vedrai
            che:


            1280x80020,18%
            1024x76819,68%
            1366x7689,96%

            per arrivare alla risoluzione che usiamo io e te
            si scende di
            parecchio....

            1920x12001,60%

            I TIR e i Camion non sono spariti dalla mobilità
            stradale ma vengono utilizzati solo da
            professionisti del
            settore.

            La gente usera pochi TIR (PC) meno macchine
            (Notebook) tantissimi motorini
            (Tablet/smartphone) nel prossimo futuro e
            Microsoft non è invitata al
            party.


            Quindi caro previsore, % più o % meno, al
            massimo

            la gente avrà un fisso ed un mobile insieme ma

            mai solo mobile salvo rarissimi casi come i

            vecchi.

            La gente avrà un PC fisso che cambierà sempre
            meno magari ogni 10 anni e avrà più di un
            dispositivo mobile (tablet e smartphone) che
            userà con sempre maggior
            profitto.

            Questo accadrà in ambito business e anche home
            dove il papà darà un tablet al figlio piuttosto
            che un
            notebook.

            (apple)(linux)Non sono affatto d'accordo...sparo la mia analisi e previsione:le vendite dei desktop sono ridotte perchè la corsa alle performance non ha più il senso di una volta e parecchi pc di qualche anno fa continuano ad essere in grado di svolgere perfettamente i compiti di routine.I notebook hanno avuto vendite maggiori per il calo dei prezzi e perchè effettivamente la portabilità è necessaria in questo mondo dove ormai la vita e il lavoro sono sempre meno sedentari/stanziali.I netbook hanno occupato una nicchia, ma visti i limiti non potranno espandersi oltre, soprattutto perchè i prezzi ormai incentivano poco.Lo stesso discorso può essere fatto per i tablet... sono nuovi, cool e permettono di stare sempre online a cazzeggiare con gli amici e all'occorrenza sostituiscono gli scomodi e piccoli schermi dei cellulari smartphone delle vecchie generazioni per la navigazione lettura in mobilità e per qualche minuto di svago con i giochini;presto ce ne saranno una valanga di ogni forma e dimensioni e il mercato verrà dominato da hardware di ogni fascia di prezzo con installato AndroidOS e la gente non noterà affatto la mancanza di un app store perchè le applicazioni davvero necessarie ed usate dalle masse e non dagli appassionati saranno già preinstallate.iPad e iPhone nel giro di qualche anno finiranno ad occupare il segmento "lusso" e quindi necessariamente finiranno per avere una quota marginale per quanto ancora altamente profittevole del mercato (vedi vecchia situazione Mac in campo pc).Ti aspetto per verificare,ciao! :)
          • Objtu Income scrive:
            Re: iPad vs windows
            Quoto. Questi macachi si stanno montando un pochettino la testa e dimenticano di essere un fenomeno di moda, destinato a passare come tutte le mode. E non è escluso che anche i tablet siano soggetti a questo destino.
          • ... scrive:
            Re: iPad vs windows

            Io vivo a Roma, 20 anni fa c'erano tantissime
            macchine e pochissimi
            motorini.
            Oggi ci sono meno macchine di un tempo e una
            enormità di
            motorini.[OT]Ma dove stanno meno macchine di un tempo a Roma?Io vedo molte più macchine e molti più motorini di un tempo[/OT]
      • James Kirk scrive:
        Re: iPad vs windows
        - Scritto da: FinalCut

        Nel 2011 verranno venduti più di 50.000.000 di
        tablet di cui almeno 40 saranno
        iPad.
        I netbook sono già morti i PC saranno i prossimi
        (non moriranno ma saranno sempre
        meno).
        Questo è tutto da vedere! Gli analisti di oggi ne sparano di grosse.Che poi di tablet ne venda Apple più di tutti è ovvio, visto che per ragioni di disponibilità di hardware (e software) la concorrenza (in quantità) non ci sarà prima dell'autunno inoltrato.Ma da qui a dire che i netbook sono morti ce ne passa.Il tablet secondo la visione(intelligente ed imitata) di Apple è ancora troppo acerbo ed è utile solo per fruire a video taluni contenuti.Un netbook è invece un PC a tutti gli effetti e permette di fare molto di più. Tra l'altro la piattaforma Brazos di AMD dovrebbe (finalmente) dare una scossa prestazionale a questi prodotti da troppo tempo inchiodati su Atom.Inoltre il prezzo dei tablet è va dal doppio al triplo di un netbook e non tutti possono (o vogliono) spendere i 600-900 per un dispositivo che, pur accattivante, è ad oggi poco più che un gadget che uno strumento utile. Più che una morte dei netbook vedo meglio la nascita di ibridi tablet/notebook come hanno proposto Asus e Acer; e su questi la scelta del sistema operativo è ancora una incognita.Se si vuole far diventare i tablet utili iOS deve evolversi ancora in direzione OSX e sganciarsi dalla derivazione da Smartphone mentre Windows deve dimagrire non di poco e rivedere l'interfaccia a Sistema e Applicazioni (cosa non semplice). ... per Android si vedrà (da quanto visto sino ad ora Honeycomb mi pare ancora lontano).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 gennaio 2011 14.32-----------------------------------------------------------
        • ruppolo scrive:
          Re: iPad vs windows
          - Scritto da: James Kirk
          Un netbook è invece un PC a tutti gli effetti e
          permette di fare molto di più.Tipo ricevere la posta quando è in standby?
          • James Kirk scrive:
            Re: iPad vs windows
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: James Kirk

            Tipo ricevere la posta quando è in standby?Per quello c'è lo smartphone .... ma poi quando c'è da scrivere la risposta all'email, magari allegando qualcosa, forse il netbook è un po' più pratico del tablet.Non c'è nulla di rivoluzionario nei tablet ... per ora sono solo gadget accattivanti, buoni per fruire (taluni) contenuti ma al massimo per scrivere tweets. Rispetto all'iPad lo sfortunato Newton era molto più innovativo. Ballmer in fondo ha ragione, il tablet alla fine è un PC, solo omette che Microsoft non ha il sistema operativo adatto.
          • ruppolo scrive:
            Re: iPad vs windows
            - Scritto da: James Kirk
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: James Kirk



            Tipo ricevere la posta quando è in standby?

            Per quello c'è lo smartphone ....C'è? Si, se ce l'hai. Ma se insieme al messaggio arriva un allegato per cui non hai alcuna applicazione nello smartphone per aprirlo?
            ma poi quando
            c'è da scrivere la risposta all'email, magari
            allegando qualcosa, forse il netbook è un po' più
            pratico del
            tablet.Ma anche no, visto che dalle stesse applicazioni puoi inviare il documento.

            Non c'è nulla di rivoluzionario nei tablet ...Tranne l'interfaccia.Ma del resto non è l'interfaccia la differenza tra un DOS e un Windows?
            per ora sono solo gadget accattivanti, buoni per
            fruire (taluni) contenuti ma al massimo per
            scrivere tweets. Rispetto all'iPad lo sfortunato
            Newton era molto più innovativo.Quando nacque il personal computer, per cosa era buono?
            Ballmer in fondo ha ragione, il tablet alla fine
            è un PC, solo omette che Microsoft non ha il
            sistema operativo
            adatto.Perché, Windows sarebbe adatto ai PC? Forse "adattato"...
          • James Kirk scrive:
            Re: iPad vs windows
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: James Kirk



            Per quello c'è lo smartphone ....

            C'è? Si, se ce l'hai. Ma se insieme al messaggio
            arriva un allegato per cui non hai alcuna
            applicazione nello smartphone per
            aprirlo?Se non hai lo smarphomne ma hai il netobbok di solito hai una chiavetta (od una SIM integrata); perdi il push ma per l'applicazione con cui aprore l'allegato ce ne sono molte più che per il tablet.

            Non c'è nulla di rivoluzionario nei tablet ...

            Tranne l'interfaccia.Assolutamente si era proprio quello che mancava; anche se il pennino lo rimpiango, non foss'altro per la precisione e la possibilità di fare firme o schizzi. .. ma è probabile che arrivi anche questo.

            Quando nacque il personal computer, per cosa era
            buono?Infatti! Concorderai che siamo all'inizio dello sviluppo di tablet e che le attuali implementazioni sono un po' troppo limitate.
      • ROGERDODGER scrive:
        Re: iPad vs windows
        Tanto per fare un paragone 30 mesi fa non era ancora uscito nei negozi l'iPhone prima generazione e Android non era ancora nato. 30 mesi = 2 anni e mezzo. Siamo a gennaio 2011. Quindi due anni e mezzo fa era estate 2008 e c'era già iPhone 3G. "iPhone" (il primo, che si chiamava appunto "iPhone" e basta) fu introdotto il 29 giugno 2007.Non mi pare una previsione troppo ardita.Segnatelo: dal 5 al 10 in 30 mesi, a seconda di come si evolverà il mercato.
    • Salamandra scrive:
      Re: iPad vs windows
      dal 5 al 10%, stai giusto prendendo parecchie centinaia di milioni di persone come margine :DVa bene discutere, ma a parte il rossore per l'emozione che vedo (virtualmente) sul tuo viso per una possibile perdita di % di share di microsoft nel settore desktop, non c'è molto da discutere, se non che mi rattrista vedere i fanboy apple che si scannano o godono per questo o quell'altro (idem per i fanboy in generale).La piattaforma fissa non morirà facilmente e la mobile è appunto, mobile, credo che chi ha un fisso al massimo si "farà" pure il mobile, ma solo mobile molte meno persone.Per quanto potente un pc con schermo da 10 pollici è troppo piccolo per il quotidiano considerando che nelgli store ti buttano appresso i monitor 24 pollici, imho.Ciao
      • ROGERDODGER scrive:
        Re: iPad vs windows
        il margine è dovuto al fatto che ad oggi si sa solo che tablet e smartphone faranno la parte del leone in questi anni a venire, solo che non si sa di quanto.
        • ruppolo scrive:
          Re: iPad vs windows
          - Scritto da: ROGERDODGER
          il margine è dovuto al fatto che ad oggi si sa
          solo che tablet e smartphone faranno la parte del
          leone in questi anni a venire, solo che non si sa
          di
          quanto.Di quanto basta per rendere il mercato desktop un mercato perlopiù professionale.
    • ercole69 scrive:
      Re: iPad vs windows
      - Scritto da: ROGERDODGER

      Certo è, e segnatevi queste parole, che nei
      prossimi 30 mesi Windows perderà dal 5 al 10 per
      cento del marketshare attuale. Ad oggi è al
      90-91%. Tra 30 mesi sarà sotto
      l'85%.Mi sento di appoggiarti in pieno: ma vedendo il trend degli ultimi 4 mesi dove MS ha perso quasi il 2% secondo me al 85% ci arriva entro 15-18mesi. Complice anche il fatto che oltre il 55% di share è ancora data dal vecchio XP. Il trend di adozione di 7 è destinato a rallentare per vari motivi: chi ha resistito tutti questi anni prima di passare ad un nuovo sistema operativo lo ha fatto o perchè non ha soldi da buttare o per inadeguatezza di quello nuovo, ed è quindi probabile che aspetti la prossima release per vedere come evolvono le cose (15-20 mesi almeno stando agli annunci). Inoltre le macchine da almeno 4-5 anni a questa parte sono abbondantemente sovradimensionate per il 90% degli usi "normali" (escludendo videogiochi e ricerca), quindi il ritmo di ricambio dei PC,salvo rotture, è destinato a rallentare rispetto agli anni passati, dove si cambiava un PC anche ogni 24-36 mesi.Tra 15-20 mesi però è probabile che siano uscite alternative all'accoppiata Intel-Win appetibili (leggasi ARM+android) facciano perdere ulteriore quote a Windows.Vedremo come va a finire...
Chiudi i commenti