Nota/ Le novità di PI Libri di gennaio

Nuovi titoli si aggiungono alla lista di quelli scaricabili dalla sezione di Punto Informatico. Android la fa da padrone. E nasce la nuova categoria USC con i testi consigliati dai lettori

Roma – A meno di un mese dal lancio di PI Libri , il nuovo servizio gratuito offerto da Punto Informatico , ecco già le prime novità.

Tra le moltissime richieste e suggerimenti arrivati in redazione, uno su tutti è risultato il più gettonato: Android . Così, da oggi, tutti gli utenti registrati trovano pronto da scaricare anche l’ approfondimento “Android Programming”: un corso completo per mettere alla prova le proprie doti di programmatore e application designer con il sistema operativo open source di Google, che tanto successo sta riscuotendo sugli smartphone di tutto il mondo.

API, interfacce, database, touch, notifiche: i nuovi paradigmi dello sviluppo sulle nuove piattaforme mobile si stanno gradualmente imponendo alla attenzione dei programmatori e delle aziende che si affacciano in un settore fino a oggi ritenuto di nicchia. “Android Programming” guida il lettore a fare la conoscenza con la struttura e l’architettura del sistema operativo, gli permette di familiarizzare con l’SDK e con i sistemi di advertising utilizzabili sugli smartphone, di costruire la classica applicazione Hello World e di procedere a passi spediti verso la costruzione di un prodotto più raffinato ed evoluto.

Nelle 104 pagine di “Android Programming” si passano in rassegna gli elementi fondamentali per fare la conoscenza di questo nuovo mondo: un buon punto di partenza per chi è alle prime armi, un ottimo manuale per chi, già esperto, sta pensando di fare una capatina dalle parti di Mountain View e scommettere su un sistema operativo e una piattaforma emergente. Assieme al già pubblicato “iPhone Programming”, PI Libri offre ora una panoramica quasi a 360 gradi per consentire a sviluppatori e decision maker di approfondire un mercato in profonda espansione come quello mobile.

Inoltre, PI Libri inaugura oggi una nuova categoria. L’abbiamo chiamata USC , User Suggested Content : tra le molte segnalazioni arrivate a pilibri@edmaster.it , la redazione ha selezionato un titolo che è sembrato allo stesso tempo di estrema attualità e frutto di un lavoro di analisi approfondito. “Mela Marcia, la mutazione genetica di Apple” è un’ antologia che prende in esame l’evoluzione dell’azienda di Cupertino divenuta quanto mai evidente negli ultimi anni: da startup nata in California alla fine degli anni ’70, a colosso multimiliardario con interessi non più solo legati al Macintosh.

iPad, lo scandalo Gizmodo con il prototipo dell’iPhone 4 sparito in un bar, la condizione dei lavoratori cinesi nelle fabbriche Foxconn che appaltano la costruzione dei device che si vendono a milioni in Occidente. E poi ancora le prospettive future con AppleTV e il ruolo giocato dall’azienda di Steve Jobs come nuovo intermediario globale dei contenuti: la Mela Morsicata non è più una piccola impresa guidata dall’etica hacker autentica dei suoi originali fondatori? Si sta trasformando, o si è già trasformata, in quel grande fratello multinazionale che lo stesso Jobs metteva alla berlina nella celebre pubblicità del 1984? Per trarre le proprie conclusioni non resta che leggere le 130 pagine di “Mela Marcia”.

Come detto meno di un mese fa, PI Libri è un progetto nato e concepito per evolvere nel tempo. Ai lettori, sempre più numerosi e che ringraziamo, l’invito a continuare a mandarci segnalazioni e suggerimenti : cercheremo di dare una risposta a tutti.

La Redazione

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • V67 scrive:
    AVIDITA'?
    LA sony come altri marchi importanti è avida, tutti questi colossi che sfruttano le regole per tutelare i loro prodotti, finiscono per essere loro stessi dei malviventi autorizzati.Se comprate un prodotto questo deve essere libero, senza restrizioni, se compro una ps3 magari perchè uso una sola funzione di essa, poi la sony decide di eliminarla, bene lei è libera di farlo, come io dovrei essere libero di chiedere il rimborso più gli interessi, perchè dopo l'aggiornamento quello strumento non soddisfa più le mie aspettative, invece non è così, la soluzione si otterrà solo quando entrambe le sponde dello stesso fiume la smetteranno di cercare di XXXXXXX la sponda opposta!Siano benedetti questi programmatori, perchè in questa società i consumatori hanno sempre meno diritti, con queste azioni spostano l'ago della bilancia di nuovo al centro, spero che in futuro ci sia più saggezza, così che questi escamotage non siano necessari per poter usufruire al 100% quello che si è pagato!!!
  • Momento di inerzia scrive:
    Trofei...
    Avevo subodorato che poter far girare soft non firmato avrebbe di fatto devastato il sistema dei trofei.Mi chiedo che gusto ci provi la gente.Ok, kudos a chi trova il modo e dimostra che si può fare, ma quelli che mettono in mostra trofei che non hanno guadagnato proprio non li capisco.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Trofei...
      la gara di chi c'è l'ha più lungo :D
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: Trofei...
      Tranquillo, lascia che i lameri si vantino da soli allo specchio. Chi ama davvero i videogiochi non userebbe mai simili bassezze.
      • geowhat scrive:
        Re: Trofei...
        - Scritto da: Francesco_Holy87
        Tranquillo, lascia che i lameri si vantino da
        soli allo specchio. Chi ama davvero i videogiochi
        non userebbe mai simili
        bassezze.chi ama davvero i videogiochi non gliene frega una fava dei trofei.
        • Francesco_Holy87 scrive:
          Re: Trofei...
          Tu dici?A me interessano.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Trofei...
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Tu dici?
            A me interessano. è perchè sei un insicuro e dai troppo peso a quello che gli altri pensano di te.Tranquillo diventando adutli, di solito, poi passa
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: Trofei...
            Scusa, ma ti riferisci alla mia risposta o al fatto che mi piace il sistema dei trofei?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Trofei...
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Scusa, ma ti riferisci alla mia risposta o al
            fatto che mi piace il sistema dei
            trofei?la seconda che hai detto
          • Sgabbio scrive:
            Re: Trofei...
            Ma alla fine sto sistema che è nato tra le due console in questione è solo una realizzazione di quello che si faceva 20 o 30 anni fà con i videgiochi per dimostrare la propria bravura e abilità, oltre che allungare la longevità del gioco in maniera fantasiosa.Un esempio: "Vediamo se riesci a finire duble dragon senza fare le gomitate!" :D
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Trofei...
            - Scritto da: Sgabbio

            Un esempio: "Vediamo se riesci a finire duble
            dragon senza fare le gomitate!"
            :Dle capate si possono fare?
          • Funz scrive:
            Re: Trofei...
            - Scritto da: Sgabbio
            Ma alla fine sto sistema che è nato tra le due
            console in questione è solo una realizzazione di
            quello che si faceva 20 o 30 anni fà con i
            videgiochi per dimostrare la propria bravura e
            abilità, oltre che allungare la longevità del
            gioco in maniera
            fantasiosa.

            Un esempio: "Vediamo se riesci a finire duble
            dragon senza fare le gomitate!"
            :DUuuuh, dura! :D
        • mura scrive:
          Re: Trofei...
          Ma non dire XXXXXte plz, videogiochi = gara = competitività quindi punteggi e trofei interessano più o meno a tutti quelli che non smettono di giocare dopo aver visto il filmatino finale e da qui scatta la rosicata se dopo ore di gioco uno non arriva dove altri sono già ed iniziano a voler usare trucchi per pavoneggiarsi di titoli e insigne non meritate ma comunque presenti sul proprio avatar digitale.
        • Momento di inerzia scrive:
          Re: Trofei...
          - Scritto da: geowhat
          chi ama davvero i videogiochi non gliene frega
          una fava dei
          trofei.Io amo i videogiochi e mi piace averli completi al 100% con tutti i personaggi, i costumi, i segreti sbloccati e funzionanti.Semplicemente perché voglio il massimo dai soldi che spendo.Questo include i trofei.Forse sei tu che non ami abbastanza i videogiochi che compri
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Trofei...
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Io amo i videogiochi e mi piace averli completi
            al 100% con tutti i personaggi, i costumi, i
            segreti sbloccati e funzionanti.
            Semplicemente perché voglio il massimo dai soldi
            che spendo.No, io credo che questo sia sinonimo di avere molto tempo da perdere. Io su console ci sto sì e no 3 ore a settimana e un gioco mi basta finirlo in modalità normale, l'unico gioco che provai a finire al 100% fu il primo Donkey Kong Country all'epoca del SNES, dove comunque non arrivai al 100% ma arrivai al 97% o giù di lì.In un gioco dove il punto principale è andare avanti, è abbastanza inutile tentare di completarlo per intero, se si ha così tanto tempo da perdere meglio dedicarlo ad altri giochi. Discorso diverso può essere un gioco tipo GT2 (e presumo anche il 3, il 4 e il prossimo 5, anche se non ci ho mai giocato) dove una volta sbloccati i percorsi e le patenti e vinto tutti i circuiti il gioco sarebbe finito, diciamo però che molte macchine danno feeling diverso in pista e prendere una macchina non è proprio come sbloccare un costume di un personaggio, che non cambia niente a livello di gioco. Cosa diversa se uno vuol farsi tutte le macchine con tutti i colori (c'è gente che GT2 lo giocava così) in quel caso ha veramente le pigne...
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Trofei...
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            No, io credo che questo sia sinonimo di avere
            molto tempo da perdere. Io su console ci sto sì e
            no 3 ore a settimana e un gioco mi basta finirlo
            in modalità normale, l'unico gioco che provai a
            finire al 100% fu il primo Donkey Kong Country
            all'epoca del SNES, dove comunque non arrivai al
            100% ma arrivai al 97% o giù di
            lì.Per il mio metro 3 ore a settimana sono "molto tempo da perdere"Forse io sono più bravo di te...
    • Jacopo Monegato scrive:
      Re: Trofei...
      è gente senza etica e senza onore. gli stessi bambini che se giocassi a wow li vedresti usare gli hack solo per vincere punti arena o per poi scrivere in chat hHhHadha io sn + brv. te nabbo
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Trofei...
      - Scritto da: Momento di inerzia
      Avevo subodorato che poter far girare soft non
      firmato avrebbe di fatto devastato il sistema dei
      trofei.
      Mi chiedo che gusto ci provi la gente.
      Ok, kudos a chi trova il modo e dimostra che si
      può fare, ma quelli che mettono in mostra trofei
      che non hanno guadagnato proprio non li capisco.Semplice vanità di bimbominkia scrausi.Ma credo sia anche il modo più facile per Sony di sgamarli e bannarli, come per chi usa dei cheat (non previsti dal gioco) online e pretenda di farla franca. In quei casi sono il primo a essere d'accordo per il ban, sempre che il ban non impedisca anche il gioco offline (in quest'ultimo caso ovviamente no).
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: Trofei...
        Infatti hanno appena dichiarato che per i cheater su MW2 non possono fare niente di niente.http://www.joystiq.com/2011/01/17/ps3-hackers-make-modern-warfare-2-unplayable-infinity-ward-ca/
  • djechelon scrive:
    "Ogni crimine informatico del mondo"
    Bella questa: "L'esistenza di un conto PayPal non rappresenterebbe un motivo valido per processare in California ogni crimine informatico del mondo, anche se i fan del XXXXXXXXX hanno inviato simboliche donazioni a quell'indirizzo."Adoro i magistrati che conoscono bene la legge, e la applicano con diligenza. Se così non fosse, domani potremmo perseguire un cittadino torinese presso la procura di Roma solo perchè ha una SIM card, dove riceve SMS di apprezzamento, emessa da un operatore romano.Sony invece dovrebbe pensare all'antitrust: l'esistenza di una root key, e quindi di una procedura di autenticazione del software in esecuzione, non è una forma di limitazione della concorrenza contro i prodotti homebrew? Dover acquistare costosissimi SDK da Sony non è una limitazione per uno sviluppatore indipendente con piccolo budget?
    • ruppolo scrive:
      Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
      - Scritto da: djechelon
      Dover
      acquistare costosissimi SDK da Sony non è una
      limitazione per uno sviluppatore indipendente con
      piccolo
      budget?Già, per questo AppStore ha fatto la fortuna di tanti sviluppatori indipendenti. Con solo 99 dollari all'anno sei in pista.
      • panda rossa scrive:
        Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: djechelon

        Dover

        acquistare costosissimi SDK da Sony non è una

        limitazione per uno sviluppatore indipendente
        con

        piccolo

        budget?

        Già, per questo AppStore ha fatto la fortuna di
        tanti sviluppatori indipendenti. Con solo 99
        dollari all'anno sei in
        pista.99 dollari l'anno io lo chiamo pizzo mafioso!La liberta' la si puo' pagare col sangue, ma non certo coi dollari.Chi crede di potersi comprare la liberta' coi dollari non merita ne l'una ne gli altri.
      • attonito scrive:
        Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: djechelon

        Dover

        acquistare costosissimi SDK da Sony non è una

        limitazione per uno sviluppatore indipendente
        con

        piccolo

        budget?

        Già, per questo AppStore ha fatto la fortuna di
        tanti sviluppatori indipendenti. Con solo 99
        dollari all'anno sei in
        pista.ed ecco come infilare una tirata per apple in un articolo sony......
      • Sgabbio scrive:
        Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
        Tralasciando che di devi comprare un costoso computer apple per sviluppare...
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
        - Scritto da: ruppolo
        Già, per questo AppStore ha fatto la fortuna di
        tanti sviluppatori indipendenti. Con solo 99
        dollari all'anno sei in pista.Cioè non solo dovrei pagare 99 dollari per pubblicare la MIA roba, ma la cosa scade pure dopo un anno? Ha ragione Panda Rossa, si chiama pizzo mafioso.Apple e Sony devono morire (e pure Microsoft e Nintendo)
        • Sgabbio scrive:
          Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
          Bhe oddio apple a differenza di Sony non cerca di rifilarti malware...
          • panda rossa scrive:
            Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
            - Scritto da: Sgabbio
            Bhe oddio apple a differenza di Sony non cerca di
            rifilarti
            malware...Chi M$?(rotfl)
          • Sgabbio scrive:
            Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
            Io citato due idiozie fatte da sony, quella dei rootkit sui cd audio e quell'abominio che mi ha fatto rinunciare ad un gioco che attendevo con ansia: SecuROM!
        • ... scrive:
          Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
          E anche Samsung e Acer e HP e Adobe e Autodesk ecc...Torniamo nella preistoria
          • Sgabbio scrive:
            Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
            Bhe non mi sembra che si siano comportati come Sony e sopratutto non sono riusciti a regredire di 40 anni la giurisprudenza come la nintendo.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
            La Toshiba vendette segreti tecnologici e militari all'Unione Sovietica, la Samsung è accusata di corruzione abituale...Ogni ditta ha le sue, basta googlare "controversy" per trovare secchi di immondizia corporate al cui confronto i rootkit Sony sono roba da educande.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
            - Scritto da: Momento di inerzia
            La Toshiba vendette segreti tecnologici e
            militari all'Unione Sovietica, la Samsung è
            accusata di corruzione abituale...Se è per questo c'è la questione dei puntini gialli nelle stampanti...
    • Momento di inerzia scrive:
      Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
      - Scritto da: djechelon
      Sony invece dovrebbe pensare all'antitrust:
      l'esistenza di una root key, e quindi di una
      procedura di autenticazione del software in
      esecuzione, non è una forma di limitazione della
      concorrenza contro i prodotti homebrew? Dover
      acquistare costosissimi SDK da Sony non è una
      limitazione per uno sviluppatore indipendente con
      piccolo
      budget?Tu non sei uso a leggere le condizioni d'uso e/o i manuali, vero?
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
        - Scritto da: Momento di inerzia
        - Scritto da: djechelon

        Sony invece dovrebbe pensare all'antitrust:

        l'esistenza di una root key, e quindi di una

        procedura di autenticazione del software in

        esecuzione, non è una forma di limitazione della

        concorrenza contro i prodotti homebrew? Dover

        acquistare costosissimi SDK da Sony non è una

        limitazione per uno sviluppatore indipendente
        con

        piccolo

        budget?

        Tu non sei uso a leggere le condizioni d'uso e/o
        i manuali, vero?Io quando compro una sedia il falegname non mi impedisce di usarla come combustibile nel caminetto, come fermaporta o come ripiano per salire sui punti alti, ad esempio per cambiare le lampadine del lampadario.Se qualcuno pretende cosa debba fare con ciò che ho pagato, io ho tutto il diritto di pretendere che lui faccia dei soldi che gli ho dato l'uso che decido io.Sony, Nintendo, Apple, Microsoft possono comprarsi solo supposte di glicerina e farmaci contro il cancro. Qualunque altro utilizzo viola le licenze d'uso di noi utenti e la conseguenza per chi viola la licenza d'uso di noi utenti è che tutto quello che produce diventa immediatamente e completamente nostro.Come dici? Non gli sta bene? Non lo sapevano perché non l'hanno letta? Problemi loro. Impareranno che le clausole vessatorie o devono venire SOTTOSCRITTE DUE VOLTE CON DOPPIA FIRMA CARTACEA (la seconda firma non può avvenire in forma elettronica (*)) o ogni utente è libero di imporre le clausole che vuole, anche senza andare ad avvisare la controparte, e quelle clausole hanno effetto immediato.Le mie clausole sono: dei miei soldi decido io cosa puoi farne, e se ne fai un uso diverso o non sei in grado di dimostrarmi che ne hai fatto l'uso che ti ho detto di farne, qualunque tua pretesa nei miei confronti è nulla e priva di qualsiasi valore, e puoi sbattere i piedi per terra e piangere nei tribunali, pretendendo di avere ragione, io continuerò non solo a darti torto, ma cercherò di fare in modo che tutta l'umanità ti dia torto, e avrai torto tu e le tue leggi AD PERSONAM contro tutta l'umanità che sputerà addosso ogni volta che un tuo dipendente esce di casa, ogni volta che qualcuno cercherà di vendere un tuo prodotto, verrà fatto boicottaggio di massa verso tutti i tuoi ridicoli "originali" e tu finirai sotto un ponte a piangere.E allora noi potremo continuare a XXXXXXre dall'alto di quel ponte, diritto su quello che resta dei tuoi prodotti che ti sei miseramente portato dietro.(*) Chiunque può fare la prova: fate richiesta online per Sky, per Telecom, per Fastweb, per il gas o per qualunque fornitura, vi diranno di rispedire il contratto firmato, NON FIRMATE e aspettate cosa succede. Se mai dovessero attivarvi (e se son furbi non lo faranno), e richiederanno il pagamento di bollette, NON PAGATELE. Nel momento in cui cercheranno di recuperare i soldi, ci sarà da ridere, perché senza avere la vostra firma CARTACEA in mano, la richiesta in forma elettronica è carta igienica. Non ci credete, fate pure tutte le prove che volete. Nessuna società di recupero crediti si muoverebbe senza una firma del debitore. E' come se mandassi una mail a una persona a caso chiedendo di prestarmi 10.000 euro e che poi in seguito firmo una cambiale in cui mi impegno a restituirgliene 30.000. Chiunque ci caschi è un pollo. Esattamente come chiunque si illude che le "licenze d'uso" senza alcuno straccio di firma (non solo dell'utente ma anche della controparte) abbiano un qualche valore legale. Ovviamente, come tutti i contratti, hanno valore solo se firmati. Altrimenti si chiamano TRUFFE, o ESTORSIONI, o tentativi di una o dell'altra.P.S. Tu hai bisogno di leggere il manuale per sapere come funziona un televisore? O un frigorifero? O i fornelli della cucina? O magari il DVD, o il videoregistratore? Se sì, sei tu ad aver problemi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 gennaio 2011 23.00-----------------------------------------------------------
        • Guybrush scrive:
          Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
          ottimo articolo, vostro onore mancato :-)C'e' però l'esempio di sky che non è perfettamente calzante.1) Vi sono i comportamenti concludenti (http://it.wikipedia.org/wiki/Comportamenti_concludenti) 2) Vi sono casi in cui il bene non può essere acquistato.Per sky capita spesso che il decoder venga fornito in comodato d'uso PRIMA della trasmissione del contratto cartaceo firmato.Per cui 1) Ricevi uno strumento in comdato d'uso2) Cominci a fruire del servizio...di fatto hai "concluso" l'accettazione delle norme del contratto anche se manca l'inchiostro sul pezzo di carta.In particolare il comodato d'uso (più o meno gratuito) nega il diritto di proprietà, cioé non puoi fare quello che ti pare con il bene acquistato.Chiaro: non è questo il caso di Sony, Nintendo e Apple (e il tuo post mi pare assolutamente ineccepibile al riguardo), ma se qualcuno tentasse di fare questo scherzetto a Sky si ritroverebbe a pagare e pure di corsa.Buona giornataGT
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
            - Scritto da: Guybrush
            ottimo articolo, vostro onore mancato :-)
            C'e' però l'esempio di sky che non è
            perfettamente calzante.Hai qualche link di sentenze o casi del genere?Perché a me risulta che i comportamenti concludenti, così come la firma elettronica, possono sostituire la firma di accettazione e quella sulla privacy (di solito la prima e la terza firma nei contratti), ma NON la (seconda) firma relativa all'accettazione delle specifiche clausole vessatorie, che vanno accettate esplicitamente e per iscritto.Il contratto di Sky ora non ce l'ho sottomano ma sono sicuro che richieda le tre firme come spiegato sopra, e almeno una di quelle 3 non è valida se non per iscritto. Intendiamoci, "per iscritto" può essere anche un fax. Ma devono averlo per poter pretendere qualcosa, soprattutto per richiedere il rispetto di quelle clausole. E sono sicuro che tra le clausole vessatorie ci sono anche quelle relative al pagamento del servizio e alle relative penali o disattivazioni in caso di ritardi.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: "Ogni crimine informatico del mondo"
            - Scritto da: Guybrush
            Una clausola del genere viola l'art.832 del
            codice civile è nulla, non può produrre effetti e
            se il contratto si basa su di essa rende tutto il
            contratto nullo (e qui la pensiamo esattamente
            allo stesso
            modo).OpinabileDurante la stipula del contratto di compravendita tu non sei ancora proprietario del bene, quindi se una delle parti stabilisce una serie di condizioni alle quali ti trasferisce la proprietà del bene e tu le accetti, sono fatti tuoi.Se non ti sta bene, lo lasci sullo scaffale.(hai presente tutte le avvertenze stupide per le quali deridiamo le etichette americane?)Tu puoi anche stabilire delle condizioni acXXXXXrie alle quali trasferisci al negoziante la proprietà del tuo bene (il denaro), come per esempio "questo denaro non può essere usato per finanziare il terrorismo internazionale", se lui le accetta, fatti suoi.Certo è che tu non puoi controllare lui, ma la ditta che produce il bene ha in qualche caso la possibilità di controllare te.Norme del genere (che agiscono dopo il completamento del contratto) sono pienamente valide persino nei contratti di lavoro (per esempio quelle che escludono la possibilità di essere assunti dalla concorrenza per un certo periodo anche dopo la cessazione del rapporto di lavoro), figuriamoci in un normale contratto di compravendita.Inoltre il disporre pienamente della proprietà di un bene non esclude dalle responsabilità che da questo godimento derivano.
  • campione del mondo scrive:
    No a Sony
    No a Sony (idea)Sony ne combina un'altra delle sue (rotfl)Sony non è neanche capace di far causa nel tribunale giusto :DC'è da stupirsi che i dirigenti Sony sappiano tornare a casa da soli :@
  • geowhat scrive:
    3.55
    ho jailbreackato una 80 gb con il 3.55.bricka solo le 60 gb che diciamolo, si brickavano da sole.
    • Star scrive:
      Re: 3.55
      Forse prima è meglio che ti documenti (rotfl)Il CFW pubblicato da GeoHot non bricka un bel niente... ne i modelli con NAND da 256Mb (Fat da 40, 60 e qualche 80) ne con quelli che hanno la NOR da 16Mb (Ultime Fat 80 e tutte le Slim). Funziona perfettamente con tutte e consente di usare gli homebrew ma non i backup manager = giochi retail a parte qualche rara eccezione.L'unico CFW che bricka le vecchie Fat è quello di Waninkoko tra l'altro recentissimo perché ha fatto la cagata di patchare il Lv2 e questo AL SOLO FINE di consentire i backup manager = giochi retail copiati e chi ha brickato la sua PS3 deve solo stare zitto...
      • geowhat scrive:
        Re: 3.55
        - Scritto da: Star
        Forse prima è meglio che ti documenti (rotfl)

        Il CFW pubblicato da GeoHot non bricka un bel
        niente... ne i modelli con NAND da 256Mb (Fat da
        40, 60 e qualche 80) ne con quelli che hanno la
        NOR da 16Mb (Ultime Fat 80 e tutte le Slim).
        Funziona perfettamente con tutte e consente di
        usare gli homebrew ma non i backup manager =
        giochi retail a parte qualche rara
        eccezione.
        L'unico CFW che bricka le vecchie Fat è quello di
        Waninkoko tra l'altro recentissimo perché ha
        fatto la cagata di patchare il Lv2 e questo AL
        SOLO FINE di consentire i backup manager = giochi
        retail copiati e chi ha brickato la sua PS3 deve
        solo stare
        zitto...sara'..
  • attonito scrive:
    repetita iuvant: ok se in c*lo a sony
    tutto cio' che di non violento va in c*lo a sony, e' ben fatto.
    • Valeren scrive:
      Re: repetita iuvant: ok se in c*lo a sony
      Ma SACROSANTO!Dopo rootkit e schifezze varie, non ho preso più nulla di nulla.Nemmeno il televisore - bello, in offerta, conveniente ma NO.Semplicemente NO. Devono morire.Però mi prenderò una PS3 *usata* solo per... uhm... backup? Si dice così vero?
      • Valeren scrive:
        Re: repetita iuvant: ok se in c*lo a sony
        No prob, sono certo che avrò modo per rimanere occupato anche per più di 4 gg :DE nel frattempo, più sony soffre più io rido.
  • uno qualsiasi scrive:
    Titolo ambiguo
    Scritto così, fa pensare a un aggiornamento che renda il crack inutile.Ci voleva un titolo più chiaro.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Titolo ambiguo
      devi pur attirare utenti, quindi si usano titoli ambigui.
    • Star scrive:
      Re: Titolo ambiguo
      Tanto ti preannuncio già che con l'imminente aggiornamento alla 3.60 (o quel che sarà) la chiave usata da GeoHot (che è sempre la stessa) verrà blacklistata quindi il titolo involontariamente sarà corretto :)
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: Titolo ambiguo
        - Scritto da: Star
        Tanto ti preannuncio già che con l'imminente
        aggiornamento alla 3.60 (o quel che sarà) la
        chiave usata da GeoHot (che è sempre la stessa)
        verrà blacklistata quindi il titolo
        involontariamente sarà corretto
        :)E come fanno a blacklistare la master key senza rendere incompatibile tutto il soft uscito finora?
        • Sgabbio scrive:
          Re: Titolo ambiguo
          Esattamente, non ha trovato una semplice chiave, ma ha trovato la chiave che genera quest'ultime, cambiando quella rendi incompatibili tutti i SOFTWARE rilasciati fino al crack pubblicato.... Vabbè che la sony è solita rispondere alla paura della "pirateria" con privazioni dementi....
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Titolo ambiguo
          contenuto non disponibile
          • Zero Tolerance scrive:
            Re: Titolo ambiguo
            Non puoi blacklistare la master key della PS3, poichè avrebbe effetti disastrosi su tutti i titoli precedentemente usciti che hanno una sola key.La stessa sony, neanche troppo velatamente, ha ammesso la batosta per la quale non si può fare praticamente nullaIn più qualora fosse teoricamente possibile blacklistare la master key, una volta scoperto il metodo della prima si potrebbe tirare fuori anche quella successiva.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Titolo ambiguo
            contenuto non disponibile
          • Sgabbio scrive:
            Re: Titolo ambiguo
            Ho capito: Si dovranno ricomprare tutti i giochi :D
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Titolo ambiguo
            contenuto non disponibile
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Titolo ambiguo

            Il problema piuttosto è che facendo reverse
            engineering sarebbe 'facile' cambiare l'elenco
            dei crc in whitelist e mettere i
            propri.Il problema è che (grazie al cielo) il drm non è possibile. E non deve esserlo.
  • James Kirk scrive:
    Separare il DRM dall'Homebrrew
    Non saprei dire se la cosa è tecnicamente possibile, ma credo che sia giusto consentire agli utenti di eseguire realizzare, scambiarsi ed eseguire applicazioni su tutti i dispositivi programmabili e riservare il DRM alle applicazioni ed ai contenuti commerciali.Questo porrebbe fine a diverse ipocrisie sia da parte dei produttori sia da parte di chi utilizza l'homebrew come scusa per piratare i contenuti protetti. Diversamente il divieto di bypassare il DRM ha poco senso.
    • Valeren scrive:
      Re: Separare il DRM dall'Homebrrew
      Teoricamente giusto, peccato che da un po' di tempo ogni firmware della PS3 togliesse funzioni.Specialmente quelle legate alla libertà dell'utente, tra retrocompatibilità e possibilità di utilizzare device ( anche pad ) non espressamente autorizzati.
Chiudi i commenti