Nota/ PI mette online la tua home page

Più notizie più aggiornate, maggiore flessibilità e semplicità per l'home page. Navigare tra i contenuti di PI non è mai stato così facile

Roma – Con un’occhiata si abbracciano le ultime del giorno, con un tweet ci si aggiorna sulle novità, con un clic si può riassumere la giornata. È questa la filosofia di fondo delle novità d’inizio estate di Punto Informatico , che con una serie di modifiche alla struttura dell’home page vuole offrire ai suoi lettori alcuni degli strumenti più richiesti in questi mesi nei forum e via email.

Si comincia dalla singola notizia: ciascuna porta impressa in home page la data e l’ora di pubblicazione, così da poter comprendere al volo a quando risale o se è stata aggiornata nel frattempo. Lì accanto ci sono anche i commenti, indicati dal numero preciso di contributi giunti fino a quel momento: con un clic si è già pronti a partecipare alla discussione, proiettati direttamente nel cuore della conversazione. Un modo per rendere più evidente e più accessibile una risorsa importante come i forum, e allo stesso tempo per consentire di valutare con un’occhiata se ci siano novità sostanziali e quale peso assume un certo argomento per il pubblico di Punto Informatico .

Cliccando sulla data, invece, c’è un’altra delle novità, anche questa molto richiesta: è possibile consultare, giorno per giorno, il sommario delle notizie pubblicate. Oppure, se la notizia è fresca di giornata, è disponibile il riepilogo di quanto pubblicato fino a quel momento. In questo modo si può decidere di tenere d’occhio l’home page per conoscere il quadro d’insieme e scoprire cosa di più rilevante si dice in giro, oppure si può verificare puntualmente quanto successo, ora per ora: aggiornamenti, cinguettii, commenti e approfondimenti si succederanno sempre più copiosi dall’alba al tramonto.

Sulla destra, poi, trova spazio un nuovo box dedicato alle notizie in breve: tweet, news, segnalazioni, novità dell’ultimo minuto. Ciascuna voce associa l’orario di pubblicazione e il link per seguire l’evento, sia che si tratti di un lancio che anticipa quanto tra poco verrà trattato con dovizia di particolari sulle pagine di Punto Informatico , sia che rimandi a una fonte esterna che riporta una notizia freschissima o qualche curiosità. Anche questo strumento è ordinato in modo strettamente cronologico, così da permettere a tutti coloro che transitano sull’home page di valutare e consultare il succedersi degli eventi.

Il resto della struttura editoriale resta (per il momento) invariato: i forum saranno sempre l’altra metà del cielo che completa e amplifica la conversazione sui temi selezionati dalla Redazione, PI Libri si è unito con successo da qualche tempo a PI Download e PI Gadget , due rubriche storiche di Punto Informatico . Ma ci sono altre novità in dirittura d’arrivo, alcune delle quali da molto tempo richieste, che speriamo soddisferanno le aspettative e le esigenze di quanti, ogni giorno, vengono sulle nostre pagine per trovare notizie, suggerimenti e una guida concreta e ragionata per orientarsi nel sempre più vasto e complesso mondo ICT.

Grazie a tutti per la collaborazione, e non mancate di continuare a inviarci suggerimenti e segnalazioni per migliorarci.

La Redazione

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Gianluca Fiorelli scrive:
    Google e Post Rank..
    Ciao Claudio,personalmente - pur avendo ragione in pensare nel Social in sè - ritengo che il motivo vero dell'acquisto di PostRank è da andare a cercare nell'attuale evoluzione dei motori di ricerca e dei loro risultati di ricerca.Sappiamo tutti che i Social Signs sono presi in considerazione per i rankings tanto da Google che da Bing... solo che Google ha un problema: non può accedere al Walled Garden di Facebook.Dal momento che, poi, le varie versioni del Panda Update vedono nel giudizio dell'utente un fattore di ranking e, quindi, che elementi come i tweets/retweets, stumbles, +1 e likes/shares sono intesi come voti (in questo senso stanno lentamente soppiantando i links per tutto ciò che si definisce web popularity), allora possiamo comprendere perché PostRank faceva gola a Google:ottenere dati social per rafforzare i propri risultati di ricerca...Un saluto
Chiudi i commenti